Automobili, quelle Google senza mani in Nevada

Lo stato USA potrebbe presto diventare il primo luogo al mondo a riconoscere legalmente l'utilizzo di automobili in grado di pilotarsi da sole. BigG ci crede e promuove una legge

Roma – Dopo aver dato prova della fattibilità del concetto di “guida senza intervento umano”, Google intende portare molto oltre la sua iniziativa delle driverless-car imponendo, ex-lege , lo status di legittimità di questo genere di applicazione a metà fra robotica e tecnologia sensoriale avanzata. Almeno in uno degli stati che compongono gli USA.

Le robo-car di Google – modelli di Toyota Prius e Audi TT personalizzati con sensori, telecamere e tracciatori laser, grazie all’apporto del professore di Stanford Sebastian Thrun – hanno già totalizzato oltre 1.000 miglia di guida autonoma percorse sulle strade della California, e ora l’intervento di David Goldwater potrebbe trasformare questo exploit in una vera e propria iniziativa commerciale unica al mondo.

A Goldwater Google ha affidato la promozione di una legge tutta nuova e un emendamento alla legge che regolamenta l’uso dei veicoli elettrici: nel primo caso si tratta di consentire l’uso e la concessione in licenza di auto robo-guidate, nel secondo di permettere l’invio di SMS da parte dei “guidatori” delle suddette automobili.

Il professor Thrun si dice entusiasta della possibilità che una simile iniziativa venga approvata e ratificata ufficialmente dallo stato del Nevada, essendo egli convinto del fatto che “le auto che si guidano da sole trasformeranno il car sharing riducendo sensibilmente l’uso delle auto” e contribuiranno a creare le autostrade per il trasporto di domani.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gomez scrive:
    2 Kg, 12", internet obbligatoria...
    ...senno' e' solo un fermaporta, tutti i miei dati irraggiungibili se solo gira al gestore, privacy degli stessi "sulla fiducia"...cavolo, se mi danno anche un calcio nelle palle ne compro dueMasok
  • Tanis Mezzelfo scrive:
    Prezzo alto
    Secondo me i prezzi di lancio per questo primo dispositivo basato su ChromeOS è un po' troppo altino per introdurre l'utente medio e non nel mondo del cloud :-)
  • kmtnck scrive:
    netbook già acquistato + chrome os
    Riguardo questi googlechromes è da tempo che li aspettavo e più o meno mi aspettavo questo dubbio se saranno la svolta oppure un clamoroso flop.mi sono soffermato sui modelli samsung e acer e sulle loro caratteristiche, che non si discostano molto da un netbook normale come il mio sony vaio.infatti proprio per questo mi chiedevo: è possibile installare chrome os in dual boot su un netbook acquistato in precedenza per poi smazzarmela io su come interfacciarmi con la rete wifi o umts che sia? secondo me si, però vorrei qualche parere di terzi a riguardo ...ciao
    • collione scrive:
      Re: netbook già acquistato + chrome os
      si, si può fare e ci sono le iso di hexxeh http://chromeos.hexxeh.net/ovviamente si tratta di iso vecchiotte, per cui se t'interessa una versione recente devi compilarti chromium
      • collione scrive:
        Re: netbook già acquistato + chrome os
        p.s. http://www.chromium.org/chromium-os/developer-guideovviamente si perde il boot verificato ma penso non sia un problema
      • kmtnck scrive:
        Re: netbook già acquistato + chrome os
        - Scritto da: collione
        si, si può fare e ci sono le iso di hexxeh
        http://chromeos.hexxeh.net/

        ovviamente si tratta di iso vecchiotte, per cui
        se t'interessa una versione recente devi
        compilarti
        chromiumok! l'importante è che non ci siano dei "vincoli" hardware/os (google non lo farebbe mai, ma non si sà mai...).Indagherò su come prendermi una iso aggiornata e compilata (al massimo compilata da me)
      • kmtnck scrive:
        Re: netbook già acquistato + chrome os
        - Scritto da: collione
        si, si può fare e ci sono le iso di hexxeh
        http://chromeos.hexxeh.net/

        ovviamente si tratta di iso vecchiotte, per cui
        se t'interessa una versione recente devi
        compilarti
        chromiumottimo link!! l'altro che avevi incollato mi và in timeout! tra l'altro questa pagina l'avevo già incontrata un anno fa, ma era embrionale e c'era giusto un trailer demo su cosa è chrome os.thanks
    • banca scrive:
      Re: netbook già acquistato + chrome os
      - Scritto da: kmtnck
      Riguardo questi googlechromes è da tempo che li
      aspettavo e più o meno mi aspettavo questo dubbio
      se saranno la svolta oppure un clamoroso
      flop.

      mi sono soffermato sui modelli samsung e acer e
      sulle loro caratteristiche, che non si discostano
      molto da un netbook normale come il mio sony
      vaio.

      infatti proprio per questo mi chiedevo: è
      possibile installare chrome os in dual boot su un
      netbook acquistato in precedenza per poi
      smazzarmela io su come interfacciarmi con la rete
      wifi o umts che sia?


      secondo me si, però vorrei qualche parere di
      terzi a riguardo
      ...

      ciaosplashtop è quasi simile visto che è chrome montato su un linux molto minimale
  • Maxy scrive:
    Io non lo pagherei più di 50 euro!
    Invece di essere un valore, il cloud è solo un limite, e anche pesante. Lo dico con condizione di causa. Avete mai provato ad usare un'applicazione in 3G? E' lenta. Se poi diventa EDGE, si inchioda proprio.E se va in GPRS, tanto vale rinunciarci. Io preferisco un hardware più prestante, un disco più capiente, o almeno 11" di schermo (che non cambierebbe le dimensioni di un netbook).Il cloud serve ad aggirare hardware scadente, e se è scadente non lo devo pagare molto, 50 euro è pure troppo.
  • Pepito il breve scrive:
    G fa i miliardi alle spalle di linux !
    mi viene da ridere ! ipotizziamo vendano milioni di questi ciofeche di netbooks low-cost che girano su kernel linux, google ci guadagna milioni mentre i freetards che hanno speso anni per sviluppare il kernel linux e il browser di cui Chrome e' un misero fork distribuendolo gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO ! continuate a credere alle favole open source, alla "community" e bla bla bla ... hahaha ben vi sta.e non e' tutto... lo scopo non e' certo vendervi il netbook in se' ma vendervi in futuro un pacchetto "premium" per tutti i servizi cloud aggiuntivi e vedrete anche versioni "pro" di Blogger, Google Maps, e tutto il resto ! e ironicamente, pure quelle basate su codice open source, alla faccia di chi si e' fatto il mazzo per poi regalarle a google senza manco un grazie !svegliaaaaa !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
      Sarà una gioia hackare queste macchine per convertirle ad un uso stand-alone...
      • collione scrive:
        Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
        basterà qualche jump ben piazzato nel firmwaregoogle è spassoso quando fa il dittatorenon so se hai letto che hanno presentato al google i/o una piattaforma per sviluppare estensioni hardware per smartphone android basata su arduinone hanno prodotto una loro versione e la vendono a 400$ e qualcuno potrebbe pensare che stanno facendo i furbi alle spalle degli sviluppatori hardwarela cosa divertente è che basta prendere una comune board arduino, cambiare la disposizione di un paio di pin e ottiene una board con la medesima configurazione della loro ovvero google, che ha peraltro diffuso informazioni sulla sua board, sta dicendo "usate arduino liscio e non comprate le mie board"probabilmente faranno lo stesso con i chromebook per permetterne una maggiore diffusione, ovvero daranno tali e tante informazioni da rendere l'hack banale, che poi l'hack si riduce ad un reflash dell'eprom
        • Pepito il breve scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          mah se non ho capito male tutto sto ambaradan e' open source quindi uno potrebbe pure ricompilarsi tutto, non solo fare piccoli hacks.
          • collione scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ovvio che puoi ricompilarlo ma devi modificare pure il firmware e quello va riflashatopoi io parlavo dell'hack della board arduino venduta da google
    • collione scrive:
      Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
      ah quanta ignoranza- Scritto da: Pepito il breve
      girano su kernel linux, google ci guadagna
      milioni mentre i freetards che hanno speso anni
      per sviluppare il kernel linux e il browser di1. il kernel linux è stato sviluppato da programmatori professionisti che lavorano per svariate multinazionali del software tra cui anche google2. google è costretto per licenza ( e lo fa ) ad uppare le patch al kernel linux sul repository centrale e infatti google ha contribuito ad aggiungere supporto alle capabilities, al verified boot, ecc...
      cui Chrome e' un misero fork distribuendolo
      gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO !
      altra XXXXXXX madornale chrome non è il fork di nessunissimo browser sviluppato dalla comunità, è il derivato commerciale di chromium, ovvero un browser sviluppato al 90% da google stessachromium è basato su webkit, fork di khtml, sviluppato attualmente da apple e googleesistono millemila progetti, da browser a software di altro tipo, che usano attualmente webkit come motore embedded, quindi in questo caso la comunità ci sta guadagnando piuttosto che perderci coem vuoi far credere tu
      e non e' tutto... lo scopo non e' certo vendervi
      il netbook in se' ma vendervi in futuro un
      pacchetto "premium" per tutti i servizi cloud
      aggiuntivi e vedrete anche versioni "pro" di
      Blogger, Google Maps, e tutto il resto !
      e tu non hai capito un azzo di come funziona chromeos1. chromeos != cloud di google2. chromeos non significa che dovrai obbligatoriamente usare il cloud di google 3. le webapp sono app che ognuno può creare, sono multipiattaforma, puoi hostarle sui tuoi server, sul tuo cloud o dove ti pare

      e ironicamente, pure quelle basate su codice open
      source, alla faccia di chi si e' fatto il mazzo
      per poi regalarle a google senza manco un grazie
      !
      quali sarebbero queste applicazioni open che google sta vendendo?SVEGLIA!!!!
      • Pepito il breve scrive:
        Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
        google docs ad esempio e le future versioni "pro" dei suoi attuali servizi ma tu evidentemente non sei bene informato...
        • collione scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          eh????? what????google docs sarebbe cosa? un derivato di un'applicazione opensource????ma che cacchio vi fumate su questo forum? tra ieri ed oggi ho letto una marea di XXXXXXX
          • krane scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: collione
            eh????? what????
            google docs sarebbe cosa? un derivato di
            un'applicazione opensource????
            ma che cacchio vi fumate su questo forum? tra
            ieri ed oggi ho letto una marea di XXXXXXXSi vede che Pepito e' tornato a scrivere qui in questi giorni.
          • collione scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            scrivere è un conto ma questo vomita byte senza nè capo nè coda
        • zip scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          - Scritto da: Pepito il breve
          google docs ad esempio e le future versioni "pro"
          dei suoi attuali servizi ma tu evidentemente non
          sei bene
          informato...ahahah, ma sei proprio spassoso, oltre che "informato"
          • collione scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: zip
            "informato"legge ogni giorno "il videotecaro news" :D
        • 6477 scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          - Scritto da: Pepito il breve
          google docs ad esempio e le future versioni "pro"
          dei suoi attuali servizi ma tu evidentemente non
          sei bene
          informato...Ma sei sicuro che fai il videotecaro?Non è che invece hai messo su un "coffe shop" a Amsterdam? :|
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
      low cost? mica tanto dal prezzo che mettono...
    • gigi scrive:
      Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
      - Scritto da: Pepito il breve
      mi viene da ridere ! ipotizziamo vendano milioni
      di questi ciofeche di netbooks low-cost che
      girano su kernel linux, google ci guadagna
      milioni mentre i freetards che hanno speso anni
      per sviluppare il kernel linux e il browser di
      cui Chrome e' un misero fork distribuendolo
      gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO !


      continuate a credere alle favole open source,
      alla "community" e bla bla bla ... hahaha ben vi
      sta.

      e non e' tutto... lo scopo non e' certo vendervi
      il netbook in se' ma vendervi in futuro un
      pacchetto "premium" per tutti i servizi cloud
      aggiuntivi e vedrete anche versioni "pro" di
      Blogger, Google Maps, e tutto il resto !


      e ironicamente, pure quelle basate su codice open
      source, alla faccia di chi si e' fatto il mazzo
      per poi regalarle a google senza manco un grazie
      !

      svegliaaaaa !!!!guarda, si nota tantissimo che tu sei intelligente e furbo e hai capito tutta la situazione, è evidente come ti intendi di informatica ed economia e che capisci al volo tutto l'ambaradan, ti chiamano fulmine di guerra vero?
      • 5574 scrive:
        Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
        - Scritto da: gigi
        - Scritto da: Pepito il breve

        mi viene da ridere ! ipotizziamo vendano milioni

        di questi ciofeche di netbooks low-cost che

        girano su kernel linux, google ci guadagna

        milioni mentre i freetards che hanno speso anni

        per sviluppare il kernel linux e il browser di

        cui Chrome e' un misero fork distribuendolo

        gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO !





        continuate a credere alle favole open source,

        alla "community" e bla bla bla ... hahaha ben vi

        sta.



        e non e' tutto... lo scopo non e' certo vendervi

        il netbook in se' ma vendervi in futuro un

        pacchetto "premium" per tutti i servizi cloud

        aggiuntivi e vedrete anche versioni "pro" di

        Blogger, Google Maps, e tutto il resto !





        e ironicamente, pure quelle basate su codice
        open

        source, alla faccia di chi si e' fatto il mazzo

        per poi regalarle a google senza manco un grazie

        !



        svegliaaaaa !!!!

        guarda, si nota tantissimo che tu sei
        intelligente e furbo e hai capito tutta la
        situazione, è evidente come ti intendi di
        informatica ed economia e che capisci al volo
        tutto l'ambaradan, ti chiamano fulmine di guerra
        vero?No no stavolta sei tu a non avere capito ...Lui dice che fa il videotecaro in realtà gestisce un "coffe shop" ad Amsterdam l'unico problema che ha è che è sempre in perdita perchè la roba se la fuma tutta lui!
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
      - Scritto da: Pepito il breve
      mi viene da ridere ! ipotizziamo vendano milioni
      di questi ciofeche di netbooks low-cost che
      girano su kernel linux, google ci guadagna
      milioni mentre i freetards che hanno speso anni
      per sviluppare il kernel linux e il browser di
      cui Chrome e' un misero fork distribuendolo
      gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO !Se Torvalds (che l'ha scritto, linux) dice che a lui va bene così, tu cosa ti intrometti a fare?
      continuate a credere alle favole open source,
      alla "community" e bla bla bla ... hahaha ben vi
      sta.A noi cosa importa se google ci guadagna? Noi non ci rimettiamo.

      e non e' tutto... lo scopo non e' certo vendervi
      il netbook in se' ma vendervi in futuro un
      pacchetto "premium" per tutti i servizi cloud
      aggiuntivi e vedrete anche versioni "pro" di
      Blogger, Google Maps, e tutto il resto !Mbè? Che alternativa proponi? Lo stesso sistema, closed?
      • 5250 scrive:
        Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: Pepito il breve

        mi viene da ridere ! ipotizziamo vendano milioni

        di questi ciofeche di netbooks low-cost che

        girano su kernel linux, google ci guadagna

        milioni mentre i freetards che hanno speso anni

        per sviluppare il kernel linux e il browser di

        cui Chrome e' un misero fork distribuendolo

        gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO !

        Se Torvalds (che l'ha scritto, linux) dice che a
        lui va bene così, tu cosa ti intrometti a
        fare?


        continuate a credere alle favole open source,

        alla "community" e bla bla bla ... hahaha ben vi

        sta.

        A noi cosa importa se google ci guadagna? Noi non
        ci
        rimettiamo.





        e non e' tutto... lo scopo non e' certo vendervi

        il netbook in se' ma vendervi in futuro un

        pacchetto "premium" per tutti i servizi cloud

        aggiuntivi e vedrete anche versioni "pro" di

        Blogger, Google Maps, e tutto il resto !

        Mbè? Che alternativa proponi? Lo stesso sistema,
        closed?Le logiche di questi lamer sono pazzesche invece che pensare ai vantaggi (se sono comuni) preferiscono lo svantaggi per se e per gli altri...Se uno guadagna pensa sempre che stia fregando loro (anche se non c'entrano nulla) e preferiscono rimetterci pur di impedire che qualcuno di altro abbia un tornaconto che a loro non costerebbe nulla.C'è una storiella che è esemplare di questa mentalità e avarizia sociale..Un giorno un mago chiese all'avaro quale desiderio volesse soddisfare imponendogli come unica condizione che gli altri nel suo paese avrebbero beneficiato del suo desiderio 2 volte invece che solo 1.L'avaro dopo avere a lungo pensato chiese che gli fosse tolto un occhio!Bravo pepito!Sei come quell'avaro!
        • Pepito il breve scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          google e' quotato 100 miliardi di $ al Nasdaq, dimmi tu se non ha i soldi per sviluppare da zero un proprio OS anziche' XXXXXXX codice OSS e pagare un team di 4-5 persone per fare un misero repackaging !criticate pure microsoft, intanto loro hanno sviluppato Windows, .NET, MS Office, mentre google usa PHP e Python e Linux.ma non vi rendete conto di che bestialita' state dicendo ? lavorereste gratis per una banca piena di soldi ?
          • krane scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            google e' quotato 100 miliardi di $ al Nasdaq,
            dimmi tu se non ha i soldi per sviluppare da zero
            un proprio OS anziche' XXXXXXX codice OSS e
            pagare un team di 4-5 persone per fare un misero
            repackaging !Il problema e' questo: se avesse fatto un oss lui invece di utilizzare linux avrebbe anche potuto non ridistribuire i sorgenti, quindi le comunita' oper source non ci avrebbe guadagnato nulla.
            criticate pure microsoft, intanto loro hanno
            sviluppato Windows, .NET, MS Office, mentre
            google usa PHP e Python e Linux.E porta vantaggi ai linguaggi che usa essendo questi aperti.
            ma non vi rendete conto di che bestialita' state
            dicendo ? lavorereste gratis per una banca piena
            di soldi ?Dipende se in qualche modo ci guadagno, lo stipendio a fine mese non e' l'unico modo di avere vantaggi.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ne deduco che sei un disoccupato allora o non parleresti cosi'.
          • krane scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ne deduco che sei un disoccupato allora o non
            parleresti cosi'.Visto che non lo sono deduco che non hai sufficiente intelligenza per comprendere qualcosa al di la' dei tuoi semplicicstici ragionamenti.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            google e' quotato 100 miliardi di $ al Nasdaq,
            dimmi tu se non ha i soldi per sviluppare da zero
            un proprio OSE perchè dovrebbe buttare soldi in tale opera, quando c'è già un OS pronto?
            anziche' XXXXXXX codice OSS e
            pagare un team di 4-5 persone per fare un misero
            repackaging
            !

            criticate pure microsoft, intanto loro hanno
            sviluppato Windows, .NET, MS OfficeE ti sembra un merito?
            , mentre
            google usa PHP e Python e
            Linux.Ovvio: perchè mai avrebbero dovuto reinventare l'acqua calda?
            ma non vi rendete conto di che bestialita' state
            dicendo ? lavorereste gratis per una banca piena
            di soldi
            ?Lavoro gratis se mi gira di farlo. Se la banca vuole usare il mio lavoro, e accetta le mie condizioni, faccia pure.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ma quali condizioni ? non deve neppure chiedere il tuo permesso.milioni di cellulari ora usano Android, vorrei chiedere ai XXXXXXXX che hanno sviluppato Android GRATIS ora che ne pensano nel momento che google ci fa i miliardi in licenze e accordi commerciali trasversali eh ? e loro manco un grazie, manco un dollaro, nulla di nulla e anzi il prodotto si chiama GOOGLE android mica ha su il loro nome, quello magari manco c'e' dentro i credits in qualche text file imboscato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ma quali condizioni ? Che tu rilasci il sorgente, e che non impediasca agli altri di fare e distribuire le copie. C'è scritto chiaro e tondo nel file gpl.txt.
            non deve neppure chiedere
            il tuo
            permesso.Infatti. Te l'ho già dato.

            milioni di cellulari ora usano Android, vorrei
            chiedere ai XXXXXXXX che hanno sviluppato Android
            GRATIS ora che ne pensano nel momento che google
            ci fa i miliardi in licenze e accordi commerciali
            trasversali eh ?Quelli che l'hanno sviluppato gratis hanno già detto che a loro va bene; mica ci hanno rimesso nulla.
            e loro manco un grazie, manco un
            dollaro, nulla di nullaMa chi gliel'ha chiesto? Non siamo così pezzenti da chiedere soldi per una semplice copia. Non ti abbiamo mai chiesto soldi.
            quello magari manco c'e' dentro i credits in
            qualche text file
            imboscato.Per forza; tale file è piuttosto lungo, nel caso tu non l'avessi notato.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ma tu hai mai sviluppato uno script complesso ? sai quanto tempo e lavoro prende vero no ? e pretendi tutto ti sia dato gratis e che funzioni bene anche e non abbia bugs e ci sia gente che sta di notte a fare le patch e tutto il resto no ? sai perche' nessuno usa piu' HPUX, AIX, True64, SCO, Xenix, e molti altri unix no ? non certo perche' facessero schifo anzi erano 100 volte meglio di linux per varie cose, ma come possono competere con un prodotto gratuito e in piu' spinto da IBM e altri ?ho colleghi che secoli fa hanno speso un sacco di tempo su HPUX per un XXXXX perche' ora e' tutto buttato alle ortiche in favore di sto maledetto linux.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ma tu hai mai sviluppato uno script complesso ?
            sai quanto tempo e lavoro prende vero no ?
            Ho sviluppato librerie, so di cosa sto parlando.Tu cosa hai sviluppato?

            e pretendi tutto ti sia dato gratis e che
            funzioni bene anche e non abbia bugs e ci sia
            gente che sta di notte a fare le patch e tutto il
            resto no ?No: pretendo di copiarmelo gratis, se esiste.


            sai perche' nessuno usa piu' HPUX, AIX, True64,
            SCO, Xenix, e molti altri unix no ? non certo
            perche' facessero schifo anzi erano 100 volte
            meglio di linux per varie cose, ma come possono
            competere con un prodotto gratuito e in piu'
            spinto da IBM e altri
            ?Non possono, perchè richiedono di re-inventare ogni volta la ruota (non potendo copiare il codice già fatto), con uno spreco di tempo e soldi incredibile. E quindi, sono del tutto inutili, ed è un bene che siano state abbandonate. E soprattutto, è un bene che chi lavorava in modo così inefficiente abbia perso il lavoro.

            ho colleghi che secoli fa hanno speso un sacco di
            tempo su HPUX per un XXXXX perche' ora e' tutto
            buttato alle ortiche in favore di sto maledetto
            linux.Se lo sono meritato. Vedi sopra.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            sbagli di grosso perche' la frammentazione attuale delle distro linux e' 100 volte peggio che avere 5-6 aziende che vendono il loro UNIX proprietario.tu hai scritto librerie, io ho scritto un framework.ora mi sono rotto il XXXXX da anni e faccio il fotografo, vedi tu come siamo messi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            sbagli di grosso perche' la frammentazione
            attuale delle distro linux e' 100 volte peggio
            che avere 5-6 aziende che vendono il loro UNIX
            proprietario.
            Niente affatto: tanto, di distro ne scegli poi solo una.
            tu hai scritto librerie, io ho scritto un
            framework.Ok, e allora?A cosa serviva questo framework? Era open? Esiste ancora?
            ora mi sono rotto il XXXXX da anni e faccio il
            fotografo, vedi tu come siamo
            messi.E come fotografo te la cavi meglio?Ci sono anche le foto gratuite, non solo il software.
    • eaman scrive:
      Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
      - Scritto da: Pepito il breve
      mi viene da ridere ! ipotizziamo vendano milioni
      di questi ciofeche di netbooks low-cost che
      girano su kernel linux, google ci guadagna
      milioni mentre i freetards che hanno speso anni
      per sviluppare il kernel linux e il browser di
      cui Chrome e' un misero fork distribuendolo
      gratis a tutti ci guadagnano quanto ? ZERO !- riconoscimento e pubblicita'- testing e sviluppo dei driver- penetrazione nelle aziendeLa parte del codice libero che useranno sara' riutilizzabile,quindi ci potra essere domani un fork sullo stesso codice,o un progetto analogo che si basa ad es. sul kernelottimizzato per le necessita' aziendali o sulle esigenze degli utenti.Tutta roba che potra' essere fatta da qualcun altro,sfruttando il kernel e il lavoro di google.
      • Pepito il breve scrive:
        Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
        benissimo ma chi ha scritto il codice originale che straXXXXX ci ha guadagnato in $$ ?non dico neanche i lead coders, penso perfino a chi ha speso ore per fare il debugging o la traduzione multilingua o la documentazione, tutto sto "lavoro sXXXXX" per poi vedere multinazionali come google e domani chissa' chi altro che senza manco dire grazie fottono il codice, lo customizzano un po' e ne vendono un loro prodotto senza dare NULLA neppure 1$ in cambio.
        • krane scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          - Scritto da: Pepito il breve
          benissimo ma chi ha scritto il codice originale
          che straXXXXX ci ha guadagnato in $$ ?Dipende... I programmatori pagati dalle societa' come google per lavorare su linux hanno guadagnato il loro stipendio, i volontari ovviamente non cercavano un guadagno economico ma avevano bisogno delle modifiche che hanno portato.
          non dico neanche i lead coders, penso perfino a
          chi ha speso ore per fare il debugging o la
          traduzione multilingua o la documentazione, tutto
          sto "lavoro sXXXXX" per poi vedere multinazionali
          come google e domani chissa' chi altro che senza
          manco dire grazie fottono il codice, lo
          customizzano un po' e ne vendono un loro prodotto
          senza dare NULLA neppure 1$ in cambio.L'open non guadagna in soldi ma in codice, e' a questo che serve la GPL, google contribuisce in codice.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ma chi sarebbe l'Open ? a me risulta che il piu; morto di fame delle aziende open serie sia quotato in borsa e faccia i milioni.ma i coders che hanno scritto GRATIS tutto sto codice quanti $ vedono di tutti sti milioni ? ZERO.la mozilla foundation prende piu' di 50 milioni l'anno da google, altro che no-profit e volontariato, ma dei milioni di addons che mettono online nessuno ci ha mai fatto una piotta perche' lor signori vietano versioni commerciali all'interno del loro sito .. la faccia come il XXXX eh ... solo mozilla puo' far soldi, e chi sviluppa addons deve morire di fame o arrotondare con qualche advertising nei loro sitarelli esterni su cui non clicka nessuno.ma vi rendete conto di che bestialita' state difendendo ?
          • krane scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ma chi sarebbe l'Open ? a me risulta che il piu;
            morto di fame delle aziende open serie sia
            quotato in borsa e faccia i milioni.Se imparassi a quotare forse non ti perderesti i pezzi.
            ma i coders che hanno scritto GRATIS tutto sto
            codice quanti $ vedono di tutti sti milioni ?
            ZERO.E allora ? Il loro obiettivo era risolvere i loro problemi, non farsi dei soldi.
            la mozilla foundation prende piu' di 50 milioni
            l'anno da google, altro che no-profit e
            volontariato, ma dei milioni di addons che
            mettono online nessuno ci ha mai fatto una piotta
            perche' lor signori vietano versioni commerciali
            all'interno del loro sito .. la faccia come il
            XXXX eh ... solo mozilla puo' far soldi, e chi
            sviluppa addons deve morire di fame o arrotondare
            con qualche advertising nei loro sitarelli
            esterni su cui non clicka nessuno.Qualcuno li obbliga ? Chiediti perche' lo fanno anche se nessuno li obbliga.
            ma vi rendete conto di che bestialita' state
            difendendo ?Sei tu che non ti rendi conto che esistono anche le esigenze oltre al denaro (che non risolve le esigenze di per se).
          • eaman2 scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve[cut]
            la mozilla foundation prende piu' di 50 milioni
            l'anno da google, Puoi farlo anche tu: fatti la tua versione del browsercon pagina iniziale e search che puntano sul TUO google custom serch.Poi trova il modo di installarne qualche centinaio di migliaia:(magari finisce che ti tocca scrivere un po' di codice...)
            altro che no-profit Guarda che lavorare con la gpl non richiede il no profit.Io il codice che scrivo sotto gpl me lo faccio pagare eccome!
            volontariato, ma dei milioni di addons che
            mettono online nessuno ci ha mai fatto una piotta
            perche' lor signori vietano versioni commerciali
            all'interno del loro sito .. Fai un fork allora. O mettici dentro dell'advertising.
            la faccia come il
            XXXX eh ... solo mozilla puo' far soldi, e chi
            sviluppa addons deve morire di fame o arrotondare
            con qualche advertising nei loro sitarelli
            esterni su cui non clicka
            nessuno.Mozilla sul suo 'market' fara' quello che gli pare:crea un tuo market che tenga app commercialiprigliati una commissioneprofit!

            ma vi rendete conto di che bestialita' state
            difendendo
            ?Secondo te perche' stiamo qua a cercare di spiegarti?
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ma io mi chiedo come XXXXX ragionate, difendete perfino i puzzoni di mozilla e google che fanno i milioni sulle spalle del lavoro altrui...queste merde forse non lo comprendete ancora ma sono perfino peggio dei discografici che voi tanto criticate, anche loro sfruttano la gente senza dare nulla in cambio, i cantanti almeno pero' qualche piotta gli entra ancora in tasca bonta' loro.
          • krane scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ma io mi chiedo come XXXXX ragionate, difendete
            perfino i puzzoni di mozilla e google che fanno i
            milioni sulle spalle del lavoro altrui...Invidia eh ?
            queste merde forse non lo comprendete ancora ma
            sono perfino peggio dei discografici che voi
            tanto criticate, anche loro sfruttano la gente
            senza dare nulla in cambio, i cantanti almeno
            pero' qualche piotta gli entra ancora in tasca
            bonta' loro.Rispettano le condizioni di chi ha messo i sorgenti sotto GPL, se non vuoi che qualcuno guadagni con il tuo lavoro non lo metti sotto a quella licenza. Chi lo fa evidentemente non gli frega che qualcuno ci guadagni.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2011 16.07-----------------------------------------------------------
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ovvio ! perche' sono rinXXXXXXXXti dalla sedicente "community" e perche' per VANITA' sperano che il loro script lo usi piu' gente possibile, non hanno la minima idea che magari invece un domani una corporation possa fotterlo, customizzarlo un po' e rivenderlo e allora a quel punto si rendono conto di quanto sono stati koglioni ma e' troppo tardi.potrei citare casi similari nella fotografia e nella musica se e' per questo.
          • eaman2 scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            Tu ti rifiuti di capire che lo scopo di queste licenze e' proprio far riutilizzare e girare il codice.Se NON vuoi usare il codice scritto da altri,se NON vuoi che nessuno possa modificare e redistribuire il codice scritto date,allora usi una delle tante licenze propietarie disponibili,gentilmente senza insultare quelli che hanno necessita' diverse.E se ci riesci, senza insultare quelli che cercano di confrontarsi con te.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            tu non vuoi capire che questo va SOLO a favore delle multinazionali.chi scrive software OSS e' solo un poveraccio e un illuso ed e' ora che gli si aprano gli occhi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            tu non vuoi capire che questo va SOLO a favore
            delle
            multinazionali.Va a favore anche degli utenti che si prendono il programma gratis. Ed è questo che ci interessa. Se le multinazionali ci guadagnano nel mezzo, buon per loro; basta che non lo facciano a nostre spese.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            gli utenti son XXXXX loro, nel momento che uno non paga NON e' un utente ma solo uno scroccone e non e' quindi un fattore che vada neppure considerato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            gli utenti son XXXXX loro, nel momento che uno
            non paga NON e' un utente ma solo uno scroccone e
            non e' quindi un fattore che vada neppure
            considerato.Gli utenti paganti sono i più stupidi, quelli che piuttosto che accendere il cervello preferiscono comprare la pappa pronta. Scrivere un programma per loro è come regalare le perle ai porci. Infatti, quali sono i programmi scritti per loro? iFart, e simili, perchè è il massimo che tali utenti possono apprezzare.Gli utenti intelligenti sanno che non ha senso pagare per delle copie. Ed è per tali utenti che si scrive il software libero; loro possono aiutarti a migliorarlo.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            hahaha certo ... chissa' come mai nessun open-sorcio pero' si sbatte a scrivere software gratis per oracle o as/400 eh ?o lavorare su soluzioni custom per un cliente che cerca "volonterosi volontari" ... tutti bravi a fare gli open sorci poi quando si tratta di scrivere i device drivers scappano tutti a gambe levate perche' appunto e' un lavoro duro e se nessuno paga nessuno e' cosi' pazzo di farlo gratis.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            hahaha certo ... chissa' come mai nessun
            open-sorcio pero' si sbatte a scrivere software
            gratis per oracle o as/400 eh
            ?Io scrivo sowftare open per me. E lo scrivo per chi può aiutarmi. Non per oracle. Comunque, se oracle lo vuole, è libero di prenderlo... che motivo avrei di impedirglielo? A me non costa nulla. Tanto, l'avrei scritto comunque.

            o lavorare su soluzioni custom per un cliente che
            cerca "volonterosi volontari" ...A me non interessa realizzare una soluzione custom che serve solo a te. Magari, se mi dai dei soldi, mi interesserà. Altrimenti, usa pure il mio codice... ma io scrivo quello che voglio io.


            tutti bravi a fare gli open sorci poi quando si
            tratta di scrivere i device drivers scappano
            tutti a gambe levate perche' appunto e' un lavoro
            duro e se nessuno paga nessuno e' cosi' pazzo di
            farlo
            gratis.Non si chiamano device driver, si chiamano moduli. E sì, sono open (quasi tutti, almeno)
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            beh visto che non hai un XXXXX da fare e tanto ti costa nulla viene a lavare anche il mio XXXXX e le scale.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            Io lavo le mie scale. Ma ti autorizzo a duplicare il mio lavoro gratis, usando il tuo hardware (vale a dire, puoi usare le tue braccia, e la tua scopa, per fare una copia del mio lavoro sulle tue scale).Gratis.
          • Passante scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            hahaha certo ... chissa' come mai nessun
            open-sorcio pero' si sbatte a scrivere software
            gratis per oracle o as/400 eh ?http://www.dbg400.net/foswiki/bin/view/DBG400/IndexPage
          • krane scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ovvio ! perche' sono rinXXXXXXXXti dalla
            sedicente "community" e perche' per VANITA'
            sperano che il loro script lo usi piu' gente
            possibile, non hanno la minima idea che magari
            invece un domani una corporation possa fotterlo,
            customizzarlo un po' e rivenderlo e allora a quel
            punto si rendono conto di quanto sono stati
            koglioni ma e' troppo tardi.Ti faccio un esempio che non capirai: io grazie a soggetti come mozilla, google, ubuntu, posso utilizzare un sistema operativo gratuito, completo ed avanzato in modo decisamente piu' semplice di quanto potessi fare quando questi soggetti non erano in gioco. Quindi sono io a pensare che lavorano gratis per me, visto che ho avuto notevoli vantaggi senza spendere una lira.
            potrei citare casi similari nella fotografia e
            nella musica se e' per questo.Tipo jamendo con la musica CC ad esempio infatti.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            macche' vantaggi ... faresti la stessa identica con prodotti microsoft o apple o altro e ti faresti pagare bene come tutti, non vedo proprio dove stia il problema, anni fa ste cose erano talmente ovvie che manco c'era da discuterne.tu citi Jamendo, io ti cito Spotify allora, che fa MILIONI con musica commerciale e proprietaria.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            macche' vantaggi ... faresti la stessa identica
            con prodotti microsoft o apple o altro e ti
            faresti pagare beneCerto, se ti vuoi mettere a imbrogliare, guadagni di più.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            macche' imbroglio, se il cliente paga e' perche' reputa che la cifra da pagare sia un buon INVESTIMENTO e gli risolva problemi che costano SOLDI alla sua azienda !e' lo stesso motivo per cui la gente passa a pc piu' veloci anziche' usare i 386 con DOS6.2 ma e' ovvio che sei un disoccupato anche tu o uno studente sinistroide.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            macche' imbroglio, se il cliente paga e' perche'
            reputa che la cifra da pagare sia un buon
            INVESTIMENTO e gli risolva problemi che costano
            SOLDI alla sua azienda
            !Un brano di musica di Spotify? In che modo risolve i problemi?

            e' lo stesso motivo per cui la gente passa a pc
            piu' veloci anziche' usare i 386 con DOS6.2 ma e'
            ovvio che sei un disoccupato anche tu o uno
            studente
            sinistroide.Lavoro, e voto destra. Non ne hai azzeccata una.
          • eaman2 scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ma io mi chiedo come XXXXX ragionate, difendete
            perfino i puzzoni di mozilla e google che fanno i
            milioni sulle spalle del lavoro
            altrui...Guarda che anche io faccio soldi basandomi sul lavoro altrui,e altri spero ne facciano sul lavoro mio...

            queste merde forse non lo comprendete ancora ma
            sono perfino peggio dei discografici [cut]si vabbe' ciao eh...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          - Scritto da: Pepito il breve
          benissimo ma chi ha scritto il codice originale
          che straXXXXX ci ha guadagnato in $$
          ?Se a lui non interessava, a te cosa può XXXXXXX? Anche io ho scritto programmi open; non ci ho guadagnato nulla in soldi, ma non volevo guadagnarci (avrei dovuto pagarci le tasse sopra)
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            e' una questione di principio.la gente va educata e deve sapere che nel momento che distribuisce software GPL un domani altri potrebbero potenzialmente farci sopra i milioni alla faccia loro e manco dire grazie, questo e' il punto.l'industria dell'open source e' paragonabile ormai a quella delle ONG che sfruttano i volontari come manovalanza mentre i dirigenti passano la giornata a contare i soldi dei beoti che fanno loro donazioni ingenti !SVEGLIA !!
          • panda rossa scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            e' una questione di principio.

            la gente va educata e deve sapere che nel momento
            che distribuisce software GPL un domani altri
            potrebbero potenzialmente farci sopra i milioni
            alla faccia loro e manco dire grazie, questo e'
            il punto.Benissimo.Se uno e' capace di far fruttare qualcosa, e' giusto che lo faccia.A differenza dello stato attuale di brevetti e copyright che impediscono a chi ha delle buone idee per far fruttare qualcosa, di farlo.
            l'industria dell'open source e' paragonabile
            ormai a quella delle ONG che sfruttano i
            volontari come manovalanza mentre i dirigenti
            passano la giornata a contare i soldi dei beoti
            che fanno loro donazioni ingenti !Le differenze rispetto alla siae e' che le donazioni alle ong sono su base volontaria, e che i dirigenti siae passano per davvero le giornate a contare i soldi incassati sul nulla.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            meglio pagare la SIAE allora, almeno ti resta in mano un cd o un dvd, con le ONG invece ?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            meglio pagare la SIAE allora, almeno ti resta in
            mano un cd o un dvd, con le ONG invece
            ?La siae ti dà in mano una licenza che vale meno di zero, perchè è costituita solo da oneri (dovresti essere tu a pagare me, per convinvermi ad accettarla).Le ong, se non vuoi pagarle, non ti danno nessun fastidio. La siae sì. Quindi, meglio eliminare la siae piuttosto che le ong.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            e' una questione di principio.Può darsi: ma il principio lo stabilisce chi ha scritto il codice e scelto di usare tale licenza, non tu, che non hai scritto manco una riga.

            la gente va educata e deve sapere che nel momento
            che distribuisce software GPL un domani altri
            potrebbero potenzialmente farci sopra i milioniLo sappiamo benissimo. Ma a differenza di te, non siamo invidiosi di chi riesce a farlo. Se realizza qualcosa di utile, fa tanto bene a guadagnare.
            alla faccia loro e manco dire grazie, questo e'
            il
            punto."Grazie", in realtà, l'hanno detto:http://punto-informatico.it/2776865/PI/News/google-elogia-open.aspx

            l'industria dell'open source e' paragonabile
            ormai a quella delle ONG che sfruttano i
            volontari come manovalanza mentre i dirigenti
            passano la giornata a contare i soldi dei beoti
            che fanno loro donazioni ingenti
            !Qualcuno ti ha forse chiesto di donare?Io ho avuto del software valido, gratis. Se posso ricambiare, lo faccio volentieri.E soprattutto, se rilasciando software gratis, oltre ad arricchire google, mando in bancarotta chi invece fornisce software proprietario, lo faccio ancora più volentieri.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ecco bravo, facciamo la vendetta dei Nerds contro le multinazionali cattive, dimentichi pero' che le stesse multi sono ben felici di mettertelo in c... proprio fottendo software OSS a destra e a manca e rivendendolo ai loro danarosi clienti, clienti che tu programmatore solitario non hai e non avrai mai e per questo reputi il tuo software senza alcun valore e qui sta il problema !
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ecco bravo, facciamo la vendetta dei Nerds contro
            le multinazionali cattive, dimentichi pero' che
            le stesse multi sono ben felici di mettertelo in
            c... proprio fottendo software OSS a destra e a
            manca e rivendendolo ai loro danarosi clienti,E come fanno a vendere ciò che si può trovare gratis?
            clienti che tu programmatore solitario non hai e
            non avrai maiE nemmeno ho chiesto di averli.
            e per questo reputi il tuo software
            senza alcun valore e qui sta il problema
            !Il software ha valore per me (altrimenti non l'avrei scritto). Che mi importa di che valore ha per gli altri? Anche se fosse un problema, sarebbe un problema mio (rinuncio a dei soldi che avrei potuto ottenere). E allora? A te cosa importa?Se io regalo i miei soldi, non sono affari tuoi.Se io rinuncio a soldi che avrei potuto ottenere, non sono comunque affari tuoi.
        • eaman2 scrive:
          Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
          - Scritto da: Pepito il breve
          benissimo ma chi ha scritto il codice originale
          che straXXXXX ci ha guadagnato in $$
          ?La maggior parte degli sviluppatori del kernel di linux sonostipendiati (da varie aziende). Gli altri avranno il loro tornaconto:chi fa assistenza, chi lo usa, prestigio (nel resto del mondo contacosa pubblichi e a quali progetti partecipi e come, invece di chi e'tuo parente e se sei disposto a lavorare come precario a meta' paga e senza privilegi).Se ti riferisci alla piccola parte di sviluppatori che partecipanoper sport: quelli sono ben consapevoli di cosa stanno facendoe se va bene a loro...

          non dico neanche i lead coders, penso perfino a
          chi ha speso ore per fare il debugging o la
          traduzione multilingua o la documentazione, tutto
          sto "lavoro sXXXXX" per poi vedere multinazionali
          come google No guarda, se il codice e' sotto gpl e la documentazione sotto GFDLnessuno se lo puo' XXXXXXX: vedi caso linksys, ecc.
          e domani chissa' chi altro che senza
          manco dire grazie Non sei tenuto a ringraziarmi per usare il codice che ho rilasciato sotto GPL! Se uno sviluppatore si stanca o non e' in grado di continuaresi fa un fork, stop.
          fottono il codice, lo
          customizzano un po' e ne vendono un loro prodotto
          senza dare NULLA neppure 1$ in
          cambio.Non e' richiesto un contributo agli sviluppatore per redistribuire (anche a pagamento) il codice. Ovvio che s' un business del cavolosvegliarsi una mattina e cominciare a vendere software libero scritto da altri senza un sostanziale valore aggiunto.E il valore aggiunto in genere avvantaggia la comunita'.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            ma che valore aggiunto, vuoi che la gente lavori gratis per la gloria eh ? dillo chiaramanete .. come se non bastasse AOL che ora accetta solo bloggers non pagati ma che li ricambia con "visibilita'" ... ecco solito trucco da markettari, non molto diverso nel software OSS dove si blatera di "community" quando nel 99% e' gente che manco si e' mai vista in faccia poi .. potrei anche citarti OpenOffice .. che ha fatto una gran bella fine eh ! e il nuovo LibreOffice dove vuoi che vada ? tutto sto lavoro per cosa, per farsi XXXXXXX da Oracle.che dire del tizio italiota che svilyuppa il plugin ADBLOCK ... non tira su 1 solo euro se non con i banners nel suo sitarello .. tanto che per disperazione aveva fatto una sorta di malware e poi l'hanno sXXXXXXXto.lui non puo' fare un XXXXX ma mozilla fa i milioni, giustissimo no ? ma non vedi come vi inchiappettano ? siete peggio di quelli di Scientology XXXXX.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            ma che valore aggiunto, vuoi che la gente lavori
            gratis per la gloria eh ? dillo chiaramanete ..Non c'è bisogno di dirlo.
            come se non bastasse AOL che ora accetta solo
            bloggers non pagati ma che li ricambia con
            "visibilita'" ... Se a loro va bene, a te che problema crea? Mica ti obbligano a scrivere gratis.Per me, è un vantaggio (leggo gratis)
            ecco solito trucco da
            markettari, non molto diverso nel software OSS
            dove si blatera di "community" quando nel 99% e'
            gente che manco si e' mai vista in faccia poi ..Io non ho mai visto in faccia i programmatori con cui collaboro nelle community... e non mi interessa. A cosa mi servirebbe? Voglio vedere il loro codice, non le loro facce, perchè è per quello che sono andato nella community.


            potrei anche citarti OpenOffice .. che ha fatto
            una gran bella fine eh !Ha semplicemente cambiato nome. E non è la prima volta.

