Banda larga wireless nel Valdarno

Valdarno Sviluppo e Infracom fanno il punto sul progetto che propone nuovi modelli di sviluppo economico attraverso l'introduzione del broadband senza fili nella vallata

Montevarchi (AR) – Sarà presentato oggi, venerdì 23 febbraio, l’avanzamento del progetto di introduzione in Val d’Arno della copertura wireless della connettività Internet veloce condotto da Valdarno Sviluppo S.p.A. (società mista pubblico/privata nata per favorire la crescita economica ed occupazionale della vallata), e Infracom .

Infracom, va precisato, in questo progetto è capogruppo di un pool di imprese che coinvolge numerosi player del settore TLE (come Siemens, Selex Communications, Multilink e Mmyec) e responsabile della realizzazione della rete e dei servizi di telecomunicazione a banda larga nella provincia di Firenze. La presentazione di oggi illustrerà le fasi di avanzamento del progetto di infrastrutturazione dell’area e i servizi già disponibili.

“La realizzazione della rete a banda larga nella provincia di Firenze – si legge in una nota – investe un bacino che, a partire dalle Comunità Montane della Montagna Fiorentina e del Mugello, si estende all’intero territorio provinciale, connettendo in un unico sistema i 16 comuni appartenenti alle due Comunità Montane della Provincia di Firenze: Calenzano, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, Scandicci e gran parte del Comune di Firenze”. Il progetto varato in Val d’Arno prevede la realizzazione di 11 POP, da Pian dell’Isola nel Comune di Incisa Val d’Arno fino alla Località Malafrasca, nel Comune di Pergine Val d’Arno, per offrire accesso a servizi a valore aggiunto, sia di telefonia tradizionale che VOIP, oltre che servizi infrastrutturali adeguati per sfruttare appieno il potenziale economico dell’area.

“Con questa iniziativa – afferma Paolo Ricci, presidente di Valdarno Sviluppo – intendiamo creare, negli insediamenti produttivi del Valdarno Superiore, una valida offerta commerciale di servizi di telecomunicazione al fine di incentivare lo sviluppo economico delle aree industriali, nonché per dotare gli Enti locali di strumenti innovativi per il controllo ed il governo del territorio. Vista la natura del nostro capitale sociale, che ci caratterizza quale istituzione di stimolo e supporto per lo sviluppo della vallata, abbiamo ritenuto strategico mantenere di proprietà la rete telematica, patrimonio per tutti i soggetti impegnati a vario titolo nella promozione e nello sviluppo del territorio valdarnese”.

L’evento si pone l’obiettivo di far conoscere al tessuto istituzionale valdarnese le caratteristiche tecniche del progetto e le sue possibili applicazioni.

L’offerta per la Pubblica Amministrazione messa a punto da Infracom spazia dalla connettività e dai servizi di telefonia fino alla consulenza IT e ai servizi applicativi in outsourcing. Le soluzioni comprendono, ad esempio, sistemi e servizi per la gestione finanziaria degli Enti Locali, una gestione innovativa dei processi sanzionatori, la gestione documentale attraverso la firma digitale, il protocollo informatico, sistemi di workflow e, nell’ambito della gestione del territorio, sistemi di cartografia digitale ad alta risoluzione con cui geo-referenziare gli oggetti catastali e costruire banche dati aggiornate.

“L’impegno nella ricerca e sviluppo di una vasta gamma di soluzioni innovative a sostegno delle istituzioni pubbliche, unito alla capacità di collaborare con enti rappresentativi del territorio, è alla base del nostro modello di business e premessa dell’eccellenza delle nostre competenze”, afferma Giovanni Zola, Direttore Generale di Infracom. “Un modus operandi che abbiamo già trasformato in best practice in Veneto ed Emilia Romagna, dimostrando di saper risolvere le complesse esigenze della Pubblica Amministrazione e dell’intera collettività”.

L’evento-presentazione “La rete a larga banda nel Valdarno: progetto, servizi e soluzioni per la Pubblica Amministrazione ed il territorio” si terrà oggi alle ore 10.00 presso le sale della ex filanda della “Ginestra” a Montevarchi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bluecom scrive:
    Re: Ma quale prima sim globale
    bluete mobile internazionalwww.bluecom-tlc.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quale prima sim globale
    Aggiugo www.globalsim.de , che ho segnalato anche a Pietro di voipblog:http://www.voipblog.it/2007/01/26/globalsim-ancora-chiamate-dallestero-senza-tariffe-di-roaming/Claudio
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quale prima sim globale
    Ma qualcuno ha mai acquistato una sim da yackiemobile? Il credito ha scadenza? Se davvero si puo' associare un numero fisso italiano alla sim e non si pagano le chiamate ricevute, si potrebbe utilizzare come alternativa ad un numero telecom pagando l'attivazione della scheda una volta sola!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale prima sim globale
      le sim yackie hanno come ho riferito un propio numero di telefono fisso ma attenzione per le chiamate in ricezione.pagate dal vostro conto circa 20 centesimi per le chiamate in entrata.
  • Dirk Pitt scrive:
    Re: Ma quale prima sim globale
    Tutti siti italiani eh...Come al solito l'Italia è anni luce indietro.Bello.dillatutta.com - perchè la verità... funziona
    • MeX scrive:
      Re: Ma quale prima sim globale
      - Scritto da: Dirk Pitt
      Tutti siti italiani eh...
      Come al solito l'Italia è anni luce indietro.
      Bello.



