Avvelenamento, IBM costretta al processo

Il giudice decide che alcuni degli ex dipendenti che hanno accusato l'azienda di averli consapevolmente intossicati hanno il diritto a trascinare IBM in aula. In gioco più di 250 casi


Santa Clara (USA) – Non ce l’ha fatta IBM ad evitare un procedimento legale che rischia di creare non poche grane al gigante dell’informatica. Alcuni dei suoi ex dipendenti, infatti, hanno ottenuto il diritto ad un processo nel quale IBM sarà imputata, accusata di non aver tutelato la salute dei propri lavoratori.

Come si ricorderà le denunce a carico di IBM sono numerose e addirittura 250 sarebbero i dipendenti coinvolti, nel periodo dai primi anni ’80 agli anni ’90 inoltrati, in cui in alcuni impianti del colosso informatico sarebbero state utilizzate sostanze nocive senza le necessarie precauzioni .

Il giudice Robert Baines aveva chiesto nelle scorse settimane ai legali delle parti di scegliere due casi a testa come “esempi” dei primi 40 esposti presentati contro IBM. I casi portati dai lavoratori sono passati entrambi mentre i due prescelti dagli avvocati IBM non arriveranno in tribunale perché non sufficientemente documentati.

Secondo uno dei legali degli ex dipendenti IBM, i due casi sui quali ci si confronterà sono quelli di due lavoratori “regolarmente esposti ad agenti chimici”. “Finalmente – ha dichiarato – questa storia può essere portata in tribunale, in modo che tutti conoscano la verità”.

Gli agenti chimici di cui si è parlato sarebbero, in particolare, arsenico e benzene , utilizzati apparentemente da IBM nella costruzione di semiconduttori e dischi rigidi negli impanti di San Jose e in altre fabbriche statunitensi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    caseyunit559@hotmail.com
    ddddddddddddddd
  • Anonimo scrive:
    W i remailer anonimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ) & (linux)
  • Anonimo scrive:
    Ma è legale?
    In Italia è legare approntare un remailer anonimo?Quando in un'indagine la Pol Post si imbatterà in un remailer anonimo e chiederà conto a loro di alcune email sospette partite dal proprio server, questi come si comporteranno? Spiegheranno che per come è configurato il server (ed è stato configurato esattamente a questo scopo) loro non possono risalire al mittente originale del messaggio?E secondo voi davanti a una spiegazione del genere non credere che un qualsiasi PM se li mangerebbe a colazione?OmaggiIngenuo 2001
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma è legale?
      - Scritto da: Anonimo
      In Italia è legare approntare un remailer
      anonimo?Non e' illegale.In uno stato democratico tutto quello che non e' espicitamente vietato dovrebbe essere permesso.
      Quando in un'indagine la Pol Post si
      imbatterà in un remailer anonimo... gia' successo ....
      e chiederà
      conto a loro di alcune email sospette
      partite dal proprio server, questi come si
      comporteranno? Spiegheranno che per come è
      configurato il server (ed è stato
      configurato esattamente a questo scopo) loro
      non possono risalire al mittente originale
      del messaggio?Esattamente.
      E secondo voi davanti a una spiegazione del
      genere non credere che un qualsiasi PM se li
      mangerebbe a colazione?Tu che dici? Ti piacerebbe vivere in un posto dove i PM (Parameci Mutanti ?) si mangiano chi vogliono a colazione ?
      Ingenuo 2001... o Troll 2003 ? Mah ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma è legale?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        In Italia è legare approntare un remailer

        anonimo?

        Non e' illegale.
        In uno stato democratico tutto quello che non
        e' espicitamente vietato dovrebbe essere
        permesso.Intanti dici "dovrebbe" cioè non è detto che sia...

        Quando in un'indagine la Pol Post si

        imbatterà in un remailer anonimo

        ... gia' successo ....Quando come dove?

        e chiederà

        conto a loro di alcune email sospette

        partite dal proprio server, questi come si

        comporteranno? Spiegheranno che per come è

        configurato il server (ed è stato

        configurato esattamente a questo scopo)
        loro

        non possono risalire al mittente originale

        del messaggio?

        Esattamente.


        E secondo voi davanti a una spiegazione
        del

        genere non credere che un qualsiasi PM se
        li

        mangerebbe a colazione?

        Tu che dici? Ti piacerebbe vivere in un posto
        dove i PM (Parameci Mutanti ?) si mangiano
        chi vogliono a colazione ?Certo che no...