            e il nuovo LibreOffice dove vuoi che vada ? tutto
            sto lavoro per cosa, per farsi XXXXXXX da
            Oracle.Oracle non ha ottenuto altro che un marchio.

            che dire del tizio italiota che svilyuppa il
            plugin ADBLOCK ... non tira su 1 solo euro se non
            con i banners nel suo sitarello .. Ma tu misuri tutto in termini di soldi? Che vita squallida devi avere...
          • Pepito il breve scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            a differenza di te ho affitto e bollette da pagare a fine mese, non ho il paparino che mi mantiene in casa fino a 30 anni inoltrati.forse un giorno ti sveglierai, forse.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            - Scritto da: Pepito il breve
            a differenza di te ho affitto e bollette da
            pagare a fine meseOh povero... vuoi l'elemosina?Non sapevo che tu fossi in tali ristrettezze economiche.Comunque, se sei senza soldi, comincia a spendere di meno.
          • eaman scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            Guarda io piu' che darti il software e la documentazionea gratis e con la possibilita' di studiarli, modificarli e pure rivenderli non so che fare o dire...
          • collione scrive:
            Re: G fa i miliardi alle spalle di linux !
            il suo problema sta nel rifiuto a voler accettare una realtà per lui sconvolgente e cioè che i famosi cantinari in realtà sono ingegneri con tanto di laurea e master che lavorano presso le più grandi aziende del settorenella sua testa bacata linux=cantinari barboni, puzzoni e disoccupatiproprio non c'arriva che l'opensource è sviluppato in massima parte da gente pagata per fare proprio questo
  • biciexec.ci abat scrive:
    499€ per un terminale?
    Del resto se c'è gente che si piglia l'ifonne, dove ogni cosa che usi deve essere approvata preventivamente dal Comitato Centrale Apple...
    • acid junkie s scrive:
      Re: 499€ per un terminale?
      Certo, lo fanno approvare a te adesso ! BEN VENGANO I CONTROLLI
      • Darwin scrive:
        Re: 499€ per un terminale?
        Ottima argomentazione. Si vede che ti hanno punto sul vivo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2011 14.19-----------------------------------------------------------
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: 499€ per un terminale?
      Stiamo tornando indietro agli anni 70... che tristezza, terminale e mainframe... gli hanno solo cambiato nome...
      • collione scrive:
        Re: 499€ per un terminale?
        ma anche no, visto che è capace di eseguire task in localei terminali non erano mica in grado di far girare programmi!!
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: 499€ per un terminale?
          terminale intelligente... se fosse un normale computer sarebbe appunto un normale computer standalone invece non lo è e non lo promuovono come tale, al posto del mainframe ci mettono la nuvoletta... se questo è progresso... 40 anni per tornare al punto di partenza... e sempre più chiusi... il peggio è che quella volta doveva per forza essere così, oggi no
          • collione scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            beh direi che possono funzionare come macchine standalone ( infatti sono in grado di eseguire programmi anche senza rete ), poi non sono dei terminali proprio perchè hanno molte capacità in più e infine non sono chiusi perchè le webapp le può scrivere chiunque e offrire i propri servizi clouddirei che il paragone più calzante è quello dei netpc di sun ma ovviamente all'epoca non c'erano le possibilità tecnologie di oggi
          • mah scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            - Scritto da: collione
            beh direi che possono funzionare come macchine
            standalone ( infatti sono in grado di eseguire
            programmi anche senza rete ), poi non sono dei
            terminali proprio perchè hanno molte capacità in
            più e infine non sono chiusi perchè le webapp le
            può scrivere chiunque e offrire i propri servizi
            cloudChiunque abbia un'infrastruttura adeguata per reggere il traffico... cioè Google e pochissimi altri.Prima uno sviluppatore poteva scrivere il suo programma e metterlo in commercio.Il cliente scaricava il programma e lo usava sul suo computer.Ora ci va il cloud e quello stesso sviluppatore non potrà più fare nulla da solo, gli servirà il cloud di qualcun altro.
          • collione scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            - Scritto da: mah
            Chiunque abbia un'infrastruttura adeguata per
            reggere il traffico... cioè Google e pochissimi
            altri.scusa quale traffico?io sono la Mario Rossi s.r.l., voglio passare al cloud, installo 5-6 server nella mia sede centraleho 40 dipendenti e voglio webapp packaged usabili anche offlinedò i chromebook ai miei 40 dipendenti con le mie webapp installate 40 dipendenti non fanno mica chissà che traffico e i miei 5-6 server sono contenti
            Prima uno sviluppatore poteva scrivere il suo
            programma e metterlo in
            commercio.cosa che può fare anche con le webapp
            Il cliente scaricava il programma e lo usava sul
            suo
            computer.cosa che puoi fare con le webapp che altro non sono che banali applicazioni, solo che invece di scriverle in c le scrivi in javascript
            Ora ci va il cloud e quello stesso sviluppatore
            non potrà più fare nulla da solo, gli servirà il
            cloud di qualcun
            altro.lo sviluppatore sviluppa il programma mica offre l'hosting per i dati e/o l'applicazionelo sviluppatore può benissimo venderti una webapp e dirti: "guarda questa webapp necessita di un'infrastruttura cloud, devi quindi prima mettere su quella, poi configuri l'app ed è fatta"vendere una webapp non implica mica che devo pure darti lo spazio hosting su cui mettere i tuoi dati
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            - Scritto da: collione
            lo sviluppatore può benissimo venderti una webapp
            e dirti: "guarda questa webapp necessita di
            un'infrastruttura cloud, devi quindi prima
            mettere su quella, poi configuri l'app ed è
            fatta"

            vendere una webapp non implica mica che devo pure
            darti lo spazio hosting su cui mettere i tuoi
            datiMa sai che bel vantaggio rispetto a qualsiasi normale programma standalone... facciamo festa dai.. ti vendo l'auto però sai... il motore ce lo metti tu, ti arrangi. Puoi rigirarla come ti pare ma siamo tornati indietro
          • collione scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            ma perchè le applicazioni tradizionali come funzionano?io ti vendo un'applicazione di posta, tu però vuoi un server imap personalizzato usato anche come storage per le emailcome la risolvi? l'applicazione automagicamente apre uno spazio hosting nella quarta dimensione?mi pare che o chi ti vende l'app ti offre pure l'hosting oppure l'hosting ce lo metti tuio veramente non capisco da dove vi escono queste boiate, mi sa che non avete la minima idea di che diavolo è una webapp
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            Ma che discorsi... è ovvio che un client di posta ha bisogno del server, perché ti serve a usufruire di un servizio di rete ma guarda che esistono milioni di applicazioni che della rete non se ne fanno niente eh... secondo te perché si chiama WEBapp e non semplicemente app? Perché mai si sono messi a sviluppare Chromeos e non si sono limitati ad Android? Perché essendo un so basato su browser e cloud ti rifilano meglio i loro servizi in maniera diretta o indiretta, a gratis o a pagamento... monetizzano comunque come fanno da sempre. Credi davvero che Brin e soci abbiano tutto questo interesse a lasciare agli altri l'implementazione del cloud?Voglio un elaboratore di testi? Ne ho a pacconate senza bisogno di collegamenti Internet. Voglio una calcolatrice? Un lettore multimediale? Idem. A che mi serve 'sto coso? Vuoi sviluppare webapp? Bene, fallo già ora per tutti i browser.. che bisogno c'è di chromeos? Prima vogliamo la standardizzazione e la libertà di scegliere o poi ricadiamo nel monomarca?Dove starebbe tutto questo grande vantaggio in questo so e relative applicazioni rispetto a quanto abbiamo ora?
          • collione scrive:
            Re: 499€ per un terminale?
            bene, domande sensateriguardo le webapp sottolineo che non necessitano obbligatoriamente della connessione, spero che almeno su questo siamo d'accordo! html5 è stato sviluppato anche per questo motivodetto ciò da un punto di vista del programmatore non cambia molto, nel senso che così come lavoravi prima lavori adessoprima fornivi app+servizi web? farai lo stesso adessonon fornivi servizi web? puoi farlo anche adessodetto questo l'esistenza delle webapp è ovviamente slegata sia da google che da chromeospuoi fare una webapp su linux per firefox e penso che però dovrebbe essere chiaro il vantaggio, ovvero l'assoluta portabilitàspero che anche su questo saremo d'accordoallora perchè chromeos? se guardi la pagina di presentazione su google ti accorgerai che non è incentrata sulle webapp ma su:- sicurezza- zero manutenzione- ubiquità è secondo te ingiusto disconoscere a chromeos di aver portato a livello di massa il boot verificato? è così osceno un sistema che si accorge di essere stato manomesso e quindi si reinstalla?oppure è assurdo voler mettere le applicazioni in una sandbox?e ancora, è strano voler dare all'utente la possibilità di accedere ai propri dati da qualsiasi dispositivo?non ragionare da smanettone, per un momento mettiti nei panni di quel poveraccio che ha zeus sul suo pc windowspensi davvero che sia una brutta cosa dare a questo poveraccio un'arma in più contro i russi?io non uso chromeos e non lo userò, sono troppo geek per poterlo anche solo prendere in considerazionela cosa che ha attirato la mia attenzione è stato il boot verificato perchè è una novità nell'ambito mainstream ed è interessante come l'hanno implementatoperò a mente fredda mi rendo conto che il vantaggio in termini di sicurezza per l'utente sarà tangibile e ne beneficeremo anche noi altri ( meno bot in giro e ddos più miti )
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: 499€ per un terminale?
          La reincarnazione del network computer di Sun di 15 anni fa... solo con le possibilità di oggi... no grazie
  • Oracle Guru scrive:
    intanto però....
    a furia di guardare le nuvole nessuno di PI s'è accorto che Blogger alias Blogspot è azzoppato da ieri mattina e nessuno, come nel caso di Amazon EC2 di qualche settimana fa, sa dire quale sia la prognosi...
    • collione scrive:
      Re: intanto però....
      boh, blogspot funziona normalmente quindi non credo proprio sia un problema tecnico
      • Oracle Guru scrive:
        Re: intanto però....
        i blog si vedono, ma fino a poco fa nessuno poteva inserire nuovi articoli o commenti...anzi, neppure adesso da quel che vedo, anche se dicono che stanno per sistemare tutto...
  • gerry scrive:
    Always-on: pervasività del cloud
    Si potrebbe fare anche un discorso di cos'è oggi il cloud computing e quanto è già diffuso.Secondo voi cos'è un App in cloud computing? Perché secondo e il concetto è molto più diffuso e vasto delle sole cose tipo GDocs, e molti "siti web" si stanno evolvendo o evolveranno in vere e proprie applicazioni online.Per me un App è tutto quello che ha funzionalità altamente interattive.Facebook e Twitter sono app tanto quanto lo sono MSN o Gtalk.L'home banking è un app tanto quanto lo è Money o Excel.Le webmail sono app come i programmi di posta offline. Già tutte queste app presuppongono l'always-on, e si andrà sempre più in quella direzione.
    • collione scrive:
      Re: Always-on: pervasività del cloud
      - Scritto da: gerry
      Facebook e Twitter sono app tanto quanto lo sono
      MSN o
      Gtalk.
      L'home banking è un app tanto quanto lo è Money o
      Excel.
      Le webmail sono app come i programmi di posta
      offline.

      il problema è proprio questo e cioè che a molti viene l'orticaria se gli chiedi di considerare un servizio web come un'applicazionesoprattutto per gli smanettoni l'applicazione è quell'exe pieno di simboli in codice macchina e bastaper questo motivo molti rigettano a priori l'idea di chromeos
      • 6161 scrive:
        Re: Always-on: pervasività del cloud
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: gerry


        Facebook e Twitter sono app tanto quanto lo sono

        MSN o

        Gtalk.

        L'home banking è un app tanto quanto lo è Money
        o

        Excel.

        Le webmail sono app come i programmi di posta

        offline.





        il problema è proprio questo e cioè che a molti
        viene l'orticaria se gli chiedi di considerare un
        servizio web come
        un'applicazione

        soprattutto per gli smanettoni l'applicazione è
        quell'exe pieno di simboli in codice macchina e
        basta

        per questo motivo molti rigettano a priori l'idea
        di
        chromeosNo il problema è che io non affiderei mai la mia mail aziendale (e neppure quella personale.. ma questa è una scelta individuale) ad un server altrui tantomeno poi a Gmail Che gmail sia una applicazione non lo discute nessuno (tranne gli XXXXXXXXX).
        • collione scrive:
          Re: Always-on: pervasività del cloud
          ecco vorrei partire dal tuo commento per fare un pò di chiarezzacloud e cloud con chromeos non significa usare i servizi di google!!le app di chromeos sono sostanzialmente dei programmi javascript che puoi avere hosted sul tuo sito o packaged sul chromebook dell'utenteil punto è che ognuna di queste applicazioni si appoggia ai server che gli parein tutto questo google c'entra poco e nientechiaramente la webapp gmail sarà sui server di google, perciò non capisco quale sia problema, ovvero usiamo gmail ogni giorno ma ci farebbe schifo usarla tramite chromeos?tu azienda puoi creare ( o far creare ) le tue belle webapp ( o ne prendi alcune open e le personalizzi, fatti tuoi ) che si appoggiano alla tua infrastruttura cloud
          • 6193 scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            - Scritto da: collione
            ecco vorrei partire dal tuo commento per fare un
            pò di
            chiarezza

            cloud e cloud con chromeos non significa usare i
            servizi di
            google!!

            le app di chromeos sono sostanzialmente dei
            programmi javascript che puoi avere hosted sul
            tuo sito o packaged sul chromebook
            dell'utente

            il punto è che ognuna di queste applicazioni si
            appoggia ai server che gli
            pare

            in tutto questo google c'entra poco e niente

            chiaramente la webapp gmail sarà sui server di
            google, perciò non capisco quale sia problema,
            ovvero usiamo gmail ogni giorno ma ci farebbe
            schifo usarla tramite
            chromeos?
            No forse non ti è chiaro io non uso gmail non perchè sta su chromeosMa perchè non ritengo utile usare gmail anzi nel mio caso dannoso! Ma ci arrivi ono?
          • collione scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            e tu ci arrivi a capire che chromeos != servizi google o no!?!ti è chiaro che puoi usare chromeos con una webapp di mailing ad hoc e avere la posta sul tuo server?
          • 271 scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            - Scritto da: collione
            e tu ci arrivi a capire che chromeos != servizi
            google o
            no!?!

            ti è chiaro che puoi usare chromeos con una
            webapp di mailing ad hoc e avere la posta sul tuo
            server?No !Ero ansioso che me lo venissi a raccontare tu! :D
          • collione scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            mancanza di argomenti per rispondere?
          • 6477 scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            - Scritto da: collione
            mancanza di argomenti per rispondere?No semplice rottura di 00Mi sono rotto di risponderti su cose che io non ho mai detto!
          • collione scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            si si vede, certo certo (rotfl)
          • eaman scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            - Goggle e' il principale fornitore di app on-line: gmail, maps, docs. gtalk, youtube...- Google ha preparato un OS (chrome os) + un browser (chrome) alleggeriti e ottimizzati per utilizzare solo applicazioni on line (hint: per usare un cel android devi avere un account su gmail)- Ora G. propone un netbook che nasce con chrome os per essere usato solo con app in cloud, senza storaggio locale.Nessuno si aspetta che le aziende si mettano a fare le loro app in cloud ! Se non sono capaci a gestirle con i soliti paradigmi voglio vederle a ripensarle, riprogettarle per storare i dati su DB no-sql come big table con linguaggi multi thread e replicabili!Tutta 'sta roba nasce perche' le aziende non sono piu' capaci neanche a gestirle le applicazioni in locale, quindi si buttano sul cloud di G.
          • collione scrive:
            Re: Always-on: pervasività del cloud
            si ok ma il punto è che chi vuole può benissimo non usare il cloud di google e riguardo le aziende, mica ogni singola azienda deve progettare le proprie applicazionisi rivolgeranno ad aziende informatiche che fanno quello di mestiere, ci sarà un boom di aziende che producono webapp proprio come 30 anni fa c'è stato il boom delle aziende che scrivevano software per dos/windows/unixoggi questi signori si chiamano adobe, autodesk, accenture, ma 30 anni erano dei microbi
        • MeX scrive:
          Re: Always-on: pervasività del cloud

          Che gmail sia una applicazione non lo discute
          nessuno (tranne gli
          XXXXXXXXX). ;) I see what you did there
    • Jack Rackham scrive:
      Re: Always-on: pervasività del cloud
      Le Web Application esistono da prima che si cominciasse a parlare del cloud-computing.La differenza sostanziale è che con il cloud-computing invece di utilizzare il tuo storage locale per salvare i dati, utilizzi uno storage remoto, in modo da avere applicazione e dati disponibili ovunque e da qualsiasi computer collegato a internet, senza più limiti di sistema operativo, di software che devi reinstallare a seconda del computer su cui stai lavorando, di serial che vanno in conflitto... In pratica non sei più legato al tuo computer ma, potenzialmente, ogni computer diventa il tuo computer! :)L'home banking è una Web Application.Google Docs, Microsoft Office Live e Apple Mobile Me sono Web Application (o meglio suite di web application)in cloud computing.Dropbox e Ubuntu One sono servizi storage in cloud computing.Hotmail è nata come web application in cloud computing, quando ancora non si parlava ne' di web application, ne' di cloud computing (ma così tutte le webmail!)Facebook e Twitter, per me, non si possono considerare web application in senso stretto: secondo questo ragionamento qualsiasi cosa pubblicata sul web sarebbe una web application! Un blog è una web application? No, è un blog! :)I giochi di Facebook (Farmville, Cityville, etc) sono però web application.Occhio a usare il termine "App" che è strettamente legato ai dispositivi Apple (basta cercare "app" su google e vedere il primo risultato che esce fuori!).--JackRackham- Scritto da: gerry
      Si potrebbe fare anche un discorso di cos'è oggi
      il cloud computing e quanto è già
      diffuso.

      Secondo voi cos'è un App in cloud computing?
      Perché secondo e il concetto è molto più diffuso
      e vasto delle sole cose tipo GDocs, e molti "siti
      web" si stanno evolvendo o evolveranno in vere e
      proprie applicazioni
      online.

      Per me un App è tutto quello che ha funzionalità
      altamente
      interattive.
      Facebook e Twitter sono app tanto quanto lo sono
      MSN o
      Gtalk.
      L'home banking è un app tanto quanto lo è Money o
      Excel.
      Le webmail sono app come i programmi di posta
      offline.


      Già tutte queste app presuppongono l'always-on, e
      si andrà sempre più in quella
      direzione.
      • gerry scrive:
        Re: Always-on: pervasività del cloud
        - Scritto da: Jack Rackham
        Facebook e Twitter, per me, non si possono
        considerare web application in senso stretto:
        secondo questo ragionamento qualsiasi cosa
        pubblicata sul web sarebbe una web application!
        Un blog è una web application? No, è un blog!
        :)Non lo so, se non lo sono il confine è sottile. Io lo giudico da quanta interattività c'è nell'oggetto: il tuo blog è molto interattivo per te e molto poco per i tuoi utenti. Facebook è molto interattivo per tutti gli utenti. E un oggetto su cui "fai qualcosa", per cui per me è più vicino a un'applicazione che a un sito.
        Occhio a usare il termine "App" che è
        strettamente legato ai dispositivi Apple (basta
        cercare "app" su google e vedere il primo
        risultato che esce
        fuori!).
        Mi chiedono i diritti? (troll)
        • Jack Rackham scrive:
          Re: Always-on: pervasività del cloud
          - Scritto da: gerry
          Non lo so, se non lo sono il confine è sottile. Il punto è questo, in molti ambiti... L'esempio di Hotmail non era casuale... era Web Application e Cloud Computing prima che fossero inventati i termini... all'inizio era solo una webmail... ti inventi un nome fico e ci costruisci il marketing sopra! ;)

          Occhio a usare il termine "App" che è

          strettamente legato ai dispositivi Apple (basta

          cercare "app" su google e vedere il primo

          risultato che esce

          fuori!).
          Mi chiedono i diritti? (troll)Hahahaha, beh, no, i diritti no... Ma poi arrivano tutti i ruppolini a infestare un thread serio e costruttivo... :)--JackRackham
  • hermanhesse scrive:
    Complimenti ai macachi
    A parte Bertuccia (che a quanto ho capito ha ancora del senno, sarà che è "contaminato" da Linux, almeno da quanto ho capito), i post più inutili, spammatori (perchè di sapm si tratta) sono quelli dei vari fanboy Apple.Tanto per cambiare! Non dei fanboy windows o Linux, no... sempre loro!Il problema è che non è stato capito:1) Come funziona2) A chi è rivolto3) Che non è necessario stare SEMPRE connessi, anche se per lavorare sulla cloud è NECESSARIO essere connessiIn particolare non mi riferisco a Ruppolo (anche se è al secondo posto della classifica, ma almeno qualcosa di sensato l'ha scritto), ma a macboy: mai visto nemmeno qui su PI una pubblicità in stile "get the facts" più spudorata e ignorante di questa!!!A mio parere l'unica cosa che non va è il prezzo: troppo alto per il momento, ma ho letto da qualche parte che questi sono i prezzi "consigliati" e che di norma dovrebbero essere più bassi.Vedremo.
    • Jack Rackham scrive:
      Re: Complimenti ai macachi
      - Scritto da: hermanhesse
      i post più inutili, spammatori (perchè di sapm si tratta)
      sono quelli dei vari fanboy Apple.Ormai sono abituati a premere un pulsante e il dispositivo gli dispensa il biscotto: gli si è impigrito il cervello o si sono dimenticati cos'è l'informatica... Niente di male, non dobbiamo essere tutti informatici per usare un dispositivo, così come non dobbiamo essere tutti meccanici per guidare una macchina... ma forse stanno sbagliando forum...--JackRackham
      • hermanhesse scrive:
        Re: Complimenti ai macachi
        JackRackhamIl problema è che parlano per "sentito dire", sia "pro religione" che "contro religione". Mi chiedo come ogni lista di commenti di PI abbia almeno un "è una cavolata" "non funziona" "non può funzionare"...Incredibile! Qualche anno fa gli Informatici erano entusiasti delle cose, delle novità. Ora no, non sembra più essere così! :(
        • collione scrive:
          Re: Complimenti ai macachi
          da quando gli informatici sono stati sostituiti dai marchettari, l'entusiasmo è morto :Dcomunque sia hai ragione, leggo di molta gente ( ma pure su tomshw, hwupgrade e altri ) che non ha minimamente capito come diavolo funziona questo sistema operativonella loro testa chromeos è una vetrina di siti web, per loro l'app web = sito internet, non hanno compreso che ci sono di mezzo tecnologie che ti permettono di gestire il tutto anche offlineovviamente a loro fa venire l'orticaria pensare che un'applicazione si scrive in javascript
          • hermanhesse scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            Chissà come reagirebbero a solo sapere dell'esistenza di progetti come NODEjs...Tipo:var http = require('http');http.createServer(function (req, res) { res.writeHead(200, {'Content-Type': 'text/plain'}); res.end('Hello Worldn');}).listen(1337, "127.0.0.1");console.log('Server running at http://127.0.0.1:1337/');(esempio tratto dal sito).
          • collione scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            macboy lo bollerebbe come qualcosa di impossibile :D
          • MacBoy scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            - Scritto da: collione
            macboy lo bollerebbe come qualcosa di impossibile
            :DNon vedo cosa vorrebbe dimostrare quella cosa. Puoi fare un webserver in Javascript?O un programma di rendering?Certo che puoi. Ad un linguaggio di programmazione per essere Turing-completo (cioè per poter scrivere QUALSIASI programma) bastano 3 istruzioniQuesto non significa che tutti i linguaggi siano uguali e abbiano la stessa efficacia ed efficienza.I linguaggi di scripting sono ottimi per alcuni compiti, ma sono poco adatti per spremere tutte le risorse dell'hardware. Magari un giorno ci arriveranno. Ma quel giorno certo non è OGGI.
          • strale scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: collione

            macboy lo bollerebbe come qualcosa di
            impossibile

            :D

            Non vedo cosa vorrebbe dimostrare quella cosa.
            Puoi fare un webserver in
            Javascript?
            O un programma di rendering?

            Certo che puoi. Ad un linguaggio di
            programmazione per essere Turing-completo (cioè
            per poter scrivere QUALSIASI programma) bastano 3
            istruzioni

            Questo non significa che tutti i linguaggi siano
            uguali e abbiano la stessa efficacia ed
            efficienza.

            I linguaggi di scripting sono ottimi per alcuni
            compiti, ma sono poco adatti per spremere tutte
            le risorse dell'hardware. Magari un giorno ci
            arriveranno. Ma quel giorno certo non è
            OGGI.Scusa mah, usi OSX e IOS che riescono ad avere bugs incredibili perfino sui pochissimi dispositivi su cui vengono montati e la apple si sa che non è certo maestra del codice ottimizzato, e ti lamenti dei linguaggi di scripting?
          • Darwin scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            - Scritto da: MacBoy
            I linguaggi di scripting sono ottimi per alcuni
            compiti, ma sono poco adatti per spremere tutte
            le risorse dell'hardware. Magari un giorno ci
            arriveranno. Ma quel giorno certo non è
            OGGI.Veramente linguaggi come Perl, Python o Ruby (ma anche i linguaggi shell) oltre ad essere linguaggi di scripting sono ottimi per scrivere software e per essere usati al posto dei linguaggi compilati.L'unica differenza prestazionale tra i linguaggi compilati e quelli interpretati è il fatto che i primi sono più performanti (e si parla di millisecondi, non di minuti) poichè i software risultano essere binari, quindi direttamente leggibili dalla CPU, ma questo è un vantaggio, ormai, pressocchè irrilevante nelle macchine moderne. Anzi, a livello di portabilità i linguaggi interpretati risultano superiori, visto che richiedono molta meno manutenzione in fase di porting (a volte non la richiedono neanche).Anche Microsoft sta pian piano abbandonando i linguaggi che vengono compilati in binario per passare a soluzioni intermedie (CLI) proprio per il fatto che in realtà sono i linguaggi compilati ad essere più limitati in un mondo dove l'interoperabilità sta diventando lo standard e il contenere i costi risulta essere una costante fondamentale per l'IT.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2011 18.13-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            e nemmeno è sempre verohai fatto qualche benchmark di lua? provalo e vedrai che se la gioca alla pari con c++il problema dell'efficienza non è dei linguaggi ma dei compilatori e i moderni compilatori jit fanno miracoliproprio tu che ti chiami macboy dovresti saperlo, visto che apple è lo sponsor di llvm che definire portentoso è riduttivoil punto è piuttosto che il modello di sicurezza imposto da chromeos potrebbe impedirti di fare certe operazioni, falla tappata da google con native clientalla fin fine la stragrande maggioranza dei programmi sono insiemi di blocco e il grosso del programma è la logica di gluing che collega tutti questi blocchi, che spesso sono binariguarda python, è un linguaggio di scripting ma riesce ad essere veloce proprio grazie a questo principio
          • mau scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            - Scritto da: hermanhesse
            Chissà come reagirebbero a solo sapere
            dell'esistenza di progetti come
            NODEjs...

            Tipo:

            var http = require('http');
            http.createServer(function (req, res) {
            res.writeHead(200, {'Content-Type':
            'text/plain'});
            res.end('Hello Worldn');
            }).listen(1337, "127.0.0.1");
            console.log('Server running at
            http://127.0.0.1:1337/');

            (esempio tratto dal sito).o, più semplicemente:python -m SimpleHTTPServer
        • lroby scrive:
          Re: Complimenti ai macachi
          - Scritto da: hermanhesse
          Incredibile! Qualche anno fa gli Informatici
          erano entusiasti delle cose, delle novità. Ora
          no, non sembra più essere così!
          :(Io faccio ancora parte di quella categoria (eccome, potessi mi comprerei anche il Vic Pro della new commodore talmente mi piace quel pc e anche la Asus eee Keyboard, stesso motivo)!!L'unica casa madre di cui non mi interesso per nulla è la mela, che però ha un merito, alle volte inventa una categoria (vedi ipad) di prodotti che prima non c'erano, dando la possibilità agli altri (es. Samsung e Asus) di rivedere, correggere e migliorare il prodotto inventato dalla mela e ti far uscire a loro volta degli ottimi prodotti che poi comprerei (o compro) volentieri :D
          • hermanhesse scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: hermanhesse

            Incredibile! Qualche anno fa gli Informatici

            erano entusiasti delle cose, delle novità. Ora

            no, non sembra più essere così!

            :(
            Io faccio ancora parte di quella categoria
            (eccome, potessi mi comprerei anche il Vic Pro
            della new commodore talmente mi piace quel pc e
            anche la Asus eee Keyboard, stesso
            motivo)!!Eh eh eh... capisco!
            L'unica casa madre di cui non mi interesso per
            nulla è la mela, che però ha un merito, alle
            volte inventa una categoria (vedi ipad) di
            prodotti che prima non c'erano, dando la
            possibilità agli altri (es. Samsung e Asus) di
            rivedere, correggere e migliorare il prodotto
            inventato dalla mela e ti far uscire a loro volta
            degli ottimi prodotti che poi comprerei (o
            compro) volentieri
            :DIo mi interesso anche della mela, mi interesso di qualunque cosa informatica. Ma quando una cosa non è più informatica ma è marketing, non mi interessa più.
          • lroby scrive:
            Re: Complimenti ai macachi
            - Scritto da: hermanhesse
            Io mi interesso anche della mela, mi interesso di
            qualunque cosa informatica. Ma quando una cosa
            non è più informatica ma è marketing, non mi
            interessa
            più.Ma infatti io credo di essere l'esatto opposto degli utenti apple,mi interessa davvero troppo il lato tecnico delle cose.Una volta sono andato a vedere in un concessionario una Mazda2 perchè avevo visto su internet che la offrivano con il Galaxy Tab e volevo vedere se era vero e come l'avrebbero montato.Non immagini la mia delusione quando ho scoperto che invece di integrarlo nella plancia (come le auto costose hanno parlando ad es. di navigatori) ti montano un supporto di plastica dove devi inserire e rimuovere il tablet stesso.
    • crepanano scrive:
      Re: Complimenti ai macachi
      ipad ordinato l ' 11 maggioDisponibilità: 27 Mag, 2011.Consegna stimata: 09 Giu, 2011. dio ecc
    • acid junkie s scrive:
      Re: Complimenti ai macachi
      - Scritto da: hermanhesse
      A parte Bertuccia (che a quanto ho capito ha
      ancora del senno, sarà che è "contaminato" da
      Linux, almeno da quanto ho capito), i post più
      inutili, spammatori (perchè di sapm si tratta)
      sono quelli dei vari fanboy
      Apple.hermannhesse 1 : "Questo post è stato diviso in due per far fronte alle ristrette capacità mentali degli iUtonti.Grazie."hermannhesse 2 : "Anche tu, come per Ruppolo, non sei ancora andato al bagno? Vacci! PS: entrambi i primi due punti sono ERRATI. Ma essendo che non sai nè sviluppare nè stare al mondo è normale che tu non lo capisca."hermanngesse 3 : "Ah ah ah ah ah !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Senti, oggi sei peggio del solito lo sai???"Anche tu peró ci metti del tuo ! :D
    • Sergio scrive:
      Re: Complimenti ai macachi
      - Scritto da: hermanhesse
      A parte Bertuccia (che a quanto ho capito ha
      ancora del senno, sarà che è "contaminato" da
      Linux, almeno da quanto ho capito), i post più
      inutili, spammatori (perchè di sapm si tratta)
      sono quelli dei vari fanboy
      Apple.
      Tanto per cambiare! Non dei fanboy windows o
      Linux, no... sempre
      loro!

      Il problema è che non è stato capito:

      1) Come funziona
      2) A chi è rivolto
      3) Che non è necessario stare SEMPRE connessi,
      anche se per lavorare sulla cloud è NECESSARIO
      essere
      connessi

      In particolare non mi riferisco a Ruppolo (anche
      se è al secondo posto della classifica, ma almeno
      qualcosa di sensato l'ha scritto), ma a macboy:
      mai visto nemmeno qui su PI una pubblicità in
      stile "get the facts" più spudorata e ignorante
      di
      questa!!!

      A mio parere l'unica cosa che non va è il prezzo:
      troppo alto per il momento, ma ho letto da
      qualche parte che questi sono i prezzi
      "consigliati" e che di norma dovrebbero essere
      più
      bassi.
      Vedremo.secondo me sei un idi0tasbaglio?
  • az Nock scrive:
    Chrome OS
    Ma se io ho già un netbook, questo ChromeOS lo posso scaricare ed installare su macchine che voglio io?
  • iRoby scrive:
    Thin Client
    Si rispolvera il concetto di thin client.Non è sbagliato, prima le aziende avevano server centrali e terminali seriali poi su rete ethernet.I dati e l'elaborazione erano centralizzati, i terminali stupidi erano indistruttibili e li mettevi dove volevi e quanti ne volevi, limitazioni hardware o software a parte.Con il PC e anche Microsoft diventano macchine indipendenti, a licenza, con software di produttività, ma facili a guastarsi, infettarsi e quindi costose da mantenere a livello amministrativo e gestionale.Se si torna al thin client ora si riuniscono i due mondi e si torna alle origini. Thin client evoluti ma sempre "indistruttibili" ed elaborazione centralizzata ma con applicazioni GUI molto più ricche e reattive dei vari Terminal Server VNC/X/Windows, Forms testuali o Forms Java ecc.Io dico che in azienda può funzionare!La comodità fuori dal contesto aziendale è data dalla connettività e dal tipo di utenza...
    • QuellAltro scrive:
      Re: Thin Client
      Parole sante, hai proprio detto bene. ^__^
    • eaman scrive:
      Re: Thin Client
      Il bello che e' un thin client non con il software aziendale,ma con quello di un'altra azienda: google!E pure i dati stanno sui server di google!Se riescono a venderne di questi affari c'e' da fare i complimential management delle varie aziende che da anni hanno abdicato alla gestionedella loro IT e dei loro dati per abbandonarsi all'outsourcing.
  • Axel scrive:
    progettato da zero ???
    devo essermi perso qualcosa!La notizia recita: "In casa Google sono sicuri che questo primo sistema operativo progettato da zero[...]"...ma ChromeOS non era basato su un kernel Linux??????? :Oo hanno riscritto tutto il kernel o 'qualcuno' si è lasciato un po' troppo trasportare dall'entusiasmo..... ;)
    • MacBoy scrive:
      Re: progettato da zero ???
      I kernel ormai contano poco. Anzi da molto tempo. C'è poco da inventare a livello di kernel: a parte windows, sono tutti Unix e derivati di Unix ormai (e anche il DOS è nato come un clone di CPM che era un clone povero di Unix).Quello che conta e che caratterizza l'OS sono le API che ci sono sopra.Google, con la tua visione, avrebbe 2 distribuzioni Linux. In realtà ha 2 OS molto differenti.
      • hermanhesse scrive:
        Re: progettato da zero ???
        - Scritto da: MacBoy (e anche il DOS è nato come un clone di CPM
        che era un clone povero di
        Unix).Ah ah ah ah ah (ROTFL) !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Senti, oggi sei peggio del solito lo sai???
        • lroby scrive:
          Re: progettato da zero ???
          - Scritto da: hermanhesse
          - Scritto da: MacBoy
          (e anche il DOS è nato come un clone di CPM

          che era un clone povero di

          Unix).

          Ah ah ah ah ah (ROTFL)
          !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
          Senti, oggi sei peggio del solito lo sai???Sai perchè dice che è un clone povero di Unix? perchè il conto in banca era in rosso e segnava -1.052.234 bytes (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • hermanhesse scrive:
            Re: progettato da zero ???
            :DMa perchè cacchio uno non lascia stare e parla di cose che conosce? Io mi chiedo solo questo... è come se parlassi che ne so! di webos dicendo che è poco più di un browser!Mamma mia, PI, per favore: capisco il punto di vista di non avere moderazione, ma certe cose bisognerebbe filtrarle! Forse è meglio una parolaccia di troppo che cose come queste (o come lo SPAM).
          • lroby scrive:
            Re: progettato da zero ???
            - Scritto da: hermanhesse
            Mamma mia, PI, per favore: capisco il punto di
            vista di non avere moderazione, ma certe cose
            bisognerebbe filtrarle! Forse è meglio una
            parolaccia di troppo che cose come queste (o come
            lo
            SPAM).Vuoi dirmi davvero che non conosci l'ironia??!?!Oh, santa polenta!!!
          • hermanhesse scrive:
            Re: progettato da zero ???
            No,aspetta, non parlavo di te!Scusa mi sono espresso male! :DL'ironia la capisco... purtroppo capisco anche la pubblicità occulta che qualcuno propina...
          • lroby scrive:
            Re: progettato da zero ???
            - Scritto da: hermanhesse
            No,aspetta, non parlavo di te!
            Scusa mi sono espresso male! :Dok perdonato :D
          • Darwin scrive:
            Re: progettato da zero ???
            - Scritto da: hermanhesse
            :D

            Ma perchè cacchio uno non lascia stare e parla di
            cose che conosce? Io mi chiedo solo questo... è
            come se parlassi che ne so! di webos dicendo che
            è poco più di un
            browser!È da mesi che glielo dico.Lui però pensa di sapere e poi dice XXXXXXXte.Ma io dico, almeno che si documenti prima di scrivere!
            Mamma mia, PI, per favore: capisco il punto di
            vista di non avere moderazione, ma certe cose
            bisognerebbe filtrarle! Forse è meglio una
            parolaccia di troppo che cose come queste (o come
            lo
            SPAM).Tempo sprecato. La redazione è il primo troll di questo sito.Ormai cancellano su richiesta. Lo hanno persino ammesso.Loro non fanno controlli sui post. Loro cancellano se gli arriva una mail di qualche utente (come lamentino fiber) che, quando viene sXXXXXto, li contatta per far sparire i post degli altri, in modo da nascondere la sua figuracce e il suo EPIC FAIL.Ci sono state tantissime lamentele da parte di tantissimi utenti, che, come me, dopo aver scritto post riguardanti argomenti interessanti e ricchi di particolari tecnici che sXXXXX*ano i troll si sono visti cancellati i messaggi perchè quest'ultimi avevano tempestato di mail la redazione.Ormai, non leggo nemmeno i loro articoli. Li leggo su siti più seri e poi leggo questo forum. Non vale nemmeno la pena leggere articoli faziosi, poco inerenti con l'informatica, VOLUTAMENTE incompleti e scritti per scatenare i troll (un esempio lampante è stato l'articolo "Falsa partenza per Linux" con tutte le idiozie che sono state scritte nell'articolo).Ribadisco ancora una volta, le falsità scritte da Maruccia in merito a presunte dichiarazioni di Rubin che, stando a quanto scritto dal nostro giornalettista, avrebbe dichiarato che Mozilla e altre compagnie Open Source del calibro di Apache e Linux non funzionano. Cosa che invece Rubin NON HA MAI DETTO.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2011 11.47-----------------------------------------------------------
      • 6477 scrive:
        Re: progettato da zero ???
        - Scritto da: MacBoy
        I kernel ormai contano poco. Anzi da molto tempo.
        C'è poco da inventare a livello di kernel: a
        parte windows, sono tutti Unix e derivati di Unix
        ormai (e anche il DOS è nato come un clone di CPM
        che era un clone povero di
        Unix).

        Quello che conta e che caratterizza l'OS sono le
        API che ci sono
        sopra.
        Google, con la tua visione, avrebbe 2
        distribuzioni Linux. In realtà ha 2 OS molto
        differenti.Omammamia!Tante razzate tutte assieme fa fatica a scriverle persino ruppolo!
        • Darwin scrive:
          Re: progettato da zero ???
          Questa è tutta l'ignoranza che gli proprina mamma Apple.Ma perchè non si documentano prima di scrivere caz*ate, per poi essere derisi da tutti? :(
      • Darwin scrive:
        Re: progettato da zero ???
        - Scritto da: MacBoy
        I kernel ormai contano poco.Certo certo. Contano così poco che oggi sono L'UNICO mezzo per mettere in comunicazione l'hardware con il software.O tu usi già UnunumiumOS?
        Anzi da molto tempo.
        C'è poco da inventare a livello di kernel:Non è assolutamente vero.Se tu non ti documenti, non significa che non esiste niente.
        a
        parte windows, sono tutti Unix e derivati di Unix
        ormaiCerto. HaikuOS è derivato da Unix, vero?SharpOS è derivato da Unix, vero?ReactOS è derivato da Unix, vero?BlackBerryOS è derivato da Unix, vero?Singularity è derivato da Unix, vero?Tu non sai niente di queste cose, vero?
        (e anche il DOS è nato come un clone di CPM
        che era un clone povero di
        Unix).Ma che ca*zo dici? (rotfl) (rotfl)Ma se sono completamente diversi, a partire dal linguaggio con cui sono stati sviluppati.
        Quello che conta e che caratterizza l'OS sono le
        API che ci sono
        sopra.(rotfl) (rotfl)Tu sei un genio!Praticamente la parte di minore importanza, tu la reputi importante. (rotfl)Queste barzellette te le ha mandate Stivi Giobs? O è tutta farina del tuo sacco?
        Google, con la tua visione, avrebbe 2
        distribuzioni Linux. In realtà ha 2 OS molto
        differenti.Ma va...sei un genio. Pensa che non c'eravamo arrivati.Ai posteri l'ardua sentenza.PS: Ti do un consiglio, cambia nick così la gente per un pò non ti riconoscerà, perchè con questo post hai dimostrato un livello di ignoranza terribile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2011 11.25-----------------------------------------------------------
        • MacBoy scrive:
          Re: progettato da zero ???
          - Scritto da: Darwin
          - Scritto da: MacBoy

          I kernel ormai contano poco.
          Certo certo. Contano così poco che oggi sono
          L'UNICO mezzo per mettere in comunicazione
          l'hardware con il
          software.Sì, e non c'è molto altro da inventare su quelle cose. Mica o detto che non servono. Sono necessari, ma sono ormai COMMODITY. Anche perché tutti, tranne windows, tendono ad essere Posix-compliant per motivi di compatibilità generale (network, filesytems, ecc). Non si può fare niente di troppo diverso ormai. Non funzionerebbe con tutto il mondo che c'è fuori.
          Non è assolutamente vero.
          Se tu non ti documenti, non significa che non
          esiste
          niente.Parla quello che commenta sempre nei thread Apple senza mai aver visto un Mac/iPhone neanche da lontano...
          Certo. HaikuOS è derivato da Unix, vero?
          SharpOS è derivato da Unix, vero?
          ReactOS è derivato da Unix, vero?
          BlackBerryOS è derivato da Unix, vero?
          Singularity è derivato da Unix, vero?Sono OS irrilevanti.L'unico buono è quello che ha comprato di recente BlackBerry, cioè QNX, ma anche lui è Posix-Compliant ed è un microkernel nè più nè meno del Mach (forse riuscito meglio), e sempre roba di 20 o più anni fà.
          Tu non sai niente di queste cose, vero?Ahah. Parla sapientino!
          Ma che ca*zo dici? (rotfl) (rotfl)
          Ma se sono completamente diversi, a partire dal
          linguaggio con cui sono stati
          sviluppati.I concetti e gli approcci erano gli stessi.Quello a rompere gli schemi è stato il Mac.

