Barnes&Noble, prospettive di nuovo anno

Niente spin-off per la divisione Nook: si va avanti senza dividere il compartimento digitale da quello delle librerie tradizionali

Roma – Il CEO di Barnes&Noble William Lynch ha parlato delle prospettive della sua azienda e in particolare della gestione del settore digitale.

Lynch ha infatti smentito le voci che parlavano di una separazione tra la divisione Nook e il resto dell’azienda libraria . “Qualsiasi cosa faremo, continueremo a tenere strettamente legati Nook e i nostri negozi”, ha detto il CEO non lasciando dubbi.

Ha spiegato infatti che una delle ragione del successo del suo e-reader Nook è rappresentato dagli “show-room ospitati dalle librerie, per questo continueremo ad mantenere una relazione simbiotica tra le due realtà”.

Le indiscrezioni circa la possibilità di una vendita della divisione Nook hanno fatto seguito all’ annuncio della messa in vendita del gruppo editoriale Sterling Publishing da parte di B&N, da essa acquisito per 115 milioni di dollari nel 2003, nonché all’ annuncio di una perdita maggiore di quella prevista per quanto riguarda l’ultimo anno finanziario .

Il CEO di B&N ha sottolineato ] la stabilità finanziaria dell’azienda e ha dichiarato che sarebbe addirittura sottovalutata sul mercato: “Abbiamo abbastanza capitale per portare avanti la nostra strategia di business”.

Con Nook Color e ancor prima con Nook, B&N, d’altronde, ha “anticipato – si legge in un comunicato – la crescita della domanda di e-reader” e aumentato di conseguenza le sue performance di vendita pur non arrivando a convincere tutti gli osservatori : alcuni hanno espresso ancora dubbi sul successo di Nook, soprattutto per il taglio dei prezzi conseguente all’uscita dei nuovi modelli Kindle.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti