Banda Larga, l'Italia è divisa in due

Così rileva Between nel rapporto trasmesso all'Authority TLC, da cui emerge che gli investimenti delle telco vengono fatti dove rendono. L'Italia è tredicesima in Europa per penetrazione della banda larga

Roma – Il digital divide italiano è all’esame dell’ Autorità delle Comunicazioni : Between ha trasmesso all’Authority il rapporto Analisi sulle determinanti del processo di sviluppo della banda larga , da cui emerge uno sviluppo del broad band non uniforme che rischia di portare – ma per certi versi ha già portato – ad una vera e propria spaccatura del Paese.

Lo sviluppo di infrastrutture volte ad una fruizione ottimale di Internet non è per nulla omogeneo e condizionato “innanzitutto da logiche di redditività degli investimenti”, si legge nel rapporto, che evidenzia come i denari delle telco prendano generalmente una direzione: quella che li porta verso il maggior numero di clienti sicuri. Questo va però a svantaggio di chi vive in aree meno interessanti perché meno remunerative (soprattutto in aree demograficamente o industrialmente depresse, o dove l’orografia è sfavorevole) e, affinché il disagio degli utenti svantaggiati si riduca, si rende necessario “un intervento di sistema”.

Nel rapporto si evidenzia anche la scarsa incisività degli operatori alternativi all’incumbent, non per demerito delle aziende, ma per la situazione contingente del mercato a cui si sono affacciati: Telecom Italia, nonostante la liberalizzazione di tale mercato iniziata dieci anni da, rimane l’operatore con posizione dominante che si è posto l’obiettivo dichiarato di portare, entro il 2010, la copertura ADSL al 99% delle linee telefoniche. Sul fronte dei competitor, Between osserva che “i piani finora presentati evidenziano un consolidamento degli investimenti e la focalizzazione sulle aree a maggiore potenziale di mercato”, il che si traduce però in un target che copre circa il 50% della popolazione, ossia quella parte del bacino di utenza che risiede nelle principali aree urbane.

I numeri parlano di 10,1 milioni di accessi broad band a fronte di complessivi 20 milioni di utenti a fine 2007, con previsioni di arrivare a 14 milioni di accessi broad band per il 2010. I dati complessivi del mercato attuale posizionano il Belpaese al tredicesimo posto in Europa, dove il podio è occupato da Danimarca, Finlandia e Olanda, ma sul fronte del broad band i 10 milioni di accessi in Italia formano un mercato che, per dimensioni, è il quarto in Europa, alle spalle di Germania, Regno Unito e Francia.

Il rapporto completo di Between è pubblicato dall’Authority TLC a questo indirizzo .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Star scrive:
    veramente ottimo
    Avendo un HTC Diamond (la principale piattaforma sul quale Opera 9.5 è stato sviluppato e testato) ed essendo soddisfatto della prima beta non mancherò di provare anche questa seconda beta appena torno a casa questa sera.Avendo avuto fra le mani (per breve tempo, fortunatamente) anche un melafonino 3G con quell'obbrobrio di browser (Safari) installato posso senza dubbio affermare che Opera 9.5 è anni luce avanti, soprattutto in unione con i sensori del Diamond per ruotare automaticamente lo schermo o zoomarlo muovendo un dito.
    • fry_s scrive:
      Re: veramente ottimo
      Io ho un "vecchio" Asus A636N e posso dire che con Opera 9.5 ho finalmente terminato la "caccia" al browser. Senza voler nemmeno citare l'indegno browser di default (Pocket IE), dico solo che tutti gli altri prodotti che ho testato sono solo pallide imitazioni di browser Internet se paragonati a Opera Mobile. Lo consiglio vivamente a chiunque utilizzi Windows Mobile.
  • matteo scrive:
    peccato non funzioni su E51
    http://www.opera.com/products/mobile/download/"If you have any other S60 phone, you can select the Opera for S60 3.x. Unsupported Devices: E51, E71 and E90, for these devices we recommend Opera Mini."Davvero peccato perchè su un vecchio HTC Universal con schermo a 640x480 e interfaccia touch è quasi piacevole navigare su internet con questo browser molto ben fatto e pensato
Chiudi i commenti