Automotive, il tatto alla guida

Un sistema di segnalazioni in grado di permettere la guida ad autisti ciechi. La tecnologia è da raffinare, il codice della strada certamente da riaggiornare

Roma – Un’automobile per ciechi: ci lavora da anni un gruppo di ricercatori del Virginia Tech in associazione con l’Associazione Federale Ciechi e la DARPA, con l’obiettivo iniziale di sviluppare un veicolo che si guidasse da solo che si è via via evoluto fino al progetto attuale.

La tecnologia del Virginia Tech è costituita da una serie di “interfacce”, sensori e segnalatori in grado di restituire un feedback del mondo esterno senza dare per scontata la presenza del senso visivo nel guidatore. Nella dune buggy realizzata dai ricercatori, il guidatore non vedente agisce da “co-pilota” di un mezzo che è in grado di riconoscere la presenza di ostacoli e altri veicoli attraverso sensori laser.

È inoltre presente a bordo un corpetto vibrante da indossare e che segnala al guidatore quando occorre rallentare, accelerare o girare. Dopo la dune buggy i ricercatori sono ora al lavoro su una Ford Escape modificata, all’interno della quale le segnalazioni delle prossime svolte verranno percepite attraverso speciali guanti vibranti. L’auto dovrebbe essere in grado di fornire una mappa sensoriale dell’ambiente esterno indipendente dalla vista , attraverso raffiche di area compressa opportunamente diretta verso il corpo del guidatore.

I ricercatori daranno prova dei progressi sin qui fatti con l’auto per non vedenti il prossimo 29 gennaio 2011, con una dimostrazione programmata in apertura della gara di resistenza automobilistica Rolex 24 che si svolgerà presso la Pista Internazionale di Daytona.