        Ingenuo 2001

        ... o Troll 2003 ? Mah ....
        Insomma, se ti rubano l'automobile e commettono un reato prima che tu possa accorgerti del furto, puoi sempre accampare la tua buona fede (se di notte dormi non puoi controlla la tua automobile... è successo a dei miei conoscenti) ma se tu ammetti di lasciare le chiavi nell'auto a disposizione di chiunque... non credo che tu possa passarla liscia tanto facilmente...Ingenuo 2001
  • kensan scrive:
    Re: Anonymous Remailer (ignoranza)
    - Scritto da: Anonimo
    L'Anonymous Remailer non è un problema sono
    gli spammers che lo utilizzano che mi fanno
    incazzare!Come ha detto Strider, hai espresso un pensiero non corretto, lui ha indicato il link:punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=449876ma anche senza saperne molto basta avere usato due volte un remailer anonimo. Non puoi usarlo per inviare grandi quantità di posta, molta se ne perde per strada, non è detto che il remailer accetti più di una tua email al giorno: che se ne fa uno spammer di un remailer che gli permette di spedire 365 spam all'anno? muore di fame!^_^Poi non puoi sapere se il destinatario esiste o meno, non vieni avvisato del bouncing per black list o altro, non puoi spedire email a raffica come con i programmi usati dagli spammers.Insomma nella realtà non credo che i remailer siano usati, non ne ho notizia.Su nanae non ho trovato problemi di questo tipo.
  • Locke scrive:
    Re: Anonymous Remailer non è un problema!
    - Scritto da: Anonimo
    L'Anonymous Remailer non è un problema sono
    gli spammers che lo utilizzano che mi fanno
    incazzare!
    :-@Vallo a spiegare ai vari Capitan Privacy che girano da queste parti :) (e li immagino con una bella tutina azzurra e uno scudo col tricolore italiano, in mano una bandiera raffigurante un grosso occhio con un bel segno di divietodavanti e ogni tre passi urlano "Privacy prevails!" :D)
    • Strider scrive:
      Re: Anonymous Remailer non è un problema!

      Vallo a spiegare ai vari Capitan Privacy che
      girano da queste parti :) (e li immagino con
      una bella tutina azzurra e uno scudo col
      tricolore italiano, in mano una bandiera
      raffigurante un grosso occhio con un bel
      segno di divietodavanti e ogni tre passi
      urlano "Privacy prevails!" :D)Forse non l'hai visto, ma hai una risposta a ciò che dici in un'altro tuo post...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=449876
    • Anonimo scrive:
      Re: Anonymous Remailer non è un problema!
      Sei un pirla!
  • kensan scrive:
    Anonymous Remailer:principio di funziona
    Vorrei proporre una spiegazione di come funziona il Mixmaster, è solo richiesta la conoscenza della logica di funzionamento della crittografia a chiave pubblica/privata.l'articolo è il primo che vedete sul mio sito:http://www.kensan.it/
  • Anonimo scrive:
    In Italia è pericoloso...
    ...visto che l'Italia secondo qualcuno è il paese più americano d'Europa allora che si affrettino ad aprire nuovi server altrove, sennò vedrai che fine faranno prima o poi...:(:(:(
  • Anonimo scrive:
    Dovremmo iniziare a usarlo tutti
    In un'epoca dove spiare controllare monitorare e' all'ordine del giorno noi tutti dovremmo ribellarci e usare questi strumenti di liberta' per rivendicare per noi stessi un mondo migliore. Grazie per il nuovo remailer a tutti coloro che ci hanno lavorato sopra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
      ok!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
      D'accordo, a patto che ogni membro della comunità open si opponga a chi usa questi sistemi per fare i propri intere$$i...M4GiStEr
    • Locke scrive:
      Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
      - Scritto da: Anonimo
      In un'epoca dove spiare controllare
      monitorare e' all'ordine del giorno noi
      tutti dovremmo ribellarci e usare questi
      strumenti di liberta' per rivendicare per
      noi stessi un mondo migliore. Si certo Robin Hood, ora però torna a depredare le carovane, ok?Parlate tanto di libertà e non vi rendete conto che tale strumento viola anche la NOSTRA libertà, ci troveremo la casella stra-piena di spam e potremmo fare poco o niente, visto che tali persone sono "anonime".Vorrei che lunedì PI pubblicasse una notizia che riguarda le percentuali di spam in aumento, in modo da vedere imprecare quelli che oggi esultano...
      • Anonimo scrive:
        Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
        Gli anonymous remailer *NON* possono essere usati per fare spam, e se tu sapessi come funzionano, forse eviteresti di fare figuracce ...- Scritto da: Locke
        - Scritto da: Anonimo

        In un'epoca dove spiare controllare

        monitorare e' all'ordine del giorno noi

        tutti dovremmo ribellarci e usare questi

        strumenti di liberta' per rivendicare per

        noi stessi un mondo migliore.

