Ballmer: Linux è out

In una nota, il CEO di Microsoft torna a scagliare frecce contro Linux e a tessere lodi alla sicurezza e alla competitività di Windows


Redmond (USA) – Negli scorsi anni Steve Ballmer, CEO di Microsoft ,
ha rilasciato moltissime dichiarazioni in merito a Linux e al software libero, utilizzando talvolta definizioni come ” cancro “, ” giocattolo ” e ” clone “. Più di recente Ballmer, e insieme a lui alcuni fra i massimi dirigenti di Microsoft, ha tuttavia compreso che le provocazioni, da sole, non servivano a combattere “la minaccia Linux”: era necessario avviare campagne più ponderate che coinvolgessero grosse aziende e analisti.

La prima mossa è stata quella di lanciare, lo scorso anno, la campagna ” Get The Facts “, sul cui sito dedicato sono disponibili documenti di vario genere che, secondo Microsoft, fornirebbero “la prova” che Windows è migliore di Linux.

Ballmer ha ora rilanciato gli argomenti alla base di tale campagna, fra cui il dibattutissimo TCO (Total Cost of Ownership) in una nota inviata a clienti, partner e dipendenti. Ribadendo quanto affermato in altre occasioni, il massimo dirigente di Microsoft ha detto che Linux è più economico di Windows “solo in apparenza”: secondo lui, infatti, il prezzo della licenza incide solo marginalmente sul cosiddetto TCO, ossia il costo complessivo di possesso di un sistema operativo. A supporto delle proprie affermazioni Ballmer ha citato alcuni studi di Forrester Research, Yankee Group e Meta Group e alcuni altri redatti internamente. Il boss di Microsoft ha inoltre menzionato i nomi di alcuni suoi clienti che, nella migrazione da Linux a Windows, avrebbero tagliato i costi di gestione e possesso fino al 25%.

Il CEO di Microsoft ha anche difeso a spada tratta gli sforzi compiuti sul fronte della sicurezza dalla propria azienda e il livello di sicurezza raggiunto con Windows Server 2003. Ballmer sostiene che Microsoft ha compiuto “eccezionali passi avanti” nel rendere realtà i punti d’intervento previsti dall’iniziativa Trustworthy Computing e, sebbene dichiari che si deve far di più soprattutto per semplificare il processo di gestione e applicazione delle patch, il boss di Microsoft non vuol proprio sentirsi dire che Linux è più sicuro del proprio pargolo, Windows.

“E’ legittimo dire che nessun’altra piattaforma software ha ricevuto investimenti così imponenti in sicurezza, miglioramento dei processi e formazione dei clienti”, ha scritto Ballmer. “Nonostante questo, Linux viene ancora propagandato come una piattaforma più sicura”.

Il CEO di Microsoft ha spiegato che, secondo un’indagine di Forrester, le distribuzioni di Linux sono afflitte da un maggior numero di vulnerabilità – sia in totale, sia considerando solo le più gravi – rispetto a Windows Server 2003. I difensori di Linux criticano tuttavia il metodo utilizzato da certi analisti per conteggiare le falle di Linux: a loro avviso, infatti, non è lecito sommare i bug di tutti i pacchetti software inclusi in una tipica distribuzione di Linux.

Nella giornata di ieri hanno pubblicamente criticato le affermazioni del dirigente di Microsoft alcune note società dell’open source, fra cui Novell e MandrakeSoft , che hanno messo in dubbio l’indipendenza e l’obiettività degli studi citati da Ballmer.

John Hogan, vice-president of strategic marketing di Novell, ha affermato che “non sorprende che nella sua lettera Mr. Ballmer abbia fatto leva solo sui quei pochi argomenti che vanno a favore di Windows”. “Se si prendesse in considerazione un maggior numero di fattori, il quadro che se ne ricaverebbe sarebbe molto più obiettivo, ma disgraziatamente per Microsoft, assai meno favorevole a Windows”.

Cambiando argomento, e parlando dei rischi legali legati all’uso di Linux, Ballmer ha poi affermato che oggi nessun vendor di Linux fornisce ai suoi clienti una protezione completa. “E’ infatti raro – ha detto – che il software open source fornisca ai clienti un qualsiasi tipo di indennizzo”.