      dillatutta.com - perchè la verità... funzionase misuri l'efficenza di un paese in base ai servizi di telefonia... :(cmq... nessuno ti vieta l'espatrio!
      • Dirk Pitt scrive:
        Re: Ma quale prima sim globale
        - Scritto da: MeX
        se misuri l'efficenza di un paese in base ai
        servizi di telefonia...
        :(
        cmq... nessuno ti vieta l'espatrio!Diciamo che quella è una delle cose che ci vede dietro a tanti...dillatutta.com - perchè la verità... funziona
        • MeX scrive:
          Re: Ma quale prima sim globale
          - Scritto da: Dirk Pitt

          - Scritto da: MeX

          se misuri l'efficenza di un paese in base ai

          servizi di telefonia...

          :(

          cmq... nessuno ti vieta l'espatrio!

          Diciamo che quella è una delle cose che ci vede
          dietro a
          tanti...



          dillatutta.com - perchè la verità... funzionaognuno ha i suoi punti forti e deboli
  • Luca69 scrive:
    E quanto spende chi ti chiama?
    Manca un piccolo dettaglio: quanto spende chi ti chiama? Ovvero il numero a quale nazione é associato?
    • Anonimo scrive:
      Re: E quanto spende chi ti chiama?
      se usi sim come united mobile ,009, o altre il costo e verso una numerazione cellulare estera o del liechstein o uk o irlanda.Diverso il discorso se utilizzi sim di yackiemobile.li le sim hanno un prorpio numero goegrafico fisso di appartenenza per cui chi chiama sim yackie paga solo a tariffa di una chiamata verso un numero fisso.
    • bluecom scrive:
      Re: E quanto spende chi ti chiama?
      dipende dall'offerte del suo operatore telefonico.se sei interessato: visita il ns. sito: www.bluecom-tlc.itsu mobile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quale prima sim globale
    - Scritto da: Ed evidentemente non è la prima SIM globale, visto che anche l'articolo cita Cellular Abroad (che le realizza) come partner tecnologico di NG. Sui titoli ogni tanto cadete un po' dal pero, voi di PI ;) La risposta al titolo della notizia comunque è NO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale prima sim globale
      - Scritto da:

      - Scritto da:
      Ed evidentemente non è la prima SIM globale,
      visto che anche l'articolo cita Cellular Abroad
      (che le realizza) come partner tecnologico di NG.


      Sui titoli ogni tanto cadete un po' dal pero, voi
      di PI ;)


      La risposta al titolo della notizia comunque è NO.In aggiunta si parla di telefono gsm e quindi mi chiedo: tutti gli operatori di telefonia mobile nel mondo usano tale sistema?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale prima sim globale
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        - Scritto da:

        Ed evidentemente non è la prima SIM globale,

        visto che anche l'articolo cita Cellular Abroad

        (che le realizza) come partner tecnologico di
        NG.





        Sui titoli ogni tanto cadete un po' dal pero,
        voi

        di PI ;)





        La risposta al titolo della notizia comunque è
        NO.

        In aggiunta si parla di telefono gsm e quindi mi
        chiedo: tutti gli operatori di telefonia mobile
        nel mondo usano tale
        sistema?No, come dice Betanews, the handset utilizes GSM technology, which is prevalent throughout South America and Europe. Aggiungo che anche in India, ad esempio, c'è il GSM.
        • markoer scrive:
          Re: Ma quale prima sim globale
          - Scritto da: [...]

          In aggiunta si parla di telefono gsm e quindi mi

          chiedo: tutti gli operatori di telefonia mobile

          nel mondo usano tale

          sistema?

          No, come dice Betanews, the handset utilizes
          GSM technology, which is prevalent throughout
          South America and
          Europe.
          Aggiungo che anche in India, ad esempio, c'è il
          GSM.Oltretutto GSM su bande differenti. Per questo il loro telefono è quad-band.Ciao
Chiudi i commenti