        Si certo Robin Hood, ora però torna a
        depredare le carovane, ok?

        Parlate tanto di libertà e non vi rendete
        conto che tale strumento viola anche la
        NOSTRA libertà, ci troveremo la casella
        stra-piena di spam e potremmo fare poco o
        niente, visto che tali persone sono
        "anonime".
        • Anonimo scrive:
          Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
          e poi anche se fosse sai ke me ne frega dello spam se ho la privacy... supporto pieno al progetto wilton smith
        • Locke scrive:
          Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
          - Scritto da: Anonimo
          Gli anonymous remailer *NON* possono
          essere usati per fare spam, e se tu sapessi
          come
          funzionano, forse eviteresti di fare
          figuracce ...Ok, dammi il tuo indirizzo di posta, così ogni giorno io prendo un paio di messaggi pubblicitari che arrivano nella mia casella di posta e te li inoltro.Mi viene un dubbio... ma così facendo, non starò mica facendo SPAM!?!?!?!?!?!? Ma no! Con un remailer non posso farlo! PARADOSSO! PARADOSSOOOOOO!!Anche UN solo messaggio pubblicitario inviato a UNA sola persona è spam, Mr figuraccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti

            Anche UN solo messaggio pubblicitario
            inviato a UNA sola persona è spam, Mr
            figuraccia.non sono l'autore del post precedente, ma ci tengo a precisare che "spam" non significa "posta non richiesta", bensì "posta non richiesta che arrivi in grande quantità"...ti ricordi la gag da cui deriva questo nome?ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
            Difesa ridicola.Non sai come funziona un remailer, e fai finta di non sapere cosa sia lo spam. Un sw che ti inonda di mail con mittente "random" è un pelino diverso...
          • Locke scrive:
            Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
            - Scritto da: Anonimo

            Difesa ridicola.
            Non sai come funziona un remailer, e fai
            finta di non sapere cosa sia lo spam. Un sw
            che ti inonda di mail con mittente "random"
            è un pelino diverso...Facciamo finta di capire male eh?So benissimo cos'è lo spam e non ho mai parlato di mailbomb. Ho solo detto che io giornalmente scelgo qualche messaggio pubblicitario (facente parte del gruppo "spam", a casa mia) dalla mia casella di posta, premo forward, metto il tuo indirizzo di posta e te lo invio tramite il simpatico remailer.Il risultato:- sarà posta indesiderata e non richiesta- sarà di massa perchè ogni giorno ne arriva almeno una, anche se non c'è un numero minimo per non rientrare nello "spam"- E' possibile che il testo di alcuni messaggi sia identicoQuesta è la spam secondo la mia definizione, ci sono decine di definizioni su Internet che differiscono per qualche particolare (così come la definizione di lamer, che ha un significato diverso a seconda del contesto). Dipende poi quale "spam" intendi tu.
          • Strider scrive:
            Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti

            Facciamo finta di capire male eh?
            So benissimo cos'è lo spam e non ho mai
            parlato di mailbomb. Ma qui si parla solo di remailer anonimi, e non di fare a gara a chi si dimostra più preparato. Ne riparliamo sotto per capirci meglio.
            Ho solo detto che io giornalmente scelgo
            qualche messaggio pubblicitario (facente
            parte del gruppo "spam", a casa mia) dalla
            mia casella di posta, premo forward, metto
            il tuo indirizzo di posta e te lo invio
            tramite il simpatico remailer.Per alcuni questo è spam, per la maggioranza delle definizioni, no: la mancanza di un sistema automatico rende "innocuo" il tuo spam, e inoltre rende quasi impossibile la punibilità. Detto in altre parole, se usi un sistema automatico è probabile che tu stia compiendo un reato (si sta facendo qualcosa per punirlo, ma molto lentamente). Se lo fai manualmente è più difficile dimostrarlo...Ma la cosa fondamentale che non hai ancora capito, è che questo atto lo puoi fare sia con i sistemi anonimi che con i mail-server autenticati. Non è che perchè usi i mail server anonimi per ricevere posta, sei più o meno coperto: le black-list a tutela di chi riceve esistono per gli uni come per gli altri. Dal punto di vista di chi spedisce spam, non ci sono facilitazioni se non quella che quando riesce a fare passare un po' di spam, il destinatario non vedrà il suo indirizzo. Ora, quando io ricevo spam dell'indirizzo non me ne faccio nulla, tanto lo cambiano in continuazione...tu te ne faresti qualcosa?E anche se veramente a te cambiasse qualcosa, ecco un'altro punto a favore dei remailer anonimi: possono essere bloccati in modo automatico semplicemente mandandogli un messaggio del tipo "non voglio posta anonima". In questo modo, tu non vieni minimamente toccato dalla presenza dei remailer anonimi. Ora, perchè vuoi fare in modo che anche altri non li possano usare? O non sapevi bene che funzionassero così, oppure mi dispiace dirlo ma a mio parere si tratta di intolleranza.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
            Fai una cosa; invece di mandare messaggi copiati, invia tuoi messaggi originali con profonde riflessioni come quelle che hai fatto in questo thread.Se questo e' il tuo scopo, darai molto piu' fastidio ......- Scritto da: Locke
            Facciamo finta di capire male eh?
            So benissimo cos'è lo spam e non ho mai
            parlato di mailbomb.
            Ho solo detto che io giornalmente scelgo
            qualche messaggio pubblicitario (facente
            parte del gruppo "spam", a casa mia) dalla
            mia casella di posta, premo forward, metto
            il tuo indirizzo di posta e te lo invio
            tramite il simpatico remailer.

            Il risultato:

            - sarà posta indesiderata e non richiesta
            - sarà di massa perchè ogni giorno ne arriva
            almeno una, anche se non c'è un numero
            minimo per non rientrare nello "spam"
            - E' possibile che il testo di alcuni
            messaggi sia identico

            Questa è la spam secondo la mia definizione,
            ci sono decine di definizioni su Internet
            che differiscono per qualche particolare
            (così come la definizione di lamer, che ha
            un significato diverso a seconda del
            contesto). Dipende poi quale "spam" intendi
            tu.
      • realknip scrive:
        Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
        non si puo' spammare ...https://riot.eu.org/anon/abuse.html.itciao
      • paulatz scrive:
        Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
        Sei un'idiota, taci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
        Sei sempre un pirla!
    • Anonimo scrive:
      Re: Palle
      Personalmente sbatto tutta la corrispondenza da mittenti ignoti in /dev/null senza effettuare alcun tipo di controllo sul contenuto.Se qualcuno ritiene di avere una buona ragione per scrivermi non vedo il motivo per cui debba celare la sua identità.Anche io mi comporto di conseguenza.- Scritto da: Anonimo
      In un'epoca dove spiare controllare
      monitorare e' all'ordine del giorno noi
      tutti dovremmo ribellarci e usare questi
      strumenti di liberta' per rivendicare per
      noi stessi un mondo migliore. Grazie per il
      nuovo remailer a tutti coloro che ci hanno
      lavorato sopra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Palle
        "Personalmente sbatto tutta la corrispondenza da mittenti ignoti in /dev/null senza effettuare alcun tipo di controllo sul contenuto. Se qualcuno ritiene di avere una buona ragione per scrivermi non vedo il motivo per cui debba celare la sua identità. Anche io mi comporto di conseguenza. "E sei un fenomeno. Chi ti scrive tramite remailer non lo fa perchè TU non legga la corrispondenza ma perchè, magari, non la legga qualcun altro. Credo che un buon nickname basti, tra amici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Palle
          Usare GnuPG no eh?;-)- Scritto da: Anonimo
          E sei un fenomeno. Chi ti scrive tramite
          remailer non lo fa perchè TU non legga la
          corrispondenza ma perchè, magari, non la
          legga qualcun altro. Credo che un buon
          nickname basti, tra amici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dovremmo iniziare a usarlo tutti
      - Scritto da: Anonimo
      In un'epoca dove spiare controllare
      monitorare e' all'ordine del giorno noi
      tutti dovremmo ribellarci e usare questi
      strumenti di liberta' per rivendicare per
      noi stessi un mondo migliore. Grazie per il
      nuovo remailer a tutti coloro che ci hanno
      lavorato sopra.certo dovremmo. il problema e': se la maggioranza dei tuoi corrispondenti non usa nemmeno pgp e non ha nessuna intenzione di farlo non puoi usarlo nemmeno tu. figuriamoci un remailer. per mantenere la mia privacy e' necessario che gli altri mantengano la loro.
Chiudi i commenti