          Quello che conta e che caratterizza l'OS sono le

          API che ci sono

          sopra.
          (rotfl) (rotfl)
          Tu sei un genio!
          Praticamente la parte di minore importanza, tu la
          reputi importante.Minore importanza?Cos'è Android secondo te?LINUX???AhahaIl kernel è IRRILEVANTE. Android è Dalvik+le sue Api. Linux gli serve solo come backend di basso livello. Ci potrebbe mettere qualsiasi altro OS Posix compliant sotto, come Mach, QNX, BSD, ecc.E questo è stato fatto in passato. NeXT-Step era nato con kernel Mach, ma poi hanno fatto OpenStep che, pur essendo compatibile a livello di API (ai software bastava una ricompilata, o forse neanche quella) girava su kernel Windows NT e Solaris. Cioè, perfino WINDOWS, neanche gli serviva un OS Posix sotto.Parli parli, ma il vero ignorante di OS sei proprio tu.
          PS: Ti do un consiglio, cambia nick così la gente
          per un pò non ti riconoscerà, perchè con questo
          post hai dimostrato un livello di ignoranza
          terribile.Purtroppo per te, invece, tue ca**ate si riconoscerebbero con qualsiasi nick usassi....
          • Darwin scrive:
            Re: progettato da zero ???
            - Scritto da: MacBoy
            Sì, e non c'è molto altro da inventare su quelle
            cose.Conosci il progetto UnunumiumOS? No? Documentati.
            Anche perché
            tutti, tranne windows, tendono ad essere
            Posix-compliant per motivi di compatibilità
            generale (network, filesytems, ecc). Non si può
            fare niente di troppo diverso ormai. Non
            funzionerebbe con tutto il mondo che c'è fuori.Come sopra.Conosci il progetto UnunumiumOS? No? Documentati.
            Parla quello che commenta sempre nei thread Apple
            senza mai aver visto un Mac/iPhone neanche da
            lontano...Nonostante questo, ho ragione. Chissà come mai...
            Sono OS irrilevanti.E questo che razzo c'entra?
            L'unico buono è quello che ha comprato di recente
            BlackBerry, cioè QNX, ma anche lui è
            Posix-Compliant ed è un microkernel nè più nè
            meno del Mach (forse riuscito meglio), e sempre
            roba di 20 o più anni
            fà.Come fai a dire che SOLO QNX è buono?Hai usato HaikuOS? No? E allora che razzo parli a fare?
            Ahah. Parla sapientino!No. Parla uno che a differenza tua parla per conoscenza e non per sentito dire.
            I concetti e gli approcci erano gli stessi.Ma anche no.
            Quello a rompere gli schemi è stato il Mac.Ma stai zitto..l'unico OS che si differenzia dagli altri è HaikuOS.Studia che è meglio.
            Minore importanza?
            Cos'è Android secondo te?
            LINUX???
            AhahaAndroid è un sistema operativo formato dal kernel Linux, uno userland contenente i Framework caratteristici e una VM Java, ovvero Dalvik.Dalvik è liberamente sostituibile con un'altro environment JVM. Linux No.E no, Dalvik non contiene API fondamentali. Dalvik è SOLO una VM Java.[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/a/a5/Diagram_android.png[/img]
            Il kernel è IRRILEVANTE. Android è Dalvik+le sue
            Api. Linux gli serve solo come backend di basso
            livello. Ci potrebbe mettere qualsiasi altro OS
            Posix compliant sotto, come Mach, QNX, BSD,
            ecc.Ma che razzo stai dicendo? Ma possibile che parli senza nemmeno conoscere gli argomenti? Tra l'altro continui a definire Linux un OS, quando Linux NON È un OS.Come razzo fai a eliminare il kernel e a mantenere lo stesso formato binario? Come fai a mantenere la compatibilità con le API di basso livello e con le infrastrutture?Perchè parli senza conoscere minimamente ciò?Se sostituisci il kernel stai praticamente sostituendo la parte numero 1 di un sistema operativo. Ovvero stai cambiando l'OS stesso.
            E questo è stato fatto in passato. NeXT-Step era
            nato con kernel Mach, ma poi hanno fatto OpenStep
            che, pur essendo compatibile a livello di API (ai
            software bastava una ricompilata, o forse neanche
            quella) girava su kernel Windows NT e Solaris.OpenStep sono le specifiche delle API che permettevano di reimplementare le API native di NeXTSTEP permettendo di compilare software nativi di quell'OS. Un esempio è GNUStep.
            Cioè, perfino WINDOWS, neanche gli serviva un OS
            Posix
            sotto.Microsoft in NT ha implementato lo stack per le API POSIX già da secoli (fino a 2000 a livello kernel. Da XP/2003 attraverso un software separatamente implementabile).Sai almeno di cosa parli?
            Parli parli, ma il vero ignorante di OS sei
            proprio tu.Certo. Si vede.
            Purtroppo per te, invece, tue ca**ate si
            riconoscerebbero con qualsiasi nick
            usassi....Le mie caz*ate? Io ho sempre e solo detto verità facilmente verificabili.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2011 17.44-----------------------------------------------------------
          • MacBoy scrive:
            Re: progettato da zero ???
            - Scritto da: Darwin
            Conosci il progetto UnunumiumOS? No? Documentati.Questo mi manca...
            Come fai a dire che SOLO QNX è buono?
            Hai usato HaikuOS? No? E allora che razzo parli a
            fare?Ho provato il BeOS da cui discende. Era ottimo sì. Meglio del MacOS classico... ma meglio di NeXT-Step? No, non lo era neanche allora. Infatti ha fatto una brutta fine (e Apple alla fine si è comprata la NeXT).Non c'è spazio per nuovi OS così-così ormai. Se un OS deve rompere gli schemi (e quindi la compatibilità) deve essere davvero eccezionale. Ma, come detto, c'è poco da inventare in merito quindi è difficile che ciò accada.Per esempio Minix 3 sulla carta è ottimo. Ma abbastanza più buono degli altri OS per avere qualcuno che lo spinge sul serio e ne completa lo sviluppo? Difficile.Ormai un nuovo OS, vista la la complessità, lo possono fare solo una super-mega multinazionali. E queste si contano sulla punta delle dita di una mano. Perfino IBM e Nokia hanno fallito. Figurarsi un progetto con risorse limitate come HaikuOS.Linux è l'eccezione che conferma la regola. Per una serie di ragioni che hanno poco a che fare con la bontà (iniziale) del progetto ha avuto un eccezionale supporto esterno (incluse grandi aziende come IBM, oggi Google, ecc) che l'hanno reso maturo e affidabile. Ma difficile che si potrà ripresentare una situazione simile in futuro.

            Quello a rompere gli schemi è stato il Mac.
            Ma stai zitto..l'unico OS che si differenzia
            dagli altri è
            HaikuOS.Non ha portato niente di nuovo (parlo del BeOS). L'interfaccia era Mac-like. Le API Object-oriented (NeXT l'aveva già fatto). Era molto ottimizzato per il multithreading, quello sì, quando allora non se ne sentiva troppo la necessità (poco hardware multicore) ma oggi lo sono anche tutti gli altri OS. Aveva il filesystem un po' particolare, ma lo sviluppatore di quel filesystem oggi è un dipendente Apple e quello che di buono in più aveva ormai ce l'ha anche Mac OS X.
            Studia che è meglio.Ahah. Parla il sapientino che pontifica per sentito dire...
            Dalvik è liberamente sostituibile con un'altro
            environment JVM. Linux
            No.Questo lo dici tu. Infatti Dalvik e il resto di Android fra un po' lo ritroverai anche su QNX (Blackberry). Ci metteranno anche poco a farlo. Linux è IRRILEVANTE. E' stato scelto solo per comodità. La parte non sostituibile di Android è proprio Dalvik e le API proprietarie di Google.
            Come razzo fai a eliminare il kernel e a
            mantenere lo stesso formato binario? Come fai a
            mantenere la compatibilità con le API di basso
            livello e con le
            infrastrutture?Semplice: metti tutto lo stack oggi sopra l'IRRILEVANTE kernel Linux sopra un altro kernel con caratteristiche simili anche se non identiche (come QNX).Come ha fatto una volta la NeXT. Come sta facendo oggi Blackberry (probabilmente).
            Perchè parli senza conoscere minimamente ciò?Parla il pontificatore che non è mai uscito fuori dal suo orticello...

            Parli parli, ma il vero ignorante di OS sei

            proprio tu.Sei veramente fastidioso.Mi sono rotto di risponderti.Anche perché ogni volta che discuto con te dimostri di non capire NULLA. Non sei mai uscito fuori dal tuo piccolo orticello. Ma ti piace sempre pontificare su tutto.Addio
  • hermanhesse scrive:
    OT: scusate...
    Posto qui (siamo sempre in terra Google anche con l'OT) per chiedere se chi ha Chrome (windows) stamani si è trovato webgl disattivato.Stavo facendo dei test e oggi puff! Anche andando sulle demo di Google di WebGl stesso risultato.A qualcun altro è sucXXXXX???
  • MeX scrive:
    Google è OPEN?
    http://thisismynext.com/2011/05/12/google-android-skyhook-lawsuit-motorola-samsung/[img]http://1876.voxcdn.com/wp-content/uploads/2011/05/2011-05-09shgoogfil-7.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2011 12.09-----------------------------------------------------------
    • collione scrive:
      Re: Google è OPEN?
      che c'entra l'open con le licenze scadute di un loro prodotto closed?noi sappiamo che android e chromeos sono open, che poi google voglia offrire suoi prodotti closed chissenefrega
      • MeX scrive:
        Re: Google è OPEN?
        se l'esperienza Android dipende dalle app closed di Google... direi che mi hai dato la risposta che cercavo
        • 6824 scrive:
          Re: Google è OPEN?
          - Scritto da: MeX
          direi che mi hai dato la risposta
          che
          cercavoDiresti....E dici sempre a sproposito senza mai capire quello che scrivi figuriamoci quello che leggi!
        • collione scrive:
          Re: Google è OPEN?
          non direi, molti terminali android sono senza le applicazioni di google e fanno il loro lavoroonestamente android starebbe meglio senza alcune applicazioni di google
  • bertuccia scrive:
    il bello è che..... :)
    tutti innovanotraaaanneeeee teeeeeeeeeetranne te! tranne te! tranne te!bye bye MS! :D
    • lroby scrive:
      Re: il bello è che..... :)
      - Scritto da: bertuccia
      tutti innovano
      traaaanneeeee teeeeeeeeee

      tranne te! tranne te! tranne te!


      bye bye MS! :DForse non innova è vero, infatti Windows su arm (parlo del prossimo Windows otto) esiste già da 15 anni, vero? :De parlando di quelli che esistono adesso, xp, vista e 7 ci permettono tranquillamente di poter sfruttare i pc di qualunque tipo senza "troppi" problemi per la massa (per me quasi nessuno).Thank you Microsoft :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2011 12.46-----------------------------------------------------------
      • bertuccia scrive:
        Re: il bello è che..... :)
        - Scritto da: lroby

        Forse non innova è vero, infatti Windows su arm
        (parlo del prossimo Windows otto) esiste già da
        15 anni, vero? :Dinfatti sì! winCE non te lo ricordi?il prossimo windows integrerà tutte le migliori tecnologie MS a partire proprio da quello!sssciore e sssciori, vi presento....Windows CEMeNT![img]http://farm4.static.flickr.com/3602/3673026926_b08b1bf1c5.jpg[/img]Pesante come il cemento, per fornire maggiore stabilità! :D
        Thank you Microsoft :Deh lo so che MS te ne ha dato di pane da mangiare ;) ma la pacchia è finita, perchè l'utonto si è stancato di andare dal teNNico per ogni cosa!
        • lroby scrive:
          Re: il bello è che..... :)
          - Scritto da: bertuccia
          Windows CEMeNT!

          [img]http://farm4.static.flickr.com/3602/367302692

          Pesante come il cemento, per fornire maggiore
          stabilità!
          :DLa foto è spassosissima!!!! :D
    • bertuccia scrive:
      Re: il bello è che..... :)
      - Scritto da: bertuccia
      tutti innovano
      traaaanneeeee teeeeeeeeee

      tranne te! tranne te! tranne te!


      bye bye MS! :Dsono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati
      • bertuccia scrive:
        Re: il bello è che..... :)
        - Scritto da: bertuccia

        sono su PI da anni e sta cosa non era MAI
        successa..

        clonare il nick di un altro per sparare
        XXXXXXXte, ma vergognati

        questo non rispetta né la persona, né la
        netiquette.

        e nota che se l'avessi fatto in maniera
        spiritosa, anche una presa per il XXXX
        rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto
        una
        risata

        vergognatihehe nice try mr. rosikone, ma l'originale si riconosce al volo.. tu sei talmente scarso che non hai nemmeno un nick tuo ;)comunque mi fa piacere vedere che gli hater sono arrivati *così* in basso, goditi il tuo travaso di bile :)
  • Enry scrive:
    Interessante MA...
    ho i miei dubbi che funzionerà. Pur riconoscendone il merito di un prodotto decisamente orientato alla mobilità e connessione... non credo che il resto dei pc tradizionali verrà accantonato. La gente ha bisogno di avere "cose sue", programmi e applicazioni che non trova in un "posto", ma ha acquistato e sa che nessuno gliele porterà mai via. Senza contare il fatto che stiamo passando un po' dalla padella nella brace... prima a spendere 800 euro per un programma, ce n'erano 5/6 validi e conosciuti, ora le chiamano applicazioni. Ti fanno il lavaggio del cervello con i telefonini e poi te le piazzano nei computer. Ti dicono "costano solo 1 euro". E intanto tu ne compri a pacchi e in continuazione, come le ricariche telefoniche, manco te ne accorgi, e continui a spendere. Alla fine della fiera ti ritrovi ad usare il sistema di un altro monopolista che oggi attrae per la novità, domani sarà obsoleto. E sarà sempre il consumatore a rimetterci.A parte che sarebbe bastato far uscire un sistema operativo stile distro linux da istallare sul proprio pc (e non quindi comprarne un altro) per fare la stessa cosa senza comprarsi l'ennesimo pc. Che alla fine se pur carino, sa di scatola vuota da riempire. Ed è quel riempire che ci frega...
    • ruppolo scrive:
      Re: Interessante MA...
      Secondo me il tuo pessimismo deriva da ignoranza, senza offesa. Prendere ogni tanto delle app è divertente e costa veramente poco.
      • Enry scrive:
        Re: Interessante MA...
        - Scritto da: ruppolo
        Secondo me il tuo pessimismo deriva da ignoranza,
        senza offesa. Prendere ogni tanto delle app è
        divertente e costa veramente
        poco.si si lo so che costano poco, molte gratis... non sono pessimista... in realtà... diciamo che immagino il seguito... e come tutte le storie, l'inizio deve per forza entusiasmarti altrimenti non proseguiresti, le lamentele arrivano dopo... così come ci sono "applicazioni", come le chiamano ora, che ti dicono cosa fare, dove andare, dove ti trovi, etc... ma sarò anche libero di chiedere un'informazione ad un passante o decidere se l'insegna di un locale mi ispira per strada o devo stare sempre con il telefonino o un altro device in mano? Il discorso che ho fatto diciamo è piu' ad ampio raggio... e in quel caso, c'è poco da stare allegri...
  • DalDueMilaQ uindici scrive:
    Sempre connessi
    A tutti quelli di voi che si meravigliano di essere sempre connessi, sappiate che Google guarda al presente, che in Italia purtroppo è il futuro. Direi un gap di 3-5 anni, che in IT sono secoli. Quindi capisco il vostro sconforto nel trovarvi oggi nel presente un prodotto pensato per il vostro futuro, ma sappiate che nella maggior parte del mondo moderno, quello dei paesi occidentali industrializzati, essere connesso sempre e comunque è già una realtà, e non un limite né un problema. Non avete altra scelta che aspettare, ed anche la vostra mentalità si adeguerà al passo coi tempi, quindi tranquilli, tra 3-5 anni non sarete poi così sorpresi.Se vi interessa, la vostra arretratezza infrastrutturale ma soprattutto culturale deriva dalla solita posizione monopolista (all'Italiana), che non garantisce un libero mercato nemmeno nelle telecomunicazioni. Tutti a farvi la cresta, e voi a pagare e pagarne le conseguenze.
    • sgabe scrive:
      Re: Sempre connessi
      In italia le cose vanno male, ma il mondo è più grande che usa, giappone e nord europa, vi sono paesi dove queste soluzioni sono cacate pazzesche
      • DalDueMilaQ uindici scrive:
        Re: Sempre connessi
        Certo, indubbiamente. Ma Google, come tutte le aziende americane che hanno una forte spinta innovativa tecnologica, guarda avanti, a quelle nazioni, di nicchia se vuoi, che vivono il presente a pieno. Si può condividere o meno, si può pure criticare, ma rimane un dato di fatto.È come una maratona, dove una persona inizia a correre fortissimo, più forte del gruppo. A quel punto hai solo due scelte: o inizi a correre anche tu, oppure rimani nel gruppo e lo guardi da lontano, fin tanto che non ti sparisce dietro una curva.
        • sgabe scrive:
          Re: Sempre connessi
          Il mercato non è una maratona, la mercedes fa ottime macchine, ma sicuramente vw è un marchi più forte, perchè vende macchine per un pò tutti, alla fine è quello che sucXXXXX con apple in 30 anni, ottimi prodotti, ma troppo costosi e quindi il mercato si è adatto ad assemblati... Quello che può fare google, l'unico senso che trovo è, investire su un mercato quello del cloud con molto anticipo, pensando di poter guadagnarci sul lungo periodo, 10 o 20 anni...
    • iPuddu scrive:
      Re: Sempre connessi
      Anche se ne parli male devi aver amato il nostro paese per aver imparato la lingua cosi' bene, quindi ti rispetto.
      • DalDueMilaQ uindici scrive:
        Re: Sempre connessi
        Perché pensi che ne parlo male?Mi sovviene una citazione: "In Italia ogni critica viene presa come un'offesa personale". =)
        • iPuddu scrive:
          Re: Sempre connessi
          - Scritto da: DalDueMilaQ uindici
          Perché pensi che ne parlo male?
          Mi sovviene una citazione: "In Italia ogni
          critica viene presa come un'offesa personale".
          =)Hai detto solo cose vere.E' che sono un italiano che vive all'estero e mi capita di fare critiche al mio paese (anche perche' se me ne sono andato qualche motivo per essere XXXXXXXto ce l'ho) e quando sento uno straniero che dice le stesse cose vorrei prenderlo a calci nel XXXX!Cmq hai ragione.
          • DalDueMilaQ uindici scrive:
            Re: Sempre connessi
            Beh, grazie per la ragione. Ma non vedo il motivo per i calci nel XXXX, anche se affettuosi! ^__^Non penso, straniero o meno, ci sia niente di male nel criticare una situazione, soprattutto se la critica è costruttiva. È dalle critiche che si impara, si aggiusta, si cambia, si modifica e si migliora. L'approvazione invece serve solo a mantenere lo status quo attuale.
    • 5901 scrive:
      Re: Sempre connessi
      - Scritto da: DalDueMilaQ uindici
      A tutti quelli di voi che si meravigliano di
      essere sempre connessi, sappiate che Google
      guarda al presente, che in Italia purtroppo è il
      futuro. Direi un gap di 3-5 anni, che in IT sono
      secoli. Quindi capisco il vostro sconforto nel
      trovarvi oggi nel presente un prodotto pensato
      per il vostro futuro, ma sappiate che nella
      maggior parte del mondo moderno, quello dei paesi
      occidentali industrializzati, essere connesso
      sempre e comunque è già una realtà, e non un
      limite né un problema. Non avete altra scelta che
      aspettare, ed anche la vostra mentalità si
      adeguerà al passo coi tempi, quindi tranquilli,
      tra 3-5 anni non sarete poi così
      sorpresi.
      Se vi interessa, la vostra arretratezza
      infrastrutturale ma soprattutto culturale deriva
      dalla solita posizione monopolista
      (all'Italiana), che non garantisce un libero
      mercato nemmeno nelle telecomunicazioni. Tutti a
      farvi la cresta, e voi a pagare e pagarne le
      conseguenze.Posso dire solo che mi piacerebbe che tu avessi torto...Ma non riesco proprio a darti torto!
    • Michele Anderi scrive:
      Re: Sempre connessi
      Hai proprio azzeccato, peccato per gli italiani a cui viene fatto credere che la larga banda sia il digitale terrestre (indovinate da chi?). E tutto questo per mantenerli in riga, affamarli e ad ogni tornata elettorale avere il ritorno... come il pane offerto a Napoli in cambio del voto. Il problema è tutto li'. Gli italiani nelle tecnologie informatiche e di telecomunicazione sono e saranno sempre e solo dei consumatori.... Ciao dall'estero ovviamente.
      • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
        Re: Sempre connessi
        - Scritto da: Michele Anderi
        Hai proprio azzeccato, peccato per gli italiani a
        cui viene fatto credere che la larga banda sia il
        digitale terrestre (indovinate da chi?). E tutto
        questo per mantenerli in riga, affamarli e ad
        ogni tornata elettorale avere il ritorno... come
        il pane offerto a Napoli in cambio del voto. Il
        problema è tutto li'. Gli italiani nelle
        tecnologie informatiche e di telecomunicazione
        sono e saranno sempre e solo dei consumatori....
        Ciao dall'estero
        ovviamente.Definisci "estero"PErchè tolti USA, Canada Scandinavia, mi sa che non è così.
    • Creative Common scrive:
      Re: Sempre connessi
      - Scritto da: DalDueMilaQ uindici
      A tutti quelli di voi che si meravigliano di
      essere sempre connessi, sappiate che Google
      guarda al presente, che in Italia purtroppo è il
      futuro. Direi un gap di 3-5 anni, che in IT sono
      secoli. Quindi capisco il vostro sconforto nel
      trovarvi oggi nel presente un prodotto pensato
      per il vostro futuro, ma sappiate che nella
      maggior parte del mondo moderno, quello dei paesi
      occidentali industrializzati, essere connesso
      sempre e comunque è già una realtà, e non un
      limite né un problema. Non avete altra scelta che
      aspettare, ed anche la vostra mentalità si
      adeguerà al passo coi tempi, quindi tranquilli,
      tra 3-5 anni non sarete poi così
      sorpresi.
      Se vi interessa, la vostra arretratezza
      infrastrutturale ma soprattutto culturale deriva
      dalla solita posizione monopolista
      (all'Italiana), che non garantisce un libero
      mercato nemmeno nelle telecomunicazioni. Tutti a
      farvi la cresta, e voi a pagare e pagarne le
      conseguenze.Straquoto! L'unico commento sensato. E mi sembrava che non ero l'unico sempre connesso per lavorare. Senza internet? Impossibile, qui dove sono semplicemente mi connetto ad un altro fornitore! Aspettavamo soluzioni così già dal 1995 quando fummo i primi provider nella nostra città. Ora da italiano l'estero navigo a 10Mb mentre alcuni miei amici navigano ancora con il modem a 56K in "iTaglia", (che tristezza)!
  • ruppolo scrive:
    Il primo QUASI vero netbook
    Per essere il vero netbook la connettività 3G dovrebbe essere standard, non opzionale. Ovviamente gli attuali netbook non sono minimamente netbook, sono solo dei portatili con risorse insufficienti spacciati per notebook, ovvero una presa per il XXXX. Avranno sucXXXXX? Si, se costeranno non più di 150 dollari/euro. Altrimenti la gente si orienterà su iPad, tutt'altra esperienza (e non ho scritto "tablet).
    • lellykelly scrive:
      Re: Il primo QUASI vero netbook
      al dilà del prezzo, è molto meglio un macbookair
      • erik ilrosso scrive:
        Re: Il primo QUASI vero netbook
        Scusa e per quale motivo? il macbook air è un computer vero con proXXXXXre decente e hard disk mediamente capiente, e la possibilità di installare le applicazioni che preferisci questi giocattoli di google hanno un harddisk ridicolo (16gb) un proXXXXXre che è indecente e non hai la possibilità di installare applicazioni native nemmeno quelle open. Solo webapps voglio vederti scrivere i tuoi documenti con google docs e non la lista della spesa ma documenti veri, con stili, dati esterni, stampa unione etc... con questa cazzatina poi mi fai sapere eh. L'apple è già passata da questa strada con iphone prima solo webapps poi quando si sono accorti che le webapps non sono vere applicazioni hanno pensato bene di introdurre applicazioni native, poi hp stessa cosa con webos prima solo applicazioni scritte in html e javascript poi quando l'utente si è accorto che con un nokia di 4 anni fa (n78) giocava a giochi 3d e usava un office di un certo livello (quickoffice) e sui nuovi palm webos c'erano apps cacate html non li ha minimamente comprati e ora anche su webos c'è lo sviluppo nativo.Google si sta imbarcando ora su una strada già tentata senza sucXXXXX da altri. Gli andrà bene? Ne dubito non ci sono solo utunti scemi che usano facebook e farmville vedrai che prima o poi uno stralcio di office o una qualche apps nativa la vorranno e capiranno quale cacata di prodotto hanno comprato.
        • ruppolo scrive:
          Re: Il primo QUASI vero netbook
          Concordo.
        • gigi scrive:
          Re: Il primo QUASI vero netbook
          - Scritto da: erik ilrosso
          Scusa e per quale motivo? il macbook air è un
          computer vero con proXXXXXre decente e hard disk
          mediamente capiente, e la possibilità di
          installare le applicazioni che preferisci questi
          giocattoli di google hanno un harddisk ridicolo
          (16gb) un proXXXXXre che è indecente e non hai la
          possibilità di installare applicazioni native
          nemmeno quelle open. Solo webapps voglio vederti
          scrivere i tuoi documenti con google docs e non
          la lista della spesa ma documenti veri, con
          stili, dati esterni, stampa unione etc... con
          questa cazzatina poi mi fai sapere eh. L'apple è
          già passata da questa strada con iphone prima
          solo webapps poi quando si sono accorti che le
          webapps non sono vere applicazioni hanno pensato
          bene di introdurre applicazioni native, poi hp
          stessa cosa con webos prima solo applicazioni
          scritte in html e javascript poi quando l'utente
          si è accorto che con un nokia di 4 anni fa (n78)
          giocava a giochi 3d e usava un office di un certo
          livello (quickoffice) e sui nuovi palm webos
          c'erano apps cacate html non li ha minimamente
          comprati e ora anche su webos c'è lo sviluppo
          nativo.
          Google si sta imbarcando ora su una strada già
          tentata senza sucXXXXX da altri. Gli andrà bene?
          Ne dubito non ci sono solo utunti scemi che usano
          facebook e farmville vedrai che prima o poi uno
          stralcio di office o una qualche apps nativa la
          vorranno e capiranno quale cacata di prodotto
          hanno
          comprato.alla apple hanno cambiato idea sulle webapps solamente perchè non potevano controllarne il mercato ecco perchè ha fatto in fretta ad evitarle accuratamente, perchè non gli portavano danaro mica perchè non funzionavano
    • 5916 scrive:
      Re: Il primo QUASI vero netbook
      - Scritto da: ruppolo
      Per essere il vero netbook la connettività 3G
      dovrebbe essere standard, non opzionale.


      Ovviamente gli attuali netbook non sono
      minimamente netbook, sono solo dei portatili con
      risorse insufficienti spacciati per notebook,
      ovvero una presa per il XXXX.


      Avranno sucXXXXX? Si, se costeranno non più di
      150 dollari/euro. Altrimenti la gente si
      orienterà su iPad, tutt'altra esperienza (e non
      ho scritto
      "tablet).ruppoooloooo ...psssttt hey ruppooolooo ...ti voglio fare un favore...Leggi qui...http://www.google.com/chromebook/#business-educationchissà se ce la fai a capire che l'obbiettivo non è il mercato "consumer" e quindi è tutto un altro target rispetto a quello di iPad e dei tablet in genere!In caso contrario vai da Brin e spiegagli che in realtà lui non lo sapeva ma voleva puntare ai tablet e non lo sapeva!(rotfl)(rotfl)Deve essere per quello infatti che chromeos non è Android!A me chromeos pare una ciofeca (per ora) ma almeno ho capito che ha obiettivi differenti tu quanto ci metterai prima di arrivarci?
      • ruppolo scrive:
        Re: Il primo QUASI vero netbook
        I netbook sono rivolti al mercato consumer, ed in particolare alla fascia economica. Sono prodotti mediocri (scadenti sarebbe l'aggettivo giusto) progettati e costruiti per costare il meno possibile. Questi non sono certo i criteri progettuali e costruttivi di un prodotto per uso professionale.
        • lroby scrive:
          Re: Il primo QUASI vero netbook
          - Scritto da: ruppolo
          I netbook sono rivolti al mercato consumer, ed in
          particolare alla fascia economica. Sono prodotti
          mediocri (scadenti sarebbe l'aggettivo giusto)
          progettati e costruiti per costare il meno
          possibile. Questi non sono certo i criteri
          progettuali e costruttivi di un prodotto per uso
          professionale.Ruppolo, te lo dico da "amico", non vedo l'ora che apple "inventi" il netbook con la mela sopra, così magicamente per te almeno un netbook al mondo non sarà un prodotto mediocre o scadente e progettato per costare il meno possibile (anche perchè lo venderebbero almeno a 600 euro ahaha).Io e mia moglia intanto ci godiamo le comodità di un fantastico netbook Asus eeepc che le ho regalato a natale e che è una scheggia (per panda rossa, no non ho installato Ubuntu :D )
          • Fiber scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: ruppolo

            I netbook sono rivolti al mercato consumer, ed
            in

            particolare alla fascia economica. Sono prodotti

            mediocri (scadenti sarebbe l'aggettivo giusto)

            progettati e costruiti per costare il meno

            possibile. Questi non sono certo i criteri

            progettuali e costruttivi di un prodotto per uso

            professionale.
            Ruppolo, te lo dico da "amico", non vedo l'ora
            che apple "inventi" il netbook con la mela sopra,
            così magicamente per te almeno un netbook al
            mondo non sarà un prodotto mediocre o scadente e
            progettato per costare il meno possibile (anche
            perchè lo venderebbero almeno a 600 euro
            ahaha).
            Io e mia moglia intanto ci godiamo le comodità di
            un fantastico netbook Asus eeepc che le ho
            regalato a natale e che è una scheggia (per panda
            rossa, no non ho installato Ubuntu :D
            )qundo un giorno uscira'un Netbook con la mela allora diventera' utilefino ad ora di netbook con la mela non ce ne sono mai stati quindi per i piccoli fan non servono solo per questo
          • lroby scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: Fiber
            qundo un giorno uscira'un Netbook con la mela
            allora diventera'
            utile

            fino ad ora di netbook con la mela non ce ne sono
            mai stati quindi per i piccoli fan non servono
            solo per
            questoMa infatti mi ricorda un pochino la storia della volpe e dell'uva, siccome della apple non esiste quella categoria di prodotto, allora sono flop, fregature e inutili.Adesso che ci penso non esistono veicoli della apple, ne lavatrici e frigoriferi, quindi sono tutte categorie inutili? :D
          • Fiber scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: Fiber

            qundo un giorno uscira'un Netbook con la mela

            allora diventera'

            utile



            fino ad ora di netbook con la mela non ce ne
            sono

            mai stati quindi per i piccoli fan non servono

            solo per

            questo
            Ma infatti mi ricorda un pochino la storia della
            volpe e dell'uva, siccome della apple non esiste
            quella categoria di prodotto, allora sono flop,
            fregature e
            inutili.
            Adesso che ci penso non esistono veicoli della
            apple, ne lavatrici e frigoriferi, quindi sono
            tutte categorie inutili?
            :Dnn ti sei accorto che hai a che fare con l'asilo?fanne ammenda ed hai capito tuttociao
          • bertuccia scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: lroby

            Ruppolo, te lo dico da "amico", non vedo l'ora
            che apple "inventi" il netbook con la mela sopra,ehm.. non vorrei fare il guastafeste.. ma sul mercato esiste un solo netbook degno di tale nome.. e guarda caso c'è una mela sopra... si chiama iPad, è sempre in rete, anche in standby, e ci può rimanere fino a un mese senza alimentazione.gli altri lasciateli chiamare netbook dai markettari, in realtà sapete benissimo che sono dei banali notebook depotenziati in miniatura
          • lroby scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: bertuccia
            ehm.. non vorrei fare il guastafeste.. ma sul
            mercato esiste un solo netbook degno di tale
            nome.. e guarda caso c'è una mela sopra... si
            chiama iPad, è sempre in rete, anche in standby,
            e ci può rimanere fino a un mese senza
            alimentazione.Ehm, non vorrei fare il guastafeste... ma si chiama tablet, non netbook.altrimenti potrebbe anche essere un notebook, un desktop, un barebone e perfino uno specchio!(che per quanto rifletta al sole, quest'ultima potrebbe anche essere davvero :D )
          • hermanhesse scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            Ritiro tutto quello che ho scritto qui sul tuo conto:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3160151&m=3161242#p3161242PS: Che due OO però eh!
          • 6143 scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: hermanhesse
            Ritiro tutto quello che ho scritto qui sul tuo
            conto:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3160151&m=316

            PS: Che due OO però eh!eheheh ben ti stà... ;)In realtà i macachi sono tutti uguali!N.B. non è sufficiente avere o usare un prodotto Apple per essere macachi.C'è un sacco di gente che ha prodotti Apple e non è macaca.Io ad esempio credo che Jobs non sia affatto macaco (lo sono alcuni suoi clienti piuttosto)..Vedi il VERO MACACO non si limita ad avere e usare un prodotto Apple come faremmo normalmente tu o io! Il vero macaco è divorato dalla smania di mostrarlo e adorarlo come status symbol è un oggetto "priapico" (potresti trovare interessanti cose da leggere sulla associazione tra la mela il paradiso e priapo).Purtroppo quelli qui su PI non sono Apple users sono proprio macachi!Ahimè!
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            da "amico", non vedo l'ora
            che apple "inventi" il netbook con la mela sopra,
            così magicamente per te almeno un netbook al
            mondo non sarà un prodotto mediocre o scadente Sono anni che scrivo la stessa cosa ...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: ruppolo

            I netbook sono rivolti al mercato consumer, ed
            in

            particolare alla fascia economica. Sono prodotti

            mediocri (scadenti sarebbe l'aggettivo giusto)

            progettati e costruiti per costare il meno

            possibile. Questi non sono certo i criteri

            progettuali e costruttivi di un prodotto per uso

            professionale.
            Ruppolo, te lo dico da "amico", non vedo l'ora
            che apple "inventi" il netbook con la mela sopra,
            così magicamente per te almeno un netbook al
            mondo non sarà un prodotto mediocre o scadente e
            progettato per costare il meno possibile (anche
            perchè lo venderebbero almeno a 600 euro
            ahaha).
            Io e mia moglia intanto ci godiamo le comodità di
            un fantastico netbook Asus eeepc che le ho
            regalato a natale e che è una scheggia (per panda
            rossa, no non ho installato Ubuntu :D
            )Ho visto allo zoo di bussolengo finalmente dal vivo firefox il panda rosso... meglio le volpi
        • 6350 scrive:
          Re: Il primo QUASI vero netbook
          - Scritto da: ruppolo
          I netbook sono rivolti al mercato consumer, ed in
          particolare alla fascia economica. Sono prodotti
          mediocri (scadenti sarebbe l'aggettivo giusto)
          progettati e costruiti per costare il meno
          possibile. Questi non sono certo i criteri
          progettuali e costruttivi di un prodotto per uso
          professionale.Che non capisci un tubolo lo avevamo già compresolo!Ma continuare con questa immagine da macchietta "ciccio formaggio" non giova granchè ormai tutti ti conoscono e sanno a memoria l'intero campionario delle tue frasi fatte...Fai un poco di innovazione anche tu (non basta cambiare nik) dicci qualcosa di nuovo! ;)Altrimenti non fai più neanche ridere!
    • MacBoy scrive:
      Re: Il primo QUASI vero netbook
      - Scritto da: ruppolo
      Per essere il vero netbook la connettività 3G
      dovrebbe essere standard, non opzionale.In usa la connessione 3G la paghi sempre con abbonamento. E SALATA.Ovviamente ci saranno molti che preferiscono evitare.Da noi è più semplice. Puoi mettere una SIM oppure no. Puoi fare una abbonamento o pagare a consumo o a forfeit mensile. Alla fine TRE con 5/mese ti da 3 GB per un mese. Che non è male. Anche se forse non sarebbe abbastanza per quell'oggetto che deve essere praticamente sempre connesso.
      • ruppolo scrive:
        Re: Il primo QUASI vero netbook
        Quell'oggetto DEVE stare sempre connesso, altrimenti è inservibile.
        • hermanhesse scrive:
          Re: Il primo QUASI vero netbook
          No, ma tu non capendo nulla di HTML5 non puoi capire che molti programmi possono essere usati anche offline.
          • MacBoy scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: hermanhesse
            No, ma tu non capendo nulla di HTML5 non puoi
            capire che molti programmi possono essere usati
            anche offline.Tutti questi programmi usabili offline non si sono visti, ancora.E quando rilanci il browser, comunque, si ricaricano da web.E anche se fosse, con 16GB di spazio locale non potresti mai avere tutta la tua roba online, ma solo quella usata di recente (concetto di CACHE). Poi magari ti serve un file che non usi da un po' e non hai internet e ti attacchi...
          • hermanhesse scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: hermanhesse

            No, ma tu non capendo nulla di HTML5 non puoi

            capire che molti programmi possono essere usati

            anche offline.

            Tutti questi programmi usabili offline non si
            sono visti,
            ancora.Non è assolutamente vero, e se non lo sai informati!Google Gears prima e html5 ora (in parallelo, ma prossimamente gears sparirà dekl tutto) servono a questo!
            E quando rilanci il browser, comunque, si
            ricaricano da
            web.Mai sentito parlare di manifest no vero?Però scrivi! E quante ne scrivi (ROTFL) !

            E anche se fosse, con 16GB di spazio locale non
            potresti mai avere tutta la tua roba online, ma
            solo quella usata di recente (concetto di CACHE).Sai che hanno le USB? Presente, quella cosa che voi dite che è inutile...
            Poi magari ti serve un file che non usi da un po'
            e non hai internet e ti
            attacchi...Ma guarda un po': hai un file su internet ti colleghi e ci lavori!Perchè quando tu hai un file su internet cosa fai? Lo cerchi sul disco?Mapperfavore!
          • 6613 scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: hermanhesse
            Mai sentito parlare di manifest no vero?
            Però scrivi! E quante ne scrivi (ROTFL) !Eddai un poco di pietà!Sei overkilling cosa vuoi che sappia un macaco di "manifest" loro credono che html5 sia una invenzione di jobs per "ammazzare" flash... (rotfl)(rotfl)(rotfl)questa robahttp://www.w3.org/TR/html5/offline.htmlMica sta su www.unamelaalgiorno.com!(rotfl)(rotfl)
          • hermanhesse scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            Credo che l'80% degli spippolatori su PI creda che html5 porti come novità principale il fatto di poter integrare i video su di una pagina html senza add-on...Che dire...
          • hermanhesse scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: MacBoy
            Tutti questi programmi usabili offline non si
            sono visti,
            ancora.Ah, scusa, mi sono scordato:http://www.linuxfeed.org/google/chrome-os-funzionera-offline.htmlIn particolare:http://www.chromeos.eu/2011/05/11/google-docs-calendar-e-gmail-offline/Ora ti faccio una domanda: sai come si sviluppano queste applicazioni e quali tecnologie usano?Altrimenti è inutile parlarne.
          • MacBoy scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            Come la storia..."Questo post è stato diviso in due per far fronte alle ristrette capacità mentali degli iUtonti.Grazie."?(rotfl)
          • hermanhesse scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            :DTouchè!... ma sta di fatto che questo post è stato diviso in due per lo stesso motivo.(ROTFL)
          • ruppolo scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: hermanhesse
            No, ma tu non capendo nulla di HTML5 non puoi
            capire che molti programmi possono essere usati
            anche
            offline.In teoria. In pratica no.
          • babaluba scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: hermanhesse

            No, ma tu non capendo nulla di HTML5 non puoi

            capire che molti programmi possono essere usati

            anche

            offline.

            In teoria. In pratica no.non ne sai nulla sull'argomento vero?
          • Darwin scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: babaluba
            non ne sai nulla sull'argomento vero?Perchè dovrebbe? Lui è da una vita che sostiene l'ignoranza informatica.Difatti lo dimostra in tutte le XXXXXXXte che scrive.
          • 6649 scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: babaluba

            non ne sai nulla sull'argomento vero?
            Perchè dovrebbe? Lui è da una vita che sostiene
            l'ignoranza
            informatica.
            Difatti lo dimostra in tutte le XXXXXXXte che
            scrive.Infatti non "deve" è un uomo sandwich da quando per fare la pubblicità (a Apple nel suo caso) occorre sapere di informatica? ;)
          • strale scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: 6649
            - Scritto da: Darwin

            - Scritto da: babaluba


            non ne sai nulla sull'argomento vero?

            Perchè dovrebbe? Lui è da una vita che sostiene

            l'ignoranza

            informatica.

            Difatti lo dimostra in tutte le XXXXXXXte che

            scrive.
            Infatti non "deve" è un uomo sandwich da quando
            per fare la pubblicità (a Apple nel suo caso)
            occorre sapere di
            informatica?
            ;)E da quando chi usa roba apple capisce qualcosa di informatica? Può dire tutte le caxxate che vuole che tanto nel loro piccolo mondo non verrà mai smentito per via dell'ignoranza che li permea.
        • strale scrive:
          Re: Il primo QUASI vero netbook
          - Scritto da: ruppolo
          Quell'oggetto DEVE stare sempre connesso,
          altrimenti è
          inservibile.Non hai la benchè minima idea di cosa tu stia parlando, le cose inservibili di quel sistema sono quelle che hanno bisogno di internet per funzionare, posso in ogni caso continuare ad elaborare i documenti offline, a guardare i films offline, a modificare immagini offline, creare album di immagini offline e varie altre cose, sei in grado di ribattere a questa mia o dimostrata la tua ignoranza sull'argomento smetti di sparare caxxate?
          • ruppolo scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: strale
            - Scritto da: ruppolo

            Quell'oggetto DEVE stare sempre connesso,

            altrimenti è

            inservibile.

            Non hai la benchè minima idea di cosa tu stia
            parlando, le cose inservibili di quel sistema
            sono quelle che hanno bisogno di internet per
            funzionare, posso in ogni caso continuare ad
            elaborare i documenti offline, a guardare i films
            offline, a modificare immagini offline, creare
            album di immagini offline e varie altre cose, sei
            in grado di ribattere a questa mia o dimostrata
            la tua ignoranza sull'argomento smetti di sparare
            caxxate?Certo che sono in grado di ribattere, su ogni punto:Elaborazione documenti: Devo inserire un elemento da un altro documento... ops! Non posso! Gli altri documenti sono inaccessibili.Guardare film offline: Non ha senso, il film lo guardo in streaming, subito non appena ne ho vogli, quindi quando cade la connessione, PUFF!Modificare immagini offline: OK, questa l'ho sistemata, passiamo alla prossima... ops! Non posso! Le altre immagini sono inaccessibili.Creare album di immagini offline: di quali immagini offline vai cianciando? Quelle poche sulla cache delle ultime viste/editate? E le altre? E l'album dove lo salvo?Varie altre cose: quali varie altre cose?Sei un totale ignorante, questa è la verità.Ti do un indizio: Nel momento in cui hai aperto alcune finestre del tuo browser, stacca la connessione e rifletti su cosa puoi vedere. Ah, prova a premere il pulsante "Back" su qualche pagina, giusto per capire nel mondo reale come vanno le cose.
          • eStremo scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: strale

            - Scritto da: ruppolo


            Quell'oggetto DEVE stare sempre connesso,


            altrimenti è


            inservibile.



            Non hai la benchè minima idea di cosa tu stia

            parlando, le cose inservibili di quel sistema

            sono quelle che hanno bisogno di internet per

            funzionare, posso in ogni caso continuare ad

            elaborare i documenti offline, a guardare i
            films

            offline, a modificare immagini offline, creare

            album di immagini offline e varie altre cose,
            sei

            in grado di ribattere a questa mia o dimostrata

            la tua ignoranza sull'argomento smetti di
            sparare

            caxxate?

            Certo che sono in grado di ribattere, su ogni
            punto:

            Elaborazione documenti: Devo inserire un elemento
            da un altro documento... ops! Non posso! Gli
            altri documenti sono
            inaccessibili.non sei mica intelligente, se sono sul web non sono accessibili ma se li hai in una pennetta lo sono

            Guardare film offline: Non ha senso, il film lo
            guardo in streaming, subito non appena ne ho
            vogli, quindi quando cade la connessione,
            PUFF!questo non dipende dal sistema operativo, o forse che con ios è diverso? ripeto, tutto cio che sta in rete non è accessibile se non sei connesso ed è lo stesso per tutti i sistemi operativi, sei un consulente informatico o cosa?

            Modificare immagini offline: OK, questa l'ho
            sistemata, passiamo alla prossima... ops! Non
            posso! Le altre immagini sono
            inaccessibili.fammi capire, e con gli altri sistemi operativi come succede?

            Creare album di immagini offline: di quali
            immagini offline vai cianciando? Quelle poche
            sulla cache delle ultime viste/editate? E le
            altre? E l'album dove lo
            salvo?in locale

            Varie altre cose: quali varie altre cose?sai usare un computer? non sembra che tu conosca l'argomento


            Sei un totale ignorante, questa è la verità.beh.. proprio tu lo dici? non hai ancora capito che cosa è e come funziona l'os di google e ti spacci per consulente informatico
            Ti do un indizio: Nel momento in cui hai aperto
            alcune finestre del tuo browser, stacca la
            connessione e rifletti su cosa puoi vedere. Ah,
            prova a premere il pulsante "Back" su qualche
            pagina, giusto per capire nel mondo reale come
            vanno le
            cose.fammi capire, se tu in un sistema operativo qualsiasi apri il browser e stacchi la connessione succede qualcosa di diverso? lol e dice a me ignorante
          • ruppolo scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: eStremo
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: strale


            - Scritto da: ruppolo



            Quell'oggetto DEVE stare sempre connesso,



            altrimenti è



            inservibile.





            Non hai la benchè minima idea di cosa tu stia


            parlando, le cose inservibili di quel sistema


            sono quelle che hanno bisogno di internet per


            funzionare, posso in ogni caso continuare ad


            elaborare i documenti offline, a guardare i

            films


            offline, a modificare immagini offline, creare


            album di immagini offline e varie altre cose,

            sei


            in grado di ribattere a questa mia o
            dimostrata


            la tua ignoranza sull'argomento smetti di

            sparare


            caxxate?



            Certo che sono in grado di ribattere, su ogni

            punto:



            Elaborazione documenti: Devo inserire un
            elemento

            da un altro documento... ops! Non posso! Gli

            altri documenti sono

            inaccessibili.

            non sei mica intelligente, se sono sul web non
            sono accessibili ma se li hai in una pennetta lo
            sonoUna pennetta? Fammi capire, prima di uscire con il chromebook devo scaricare dal cloud tutti i documenti e metterli in una pennetta? Wow, che progresso....