L’obiettivo, dice il dottor Dennis Hong, a capo del team di ricerca, è quello di poter realizzare un giorno un design applicabile a un’automobile per non vedenti da produrre in serie. Prima di arrivare a quel traguardo occorrerà ovviamente fare in modo che il sistema di interfacce sensoriali diventi sicuro al 100% , e anche allora si dovrà comunque mettere mano al codice della strada in vigore negli States – e in prospettiva anche altrove – per armonizzare la coesistenza del nuovo veicolo con quelli standard.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nilok scrive:
    Garantire il ridicolo....
    AUGH!Questo signore, assolutamente schiavizzato, l'unica cosa che può garantire è che la connettività, la banda larga e la"comunicazione" privata....SI DEVONO PAGARE A CARO PREZZO!!!!Poco gli importa del digital-divide....poco gli importa che qualunque sviluppo economico, in QUALUNQUE settore, è SEMPRE stato preceduto da uno sviluppo infrastrutturale....Questo signore non è in grado di fare ciò che dovrebbe fare!Ho parlato.Nilok
  • JosaFat scrive:
    Pennette all'arrabbiata
    Chiamarli "modem 3G" fa troppo geek anche su PI?Comunque il sucXXXXX dell'internet mobile è conseguenza dello schifo di situazione sul fisso: per attivare una ADSL è necessario aver la fortuna di abitare in una zona coperta, attivare un abbonamento telefonico a prezzi truffa (30 euro o più, solo per avere un telefono e una ADSL qualsiasi).Conosco un sacco di gente che si connettono in EDGE o UMTS con il computer perché l'unica alternativa è il PSTN. Altro che mobile!Intanto il WiMax non arriva, le hyperlan coprono a macchia di leopardo, facendosi pagare l'iradiddio, tanto per non disturbare troppo Vodafone o la Tre.
    • Xilitolo scrive:
      Re: Pennette all'arrabbiata
      - Scritto da: JosaFat
      Conosco un sacco di gente che si connettono in
      EDGE o UMTS con il computer perché l'unica
      alternativa è il PSTN. Altro che
      mobile!Eccomi... il 3G è l'unico modo per avere la banda larga a casa mia.
    • SCF is evil scrive:
      Re: Pennette all'arrabbiata
      Guardandomi intorno la maggior parte dei miei vicini, naviga con la chiavetta con una velocità equivalente ad una connessione 56K, non perchè non servita da ADSL, che è comunque lenta ma mai quanto la chiavetta, solo perchè la maggior parte di loro si è fatta staccare il telefono da Telecom per debiti di milioni di lire quando internet ancora non c'era o non si sapeva cosa fosse, la realtà purtroppo è questa...Grazie a queste persone passerebbe anche a me la voglia di investire in fibra...meglio aggiornare le connessioni mobili e portarle a livelli accettabili...altro che 100mbps
      • Xilitolo scrive:
        Re: Pennette all'arrabbiata
        Bei vicini che hai.... :-DIo navigo a 2MB effettivi con la chiavetta quando Telecom viaggia a 640K (non effettivi 2MB per tutto il comune, poi si divide) per quelli che sono riusciti a farsi connettere.
        • SCF is evil scrive:
          Re: Pennette all'arrabbiata
          Quello che volevo dire che la maggior parte della gente vive in con dizioni precarie, forse è per questo che non conviene offrire la velocità (100Mbps) ma la flessibilità (contratto prepagato, spesso solo per facebook)...di gente che ci lavora veramente con internet è poca e non è conveniente offrire servizi a una nicchia...
  • ullala scrive:
    all'asta
    Ecco mettiamo all'asta (cioè diamo in concessione ai soliti noti per non aver fatto un razzo) invece che libralizzare (a tutti) lo spettro!è una idea geniale!Rendiamo scarsa una risorsa che scarsa non è (è limitata non scarsa... è limitata ma di quantità infinita sono due cose ben diverse!)Mi pare proprio una idea geniale!Pensare che per Obamo la parola liberalizzare significa tuuta un altra cosa che "mettere all'asta" ci sarà un problema di lingua, di vocabolario o di poltrona?
    • SCF is evil scrive:
      Re: all'asta
      E secondo te i soldi per ripianare il debito pubblico dove li debbono prendere?....un pò qua, un po là e via...
      • pippo scrive:
        Re: all'asta
        Per esempio abolendo le Province e le Comunità montaneComuni con minimo 10000 abitantiRegioni con minimo 4000000 abitantiAbolendo il sostituto d'imposta e obbligando i datori di lavoro a versare lo stipendio su conto corrente in modo che in automatico la banca invia gli acconti all'Erario e all'INPS ( si riducono i costi ai datori di lavoro si eliminano le evasioni contributive e le truffe ai danni dei lavoratori)Accorpamento di tutti gli enti previdenziali nell'INPSRazionalizzazione delle Forze di Polizia (Nessuna duplicazione nazionale Polizia dell'Unione Europea - Polizia Nazionale - Polizia Regionale per evitare colpi di stato)112 operativo come richiesto dall'Unione Europea ( + posti di lavoro riduzione delle vittime di incidenti)Riduzione indennità Deputati e Senatori
        • fiertel91 scrive:
          Re: all'asta
          Aggiungi magari l'abolizione degli incostituzionali finanziamenti all'istruzione privata.E l'abolizione del sistema dell'8xmille e tutti i privilegi concessi alla Chiesa Cattolica.Giusto così, per stare sul generico.
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: all'asta
            Mettici anche le auto blu (oltre 600K macchine) e facciamo pagare le tasse agli evasori...
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            E per finire, smettiamo di pagare tutte le licenze sw della P.A. obbligando per legge ad utilizzare solo software free.Mentre per i privati che pretendono di usare software proprietario, si metta una bella accisa sulle licenze sw.
          • shevathas scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: panda rossa
            E per finire, smettiamo di pagare tutte le
            licenze sw della P.A. obbligando per legge ad
            utilizzare solo software
            free.
            a seconda dei casi potrebbe non essere economicamente vantaggioso.

            Mentre per i privati che pretendono di usare
            software proprietario, si metta una bella accisa
            sulle licenze
            sw.
            calcolata sulla base di quale valore, visto che a tuo dire, il software vale zero ?
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            E per finire, smettiamo di pagare tutte le

            licenze sw della P.A. obbligando per legge ad

            utilizzare solo software

            free.



            a seconda dei casi potrebbe non essere
            economicamente vantaggioso.Pagare le licenze e' sicuramente non economicamente vantaggioso.In alcuni sporadici casi potrebbe anche esserlo.Cominciamo col tagliare le licenze!Laddove si dimostrasse vantaggioso mantenerle, i dirigenti di quei reparti useranno il budget a disposizione per pagarle, e quindi ottenere un guadagno a valle grazie ai vantaggi ottenuti.

