Backup per cellulari, nuove proposte

Syncrhonica lo propone agli operatori: back-up e ripristino dei dati personali archiviati sui cellulari? Più scelte per gli utenti?

Milano – Furto e smarrimento del cellulare non sono eventi improbabili: Synchronica , produttore di soluzioni di sincronizzazione e gestione dei dispositivi mobili, annuncia di aver concesso in licenza il software di sincronizzazione SyncML Gateway a NetCom, secondo operatore di telefonia mobile norvegese.

L’intesa consente a NetCom, società del gruppo Telia Sonera con oltre 1,4 milioni di abbonati GSM, di offrire ai propri clienti funzionalità di back-up e ripristino dei dati archiviati sui dispositivi mobili. “Volevamo offrire ai nostri clienti una soluzione che evitasse loro di perdere tutte le informazioni personali nel caso in cui il cellulare venisse smarrito o semplicemente sostituito con un nuovo modello”, ha spiegato Arne Igesund, responsabile Data Services di Netcom. “Grazie a SyncML Gateway, siamo in grado di offrire ai nostri clienti la possibilità di trasferire in modo trasparente i dati da un dispositivo all’altro, in modo semplice e veloce. Apprezziamo inoltre il fatto che il software di Synchronica sia basato sullo standard aperto SyncML, cosa che gli permette di funzionare su un’ampia gamma di dispositivi”.

Secondo la società di ricerca Zelos oggi il 15% degli utenti di telefonia mobile vorrebbe avere un sistema per il back-up dei dati del proprio telefonino. “La possibilità di disporre di funzionalità di back-up e ripristino OTA (Over The Air) è un servizio che sempre più clienti stanno iniziando a richiedere ed è pertanto interessante non solo per NetCom, ma per tutti gli operatori di telefonia mobile alla ricerca di nuove opportunità di fatturato”, ha commentato Carsten Brinkschulte, CEO di Synchronica. “Gli operatori potranno dunque utilizzare la tecnologia SyncML Gateway per fidelizzare la clientela”.

La tecnologia SyncML Gateway di Synchronica offre funzioni per la sincronizzazione wireless di agenda, rubrica ed email tra i dispositivi standard che supportano SyncML e i sistemi Microsoft Exchange e Sun Java Enterprise System. Sviluppato per rispondere alla richiesta di sincronizzazione mobile sicura di email e PIM (Product Information Management), SyncML Gateway è interamente basato sugli standard aperti SyncML (OMA DS) e Push IMAP, garantendo così la compatibilità con un’ampia gamma di dispositivi portatili dei principali fornitori.

SyncML Gateway è disponibile per aziende di grandi dimensioni, operatori mobili e fornitori managed Exchange come soluzione hosted per le aziende che preferiscono non dover installare né gestire il software internamente. Il prodotto, specifica l’azienda, risulta particolarmente interessante per gli operatori, in quanto può essere offerto agli utenti business individuali senza necessità di installare schede né modificare i firewall aziendali.

Per ulteriori informazioni, il sito da visitare è questo .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gaetano roma scrive:
    pubblicità ingannevole
    chiamai tempo fa un numero pubblicizzato in rai per averer gratis una suoneria. da quel giorno mi giunge un messaggio che mi preleva 5 euro. come bloaccare?
  • gaetano roma scrive:
    pubblicità ingannevole
    due mesi fa ho chiamato un numero di pubblicità sulla rai che dava suomnerie gratis. da quel giorno mi prelevano ogni settimana 5 eurocome reagire e bloccare?roma.gaetano@ libero.it
  • Anonimo scrive:
    speriamo sia scatenata anche....
    contro il cartello dei costi di ricarica!---Firma la petizionehttp://www.aboliamoli.eu
  • Anonimo scrive:
    E le chiamano pure sanzioni?!??!?!
    È come se mi fermasse la stradale, mi trovasse senza bollo, patente, libretto, per più volte consecutive nella stessa giornata, e alla fine stremati mi facessero una multa di 15!!!!E questa è l'Antitrust?????Ma così gli conviene fregarsene delle regole.Ci guadagnano certamente di più e se anche l'Antitrust se ne accorge con ste multe irrisorie continuano a guadagnarci alla grande.Ma chi è il genio che commina queste sanzioni?Vorrei conoscerlo di persona.Anche il mio crick vorrebbe conoscerlo di persona.In realtà il mio crick, è più interessato alle sue gengive che alla sua persona.Però non è detto che non lo prenda in simpatia e che una volta finito con le gengive non possa passare al resto. :@ :@ :@
  • Davz scrive:
    Lo dico e lo ripeto...
    ...non sarebbe il caso di fare PRIMA i controlli e poi, nel caso siano compatibili, lasciar trasmettere le pubblicità DOPO?Se no ci sarà sempre qualche sfortunato o non attento o credulone che si prenderà qualche fregatura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo dico e lo ripeto...
      diventerebbe un tantino difficoltoso da controllare data l'innumerevole quantita` di pubblicita` che sarebbe necessario monitorare.Direi, stronchiamoli con le multe, invece di 20000 facciao 2.000.000 di euro, forse la prossima volta ci ripensano.
  • Anonimo scrive:
    sono bruscolini...
    12000 euro?35000 euro?il giro d'affari di queste aziende è tale che quasi gli conviene pagare le multe e continuare con gli spot...come quelli che non pagano il biglietto del bs sapendo che ognitanto una multa a prenderanno, ma che sarà sempre minore alla somma dei biglietti no pagati....
Chiudi i commenti