            Guardare film offline: Non ha senso, il film lo

            guardo in streaming, subito non appena ne ho

            vogli, quindi quando cade la connessione,

            PUFF!

            questo non dipende dal sistema operativo, o forse
            che con ios è diverso?Certo che è diverso, con iOS il fil sta DENTRO il MIO dispositivo.
            ripeto, tutto cio che sta
            in rete non è accessibile se non sei connesso ed
            è lo stesso per tutti i sistemi operativi, sei un
            consulente informatico o
            cosa?Certo che lo sono, per questo mi pongo il problema che invece i non-informatici non si pongono.

            Modificare immagini offline: OK, questa l'ho

            sistemata, passiamo alla prossima... ops! Non

            posso! Le altre immagini sono

            inaccessibili.

            fammi capire, e con gli altri sistemi operativi
            come
            succede?Succede che le immagini sono DENTRO i rispettivi dispositivi.

            Creare album di immagini offline: di quali

            immagini offline vai cianciando? Quelle poche

            sulla cache delle ultime viste/editate? E le

            altre? E l'album dove lo

            salvo?

            in localeMolto utile...

            Varie altre cose: quali varie altre cose?

            sai usare un computer? non sembra che tu conosca
            l'argomentoNo infatti, io sviluppo solamente, non so usare il "compiuter".

            Sei un totale ignorante, questa è la verità.

            beh.. proprio tu lo dici? non hai ancora capito
            che cosa è e come funziona l'os di google e ti
            spacci per consulente
            informaticoTu invece hai già esperienza di Chromebook, no?

            Ti do un indizio: Nel momento in cui hai aperto

            alcune finestre del tuo browser, stacca la

            connessione e rifletti su cosa puoi vedere. Ah,

            prova a premere il pulsante "Back" su qualche

            pagina, giusto per capire nel mondo reale come

            vanno le

            cose.

            fammi capire, se tu in un sistema operativo
            qualsiasi apri il browser e stacchi la
            connessione succede qualcosa di diverso? lol e
            dice a me
            ignoranteSi, lo dico a te: IGNORANTE.
          • generoso scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: eStremo

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: strale



            - Scritto da: ruppolo




            Quell'oggetto DEVE stare sempre connesso,




            altrimenti è




            inservibile.







            Non hai la benchè minima idea di cosa tu
            stia



            parlando, le cose inservibili di quel
            sistema



            sono quelle che hanno bisogno di internet
            per



            funzionare, posso in ogni caso continuare ad



            elaborare i documenti offline, a guardare i


            films



            offline, a modificare immagini offline,
            creare



            album di immagini offline e varie altre
            cose,


            sei



            in grado di ribattere a questa mia o

            dimostrata



            la tua ignoranza sull'argomento smetti di


            sparare



            caxxate?





            Certo che sono in grado di ribattere, su ogni


            punto:





            Elaborazione documenti: Devo inserire un

            elemento


            da un altro documento... ops! Non posso! Gli


            altri documenti sono


            inaccessibili.



            non sei mica intelligente, se sono sul web non

            sono accessibili ma se li hai in una pennetta lo

            sono

            Una pennetta? Fammi capire, prima di uscire con
            il chromebook devo scaricare dal cloud tutti i
            documenti e metterli in una pennetta? Wow, che
            progresso....non sei cosi intelligente come credi, perchè li devi scaricare dal cloud? non sei abituato a tenere dei files in una pennetta o disco esterno? il progresso è che quando sei connesso ad internet non ti devi preoccupare in quale postazione li hai basta che accedi al tuo account e li hai, che ti credevi di avere capito il cloud tu? non mi fare ridere per favore








            Guardare film offline: Non ha senso, il film
            lo


            guardo in streaming, subito non appena ne ho


            vogli, quindi quando cade la connessione,


            PUFF!



            questo non dipende dal sistema operativo, o
            forse

            che con ios è diverso?

            Certo che è diverso, con iOS il fil sta DENTRO il
            MIO
            dispositivo.esattamente come su linux o windows, decisamente non hai capito nulla del cloud, senza contare che ancora discuti di cloud facendo paragoni assurdi tipo "quando è offline come fai visto che non funziona nulla?" si denota una totale ignoranza sull'argomento, poi lamentati del fatto che tutti ti prendono in giro


            ripeto, tutto cio che sta

            in rete non è accessibile se non sei connesso ed

            è lo stesso per tutti i sistemi operativi, sei
            un

            consulente informatico o

            cosa?

            Certo che lo sono, per questo mi pongo il
            problema che invece i non-informatici non si
            pongono.sei consulente informatico e non sai che il sistema di google funziona anche offline? sei un esempio per la categoria, immagino la tua clientela come sarà contenta, o sono utenti apple ed allora sono scusati



            Modificare immagini offline: OK, questa l'ho


            sistemata, passiamo alla prossima... ops! Non


            posso! Le altre immagini sono


            inaccessibili.



            fammi capire, e con gli altri sistemi operativi

            come

            succede?

            Succede che le immagini sono DENTRO i rispettivi
            dispositivi.e chi mi vieta di tenerle nello stesso dispositivo? ma a questo punto dove sarebbe la comodità?



            Creare album di immagini offline: di quali


            immagini offline vai cianciando? Quelle poche


            sulla cache delle ultime viste/editate? E le


            altre? E l'album dove lo


            salvo?



            in locale

            Molto utile...diventa un pochino intelligente tu, se sei offline dove mai potresti salvare le cose? fatti la domanda e prova a darti una risposta realistica tipo, non sei in grado di capire cosa significa offline



            Varie altre cose: quali varie altre cose?



            sai usare un computer? non sembra che tu conosca

            l'argomento

            No infatti, io sviluppo solamente, non so usare
            il
            "compiuter".sei piccolo allora, ecco il motivo, devi ancora sviluppare.. ti facevo piu grande, tipo 14 anni



            Sei un totale ignorante, questa è la verità.



            beh.. proprio tu lo dici? non hai ancora capito

            che cosa è e come funziona l'os di google e ti

            spacci per consulente

            informatico

            Tu invece hai già esperienza di Chromebook, no?volevi dire del sistema operativo vero? i chromebook sono i dispositivi, comunque si conosco il sistema operativo e l'ho usato e probabilmente comprerò uno di questi nuovi



            Ti do un indizio: Nel momento in cui hai
            aperto


            alcune finestre del tuo browser, stacca la


            connessione e rifletti su cosa puoi vedere.
            Ah,


            prova a premere il pulsante "Back" su qualche


            pagina, giusto per capire nel mondo reale come


            vanno le


            cose.



            fammi capire, se tu in un sistema operativo

            qualsiasi apri il browser e stacchi la

            connessione succede qualcosa di diverso? lol e

            dice a me

            ignorante

            Si, lo dico a te: IGNORANTE.bene, hai dimostrato ancora una volta la tua ignoranza e contento me ne torno a prenderti in giro sugli altri forum, ciao ciao applefan
          • ruppolo scrive:
            Re: Il primo QUASI vero netbook
            - Scritto da: generoso
            non sei cosi intelligente come credi, perchè li
            devi scaricare dal cloud? non sei abituato a
            tenere dei files in una pennetta o disco esterno?Si, io ci sono abituato.
            il progresso è che quando sei connesso ad
            internet non ti devi preoccupare in quale
            postazione li hai basta che accedi al tuo account
            e li hai,Non li ho già nella pennetta / disco esterno?
            che ti credevi di avere capito il cloud
            tu? non mi fare ridere per
            favoreRidi pure, il riso abbonda...
            esattamente come su linux o windows,Ma non come sul Chromebook.
            decisamente
            non hai capito nulla del cloud, senza contare che
            ancora discuti di cloud facendo paragoni assurdi
            tipo "quando è offline come fai visto che non
            funziona nulla?" si denota una totale ignoranza
            sull'argomento, poi lamentati del fatto che tutti
            ti prendono in
            giroPer ora noto che sei tu l'ignorante che crede di sapere.
            sei consulente informatico e non sai che il
            sistema di google funziona anche offline?È proprio perché sono consulente informatico che so che il sistema non funziona offline.Beh, certo, se per "funziona" intendi che si accende e si vede la luce del display, allora si, funziona anche offline.
            sei un
            esempio per la categoria, immagino la tua
            clientela come sarà contenta, o sono utenti apple
            ed allora sono
            scusatiSono clienti miei e non tuoi :p
            e chi mi vieta di tenerle nello stesso
            dispositivo? ma a questo punto dove sarebbe la
            comodità?Appunto, la faccio io a te la domanda.Io lavoro a prescindere da terzi, chi si affida al cloud mette nelle mani del cloud la sua vita professionale, quindi nelle mani del fornitore di cloud e nelle mani di TUTTI i soggetti intermedi che forniscono la connettività tra me e il fornitore di cloud: che idea geniale (idea)
            diventa un pochino intelligente tu, se sei
            offline dove mai potresti salvare le cose?Quali cose, visto che essendo offline non le ho?
            fatti
            la domanda e prova a darti una risposta
            realistica tipo, non sei in grado di capire cosa
            significa
            offlineÈ facile da capire, grazie a Telecom.
            sei piccolo allora, ecco il motivo, devi ancora
            sviluppare.. ti facevo piu grande, tipo 14
            anniEh, magari :D

            Tu invece hai già esperienza di Chromebook, no?

            volevi dire del sistema operativo vero? i
            chromebook sono i dispositivi, comunque si
            conosco il sistema operativo e l'ho usato e
            probabilmente comprerò uno di questi
            nuoviBravo bravo, compra :D
            bene, hai dimostrato ancora una volta la tua
            ignoranza e contento me ne torno a prenderti in
            giro sugli altri forum, ciao ciao
            applefanCiao :D
    • hermanhesse scrive:
      Re: Il primo QUASI vero netbook
      Ruppolo, già andato al bagno oggi?Ecco...
    • poiuy scrive:
      Re: Il primo QUASI vero netbook
      Caxxo Ruppolo. Per la prima volta sono quasi d'accordo con te... sembra che quando non ti frulla per la testa la purea di mela, tu sia in grado di ragionare.Per quanto riguarda "Altrimenti la gente si orienterà su iPad" tralascio. Su questo non capirai mai.P.S. Perché non provi a giocare a http://machinarium.net/demo/ sul tuo tablet? Non puoi? Ah ah ah! Ieri ci ho giochicchiato col cellulare. Un bellissimo gioco... ma non per tutti... serve un po' di intelligenza.
    • gigi scrive:
      Re: Il primo QUASI vero netbook
      - Scritto da: ruppolo
      Per essere il vero netbook la connettività 3G
      dovrebbe essere standard, non opzionale.


      Ovviamente gli attuali netbook non sono
      minimamente netbook, sono solo dei portatili con
      risorse insufficienti spacciati per notebook,
      ovvero una presa per il XXXX.


      Avranno sucXXXXX? Si, se costeranno non più di
      150 dollari/euro. Altrimenti la gente si
      orienterà su iPad, tutt'altra esperienza (e non
      ho scritto
      "tablet).20028 XXXXXXXte, una in piu non la si nota nel mucchio, almeno smetti di umiliarti che stai perfino cominciando a fare pena
  • AMEN scrive:
    E se volessi usare..
    Un altro browser? A me piace FF. Funziona??
    • ruppolo scrive:
      Re: E se volessi usare..
      Aspetti che Mozilla faccia il suo netbook, con il suo servizio cloud. Mettiti comodo.
      • AMEN scrive:
        Re: E se volessi usare..
        - Scritto da: ruppolo
        Aspetti che Mozilla faccia il suo netbook, con il
        suo servizio cloud. Mettiti comodo.Ok, allora io ci voglio IE9 :-P
        • lellykelly scrive:
          Re: E se volessi usare..
          ms ha già fatto i terminali di ie9, sono raggruppati e di vari colori lungo alcune strade, fanno pure servizio a domicilio.per sapere dove tengono i tuoi dati basta seguire i gabbiani e troverai il datacenter...
        • il solito bene informato scrive:
          Re: E se volessi usare..
          - Scritto da: AMEN
          - Scritto da: ruppolo

          Aspetti che Mozilla faccia il suo netbook, con
          il

          suo servizio cloud. Mettiti comodo.

          Ok, allora io ci voglio IE9 :-Pdevi aspettare che quelli che hanno fatto IE9 facciano anche un sistema operativo...
        • Googler scrive:
          Re: E se volessi usare..
          La cosa migliore sarebbe un sistema operativo Cloud con internet explorer 6! L'incubo degli sviluppatori web :D
  • chojin999 scrive:
    Una vera truffa. Prodotti per allocchi.
    Davvero bisogna essere dei polli per cascare in questa trappola di Google. Prezzo osceno, costosissimi. Costassero $100 sarebbero un sucXXXXX probabilmente. Funzionalità ultra limitate.. non si esce dal browser e quindi oltre HTML5, JAVA, Javascript, Flash c'è ben poco.
    • Our Money scrive:
      Re: Una vera truffa. Prodotti per allocchi.
      - Scritto da: chojin999
      Davvero bisogna essere dei polli per cascare in
      questa trappola di Google.

      Prezzo osceno, costosissimi. Costassero $100
      sarebbero un sucXXXXX probabilmente.

      Funzionalità ultra limitate.. non si esce dal
      browser e quindi oltre HTML5, JAVA, Javascript,
      Flash c'è ben
      poco.Escludi anche Flash, perché funziona molto male
  • lroby scrive:
    sicuramente il risparmio maggiore è..
    Nel NON dover acquistare un'inutile e costosa licenza di quelle schifezze di office 2007 o 2010 che sono le cose più oscene che abbia mai visto! :D
    • Our Money scrive:
      Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
      - Scritto da: lroby
      Nel NON dover acquistare un'inutile e costosa
      licenza di quelle schifezze di office 2007 o 2010
      che sono le cose più oscene che abbia mai visto!
      :DSono ottimi strumenti di lavoro.Il fatto che tu non sia in grado di capirne le potenzialità, non ti autorizza a definirle schifezze.Nella mia azienda siamo di recente passati da Office 2003 a Office 2010, sotto la spinta di noi utenti che ne avevamo bisogno.
      • lroby scrive:
        Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
        - Scritto da: Our Money
        Sono ottimi strumenti di lavoro.Il fatto che TU li reputi ottimi strumenti di lavoro, non li rende per forza tali
        Il fatto che tu non sia in grado di capirne le
        potenzialità, non ti autorizza a definirle
        schifezze.Ah si? Vallo a dire ai 200 utenti dell'azienda dove l'hanno scorso sono passati gratuitamente (per l'azienda) dal Office 2007 (che già facevano fatica a comprendere per causa della Ribbon) all'Office 2010 (che ha ulteriormente incasinato le cose).Senza contare la pesantezza e la lentezza di queste 2 versioni di office rispetto alle versioni 2000 e 2003 della stessa suite e rispetto alle versioni 3.x.x di Openoffice.
        Nella mia azienda siamo di recente passati da
        Office 2003 a Office 2010, sotto la spinta di noi
        utenti che ne avevamo
        bisogno.Beh.. i masochisti esistono dappertutto no? :D
        • Our Money scrive:
          Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
          - Scritto da: lroby
          - Scritto da: Our Money

          Sono ottimi strumenti di lavoro.
          Il fatto che TU li reputi ottimi strumenti di
          lavoro, non li rende per forza
          taliSicuro che sia solo io? Hai idea di quanti usano Office?

          Il fatto che tu non sia in grado di capirne le

          potenzialità, non ti autorizza a definirle

          schifezze.
          Ah si? Vallo a dire ai 200 utenti dell'azienda
          dove l'hanno scorso sono passati gratuitamente
          (per l'azienda) dal Office 2007 (che già facevano
          fatica a comprendere per causa della Ribbon)
          all'Office 2010 (che ha ulteriormente incasinato
          le cose).Quando cambiate software è necessaria una fase di apprendimento.Nel caso della vostra azienda, avete sbagliato approccio.Nella mia sono stati fatti corsi online su Office 2010.
          Senza contare la pesantezza e la lentezza di
          queste 2 versioni di office rispetto alle
          versioni 2000 e 2003 della stessa suite e
          rispetto alle versioni 3.x.x di
          Openoffice.OpenOffice, nel mio lavoro è impossibile da usare, mi spiace.Non è assolutamente in grado di gestire la mole di dati che gestisco su Office 2010.Se stai a vedere, anche Windows XP è pesante se usato su un 286.Se vuoi usare software più recente, con più potenzialità, devi avere anche più potenza sotto il cofano.PS: a casa ho un Mac e vivo felicissimo con Mellel (dove avevo scritto la mia tesi), Numbers (utile per piccoli lavoretti in casa) e Keynote (incredibile), per cui non mi ritengo un fanboy.
          • erik ilrosso scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            Si ma il problema del chromebook è che non ci puoi installare nemmeno openoffice, devi fare tutto con google docs e simili office online che sinceramente per me sono peggio di otx.
          • lroby scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: Our Money
            Se stai a vedere, anche Windows XP è pesante se
            usato su un
            286.
            Se vuoi usare software più recente, con più
            potenzialità, devi avere anche più potenza sotto
            il
            cofano.Ehm.. i pc erano nuovi e acquistati lo stesso mese in cui abbiamo fatto l'upgrade da 2007 a 2010 (Settembre 2010), tutti con Windows 7 64bit, 4gb di ram, cpu dual core abbastanza moderne e potenti e 250gb di hdd.
          • mah scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..

            Ehm.. i pc erano nuovi e acquistati lo stesso
            mese in cui abbiamo fatto l'upgrade da 2007 a
            2010 (Settembre 2010), tutti con Windows 7 64bit,
            4gb di ram, cpu dual core abbastanza moderne e
            potenti e 250gb di
            hdd.Quindi è un problema di ignoranza dei vostri sistemi informativi, dato che io a casa uso un pc con 2 soli GB e i programmi office 10 funzionano anche con la vecchia cpu c2c...
          • lroby scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: mah
            Quindi è un problema di ignoranza dei vostri
            sistemi informativi, dato che io a casa uso un pc
            con 2 soli GB e i programmi office 10 funzionano
            anche con la vecchia cpu
            c2c...di che ignoranza vai parlando? vuoi forse negare che oggettivamente parlando, ogni nuova versione di Ms OFfice non sia più pesante rispetto a quella precedente? Non ho mai detto che sia lenta, ma che sia più pesante rispetto alle versioni precedenti della stessa Suite!
          • Our Money scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: mah

            Quindi è un problema di ignoranza dei vostri

            sistemi informativi, dato che io a casa uso un
            pc

            con 2 soli GB e i programmi office 10 funzionano

            anche con la vecchia cpu

            c2c...
            di che ignoranza vai parlando? vuoi forse negare
            che oggettivamente parlando, ogni nuova versione
            di Ms OFfice non sia più pesante rispetto a
            quella precedente? Non ho mai detto che sia
            lenta, ma che sia più pesante rispetto alle
            versioni precedenti della stessa
            Suite!Office 2010 è più leggero di Office 2007, entrambi sono più pesanti (e più potenti) di Office 2003.
          • lroby scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: Our Money
            Office 2010 è più leggero di Office 2007,
            entrambi sono più pesanti (e più potenti) di
            Office
            2003.che a sua volta (office 2003 intendo) è più pesante di Office 2000, quindi Office 2010 sembrerebbe essere l'unico Office che spezza la regola che l'ultima release è più pesante della predente (che poi IMHO è tutto da verificare se e quanto sia più leggera la 2010 rispetto alla 2007)
          • deactive scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            perche' il disorso forse non vale un po' per tutti i software di una certa importanza? Dalle suite Macromedia ad Adobe, qualunque software negli anni e' cresciuto di dimensioni e requirements in fatto di HW, che discorso e' ?( il primo che mi viene in mente e' proprio flash player )
          • mau scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: mah

            Ehm.. i pc erano nuovi e acquistati lo stesso

            mese in cui abbiamo fatto l'upgrade da 2007 a

            2010 (Settembre 2010), tutti con Windows 7
            64bit,

            4gb di ram, cpu dual core abbastanza moderne e

            potenti e 250gb di

            hdd.
            Quindi è un problema di ignoranza dei vostri
            sistemi informativi, dato che io a casa uso un pc
            con 2 soli GB e i programmi office 10 funzionano
            anche con la vecchia cpu
            c2c...diciamo che la office iroby ediscion non è ancora pronta
          • kenshemo scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: mau
            - Scritto da: mah


            Ehm.. i pc erano nuovi e acquistati lo stesso


            mese in cui abbiamo fatto l'upgrade da 2007 a


            2010 (Settembre 2010), tutti con Windows 7

            64bit,


            4gb di ram, cpu dual core abbastanza moderne e


            potenti e 250gb di


            hdd.

            Quindi è un problema di ignoranza dei vostri

            sistemi informativi, dato che io a casa uso un
            pc

            con 2 soli GB e i programmi office 10 funzionano

            anche con la vecchia cpu

            c2c...

            diciamo che la office iroby ediscion non è ancora
            prontano è pronta ma può usarla solo lui e i suoi clienti fra circa 42 anni fornirà i dati oggettivi sia di xp (sistema operativo molto recente tra l'altro) e office
          • il solito bene informato scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: Our Money

            Se stai a vedere, anche Windows XP è pesante se

            usato su un

            286.

            Se vuoi usare software più recente, con più

            potenzialità, devi avere anche più potenza sotto

            il

            cofano.
            Ehm.. i pc erano nuovi e acquistati lo stesso
            mese in cui abbiamo fatto l'upgrade da 2007 a
            2010 (Settembre 2010), tutti con Windows 7 64bit,
            4gb di ram, cpu dual core abbastanza moderne e
            potenti e 250gb di
            hdd.POR** ****** ****A! per far andare Excel? (rotfl)
          • kenshemo scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: Our Money

            Senza contare la pesantezza e la lentezza di

            queste 2 versioni di office rispetto alle

            versioni 2000 e 2003 della stessa suite e

            rispetto alle versioni 3.x.x di

            Openoffice.
            OpenOffice, nel mio lavoro è impossibile da
            usare, mi
            spiace.
            Non è assolutamente in grado di gestire la mole
            di dati che gestisco su Office
            2010.tralasciando la bontà o no del software in esame non è che siete voi che sbagliate strumento? se hai una mole di dati così enorme da aver bisogno di office 2010 e non di un altro office forse sbagliate stumento mai pensato di usare un database?
          • deactive scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            eh ma sql e' un po' piu' impegnativo dei ribbon.
          • kenshemo scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: deactive
            eh ma sql e' un po' piu' impegnativo dei ribbon.a parte che impegnativo è un parolone, nelle aziende serie (la mia su questo punto di vista non lo è) i dati grossi e impegnativi non si gestiscono via excel
          • deactive scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            infatti sono totalmente d'accordo con te.XLS va bene al limite come output, non come base dati.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 maggio 2011 12.05-----------------------------------------------------------
          • mah scrive:
            Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
            - Scritto da: deactive
            infatti sono totalmente d'accordo con te.
            XLS va bene al limite come output, non come base
            dati.Entrambi.Solitamente sono dati provenienti da DB che finiscono su Office o dati di csv che devono essere visualizzabili da chi per diverse ragioni non può accedere a DB.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: sicuramente il risparmio maggiore è..
          - Scritto da: lroby
          Ah si? Vallo a dire ai 200 utenti dell'azienda
          dove l'hanno scorso sono passati gratuitamente
          (per l'azienda) dal Office 2007 (che già facevano
          fatica a comprendere per causa della Ribbon)
          all'Office 2010 (che ha ulteriormente incasinato
          le
          cose).tradotto in italiano?
  • iPuddu scrive:
    Non capisco le apps del web store
    Incuriosito da questa frase:"La vetrina di Google, tirata a lucido per l'occasione, ospita migliaia di app (gratuite e non) ed è stata già tradotta in 41 lingue. Mountain View fa sapere che nei primi tre mesi di apertura sono state installate 17 milioni di applicazioni."sono andato nello store tutto contento (dato che uso chrome browser da quando e' uscito) ed ho provato ad insallare qualche apps.XXXXXTA! le installa in un secondo! e ce ne sono tantissime!ma poi mi sono reso conto che sono soltanto dei siti, non sono delle app!in pratica se copi l'indirizzo da chrome e lo incolli in internet explorer funziona allo stesso modo! sono solo dei bookmark! che succede? mi sono perso qualcosa? iPuddu
    • collione scrive:
      Re: Non capisco le apps del web store
      no non è così o meglio non del tuttotutto il codice che gira su chrome è composto da html+css per la presentazione e javascript per la logicadetto questo ci sono tre tipi di programmi:- le estensioni ( che girano in background e senza gui )- le applicazioni hosted ( i siti web in cui ti sei imbattuto )- le applicazioni packaged ( installi tutto quello che serve sul tuo hard disk )inutile dire che lo store essendo pensato per il browser chrome ospita fondamentalmente un mucchio di applicazioni hosted e pochissime applicazioni packagedsi spera che con l'arrivo di chromeos il numero di applicazioni packaged aumenterà
      • iPuddu scrive:
        Re: Non capisco le apps del web store
        Grazie per le info, sei stato molto chiaro. Ma le applicazioni packaged come le riconosco?il sito e' una bolgia, non sono riuscito a trovarne una.Sono un po' deluso...
        • collione scrive:
          Re: Non capisco le apps del web store
          il file manifest.json ti permette di capire quali sono hosted e quali packagednelle hosted trovi la voce launch: URL del servizio mentre in quelle packaged è launch: nome del filedallo store non si capisce quali sono hosted e quali packaged
    • Our Money scrive:
      Re: Non capisco le apps del web store
      Succede che cominceranno a farti pagare i bookmark...
      • ruppolo scrive:
        Re: Non capisco le apps del web store
        - Scritto da: Our Money
        Succede che cominceranno a farti pagare i
        bookmark...Tu l'hai detto probabilmente per fare una battuta, ma sarà proprio così. In fondo ciò che paghi è la licenza d'uso.
        • Our Money scrive:
          Re: Non capisco le apps del web store
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Our Money

          Succede che cominceranno a farti pagare i

          bookmark...

          Tu l'hai detto probabilmente per fare una
          battuta, ma sarà proprio così. In fondo ciò che
          paghi è la licenza
          d'uso.Le troppe cose gratis distorcono il mercato facendo credere che tutto debba essere gratis.Il software costa, i servizi di news costano, così come qualsiasi altra cosa.Qui su PI si arriva a credere che Google abbia il diritto di trarre profitto dal lavoro di altri, senza versare nulla a questi (vedi YouTube, Google News...). Non è così, non è giusto che sia così.Google sta acquisendo troppo potere sfruttando il "gratis".
          • strale scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: Our Money
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Our Money


            Succede che cominceranno a farti pagare i


            bookmark...



            Tu l'hai detto probabilmente per fare una

            battuta, ma sarà proprio così. In fondo ciò che

            paghi è la licenza

            d'uso.
            Le troppe cose gratis distorcono il mercato
            facendo credere che tutto debba essere
            gratis.
            Il software costa, i servizi di news costano,
            così come qualsiasi altra
            cosa.

            Qui su PI si arriva a credere che Google abbia il
            diritto di trarre profitto dal lavoro di altri,
            senza versare nulla a questi (vedi YouTube,
            Google News...). Non è così, non è giusto che sia
            così.

            Google sta acquisendo troppo potere sfruttando il
            "gratis".Qualcuno potrebbe argomentare che apple sta facendo un mucchio di soldi sfruttando gli idioti, ti sembra giusto?
          • ruppolo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: strale
            Qualcuno potrebbe argomentare che apple sta
            facendo un mucchio di soldi sfruttando gli
            idioti, ti sembra
            giusto?Come rosicatore fai schifo.
          • eStremo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: strale

            Qualcuno potrebbe argomentare che apple sta

            facendo un mucchio di soldi sfruttando gli

            idioti, ti sembra

            giusto?

            Come rosicatore fai schifo.lol forse perchè non rosica
          • ruppolo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: eStremo
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: strale


            Qualcuno potrebbe argomentare che apple sta


            facendo un mucchio di soldi sfruttando gli


            idioti, ti sembra


            giusto?



            Come rosicatore fai schifo.

            lol forse perchè non rosicaCon che macchina del piffero stai postando?
          • eStremo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: eStremo

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: strale



            Qualcuno potrebbe argomentare che apple sta



            facendo un mucchio di soldi sfruttando gli



            idioti, ti sembra



            giusto?





            Come rosicatore fai schifo.



            lol forse perchè non rosica

            Con che macchina del piffero stai postando?un predator della acer perchè? tu da che porcheria melata scrivi?
          • ruppolo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: eStremo
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: eStremo


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: strale




            Qualcuno potrebbe argomentare che apple
            sta




            facendo un mucchio di soldi sfruttando gli




            idioti, ti sembra




            giusto?







            Come rosicatore fai schifo.





            lol forse perchè non rosica



            Con che macchina del piffero stai postando?

            un predator della acer perchè? tu da che
            porcheria melata
            scrivi?Da una che impedisce di scrivere "perchè"."predator" (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Creatore scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: eStremo

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: eStremo



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: strale





            Qualcuno potrebbe argomentare che apple

            sta





            facendo un mucchio di soldi sfruttando
            gli





            idioti, ti sembra





            giusto?









            Come rosicatore fai schifo.







            lol forse perchè non rosica





            Con che macchina del piffero stai postando?



            un predator della acer perchè? tu da che

            porcheria melata

            scrivi?

            Da una che impedisce di scrivere "perchè".manco quello ti è permesso, forse è meglio che ti dai una svegliata prima di trovarti vaselinato perchè ti impediva di lamentarti

            "predator" (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)non avevo dubbi, non sai cosa è il predator e ridi, come nella pubblicità.."quando non sai che dire ridi, ti prenderanno per idiota ma sembrerai simpatico"
    • ruppolo scrive:
      Re: Non capisco le apps del web store
      Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un mondo dove presto finiranno anche gli utenti Android (che hanno già un piede dentro, anche se non se ne sono accorti).
      • iPuddu scrive:
        Re: Non capisco le apps del web store
        - Scritto da: ruppolo
        Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un mondo
        dove presto finiranno anche gli utenti Android
        (che hanno già un piede dentro, anche se non se
        ne sono
        accorti).mi pare una presa per il XXXX
      • lroby scrive:
        Re: Non capisco le apps del web store
        - Scritto da: ruppolo
        Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un mondo
        dove presto finiranno anche gli utenti Android
        (che hanno già un piede dentro, anche se non se
        ne sono
        accorti).Ma parli di quel mondo fantastico dove se io formatto il mio tablet e reinserisco il mio account gmail + password, magicamente mi tornano sul mio tablet, TUTTI i miei contatti (rubrica), la mia agenda (appuntamenti), e le mie email di gmail? (e sullo smartphone di mia moglie htc tornano in automatico perfino i programmi installati dal market che aveva presenti prima della formattazione).La cosa più intelligente che potessero inventare su smartphone e tablet!
      • bertuccia scrive:
        Re: Non capisco le apps del web store
        - Scritto da: ruppolo
        Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un mondo
        dove presto finiranno anche gli utenti Android
        (che hanno già un piede dentro, anche se non se
        ne sono
        accorti).Proprio come te nell'universo Apple, no? ;)
        • bertuccia scrive:
          Re: Non capisco le apps del web store
          - Scritto da: bertuccia

          Proprio come te nell'universo Apple, no? ;)sono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati
      • strale scrive:
        Re: Non capisco le apps del web store
        - Scritto da: ruppolo
        Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un mondo
        dove presto finiranno anche gli utenti Android
        (che hanno già un piede dentro, anche se non se
        ne sono
        accorti).Ma tu ti sei accorto che apple usa il cloud allo stesso modo? L'ignoranza degli applefans è incredibile, sei famoso ruppolo lol.
        • ruppolo scrive:
          Re: Non capisco le apps del web store
          - Scritto da: strale
          - Scritto da: ruppolo

          Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un
          mondo

          dove presto finiranno anche gli utenti Android

          (che hanno già un piede dentro, anche se non se

          ne sono

          accorti).

          Ma tu ti sei accorto che apple usa il cloud allo
          stesso modo?No, non mi sono accorto, fammi vedere...
          L'ignoranza degli applefans è
          incredibile, sei famoso ruppolo
          lol.Senti chi parla di ignoranza (rotfl)
          • eStremo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: strale

            - Scritto da: ruppolo


            Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un

            mondo


            dove presto finiranno anche gli utenti Android


            (che hanno già un piede dentro, anche se non
            se


            ne sono


            accorti).



            Ma tu ti sei accorto che apple usa il cloud allo

            stesso modo?

            No, non mi sono accorto, fammi vedere...http://www.macitynet.it/ipodnet/articolo/Musica-cloud-i-servizi-Apple-saranno-migliori-e-di-qualit-superiore-rispetto-ad-Amazon/A50923e vogliamo considerate anche mobileme?


            L'ignoranza degli applefans è

            incredibile, sei famoso ruppolo

            lol.

            Senti chi parla di ignoranza (rotfl)sei famoso in tutto il web per la tua ignoranza
          • ruppolo scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: eStremo
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: strale


            - Scritto da: ruppolo



            Benvenuto nel mondo del cloud computing. Un


            mondo



            dove presto finiranno anche gli utenti
            Android



            (che hanno già un piede dentro, anche se non

            se



            ne sono



            accorti).





            Ma tu ti sei accorto che apple usa il cloud
            allo


            stesso modo?



            No, non mi sono accorto, fammi vedere...

            http://www.macitynet.it/ipodnet/articolo/Musica-cl
            e vogliamo considerate anche mobileme?




            L'ignoranza degli applefans è


            incredibile, sei famoso ruppolo


            lol.



            Senti chi parla di ignoranza (rotfl)

            sei famoso in tutto il web per la tua ignoranzaAHAHAHHAHAHAHHAH!!!!Povero fesso.
          • generoso scrive:
            Re: Non capisco le apps del web store
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: eStremo

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: strale



            - Scritto da: ruppolo




            Benvenuto nel mondo del cloud computing.
            Un



            mondo




            dove presto finiranno anche gli utenti

            Android




            (che hanno già un piede dentro, anche se
            non


            se




            ne sono




            accorti).







            Ma tu ti sei accorto che apple usa il cloud

            allo



            stesso modo?





            No, non mi sono accorto, fammi vedere...




            http://www.macitynet.it/ipodnet/articolo/Musica-cl

            e vogliamo considerate anche mobileme?






            L'ignoranza degli applefans è



            incredibile, sei famoso ruppolo



            lol.





            Senti chi parla di ignoranza (rotfl)



            sei famoso in tutto il web per la tua ignoranza

            AHAHAHHAHAHAHHAH!!!!

            Povero fesso.io ti conosco, non so se ti conosce tutto il web ma sei famoso per essere ignorante, ti si prende in giro nei forum perchè sei ignorante come un applefan
  • albanoo scrive:
    Facebook, intrigo anti-Google?!
    Ciao a tutti, leggete questo:http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/05/12/news/facebook_campagna_anti_google-16143805/ahi ahi Zuckerberg!
    • collione scrive:
      Re: Facebook, intrigo anti-Google?!
      pua dilettanti, dovrebbero imparare da microsoft, quelli si che sono dei maestri del FUD e dell'astroturfing
      • 2921 scrive:
        Re: Facebook, intrigo anti-Google?!
        - Scritto da: collione
        pua dilettanti, dovrebbero imparare da microsoft,
        quelli si che sono dei maestri del FUD e
        dell'astroturfingBeh si stanno cagando addosso!Sai non è che google si possa fare spaventare da qualche incidente o insucXXXXX se gli interessa quel mercato gli interessa punto!E sono razzi amarissimi per chiunque abbia pensato di coltivarci un suo personale orticello!
  • faccioillog in scrive:
    "In Italia"
    sarebbe da canticchiare la canzone di fibra:in USA: Versione WIFI: 430 dollari ( = 300 euro)Versione WIFI + 3G: 500 dollari ( = 350 euro)un pensierino per la prossima volta che si va in USA.. :)
    • collione scrive:
      Re: "In Italia"
      poi però la TSA te li spacca all'aeroporto :Ddopo averti messo le mani nelle mutande ovviamente !! ah com'era bello il mondo prima del 2001 e dei neocon
    • Our Money scrive:
      Re: "In Italia"
      - Scritto da: faccioillog in
      sarebbe da canticchiare la canzone di fibra:

      in USA:
      Versione WIFI: 430 dollari ( = 300 euro)
      Versione WIFI + 3G: 500 dollari ( = 350 euro)Più tasse, più variabilità del cambio, più eventuale dogana, più costo del trasporto in Europa, più costo della localizzazione in italiano.
      • dfdgfse scrive:
        Re: "In Italia"
        - Scritto da: Our Money
        - Scritto da: faccioillog in

        sarebbe da canticchiare la canzone di fibra:



        in USA:

        Versione WIFI: 430 dollari ( = 300 euro)

        Versione WIFI + 3G: 500 dollari ( = 350 euro)

        Più tasse, più variabilità del cambio, più
        eventuale dogana, più costo del trasporto in
        Europa, più costo della localizzazione in
        italiano.- le tasse variano da stato a stato, non sono cmq al nostro livello (20%)se poi lo prendi in un tax free, non le paghi- se lo trasporti "come bagaglio personale" non paghi la dogana,ovviamente devi essere in USA- il cambio è il fattore più variabile.In questo momento lo è ancor di più,ma in linea di massima non si prospetta a medio termine una variazione esagerata,quindi il prezzo rimane più o meno quello- la localizazione è invece quello più "ostico": sarebbe da vedere se in USA personalizzano la tastiera ed alimentazione.
  • PinguinoCattivo scrive:
    OK il prezzo è...
    "OK il prezzo è sbagliato" (parafrasando il vecchio format TV)....però il prodotto è giusto. Ovvero: il netbook in questione dovrebbe essere solo un "esecutore" di ChromeOS. Di fatto l'idea è che l'utente di questo device non guarda all'hardware ma alle funzionalità che lo strumento offre (formula gia collaudata mi pare). E le funzionalità che lo strumento offre sono quelle di un browser.L'idea dell'affitto non è malvagia, ma andrebbe rifinita e soprattutto rivista verso il basso.Per quanto riguarda l'eventuale prezzo di acquisto... al momento non ci sono altri prodotti comparabili (mi pare), quindi non ci sono neanche termini di paragone o di confronto. Se vogliamo fare solo la somma matematica del costo delle singole componenti ed aggiungiamo zero euro per l'OS che è open allora forse un prezzo onesto potrebbe eessere intorno ai 200 euro.
    • collione scrive:
      Re: OK il prezzo è...
      - Scritto da: PinguinoCattivo
      funzionalità che lo strumento offre (formula gia
      collaudata mi pare).coff coff app....ehm....apple :D
      L'idea dell'affitto non è malvagia, ma andrebbe
      rifinita e soprattutto rivista verso il
      basso.
      intendi meno di 28$ al mese? la vedo dura ridurre quel prezzo
      Per quanto riguarda l'eventuale prezzo di
      acquisto... al momento non ci sono altri prodotti
      comparabili (mi pare), quindi non ci sono neanche
      termini di paragone o di confronto. Se vogliamo
      fare solo la somma matematica del costo delle
      singole componenti ed aggiungiamo zero euro per
      l'OS che è open allora forse un prezzo onesto
      potrebbe eessere intorno ai 200
      euro.vabbè molti lo calcolano tenendo conto del solo hardware, però non è molto logico fare così altrimenti vorrebbe dire che il lavoro di progettazione sia dell'hardware che del software non vale nientetieni presente che la macchina ha un chipset ad hoc per garantire il boot verificato
  • MacBoy scrive:
    Premesse giuste, soluzione sbagliata
    No installazioni, no malware, spazio infinito, documenti sempre accessibili (nella nuvola), no stress per gli update, no desktop, no filesytem complessi, restore trasparente.Ok. Abituati ai computer normali è una bella rivoluzione e sicuramente le premesse sono giuste.Ma soluzione di Google per me è SBAGLIATA.Il web non è la soluzione, perché ha 2 difetti fondamentali:1) Devi essere SEMPRE CONNESSO (e nella vita reale non è sempre possibile)2) Il web è una piattaforma inefficiente di me*da per le applicazioni (nonostante l'HTML5).Soluzione corretta?iOS, ovvio.Risolve gli stessi problemi. Ma:1) hai applicazioni locali (e quindi sempre usabili, anche senza rete)2) Sono veloci ed efficientiIl "cloud" lo puoi fare lo stesso: - http://www.apple.com/it/mobileme/ (ma è solo l'inizio, prevedo grosse espansioni a breve) - dropbox - e mille altre app che salvano i loro dati OPZIONALMENTE ANCHE online
    • ephestione scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      verissimo, come ho fatto a non pensarci prima, dopotutto le applicazioni locali, l'hardware veloce, dropbox ed un sincronizzatore online di impostazioni di sistema ce l'hanno solo i sistemi apple ;)
      • 6743 scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: ephestione
        verissimo, come ho fatto a non pensarci prima,
        dopotutto le applicazioni locali, l'hardware
        veloce, dropbox ed un sincronizzatore online di
        impostazioni di sistema ce l'hanno solo i sistemi
        apple
        ;)Noooooo!Apple?Davvero?Chiedimi se sono stupito!Avanti il prossimo!
      • lellykelly scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        no, ma google non ha scoperto niente di nuovo e lo propone in maniera adatta agli sprovveduti
        • Rover scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          Certamente. chi non compra apple è sprovveduto.Comunque la soluzione Google non mi piace, a causa della necessità di essere sempre connessi.
          • lellykelly scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            chi compra senza avere alba di cosa compra è sprovveduto. vale anche per il the in sacchetti che una volta a casa scopri non essere con le bustine e ovviamente il filtro in metallo non lo hai mai comprato...
          • zip scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            - Scritto da: lellykelly
            chi compra senza avere alba di cosa compra è
            sprovveduto. vale anche per il the in sacchetti
            che una volta a casa scopri non essere con le
            bustine e ovviamente il filtro in metallo non lo
            hai mai
            comprato...cosa che sucede nelle migliori famiglie tipo bsod o sveglia ios, tanto per dire...
    • 5893 scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      - Scritto da: MacBoy
      No installazioni, no malware, spazio infinito,
      documenti sempre accessibili (nella nuvola), no
      stress per gli update, no desktop, no filesytem
      complessi, restore
      trasparente.
      Ok. Abituati ai computer normali è una bella
      rivoluzione e sicuramente le premesse sono
      giuste.

      Ma soluzione di Google per me è SBAGLIATA.
      Il web non è la soluzione, perché ha 2 difetti
      fondamentali:
      1) Devi essere SEMPRE CONNESSO (e nella vita
      reale non è sempre
      possibile)
      2) Il web è una piattaforma inefficiente di me*da
      per le applicazioni (nonostante
      l'HTML5).

      Soluzione corretta?
      iOS, ovvio.

      Risolve gli stessi problemi. Ma:
      1) hai applicazioni locali (e quindi sempre
      usabili, anche senza
      rete)
      2) Sono veloci ed efficienti

      Il "cloud" lo puoi fare lo stesso:
      - http://www.apple.com/it/mobileme/ (ma è solo
      l'inizio, prevedo grosse espansioni a
      breve)
      - dropbox
      - e mille altre app che salvano i loro dati
      OPZIONALMENTE ANCHE
      onlineEccheppalle!Ma un post uno che sia uno senza fare pubblicità a Apple riesci mica a farlo?
    • eticre scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      iCoso è un gicattolo per farsi vedere e per iUtonti, mille altre app.??? il software pilastro delle aziende italiane è powerpoint!!! e gia lo usano male figurati dargli in pasto altr 1000 app.
      • MacBoy scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: eticre
        iCoso è un gicattolo per farsi vedere e per
        iUtonti, mille altre app.??? il software pilastro
        delle aziende italiane è powerpoint!!! e gia lo
        usano male figurati dargli in pasto altr 1000
        app.Bella chiavica. Mai provato Keynote? Anche sul "giocattolo" iPad?
        • MacBoy scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: eticre

          iCoso è un gicattolo per farsi vedere e per

          iUtonti, mille altre app.??? il software
          pilastro

          delle aziende italiane è powerpoint!!! e gia lo

          usano male figurati dargli in pasto altr 1000

          app.

          Bella chiavica. Mai provato Keynote? Anche sul
          "giocattolo"
          iPad?E com'è che 'sti tanto decantati power-user chiamano i computer Apple sempre "giocattoli", ma alla fine gli copiano anche le icone? (vedi M$ e Mac qualche anno fà...)Succederà (anzi sta già succedendo) anche con l'iPad.
          • hermanhesse scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            Questo post è stato diviso in due per far fronte alle ristrette capacità mentali degli iUtonti.Grazie.
      • ruppolo scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: eticre
        iCoso è un gicattolo per farsi vedere e per
        iUtonti, mille altre app.??? il software pilastro
        delle aziende italiane è powerpoint!!! e gia lo
        usano male figurati dargli in pasto altr 1000
        app.Se ad un utente PowerPoint faccio vedere 5 minuti Keynote, butta immediatamente il PC nella raccolta differenziata e passa a Mac.
        • lroby scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          - Scritto da: ruppolo
          Se ad un utente PowerPoint faccio vedere 5 minuti
          Keynote, butta immediatamente il PC nella
          raccolta differenziata e passa a
          Mac.AHAhahahaha... ma è carinissima questa...mai pensato di fare un provino per Colorado o per Zelig? :D
    • MacBoy scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      Mi sono dimenticato i terzo difetto fondamentale:3) I documenti sono miei e me li gestisco io.Almeno su alcuni non voglio che "le nuvole" ci mettano il naso dentro. Sono affari miei. E voglio averli a disposizione quando mi pare e piace, senza dover aspettare la Google di turno (magari bucata da Anonymous il giorno prima)
      • ruppolo scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        Ben detto. Ma il target di questi chromebook sono gli utenti Windows, quindi degli sprovveduti.
        • lroby scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          - Scritto da: ruppolo
          Ben detto.