Va detto che alcuni fra i più grandi supporter di Linux, quali IBM, HP, Novell e OSDL, nonché la piccola e giovane società Open Source Risk Management (OSRM), offrono ai propri clienti contratti d’indennizzo di diversa natura: è tuttavia vero, però, che nella maggior parte dei casi i vendor stabiliscono un tetto massimo di risarcimento e condizioni per la rivalsa abbastanza restrittive.

Il boss di Microsoft ha invece rircordato che, dallo scorso anno, tutte le licenze a volume fornite dalla propria azienda offrono una protezione illimitata contro eventuali costi legali derivanti dalla violazione, da parte dei software di Microsoft, di brevetti, copyright, marchi di fabbrica e segreti industriali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Poveracci. Invece di usare BSD...
    Linux e' un accozzaglia di librerie piene di buchi e scritte da hacker ignoranti senza alcuna progettazione a monte. Come la NASA e la NSA sanno, BSD e' il miglior sistema operativo che esiste, (e non cominciate con i flame... informatevi, e scroprirete che e' vero) solo che le decisioni dei governi vengono prese da ignoranti. A tutti gli effetti, per la pubblica amministrazione, Windows sarebbe una migliore soluzione, visto nelle mani di chi devono andare questi sistemi operativi (purtroppo parliamo del tipico impiegato tv-dipendente con la terza media...).
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveracci. Invece di usare BSD...
      - Scritto da: Anonimo
      A tutti gli effetti, per la pubblica
      amministrazione,
      Windows sarebbe una migliore soluzione,
      visto nelle
      mani di chi devono andare questi sistemi
      operativi
      (purtroppo parliamo del tipico impiegato
      tv-dipendente
      con la terza media...).Deciditi, prima è troppo inferiore, poi è sprecato!Deve essere brutto guadagnarsi la pagnotta per fare il troll anti-linux...Se permetti nella PA potrebbero anche formarsi un pò meglio ed evitare di farci pagare certe sfilze di licenze, compresi antivirus e ammennicoli vari...
    • Mechano scrive:
      Re: Poveracci. Invece di usare BSD...
      - Scritto da: Anonimo

      Linux e' un accozzaglia di librerie piene
      di buchi e scritte da hacker ignoranti
      senza alcuna progettazione a monte.

      Come la NASA e la NSA sanno, BSD e' il
      miglior sistema operativo che esiste, (e non
      cominciate con i flame... informatevi, e scropriretePeccato che la maggior parte degli utenti *BSD quando vogliono un po` di buon software o qualche versione aggiornata devono ricorrere all'emulazione dei binari Linux, e andare incontro ad un bel po' di problemi di compatibilita` e strani malfunzionamenti sui quali sono soli e non sempre trovano info ed how-to.--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Ritorno alle origini...
    È un po' come un ritorno alle origini...ecco cosa dovrà ricominciare a fare Ballmer fra un po':ed2k://|file|windows1ballmer.wmv|2455970|CB8A20B9E7A50C59194F1E8D6B56330C|/:)Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    e gli utenti Windows rosicano
    :D:D:D:D:D
    • pippo75 scrive:
      Re: e gli utenti Windows rosicano
      - Scritto da: Anonimo
      :D:D:D:D:Dme la spieghi, io sono utente windows, se vedo che le alternative crescono, sono piu' che contento, in genere la concorrenza provoca:- migliori prodotti- prezzi migliori (per chi compra), sempre in base al prodotto- maggior scelta.purtroppo non sempre e' cosi', andate a prendere i giornali che parlano di PC in edicola e ditemi quanti se ne salvano.O se preferite, quanti di questi riuscirebbero a vendere se non ci fosse il cd-rom o il dvd-rom allegato.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: e gli utenti Windows rosicano

