Bangladesh: no ai cellulari per minori

Ai bambini i telefonini fanno male e dunque occorre vietarne la vendita


Roma – In Bangladesh presto per i minori di 16 anni potrebbe diventare molto difficile acquistare e utilizzare un telefono cellulare, almeno stando ai progetti a cui ha affermato di lavorare il ministro della Sanità del paese, Shahjahan Siraij.

“Dobbiamo proteggere i giovani – ha dichiarato il Ministro – dai rischi per la salute dovuti alle emissioni dei telefonini. Prima di approvare il divieto valuteremo quello che è già stato fatto altrove, in Australia per esempio, per rendere fuorilegge anche l’uso di sistemi come forni a microonde, laser e via dicendo”.

Va detto, comunque, che in famiglia sarà sempre possibile offrire un cellulare ai più piccoli anche in Bangladesh.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sosteniamo le foche
    Oramai la popolazione delle foche va diminuendo per causa del troppo calore che si sta espandendo da troppo tempo sulla terra.A poco a poco questi animali se ne stanno andando e percio c è il rischio della completa estinzione.SOSTENIAMO LE FOCHE:voi vi chiederete perché e come sosteniamo le foche;eccovi la risposta:                                         1]Dobbiamo sostenerle perché quei poveri animali sono in difficoltà.                                       2]Dobbiamo sostene3rli nel modo più efficace e sincero:   donandogli molto A F F E T T O.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sosteniamo le foche
      Fosse per me le coccolerei tutte, ma dovrei essere tiraemolla o Mr.Fantastic per riuscirci da qui...Magari si potrebbe sostenere Greenpeace.
  • Anonimo scrive:
    Viva le...
    Ah, no, foche... scusate.
Chiudi i commenti