          Ma il target di questi chromebook sono gli utenti
          Windows Mac , quindi degli
          sprovveduti.Fix'd for you 8)
          • ruppolo scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            Ti piacerebbe, eh?Invece devi prendere atto che Apple guadagna terreno a scapito dei PC e di Microsoft. Non credo potrai arrivare alla pensione continuando ad operare nel mondo Windows ;)PS: ti ho dedicato il mio 20.000-esimo post :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2011 09.13-----------------------------------------------------------
          • bertuccia scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: ruppolo

            Ben detto.



            Ma il target di questi chromebook sono gli

            utenti Windows Mac caro lroby, gli utenti Mac sono già nel (vostro) futuro da almeno un anno..l'utente Mac non ci pensa nemmeno mezzo secondo a comprarsi un affare del genere, c'è già iPadin ogni caso secondo me al momento c'è una piccolissima sovrapposizione tra iPad, gli altri tablet, i netbook, e questo chromebook.ognuno di questi dispositivi si rivolge ad un tipo di utente ben specifico (anche se spesso il marketing vuole farci credere il contrario)
          • lroby scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            - Scritto da: bertuccia
            ognuno di questi dispositivi si rivolge ad un
            tipo di utente ben specifico (anche se spesso il
            marketing vuole farci credere il
            contrario)Questo te lo quoto al 100%, finalmente :D
        • bertuccia scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          - Scritto da: ruppolo
          Ben detto.

          Ma il target di questi chromebook sono gli utenti
          Windows, quindi degli
          sprovveduti.Concordo; anche perchè se fossero stati marchiati Apple, sarebbero stati rivoluzionari.
          • bertuccia scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            - Scritto da: bertuccia

            Concordo; anche perchè se fossero stati marchiati
            Apple, sarebbero stati
            rivoluzionari.sono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati :(
      • gerry scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: MacBoy
        Mi sono dimenticato i terzo difetto fondamentale:

        3) I documenti sono miei e me li gestisco io.

        Almeno su alcuni non voglio che "le nuvole" ci
        mettano il naso dentro. Sono affari miei. E
        voglio averli a disposizione quando mi pare e
        piace, senza dover aspettare la Google di turno
        (magari bucata da Anonymous il giorno
        prima)E questo è il vero problema grosso.
      • bertuccia scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: MacBoy
        Mi sono dimenticato i terzo difetto fondamentale:

        3) I documenti sono miei e me li gestisco io.

        Almeno su alcuni non voglio che "le nuvole" ci
        mettano il naso dentro. Sono affari miei. E
        voglio averli a disposizione quando mi pare e
        piace, senza dover aspettare la Google di turno
        (magari bucata da Anonymous il giorno
        prima)Finalmente un commento intelligente.Non voglio che Google ficchi il naso dappertutto. Meglio che lo ficchi Apple, che lo fa per il bene degli utenti :)
        • bertuccia scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          - Scritto da: bertuccia

          Finalmente un commento intelligente.
          Non voglio che Google ficchi il naso dappertutto.
          Meglio che lo ficchi Apple, che lo fa per il bene
          degli utenti
          :)sono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati :(
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      guarda che sta proponendo un'alternativa per una fetta di mercato, non per tutto il mercato e iOS è una me..da chiusa che solo voi macachi potete ritenere produttiva per il lavoro
    • gerry scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      - Scritto da: MacBoy
      2) Il web è una piattaforma inefficiente di me*da
      per le applicazioni (nonostante
      l'HTML5).Frase presuntuosa, si vede già da un po' che il web e le applicazioni stanno convergendo verso un punto comune.Occhio, questo non vuol dire che in futuro saranno la stessa cosa, ma oggi molte cose che prima si facevano con programmi offline adesso si fanno col browser.Gestione della posta, gestione delle librerie digitali (foto, video, audio), comunicazioni sociali.E' possibile che ad un certo punto alcune categorie di utenti non abbiano più bisogno di applicativi offline.
      • MacBoy scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: gerry
        - Scritto da: MacBoy


        2) Il web è una piattaforma inefficiente di
        me*da

        per le applicazioni (nonostante

        l'HTML5).

        Frase presuntuosa, si vede già da un po' che il
        web e le applicazioni stanno convergendo verso un
        punto
        comune.La dimostrazione è semplice:all'inizio Apple spingeva solo per le webApp per iPhone, e tutti a piangere.Poi è uscito il dev kit per le applicazioni native e in 3 anni si è arrivati a 300.000 applicazioni!Per tutte le WebApp decenti c'è una corrispettiva App NATIVA per iPhone.E gli utenti preferiscono 1000 volte quelle piuttosto accedere al sito (anche se le funzioni sono sostanzialmente le stesse, o inferiori, e comunque il collegamento internet è richiesto).Tra un WebApp ben fatta e un'App nativa ben fatta, quest'ultima vince SEMPRE.
        • collione scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          - Scritto da: MacBoy
          Ma ci sono ALTRE CLASSI di applicazioni che
          richiedono prestazioni, infatti per questo è stato creato native client
          richiedono interfacce evolute, richiedono funzionalità che su web nonmai visto cosa si fa oggi con jquery, dojo, cappuccino, closure e altri?
          ci sono (es. stampa), sfruttano hardwarestampa? ecco allora non hai capito la differenza tra una pagina html e un'app chromium
          specifico del dispositivo (basta pensare a tutti
          i sensori che hanno gli iPhone e cloni),
          ecc.
          tutti sensori accessibili tramite javascript su chromeos
          E comunque, semplicemente, API pensate fin
          dall'inizio per essere utilizzate in
          applicazioni, ed evolute in decine di anni per
          questo, sono ancora molto più efficaci di quelle
          disponibili per il web, nonostante i progressi
          che hanno fatto queste
          ultime.
          da vedere e onestamente io vedo un sempre maggiore interesse verso le applicazioni cloud, quindi le api ci sono, sono adeguate e funzionano bene
          Insomma, come dicevo, potendo scegliere è ovvio
          che uno sceglie l'App
          nativa.mica è dettose devo viaggiare ovunque e accedo ai miei dati da mille device diversi non sceglierò mai un'applicazione nativa
          senz'altro ormai ci sono CLASSI DI APPLICAZIONI
          che è meglio sviluppare in quel modo, anche se
          con un piccolo sacrificio di usabilità.non vedo questo gran sacrifico nell'usabilitàcosa hanno le app classiche in termini di usabilità?
          Però fondare l'intera piattaforma sulle WebApp
          per me è troppo limitativo. E lo sarà ancora per
          molto
          tempo.così come lo era fondare la piattaforma sui framework jit e invece oggi abbiamo java e .net diffusi ovunque
    • collione scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      - Scritto da: MacBoy
      1) Devi essere SEMPRE CONNESSO (e nella vita
      reale non è sempre
      possibile)ma leggere come funziona prima di sparare XXXXXXX no eh!?!

      Soluzione corretta?
      iOS, ovvio.
      hahahahahahahahaha, si poi giochiamo a tetris tutto il giorno (rotfl)
    • hermanhesse scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      Anche tu, come per Ruppolo, non sei ancora andato al bagno?Vacci!PS: entrambi i primi due punti sono ERRATI. Ma essendo che non sai nè sviluppare nè stare al mondo è normale che tu non lo capisca.
    • bertuccia scrive:
      Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
      - Scritto da: MacBoy
      No installazioni, no malware, spazio infinito,
      documenti sempre accessibili (nella nuvola), no
      stress per gli update, no desktop, no filesytem
      complessi, restore
      trasparente.
      Ok. Abituati ai computer normali è una bella
      rivoluzione e sicuramente le premesse sono
      giuste.

      Ma soluzione di Google per me è SBAGLIATA.
      Il web non è la soluzione, perché ha 2 difetti
      fondamentali:
      1) Devi essere SEMPRE CONNESSO (e nella vita
      reale non è sempre
      possibile)
      2) Il web è una piattaforma inefficiente di me*da
      per le applicazioni (nonostante
      l'HTML5).

      Soluzione corretta?
      iOS, ovvio.

      Risolve gli stessi problemi. Ma:
      1) hai applicazioni locali (e quindi sempre
      usabili, anche senza
      rete)
      2) Sono veloci ed efficienti

      Il "cloud" lo puoi fare lo stesso:
      - http://www.apple.com/it/mobileme/ (ma è solo
      l'inizio, prevedo grosse espansioni a
      breve)
      - dropbox
      - e mille altre app che salvano i loro dati
      OPZIONALMENTE ANCHE
      onlineL'unica premessa giusta è che non sono io il pallista tra i due. Casomai sei te.
      • bertuccia scrive:
        Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
        - Scritto da: bertuccia

        L'unica premessa giusta è che non sono io il
        pallista tra i due. Casomai sei
        te.sono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati :(
        • hermanhesse scrive:
          Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
          Perchè non ti registri (ROTFL)
          • bertuccia scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            - Scritto da: hermanhesse

            Perchè non ti registri (ROTFL)perchè mi piaceva molto di più l'idea di un posto libero, con alla base il rispetto.un gesto del genere è come rigare di nascosto la macchina di uno che ti sta sul XXXXX.. a quel punto sei solo un vigliacco, per me vali zeroin ogni caso non mi serve registrarmi, buona o cattiva che sia ho già la mia reputazione su PI e non sarà certo il primo vandalo del XXXXX a cambiarla
          • hermanhesse scrive:
            Re: Premesse giuste, soluzione sbagliata
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: hermanhesse



            Perchè non ti registri (ROTFL)

            perchè mi piaceva molto di più l'idea di un posto
            libero, con alla base il
            rispetto.Su PI? Sei sicuro di stare bene oggi?

            un gesto del genere è come rigare di nascosto la
            macchina di uno che ti sta sul XXXXX.. a quel
            punto sei solo un vigliacco, per me vali
            zerooh come la fai lunga!!! A me sono andati avanti una settimana...Senza contare QUALCUNO che è andato avanti qualche mese a dire che ero zuzzurro, e poi Fabrizio (tra l'altro con un "Fabrizio" che postava in contemporanea a me). Domani diranno che sono Ruppolo... (ROTFL)

            in ogni caso non mi serve registrarmi, buona o
            cattiva che sia ho già la mia reputazione su PI e
            non sarà certo il primo vandalo del XXXXX a
            cambiarlaE sul quel buona o cattiva che mi soffermerei :D
  • Enjoy with Us scrive:
    Scusate ma...
    ... perchè mai per usare un computer dovrei essere sempre connesso ad internet?E nell'ipotesi che la connessione non ci sia che succede si blocca tutto?Se per un pc collegato ad una ADSL le situazioni di assenza del segnale sono oggettivamente rare, in mobilità direi che è vero il contrario, perchè mai allora dovrei legarmi ad una risorsa, la rete, per fare cose che potrei fare benissimo off line? Per risparmiare? Ma se questi netbook pesano e costano anche di più di quelli tradizionali!400 euro... cavolo a 500 si trovano dei 15 pollici con dei core i5! Poi ti vengono a raccontare che i netbook sono in crisi! Se continuano a cercare di smerciare a prezzi assurdi macchine nate per occupare una nicchia intorno ai 200 euro mi sembra ovvio che abbiano dei problemi, mica sono tutti dei mactonti che spendono e spandono senza il minimo controllo del rapporto prezzo/prestazioni!
    • collione scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... perchè mai per usare un computer dovrei
      essere sempre connesso ad
      internet?
      E nell'ipotesi che la connessione non ci sia che
      succede si blocca
      tutto?no, c'è il caching gentilmente offerte da html5
      continuano a cercare di smerciare a prezzi
      assurdi macchine nate per occupare una nicchia
      intorno ai 200 euro mi sembra ovvio che abbiano
      dei problemi, mica sono tutti dei mactonti che
      spendono e spandono senza il minimo controllo del
      rapporto
      prezzo/prestazioni!ci riusciranno a venderli perchè te li vendono a rate e con tutti i trucchi attira-utonti esposti qui http://www.google.com/chromebook/#featurescomunque il problema non si pone per noi comuni mortali, per ora si tratterà di un'offerta riservata ad aziende pubbliche/private e scuolepasserà almeno 1 anno o anche 2 prima di vederlo sul mercato di massa
      • acid junkie s scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: collione
        passerà almeno 1 anno o anche 2 prima di vederlo
        sul mercato di
        massaIntendi nei negozi ? Perché penso che dal 15 giugno si possa ordinare online qui : http://www.pixmania.com/it/it/chrome/cmr1_cmp4106_cm.htmlO mi sbaglio ?
        • collione scrive:
          Re: Scusate ma...
          si è possibile ma non è chiaro se inizialmente potranno comprarlo anche i privati o menoda quello che ho capito, almeno negli USA, il lancio sarà riservato ad aziende e scuole
          • acid junkie s scrive:
            Re: Scusate ma...
            Sono cliente di Pixmania , il 15 voglio vedere se io da privato riesco a piazzare un'ordine. Sono proprio curioso.
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            pixmania li venderà?
          • acid junkie s scrive:
            Re: Scusate ma...
            ehehe magari é solo pubblicitá : http://www.pixmania.com/it/it/chrome/cmr1_cmp4106_cm.html
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            boh, non dicono niente su chi può comprarloda quel che leggo non dovrebbero esserci restrizioni per l'acquisto
          • Googler scrive:
            Re: Scusate ma...
            Ragazzi leggete bene!!! Ma soprattutto ascoltate la presentazione al google IO, i chromebook si potranno acquistare tranquillamente (online) in molti paesi compreso il nostro... E non verranno venduti a rate, bensì verranno offeti ale aziende e alle scuole come "software and hardware as a service" cioè queste pagano 28$ al mese per avere pc, assistenza e aggiornamenti (sia hardware che software) gratuiti...
      • MacBoy scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: collione

        E nell'ipotesi che la connessione non ci sia che

        succede si blocca

        tutto?

        no, c'è il caching gentilmente offerte da html5Caching o non caching sono sempre web-based.Se chiudi la pagine con Google Docs e poi la riapri 2 giorni dopo non pensi che se lo debba ricaricare da internet?
        • collione scrive:
          Re: Scusate ma...
          no perchè il caching proprio per questo è stato creatouna applicazione chrome è composta da una serie di file con dentro html, css e javascript ( c'è anche la possibilità di incorporare codice nativo tramite native client )una volta scaricata l'applicazione resta sul disco e ovviamente il sistema è in grado di sincronizzarla con le nuove versioni quando va online ma comunque pur restando offline puoi usarla senza problemii dati pure vengono messi in cachel'unica cosa che perdi non avendo internet è la possibilità di fare la sincronizzazione con il cloud
          • MacBoy scrive:
            Re: Scusate ma...
            Quindi servono WebApp scritte apposta?
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            ovviamente così come devono essere fatte apposta per windows,android,linux,mac
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            con la differenza che una webapp la scrivi una volta e gira su tutti i sistemi che supportano html5
          • MacBoy scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: collione
            con la differenza che una webapp la scrivi una
            volta e gira su tutti i sistemi che supportano
            html5Intendevo apposta per Chrome/ChromeOS. Questo "native client" è uno standard? Chi altri ha intenzione di implementarlo?
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            native client è un framework per l'esecuzione di codice x86 su varie architetture di cpuattualmente gira su mac,linux e windowsriguardo le app per chromeos sono banali applicazioni che usano html+css per la presentazione e javascript per la logica, quindi sono multipiattaforma e multibrowser ( sempre che il browser supporti html5 seriamente )
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: collione
            native client è un framework per l'esecuzione di
            codice x86 su varie architetture di
            cpu

            attualmente gira su mac,linux e windows

            riguardo le app per chromeos sono banali
            applicazioni che usano html+css per la
            presentazione e javascript per la logica, quindi
            sono multipiattaforma e multibrowser ( sempre che
            il browser supporti html5 seriamente
            )nessuno parla di prestazioni, ma a lume di naso un java script e simili non sono altrettanto performanti che un classico programma scritto in C... e stiamo parlando di netbook... non è che questi signori si stanno facendo prendere la mano? SO che occupano lo spazio di un DVD, programmini del tubo che per funzionare richiedono centinaia di megabyte di librerie... poi ci si lamenta che l'avvio dei pc è lento e 1Gb di ram appare poco, cavolo una volta (venti anni fa non 20 secoli fa) con 40 Mb di HD e 2 Mb di ram eri un signore e girava tutto... va bene che il progresso deve andare avanti, ma è progresso fare programmi che richiedono per fare le stesse cose un'impegno di ram e CPU pari a 100 o 1000 volte quello realmente necessario?
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: Enjoy with Us
            nessuno parla di prestazioni, ma a lume di naso
            un java script e simili non sono altrettanto
            performanti che un classico programma scritto in
            C... e stiamo parlando di netbook... non è cheil punto è sempre lo stesso e cioè che l'hardware è sovraproporzionato per quello che di solito si faniente è performante quanto il C, ma del resto l'assembly è pure meglio, ciò nonostante abbiamo gazillioni di applicazioni vb.net e java in giroed inoltre la migrazione verso i web services è ormai un dato di fatto acclarato, cioè chromeos o non chromeos si sta comunque spostando tutto lato serverproprio questo spostamento lato server renderà inutile il discorso performance, perchè il carico computazionale lo sosterrà in maggior misura il serverin pratica se devi fare ray tracing logicamente non lo fai sul tuo netbook ma sul server
            questi signori si stanno facendo prendere la
            mano? SO che occupano lo spazio di un DVD,
            programmini del tubo che per funzionare
            richiedono centinaia di megabyte di librerie...se vuoi fare programmi velocemente questo è il prezzo da pagarenon c'è tempo per ottimizzare gli eseguibili e magari riscrivere pezzi di software in assembly ( con tutti i problemi di portabilità del caso )
            poi ci si lamenta che l'avvio dei pc è lento e
            1Gb di ram appare poco, cavolo una volta (venti
            anni fa non 20 secoli fa) con 40 Mb di HD e 2 Mb
            di ram eri un signore e girava tutto... va beneperò devi riconoscere che all'epoca girava tutto con un grafico 640x480 con 16 bit di colore, niente alpha blending, niente effetti 3d, niente multitasking massivo, ecc...facevamo girare in 2 MB questo [img]http://www.gamesrat.com/images/indiana-jones-free-online-game.jpg[/img]ma noi oggi vogliamo questo [img]http://www.unigamesity.com/wp-content/uploads//2009/01/indiana-jones-and-the-staff-of-kings.jpg[/img]
            che il progresso deve andare avanti, ma è
            progresso fare programmi che richiedono per fare
            le stesse cose un'impegno di ram e CPU pari a 100
            o 1000 volte quello realmente
            necessario?
          • Darwin scrive:
            Re: Scusate ma...
            Collione, a proposito delle potenzialità di Javascript.Guarda un pò che cosa ha fatto Fabrice Bellard:http://bellard.org/jslinux/
          • MacBoy scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: Darwin
            Collione, a proposito delle potenzialità di
            Javascript.

            Guarda un pò che cosa ha fatto Fabrice Bellard:
            http://bellard.org/jslinux/Questo Bellard non fa testo. E' un GENIO!!
          • deactive scrive:
            Re: Scusate ma...
            anche questo non pare male, amiga in JS.http://www.chiptune.com/
          • mmmm scrive:
            Re: Scusate ma...
            strati di compatibilita e sicurezza, più codice intermedio. Prima era codice binario x86 che parlava con l'hw adesso invece sono programmi a codice misto in un sistema che implementa svariati controlli sugli accessi.
          • deactive scrive:
            Re: Scusate ma...
            sempre che non si usi IE.
          • collione scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: deactive
            sempre che non si usi IE.scherzi a parte il vero problema è questonon immagini quante assurde applicazioni web ( chiamiamole così ) richiedono ie6, IE6 mica uno qualunque!!!
          • Darwin scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: collione
            scherzi a parte il vero problema è questo

            non immagini quante assurde applicazioni web (
            chiamiamole così ) richiedono ie6, IE6 mica uno
            qualunque!!!Purtroppo non posso non quotarti :'(
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Enjoy with Us mica sono tutti dei mactonti che
      spendono e spandono senza il minimo controllo del
      rapporto
      prezzo/prestazioni!perche' al di la del "cloud" del netbook di chrome os ect ect ect i markettari del reparto vendite sono sempre gli stessi in qualsiasi ditta ... prima vendi ingannando anche il tuo cliente e poi ...ci penserà qualcun altro e sistemare le cose...o dai la colpa al cliente che non e' in grado di gestire il sistema... non avendo piu i tuoi dati in casa in questa occasione e' cose essersi venduti le mutante ...
      • lellykelly scrive:
        Re: Scusate ma...
        ma se il cloud è mia ditta + stiaffari è un conto, un'altro è google + stiaffari.succederà come con gmail che ovviamente i dati li hanno loro e raramente li perdono?rendere possibile il clouding di dati personali e riservati non mi pare una cosa saggia... un conto è fare il sync col proprio server in ditta, tutto bello criptato ecc, e un'altro è avere come storage google...
        • 6221 scrive:
          Re: Scusate ma...
          - Scritto da: lellykelly
          ma se il cloud è mia ditta + stiaffari è un
          conto, un'altro è google +
          stiaffari.
          succederà come con gmail che ovviamente i dati li
          hanno loro e raramente li
          perdono?Il rischi non è solo la perdita il rischio è che li trovi "qualcuno" ce non sei esattamente tu! :DQuindi come tu dici..." se il cloud è mia ditta + stiaffari è un conto, un'altro è google + stiaffari"...Il che non significa comunque che la cosa vada sottovalutata e che non esista un target (che come ho detto altrove non sono io ne la mia azienda) per questo prodotto...Per alcuni (per me ad esempio) è irrinunciabile l'ipotesi cloud = mia ditta + stiaffari.Ma per alcune situazioni aziendali diciamo .... "leggere" (naviga scrivi e usa la posta) magari va bene...
          • illegale o contrario scrive:
            Re: Scusate ma...
            sembra che voi memorizziate i dati sensibili della vostra azienda in chiaro. Nel momento in cui fate viaggiare e memorizzate tutto in criptato, un fornitore esterno vi garantisce un sicurezza dei dati molto maggiore di quella che potete fare "in house" ad un costo molto inferiore.Non mi riferisco all'accessibiltà del dato (criptato sempre e comunque) ma alla sua disponibilità h24, ridondato e backuppato, anche in modo geografico che se volete garantire in una grande azienda richiede milioni di investimento (HW, SW, linee dati ad alta velocità e tutti gli annessi tecnologici, ma anche e soprattutto persone). Investimenti che seppur più modesti una piccola-media azienda manco si sogna di fare.
          • 2863 scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: illegale o contrario
            sembra che voi memorizziate i dati sensibili
            della vostra azienda in chiaro.

            Nel momento in cui fate viaggiare e memorizzate
            tutto in criptato, un fornitore esterno vi
            garantisce un sicurezza dei dati molto maggiore
            di quella che potete fare "in house" ad un costo
            molto
            inferiore.Francamente non direi proprio!La crittografia è gratis non lo sapevi?In azienda (da me) non c'è un solo bit in chiaro e la "storage appliance" cifra con un throghput di oltre 25 Gb/sec in AES256 ("volgarissimi" proXXXXXr ViA Eden X2 con Padlock... cioè crittografia direttamente integrata sul chip) costa veramente 2 lire e non c'è (al momento) proXXXXXre con prestazioni crittografiche migliori sul mercato sia per la crittografia simmetrica che su molte operazioni di crittografia asimmetrica (montgomery multiplication ecc.).Se senti in giro il 90% degli hoster non ha la più pallida idea di cosa sia un oggetto del genere!A parte questo se mi dici che anche il 99.9999% degli utenti non lo sa ti do ragione ma il problema non sono i costi è il know-how e la capacità di capire quali sono i processi aziendali "core business" in cui il controllo che ti da l'assesment di sicurezza sono coinvolti.Ma se uno non sa (non ha coscienza) analiticamente ciò che gli serve e ciò che vuole fare (ma lo vuole fare lostesso) non avrà mai "sicurezza" avrà "marketing" che è una cosa diversa!Il problema è tutt'altro che un problema di "costi"...I costi sono estremamente bassi in se e per se è il "manico" quello che manca... ma se manca quello non c'è proprio rimedio alcuno!
            Non mi riferisco all'accessibiltà del dato
            (criptato sempre e comunque) ma alla sua
            disponibilità h24, ridondato e backuppato, anche
            in modo geografico che se volete garantire in una
            grande azienda richiede milioni di investimento
            (HW, SW, linee dati ad alta velocità e tutti gli
            annessi tecnologici, ma anche e soprattutto
            persone). Investimenti che seppur più modesti una
            piccola-media azienda manco si sogna di
            fare.Ripeto non è questione di costi... e poi di quale alta velocità parli?"on the cloud"?... e "in italia?"... suvvia non scherziamo la "alta velocità" che ha un hoster nel suo data center è assolutamente ininfluente per te che stai "fuori".A parte questo i dati non sono affatto criptati "sempre e comunque" tra le "google apps" ce ne sono un tot in cui i dati li maneggia (e in chiaro) il bravo Sergey Mikhailovič Brin aka "Серге́й Миха́йлович Брин" (è il suo business sai?).Io francamente penso che "i cloud" (non "il cloud") debbano essere l'insieme delle risorse (distribuite) che noi tutti abbiamo la voglia e la volontà di gestire ... in altri termini per me se proprio vogliamo dire "il cloud" invece che "i cloud" dobbiamo parlare della intera Internet (ergo tutti noi) ad esempio io ho (ma metto a disposizione anche dei chi ne ha bisogno) i miei DNS.La posta parte e arriva sul MIO mail server (che accedo comunenemente via app ovunque io sia.... ma IO accedo) ecc.ecc.La rete è un meccanismo End to End essenzialmente scordarsi che la maggior parte di quegli "end" siamo tutti noi e cedere il controllo sempre e comunque a qualcun altro non è il gioco che fa per me.Per questo sono "fuori target". ;)Più in generale ci sono tanti altri (e anche tantissime aziende) che non stanno in "quel target" perchè hanno necessità (modello di business) di avere il CONTROLLO di alcuni processi "core" del loro business.Queste aziende non fanno "outsourcing" indiscriminato (se sono ben gestite) ma controllato (alcuni processi possono essere outsouced e altri no).Questo a prescindere dalle mie convinzioni diciamo così "ideologiche" che ho esposto qui sopra.Quindi per tornare alla questione .. brin ha un suo target ma è un target secondo me limitato (per ora) a certe aziende (non direi la maggioranza) che non hanno alcuni problemi e necessitano di cose relativamente semplici e non "troppo personalizzate" anche nelle policy di sicurezza e controllo.Il fatto che non siano la maggioranza non significa che la cosa non possa funzionare... ma non è certo "universale".
    • Matteo scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... perchè mai per usare un computer dovrei
      essere sempre connesso ad
      internet?
      E nell'ipotesi che la connessione non ci sia che
      succede si blocca
      tutto?
      Se per un pc collegato ad una ADSL le situazioni
      di assenza del segnale sono oggettivamente rare,
      in mobilità direi che è vero il contrario, perchè
      mai allora dovrei legarmi ad una risorsa, la
      rete, per fare cose che potrei fare benissimo off
      line? Per risparmiare? Ma se questi netbook
      pesano e costano anche di più di quelli
      tradizionali!
      400 euro... cavolo a 500 si trovano dei 15
      pollici con dei core i5! Poi ti vengono a
      raccontare che i netbook sono in crisi! Se
      continuano a cercare di smerciare a prezzi
      assurdi macchine nate per occupare una nicchia
      intorno ai 200 euro mi sembra ovvio che abbiano
      dei problemi, mica sono tutti dei mactonti che
      spendono e spandono senza il minimo controllo del
      rapporto
      prezzo/prestazioni!Chromebook != Notebook != Desktop PC != WorkstationChromebook == TrueNETbookNon paragonare un iPod ad un impianto Hi-Fi ;)
      • bertuccia scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: Matteo
        Non paragonare un iPod ad un impianto Hi-Fi ;)Soprattutto perchè un impianto Hi-Fi è meglio di iPod. O meglio, tutto è migliore di iPod.
        • bertuccia scrive:
          Re: Scusate ma...
          - Scritto da: bertuccia

          Soprattutto perchè un impianto Hi-Fi è meglio di
          iPod. O meglio, tutto è migliore di
          iPod.sono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati :(questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati :(
    • ephestione scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... perchè mai per usare un computer dovrei
      essere sempre connesso ad
      internet?perché così google è sicuro di ciucciare in qualunque momento la tua posizione via gps, e di esaminare istante per istante la tua attività quotidiana, senza noiose ed inutile "pause di privacy" in cui sei offline, e quindi hai la comodità di ricevere ogni momento la pubblicità più giusta per te.
    • ruppolo scrive:
      Re: Scusate ma...
      Ma tu che ne sai di ciò che succede in mobilità? Torna a piratare film, va!
      • MacBoy scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: ruppolo
        Ma tu che ne sai di ciò che succede in mobilità?
        Torna a piratare film,
        va!Ecco l'altro PALLISTA ignorante.
        • MacBoy scrive:
          Re: Scusate ma...
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: ruppolo

          Ma tu che ne sai di ciò che succede in mobilità?

          Torna a piratare film,

          va!
          Ecco l'altro PALLISTA ignorante.Bene, ho un CLONE!
          • bertuccia scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: MacBoy

            - Scritto da: ruppolo


            Ma tu che ne sai di ciò che succede in
            mobilità?


            Torna a piratare film,


            va!

            Ecco l'altro PALLISTA ignorante.

            Bene, ho un CLONE!Si certo, come no.Adesso dirai che non sei stato tu a chiamarci pallisti. Ma per piacere..
          • bertuccia scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: bertuccia

            Si certo, come no.
            Adesso dirai che non sei stato tu a chiamarci
            pallisti. Ma per
            piacere..sono su PI da anni e sta cosa non era MAI successa..clonare il nick di un altro per sparare XXXXXXXte, ma vergognati questo non rispetta né la persona, né la netiquette.e nota che se l'avessi fatto in maniera spiritosa, anche una presa per il XXXX rispondendo a un mio messaggio, mi sarei fatto una risatavergognati
          • Shiba scrive:
            Re: Scusate ma...
            Registratevi e piantatela di rompere le balle.
          • MeX scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: Shiba
            Registratevi e piantatela di rompere le balle.
          • deactive scrive:
            Re: Scusate ma...
            basta registrarsi eh
      • strale scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: ruppolo
        Ma tu che ne sai di ciò che succede in mobilità?
        Torna a piratare film,
        va!E tu invece che ne sai?
    • il signor rossi scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      E nell'ipotesi che la connessione non ci sia che
      succede si blocca
      tutto?parliamoci chiaro: ormai senza connessione non fai nulla! Tanto la maggior parte del tempo la passi a navigare, consultare la posta, facebook eccetera, in più puoi guardarti un film quando sei in treno. Questo fanno gli utenti business. Coloro che hanno esigenze più avanzate prenderanno un notebook tradizionale.
      Se per un pc collegato ad una ADSL le situazioni
      di assenza del segnale sono oggettivamente rare,
      in mobilità direi che è vero il contrariono perché ha anche il 3G. E ricordiamoci che il target principale sono le aziende.
      perchè
      mai allora dovrei legarmi ad una risorsa, la
      rete, per fare cose che potrei fare benissimo off
      line? Per risparmiare? Ma se questi netbook
      pesano e costano anche di più di quelli
      tradizionali!per i vantaggi che darebbe a un'azienda o a un utente che deve fare un uso base del pc il fatto di avere un sistema operativo completamente senza manutenzione.
      400 euro... cavolo a 500 si trovano dei 15
      pollici con dei core i5! Poi ti vengono a
      raccontare che i netbook sono in crisi! Se
      continuano a cercare di smerciare a prezzi
      assurdi macchine nate per occupare una nicchia
      intorno ai 200 euro mi sembra ovvio che abbiano
      dei problemiè vero che i prezzi dei netbook di fascia alta sfiorano quelli dei notebook entry level, tuttavia a 4-500 euro trovi solo notebook da 2,5 kg in su, prova a guardare quanto costano i notebook con peso inferiore a 1,5 kg e ne riparliamo.Non ha senso paragonare questi oggetti con i notebook da nessun punto di vista: sono fatti per soddisfare esigenze diverse.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: il signor rossi
        - Scritto da: Enjoy with Us


        E nell'ipotesi che la connessione non ci sia che

        succede si blocca

        tutto?

        parliamoci chiaro: ormai senza connessione non
        fai nulla! Tanto la maggior parte del tempo la
        passi a navigare, consultare la posta, facebook
        eccetera, in più puoi guardarti un film quando
        sei in treno. Questo fanno gli utenti business.
        Coloro che hanno esigenze più avanzate
        prenderanno un notebook
        tradizionale.
        Magari un po di office no? magari un videogiochino no? magari un film o altro video direttamente scaricato nella memoria locale no? O forse dalle tue parti i treni in galleria hanno un segnale telefonico potente e stabile?

        Se per un pc collegato ad una ADSL le situazioni

        di assenza del segnale sono oggettivamente rare,

        in mobilità direi che è vero il contrario

        no perché ha anche il 3G. E ricordiamoci che il
        target principale sono le
        aziende.? E' proprio perchè hai una connessione mobile che sei più esposto alle cadute di linea rispetto ad una ADSL fissa!


        perchè

        mai allora dovrei legarmi ad una risorsa, la

        rete, per fare cose che potrei fare benissimo
        off

        line? Per risparmiare? Ma se questi netbook

        pesano e costano anche di più di quelli

        tradizionali!

        per i vantaggi che darebbe a un'azienda o a un
        utente che deve fare un uso base del pc il fatto
        di avere un sistema operativo completamente senza
        manutenzione.
        Manutenzione? Ma abbi pazienza che manutenzione fai al tuo SO tradizionale? Gli aggiornamenti automatici?

        400 euro... cavolo a 500 si trovano dei 15

        pollici con dei core i5! Poi ti vengono a

        raccontare che i netbook sono in crisi! Se

        continuano a cercare di smerciare a prezzi

        assurdi macchine nate per occupare una nicchia

        intorno ai 200 euro mi sembra ovvio che abbiano

        dei problemi

        è vero che i prezzi dei netbook di fascia alta
        sfiorano quelli dei notebook entry level,Ah beh se a te un i5 con scheda grafica discreta e Hd da 500 ti sembra un entry level, ti informo che un i7 quad core con scheda video top di gamma o giù di la lo trovi sotto i mille euro.
        tuttavia a 4-500 euro trovi solo notebook da 2,5
        kg in su, prova a guardare quanto costano i
        notebook con peso inferiore a 1,5 kg e ne
        riparliamo.
        http://www.restartcomputer.it/list.php?cod=VPCYA1V9E/B.IT1611 euro pesa meno di 1.5Kg ha una batteria da 6.5 ore di durata è un Sony e monta un i3 a basso voltaggio ma con prestazioni incomparabilmente superiori a quelle di un netbook.Vedi questo non fa che confermare qwuello che sostengo IO, un netbook va bene fino ad un prezzo di 200 euro, in giro invece non fanno che propinarti oggetti da 300-400 euro, quando con poco in più puoi acquistare oggetti nettamente più performanti, ovvio che abbiano problemi a venderli!
  • banca scrive:
    aggiornamenti continui
    mah, su chrome classico a ogni versione non sai mai se qualche pezzo continuerà a funzionare o qualcosa funzionerà in modo diverso o qualche estensione si perderà per strada...
  • banca scrive:
    TRE
    "I modelli 3G venduti nel nostro paese includeranno una scheda SIM con 3 GB di traffico gratuito forniti da 3 Italia (5 euro ogni 30 giorni a partire dal secondo mese)"questa promozione è valida anche per le normali penne hdspa (come accadeva in antichità)?
    • Picchiatell o scrive:
      Re: TRE
      - Scritto da: banca
      "I modelli 3G venduti nel nostro paese
      includeranno una scheda SIM con 3 GB di traffico
      gratuito forniti da 3 Italia (5 euro ogni 30
      giorni a partire dal secondo
      mese)"

      questa promozione è valida anche per le normali
      penne hdspa (come accadeva in
      antichità)?copia incolla della promozione su ipad....
    • collione scrive:
      Re: TRE
      - Scritto da: banca
      questa promozione è valida anche per le normali
      penne hdspa (come accadeva in
      antichità)?io piuttosto mi chiederei "ma questa promozione da pezzenti di darti 3 miseri GB gratis non è una vergona?" :D
      • Picchiatell o scrive:
        Re: TRE
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: banca


        questa promozione è valida anche per le normali

        penne hdspa (come accadeva in

        antichità)?

        io piuttosto mi chiederei "ma questa promozione
        da pezzenti di darti 3 miseri GB gratis non è una
        vergona?"
        :Dconsiderando che si dovrebbe lavorare in "cloud" e che non dovrebbe rimanere nukla sul netbook si....
        • lellykelly scrive:
          Re: TRE
          quindi se devo vedermi un prodotto su youtube o far vedere ad un cliente dei video nel sito dell'azienda dove lavoro, quanto durano i 3gb?no chiedere la chiave wireless a tutti i costumers non è elegante...
          • zip scrive:
            Re: TRE
            - Scritto da: lellykelly
            quindi se devo vedermi un prodotto su youtube o
            far vedere ad un cliente dei video nel sito
            dell'azienda dove lavoro, quanto durano i
            3gb?
            no chiedere la chiave wireless a tutti i
            costumers non è
            elegante...che forse avrai un contratto aziendale 3G e che questa tua domanda è un po' campata in aria?
          • napodano scrive:
            Re: TRE
            ma allora l'offerta della 3 a cosa serve ed a chi si rivolge?per me è un'inutile aggiunta che appezzentisce ulteriormente il profilo del prodotto; sembra quasi come quella tonnellata di CD di software gratuito in versione lite che ti danno in regalo con certi acquisti e che non installerai maitra l'altro dal secondo mese è anche a pagamento (5)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2011 08.54-----------------------------------------------------------
          • Rizzo Master scrive:
            Re: TRE
            Modificato dall' autore il 13 maggio 2011 08.54
            --------------------------------------------------Fa schifo questa offerta? pensa che è la migliore in italia... (guarda tim&vodafogn e piangi)
          • Funz scrive:
            Re: TRE
            - Scritto da: Rizzo Master
            Fa schifo questa offerta? pensa che è la migliore
            in italia... (guarda tim&vodafogn e
            piangi)Com'è la copertura di tre?Qualcuno sa se Wind dà un servizio migliore?
          • deactive scrive:
            Re: TRE
            5 euro e' buono, ma quanti GB offrono al mese poi dopo il primo ?con tim io pago 10 euro al mese per la connettivita' e ho 2gb di traffico.Anche questa non mi pare male, ma sono poco preparato quanto a telefonia quindi puo' darsi che ci siano offerte piu' convenienti.
  • anonimo1 scrive:
    Target
    La cosa interessante di questa novità è il target.Google non vuole far la guerra a Microsoft sul desktop o sui portatili desktop replaced generici. Vuol far la guerra a Microsoft nelle aziende. O almeno in quelle dove un PC vero è assolutamete sprecato.Sarà dura, perché il vero potere di Microsoft è proprio lì. Anche se il 100% dell'utenza casalinga passasse in blocco, ad esempio, ai Mac, nelle aziende pubbliche e private il dominio di Microsoft sarebbe ancora presente. Anche per la normale inerzia al cambiamento che le aziende hanno di solito. Se Google decidesse però di aprire il mercato alla collaborazione con le aziende informatiche che vendono e producono sistemi lato server, la cosa sarebbe indubbiamente interessante. Google ci mette i client (netbook con Chrome OS) e IBM e soci ci mettono l'infrastruttura per il cloud (aziendale ovviamente).
    • collione scrive:
      Re: Target
      a parte questo vorrei segnalare che anche negli uffici c'è stato un lento passaggio a mac negli ultimi anniil punto è che la maggior parte dei compiti aziendali per un pc si riducono a scrivere lettere con word e mandare e ricevere emailgoogle sta facendo il furbo soprattutto sul prezzo che è molto conveniente se messo in quei termini ( 20 euro al mese per avere hardware, software, assistenza, aggiornamenti, ecc... )a ciò aggiungiamo che molte aziende necessitano di sicurezza e crittografia diffusa e chromeos comincia ad assumere un significato più chiaroil mantra di chromeos è stato riassunto oggi da un'affermazione markettara di Sergey Brin http://www.networkworld.com/news/2011/051111-chrome-os-first-look.html?hpg1=bn e cioè "Windows sta torturando gli utenti"per quanto sia un'affermazione di parte ovviamente, la dice lunga sulle trafile che bisogna fare in aziende per rendere windows utonto-proof, sicuro e aggiornato
      • anonimo1 scrive:
        Re: Target
        - Scritto da: collione
        a parte questo vorrei segnalare che anche negli
        uffici c'è stato un lento passaggio a mac negli
        ultimi
        anni

        il punto è che la maggior parte dei compiti
        aziendali per un pc si riducono a scrivere
        lettere con word e mandare e ricevere
        email

        google sta facendo il furbo soprattutto sul
        prezzo che è molto conveniente se messo in quei
        termini ( 20 euro al mese per avere hardware,
        software, assistenza, aggiornamenti, ecc...
        )

        a ciò aggiungiamo che molte aziende necessitano
        di sicurezza e crittografia diffusa e chromeos
        comincia ad assumere un significato più
        chiaro

        il mantra di chromeos è stato riassunto oggi da
        un'affermazione markettara di Sergey Brin
        http://www.networkworld.com/news/2011/051111-chrom

        per quanto sia un'affermazione di parte
        ovviamente, la dice lunga sulle trafile che
        bisogna fare in aziende per rendere windows
        utonto-proof, sicuro e
        aggiornatoQuoto alla lettera.
        • 4513 scrive:
          Re: Target
          - Scritto da: anonimo1
          - Scritto da: collione

          a parte questo vorrei segnalare che anche negli

          uffici c'è stato un lento passaggio a mac negli

          ultimi

          anni



          il punto è che la maggior parte dei compiti

          aziendali per un pc si riducono a scrivere

          lettere con word e mandare e ricevere

          email



          google sta facendo il furbo soprattutto sul

          prezzo che è molto conveniente se messo in quei

          termini ( 20 euro al mese per avere hardware,

          software, assistenza, aggiornamenti, ecc...