            Mentre per i privati che pretendono di usare

            software proprietario, si metta una bella accisa

            sulle licenze

            sw.


            calcolata sulla base di quale valore, visto che a
            tuo dire, il software vale zero ?A mio dire il software vale zero, ma secondo i listini che propongono alla P.A., no.Vogliamo imporre che il software sia gratis per legge?Sarebbe il massimo.
          • shevathas scrive:
            Re: all'asta

            Pagare le licenze e' sicuramente non
            economicamente
            vantaggioso.quanto costerebbe far sviluppare un software ad hoc invece di comperarlo ?
            In alcuni sporadici casi potrebbe anche esserlo.
            esempi c'è ne sono a bizzeffe. Basta pensare ad autocad per i servizi tecnici o software specifici per determinati servizi.
            Cominciamo col tagliare le licenze!
            Laddove si dimostrasse vantaggioso mantenerle, i
            dirigenti di quei reparti useranno il budget a
            disposizione per pagarle, e quindi ottenere un
            guadagno a valle grazie ai vantaggi
            ottenuti.anche il far lavorare più velocemente i dipendenti è un guadagno.
            Vogliamo imporre che il software sia gratis per
            legge?
            Sarebbe il massimo.e lo slogan pane&figa per tutti no ?
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: shevathas

            Pagare le licenze e' sicuramente non

            economicamente

            vantaggioso.

            quanto costerebbe far sviluppare un software ad
            hoc invece di comperarlo ?Una tantum, invece di licenze a vita.E col risultato che alla fine hai i sorgenti.

            In alcuni sporadici casi potrebbe anche esserlo.



            esempi c'è ne sono a bizzeffe. Basta pensare ad
            autocad per i servizi tecnici o software
            specifici per determinati servizi.Si, adesso Autocad e' un software di produttivita' della PA., che manco sanno distinguere un monitor spento da uno con screen saver nero, quelli che lavorano in PA.

            Cominciamo col tagliare le licenze!

            Laddove si dimostrasse vantaggioso mantenerle, i

            dirigenti di quei reparti useranno il budget a

            disposizione per pagarle, e quindi ottenere un

            guadagno a valle grazie ai vantaggi

            ottenuti.

            anche il far lavorare più velocemente i
            dipendenti è un guadagno.Stiamo parlando di PA. La parola "velocemente" non puo' in alcun modo essere collocata accanto alla parola "lavorare"

            Vogliamo imporre che il software sia gratis per

            legge?

            Sarebbe il massimo.

            e lo slogan pane&figa per tutti no ?Bello, ma sarebbe OT, e alquanto maschilista.[img]http://2.bp.blogspot.com/_bJCN2zOS95M/TCh1qf7uPLI/AAAAAAAAC4k/gpPHfbyFTcU/s400/Cristina+Del+Basso.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2010 16.49-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: all'asta


            Una tantum, invece di licenze a vita.
            difficile che esistano software che non hanno mai bisogno di modifiche e di mantenimento.
            E col risultato che alla fine hai i sorgenti.
            in ogni caso ci sarà da pagare qualcuno per metterci le mani sopra.
            Si, adesso Autocad e' un software di
            produttivita' della PA., che manco sanno
            distinguere un monitor spento da uno con screen
            saver nero, quelli che lavorano in
            PA.
            certo e gli uffici tecnici e quelli del genio civile vanno ancora avanti con carta&penna.
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: shevathas



            Una tantum, invece di licenze a vita.


            difficile che esistano software che non hanno mai
            bisogno di modifiche e di
            mantenimento.Indubbiamente, ma se i sorgenti sono tuoi, le puoi fare senza pagare licenze.

            E col risultato che alla fine hai i sorgenti.


            in ogni caso ci sarà da pagare qualcuno per
            metterci le mani sopra.Imparare a metterci le mani da se' e' una opzione cosi' improponibile?

