Banche e metaverso: il futuro del banking

Banche e metaverso: il futuro del banking

Il futuro delle banche sarà nel metaverso: le tante opportunità e le sfide da affrontare per le realtà che operano nel settore banking.
Il futuro delle banche sarà nel metaverso: le tante opportunità e le sfide da affrontare per le realtà che operano nel settore banking.

La crescita delle transazioni online e la trasformazione digitale hanno spinto l’evoluzione delle banche negli ultimi due decenni. Le realtà di questo settore hanno affrontato una metamorfosi piuttosto rapida, attraversando un processo di cambiamento ancora in atto e che punta ora in una nuova direzione: quella del metaverso.

Il futuro delle banche sarà nel metaverso

Secondo un recente report compilato da McKinsey (PDF), entro il 2030 le imprese attive nel metaverso arriveranno a generare un giro d’affari da 5 trilioni di dollari, estendendo il loro raggio d’azione a pressoché qualsiasi ambito. Non ne rimarrà escluso nemmeno quello del banking, per il quale si prospettano all’orizzonte enormi opportunità. Riportiamo di seguito un estratto dall’intervento sul tema di Adriano Gerardelli, responsabile Financial Services di Minsait in Italia.

In questo spazio virtuale, aperto e collettivo, potenziato virtualmente e nel quale convergono realtà fisica e digitale, le banche italiane possono avviare esperimenti pioneristici attraverso la creazione ed il rafforzamento del rapporto con i propri clienti. Il metaverso potrà rappresentare, sempre in misura crescente nei prossimi anni, un potente canale di vendita e di servizio. Consentirà di proporre prodotti personalizzati (come prestiti, servizi di pagamento, pacchetti di investimento) a nuovi segmenti di clientela.

L’interoperabilità e le sfide da affrontare

Spetterà a ogni istituto decidere se creare un proprio metaverso, differenziandosi dalla concorrenza, oppure prendere parte a quelli già esistenti. In ogni caso, non dovranno ignorare il principio legato all’interoperabilità. Sarà di fondamentale importanza per garantire che le esperienze offerte possano essere fruite da clienti senza costringerli all’interno di un ecosistema chiuso e limitato. Iniziative nate di recente come il Metaverse Standards Forum si pongono proprio questo obiettivo.

Un concetto ben illustrato da un altro estratto dall’intervento di Gerardelli, che pone l’attenzione sulle sfide da affrontare.

Oltre a tutte queste opportunità, però, ci sono anche sfide fondamentali che bisognerà affrontare al fine di rendere le esperienze nel metaverso più semplici e interconnesse tra di loro. La prima sfida infatti riguarda l’interoperabilità: sarà importante evitare che la frammentazione tra i vari metaversi disincentivi le persone a esplorare questi nuovi spazi. Un’altra sfida riguarda i temi etici come privacy, sicurezza, compliance normativa, salute fisica e mentale degli utenti, sostenibilità ambientale, per citarne alcuni, che andranno a plasmare la forma che assumerà il metaverso nel prossimo decennio.

Chi desidera investire sulle realtà più solide del metaverso lo può fare grazie agli strumenti di trading su eToro MetaverseLife. Il portfolio include Meta, Microsoft, Apple, Amazon, Intel, Sony e molti altri big del settore.

*Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi

*Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 ago 2022
Link copiato negli appunti