          )



          a ciò aggiungiamo che molte aziende necessitano

          di sicurezza e crittografia diffusa e chromeos

          comincia ad assumere un significato più

          chiaro



          il mantra di chromeos è stato riassunto oggi da

          un'affermazione markettara di Sergey Brin


          http://www.networkworld.com/news/2011/051111-chrom



          per quanto sia un'affermazione di parte

          ovviamente, la dice lunga sulle trafile che

          bisogna fare in aziende per rendere windows

          utonto-proof, sicuro e

          aggiornato

          Quoto alla lettera.Che Brin abbia nel mirino un "certo tipo" di azienda è lampante... ma è altrettanto lampante che invece il "cloud" (basta guardarlo chromeOS per capirlo) ha intenzione di mettercelo lui almeno al 99.9999% (mica è scemo Brin ...anzi.... gli piace "fare il matto"... forse... ma scemo proprio no!) quelli che hanno bisogno di ibm, server farm (vera) e cloud (loro con loro servizi aziendali) non sono da ChromeOS se non ci credi... giocaci un pochino che te ne rendi conto piuttosto facilmente... credo.Per il resto forse si... si potrebbe aprire una collaborazione con IBM (forse) ma in quel caso vedo all'orizzonte politiche mooooolto diverse e paradigmi di sviluppo e controllo e rilascio mooolto più condivisi e "comunitari".... insomma IBM ha un suo "stile" e una serie di rapporti consolidati (nel bene e nel male) col mondo open source.... e il suo "stile" è molto diverso dallo stile "google-Brin" che è diverso anche (ricordarlo è bene) dallo stile "google-schmidt".Ma...Al momento la cosa non è affatto così.E Brin non è il tipo che aspetta e ama le trattative è uno del tipo "deciso, fatto, cucinato e mangiato"!E Brin oggi dentro google conta mooolto ma mooolto più di quello che contava ieri e anche di quello che contava ieri l'ineffabile Schmidt nonchè Eric...Brin è un "matto" e fino a che i fatti gli danno ragione.. corre e oggi ha tutti i mezzi per correre senza palle al piede!
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: 4513
            per capirlo) ha intenzione di mettercelo lui
            almeno al 99.9999% (mica è scemo Brin ...anzi....affermazione forte, spero che tu sia in grado di spiegarci come farà Brin a metterci il cloud in quel posto
          • 5918 scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 4513


            per capirlo) ha intenzione di mettercelo lui

            almeno al 99.9999% (mica è scemo Brin
            ...anzi....

            affermazione forte, spero che tu sia in grado di
            spiegarci come farà Brin a metterci il cloud in
            quel
            postooddio... il problema di Brin non è "metterti il cloud in quel posto" il problema di Brin è fare i soldi con il cloud (e i tui dati che trova vendibili in qualche forma più o meno aggregata ai suoi clienti)...Se questo significa o meno "metterti il cloud in quel posto" è un fatto (per lui) del tutto incidentale e che dipende dalle circostanze che di volta in volta il suo business gli renderà "necessarie"...In altri termini lo scopo di Brin non è "metterti il cloud in quel posto" lo scopo di Brin è farti usare il cloud perchè questo fa business per lui...Dovesse essere in un certo caso o circostanza necessario "metterti il cloud in quel posto" lo farà senza alcun problema e quando non gli servirà non lo farà... ma attento... Brin non è un tipo da vasellina come Schmidt ;)Personalmente io lo trovo molto più simpatico di Schmidt... come personaggio... ma ciò non toglie che non mi piace l'idea di correre il rischio di avere il "suo cloud in quel posto" (per usare la tua espressione).
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: 5918
            oddio... il problema di Brin non è "metterti il
            cloud in quel posto" il problema di Brin è fare i
            soldi con il cloud (e i tui dati che trova
            vendibili in qualche forma più o meno aggregata
            ai suoi
            clienti)...praticamente sei partito dall'assioma che chromeos ti costringe ad usare i servizi di google e adesso mi dice che Brin vuole fare soldigrazie tante, mi ero accorto anch'io che google non è una onlus (rotfl)
            Se questo significa o meno "metterti il cloud in
            quel posto" è un fatto (per lui) del tutto
            incidentale e che dipende dalle circostanze che
            di volta in volta il suo business gli renderà
            "necessarie"...si ma io voglio sapere come fa brin a costringerti ad usare il suo cloud con chromeostu hai affermato proprio questo e voglio una risposta
            In altri termini lo scopo di Brin non è "metterti
            il cloud in quel posto" lo scopo di Brin è farti
            usare il cloud perchè questo fa business per
            lui...e ancora non hai risposto alla mia domanda
            Dovesse essere in un certo caso o circostanza
            necessario "metterti il cloud in quel posto" lo
            farà senza alcun problema e quando non gli
            servirà non lo farà... ma attento... Brin non è
            un tipo da vasellina come Schmidt
            si ma come?
            Personalmente io lo trovo molto più simpatico di
            Schmidt... come personaggio... ma ciò non toglie
            che non mi piace l'idea di correre il rischio di
            avere il "suo cloud in quel posto" (per usare la
            tua
            espressione).sempre che sia possibile questa cosaper com'è fatto chromeos è impossibile constringere l'utenza ad usare uno specifico servizio di cloud computing
          • 5918 scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 5918


            oddio... il problema di Brin non è "metterti il

            cloud in quel posto" il problema di Brin è fare
            i

            soldi con il cloud (e i tui dati che trova

            vendibili in qualche forma più o meno aggregata

            ai suoi

            clienti)...

            praticamente sei partito dall'assioma che
            chromeos ti costringe ad usare i servizi di
            google e adesso mi dice che Brin vuole fare
            soldi

            grazie tante, mi ero accorto anch'io che google
            non è una onlus
            (rotfl)Meno male...


            Se questo significa o meno "metterti il cloud in

            quel posto" è un fatto (per lui) del tutto

            incidentale e che dipende dalle circostanze che

            di volta in volta il suo business gli renderà

            "necessarie"...

            si ma io voglio sapere come fa brin a
            costringerti ad usare il suo cloud con
            chromeosNon è che ti "costringe" i servizi che trovi "predisposti" sono quelliSpero che tu te ne sia accorto.Se per cambiare devi riconfigurare praticamente tutto e rifarti 99 apps su 100 tanto vale che tu parta da una minidistro dove le cose stanno già come vuoi tu!Ci arrivi o no?

            tu hai affermato proprio questo e voglio una
            rispostaNo come ti ho detto altrove devi imparare a ascoltare non a immaginare quello che ti si dice nel modo che ti fa comodo!


            In altri termini lo scopo di Brin non è
            "metterti

            il cloud in quel posto" lo scopo di Brin è farti

            usare il cloud perchè questo fa business per

            lui...

            e ancora non hai risposto alla mia domandaNo vedi la cosa è diversa non ho risposto come tu immaginavi! :D


            Dovesse essere in un certo caso o circostanza

            necessario "metterti il cloud in quel posto" lo

            farà senza alcun problema e quando non gli

            servirà non lo farà... ma attento... Brin non è

            un tipo da vasellina come Schmidt



            si ma come?
            Dove stanno secondo te mail e altro sui server di chi? (posto che tu lasci chromeos così come sta (come farà il 99% degli utonti)?

            Personalmente io lo trovo molto più simpatico di

            Schmidt... come personaggio... ma ciò non toglie

            che non mi piace l'idea di correre il rischio di

            avere il "suo cloud in quel posto" (per usare la

            tua

            espressione).

            sempre che sia possibile questa cosaLo è eccome ... come hai detto tu stesso google non è una onlus e indovina come guadagna?

            per com'è fatto chromeos è impossibile
            constringere l'utenza ad usare uno specifico
            servizio di cloud
            computingNon è questione di costrizione nessuno può costringerti (è ovvio) a usare gmail o google docs semplicemente lo trovi già fatto così!Esattamente come su Windoz un tempo trovavi (e in realtà trovi ancora in sostanza) IExploder!E nessuno "costringeva" il winaro a usarlo ... o no?Ci arrivi così o ti servono altri esempi?
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: 5918
            Non è che ti "costringe" i servizi che trovi
            "predisposti" sono
            quelli
            Spero che tu te ne sia accorto.
            Se per cambiare devi riconfigurare praticamente
            tutto e rifarti 99 apps su 100 tanto vale che tu
            parta da una minidistro dove le cose stanno già
            come vuoi
            tu!
            Ci arrivi o no?
            ma fai sul serio? quindi il fatto che ms venda office, live messenger, ie, movie maker, ecc... dovrebbe indurmi a pensare che i servizi predisposti sono quelli e quindi nessuno può proporre nient'altro?ma l'hai usato chromeos? ci sono 10-15 servizi di google in tutto e vuoi farmi credere che quelli saranno gli unici ad essere usati?c'arrivi a capire che il 99% delle applicazioni per chromeos sarà prodotto da sviluppatori terzi?
            No vedi la cosa è diversa non ho risposto come tu
            immaginavi!
            :Dnon hai risposto affatto infatti e continui a non farlospiegami come diavolo farà Brin ad importi di usare il suo cloud, le sue webapp e i suoi servizi
            Dove stanno secondo te mail e altro sui server di
            chi? (posto che tu lasci chromeos così come sta
            (come farà il 99% degli
            utonti)?
            ma hai capito che le webapp si scaricano in 3 secondi? non devi riconfigurare nessun chromeos e ogni OEM potrà proporre il suo chromeos personalizzatoè come se dicessi che windows ti costringe ad usare ie perchè è preinstallato e che per usare firefox dovrai ricompilare il kernel :D
            Lo è eccome ... come hai detto tu stesso google
            non è una onlus e indovina come
            guadagna?
            si ma come farà? verrà a casa tua con la pistola?
            Non è questione di costrizione nessuno può
            costringerti (è ovvio) a usare gmail o google
            docs semplicemente lo trovi già fatto
            così!pure android è già fatto così eppure mi pare che ci sono molti OEM che non mettono le app di google e usano le propriepure windows è fatto con ie, live, ecc... ma mi pare che ci siano OEM e utenti che lo personalizzano pesantemente
            Esattamente come su Windoz un tempo trovavi (e in
            realtà trovi ancora in sostanza)
            IExploder!che potevi benissimo non usare installando con due click firefox o opera
            E nessuno "costringeva" il winaro a usarlo ... o
            no?
            Ci arrivi così o ti servono altri esempi?e tu ci arrivi a capire che le aziende hanno servizi loro e personale in grado di installare un paio di webapp?secondo tu un'azienda che ha un suo sistema di messagging lo cambierà perchè trova gmail preinstallato?
          • 4621 scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 5918


            Non è che ti "costringe" i servizi che trovi

            "predisposti" sono

            quelli

            Spero che tu te ne sia accorto.

            Se per cambiare devi riconfigurare praticamente

            tutto e rifarti 99 apps su 100 tanto vale che tu

            parta da una minidistro dove le cose stanno già

            come vuoi

            tu!

            Ci arrivi o no?



            ma fai sul serio? quindi il fatto che ms venda
            office, live messenger, ie, movie maker, ecc...
            dovrebbe indurmi a pensare che i servizi
            predisposti sono quelli e quindi nessuno può
            proporre
            nient'altro?Non è che tu li trovi come parte dell'OS no?E comunque che razzo c'entra Mcrosfot?

            ma l'hai usato chromeos? ci sono 10-15 servizi di
            google in tutto e vuoi farmi credere che quelli
            saranno gli unici ad essere
            usati?Io non ti faccio "credere" nulla mi limito a guardare quello che c'è in chromeOS!

            c'arrivi a capire che il 99% delle applicazioni
            per chromeos sarà prodotto da sviluppatori
            terzi?E quindi?cosa ha a che fare questo col fatto che i servizi "cloud" che ci trovi sopra (di default) siano servizi google?


            No vedi la cosa è diversa non ho risposto come
            tu

            immaginavi!

            :D

            non hai risposto affatto infatti e continui a non
            farloVabbe... se le risposte non sono quelle che tu ti aspetti non sono risposte!Bella questa!(rotfl)

            spiegami come diavolo farà Brin ad importi di
            usare il suo cloud, le sue webapp e i suoi
            servizi



            Dove stanno secondo te mail e altro sui server
            di

            chi? (posto che tu lasci chromeos così come sta

            (come farà il 99% degli

            utonti)?



            ma hai capito che le webapp si scaricano in 3
            secondi? non devi riconfigurare nessun chromeos e
            ogni OEM potrà proporre il suo chromeos
            personalizzatoMa hai capito o no che nessun "OEM" si occupa di cloud e l'unico che ha reale (e economica convenienza a farlo) non è un OEM ma google?

            è come se dicessi che windows ti costringe ad
            usare ie perchè è preinstallato e che per usare
            firefox dovrai ricompilare il kernel
            :DInfatti non ti costringe ma "guarda caso" le quote di IE sono diminuite alla grande da quando ci hanno messo (soluzione solo parzialissima) il "ballot screen".Ci sara un motivo?(rotfl)


            Lo è eccome ... come hai detto tu stesso google

            non è una onlus e indovina come

            guadagna?



            si ma come farà? verrà a casa tua con la pistola?Perchè MS viene a casa tua con la pistola?(rotfl)


            Non è questione di costrizione nessuno può

            costringerti (è ovvio) a usare gmail o google

            docs semplicemente lo trovi già fatto

            così!

            pure android è già fatto così eppure mi pare che
            ci sono molti OEM che non mettono le app di
            google e usano le
            proprieMa che razzo dici?Al massimo sono personalizzazioni di skin e widget o poco di altro!Il cloud è interamente e sostanzialmente GOOGLE!Android è un ottimo sistema e con target moooltoooooo diverso e di uso estremamente "meno focalizzato" di chromeOS ma è palesemente (e ovviamente) "google oriented" sul "cloud" se questo ha almeno uno straccio di giustificazione "ragionevole" in un device di quel tipo orientato alla mobilità primariamente, diventa alquanto discutibile in un "terminale/thin-client" di tipo aziendale!Ci arrivi o non ci arrivi?

            pure windows è fatto con ie, live, ecc... ma mi
            pare che ci siano OEM e utenti che lo
            personalizzano
            pesantementeAridaie....Ma a te sembra che MS sia un "ottimo esempio da seguire"?No perchè se non ti è chiaro neppure questo di che stiamo parlando?


            Esattamente come su Windoz un tempo trovavi (e
            in

            realtà trovi ancora in sostanza)

            IExploder!

            che potevi benissimo non usare installando con
            due click firefox o
            operaMa che di fatto hai dovuto scalzare a calci in XXXX e "ballot screen" Sbaglio o tutti i cosidetti "opensorciari" compreso il sottoscritto (e persino una certa quantità di macachi) identificavano in questo come una politica di lock-in da parte di MS?...Certo caro "linaro doc" che se il tuo modello era MS non avevi che da dirlo subito... invece che fare tutti questi esempi MS-LIKE che stai facendo ora... sarebbe stato tutto molto più chiaro!Così ci capivamo meglio no?(rotfl)


            E nessuno "costringeva" il winaro a usarlo ... o

            no?

            Ci arrivi così o ti servono altri esempi?

            e tu ci arrivi a capire che le aziende hanno
            servizi loro e personale in grado di installare
            un paio di
            webapp?Certo e con questo?Rispondi solo ad una domandina semplice semplice...Secondo te Brin da dove pensa di guadagnare con chromeOS?(rotfl)e perchè?(rotfl)

            secondo tu un'azienda che ha un suo sistema di
            messagging lo cambierà perchè trova gmail
            preinstallato?Aridaie...Secondo te perchè su MS trovi/trovavi preinstallato outlook e IExploder?
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: 4621
            E quindi?
            cosa ha a che fare questo col fatto che i servizi
            "cloud" che ci trovi sopra (di default) siano
            servizi
            google?Io non vedo dove sta il problema. È giusto che Google inserisca i suoi servizi nel suo sistema operativo. Apple non lo fa?Non ti piace che Google ci inserisca i SUOI servizi nel SUO OS?Scaricati i sorgenti di ChromiumOS e facci un fork.
            Ma hai capito o no che nessun "OEM" si occupa di
            cloud e l'unico che ha reale (e economica
            convenienza a farlo) non è un OEM ma
            google?Ma chi te lo dice?Ma credi che se il modello cloud computing andrà a buon fine gli altri resteranno a guardare?Il cloud computing ormai è la strada che anche Microsoft sta intraprendendo con Windows Azure, che non solo è una piattaforma cloud stand-alone, ma è costituito da un insieme di API e tecnologie che faranno parte di Windows 8. Quindi è normale che poi, la maggior parte dei fornitori di servizi inzieranno a proporre le loro WebApp. Per il momento è normale che sarà solo Google a usufruirne. Ma non bisogna limitarsi a guardare l'oggi.
            Infatti non ti costringe ma "guarda caso" le
            quote di IE sono diminuite alla grande da quando
            ci hanno messo (soluzione solo parzialissima) il
            "ballot
            screen".

            Ci sara un motivo?
            (rotfl)C'è una differenza. Windows (e IE) era preinstallato su TUTTI i PC (e notebook) esistenti. Google ChromeOS in soli due modelli. Inoltre chi vuole contiuare a usufruire dei servizi cloud Windows Live, Yahoo, Facebook ecc. lo può fare tranquillamente. Continuo a non capire il tuo problema.
            Perchè MS viene a casa tua con la pistola?
            (rotfl)Microsoft la "pistola" la puntava in faccia agli OEM. Google no.
            Ma che razzo dici?
            Al massimo sono personalizzazioni di skin e
            widget o poco di
            altro!E penso che il tema possa essere cambiato anche su ChromeOS, utilizzando i temi di Chrome.
            Il cloud è interamente e sostanzialmente GOOGLE!Per ora.
            sul "cloud" se
            questo ha almeno uno straccio di giustificazione
            "ragionevole" in un device di quel tipo orientato
            alla mobilità primariamente, diventa alquanto
            discutibile in un "terminale/thin-client" di tipo
            aziendale!
            Ci arrivi o non ci arrivi?Perchè diventa discutibile?Ad una azienda potrebbe fare anche comodo avere una piattaforma cloud (come offre Microsoft con Azure) visto che le permetterebbe di essere produttiva dovunque.Il cloud ha molti vantaggi. Resta da capire come verrà impostato.
            Aridaie....
            Ma a te sembra che MS sia un "ottimo esempio da
            seguire"?Microsoft è un modello quanto Google o Apple. Sono tutte aziende che hanno interesse nei quattrini.Dire: "Microsoft è cattiva ed Apple è buona" è un modo di pensare idiota.
            No perchè se non ti è chiaro neppure questo di
            che stiamo
            parlando?Di Cloud Computing
            Sbaglio o tutti i cosidetti "opensorciari"
            compreso il sottoscritto (e persino una certa
            quantità di macachi) identificavano in questo
            come una politica di lock-in da parte di
            MS?
            ...Non si criticava Microsoft per il lock-in su Windows, ma per il suo abuso di posizione che porta quel lock-in ad essere lo standard-de-facto.Quì è diverso. Inoltre questi netbook sono progettati per coloro che passano le giornate a navigare su internet e vogliono avere sempre tutti i servizi online a portata di click. Questo per me è un vantaggio enorme, soprattutto se si pensa che il cloud computing potrebbe essere un buon cavallo di battaglia per il wi-fi libero.
            Certo e con questo?
            Rispondi solo ad una domandina semplice
            semplice...
            Secondo te Brin da dove pensa di guadagnare con
            chromeOS?
            (rotfl)Con i suoi servizi. E a me che mi frega del suo guadagno? I soldi glieli devo dare io? No. Mi sta imponendo di usare quel software? No. Mi sta imponendo di non poter visionare e modificare i sorgenti? No.E allora di che stiamo parlando?
            e perchè?
            (rotfl)Perchè la sua azienda ha un fatturato e perchè non vive di onori e glorie.Ma ripeto, a me che mi frega?
            Aridaie...
            Secondo te perchè su MS trovi/trovavi
            preinstallato outlook e
            IExploder?Perchè in un suo sistema operativo una qualsiasi azienda può mettere un collegamento ai suoi servizi.Non si è mai criticato ciò. Si è criticato l'abuso di posizione dominante e l'imposizione alla non scelta.Altrimenti dovremmo fare lo stesso discorso con Mac OS X che preinstalla Safari, QuickTime ecc.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2011 15.36-----------------------------------------------------------
          • 271 scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: 4621
            Io non vedo dove sta il problema. È giusto che
            Google inserisca i suoi servizi nel suo sistema
            operativo. Apple non lo
            fa?
            Non ti piace che Google ci inserisca i SUOI
            servizi nel SUO
            OS?
            Scaricati i sorgenti di ChromiumOS e facci un
            fork.Ma infatti ..Quello che ho detto (in vari post) è sostanzialmente1) non ci vedo poi tutta sta rivoluzione "tecnicamente" parlando2) ci si puo fare una distro molto simile (personalizzata)3) si può partire addirittura da quella di G.. e piallarla sulle proprie esigenze.


            convenienza a farlo) non è un OEM ma

            google?
            Ma chi te lo dice?La sostanza dei fatti che riscontro a tutt'oggi! :DLe "potenzialità" (potrebbe, sarà, diventerà) non sono fatti.
            Ma credi che se il modello cloud computing andrà
            a buon fine gli altri resteranno a
            guardare?No ma credo che Google sia (nei fatti) in una posizione che sta tra il "dominante" e il "superprivilegiato" attualmente o a te sembra il contrario?Credo altresì che entrare su quel mercato da zero allo stato attuale sia alquanto compreso tra l'improbabile e l'estremamente difficoltoso.E osservo altresì (senza avercela PREgiudizialmente con google ma a POSTeriori) di avere visto un certo numero di acquisizioni da parte di google (youtube ecc.) che questo mi ricorda un certo "pattern" strategico (non si parla di cloud ma la sostanza mutatis mutandis è quella) di una certa azienda....Vedi te! :DE N.B. non sto parlando di "supposizioni", di "forse" e "si vedrà" quello che ti ho appena detto oltre che sotto i miei occhi e sotto i tuoi (ugualmente) io poi ne traggo le mie "personalissime" conclusioni le tue possono essere diverse fino a che vuoi ma i fatti restano quello che sono l'unico spazio interpretativo che c'è è sulle "conclusioni" che si possono trarre (diverse le tue dalle mie a quanto pare) ma i fatti non si toccano!Quelli sono e quelli restano!
            Il cloud computing ormai è la strada che anche
            Microsoft sta intraprendendo con Windows Azure,
            che non solo è una piattaforma cloud stand-alone,
            ma è costituito da un insieme di API e tecnologie
            che faranno parte di Windows 8. Quindi è normale
            che poi, la maggior parte dei fornitori di
            servizi inzieranno a proporre le loro WebApp. Per
            il momento è normale che sarà solo Google a
            usufruirne. Ma non bisogna limitarsi a guardare
            l'oggi.Azure è ancora (il lupo perde il pelo e non il vizio) in una logica MS-tie-in.Ma non è questo il punto MS non è in realtà un vero concorrente di google basta che guardi da dove e come incassano revenues!I modelli di business sono (per ora) del tutto alternativi uno è royalty based l'altro è tutto un altro film!Come si possa (per ora) paragonarli mi pare francamente "misterioso" (a voler essere buoni).


            Ci sara un motivo?

            (rotfl)
            C'è una differenza. Windows (e IE) era
            preinstallato su TUTTI i PC (e notebook)
            esistenti. Google ChromeOS in soli due modelli.
            Inoltre chi vuole contiuare a usufruire dei
            servizi cloud Windows Live, Yahoo, Facebook ecc.
            lo può fare tranquillamente. Continuo a non
            capire il tuo
            problema.Non capisci solo perchè non tieni conto della posizione dominante che google ha nel cloud!


            Perchè MS viene a casa tua con la pistola?

            (rotfl)
            Microsoft la "pistola" la puntava in faccia agli
            OEM. Google
            no.No google non punta la pistola usa un paradigma molto più semplice (e furbo) che si traduce così:Caro Produttore e OEM...A ciascuno il suo mestiere a ciascuno la sua fetta di tortaTu fai il produttore HW e vendi senza pagare royalties (a me non interessa)E io invece faccio i soldi sul mio business (advertising ecc.) che non è in concorrenza col tuo! ;)Simple as that!

            snip...

            alla mobilità primariamente, diventa alquanto

            discutibile in un "terminale/thin-client" di
            tipo

            aziendale!

            Ci arrivi o non ci arrivi?
            Perchè diventa discutibile?
            Ad una azienda potrebbe fare anche comodo avere
            una piattaforma cloud (come offre Microsoft con
            Azure) visto che le permetterebbe di essere
            produttiva
            dovunque
            Il cloud ha molti vantaggi. Resta da capire come
            verrà
            impostato.Appunto al momento google domina "as a matter of facts".


            Aridaie....

            Ma a te sembra che MS sia un "ottimo esempio da

            seguire"?
            Microsoft è un modello quanto Google o Apple.
            Sono tutte aziende che hanno interesse nei
            quattrini.
            Dire: "Microsoft è cattiva ed Apple è buona" è un
            modo di pensare
            idiota.è altrettanto idiota dire google invece è buona!Non si tratta di fare il "tifo" per altri che per noi stessi (non per o contro Apple, MS o google) non è che google in se mi piace più (o meno) di MS o Apple!Per me sono la stessa cosa (salvo che ciascuno dei 3 ha il suo modello di business differente)..La cosa migliore per noi è sempre quella che ci lascia più liberi e con meno "dominatori".
            rsnip

            Sbaglio o tutti i cosidetti "opensorciari"

            compreso il sottoscritto (e persino una certa

            quantità di macachi) identificavano in questo

            come una politica di lock-in da parte di

            MS?

            ...
            Non si criticava Microsoft per il lock-in su
            Windows, ma per il suo abuso di posizione che
            porta quel lock-in ad essere lo
            standard-de-facto.
            Quì è diverso. Inoltre questi netbook sono
            progettati per coloro che passano le giornate a
            navigare su internet e vogliono avere sempre
            tutti i servizi online a portata di click. Questo
            per me è un vantaggio enorme, soprattutto se si
            pensa che il cloud computing potrebbe essere un
            buon cavallo di battaglia per il wi-fi
            libero.è diverso dove ?Qualcuno sul cloud è paragonabile a Google? :)
            snip

            (rotfl)
            Con i suoi servizi. E a me che mi frega del suo
            guadagno? I soldi glieli devo dare io? No. Mi sta
            imponendo di usare quel software? No. Mi sta
            imponendo di non poter visionare e modificare i
            sorgenti?
            No.
            E allora di che stiamo parlando?Di un potenziale monopolista!


            e perchè?

            (rotfl)
            Perchè la sua azienda ha un fatturato e perchè
            non vive di onori e
            glorie.
            Ma ripeto, a me che mi frega?Nulla se non ti sottrae la possibilità di scegliere, di fare il tuo business, e lascia agli altri nel suo settore la stessa possibilità...

            IExploder?
            Perchè in un suo sistema operativo una qualsiasi
            azienda può mettere un collegamento ai suoi
            servizi.
            Non si è mai criticato ciò. Si è criticato
            l'abuso di posizione dominante e l'imposizione
            alla non
            scelta.
            Altrimenti dovremmo fare lo stesso discorso con
            Mac OS X che preinstalla Safari, QuickTime
            ecc.Infatti è proprio questo il punto..Google è (che tu tene renda conto o meno) in posizione dominante!
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            Guarda, rispetto il tuo punto di vista, che è obbiettivo e interessante.Però credo che prima di parlare di dominus bisognerà vedere quanto ChromeOS riuscirà a sfondare.Magari farà un buco nell'acqua e di tutto sto cloud non se ne farà nulla.Però credo che bisognerà fasciarsi la testa DOPO che ciò accadrà, non prima.Assolutamente. il mio modo di vedere non è di difesa a Google. Io infatti penso che Google sia esattamente come Microsoft ed Apple. Però credo che stavolta i presupposti per il dominio non ci sono (anche perchè credo che il mondo informatico sia diverso da vent'anni fa e di aziende che investono nell'IT in modo sconsiderato e senza un minimo di criterio ce ne sono ben poche, IMHO).
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: 4621
            Non è che tu li trovi come parte dell'OS no?
            E comunque che razzo c'entra Mcrosfot?
            tu hai detto che il problema è che gmail la trovi già nel chromebookio ho fatto notare che pure ie9 lo trovi già in windows, eppure c'è chi usa firefoxdunque il fatto che un'applicazione ( web o standalone ) sia preinstallata non vuol dire che sarà usataquesto smonta il tuo assioma secondo cui chromeos costringerà gli utenti ad usare i servizi di google
            Io non ti faccio "credere" nulla mi limito a
            guardare quello che c'è in
            chromeOS!
            appunto, io l'ho visto cosa c'è e ci sono una decina di link a gmail e socisviluppo applicazioni ( estensioni più che altro ) per chrome e so che le webapp che sviluppo non dipendono dai server di googlequindi il problema dov'è?
            E quindi?
            cosa ha a che fare questo col fatto che i servizi
            "cloud" che ci trovi sopra (di default) siano
            servizi
            google?ecco appunto, il fatto che li trovi installati ti impedisce forse di non usarli?
            Vabbe... se le risposte non sono quelle che tu ti
            aspetti non sono
            risposte!
            Bella questa!
            (rotfl)in pratica non hai argomenti e te ne esci con un rotfl?
            Ma hai capito o no che nessun "OEM" si occupa di
            cloud e l'unico che ha reale (e economica
            convenienza a farlo) non è un OEM ma
            google?
            ma lol e che c'entra adesso che nessun OEM si occupa di cloud? un OEM può avere contratti con microsoft per fornire soluzioni cloud di quest'ultima su chromeosè solo un esempio ma serve per capire che chromeos != google cloud
            Infatti non ti costringe ma "guarda caso" le
            quote di IE sono diminuite alla grande da quando
            ci hanno messo (soluzione solo parzialissima) il
            "ballot
            screen".
            veramente tutti gli analisti dicono che il ballot non è servito ad un tubo e che firefox ha continuato a crescere come prima, chrome è schizzato e opera è rimasto lì dov'era
            Ci sara un motivo?la bontà di firefox non certo il ballottaggio
            Perchè MS viene a casa tua con la pistola?
            (rotfl)rispondi alle domande con altre domande??
            Ma che razzo dici?
            Al massimo sono personalizzazioni di skin e
            widget o poco di
            altro!e l'eliminazione delle applicazioni di google ti sfugge?
            Il cloud è interamente e sostanzialmente GOOGLE!SBAGLIATO!!!!!! quindi il cloud di amazon, rackspace, microsoft non esiste?
            Ci arrivi o non ci arrivi?
            sei tu che non ci arrivi caro miomi spieghi in che modo Brin ti farà usare il suo cloud? fammi un esempio
            Aridaie....
            Ma a te sembra che MS sia un "ottimo esempio da
            seguire"?non è un ottimo esempio ma è l'esempio di come la preinstallazione non porta sempre i risultati volutiie è in caduta libera nonostante sia preinstallato e non è merito del ballottaggio :D
            No perchè se non ti è chiaro neppure questo di
            che stiamo
            parlando?
            appunto, di che stai parlando? farfugli circa le mire di dominio assoluto di Brin senza minimamente considerare le realtà aziendali
            Ma che di fatto hai dovuto scalzare a calci in
            XXXX e "ballot screen"
            ma dove? http://www.favbrowser.com/shocker-browser-ballot-screen-made-little-to-no-difference/
            Sbaglio o tutti i cosidetti "opensorciari"
            compreso il sottoscritto (e persino una certa
            quantità di macachi) identificavano in questo
            come una politica di lock-in da parte di
            MS?e infatti è così, ma microsoft non si è mai limitata ad offrirti solo programmi, ma programmi + sistema + formati chiusigoogle ti mette un link a gmail che puoi levare in 2 secondi

            e tu ci arrivi a capire che le aziende hanno

            servizi loro e personale in grado di installare

            un paio di

            webapp?

            Certo e con questo?ecco questa è la prova che non hai capito niente di come funzionano le aziendecomplimenti (rotfl)
            Secondo te Brin da dove pensa di guadagnare con
            chromeOS?
            (rotfl)
            e perchè?
            (rotfl)
            ma non mi frega un tubo di dove pensa di guadagnare, a me interessa che l'azienda X può usare chromeos e il suo cloud interno con il suo server imap



            secondo tu un'azienda che ha un suo sistema di

            messagging lo cambierà perchè trova gmail

            preinstallato?
            Aridaie...
            Secondo te perchè su MS trovi/trovavi
            preinstallato outlook e
            IExploder?ma outlook è un software e fa tutto quello che serve alle aziendeusare gmail al posto della tua infrastruttura di posta significa dover stravolgere tutta la rete aziendaleè così difficile da capire?outlook lo configuri per interfacciarsi al tuo server imap, gmail invece ti impone una migrazione verso un'altra piattaformachi è tanto folle da fare una cosa del genere all'improvviso?
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            Collione, è inutile. Ormai, mi rendo conto che in questo forum parlare di argomenti tecnici è sprecato.Mi dispiace solo per il nome: Punto Informatico . Di informatico, ormai, ha ben poco.Ormai si parla solo di articoli/caz*ate tesi a scatenare i soliti troll.Stavo ancora aspettando un articolo sulla Slack, che non è mai arrivato. :(
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: Darwin
            Mi dispiace solo per il nome: Punto
            Informatico . Di informatico, ormai, ha ben
            poco.
            abbiamo Maruccia :D

            Stavo ancora aspettando un articolo sulla Slack,
            che non è mai arrivato.
            :(beh in effetti visti gli aggiornamenti alla distribuzione, un articolo non avrebbe fatto male
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            abbiamo Maruccia :DMaruccia? Ah si, quello che diceva: Windows è più sicuro di Linux, tiè e che diceva di non aver scritto che zeus attaccava Windows perchè tanto era scontato, vista la sua percentuale di utilizzo (rotfl) (rotfl)
            beh in effetti visti gli aggiornamenti alla
            distribuzione, un articolo non avrebbe fatto
            maleEh, ma penso che si siano bloccati al download della ISO. Magari non avevano capito che bastava cliccare col tasto sinistro sul link per effettuare il download. (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2011 19.35-----------------------------------------------------------
      • sgabe scrive:
        Re: Target
        Nelle aziende si lavora, sempre con programmi scritti per quel determinatto problema, contabilità per quel settore, gestione magazzino per quel settore, quando nn proprio programmi scritti per quel cliente... quello è il punto o tutto questo si trasferisci sul web, o questi così sono inutile..una strada percorribile ma a lungo termine, tu pensa che io vedo ancora programmi in dos.... quanti anni ci vorranno ancora per la conversione da applicativi grafici a applicativi web, 10? 20?
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Target
          Infatti
        • collione scrive:
          Re: Target
          - Scritto da: sgabe
          Nelle aziende si lavora, sempre con programmi
          scritti per quel determinatto problema,
          contabilità per quel settore, gestione magazzino
          per quel settore, quando nn proprio programmi
          scritti per quel cliente... quello è il punto o
          tutto questo si trasferisci sul web, o questivero però ci sono delle cose da notareil trasferimento è già in corso, nel senso che le applicazioni RIA stanno aumentando man mano e il percorso ( google, microsoft, apple ) è quello del cloud, quindi bene o male bisognerà adattarsinaturale che oggi ci sono millemila applicazioni win32 usate nelle aziende, applicazioni che non si possono tradurre in javascript dall'oggi al domanima è pur vero che native client ti aiuta in questo ed inoltre una webapp è cross-platform, un bell'incentivo per gli sviluppatori
          così sono inutile..una strada percorribile ma a
          lungo termine, tu pensa che io vedo ancora
          programmi in dos.... quanti anni ci vorrannoesatto, la strada che google sta intraprendendo è la stessa che intraprese ms 30 anni faloro sanno benissimo che il cambiamento non avverrà dall'oggi al domani, ma del resto se vuoi essere a capo di una rivoluzione devi entrarci quando è ancora in una fase embrionale
          • FDG scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            il trasferimento è già in corso, nel senso che le
            applicazioni RIA stanno aumentando man mano e il
            percorso ( google, microsoft, apple ) è quello
            del cloud, quindi bene o male bisognerà
            adattarsiÈ una strada che sta percorrendo anche MS.
          • collione scrive:
            Re: Target
            ma infatti è un trend ormai trasversalesolo apple si sta defilando in parte, perchè adotta quelle soluzioni solo in ambiti specifici ( la musica online ad esempio )la cosa più importante è invece l'uso massiccio di linguaggi di scripting e a marcatori nello sviluppo delle applicazionila moda di usare linguaggi simil-html e javascript è molto interessante
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            ma infatti è un trend ormai trasversaleConcordo.
            solo apple si sta defilando in parte, perchè
            adotta quelle soluzioni solo in ambiti specifici
            ( la musica online ad esempio
            )Ma credo che prima o poi, anche lei inizierà a basarsi sul cloud.
            la cosa più importante è invece l'uso massiccio
            di linguaggi di scripting e a marcatori nello
            sviluppo delle
            applicazioniConcordo.Infatti penso che nello sviluppo cloud si assisterà ad un progressivo abbandono dei vecchi linguaggi compilati. Non perchè siano scadenti, ma perchè, al di là della scrittura di un sistema operativo, serviranno a ben poco. Specie quando si hanno a disposizione linguaggi interpretati che offrono vantaggi di interoperabilità maggiori, senza perdere in funzioni (basti pensare a Perl o Python per rendersi conto della potenza di questi linguaggi).Quindi penso che il C, C++ ecc. diventeranno linguaggi relegati a compiti specifici, mentre le app verranno scritte in linguaggi più facilmente portabili.
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: Darwin
            Ma credo che prima o poi, anche lei inizierà a
            basarsi sul
            cloud.certo, se Steve capisce che così può controllare i movimenti dei suoi fan lo farà di sicuro :D
            Infatti penso che nello sviluppo cloud si
            assisterà ad un progressivo abbandono dei vecchi
            linguaggi compilati. Non perchè siano scadenti,i linguaggi compilati hanno un grosso handicap e cioè ti costringono ad offrire eseguibili che non sfruttano mai appieno le capacità dell'hardwareoggi i proXXXXXri si evolvono rapidamente e avere un software che gira su pentium è prassi, anche se così perdi le ottimizzazioni delle nuove architettured'altra parte i compilatori jit sono diventati sempre più performanti e abili nell'ottimizzare il codice nativo e lo fanno anche velocemente ( vedi llvm )stando così le cose ha veramente senso continuare ad offrire eseguibili nativi?
            si hanno a disposizione linguaggi interpretati
            che offrono vantaggi di interoperabilitàil bello è che quei linguaggi interpretati che erano lenti come la morte, oggi sono compilati jit e riescono a pareggiare le performance dei linguaggi compilati aotè incredibile vedere che lua se la gioca con c++ alla parigoogle con v8 ha inaugurato un trend di vm javscript sempre più performanti
          • FDG scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: collione
            ma infatti è un trend ormai trasversale

            solo apple si sta defilando in parte, perchè
            adotta quelle soluzioni solo in ambiti specifici
            (la musica online ad esempio)Credo siano partiti col piede sbagliato (vedi mobile me). Ma non penso che vogliano stare a guardare.
            la cosa più importante è invece l'uso massiccio
            di linguaggi di scripting e a marcatori nello
            sviluppo delle applicazioni

            la moda di usare linguaggi simil-html e
            javascript è molto interessanteIo preferisco approcci concreti. Ora che è disponibile un prodotto, che problemi può risolvere ora e quali non può risolvere? Non vorrei che il concetto espresso col chromebook diventasse solo una moda infarcita di buzzword e alla fine troppa gente ci si scottasse. Alla fine questo nuocerebbe al sucXXXXX dell'idea.
          • collione scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: FDG
            Io preferisco approcci concreti. Ora che è
            disponibile un prodotto, che problemi può
            risolvere ora e quali non può risolvere? Non
            vorrei che il concetto espresso col chromebook
            diventasse solo una moda infarcita di buzzword e
            alla fine troppa gente ci si scottasse. Alla fine
            questo nuocerebbe al sucXXXXX
            dell'idea.almeno riguardo google sembra che abbiano le idee chiare, ovvero javascript per tutto ciò che si può fare con questo linguaggio e native client per codice performanted'altro cloud closure ( il framework javascript di chromeos ) è decisamente completoovviamente sarà nei prossimi mesi che si vedrà cosa manca e quanto queste mancanze incidono sul lavoro dei programmatori
      • FDG scrive:
        Re: Target
        - Scritto da: collione
        a parte questo vorrei segnalare che anche negli
        uffici c'è stato un lento passaggio a mac negli
        ultimi anniPenso si tratta di situazioni in cui singoli hanno preferito questa scelta. Tra i miei colleghi ce ne sono diversi (me compreso).
        il punto è che la maggior parte dei compiti
        aziendali per un pc si riducono a scrivere
        lettere con word e mandare e ricevere
        emailNon esageriamo. Però è un caso diffuso.
        a ciò aggiungiamo che molte aziende necessitano
        di sicurezza e crittografia diffusa e chromeos
        comincia ad assumere un significato più chiaroQuesto è interessante.Ci sono diverse questioni da affrontare. Per iniziare serve il software, cioè le applicazioni web aziendali (e siamo sulla buona strada).
    • lroby scrive:
      Re: Target
      - Scritto da: anonimo1
      Anche se il 100% dell'utenza
      casalinga passasse in blocco, ad esempio, ai Mac,NON succederà mai, scordatelo!
      • zip scrive:
        Re: Target
        - Scritto da: lroby
        - Scritto da: anonimo1

        Anche se il 100% dell'utenza

        casalinga passasse in blocco, ad esempio, ai
        Mac,
        NON succederà mai, scordatelo!vedrei una cupa e annaspante sopravvivenza della iroby ediscion
        • lroby scrive:
          Re: Target
          - Scritto da: zip
          vedrei una cupa e annaspante sopravvivenza della
          iroby
          ediscionsenza la "i" comunque.. Roby Edition, e comunque fino a quando io sarò su questa terra, non potrà MAI esserci il 100% dell'utenza domestica che passa a Apple! :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Target
            Resterai solo tu? :D
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: ruppolo
            Resterai solo tu? :DIo, mia moglie, i miei amici e i miei clienti :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: ruppolo

            Resterai solo tu? :D
            Io, mia moglie, i miei amici e i miei clienti :D4400? :D
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: lroby

            - Scritto da: ruppolo


            Resterai solo tu? :D

            Io, mia moglie, i miei amici e i miei clienti :D

            4400? :Dqualcuno in meno.. :D
          • sgabe scrive:
            Re: Target
            anch'io mi associo, ma è un guerra fin troppo facile, apple sopra il 10% dei pc non salirà mai...
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: sgabe

            anch'io mi associo, ma è un guerra fin troppo
            facile, apple sopra il 10% dei pc non salirà
            mai...ehm... in nord america sta al 14%http://gs.statcounter.com/#os-na-monthly-201004-201104scusa se ti ho incasinato la giornata :D
          • sgabe scrive:
            Re: Target
            si appunto in nord america.... il mondo è un pò più complesso degli usa, e in sud america, nessuno comprerà un pc a più di 400 $... questo lo capirete o no..che il reddito medio di alcuni paesi è inferiore al costo del vostro ipad???... E che forse un netbook da 190 euro è per quei paesi uno strumento informatico perfetto???..Oppure pensare solo al centro di ny o di londra...il mondo è più complesso di quello che i fighetti di apple pensano...
          • 6373 scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: sgabe
            si appunto in nord america.... il mondo è un pò
            più complesso degli usa, e in sud america,
            nessuno comprerà un pc a più di 400 $... questo
            lo capirete o no..che il reddito medio di alcuni
            paesi è inferiore al costo del vostro ipad???...
            E che forse un netbook da 190 euro è per quei
            paesi uno strumento informatico
            perfetto???..Oppure pensare solo al centro di ny
            o di londra...il mondo è più complesso di quello
            che i fighetti di apple
            pensano...Non dirgli così ora fanno partire la solita sequela di .."pezzente"... "non telo puoi permettere"... "io e la ferrari..."eccheppalle!
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: 6373
            "pezzente"... "non telo puoi permettere"... "io e
            la
            ferrari..."
            eccheppalle!Guarda che c'è gente (poca ma c'è) che non si crea problemi a spendere qualche migliaio di euro per un pc favoloso nasa-like ma non prenderebbe un mac nemmeno scontato del 80% perchè gli fa proprio schifo la apple.
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: lroby

            Guarda che c'è gente (poca ma c'è) che non si
            crea problemi a spendere qualche migliaio di euro
            per un pc favoloso nasa-like ma non prenderebbe
            un mac nemmeno scontato del 80% perchè gli fa
            proprio schifo la apple.vero!si chiamano fanboy :D
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            vero!

            si chiamano fanboy :De perchè dovrebbero chiamarsi fanboy? (newbie)(newbie)
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: lroby

            e perchè dovrebbero chiamarsi fanboy?
            (newbie)(newbie)perchè se mi dici che ti fa schifo la apple.. non stai facendo una critica molto tecnica ;)ad esempio, sopra hai scritto che se ti proponessero questohttp://www.apple.com/it/macpro/design.html#expansiona 500euro non lo compreresti comunque..e perchè? perchè ti fa schifo la apple..bel ragionamento... per un fanboy ;)..a meno che ho capito male il tuo post? "non prenderebbe un mac nemmeno scontato del 80% perchè gli fa proprio schifo la apple."
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            bel ragionamento... per un fanboy ;)

            ..a meno che ho capito male il tuo post?
            "non prenderebbe un mac nemmeno scontato del
            80% perchè gli fa proprio schifo la
            apple." Quindi se mi fa schifo la fiat, e preferisco altre mille case al suo posto (peugeot, mazda, ford etc.etc.) sono un fanboy?una volta il fanboy era quello che adorava una casa in particolare perchè la reputava la migliore nel suo settore (un po come fa ruppolo con la mela).Comunque per tornare OT, la apple mi fa schifo mica perchè si chiama apple, ma perchè ha delle caratteristiche tali che me la fanno deprezzare (prezzi, limiti vari, imposizioni etc.etc.)
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: lroby

            una volta il fanboy era quello che adorava una
            casa in particolaresì, ma come ogni cosa, anche il fanboy ha il suo duale, che è l'hater.ed essendo il duale, è fatto esattamente della stessa pasta del fanboy, è un tifoso senza senso critico.lo dimostra il fatto che se ti offrissero il mac di cui sopra a 500 euro, tu non lo compreresti..e la cosa non è per nulla razionale, o perlomeno dovresti mostrarmi cosa prenderesti tu a 500 euro, e perchè lo riterresti miglioreIntel Xeon Quad-Core 2,8GHz3GB RAM 1333MHz1GB HD 7200rpmATI Radeon HD 5770 1 GB wireless magic mouse e wireless keyboardricordati di includere un case che sia un minimo all'altezza ;)[img]http://images.apple.com/euro/macpro/images/design_expansion_hero20100727.png[/img][img]http://images.apple.com/euro/macpro/images/design_memory_hero20090303.png[/img][img]http://images.apple.com/euro/macpro/images/design_storage_hero20090303.png[/img]
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            lo dimostra il fatto che se ti offrissero il mac
            di cui sopra a 500 euro, tu non lo
            compreresti..
            e la cosa non è per nulla razionale, o perlomeno
            dovresti mostrarmi cosa prenderesti tu a 500
            euro, e perchè lo riterresti
            miglioreIl fatto che io non comprerei nessun tipo di Mac nemmeno per 500 euro non significa che non sarei disposto a spendere qualche migliaio per un super pc nasalike (con tanto di display 27" LED Asus).Giusto per fare un piccolo elenco dei componenti completo, avremo :Intel 980-X (3.33ghz di serie, tiene i 4ghz con la sua fan di serie!)12gb ddr3 1600mhz triple channel corsair con dissi passivoAsus P6X58D PremiumSapphire HD5970 2gb ddr5 dual gpudvd-rw AsusCase HAF932alim. Cooler Master 1000WX-FI Champion Fatality Editiondue sdd64gb Kingston in raid0 per win7 64bitdue hitachi 1tb in raid0 per dati e programmiun hitachi 2tb per xp per giochi vecchizalman due hdd sata 500gb cadauno in raid 0 su usb 3.0hdd 1tb esterno su esatamouse usb logitech ottico oem(la tastiera ce l'ho da 5 anni, è una zboard di quelle che puoi cambiare la mappatura in base al tipo di gioco che giochi)
          • gerry scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            perchè se mi dici che ti fa schifo la apple.. non
            stai facendo una critica molto tecnica
            ;)

            ad esempio, sopra hai scritto che se ti
            proponessero
            questo
            http://www.apple.com/it/macpro/design.html#expansi
            a 500euro non lo compreresti comunque..

            e perchè? perchè ti fa schifo la apple..Ci si può mettere linux?Scherzi a parte, a me piace giocerellare con linux, un mac non è adatto o è meno adatto di altre macchine o ha un rapporto costo/prestazioni sfavorevole.
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: gerry

            Ci si può mettere linux?ma scherzi?