        purtroppo non sempre e' cosi', andate a
        prendere i giornali che parlano di PC in
        edicola e ditemi quanti se ne salvano.
        O se preferite, quanti di questi
        riuscirebbero a vendere se non ci fosse il
        cd-rom o il dvd-rom allegato.non per essere polemico ma ormai ci sono un sacco di giornali di "informatica" che non trattano solo windows. Ad esempio per linux trovi: Linux&C, Linux Magazine, Linux Pro, Linux pratico, OpenSource...Gli editori publicano quello che la gente legge, e se la gente vuole linux, publicheranno giornali per linux.Riguardo il cdrom allegato, personalmente preferisco quando il giornale e' senza allegato....P.
        • Anonimo scrive:
          Re: e gli utenti Windows rosicano

          non per essere polemico ma ormai ci sono un
          sacco di giornali di "informatica" che non
          trattano solo windows. Ad esempio per linux
          trovi: Linux&C, Linux Magazine, Linux Pro,
          Linux pratico, OpenSource...
          Gli editori publicano quello che la gente
          legge, e se la gente vuole linux,
          publicheranno giornali per linux.questo perchè l'utonto winzozz approccia la rivista come approccia winzozz: next next nextla sfoglia fino alla fine senza leggere ( e capire ) niente
      • Anonimo scrive:
        Re: e gli utenti Windows rosicano
        - Scritto da: pippo75

        - Scritto da: Anonimo

        :D:D:D:D:D

        me la spieghi, io sono utente windows, se
        vedo che le alternative crescono, sono piu'
        che contento, in genere la concorrenza
        provoca:

        - migliori prodotti
        - prezzi migliori (per chi compra), sempre
        in base al prodotto
        - maggior scelta.
        E' un atteggiamento ragionevole; in realtà i primi a dover essere soddisfatti di una crescita di Linux sono proprio gli utenti windows e credo che sia ovvio il motivo.SalutiProspero
      • Mechano scrive:
        Re: e gli utenti Windows rosicano
        - Scritto da: pippo75
        me la spieghi, io sono utente windows, se
        vedo che le alternative crescono, sono piu'
        che contento, in genere la concorrenza
        provoca:

        - migliori prodotti
        - prezzi migliori (per chi compra), sempre
        in base al prodotto
        - maggior scelta.Se convinto che se Winzozz morisse Linux fermerebbe la sua corsa all'innovazione?Hai mai letto Etica Hacker di Pekka Imanen - Ed. Feltrinelli?Per gli hacker inventare, scoprire, provare e riprovare e' uno stimolo naturale e l'innovazione e' la prima conseguenza.Per un'azienda l'innovazione e' un obbligo una necessita' per non fallire sotto il peso della concorrenza.Cosa pensi che sarebbe meglio tra un monopolio di un'azienda ed un prodotto commerciale tradizionale o un "monopolio" di un prodotto collaborativo e non commerciale?--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: e gli utenti Windows rosicano

          Se convinto che se Winzozz morisse Linux
          fermerebbe la sua corsa all'innovazione?
          Hai mai letto Etica Hacker di Pekka Imanen -
          Ed. Feltrinelli?
          Per gli hacker inventare, scoprire, provare
          e riprovare e' uno stimolo naturale e
          l'innovazione e' la prima conseguenza.

          Per un'azienda l'innovazione e' un obbligo
          una necessita' per non fallire sotto il peso
          della concorrenza.

          Cosa pensi che sarebbe meglio tra un
          monopolio di un'azienda ed un prodotto
          commerciale tradizionale o un "monopolio" di
          un prodotto collaborativo e non commerciale?

          --
          Ciao.
          Mr. Mechanodefinire l'1% monopolio mi sembra un tantino esagerato
        • pippo75 scrive:
          Re: e gli utenti Windows rosicano


          Per un'azienda l'innovazione e' un obbligo
          una necessita' per non fallire sotto il peso
          della concorrenza.spero' che sia cosi' e non succeda come per i giornali.
          Cosa pensi che sarebbe meglio tra un
          monopolio di un'azienda ed un prodotto
          commerciale tradizionale o un "monopolio" di
          un prodotto collaborativo e non commerciale?
          penso che sarebbe meglio non avere un monopolio, ma avere piu' scelte valide.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: e gli utenti Windows rosicano
            - Scritto da: pippo75

