Avrei voluto passare a Wind

Matro racconta a Punto Informatico i suoi primi approcci all'azienda dell'Arancia, soprattutto i primi tentativi di approccio al Call Center. Com'è andata


Roma – Salve redazione, da uno “storico” di PI.:-)
Un paio di mesi fa ho un’idea malsana: avvantaggiarmi di compagnie telefoniche non-Telecom per la linea fissa. Faccio i dovuti ragionamenti in base all’utilizzo abituale del telefono, ed alla fine mi convinco che Wind Family con opzioni Superlight e Filodiretto sono la cosa più conveniente.

Non l’avessi mai fatto… da fine Aprile ad oggi è un continuo di problemi… ed il tutto per riuscire ad attivarmi il servizio. Attualmente la situazione è che per chiamare un qualunque numero mi tocca comporre il prefisso 1033: se non lo compongo, o utilizzo il 1088, mi viene detto che occorre un contratto Wind. Il tutto dopo 3 contratti inviati, un’attivazione di una decina di giorni ed un’altra di una settimana, decine e decine di chiamate al 158 ed al 159, errori e disguidi vari. Non c’è niente da fare, non riescono a venire a capo della mia situazione, e non c’è verso di cancellare tutto e ricominciare da capo, come ho più volte suggerito.

La cosa è davvero snervante. Non so come trattano il personale dei call center, in ogni caso chi ne fa le spese siamo noi: si tratta di andare letteralmente a fortuna, dopo una decina di minuti di tentativi, risponde una persona che nel 70% dei casi è snervata, insofferente e sbrigativa. Se hai fortuna, incontri quel 30% che un minimo ti sta a sentire, ma che in ogni caso, una volta capito che la mia situazione è piuttosto confusa, tenta di dirottarmi verso “l’ufficio di competenza”, ovvero il 159 per il 158 ed il 158 per il 159.

Attualmente è da una decina di giorni che il 158 non risponde, dice “siamo spiacenti… richiami più tardi”. Venerdì scorso, c’è stata una disponibilità di alcuni minuti, chiamo e mi dicono “non ce lo dica, sta succedendo il finimondo con le centrali di Roma!”, ma di risolvere il mio problema non era cosa. Oggi ho chiamato, il 158 è bloccato, ma al 159 non ci credono ed insistono nel passarmelo…

Alla fine, come utente finale ho la frustrazione di dover subire questo ping pong continuo, di dover ogni volta ricominciare da capo ad ogni telefonata, visto che il personale che risponde è sempre diverso, è disposto al massimo a fornire il nome di battesimo e per nessun motivo ti viene passato il collega che conosce la tua faccenda, o
“addirittura” un responsabile, queste ultime persone del tutto assenti.

Preferisco, quindi, spendere magari un po’ di più, ma guadagnarci in salute. Il problema, ora, sarà disdire il tutto…

Francesco “Matro” Martire

RealPopup, the freeware winpopup replacer
MaTreo, freeware frontscreen for your Treo

Ciao Matro! Abbiamo segnalato la tua email a Wind in modo che possano, speriamo, risolvere il caso. Abbracci, la Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sei fantastico!
    Non servono altri commenti.E con questo spirito che si costruiscono e si cambiano le cose.Continua così!
  • Anonimo scrive:
    Ti voglio bene!
    Per quello che hai fatto nel novembre del 2000 e per questa lettera, non posso far altro che volerti bene.
  • Anonimo scrive:
    bella poesia
    non conoscevo questa poesia di Neruda: veramente splendida.Grazie Emanuele :-)
  • Anonimo scrive:
    ma a che serve?
    Le azioni passate della BSA erano forse frutto di un presidente megalomane?Non credo proprio.La BSA ha delle precise strategie che un presidente non può far altro che attuare.Parlare e chiedere a questo presidente è totalmente inutile.
  • Anonimo scrive:
    un tappeto rosso non la steso ?
    ...
Chiudi i commenti