            Scherzi a parte, ah ecco :D
            a me piace giocerellare con
            linux, un mac non è adatto o è meno adatto di
            altre macchinedirei di no
            o ha un rapporto costo/prestazioni
            sfavorevole.diciamo che non si capisce bene che te ne fai di linux quando hai osx
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            ma scherzi?Ma anche no.
            direi di nodirei di si
            diciamo che non si capisce bene che te ne fai di
            linux quando hai
            osxPotrei chiederti il contrario-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2011 14.39-----------------------------------------------------------
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: Darwin

            Ma anche no.significa che linux, essendo molto versatile, gira senza problemi su un mac. non vorrai mica sostenere il contrario?
            direi di sidirei proprio di nohttp://pollycoke.org/guide/index.php/Installare_Linux_sul_Mac_Mini
            Potrei chiederti il contrariosemplice, uso programmi che ritengo migliori e che non esistono per linux, come la suite iLife o iWork, come pixelmator o iTunes. ci sono alternative a questi programmi, ma, avendo provato entrambi, *personalmente* preferisco i primi.ecco che me ne faccio di un mac, mi da tutto (*tutto*) ciò che avevo con linux, con l'aggiunta di un hw curato fino all'ultimo dettaglio e alcuni software di qualità nemmeno paragonabile all'alternativa per linux.una nota riguardo all'hw: voglio vedere tra 3 anni come sarò servito dal mio macbook pro.. e fare un confronto col precedente notebook, un asus del valore di euro 1400, che dopo 4 anni già arrancava (tipo ventole sempre a palla per stare dietro alle richieste di win/linux) e al quale ho dovuto sostituire batteria e masterizzatore
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            significa che linux, essendo molto versatile,
            gira senza problemi su un mac. non vorrai mica
            sostenere il
            contrario?Infatti GNU/Linux gira su un Mac. Gira persino sui vecchi PowerPC.C'è anche una utility apposita come gdisk per la tabella delle partizioni GUID.
            direi proprio di no
            http://pollycoke.org/guide/index.php/Installare_LiE allora? Lì non dice che non lo puoi fare. Anzi è persino semplice come how to.
            semplice, uso programmi che ritengo migliori e
            che non esistono per linux, come la suite iLife o
            iWork, come pixelmator o iTunes.Appunto. Ritieni .
            ci sono alternative a questi programmi, ma,
            avendo provato entrambi, *personalmente*
            preferisco i
            primi.Appunto. Personalmente.
            ecco che me ne faccio di un mac, mi da tutto
            (*tutto*) ciò che avevo con linux,Non direi proprio. Al massimo ti dà ciò di cui tu avevi bisogno.Ma renditi conto che il TUO bisogno è diverso da quello di un altro.Quindi l'affermazione che te ne fai di linux, se hai un mac è di quanto più errato esista.
            con l'aggiunta
            di un hw curato fino all'ultimo dettaglioAnche io amo l'HW curato e il software curato.Con la differenza che io l'HW lo scelgo (fino all'ultimo pezzo) e il software lo scelgo e lo installo/configuro come mi pare e piace.Come vedi i miei bisogni portano ad un *vantaggio* opposto.
            e
            alcuni software di qualità nemmeno paragonabile
            all'alternativa per
            linux.Frase del tutto opinabile, visto che sono software per il TUO uso.Il problema è che la dovreste smettere di estendere il vostro uso del mac come universale. Perchè non lo è. Non tutti pensano che il computer sia una lavatrice.Quindi se la persona che ha scritto precedentemente il post ha detto che vuole usare Linux perchè gli piace fare dell'hacking non gli potete rispondere: che te ne fai di linux se hai un mac perchè io ti posso rispondere: che me ne faccio di una scatola chiusa? .
            una nota riguardo all'hw: voglio vedere tra 3
            anni come sarò servito dal mio macbook pro.. e
            fare un confronto col precedente notebook, un
            asus del valore di euro 1400, che dopo 4 anni già
            arrancava (tipo ventole sempre a palla per stare
            dietro alle richieste di win/linux) e al quale ho
            dovuto sostituire batteria e
            masterizzatoreUna nota: ho un computer che ha 8 anni e funziona ancora in modo ottimale.Come vedi la differenza tra Mac e pc (oltre che dal punto di vista tecnico/architetturale) è ormai nulla.Sta a voi capire la differenza tra il marketing e la realtà.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2011 19.18-----------------------------------------------------------
          • gerry scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: Darwin
            Il problema è che la dovreste smettere di
            estendere il vostro uso del mac come universale.
            Perchè non lo è. Non tutti pensano che il
            computer sia una
            lavatrice.
            Quindi se la persona che ha scritto
            precedentemente il post ha detto che vuole usare
            Linux perchè gli piace fare dell'hacking non gli
            potete rispondere: che te ne fai di linux se
            hai un mac perchè io ti posso rispondere:
            che me ne faccio di una scatola
            chiusa? .Non è un vizio solo loro, comunque. Anzi, è un vizio piuttosto comune.
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            una nota riguardo all'hw: voglio vedere tra 3
            anni come sarò servito dal mio macbook pro.. e
            fare un confronto col precedente notebook, un
            asus del valore di euro 1400, che dopo 4 anni già
            arrancava (tipo ventole sempre a palla per stare
            dietro alle richieste di win/linux) e al quale ho
            dovuto sostituire batteria e
            masterizzatorese dopo 4 anni la ventola era sempre a palla è perchè era semplicemente da PULIRE, e vedrai che le ventole torneranno a lavorare come nuove, e per il s.o. dopo 4 anni che potresti anche tranquillamente reinstallarlo così tutto il pc torna a funzionare come appena comprato.psanche sul mac le ventole si possono sXXXXXre.. non lo sai?
          • gerry scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            una nota riguardo all'hw: voglio vedere tra 3
            anni come sarò servito dal mio macbook pro.. e
            fare un confronto col precedente notebook, un
            asus del valore di euro 1400, che dopo 4 anni già
            arrancava (tipo ventole sempre a palla per stare
            dietro alle richieste di win/linux) e al quale ho
            dovuto sostituire batteria e
            masterizzatoreIl mio Asus A[qualchecosa] va come un treno e avrà almeno 6 anni, viceversa ho avuto un powermac G3 che dopo 2 anni ha iniziato a fare un rumore infernale dalle ventole.Sia chiaro che non voglio discutere la migliore qualità costruttiva generale dei mac, ma da qui a fare di tutta l'erba un fascio ce ne passa...
          • gerry scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            diciamo che non si capisce bene che te ne fai di
            linux quando hai
            osxDevo spendere n-mila soldi per far girare una macchina headless su cui programmo per lo più script bash?Perché?
          • Darwin scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            ad esempio, sopra hai scritto che se ti
            proponessero
            questo
            http://www.apple.com/it/macpro/design.html#expansi
            a 500euro non lo compreresti comunque..

            e perchè? perchè ti fa schifo la apple..Infatti. Mi fa schifo Apple (come azienda) e il suo modo di impormi un modus operandi. Perciò non comprerei un prodotto Apple nemmeno a 20.
            bel ragionamento... per un fanboy ;)No. È un ragionamento di uno che sceglie con la propria testa.
          • MacBoy scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            vero!

            si chiamano fanboy :DNo. Si chiamano PALLISTI e sono quelli come te.
          • onda scrive:
            Re: Target
            Eccomi
          • lroby scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: onda
            EccomiFidati, non sei l'unico :D
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: sgabe

            si appunto in nord america.... [CUT]tutto vero quello che dici, ma i paesi sottosviluppati contano poco ai fini delle statistiche che *tu* hai voluto tirar fuori..quando si parla di market share di un OS.. non frega nulla di che OS usano in Uganda, poracci si arrabatteranno come meglio possono..
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Target
            Ti do una cattiva notizia: siamo nel 2011 in piena globalizzazione... col principio tuo allora se è per quello possiamo pure fare le statistiche di quote di mercato condominiale...Anche perché, sempre con lo stesso principio, il 14% degli USA non è il 14% della Cina... e lì mi pare che sia qualche personcina in più eh... e che ultimamente quel Paese conti giusto un pochino sullo scacchiere internazionale indi... a essere US-centric non ci si guadagna molto in quanto si ignora la realtà
          • panda rossa scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: sgabe
            si appunto in nord america.... il mondo è un pò
            più complesso degli usa, Nel resto del mondo, progresso teconologico significa piu' prestazioni a minor costo.Solo a Cupertino significa meno prestazioni a maggior costo.(E anche a casa di ruppolo).
          • bertuccia scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: panda rossa

            Solo a Cupertino significa meno prestazioni a
            maggior costo.
            (E anche a casa di ruppolo).veramente "less is more" non l'ha inventato la Apple.tra l'altro è solo la tua testa di fanboy che ha associato questa cosa alle prestazioni, quando invece è applicata al design (che, per chi non lo sapesse, significa progettazione, si hw che sw)oppure dici anche tuche c'è stato solo qualche "misprint"? :D[yt]zmwJdEXy15k[/yt]
          • panda rossa scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Solo a Cupertino significa meno prestazioni a

            maggior costo.

            (E anche a casa di ruppolo).

            veramente "less is more" non l'ha inventato la
            Apple.

            tra l'altro è solo la tua testa di fanboy che ha
            associato questa cosa alle prestazioni, quando
            invece è applicata al design il design e' roba per fighetti.
            (che, per chi non lo
            sapesse, significa progettazione, si hw che
            sw)Si, certo. Credici!Stiamo parlando di un calcolatore, non di un'auto da corsa.Prendi una scatola, ci metti dentro i pezzi, ci attacchi la tastiera e hai il calcolatore.
            oppure dici anche tu
            che c'è stato solo qualche "misprint"? :D
            Quel filmatino mi pare parecchio idiota. Ne ha fatti di meglio la apple.
          • ruppolo scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: sgabe
            anch'io mi associo, ma è un guerra fin troppo
            facile, apple sopra il 10% dei pc non salirà
            mai...Nei paesi occidentali è già ben oltre il 10%, e sono i paesi occidentali che contano, quelli che hanno il soldo che traina l'economia, la ricerca e lo sviluppo. Non certo i russi...
          • come no scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: ruppolo
            - Nei paesi occidentali è già ben oltre il 10%, e
            sono i paesi occidentali che contano, quelli che
            hanno il soldo che traina l'economia, la ricerca
            e lo sviluppo.

            Non certo i russi...Cina?
          • collione scrive:
            Re: Target
            hahahahahahahaha ormai sei alla fruttai paesi Occidentali hanno il soldo e trainano l'economia? ma ci sei arrivato a capire che stiamo fallendo e i Paesi del BRIC ci mangiano vivi?tra 4 anni la Cina sarà la prima economia del mondo, supererà gli USA e attualmente cresce a ritmi per noi impensabilii Paesi che trainano l'economia sono Brasile, Russia, India e Cina, altro che i Paesi occidentali col loro dollaro bucato
          • gigi scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: sgabe

            anch'io mi associo, ma è un guerra fin troppo

            facile, apple sopra il 10% dei pc non salirà

            mai...
            Nei paesi occidentali è già ben oltre il 10%, e
            sono i paesi occidentali che contano, quelli che
            hanno il soldo che traina l'economia, la ricerca
            e lo sviluppo.

            Non certo i russi...che persona intelligente che è ruppolo, scommetto che perfino la madre fa finta di non conoscerlo per quanto è intelligente
          • Deus Ex scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: sgabe

            anch'io mi associo, ma è un guerra fin troppo

            facile, apple sopra il 10% dei pc non salirà

            mai...
            Nei paesi occidentali è già ben oltre il 10%, e
            sono i paesi occidentali che contano, quelli che
            hanno il soldo che traina l'economia, la ricerca
            e lo sviluppo.

            Non certo i russi...Sei quantomeno ottimista...il soldo vero attualmente ce l'ha la Cina, l'India, il Brasile e tutta la compagnia di staterelli sabbiosi et petroliferi. Il tuo occidente vive sul debito. Anche il debito americano comincia ad essere decisamente meno appetibile (anche se ovviamente, essendo le agenzie di rating tutte americane, nessuna oserebbe togliere una A). La Cina probabilmente entro un paio d'anni supererà gli investimenti in r&s degli Stati Uniti.
          • FDG scrive:
            Re: Target
            - Scritto da: sgabe
            anch'io mi associo, ma è un guerra fin troppo
            facile, apple sopra il 10% dei pc non salirà
            mai...Attento a non fare certe scommesse! :D
  • 6658 scrive:
    puliitoooo
    "sistema operativo progettato da zero"?????Dalla foto ho l'impressione che tu ti riferisca (a proposito di "zero") alla tua "folta" capigliatura..Di certo non puoi riferirti all'OS!Spero che tu lo sappia!
  • 6419 scrive:
    a me
    L'idea di un notebook o netbook "web based" non sembra ne nuova ne convincente!Un conto sono i devices ultra mobili (tablet e smartphones) per cui certe limitazioni possono essere (in parte) accettabili... per quelli la strada è Android...Un conto è il netbook ben vengano gli incrementi di capacità delle memorie a stato solido (i dischi meccanici sono ciucciawatt a cui rinunciare) ben vengano i bassi consumi e gli alleggerimenti di peso... ma l'OS mi spiace ... lo decido IO!Se vi sta bene così allora è tutto okIn caso contrario... aria!Andate a cercarvi altri clienti!
    • anonimo1 scrive:
      Re: a me
      - Scritto da: 6419
      L'idea di un notebook o netbook "web based" non
      sembra ne nuova ne
      convincente!
      Un conto sono i devices ultra mobili (tablet e
      smartphones) per cui certe limitazioni possono
      essere (in parte) accettabili... per quelli la
      strada è
      Android...
      Un conto è il netbook ben vengano gli incrementi
      di capacità delle memorie a stato solido (i
      dischi meccanici sono ciucciawatt a cui
      rinunciare) ben vengano i bassi consumi e gli
      alleggerimenti di peso... ma l'OS mi spiace ...
      lo decido
      IO!
      Se vi sta bene così allora è tutto ok
      In caso contrario... aria!
      Andate a cercarvi altri clienti!Giusto. Ma mi chiedo (pur non avendo provato Chrome OS): ci sono oggi soluzioni veramente alternative a Chrome OS, pensate per il cloud, che non siano OS pensati per il desktop e arrangiati alla meglio per funzionare (male) sui poco potenti netbook? Mi pare di no. A me l'idea di sostituire la marea di PC Win che ci sono in azienda e che vengono usati quasi tutti solo per scrivere documenti word con roba meno costosa e pensata per funzionare solo in cloud, piace molto.
      • collione scrive:
        Re: a me
        ma lui vuole il windows settete di turno pensato per pc, castrato per entrare su un netbook alla meno peggio e che impiega 2 minuti per avviarsi :Dmi dispiace ma l'amico di sopra ha toppato di bruttop.s. considerando che settete è l'os preferite per i netbook si capisce il perchè siano in declino :D
        • 6662 scrive:
          Re: a me
          - Scritto da: collione
          ma lui vuole il windows settete di turno pensato
          per pc, castrato per entrare su un netbook alla
          meno peggio e che impiega 2 minuti per avviarsi
          :D
          Quello lo vorrai tu casomai....Io non voglio google tra le balle quando mi facci i fatti miei e della mia azienda!Figurati se voglio quei puzzoni di MS!
          • collione scrive:
            Re: a me
            wow linaro doc, come me :Dnemmeno io voglio quei puzzoni di ms e sgroogle tra i piedi :Drimane però il fatto che questa pagina è convincente per gli amministratori IT http://www.google.com/chromebook/#business-education
          • 6753 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione
            wow linaro doc, come me :D

            nemmeno io voglio quei puzzoni di ms e sgroogle
            tra i piedi
            :D

            rimane però il fatto che questa pagina è
            convincente per gli amministratori IT
            http://www.google.com/chromebook/#business-educatiC'è certo gente per cui il problema non esiste... o è irrilevante!Io infatti non ho detto "è una cagata!" ho detto che sono "fuori target" :D
          • collione scrive:
            Re: a me
            per i dipartimenti IT delle varie aziende il problema c'è ed è molto molto rilevantenon immagini le bestemmie che vengono lanciate ogni volta che c'è un patch dayper questo dico che il loro target invece è esattoloro vogliono proporre alle grosse organizzazioni un modo semplice ed economico per gestire l'infrastruttura IT
          • Matteo scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione
            per i dipartimenti IT delle varie aziende il
            problema c'è ed è molto molto
            rilevante

            non immagini le bestemmie che vengono lanciate
            ogni volta che c'è un patch
            day

            per questo dico che il loro target invece è esatto

            loro vogliono proporre alle grosse organizzazioni
            un modo semplice ed economico per gestire
            l'infrastruttura
            ITE non solo. Anche nelle scuole (che in Italia credo non esistano) dove hanno i banchi informatizzati questi sistemi sono perfetti......a parte il fatto che da quando l'hanno aggiornato, per l'uso quotidiano ho sostituito LibreOffice con Google Docs, così da Android posso tranquillamente avere i documenti sempre con me.
          • collione scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: Matteo
            E non solo. Anche nelle scuole (che in Italia
            credo non esistano)ma in compenso abbiamo la Santanchè che strilla ad Annozero per impedire agli altri di parlare :(
          • 4601 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione
            per i dipartimenti IT delle varie aziende il
            problema c'è ed è molto molto
            rilevante

            non immagini le bestemmie che vengono lanciate
            ogni volta che c'è un patch
            day

            per questo dico che il loro target invece è esatto

            loro vogliono proporre alle grosse organizzazioni
            un modo semplice ed economico per gestire
            l'infrastruttura
            ITSe il target sono le aziende che hanno bisogno di posta e navigazione e poco altro e non hanno problemi di privacy...Io sospetto che siano una minoranza... ma non è questo il punto ..Il punto è che non siamo ne io ne la mia azienda il target!Per il resto e ripeto per chi ha quelle necessità forse... Di sicuro comunque siamo molto lontani dalla "pietra filosofale" che guarisce tutti i mali e trasforma la XXXXX in oro!Anzi io ho sempre sostenuto che quella pietra non esisterà mai!
          • collione scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: 4601
            Se il target sono le aziende che hanno bisogno di
            posta e navigazione e poco altro e non hannosu un browser puoi far girare qualsiasi tipo di applicazione e grazie ad html5 queste applicazioni possono fare di tuttoa ciò aggiungi native client e la possibilità di avere codice nativo e il gioco è fattoovviamente nello store le applicazioni non ci sono perchè il sistema non è ancora uscitodagli qualche anno e vedremo che le applicazioni aumenteranno
            problemi di
            privacy...sul problema della privacy google ha integrato la crittografia quindi dovrebbe essere risolto
            Di sicuro comunque siamo molto lontani dalla
            "pietra filosofale" che guarisce tutti i mali e
            trasforma la XXXXX in
            oro!
            Anzi io ho sempre sostenuto che quella pietra non
            esisterà
            mai!in informatica non esiste nulla del genere perchè non esiste la perfezioneogni software è il risultato di un certo numero di compromessichrome vuole essere il sistema semplice e libero da manutenzione per l'integrazione in una grossa infrastruttura di retehai aperto una nuova filiale in India e non puoi mandarci i tecnici? mandi 50 chromebooks e i tuoi dipendenti lì saranno connessi alla aziendanon vuoi rogne con antivirus, antimalware, ids, active directory, group policies? usi un chromebook e hai risolto in 5 minutichromeos non è il sistema per il datacenter è il sistema per l'utente fruitore di contenuti tramite computer
          • 2921 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 4601


            Se il target sono le aziende che hanno bisogno
            di

            posta e navigazione e poco altro e non hanno

            su un browser puoi far girare qualsiasi tipo di
            applicazione e grazie ad html5 queste
            applicazioni possono fare di
            tutto
            Cioè Html5 è una esclusività chromeos?Non mi pareva!Forse mi sfugge qualcosa?
            a ciò aggiungi native client e la possibilità di
            avere codice nativo e il gioco è
            fattoCerto ma anche qui.. novità o esclusività non ne vedo...

            ovviamente nello store le applicazioni non ci
            sono perchè il sistema non è ancora
            uscitoSecondo te nelle aziende si usano solo applizioni da "store"?Io direi che sono una sparuta minoranza nel modo aziendale.

            dagli qualche anno e vedremo che le applicazioni
            aumenterannoGliene do anche 2 il problema non è certo quello dello store ripeto!


            problemi di

            privacy...

            sul problema della privacy google ha integrato la
            crittografia quindi dovrebbe essere
            risoltoSe pensi che la crittografia sia la soluzione sei piuttosto lontano dal vero...Il punto è dove stanno i dati miei e della mia azienda e perchè avrei delle buone ragioni per fidarmi...La privacy e la sicurezza sono cose un pochino più complessa che la banale crittografia (che peraltro si usa intensivamente ... non da sola e non da ora in ambito aziendale dove esistono queste necessità).


            Di sicuro comunque siamo molto lontani dalla

            "pietra filosofale" che guarisce tutti i mali e

            trasforma la XXXXX in

            oro!

            Anzi io ho sempre sostenuto che quella pietra
            non

            esisterà

            mai!

            in informatica non esiste nulla del genere perchè
            non esiste la
            perfezioneNo ti sbagli esiste...Ci sono cose "perfette" ... ma sono molto semplici! Molto più semplici di un sistema che presupponga di essere sufficentemente "general purpose" da essere utilizzato in diverse aziende con diverse mission e business.Fare un buon sistema "mission critical" e "dedicati" in cui gli obiettivi siano ben definiti e molto limitati nella loro estensione e siano sufficentemente "statici" (dominio del sistema si dice "in gergo") è relativamente semplice... in ogni caso molto più semplice che produrre un sistema che non sai a priori cosa andrà a fare e gestito da chi.

            ogni software è il risultato di un certo numero
            di
            compromessiCertamente..

            chrome vuole essere il sistema semplice e libero
            da manutenzione per l'integrazione in una grossa
            infrastruttura di
            reteVuole è diverso da riesce!Al momento non riesce se non a fare (neanche in modo poi così "indiscutibile") che un numero troppo limitato di cose l'impostazione desktop aziendale=web è decisamente troppo forzata e limitante in troppe circostanze.La sicurezza poggia troppo sulla idea (limitante anche quella) di sandbox.Insomma ripeto se vai (come capita in tantissime aziende) un pochino oltre il browsing il typewriting e la mail... chromeos è filosoficamente inadatto.Ci sono (è vero) aziendine dove questo basta e Brin a quelle fa bene a puntare... ma è un segmento ed un segmento specifico...Del resto il dualismo chromeos Android esiste proprio per questo sono segmenti diversi!Ma segmenti... non IL MERCATO, IL FUTURO... e tutte le iperboli che si sentono in giro!

            hai aperto una nuova filiale in India e non puoi
            mandarci i tecnici? mandi 50 chromebooks e i tuoi
            dipendenti lì saranno connessi alla
            aziendaNon è che se gli mandi 50 embedded con un Linux (embedded ovviamente) tu abbia nessuna difficoltà in più eh?Tienilo presente!

            non vuoi rogne con antivirus, antimalware, ids,
            active directory, group policies? usi un
            chromebook e hai risolto in 5
            minutiCome sopra!

            chromeos non è il sistema per il datacenter è il
            sistema per l'utente fruitore di contenuti
            tramite
            computerEcco il "fruitore" è la chiave e dipenda da ciò di cui deve fruire (in termini aziendali) e ciò di cui "deve fruire" di solito (è parte del suo business) lo decide la azienda difficile che lo deleghi sempre e comunque a Brin!
          • collione scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: 2921
            Cioè Html5 è una esclusività chromeos?
            Non mi pareva!
            Forse mi sfugge qualcosa?
            e dove l'avrei detto? ho semplicemente detto che html5 fa questo e quello e chromeos sfrutta queste caratteristichenon ho mai detto che html5 è un'esclusiva di chromeos

            a ciò aggiungi native client e la possibilità di

            avere codice nativo e il gioco è

            fatto

            Certo ma anche qui.. novità o esclusività non ne
            vedo...
            ovviamente no, ma è il mix che è una novitàcripto+boot verificato+cloud+....+....
            Secondo te nelle aziende si usano solo applizioni
            da
            "store"?
            Io direi che sono una sparuta minoranza nel modo
            aziendale.
            e questo dove altro l'avrei detto? le aziende stanno migrando a soluzioni hosted, cioè servizi che girano su serverquesto vuol dire html+css+javascript+php/asp, ovvero tutto quello che serve per avere un'applicazione che gira su chromeos

            Se pensi che la crittografia sia la soluzione sei
            piuttosto lontano dal
            vero...perchè tu sei in grado di decriptare dati crittografati con aes256+whirlpool? perchè la crittografia non sarebbe la soluzione? no perchè detta così dimostra molta ignoranza da parte tua
            Il punto è dove stanno i dati miei e della mia
            azienda e perchè avrei delle buone ragioni per
            fidarmi...in questo caso parli di availability non privacy
            La privacy e la sicurezza sono cose un pochino
            più complessa che la banale crittografia (che
            peraltro si usa intensivamente ... non da sola e
            non da ora in ambito aziendale dove esistono
            queste
            necessità).
            bene illuminaci allora
            No ti sbagli esiste...
            Ci sono cose "perfette" ... ma sono molto
            semplici!
            windows, ad esempio, sarebbe perfetto? :Dcerto certo (rotfl)
            Fare un buon sistema "mission critical" e
            "dedicati" in cui gli obiettivi siano ben
            definiti e molto limitati nella loro estensione e
            siano sufficentemente "statici" (dominio del
            sistema si dice "in gergo") è relativamente
            semplice... in ogni caso molto più semplice che
            produrre un sistema che non sai a priori cosa
            andrà a fare e gestito da
            chi.
            i sistemi operativi convenzionali non sono nè mission critical ( che non c'entra un tubo col 99% del lavoro aziendale ) nè dedicatichromeos vuole sostituire windows nelle aziende, hai valide ragioni per supporre che questo sia impossibile?
            Vuole è diverso da riesce!e infatti nessuno dice che è già riuscito ma almeno, a differenza di una certa ms, loro ci provano
            Al momento non riesce se non a fare (neanche in
            modo poi così "indiscutibile") che un numero
            troppo limitato di cose l'impostazione desktop
            aziendale=web è decisamente troppo forzata e
            limitante in troppe
            circostanze.ecco, non hai capito come funzionachromeos non è un'interfaccia al web!!! e non ha bisogno di connessione 24 ore su 24 per funzionare
            La sicurezza poggia troppo sulla idea (limitante
            anche quella) di
            sandbox.perchè gli altri cos'hanno?chromeos ha la sandbox, ha l'aslr, ha il boot verificato, ha la crittografia di tutti i dati utentiqualche altro OS offre tutto questo?
            Insomma ripeto se vai (come capita in tantissime
            aziende) un pochino oltre il browsing il
            typewriting e la mail... chromeos è
            filosoficamente
            inadatto.perchè? tu hai un'applicazione RIA che gira sul tuo chromebook e può fare qualsiasi cosache c'è di inadatto?
            Del resto il dualismo chromeos Android esiste
            proprio per questo sono segmenti
            diversi!android è per smartphone e non mira minimamente a garantire maggiore sicurezza o semplicità di configurazione
            Non è che se gli mandi 50 embedded con un Linux
            (embedded ovviamente) tu abbia nessuna difficoltà
            in più
            eh?
            Tienilo presente!
            gli mandi 50 notebook con linux configurato come? magari per eseguire applicazioni RIA, ovvero gli mandi una cosa simile a chromeosil punto è che le macchine o le configuri tu o ne centralizzi la configurazione, c'è poco da farems ha creato active directory e group policy per questo motivo



            non vuoi rogne con antivirus, antimalware, ids,

            active directory, group policies? usi un

            chromebook e hai risolto in 5

            minuti
            Come sopra!
            certo ma con la variante di non avere il boot verificato che è comunque una protezione in più
            Ecco il "fruitore" è la chiave e dipenda da ciò
            di cui deve fruire (in termini aziendali) e ciò
            di cui "deve fruire" di solito (è parte del suo
            business) lo decide la azienda difficile che lo
            deleghi sempre e comunque a
            Brin!non ho capito perchè parli di delegare a googleil chromebook ce l'hai tu, le app le puoi creare tu e/o aziende da cui tu compriil cloud in chromebook non significa che tutto sta sui server di googlehai visto come sono fatte le applicazioni per chromeos? ce ne sono di 2 tipi e le web hosted le puoi hostare sui tuoi server mica solo su quelli di googlechromeos è un sistema general purpose alla stregua di tutti gli altri
          • 280 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collioneSnip
            e dove l'avrei detto? ho semplicemente detto che
            html5 fa questo e quello e chromeos sfrutta
            queste
            caratteristiche

            non ho mai detto che html5 è un'esclusiva di
            chromeosAh meno male!...
            ovviamente no, ma è il mix che è una novità

            cripto+boot verificato+cloud+....+....Spiacente neppure quella è una novità... senza contare che (come ho detto più sopra) io uso da tre anni una soluzione di questo tipo ci sono (googla un pochino va..) soluzioni personalizzate/personalizzabili anche già pronte in forma di mini distribution e con una vasta gamma di architetture disponibili (da x86 a mips ARM e ARMEB Power e via elencando).Arisnip

            e questo dove altro l'avrei detto? le aziende
            stanno migrando a soluzioni hosted, cioè servizi
            che girano su
            server

            questo vuol dire html+css+javascript+php/asp,
            ovvero tutto quello che serve per avere
            un'applicazione che gira su
            chromeosDavvero i servizi stanno sui server?Maddai!Chi lo avrebbe mai creduto!Il problema è chi controlla e gestisce quei server o non ti è chiaro?

            Se pensi che la crittografia sia la soluzione
            sei

            piuttosto lontano dal

            vero...

            perchè tu sei in grado di decriptare dati
            crittografati con aes256+whirlpool?No ma non mi interessa neppure farlo se ho acXXXXX direttamente a quei dati in "plain text" sui miei server (posto che io sia Brin)...
            perchè la crittografia non sarebbe la soluzione?
            no perchè detta così dimostra molta ignoranza da
            parte
            tuaPerchè la crittografia funziona End to End e se uno degli End non è sotto il tuo controllo hai un problemino!...Bisogna proprio dirti tutto?


            Il punto è dove stanno i dati miei e della mia

            azienda e perchè avrei delle buone ragioni per

            fidarmi...

            in questo caso parli di availability non privacyNo sei tu che confondi le 2 cose.La availability e la business continuity sono un problema di SLA (e eventualmente se hai molti client di scalabilità) mentre l'acXXXXX ESCLUSIVO ai tuoi dati sono un problema di TRUST....Bisogna proprio dirti tutto eh?Alla faccia del "Linaro Doc"!Sei sicuro di non essere un ex-winaro wannabe?
            bene illuminaci alloraLe "illuminazioni" non si fanno sui forum...Ma se vuoi ti posso dare un pochino di bibliografia!


            No ti sbagli esiste...

            Ci sono cose "perfette" ... ma sono molto

            semplici!

            windows, ad esempio, sarebbe perfetto? :D

            certo certo (rotfl)Quale è la parte di "semplice" che non ti è chiara?Un OS (posto che un accrocco come windows si possa definire come tale) sia una cosa "semplice"?



            i sistemi operativi convenzionali non sono nè
            mission critical ( che non c'entra un tubo col
            99% del lavoro aziendale ) nè
            dedicatiInfatti io non ho parlato di OS... ho detto (e ripeto) "cose semplici"..E... credimi dato che per mestiere ne faccio alcune so di cosa parlo.

            chromeos vuole sostituire windows nelle aziende,
            hai valide ragioni per supporre che questo sia
            impossibile?


            Vuole è diverso da riesce!

            e infatti nessuno dice che è già riuscito ma
            almeno, a differenza di una certa ms, loro ci
            provanoCi provano ma il problema non è quanta strada hanno da fare è una questione di target che mi pare tu non stia comprendendo...Loro puntano ad un tipo di azienda dove bastano ALCUNI TIPI DI APPLICAZIONI MOLTO STANDARDIZZATE.Non alle aziende tout court!È un segmento preciso e questo mi pare che tu non lo abbia compreso.



            circostanze.

            ecco, non hai capito come funzionaMah... secondo me non o hai capito tu che il target è molto più preciso (e limitato) di come sembra. Con chromeos è parecchio che "ci gioco" e ho 2 persone che stanno aggiornate solo su quello.

            chromeos non è un'interfaccia al web!!! e non ha
            bisogno di connessione 24 ore su 24 per
            funzionareAridaie! e chi lo ha mai detto?


            La sicurezza poggia troppo sulla idea (limitante

            anche quella) di

            sandbox.

            perchè gli altri cos'hanno?Dipende ... dagli obiettivi ci sono interi kernel (certificati) per la bisogna non lo sapevi?

            chromeos ha la sandbox, ha l'aslr, ha il boot
            verificato, ha la crittografia di tutti i dati
            utenti

            qualche altro OS offre tutto questo?Se devo dirla tutta in sostanza qualunque Linux!Ovviamente se si parla di minidistro personalizzate non parliamo di "main stream" (che forse sono l'unica coosa ... haimè.. che conosci!)
            perchè? tu hai un'applicazione RIA che gira sul
            tuo chromebook e può fare qualsiasi
            cosa

            che c'è di inadatto?Lascia perdere non hai idea di cosa stai parlando è evidente!



            Del resto il dualismo chromeos Android esiste

            proprio per questo sono segmenti

            diversi!

            android è per smartphone e non mira minimamente a
            garantire maggiore sicurezza o semplicità di
            configurazioneNeanche crhomeos se è per quello o perlomeno non in senso stretto si occupano semplicemente di target diversi è tanto difficile da capire?o sei ruppolo travestito che pensa ad un futuro tablet-apple-only?


            Non è che se gli mandi 50 embedded con un Linux

            (embedded ovviamente) tu abbia nessuna
            difficoltà

            in più

            eh?

            Tienilo presente!



            gli mandi 50 notebook con linux configurato come?
            magari per eseguire applicazioni RIA, ovvero gli
            mandi una cosa simile a
            chromeosCerto che è "simile" (in un certo senso).. semplicemente è come serve a quella azienda (non è che sono tutte uguali specie se sono grandi hanno filiali e hanno mission e business diversi)... e no! non solo questione di "configurazione" ;)

            il punto è che le macchine o le configuri tu o ne
            centralizzi la configurazione, c'è poco da
            fare

            ms ha creato active directory e group policy per
            questo
            motivoMecoj...! ;)



            certo ma con la variante di non avere il boot
            verificato che è comunque una protezione in
            piùGuarda che il "boot verificato" è la base per qualunque sistema embedded che abbia un minimo di dignitose features.. non vedo sistemi embedded (se non dilettanteschi) che non siano così da anni!

            lo decide la azienda difficile che lo

            deleghi sempre e comunque a

            Brin!

            non ho capito perchè parli di delegare a googleEcco ... apunto NON HAI CAPITO...Pazienza!

            il chromebook ce l'hai tu, le app le puoi creare
            tu e/o aziende da cui tu
            compri

            il cloud in chromebook non significa che tutto
            sta sui server di
            googleSignifica che una enorme quantità dei servizi base sta PER FORZA su google!Ma tu non credermi sulla fiducia!Prendi un chromeOS mettiti in mezzo e usa TCPDUMP o whireshark (lo sai fare vero se sei un "linaro doc"?).... non ti dico altro il resto lo vedi da te
          • collione scrive:
            Re: a me

            Ah meno male!... male inesistente direi visto che non l'ho mai detto :D
            Spiacente neppure quella è una novità... senzasicuro? usi il verified boot? potreti sapere di quale distribuzione stiamo parlando?
            Davvero i servizi stanno sui server?sharepoint questo sconosciuto
            Il problema è chi controlla e gestisce quei
            server o non ti è
            chiaro?
            a te non è chiaro che puoi creare la tua cloud interna e le tue webapp, il tutto gira sui TUOI server

            No ma non mi interessa neppure farlo se ho
            acXXXXX direttamente a quei dati in "plain text"
            sui miei server (posto che io sia
            Brin)...
            allora ci fai? sul cloud c'arrivano i dati criptati non in chiaro
            Perchè la crittografia funziona End to End e se
            uno degli End non è sotto il tuo controllo hai un
            problemino!
            ...
            Bisogna proprio dirti tutto?
            stai dicendo un mucchio di XXXXXXXi dati vengono criptati dal chromebook con una chiave scelta da te e poi inviati ai servermi spieghi come fa google a vedere cosa c'è scritto? se non sai di cosa sto parlando almeno non dire XXXXXXX
            No sei tu che confondi le 2 cose.
            La availability e la business continuity sono un
            problema di SLA (e eventualmente se hai molti
            client di scalabilità) mentre l'acXXXXX ESCLUSIVO
            ai tuoi dati sono un problema di
            TRUST.
            ...e infatti ti sto spiegando da mezza giornata che:1. puoi crearti il tuo cloud sui TUOI server2. qualora usi cloud di terze parti puoi criptare i dati in locale e in remoto arrivano solo i dati criptati ( indecifrabili visto l'uso di aes256 )
            Le "illuminazioni" non si fanno sui forum...
            Ma se vuoi ti posso dare un pochino di
            bibliografia!
            in pratica non sei in grado di spiegare le scemenze che dici? allora dammi questa bibliografia così ci facciamo quattro risatela crittografia funziona end-to-end hahahahahaha
            Infatti io non ho parlato di OS... ho detto (e
            ripeto) "cose
            semplici"..
            E... credimi dato che per mestiere ne faccio
            alcune so di cosa
            parlo.
            quali? visto che le fai per mestiere non avrai problemi a parlarne suppongo
            Ci provano ma il problema non è quanta strada
            hanno da fare è una questione di target che mi
            pare tu non stia
            comprendendo...il target aziendale è quello che google ha studiato e con chromeos gli sta offrendo la soluzione più logica ai loro problemi
            Loro puntano ad un tipo di azienda dove bastano
            ALCUNI TIPI DI APPLICAZIONI MOLTO
            STANDARDIZZATE.ma non è vero, le webapp possono essere fatte ad hoc per risolvere qualsiasi tipo di problemacos'è di webapp ad hoc che non è ti chiaro?tu stai ancora che webapp=sito web

            Con chromeos è parecchio che "ci gioco" e ho 2
            persone che stanno aggiornate solo su
            quello.
            e quindi? mi dici come funzionano le webapp su chromeos? visto che ci giochi saprai pure quanti tipi ce ne sono e come si sviluppano
            Aridaie! e chi lo ha mai detto?lo hai detto nel post precedente
            Dipende ... dagli obiettivi ci sono interi kernel
            (certificati) per la bisogna non lo
            sapevi?
            kernel certificati? non ti starai confondendo con kernel formalmente verificati? guarda che sono cose diversecomunque quali sarebbero questi kernel certificati? e in cosa consisterebbe questa certificazione?
            Se devo dirla tutta in sostanza qualunque Linux!
            Ovviamente se si parla di minidistro
            personalizzate non parliamo di "main stream" (che
            forse sono l'unica coosa ... haimè.. che
            conosci!)
            ecco appunto, visto che tu la sai lunga dimmi quali sono queste fantomatiche minidistrono perchè ti faccio notare che il verified boot coinvolge in primo luogo il firmware, quindi è una cosa che la distribuzione da sola non può fare
            Lascia perdere non hai idea di cosa stai parlando
            è
            evidente!eh si mi pare proprio evidente (rotfl)
            Neanche crhomeos se è per quello o perlomeno non
            in senso stretto si occupano semplicemente di
            target diversi è tanto difficile da
            capire?io l'ho capito sei tu a non averlo capito caro amicoio ti dico che chromes = più sicurezza e che le aziende vogliono soprattutto più sicurezza e tu fai finta di non capireio ti dico che chromeos = zero configurazione e tu non capisci
            Certo che è "simile" (in un certo senso)..
            semplicemente è come serve a quella azienda (non
            è che sono tutte uguali specie se sono grandi
            hanno filiali e hanno mission e business
            diversi)... e no! non solo questione di
            "configurazione"
            ;)si ma non hai risposto sul come va configurato questo linux mainstream per ottenere quei risultatigiriamo attorno al problema ma non rispondiamo mi pare
            Guarda che il "boot verificato" è la base per
            qualunque sistema embedded che abbia un minimo di
            dignitose features.. non vedo sistemi embedded
            (se non dilettanteschi) che non siano così da
            anni!
            i sistemi SCADA Siemens non usano nessun boot verificato ad esempioripeto: cosa intendi per boot verificato? magari non stiamo parlando della stessa cosa
            Ecco ... apunto NON HAI CAPITO...
            Pazienza!mi pare che sei tu a non aver capito che chromeos != usare i server di google

            il cloud in chromebook non significa che tutto

            sta sui server die mi pare pure di avertelo detto qui ma pare che non sai leggere
          • 5918 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione

            Ah meno male!...

            male inesistente direi visto che non l'ho mai
            detto
            :D


            Spiacente neppure quella è una novità... senza

            sicuro? usi il verified boot? potreti sapere di
            quale distribuzione stiamo
            parlando?La mia (io come ti ho detto faccio embedded) ma non è certo l'unica chiunque fa embedded usa una procedura di boot verificata tipicamente molti usano Myloader o Redboot o altri.. ma queto non ha niente a che fare con le distro (o con la distro) in se!Vedo che per te distinguere tra distro, meccanismi di boot (on firmware e flash) e bootloader (che è una altra cosa ancora) è un pochino difficoltoso..Nevvero? :DForse è meglio che lasci perdere vedo che fai fatica a capire quel che ti si dice ci sono 2 possibilitàO non capisci davvero (e allora non è colpa tua si può rimediare con un pochino di studio) oppure non ascolti perchè sei troppo impegnato ad ascoltare te stesso e non presti attenzione (e in quel caso non c'è proprio rimedio).Ci risentiamo quando avrai risolto questo problemino.Fino ad allora EOF
          • 5918 scrive:
            Re: a me
            SERVER)...Davvero comunque è inutile discutere sei talmente lontano che quando ti si dice fischi tu rispondi fiaschi...Mi dispiace... davvero, non lo dico per offenderti ma evidentemente (ripeto) sei così impegnato a seguire il tuo "precostituito filo logico" da rispondere appunto fischi per fiaschi... in altri termini non ascolti chi ti parla...Credo tu sia in buona fede...Ma se non comincia ad ascoltare (non solo te stesso) è complicato interagire...Peccato, come ho detto sopra... al momento è EOF...Sarà per la prossima volta.
          • collione scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: 5918
            La mia (io come ti ho detto faccio embedded) ma
            non è certo l'unica chiunque fa embedded usa una
            procedura di boot verificata tipicamente molti
            usano Myloader o Redboot o altri.. ma queto nonguarda ho cercato entrambi questi bootloader e non c'è il minimo accenno al boot verificato
            Vedo che per te distinguere tra distro,
            meccanismi di boot (on firmware e flash) e
            bootloader (che è una altra cosa ancora) è un
            pochino
            difficoltoso..
            Nevvero?vedo che per te verified boot è un termine molto poco chiaro :D
            Forse è meglio che lasci perdere vedo che fai
            fatica a capire quel che ti si dice ci sono 2
            possibilitàinutile che fai lo sborone, dove sta scritto che quei due boot loader implementano il boot verificato?poco chiacchiere, mostra i fatti
            O non capisci davvero (e allora non è colpa tua
            si può rimediare con un pochino di studio)
            oppure non ascolti perchè sei troppo impegnato ad
            ascoltare te stesso e non presti attenzione (e in
            quel caso non c'è proprio
            rimedio).blah blah blah, tante offese e pochi fatti
            Ci risentiamo quando avrai risolto questo
            problemino.
            Fino ad allora
            EOFah ecco batti in ritirata visto che ti sei accorto di aver sparato XXXXXXX a raffica
          • 4621 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 5918


            La mia (io come ti ho detto faccio embedded) ma

            non è certo l'unica chiunque fa embedded usa una

            procedura di boot verificata tipicamente molti

            usano Myloader o Redboot o altri.. ma queto non

            guarda ho cercato entrambi questi bootloader e
            non c'è il minimo accenno al boot
            verificatoNon ti sei accorto che sono toolkit e che ci metti dentro tutte le procedure che ti servono (inizializzazioni e check HW verifica e checksum e verifica crittografica delle chiavi di signature?) ...Forse ti conviene ridarci una occhiata e magari riuscirai pure a capire che non c'entrano nulla con le "distro".


