Banda larga, gli USA inseguono la Corea

Nelle città a più alta densità abitativa la crescita dell'accesso veloce segue una curva molto ripida. Proprio come sta già avvenendo in Corea del Sud
Nelle città a più alta densità abitativa la crescita dell'accesso veloce segue una curva molto ripida. Proprio come sta già avvenendo in Corea del Sud


New York (USA) – L’accesso ad Internet a banda larga sta correndo negli Stati Uniti e nell’ultimo anno il numero di coloro che possono navigare e scaricare a velocità molto superiori a quelle “tradizionali” è aumentato del 134 per cento raggiungendo quota 16 milioni di utenti.

Questi dati sono illustrati in un rapporto appena annunciato dall’osservatorio di Nielsen/Netratings , che mette in evidenza come gli Stati Uniti stiano inseguendo con successo la Corea del Sud, il paese a maggiore diffusione della banda larga nel mondo.

In particolare, sarebbero le maggiori aree metropolitane (New York, Boston, Los Angeles, San Francisco e Seattle) i luoghi dove si trova un terzo del totale di coloro che dispone di questo genere di accesso. “La densità abitativa di New York – hanno spiegato gli esperti dell’osservatorio – ha consentito uno sviluppo rapido della banda larga”. Appare evidente che i grandi condomini, proprio come in Corea, favoriscono la posa delle infrastrutture necessarie alla banda larga molto più di regioni e quartieri caratterizzati da abitazioni unifamiliari”.

L’unico dato mancante del rapporto, che sarebbe stato particolarmente interessante, è quello sul tipo di tecnologia utilizzata dagli utenti a banda larga (cavo, xDSL e via dicendo).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 05 2001
Link copiato negli appunti