            Cosa pensi che sarebbe meglio tra un

            monopolio di un'azienda ed un prodotto

            commerciale tradizionale o un
            "monopolio" di

            un prodotto collaborativo e non
            commerciale?

            penso che sarebbe meglio non avere un
            monopolio, ma avere piu' scelte valide.Quello Linux non sara' mai un monopolio, ma una diffusione di centinaia di distribuzioni diverse con un unico motore.Linux non puo' diventare un monopolio. E poi un monopolio di chi? Non c'e' nessuno che ti obbliga ad usare una o l'altra distro o Linux in genere.
    • Anonimo scrive:
      Re: e gli utenti Windows rosicano
      - Scritto da: Anonimo
      :D:D:D:D:Duso win ma sinceramente proprio non me può fregar di meno
  • Mechano scrive:
    Australia Linuxizzata e Ballmer si rode
    Che effetto mi fa, oggi PI e` fantastico.Nel senso che anche se ci sta pubblicita` M$ a iosa e anche se c'e` la pazzesca elucubrazione mentale contro Linux di Steeve Ballmer, questa viene completamente azzerata dalla notizia dell'Australia. Un'intero enorme continente (vabbe` poi non tanto densamente popolato ma sempre enorme continente) che passa a Linux anche desktop in un programma di migrazione radicale.Contro uno Steeve Ballmer che continua a portare i suoi studi di settore fortemente sponsorizzati a raccontare barzellette sul TCO di Windows rispetto a Linux.Come direbbe Bart Simpson: "Ballmer ciucciati il calzino!".--Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it==================================Modificato dall'autore il 29/10/2004 0.47.57
    • Anonimo scrive:
      Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si r
      - Scritto da: Mechano
      Un'intero
      enorme continente (vabbe` poi non tanto
      densamente popolato ma sempre enorme
      continente) che passa a Linux anche desktop
      in un programma di migrazione radicale.Immagina il mal di denti quando un altro enorme continente (e stavolta popolato di brutto) realizzerà un sistema "ad hoc" basato su linux... E' un paese popolato da nanetti con gli occhi a mandorla e i capelli scuri che parlano lingue che sembrano formate da monosillabi... Sta ad est, molto ad est.... E a ruota ci vanno altri due paesi un po' più piccoli, uno su una penisola lì vicino, uno su un arcipelago proprio di fronte... questo poi quanto a densità di popolazione sta per scoppiare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si rode
      - Scritto da: Mechano
      Che effetto mi fa, oggi PI e` fantastico.

      Nel senso che anche se ci sta pubblicita` M$
      a iosa e anche se c'e` la pazzesca
      elucubrazione mentale contro Linux di Steeve
      Ballmer, questa viene completamente azzerata
      dalla notizia dell'Australia. Un'intero
      enorme continente (vabbe` poi non tanto
      densamente popolato ma sempre enorme
      continente) che passa a Linux anche desktop
      in un programma di migrazione radicale.

      Contro uno Steeve Ballmer che continua a
      portare i suoi studi di settore fortemente
      sponsorizzati a raccontare barzellette sul
      TCO di Windows rispetto a Linux.

      Come direbbe Bart Simpson: "Ballmer
      ciucciati il calzino!".

      --
      Mr. Mechano
      mechano@punto-informatico.itGuardi Mr.Meccanò che a SB non frega niente della evalengelizzazione del mondo, Le parràstrano ma lui (ed io, Lei non so) lavora per i soldi.
      • Mechano scrive:
        Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si r
        - Scritto da: Anonimo
        Guardi Mr.Meccanò che a SB non frega
        niente della evalengelizzazione del mondo, Le
        parrà strano ma lui (ed io, Lei non so) lavora per
        i soldi.A maggior ragione bisogna non credergli e non prenderlo in considerazione.--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si r

          A maggior ragione bisogna non credergli e
          non prenderlo in considerazione.

          --
          Mr. MechanoMi scusi Mr.Meccanò ma pensa che ci sia qualcunocosì grullo da credere a Ballmer ? Figuriamoci poise qualcuno crede a Lei.
          • Anonimo scrive:
            Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si r
            - Scritto da: Anonimo

            A maggior ragione bisogna non credergli
            e

            non prenderlo in considerazione.