            Vedo che per te distinguere tra distro,

            meccanismi di boot (on firmware e flash) e

            bootloader (che è una altra cosa ancora) è un

            pochino

            difficoltoso..

            Nevvero?

            vedo che per te verified boot è un termine molto
            poco chiaro
            :D"Vedi" piuttosto male :DE non hai idea di cosa sia una procedura di inizializzazione dei loader!


            Forse è meglio che lasci perdere vedo che fai

            fatica a capire quel che ti si dice ci sono 2

            possibilità

            inutile che fai lo sborone, dove sta scritto che
            quei due boot loader implementano il boot
            verificato?

            poco chiacchiere, mostra i fattiImplementano quello che tu gli dici in un range che va dal vuoto cosmico fino quello che ti serve che sia fatto!Sei tu (non il lupo e tantomeno la distro) che deicidi quali passi (e quanti) vanno fattiAltrimenti a cosa pensi che serva il toolkit?Ti sei posto questa semplicissima domanda?


            O non capisci davvero (e allora non è colpa tua

            si può rimediare con un pochino di studio)

            oppure non ascolti perchè sei troppo impegnato
            ad

            ascoltare te stesso e non presti attenzione (e
            in

            quel caso non c'è proprio

            rimedio).

            blah blah blah, tante offese e pochi fattiOffese ?Non direi non è mica colpa mia se tu ignori a cosa servono i loaders e ignori pure che con le "distro" (parole tue) non hanno nulla a che fare!


            Ci risentiamo quando avrai risolto questo

            problemino.

            Fino ad allora

            EOF

            ah ecco batti in ritirata visto che ti sei
            accorto di aver sparato XXXXXXX a
            rafficaLe XXXXXXX le hai sparate tu dicendo che le "distro" implementano (o non implementano) procedure di boot verificato!Mica lo ho detto io!Ma (come ho detto) se devo pensare che tu sia in buona fede si rimedia facile!basta leggere...Un esempio di procedure (costruisce a seconda delle procedure legate a DIFFERENTI LOADER) diverse di build delle immagini (immagine X per il target Y.... immagine Z con loader H per il target M... e via elencando) è facile da trovare ... anzi facilissimo .https://openwrt.org/La stessa "distro" (ammesso che tu voglia chiamare "openwrt" una distro in senso comune) implementa CONTEMPORANEAMENTE (a seconda di ciò che ti serve per quel/quei devices) procedure e loader diverse a seconda delle tue personalizzazioni dei vari target (e per target non si intende proXXXXXr e basta beninteso)...è solo uno dei tantissimi esempi che posso farti e ne ho scelto di proposito uno totalmente OPEN perchè tu possa LEGGERE E CAPIRE (se ne hai voglia) se scarichi il toolkit di un branch qualunque (ad esempio il backfire 10.x) dovresti trovare facidiversilmente le directory e le "make relative" ai target e ai bootloader ... alcuni hanno semplici check altri procedure più complesse (dipende ovviamente dai default e da quello che tu vuoi o puoi aggiungere).Ad esempio per i devices "compex" (che sono tra quelli definiti di default) costruiscono usando Myloader in un certo modo (sequenza) con certi check altri usano Redboot (con altre sequenze) altri ancora hanno le proprie PATH con loader che non sono nessuno dei 2 (ubiquiti) e magari però hanno lo stesso proXXXXXre ma diversi check differenti "acXXXXXri" (seriali ethernet ecc..) e differenti chipset di contorno... in altri è diversa proprio la architettura base (Mips big-endian, mips little endian, ARM, atheros, crypto proXXXXXr ecc. ecc..)Non è proprio banalissimo ma almeno ti fai una idea più vicina alla realtà di quella che hai ora su un esempio tra I PIÙ SEMPLICI e conosciuti.Certo siamo "molto lontani" dalle che fa il "linaro medio" scaricando e installando una distro...Ma non è poi così difficile da capire come stanno DAVVERO le cose in un sistema (semplice in questo caso) di ripo embedded (ripeto in questo caso piuttosto banale) in cui si usano processi di costruzione di immagini e loader da "flashare" su un device...In linea di principio quello che avviene non è poi molto diverso (mutatis mutandis) da quello che viene prodotto quando costruisci una immagine (li gli strumenti sono "monolitici" e il tutto è orientato ad un "solo scopo" e loader non si personalizza granchè) dal fare una immagine Android o chromeOS (o altri sistemi) per un device x o y o z!Ma stavolta (davvero) leggi prima di sparare XXXXXXX a raffica!Ok? ;)
          • collione scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: 4621
            Non ti sei accorto che sono toolkit e che ci
            metti dentro tutte le procedure che ti servono
            (inizializzazioni e check HW verifica e checksum
            e verifica crittografica delle chiavi di
            signature?)
            ...toolkit? veramente io vedo dei firmware che ovviamente sono capaci di avviare altri programmihttp://ecos.sourceware.org/ecos/docs-latest/redboot/redboot-guide.htmlleggendo qui mi viene in mente un unico scenario possibile e cioè di creare un programma apposito ( caricato dal firmware e messo in eprom pure lui ) che si occupa di fare il boot verificatoovviamente sarebbe solo possibile verificare l'autenticità di kernel e altri eseguibili di sistema, altrimenti lo inizi a scrivere ora e finisci tra 3 annitutto molto interessante ma niente che sia usabile dall'utente senza dover programmare di persona il tutto
            E non hai idea di cosa sia una procedura di
            inizializzazione dei
            loader!
            i loader sono loro ad inizializzare semmaima del resto non c'è nemmeno bisogno di scomodare redhat o myloader, basta efi per fare quello che dici tu, solo che devi accettare uno scontro/incontro con un pò di codice Cchromeos lo installi e basta invece
            Implementano quello che tu gli dici in un range
            che va dal vuoto cosmico fino quello che ti serve
            che sia
            fatto!certo, ma non lo implementano loro, lo implementi tupure io posso scrivermi il mio bel firmware che fatto tutto quell'ambaradan, ma non è una cosa immediata
            Altrimenti a cosa pensi che serva il toolkit?
            Ti sei posto questa semplicissima domanda?si ma il toolkit che dici non prevede quella possibilità, o meglio non ci sono ancora le estensioni per farlo ( almeno da quello che leggo nella documentazione )si può fare? certo, ma si poteva fare pure prima, solo che per ora nessuno l'ha implementato ( almeno non in maniera diffusa )se c'è l'airbus che ce l'ha sui suoi aerei, di certo a me il codice non lo dà
            Offese ?
            Non direi non è mica colpa mia se tu ignori a
            cosa servono i loaders e ignori pure che con le
            "distro" (parole tue) non hanno nulla a che
            fare!
            il termine distro l'hai usato tu, puoi hai scalato verso redboot e compagni, adesso tiri fuori toolkit e loader che s'inizializzano ( ma non erano loro ad inizializzare? bah !!! )
            Le XXXXXXX le hai sparate tu dicendo che le
            "distro" implementano (o non implementano)
            procedure di boot
            verificato!veramente le distro le hai nominate tu inizialmente e io ti ho fatto notare che nessuna distribuzione linux nota offre questa featurema del resto è chiaro pure il perchè e cioè quella caratteristica necessita di un firmware apposito
            Mica lo ho detto io!3-4 post più su hai tirato in balle le "distro custom"non ho capito cosa fossero, ho solo fatto notare che è il firmware il primo anello del boot verificato e non le distribuzioni
            Un esempio di procedure (costruisce a seconda
            delle procedure legate a DIFFERENTI LOADER)
            diverse di build delle immagini (immagine X per
            il target Y.... immagine Z con loader H per il
            target M... e via elencando) è facile da trovare
            ... anzi facilissimo
            .
            https://openwrt.org/
            La stessa "distro" (ammesso che tu voglia
            chiamare "openwrt" una distro in senso comune)
            implementa CONTEMPORANEAMENTE (a seconda di ciò
            che ti serve per quel/quei devices) procedure e
            loader diverse a seconda delle tue
            personalizzazioni dei vari target (e per target
            non si intende proXXXXXr e basta
            beninteso)...si certo, siamo d'accordose ti metti con un buon assembler fai tutto, ma il punto è che chromeos te lo dà chiavi in manoqui parliamo di notebook, netbook, thin clientsnessuno di questi soggetti ad oggi implementa il boot verificatosono d'accordo che si può fare, mica l'ha inventato google, ma ad oggi non è un qualcosa di commercialmente diffusoa me pare che stiamo parlando di dure cose diverse, ovvero io parlo di qualcosa di "commerciale" e con questo intendo una cosa che è disponibile sul mercato di massa e tu parli della possibilità di realizzarlo dal punto di vista tecnico
          • 164 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 4621
            toolkit? veramente io vedo dei firmware che
            ovviamente sono capaci di avviare altri
            programmi

            http://ecos.sourceware.org/ecos/docs-latest/redboo

            leggendo qui mi viene in mente un unico scenario
            possibile e cioè di creare un programma apposito
            ( caricato dal firmware e messo in eprom pure lui
            ) che si occupa di fare il boot
            verificato

            ovviamente sarebbe solo possibile verificare
            l'autenticità di kernel e altri eseguibili di
            sistema, altrimenti lo inizi a scrivere ora e
            finisci tra 3
            anniLo vedi che non hai capito un tubo?Certo che va in eprom (oggi flash la eprom come la intendi tu non esiste più da un pezzo!).E quanto a ciò che "verifica" è l'intera immagine (ad esempio nel caso openwrt) e "formatta" pure al volo (alla prima inizializzazione) la flash che conterrà i files (e l'intero filesystem / (root)) solo dopo parte il linux kernel relativo a quella immagine.
            tutto molto interessante ma niente che sia
            usabile dall'utente senza dover programmare di
            persona il
            tutto(rotfl)(rotfl)Guarda che è già fatto ... io ti ho illustrato il proXXXXX furbone basta che scrivi la paroletta magica "make"....
            i loader sono loro ad inizializzare semmaiI loader del firmware di base di quello specifico HW (e relativi devices) sono il "bios" per usare una analogia in linguaggio PCiese (l'unica alla tua portata) un loader come redboot o myloader svolge più o meno quel ruolo.. il "loader che viene dopo" è l'equivalente di un lilo e evoluzioni varie... e quello carica (a firmware e hardware e quanto altro inizializzati) il resto (kernel ecc)... e finalmente si toglie dalle balle!
            ma del resto non c'è nemmeno bisogno di scomodare
            redhat o myloader, basta efi per fare quello che
            dici tu, solo che devi accettare uno
            scontro/incontro con un pò di codice
            C1) Continui a parlare di PC con un "bios" evidentemente ti sfugge la differenza col proXXXXX che ti ho illustrato!2) in openwrt è già fatto (se non tu aggiungere qualcosa)
            chromeos lo installi e basta inveceSe hai un bios (o equivalente)! :DAltrimenti devi integrare le due cose!è questo che ti sfugge!


            Implementano quello che tu gli dici in un range

            certo, ma non lo implementano loro, lo implementi
            tu

            pure io posso scrivermi il mio bel firmware che
            fatto tutto quell'ambaradan, ma non è una cosa
            immediataLoro chi? hai capito che..Ripeto basta scrivere make....Se vuoi "penare poco"...Altrimenti hai il codice...


            Ti sei posto questa semplicissima domanda?
            si ma il toolkit che dici non prevede quella
            possibilità, o meglio non ci sono ancora le
            estensioni per farlo ( almeno da quello che leggo
            nella documentazione
            )Certo quella di redboot è solo una parte l'esempio completo è openwrt fubacchione! dove si usa redboot (o altro) customizzando le proprie cose.Scarica e leggi invece di parlare a vanvera!

            si può fare? certo, ma si poteva fare pure prima,
            solo che per ora nessuno l'ha implementato (
            almeno non in maniera diffusa
            )Ti ho fornito tutti i pezzi della cosa:Cosa si usa (come esempio) e un esempio di uso effettivo (openwrt)..Ma vedo che non hai capito un tubo...
            se c'è l'airbus che ce l'ha sui suoi aerei, di
            certo a me il codice non lo
            dàMa hai guardato o no openwrt? che ho usato come esempio.... è o non è open? :D


            "distro" (parole tue) non hanno nulla a che

            fare!
            il termine distro l'hai usato tu, puoi hai
            scalato verso redboot e compagni, adesso tiri
            fuori toolkit e loader che s'inizializzano ( ma
            non erano loro ad inizializzare? bah !!!
            )Allora io ti ho dato il link...Il codice è visibile...E c'è implementato load controllo e quanto di altro (già scritto) e per giunta con diversi firware/loader addirittura..

            Le XXXXXXX le hai sparate tu dicendo che le

            "distro" implementano (o non implementano)

            procedure di boot

            verificato!

            veramente le distro le hai nominate tu
            inizialmente e io ti ho fatto notare che nessuna
            distribuzione linux nota offre questa
            featurecioè openwrt (usata come esempio) non è noto?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma se mezzo mondo ci fa routers (wired wireless minidistro appliances ecc.) da anni!Vuoi forse dire non "nota" a te!
            ma del resto è chiaro pure il perchè e cioè
            quella caratteristica necessita di un firmware
            appositoE infatti è esattamente quello che ti ho mostrato!Un firmware apposito e un proXXXXX di build di una minidistro (molto conosciuto) è appunto ciò che serve a fare il firmware per un numero virtualmente illimitato di devices!E tu (ti avevo detto di leggere però) non lo hai capito!

            Mica lo ho detto io!

            3-4 post più su hai tirato in balle le "distro
            custom""distro custom" significa (in questo contesto) farti a partire da una base (openwrt nel mio esempio) una tua software distribution per il/i tuoi devices di "elezione" in modo essenzialmente HW independent (openwrt è predisposto e configurabile per questo)..Non solo con la possibilità di fare update da remoto di tutto (kernel compreso) anche "on the air"... ed è esattamente così che quel sistema (openwrt) viene CORRENTEMENTE usato in tutte le sue incarnazioni sia a livello "dilettantesco" sia a livello professionale e GOOGLE stessa (avendo partecipazioni in aziende come meraki che monta openwrt) ci si è diciamo ispirata!

            non ho capito cosa fossero, ho solo fatto notare
            che è il firmware il primo anello del boot
            verificato e non le
            distribuzioni

            https://openwrt.org/

            La stessa "distro" (ammesso che tu voglia

            chiamare "openwrt" una distro in senso comune)

            implementa CONTEMPORANEAMENTE (a seconda di ciò

            che ti serve per quel/quei devices) procedure e

            loader diverse a seconda delle tue

            personalizzazioni dei vari target (e per target

            non si intende proXXXXXr e basta

            beninteso)...

            si certo, siamo d'accordo

            se ti metti con un buon assembler fai tutto, ma
            il punto è che chromeos te lo dà chiavi in
            manoMa quale assembler??(rotfl)non ti sei manco accorto che è tutto C?
            qui parliamo di notebook, netbook, thin clients

            nessuno di questi soggetti ad oggi implementa il
            boot
            verificatoE ti sbagli... ripeto TUTTI i thin client firmware based lo fanno e te ne ho fornito un esempio tra i tanti!

            sono d'accordo che si può fare, mica l'ha
            inventato google, ma ad oggi non è un qualcosa di
            commercialmente
            diffusoOpenwrt è diffuso sia commercialmente che non!Dopo di che possiamo andare avanti fino a domani io ti ho fornito link e documentazione e tu solo chiacchere!Se mi dici che il 99% del pubblico di PI non ci capirà un tubo ti do ragione ma se mi dici che un "linaro appena più scafato della media" (che puoi anche noleggiare) non è in grado di farlo ti do torto!Tutto qui!
          • erik ilrosso scrive:
            Re: a me
            ma manca un vero office online degno di questo nome secondo me, inoltre tieni presente che quando non va la tua adsl i tuoi dati sono sul cloud, lasciamo perdere lo storage lato client, quel giorno ti servirà proprio quel documento che è sul cloud.Senza parlare che stampi solo su cloud printer ossia 4 modelli hp....
          • collione scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: erik ilrosso
            ma manca un vero office online degno di questo
            nome secondo me, inoltre tieni presente chems cloud office
            quando non va la tua adsl i tuoi dati sono sul
            cloud, lasciamo perdere lo storage lato client,
            quel giorno ti servirà proprio quel documento che
            è sul
            cloud.ma questo può benissimo capitarti con un normale pc se hai la mania di tenere le cose online invece che offlinese sei un utente abituato al tutto offline puoi benissimo farlo anche con chromeos
            Senza parlare che stampi solo su cloud printer
            ossia 4 modelli
            hp....falso, cloud printer è uno dei protocolli di stampa ma c'è anche cups con tutte le millemila stampanti supportate
          • erik ilrosso scrive:
            Re: a me
            se a te ms cloud office pare degno buon per te.Di cups non l'avevo letto dove sta scritto?
          • collione scrive:
            Re: a me
            dove sta scritto non lo so ma io l'ho visto in prima persona provando questa beta http://chromeos.hexxeh.net/
      • 6658 scrive:
        Re: a me
        - Scritto da: anonimo1
        - Scritto da: 6419

        L'idea di un notebook o netbook "web based" non

        sembra ne nuova ne

        convincente!

        Un conto sono i devices ultra mobili (tablet e

        smartphones) per cui certe limitazioni possono

        essere (in parte) accettabili... per quelli la

        strada è

        Android...

        Un conto è il netbook ben vengano gli incrementi

        di capacità delle memorie a stato solido (i

        dischi meccanici sono ciucciawatt a cui

        rinunciare) ben vengano i bassi consumi e gli

        alleggerimenti di peso... ma l'OS mi spiace ...

        lo decido

        IO!

        Se vi sta bene così allora è tutto ok

        In caso contrario... aria!

        Andate a cercarvi altri clienti!

        Giusto. Ma mi chiedo (pur non avendo provato
        Chrome OS): ci sono oggi soluzioni veramente
        alternative a Chrome OS, pensate per il cloud,
        che non siano OS pensati per il desktop e
        arrangiati alla meglio per funzionare (male) sui
        poco potenti netbook? Mi pare di no. A me l'idea
        di sostituire la marea di PC Win che ci sono in
        azienda e che vengono usati quasi tutti solo per
        scrivere documenti word con roba meno costosa e
        pensata per funzionare solo in cloud, piace
        molto.Non è che tu abbia bisogno del "cloud" (nel senso di google e neppure nel senso di Internet) per ottenere questo!Basta una intranet (più i servizi che vuoi accedere anche dall'esterno) volgarissima e un paio di martellate sugli hard disk e un pochino di flash... (lard disk dato che hanno consumi obesi) il resto è banale!Noi in azienda lo abbiamo fatto da tempo ... spariti virus.. la rete è enormemente più veloce (l'overhead dei client MS è insopportabile) spariti gli intoppi.. e le schermate blu!Il sistemista può occuparsi di cose serie (invece che lavorare a tempo pieno sulla manutenzione) e fare cose molto più utili per la azienda.
        • 6726 scrive:
          Re: a me
          In realtà...Non ho "martellato" i "lard disk" li ho semplicemente attaccati ad una "appliance" (Linux embedded pure lì) che fa da "net storage di sostegno" (e fanno anche da riscaldamento di emergenza in inverno (rotfl) ) e quando uno si rompe alè sostituzione al volo! :D
        • anonimo1 scrive:
          Re: a me


          Giusto. Ma mi chiedo (pur non avendo provato

          Chrome OS): ci sono oggi soluzioni veramente

          alternative a Chrome OS, pensate per il cloud,

          che non siano OS pensati per il desktop e

          arrangiati alla meglio per funzionare (male) sui

          poco potenti netbook? Mi pare di no. A me l'idea

          di sostituire la marea di PC Win che ci sono in

          azienda e che vengono usati quasi tutti solo per

          scrivere documenti word con roba meno costosa e

          pensata per funzionare solo in cloud, piace

          molto.
          Non è che tu abbia bisogno del "cloud" (nel senso
          di google e neppure nel senso di Internet) per
          ottenere
          questo!
          Basta una intranet (più i servizi che vuoi
          accedere anche dall'esterno) volgarissima e un
          paio di martellate sugli hard disk e un pochino
          di flash... (lard disk dato che hanno consumi
          obesi) il resto è
          banale!
          Noi in azienda lo abbiamo fatto da tempo ...
          spariti virus.. la rete è enormemente più veloce
          (l'overhead dei client MS è insopportabile)
          spariti gli intoppi.. e le schermate
          blu!
          Il sistemista può occuparsi di cose serie (invece
          che lavorare a tempo pieno sulla manutenzione) e
          fare cose molto più utili per la
          azienda.Ok, la intranet con i suoi server te la fai (chiamala cloud o chiamala come vuoi). Qui si stà parlando di client adatti allo scopo. E lo scopo è accedere alla intranet (o cloud o come più ci piace chiamarla) con terminali semplici, relativamente poco costosi, senza applicativi installati in locale. Chrome OS è pensato per questo. E ti dicevo che oggi non ci sono alternative valide, se non OS pensati per il desktop classico adattati ai netbook. Persino Ubuntu o qualunque sua derivata leggera è sovradimensionata per i netbook. In questo senso Chrome OS è una grossa novità. Poi nessuno ti vienta di comprarti un netbook e installarci sopra quello che vuoi. E immagino che tra poco ci saranno soluzioni altrettanto valide prodotte da altri (magari derivate da Chromium OS).
          • 4212 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: anonimo1


            Giusto. Ma mi chiedo (pur non avendo provato


            Chrome OS): ci sono oggi soluzioni veramente


            alternative a Chrome OS, pensate per il cloud,


            che non siano OS pensati per il desktop e


            arrangiati alla meglio per funzionare (male)
            sui


            poco potenti netbook? Mi pare di no. A me
            l'idea


            di sostituire la marea di PC Win che ci sono
            in


            azienda e che vengono usati quasi tutti solo
            per


            scrivere documenti word con roba meno costosa
            e


            pensata per funzionare solo in cloud, piace


            molto.

            Non è che tu abbia bisogno del "cloud" (nel
            senso

            di google e neppure nel senso di Internet) per

            ottenere

            questo!

            Basta una intranet (più i servizi che vuoi

            accedere anche dall'esterno) volgarissima e un

            paio di martellate sugli hard disk e un pochino

            di flash... (lard disk dato che hanno consumi

            obesi) il resto è

            banale!

            Noi in azienda lo abbiamo fatto da tempo ...

            spariti virus.. la rete è enormemente più veloce

            (l'overhead dei client MS è insopportabile)

            spariti gli intoppi.. e le schermate

            blu!

            Il sistemista può occuparsi di cose serie
            (invece

            che lavorare a tempo pieno sulla manutenzione) e

            fare cose molto più utili per la

            azienda.
            Ok, la intranet con i suoi server te la fai
            (chiamala cloud o chiamala come vuoi). Qui si stà
            parlando di client adatti allo scopo. E lo scopo
            è accedere alla intranet (o cloud o come più ci
            piace chiamarla) con terminali semplici,
            relativamente poco costosi, senza applicativi
            installati in locale. Chrome OS è pensato per
            questo.Ti sbagli:Chrome OS è pensato da google in funzione delle sue esigenze (che sono piuttosto diverse da quelle che hai detto di avere).
            E ti dicevo che oggi non ci sono
            alternative valide, se non OS pensati per il
            desktop classico adattati ai netbook.Se parli di "distro main stream" sono daccordo con te.. ma non è di questo che io parlavo.Mettere assieme e compilare (se non si ha il know how basta personalizzare in modo un pochino "spinto") una propria distro o partire da una distro "light" già disponibile (ce ne sono diverse) e personalizzarla non è poi così complesso!Daccordo..Se vuoi ammetto che in un certo senso sto "barando" noi ci occupiamo da anni di "embedded" per cui è evidente che abbiamo molta più esperienza in materia della "media"... Ma credimi si può fare anche se si è meno esperti...Certo devi avere la piena comprensione di quello che stai facendo e almeno uno "bravo" (non ho detto un genio ho detto semplicemente bravo)..Se non lo hai di tuo "noleggialo" (sono soldi ben spesi... meglio investiti... se hai in testa esattamente quello che devi fare). L'esperienza poi... non la butterai mai via!
          • anonimo1 scrive:
            Re: a me
            Tutto giusto. Ma ammetterai che oggi non c'è una distro "main stream" progettata in tutto e per tutto per funzionare sui netbook alla maniera di Chrome OS? Canonical ci ha provato, ma nessuna versione netbook di Ubuntu o delle varie derivate si avvia in 8 secondi comprensivi di apertura del browser (sul mio netbook Asus Firefox ci impiega almeno 30 secondi a partire). Altro discorso è la possibile sovrapposizione tra aggeggi dotati di Chrome OS e aggeggi dotati di Android.
          • 4601 scrive:
            Re: a me
            - Scritto da: anonimo1
            Tutto giusto. Ma ammetterai che oggi non c'è una
            distro "main stream" progettata in tutto e per
            tutto per funzionare sui netbook alla maniera di
            Chrome OS? Canonical ci ha provato, ma nessuna
            versione netbook di Ubuntu o delle varie derivate
            si avvia in 8 secondi comprensivi di apertura del
            browser (sul mio netbook Asus Firefox ci impiega
            almeno 30 secondi a partire). Altro discorso è la
            possibile sovrapposizione tra aggeggi dotati di
            Chrome OS e aggeggi dotati di
            Android.Come ti ho già detto se parli di "distro main stream" siamo perfettamente daccordo...Il problema è che se aspetti che Godot (in forma di google o altro) ti tolga le castagne dal fuoco rischi di fare la barba bianca e continuare ad aspettare...Il che non significa che non si debba osservare quello che accade (compresa google) e sfruttare ciò che di utile viene prodotto...Io ad esempio trovo ottimo (per il suo target) Android...Chromeos francamente mi lascia al momento molto ma molto perplesso....E personalmente ho preferito mettere a punto una soluzione non "godot" e che mi fa vivere meglio da almeno 3 anni.Se avrò motivo in seguito di cambiare lo farò e senza alcun rimpianto.. il mondo non resta certo fermo ne ad aspettare me e neppure google per quanto google sia un pochino più grande! :D
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: a me
        Sviluppare un'apposita distro in casa? O configurarne una molto snella con solo quel che serve? Dekstop con le 2 icone che servono e via. Il cloud immagino fatto in azienda...
  • anonimo1 scrive:
    Chomebook
    A parte che questo è il peggior articolo sui Chormebook che ho letto oggi...
    Ultimamente i netbook non se la passano molto bene, ma il colosso dei
    motori di ricerca è convinto di poter ribaltare la situazione con questa
    proposta alternativa.Il mercato dei netbook se la passa male perché nessun netbook in vendita nei negozi è un vero netbook. Un aggeggio con una Atom a bordo e che monta Seven è un portatile poco potente con un SO e un software a corredo pensati per altro, cioè un accrocchio senza senso. L'ultimo netbook Acer con Seven che ho visto per avviarsi ci metteva quasi due minuti a cui si deve aggiungere il tempo per aprire il browser che dovrebbe essere l'unica cosa che serve in un vero netbook. Con un Asus dotato di Ubuntu 10.04 i tempi erano solo leggermente migliori.
    questo primo sistema operativo progettato da zeroProgettato da zero? Non credo che quelli di Gentoo siano molto daccordo. E nemmeno Linus e soci.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Chomebook
      Leggermente migliori? Parliamo di si e no 10 secondi più i secondi che ci metti tu a lanciare il browser. Rispetto ad oltre 2 minuti non mi pare LEGGERMENTE...Almeno questo sul mio eeepc 1000 del 2008 con SSD e Ubuntu in versione apposita x netbook... e lo faceva già con la versione 9 e poi anche con Unity o meno. Aggiungi pure qualche secondo in più su un netbook con hd invece di ssd (il mio lo ha di serie) e stai sotto il minuto.
  • bertuccia scrive:
    video: cosa dice a 0:46?
    non riesco a capiregrazie
    • ephestione scrive:
      Re: video: cosa dice a 0:46?
      credo "while you're on a cycle", ma è detto così masticato che sembra un film di lionel ritchie :D
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: video: cosa dice a 0:46?
        Film di Lionel Ritchie? Il cantante? Che film avrebbe fatto???Cmq dice "On a unicyle?" cioè su un monociclo?
        • ephestione scrive:
          Re: video: cosa dice a 0:46?
          GUY ritchie, toppato :P
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: video: cosa dice a 0:46?
            Ah ecco... anche perché lo speaker non aveva accento afroamericano e quindi mi chiedevo se il caldo avvesse rintronato me o te ;)Certo che già girare sul monociclo è da mentecatti a meno che tu non viva nell'800 o lavori in un circo... poi pure usarci sopra il netbook... ma dove le pensano? :'(
        • bertuccia scrive:
          Re: video: cosa dice a 0:46?
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia

          Cmq dice "On a unicy c le?" cioè su un monociclo?cazz hai ragione! :)è che non avevo nemmeno capito che quello nel disegno era un monociclo, grazie comunque!
      • bertuccia scrive:
        Re: video: cosa dice a 0:46?
        - Scritto da: ephestione

        credo "while you're on a cycle"credo proprio sia "on a unicycle?" come dice ciccio, comunque lo dice abbastanza in fretta
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: video: cosa dice a 0:46?
          Lo dice in fretta così uno non si rende conto della XXXXXXXta che dice:))))
  • lellykelly scrive:
    senza internet
    inutile?
    • bertuccia scrive:
      Re: senza internet
      - Scritto da: lellykelly
      inutile?non proprio..perché le app di google le puoi usare anche offline..ovvio che ogni tanto ti dovrai connettere! :D
      • 6658 scrive:
        Re: senza internet
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: lellykelly

        inutile?

        non proprio..

        perché le app di google le puoi usare anche
        offline..
        ovvio che ogni tanto ti dovrai connettere! :DDovrò?Se vorrò e quando e quanto vorrò!E con l'O.S. che decido IO!In caso contrario ...Cerchino clienti diversi... io non sono in "target".
        • MeX scrive:
          Re: senza internet
          se l'uso che fai del computer è navigazione internet ed email, ti connetti per forze di cose.Chrome OS non ha certo l'intento di diventare un OS per sistemisti o hardcore gamers :D
          • collione scrive:
            Re: senza internet
            non credo a quello che ho letto!!!MeX sei proprio tu? :Dmi aspettavo una sparata a zero su chromeos con tanto di spot pro-apple comunque sia quoto, chromeos ha un target molto specifico e non è un caso che per ora sia in vendita solo per aziende, scuole ed enti pubblicipoi il fatto di doversi connettere ogni tanto non mi pare scandaloso, tanto pure con windows l'amato software scaricato dal mulo necessita di internet
          • MeX scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: collione
            non credo a quello che ho letto!!!

            MeX sei proprio tu? :D

            mi aspettavo una sparata a zero su chromeos con
            tanto di spot pro-apple
            io ve lo dico sempre che siete prevenuti
            comunque sia quoto, chromeos ha un target molto
            specifico e non è un caso che per ora sia in
            vendita solo per aziende, scuole ed enti
            pubblici

            poi il fatto di doversi connettere ogni tanto non
            mi pare scandaloso, tanto pure con windows
            l'amato software scaricato dal mulo necessita di
            internet
          • 6641 scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: MeX
            - Scritto da: collione

            non credo a quello che ho letto!!!



            MeX sei proprio tu? :D



            mi aspettavo una sparata a zero su chromeos con

            tanto di spot pro-apple



            io ve lo dico sempre che siete prevenutiPost ...caro mex.... post non pre!Post sia nel senso di "dopo" sia nel senso dei tuoi trollosissimi POST!
          • LaNberto scrive:
            Re: senza internet
            eh certo, alla fine di una conversazione equilibrata la trollata ci stava per forza eh?
          • hermanhesse scrive:
            Re: senza internet
            Per fortuna che sei arrivato!Stavano per soccombere...
          • tell scrive:
            Re: senza internet
            Concordo: è un sistema per compratori di beni o servizi (su Internet) e per donatori (dei propri dati privati).
          • MeX scrive:
            Re: senza internet

            e per donatori (dei propri
            dati
            privati).BAZINGA :D
          • lroby scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: MeX
            BAZINGA :DSi Sheldon :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: senza internet
            Dr. Sheldon Cooper, prego! :p
          • 6753 scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: tell
            Concordo: è un sistema per compratori di beni o
            servizi (su Internet) e per donatori (dei propri
            dati
            privati).Per alcuni può non essere un problema... per me lo è (non il solo ce sono altri ugualmente importanti) ...
          • 4212 scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: MeX
            se l'uso che fai del computer è navigazione
            internet ed email, ti connetti per forze di
            cose.

            Chrome OS non ha certo l'intento di diventare un
            OS per sistemisti o hardcore gamers
            :DPurtroppo non è quello l'uso che ne faccio! :DNe è quello che se ne fa in azienda! :DConclusione... fuori target...Chrome pussa via! :D
        • Farlocco scrive:
          Re: senza internet

          Cerchino clienti diversi... io non sono in "target".se vuoi essere diverso dal 95% degli utenti fai pure
          • 6816 scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: Farlocco

            Cerchino clienti diversi... io non sono in
            "target".

            se vuoi essere diverso dal 95% degli utenti fai
            pureE che vuoi farci?Sei molto dispiaciuto? :D
        • Jack Rackham scrive:
          Re: senza internet
          - Scritto da: 6658

          ovvio che ogni tanto ti dovrai connettere! :D
          Dovrò?
          Se vorrò e quando e quanto vorrò!
          E con l'O.S. che decido IO!
          In caso contrario ...
          Cerchino clienti diversi... io non sono in
          "target".Ma che fai, ti inXXXXX? :) E' chiaro che l'OS lo decidi tu, loro hanno annunciato un prodotto, mica hanno annunciato che ora passeranno per le case a ritiritare tutti i computer sostituendoli obbligatoriamente con il loro hardware!E poi vorresti dirmi che tu oggi usi un computer completamente offline? Anche io non mi reputo in target, soprattutto per il prezzo, ma mi incuriosisce l'OS... Magari troveranno il modo di installarlo ovunque!--JackRackham
          • 5945 scrive:
            Re: senza internet
            - Scritto da: Jack Rackham
            - Scritto da: 6658


            ovvio che ogni tanto ti dovrai connettere! :D

            Dovrò?

            Se vorrò e quando e quanto vorrò!

            E con l'O.S. che decido IO!

            In caso contrario ...

            Cerchino clienti diversi... io non sono in

            "target".

            Ma che fai, ti inXXXXX? :) E' chiaro che l'OS lo
            decidi tu, loro hanno annunciato un prodotto,
            mica hanno annunciato che ora passeranno per le
            case a ritiritare tutti i computer sostituendoli
            obbligatoriamente con il loro
            hardware!XXXXXXXrmi ?E perchè?Sono solo "fuori target"...Ci sono altri che non lo sono dove sta il "tuo" (o loro) problema?
            E poi vorresti dirmi che tu oggi usi un computer
            completamente offline? Anche io non mi reputo in
            target, soprattutto per il prezzo, ma mi
            incuriosisce l'OS... Magari troveranno il modo di
            installarlo
            ovunque!Completamente offline?Scusa è ma chi ti ha detto che "on line"=chromeos?Non sarai mica Brin per caso?O pensi che il problema sia quello dell'"online" "offline" e dove lo avrei detto?Rilassati!
      • MacBoy scrive:
        Re: senza internet
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: lellykelly

        inutile?

        non proprio..

        perché le app di google le puoi usare anche
        offline..
        ovvio che ogni tanto ti dovrai connettere! :Dma non dire fesserie. PALLISTA!
    • anonimo1 scrive:
      Re: senza internet
      - Scritto da: lellykelly
      inutile?Essenso un netbook direi proprio di sì. Questo è il primo caso di netbook in cui "net" è la cosa importante. Anzi, l'unica cosa importante. Il che farà la gioia delle grosse aziende che si occupano di server perché potranno occuparsi della parte cloud (magari proponendo proprie soluzioni diverse da quelle di BigG) avendo dei dispositivi lato client veramente pensati per il cloud (magari venduti con Chromium OS o derivate se qualcuno riesce a produrre netbook con quello installato).
      • collione scrive:
        Re: senza internet
        e invece no perchè html5 ha il caching e google ha ufficialmente chiarito che le applicazioni funzionano anche senza internet e i dati sono replicati in localequesta leggenda metropolitana non so proprio da dove sia uscita
        • anonimo1 scrive:
          Re: senza internet
          - Scritto da: collione
          e invece no perchè html5 ha il caching e google
          ha ufficialmente chiarito che le applicazioni
          funzionano anche senza internet e i dati sono
          replicati in
          locale

          questa leggenda metropolitana non so proprio da
          dove sia
          uscitaOk. Ma se non mi connetto almeno una volta i miei dati su Google Documents non li posso scaricare in locale. E se il mio documento lo modifico non lo posso spedire nel cloud finché non mi collego. Altrimenti mi tocca usare la solta chiavetta USB per portarmi in giro i file :-) (cosa che comunque Chrome OS consente di fare, fortunatamente).Chrome OS "è fatto" per stare in rete. Poi se hanno anche trovato il modo di farmi lavorare in certi momenti senza rete, meglio. Si tratta di cache, non di salvataggio e condivisione dei miei documenti che avvengono, di norma sul cloud (altrimenti si tratterebbe di un PC normale)
          • collione scrive:
            Re: senza internet
            infatti e quindi comunque hai qualcosa in piùse vuoi usare google docs devi comunque connetterti pure da windows o mac o linuxil punto è che si è diffusa una leggenda metropolitana che vuole chromeos = browser che va a zanzo sui siti web
    • Picchiatell o scrive:
      Re: senza internet
      - Scritto da: lellykelly
      inutile?tre cose mi infastidiscono:1)la copertura 32)il prezzo 3)e' piu' "chiuso" di un apple o un pccerto che se viene venduto nel "solito" centro commerciale tra netbook "vista II castred edition" , laptop vista II edition e isole apple dall'altra non ha alcuna speranza.
      • anonimo1 scrive:
        Re: senza internet
        - Scritto da: Picchiatell o
        tre cose mi infastidiscono:

        1)la copertura 3
        2)il prezzo
        3)e' piu' "chiuso" di un apple o un pc

        certo che se viene venduto nel "solito" centro
        commerciale tra netbook "vista II castred
        edition" , laptop vista II edition e isole apple
        dall'altra non ha alcuna
        speranza.1) Se avrà sucXXXXX vedrai che gli altri operatori un accordo con Google lo faranno di sicuro.2) Sì, non proprio economico.3) Vero, ma nessuno può impedire ad altre aziende di crearsi una derivata passando per Chromium OS. Prima si devono creare il corrispondente cloud, e questo non è uno scherzo ;-)Inoltre. Non credo che il target scelto sia quello della grande distribuzione. Credo più ad un uso aziendale.
        • Picchiatell o scrive:
          Re: senza internet
          - Scritto da: anonimo1
          3) Vero, ma nessuno può impedire ad altre aziende
          di crearsi una derivata passando per Chromium OS.
          Prima si devono creare il corrispondente cloud, e
          questo non è uno scherzo
          ;-)mi sono espresso male: con un mac posso utilizzare un altro s.o. , con un pc posso re-installarne una qualsiasi distro linux ( o altro) con questo no e qui che dovrebbe costare un po' meno .

          Inoltre. Non credo che il target scelto sia
          quello della grande distribuzione. Credo più ad
          un uso
          aziendale.dipende piccole e medie aziende sono incrollabilmente legate al server aziendale, in quando alle grandi siamo cosi' sicuri che sia un buon affare per chi produce?
          • anonimo1 scrive:
            Re: senza internet

            dipende piccole e medie aziende sono
            incrollabilmente legate al server aziendale, in
            quando alle grandi siamo cosi' sicuri che sia un
            buon affare per chi
            produce?Appunto. Si tratta di capire se le PMI (e anche le PA) hanno voglia, tempo e denaro per cambiare radicalmente il proprio parco macchine e la loro concezione client-server. Ma che il target dell'approccio Chrome OS non sia quello della vendita via Media World mi pare chiaro (magari poi si allargano, eh!). Per le grandi potrebbe essere un affare. E comunque IBM e altri stanno ragionando su soluzioni aziendali cloud da tempo. Persino Microsoft è alle prese con la sua nuvola (anche se IMHO non ha ancora capito cosa sia :-) ).
          • Matteo scrive:
            Re: senza internet
            Pure secondo me questo ChromeOS susciterà un forte interesse proprio in ambito business. Per una ditta che deve ordinarne qualche migliaio il costo è quasi 0 e non ha problemi di licenze aggiuntive. L'amministrazione, qualsiasi servizio si debba sfruttare/offrire, ha una sola interfaccia lato server con enormi benefici per entrambe le parti.E' semplicemente quella che un tempo era l'organizzazione "batch", solo evoluta e distribuita in rete.Poi sul piano personale, onesti, chi oggigiorno usa un portatile non connesso in rete? Sicuramente una molto ristretta minoranza.Onestamente per quello cui serve un netbook, meglio questo che un cosetto con Vista/XP... l'unica pecca che ha è il non poterci montare linux :)
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: senza internet
            Quindi a questo punto ti pigli un netbook con già sopra Linux o uno dove ci puoi installare Linux, BSD o quel che ti pare.Un conto è un computer connesso genericamente in rete quando vuole l'utente, un altro è questo coso Google-dipendente. Per le aziende poi finire sulla nuvola googlania non so quanto convenga in termini di riservatezza... che vantaggi reali darebbe anche in termini di applicazioni? Se l'azienda X ha sviluppato determinate applicazioni che magari girano su determinati SO che se ne fa di questo coso... che pure costicchia?? Altro che costo 0. E che deve comprare sottoscrivendo contratti con l'operatore mobile... ma x favore!
  • deactive scrive:
    mhmm
    un netbook davvero vale di piu' la pena allora per quel prezzo.E forse anche un qualunque tablet con qualunque SO e' piu' versatile e utilizzabile a livello PRO di questo ChromeOS.Boh, spero di sbagliarmi.
    • bertuccia scrive:
      Re: mhmm
      - Scritto da: deactive

      un netbook davvero vale di piu' la pena allora
      per quel prezzo.il prezzo sembra altino :|
      • collione scrive:
        Re: mhmm
        i prezzi per ora sono in dollari quindi è difficile dire quanti euro sarannoovviamente i soliti ci fanno la cresta per cui non aspettiamoci chissà chema il bello è che verranno venduti solo in abbonamento
        • banca scrive:
          Re: mhmm
          - Scritto da: collione
          i prezzi per ora sono in dollari quindi è
          difficile dire quanti euro
          saranno

          ovviamente i soliti ci fanno la cresta per cui
          non aspettiamoci chissà
          che

          ma il bello è che verranno venduti solo in
          abbonamentoormai è sicuro 1=1$..
          • collione scrive:
            Re: mhmm
            magari, invece si fa sempre 1$=1.5 :D
          • eticre scrive:
            Re: mhmm
            siamo passati da 1000Lire=1 e adesso 1$=1 e neesuno si incxxa e tutti comprano ugualmente e poi i commercianti quando c'è crisi sono i primi a piangere!
          • collione scrive:
            Re: mhmm
            e sai la cosa "divertente" qual'è? che non sono le aziende a farci la cresta ma gli intermediaritrolley comprato in fabbrica tramite amico = 7 stesso trolley in negozio = 60 poi i bottegai hanno la faccia tosta di piangere e dire che c'è la crisi
          • AAA scrive:
            Re: mhmm
            Purtroppo spesso sono le case produttrici ad imporreil prezzo finale al pubblico... E' capitato anchea me di scoprire una cosa come descritta da voi e,chiedendo in fabbrica il percè della differenza, ho scopertoche sono proprio i produttori ad imporre i prezzi finali.
          • Cavallo Pazzo scrive:
            Re: mhmm
            Ok:Trolley comprato in fabbrica = 7 euriTrolley spedito a casa tua dalla fabbrica (cina o usa) = 50 euriPrezzo finale = 57 euri.con 60 invece lo puoi avere oggi stesso e se ha dei difetti lo riporti in negozio.
          • collione scrive:
            Re: mhmm
            - Scritto da: Cavallo Pazzo
            Ok:
            Trolley comprato in fabbrica = 7 euri
            Trolley spedito a casa tua dalla fabbrica (cina o
            usa) = 50
            euri
            Prezzo finale = 57 euri.

            con 60 invece lo puoi avere oggi stesso e se ha
            dei difetti lo riporti in
            negozio.??? il trolley è stato comprato in una fabbrica italiana che in verità è un mero rimarchiatore di prodotti cinesi, quindi è stato comprato in giornata e se era difettoso glielo riportavoil punto è che quella roba alle fabbriche italiane costa 7 euro e te lo fanno pagare 10 volte tanto, ovvero un ricarico del 900%
          • Enry scrive:
            Re: mhmm
            - Scritto da: eticre
            siamo passati da 1000Lire=1 e adesso 1$=1 e
            neesuno si incxxa e tutti comprano ugualmente e
            poi i commercianti quando c'è crisi sono i primi
            a
            piangere!perchè magari la roba che comprano segue la stessa trafila? Vedi un po' tu...
    • MeX scrive:
      Re: mhmm
      l'idea del prezzo rateizzato però è intrigante, e vedere un prodotto con un nuovo OS fa sempre piacere :D