Attivazione ADSL, consigli di sopravvivenza

Non ci sarebbe solo Telecom alla base dei problemi sull'attivazione delle connessioni internet: lo sostiene ADUC
Non ci sarebbe solo Telecom alla base dei problemi sull'attivazione delle connessioni internet: lo sostiene ADUC


Firenze – ADSL, come fare per ottenerla senza odissee? Se è talvolta lecito lamentarsi con Telecom , anche gli altri gestori devono fare la loro parte, smettendo di promettere ciò che non possono dare. Lo sostiene l’associazione dei consumatori ADUC in un comunicato stampa. Una nota diffusa a ridosso della decisione della Corte d’Appello di Milano riportata da Punto Informatico con sui si è imposto a Telecom di attivare una serie di collegamenti ADSL richiesti da Tele2 , negati perché, a detta dell’incumbent, sulle specifiche linee sarebbero già stati attivati identici servizi, di Telecom stessa o di altri gestori.

I consumatori esprimono cauta soddisfazione per il risultato, ma mettono in guardia gli utenti: ADUC è convinta che i fatti di questi giorni siano solo “una punta di iceberg nell’ambito della via italiana alla liberalizzazione della telefonia fissa in generale, e dei servizi Adsl in particolare”. L’associazione riferisce che quotidianamente documenta questa realtà con segnalazioni all’ Authority TLC che, però, come ben sanno i lettori di PI , si ritrova con risorse limitate e quindi insufficienti a garantire un’attività puntuale.

ADUC aggiunge che la situazione riguarda Tele2, protagonista dell’ultimo caso giudiziario, ma anche tutti gli altri operatori, e provoca un blocco di fatto sullo sviluppo di un sistema di comunicazione oggi fondamentale per moltissime attività pubbliche e private: “Praticamente succede che Telecom, con questa scusa, esaspera una qualunque richiesta di attivazione da parte di un altro gestore, “costringendo” l’utente che intende abbandonare Telecom, a non rinunciarvi per non restare senza collegamento (situazione di attesa che puo’ durare anche mesi)”.

Ma la colpa di questa situazione non sarebbe tutta da imputare all’incumbent, secondo ADUC: “Crediamo che alla base di questo comportamento di Telecom, ci sia un sistema che glielo consente, a partire dalla gestione dell’ultimo miglio che avviene in regime di monopolio e con esplicito abuso di posizione dominante (la vendita del medesimo prodotto ai propri clienti diretti e ai gestori concorrenti)”.

La soluzione che ADUC suggerisce agli utenti riguarda tutti i gestori. Per non aspettarne le lungaggini, sarebbe opportuno per gli utenti muoversi in due direzioni, entrambe basate sulla presunta inadempienza dei gestori, “intimando il dovuto con una raccomandata A/R di messa in mora: Telecom perchè non libera la linea, gli altri gestori perchè, nonostante non abbiamo sempre linee disponibili, continuano nelle loro massicce campagne di abbonamento senza talvolta garantire cio’ per cui si sono impegnati e “scaricando” le colpe su Telecom”.

A fianco delle offerte per la connettività ADSL, infatti, sempre più operatori (vecchi e nuovi) propongono offerte correlate, come le soluzioni di telefonia VoIP, che ingolosiscono gli utenti con prospettive di risparmio sul traffico telefonico. Le aspettative salgono e quindi la domanda cresce, ma ad essa non corrisponde un’offerta adeguata da parte di un mercato ancora non preparato. E a pagarne le conseguenze sono ancora una volta, sottolinea ADUC, gli utenti.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 11 2005
Link copiato negli appunti