            --

            Mr. Mechano
            Mi scusi Mr.Meccanò ma pensa che ci
            sia qualcuno
            così grullo da credere a Ballmer ?
            Figuriamoci poi
            se qualcuno crede a Lei. io gli credo (a mechano)
          • Anonimo scrive:
            Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si r
            - Scritto da: Anonimo

            A maggior ragione bisogna non credergli
            e

            non prenderlo in considerazione.



            --

            Mr. Mechano
            Mi scusi Mr.Meccanò ma pensa che ci
            sia qualcuno
            così grullo da credere a Ballmer ?
            Figuriamoci poi
            se qualcuno crede a Lei. Scusi signore perchè lo chiama Meccanò?
          • Anonimo scrive:
            Re: Australia Linuxizzata e Ballmer si r
            -


            Mr. Mechano

            Mi scusi Mr.Meccanò ma pensa che
            ci

            sia qualcuno

            così grullo da credere a Ballmer
            ?

            Figuriamoci poi

            se qualcuno crede a Lei.

            Scusi signore perchè lo chiama
            Meccanò?suvvia, evitiamo domande banali
  • Anonimo scrive:
    Ma allora resterà solo...
    ...un tizio che di nome è noto come "il miconsenta", "il bandana", "il nano pelato", ad aver firmato con quel tizio noto come "il draga", "magic bill", "billy potter" ecc... tutti gli altri paesi stanno tagliando la corda uno dopo l'altro.... Pure alcune istituzioni americane si son messe a linare....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora resterà solo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...un tizio che di nome è noto come
      "il miconsenta", "il bandana", "il nano
      pelato", ad aver firmato con quel tizio noto
      come "il draga", "magic bill", "billy
      potter" ecc... tutti gli altri paesi stanno
      tagliando la corda uno dopo l'altro.... Pure
      alcune istituzioni americane si son messe a
      linare....A Ballmer gli restera' solo d'aprirsi una pizzeria.
    • Alessandrox scrive:
      Per il futuro...
      - Scritto da: Anonimo
      QUOTO a pieno l'interno post....ho fatto e
      faccio attualmente parte del gruppo IT e in
      5 anni ho cambiato tre aziende.
      Ho sempre proposto alternative a Windows,
      parlando di Linux, di OpenSource,
      ecc...ecc...ma la risposta è sempre
      stata la stessa: "windows funziona,
      perchè cambiare" oppure "se è
      gratis, non può funzionare bene" eE tu digli che non e' gratis (e in effetti non e' proprio vero che sia sempre gratis), magari costa meno ma costa e gli fai pagare il dovuto cosi' si fugano ogni dubbio sul suo *buon funzionamento*.
      3) Il fatto che un sistema sia gratuito NON
      significa che sia scadente, il problema
      è che la mentalità media
      dell'italiano è "gratis? dov'è
      la fregatura?" Vero ma non potendo cambiare le idee degli altri conviene sempre, per quanto possibile, assecondarle, non funzionera' sempre ma sicuramente piu' che mettersi contro.Comunque e' anche sbagliato far passare l' idea che OPenSource o FreeSW sia sinonimo di gratuito... perche' cosi' non e' , molto meglio associare questi due termini a sicurezza, efficenza, modularita' ecc. ecc. e chiaramente anche RISPARMIO che e' altra cosa da gratuito...
      4) L'impiegato medio che la mattina arriva,
      scarica la posta (trova ed esegue il virus
      in allegato...NdA :) ), apre Word e
      scarabocchia qualche appunto, non ha
      assolutamente voglia di studiare un nuovo
      sistema operativo, perchè l'idea di
      fare qualcosa in più del suo lavoro
      lo sconvolge.Ecco, non c'e' necessariamente bisogno di studiare un nuovo SO se si tratta di un normale utente e non un utente avanzato o un' amministratore, si tratta solo di 1) eventualmente modificare alcuni aspetti della GUI e dei programmi in modo che siano simili a quelli che ha sempre usato2) insegnargli quelle (poche) cose diverse per ottenere le stesse funzioniQuesto perche' per molti aspetti tante funzioni di base sono ormai standard su tutti o quasi i S.O., almeno quelli destinati all' utente medio.le GUI di Linux poi possono essere modificate in modo da assomigliare molto sia nell' aspetto che nel comportamento a quelle di Windows.Certo qualcosa dovranno reimparare ma non e' molto, non molto di piu' che passare da Win98 a Win2K o nel peggiore dei casi a XP (che ha obbiettivamente una interfaccia piuttosto diversa da quella di win98).