            Si, adesso Autocad e' un software di

            produttivita' della PA., che manco sanno

            distinguere un monitor spento da uno con screen

            saver nero, quelli che lavorano in

            PA.


            certo e gli uffici tecnici e quelli del genio
            civile vanno ancora avanti con
            carta&penna.Vuoi dire che sono spariti tutti i tecnigrafi dagli uffici tecnici, sostituiti con plotter?Non mi dire.Hai delle foto?
          • shevathas scrive:
            Re: all'asta

            Indubbiamente, ma se i sorgenti sono tuoi, le
            puoi fare senza pagare
            licenze.
            pagando le licenze invece lasci che ci pensino altri. Come sempre bisogna valutare la situazione e vedere bene costi/benfici.

            Imparare a metterci le mani da se' e' una opzione
            cosi'
            improponibile?
            certe sparate mi fanno dubitare che tu sia realmente un programmatore. Credi sia così facile trasformare un dipedente in un programmatore, credi basti leggersi una guida per diventare in tre giorni un superguru della programmazione ? e anche l'ipotesi B assumere un programmatore può non essere efficiente, dipende da casi e situazioni.
            Vuoi dire che sono spariti tutti i tecnigrafi
            dagli uffici tecnici, sostituiti con
            plotter?
            Non mi dire.
            Hai delle foto?http://www.google.com/images?q=plotterPSsecondo il tuo parere negli uffici usano ancora i tecnigrafi però avendo il codice sorgente di un programma sarebbero capaci di modificarlo a loro piacimento (newbie)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2010 18.19-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: shevathas

            Indubbiamente, ma se i sorgenti sono tuoi, le

            puoi fare senza pagare

            licenze.


            pagando le licenze invece lasci che ci pensino
            altri. Come sempre bisogna valutare la situazione
            e vedere bene
            costi/benfici.Possedere qualcosa e poterne disporre a piacimento ha un rapporto costi/benefici infinitamente superiore di qualcosa che non si possiede e che altri concedono a piacer loro, e tolgono quando vogliono, soprattutto quando da questa cosa dipende il mio business o la mia vita.

            Imparare a metterci le mani da se' e' una
            opzione

            cosi'

            improponibile?


            certe sparate mi fanno dubitare che tu sia
            realmente un programmatore. Credi sia così facile
            trasformare un dipedente in un programmatore,
            credi basti leggersi una guida per diventare in
            tre giorni un superguru della programmazione ?Dove sta scritto che un programmatore gia' capace non puo' essere assunto?
            e anche l'ipotesi B assumere un programmatore può
            non essere efficiente, dipende da casi e
            situazioni.Questa te la concedo.Valutati i costi e i benefici si puo' valutare se assumere un programmatore, formarne uno o rivolgersi a delle consulenze esterne.

            Vuoi dire che sono spariti tutti i tecnigrafi

            dagli uffici tecnici, sostituiti con

            plotter?

            Non mi dire.

            Hai delle foto?

            http://www.google.com/images?q=plotter

            PS
            secondo il tuo parere negli uffici usano ancora i
            tecnigrafi però avendo il codice sorgente di un
            programma sarebbero capaci di modificarlo a loro
            piacimento
            (newbie)Secondo la realta', non secondo il mio parere.I tecnigrafi ancora esistono e ancora vengono usati.E spesso con migliori risultati di un autocad.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: all'asta
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: unaDuraLezione

            Imparare a metterci le mani da se' e' una
            opzione

            cosi'

            improponibile?

            Stai parlando sul serio?
            Lo sai come funzionano le cose in PA?
            Se un dipendente ha un ruolo es: 'spostare una
            gomma dal tavolo A al tavolo B'. lui farà
            esattamente *SOLO* quel
            ruolo.
            Se gli chiedi di spostare la gomma dal tavolo A
            al tavolo C (adiacente al tavolo B) ti dirà che
            non è suo compito e che si retende che impari
            queto 'nuovo' compitto dovrà avere un aumento di
            stipendio.I parassiti moriranno tutti prima o poi!
            Quelli che si sbattono in PA sono solo i
            collaboratori, grazie al miraggio dell'assunzione
            ovviamente.Quale assunzione? La PA non assume quelli bravi, assume gli amici degli amici.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: all'asta
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: all'asta
            contenuto non disponibile
          • ThEnOra scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: panda rossa
            E per finire, smettiamo di pagare tutte le
            licenze sw della P.A. obbligando per legge ad
            utilizzare solo software
            free.E secondo te la P.A. usa solo Word o Outlook o Excel?
            Mentre per i privati che pretendono di usare
            software proprietario, si metta una bella accisa
            sulle licenze
            sw.Gli utenti privati continuerebbero ad usare Office pirata.
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa

            E per finire, smettiamo di pagare tutte le

            licenze sw della P.A. obbligando per legge ad

            utilizzare solo software

            free.