      Dev'essere l'azienda a dire al dipendente di
      adeguarsi ad utilizzare gli strumenti che
      vengono forniti...e poi dai, se ad un tizio
      qualsiasi fornisci un pc con una distro
      user-friendly (tipo mandrake, fedora, ecc) e
      dici "clicca qui per aprire
      openoffice"...quanto difficile può
      essere ?Infatti, come dicevo sopra.
      La verità è che il 70% delle
      aziende è fossilizzato e non ha
      voglia di alzare un dito, più faccio
      questo lavoro è più mi sembra
      di vendere fumo, quando cerco di far
      risparmiare i miei capi....mah..
      La cosa veramente tragica, è che per
      loro Windows funziona bene!! Certo!!
      Finchè ti limiti a leggere la posta e
      giocare al solitario....non c'è
      problema, ma se cominciassero a far lavorare
      sul serio i giocattoli di Bill, si
      renderebbero conto di quanto
      sbagliano....eeehhh...mi vengono alla mente
      le belle giornate in cui IIS andava in crash
      senza motivo e dopo la re-installazione, non
      riconosceva più i file di backup che
      aveva creato lui stesso pochi minuti
      prima....vabbè....qui mi fermo,
      perchè potrei andare avanti le ore a
      parlare di situazioni allucinanti generate
      da Windows.L' unica cosa da fare non e' convincerli ad usare un sistema alternativo ma spingerli ad usare sempre piu' pesantemente e massicciamente quello che hanno gia' (windows), probabilmente si convinceranno da soli...magari dopo aver messo su un PC di prova n dual booto con un S.O. alternativo o anche solo quello... Bsd o Linux che sia.
      Tornando brevemente ai dipendenti....chi ha
      fatto l'assistenza tecnica presso qualsiasi
      ufficio, sà benissimo cosa significa
      ricevere e-mail con oggetti del tipo
      "è tutto morto", "non funziona un
      ca**o", ecc...ecc...e sempre da gente che
      è talmente robotizzata nelle sue
      funzioni, che se trova un minimo ostacolo o
      variazione sul suo percorso abituale
      và in crisi...concludo dicendo che mi
      è capitato addirittura di vedere
      dipendenti andare in crisi perchè
      "non funziona più niente, è
      tutto bloccato" quando in realtà era
      stata semplicemente spostata l'icona del
      programma.In molti casi si tratta di gente che non ha fatto nemmeno un corso di informatica di base e per questo NOn CI SONO SCUSE, il pc non e' come il telecomando del televisore o si fa un minimo di corso o sono CAZZI loro, dopo avegli chiaramente spiegato che era solo un problema di "icona spostata". Ognuno ha le sue responsabilita' se uno non sa guidare l' auto mica puo' prendersela con il venditore perche' ha fatto un' incidente appena e' uscito...
      Chiudo con una frasetta (non è
      mia)..."per chi non vuole imparare o
      studiare, tutto è brutto e non
      funziona".Appunto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Per il futuro...
        Non sono quello che ha scritto prima però volevo comunque commentare.Non è che un responsabile IT abbia poi tanto potere decisionale, proprio perchè ognuno tira acqua al suo mulino. Quando parli con un capo e appena sente la parola Linux ti manda a *anculo, rischi il posto , allora lascia anche perdere che devi fare ?
        L' unica cosa da fare non e' convincerli ad
        usare un sistema alternativo ma spingerli ad
        usare sempre piu' pesantemente e
        massicciamente quello che hanno gia'
        (windows), probabilmente si convinceranno da
        soli...
        magari dopo aver messo su un PC di prova n
        dual booto con un S.O. alternativo o anche
        solo quello... Bsd o Linux che sia.Qui ti posso raccontare un aneddoto divertente.L'azienda di 100 persone in cui ho lavorato ha comprato un prodotto M$ per la posta elettronica (sappiamo entrambi di cosa sto parlando).Purtroppo la macchina non era adeguata e quindi non riusciva a gestire correttamente la MAIL, c'erano ritardi e casini. Questo è un concetto assolutamente impossibile da concepire per un classico manager che deve fare quadrare il bilancio.Dopo l'ennesimo insulto, un bel giorno la posta ha funzionato e tutti sono stati contenti.Ora quella azienda continua a spendere soldi per una licenza M$ e gli aggiornamenti di quel software e la posta è gestita con una distribuzione RH 7.3 trovata in una rivista.Sono tutti contenti, Il mio amico, Zio Bill , il capo, Berlusconi, le cose sono stabili, quindi vanno bene per tutti !
      • pippo75 scrive:
        Re: Per il futuro...

        E tu digli che non e' gratis (e in effetti
        non e' proprio vero che sia sempre gratis),
        magari costa meno ma costa e gli fai pagare
        il dovuto cosi' si fugano ogni dubbio sul
        suo *buon funzionamento*.Si parlava di openoffice, ma io parlerei di programmi alternativi in generale, su una macchina già funzionante, se tutto funziona lo sconsiglierei (sempre che non ci siano altri motivi), su una macchina nuova si puo provare.c'e' un detto che diceva; chi lascia la strada vecchia per quella nuova.......e' un rischio, magari va bene, magari no, una soluzione puo' essere quella di fare delle prove (cosa che pero' le ditte non vogliono fare, dato che costano tempo).
        Vero ma non potendo cambiare le idee degli
        altri conviene sempre, per quanto possibile,
        assecondarle, non funzionera' sempre ma
        sicuramente piu' che mettersi contro.
        Comunque e' anche sbagliato far passare l'
        idea che OPenSource o FreeSW sia sinonimo di
        gratuito... perche' cosi' non e' , molto
        meglio associare questi due termini a
        sicurezza, efficenza, modularita' ecc. ecc.
        e chiaramente anche RISPARMIO che e' altra
        cosa da gratuito...concordo.

        L' unica cosa da fare non e' convincerli ad
        usare un sistema alternativo ma spingerli ad
        usare sempre piu' pesantemente e
        massicciamente quello che hanno gia'
        (windows), probabilmente si convinceranno da
        soli...
        magari dopo aver messo su un PC di prova n
        dual booto con un S.O. alternativo o anche
        solo quello... Bsd o Linux che sia.mi sbagliero', ma all'impiegato medio del sistema che hai messo non puo' interessare di meno, lui usa il programma che puo' essere quello di scrittura, quello di disegno, quello di calcolo o il gestionale, l'importante e' che lui non abbia problemi.che sia open o closed poco e' importante, quello che conta e' finire il lavoro con meno problemi.

        tutto bloccato" quando in realtà
        era

        stata semplicemente spostata l'icona del

        programma.qui e' mancanza di voglia di impegnarsi.
        In molti casi si tratta di gente che non ha
        fatto nemmeno un corso di informatica di
        base e per questo NOn CI SONO SCUSE, il pc
        non e' come il telecomando del televisore o
        si fa un minimo di corso o sono CAZZI loro,
        dopo avegli chiaramente spiegato che era
        solo un problema di "icona spostata". Ognuno
        ha le sue responsabilita' se uno non sa
        guidare l' auto mica puo' prendersela con il
        venditore perche' ha fatto un' incidente
        appena e' uscito... qui e' mancanza di voglia.

        Chiudo con una frasetta (non è

        mia)..."per chi non vuole imparare o

        studiare, tutto è brutto e non

        funziona".

        Appunto...confermo.
  • AdessoBasta scrive:
    Per la Redazione!
    Piccola svista e piccolo errore nel titolo, che, se ho capito, una volta corretto dovrebbe essere:"L'Asutralia aggiassa Nilux teskdop tipo caimano, labiale, dentale..." :D
Chiudi i commenti