            E secondo te la P.A. usa solo Word o Outlook o
            Excel?Magari! Purtroppo usano anche IE6!

            Mentre per i privati che pretendono di usare

            software proprietario, si metta una bella accisa

            sulle licenze

            sw.

            Gli utenti privati continuerebbero ad usare
            Office pirata.Peggio per loro.
          • ThEnOra scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: panda rossa


            E per finire, smettiamo di pagare tutte le


            licenze sw della P.A. obbligando per legge ad


            utilizzare solo software


            free.



            E secondo te la P.A. usa solo Word o Outlook o

            Excel?

            Magari! Purtroppo usano anche IE6!Carina questa.(IE6 e non semplicemente IE)


            Mentre per i privati che pretendono di usare


            software proprietario, si metta una bella
            accisa


            sulle licenze


            sw.



            Gli utenti privati continuerebbero ad usare

            Office pirata.

            Peggio per loro.Giusto, ma il punto è: perchè piratare quando esiste l'alternativa legale, pure gratis?
          • panda rossa scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: ThEnOra

            Giusto, ma il punto è: perchè piratare quando
            esiste l'alternativa legale, pure
            gratis?Non chiederlo a me, chiedilo a chi pirata quando esiste l'alternativa legale, pure gratis.
      • ullala scrive:
        Re: all'asta
        - Scritto da: SCF is evil
        E secondo te i soldi per ripianare il debito
        pubblico dove li debbono prendere?....un pò qua,
        un po là e
        via...Certo è una mossa furbissima!guarda cosa hanno guadagnato con l'asta wimax 2 spiccioli!In compenso il wimax non è decollato in parte perchè ci sono evidenti problemi con quella tecnologia a quelle frequenze (attorno ai 3.5) e in larghissima parte perchè molti di quelli che hanno preso le frequenze (alcuni si sono dissanguati già li) non avevano interesse a investire in quel business anzi... il contrario.Morale il risultato è nessun incremento al PIL uguale il debito alla fine aumenta ben oltre quello che hai incassato!In tempi di crisi si investe non si spreme e si spera che gli investimenti rilancino la produzione REALE (non finanziaria che non conta un tubo) di ricchezza!Con queste logiche da concessione, vassalli valvassini, valvassori occorre chiudere e chiudere una volta per tutte se non vogliamo finire come l'argentina.
        • Clistene scrive:
          Re: all'asta
          - Scritto da: ullala
          In tempi di crisi si investe non si spreme e si
          spera che gli investimenti rilancino la
          produzione REALE (non finanziaria che non conta
          un tubo) di
          ricchezza!Grazie.Mi è bastata questa frase per capire che stiamo parlando con un grillino travaglino e co.
          • 0110 scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: Clistene
            - Scritto da: ullala


            In tempi di crisi si investe non si spreme e si

            spera che gli investimenti rilancino la

            produzione REALE (non finanziaria che non conta

            un tubo) di

            ricchezza!


            Grazie.
            Mi è bastata questa frase per capire che stiamo
            parlando con un grillino travaglino e
            co.Spero bene!
          • JosaFat scrive:
            Re: all'asta
            Perché, valutare una cosa mille, quando vale cento, produce ricchezza reale? Forse a chi la vende a quel prezzo, non certo a chi la compra.
          • fiertel91 scrive:
            Re: all'asta
            - Scritto da: Clistene
            Mi è bastata questa frase per capire che stiamo
            parlando con un grillino travaglino e
            co.Il che è tutto equivalente, giusto? Dato che tutto fa lo stesso, aggiungici pure dipietrino, sinistroide, popoloviolista, ...
  • DigitalDivi de scrive:
    Saturazione....
    Ovvio che per telecom non coi puo' essere saturazione... abbassano a tutti la banda e moltiplicano gli utenti... alla fine navigheremo in 20 milioni con una banda pari al vecchio 56K!!!!!!! che schifo!
Chiudi i commenti