Batterie cariche in meno di un minuto

Un nuovo tipo di batteria NEC promette di portare i tempi di ricarica da poche ore a poche decine di secondi. Le nuove pile si candidano a rimpiazzare le tradizionali nickel-idrogeno
Un nuovo tipo di batteria NEC promette di portare i tempi di ricarica da poche ore a poche decine di secondi. Le nuove pile si candidano a rimpiazzare le tradizionali nickel-idrogeno


Tokyo (Giappone) – Pochi secondi e… voilà, la batteria è carica. È il sogno di molti, soprattutto dei tecnofili, un sogno che NEC dice di essere riuscita a concretizzare sviluppando una batteria, di tipo organic radical , che può essere ricaricata nel giro di 30 secondi.

Il colosso giapponese sostiene che la sua nuova batteria è stata progettata per rimpiazzare le tradizionali pile NiMH (Nichel Metal Hydride), le stesse utilizzate su una vasta gamma di dispositivi elettronici consumer, quali player MP3 e fotocamere digitali.

La super batteria di NEC promette anche autonomie da capogiro, fino a 80 volte superiori a quelle offerte dalle pile tradizionali. E tutto ciò ad un prezzo che, secondo il produttore, sarà equiparabile a quello delle NiMH.

La pila “delle meraviglie” è anche adatta, secondo NEC, per alimentare dispositivi più grandi e costituire, ad esempio, una fonte energetica d’emergenza per computer desktop e motori elettrici. Queste saranno anche le prime applicazioni a cui verrà indirizzata.

NEC non ha fornito dettagli sulla vita complessiva delle sue batterie né sulla loro data di commercializzazione. È tuttavia lecito attendersi che questa tecnologia verrà impiegata nel settore consumer non prima di qualche anno.

Sembrano invece essere più vicine le batteria a carica veloce presentate all’inizio dell’anno da Rayovac e basate su tecnologie più tradizionali. Queste pile, che verranno commercializzate con il marchio Varta, hanno tempi di ricarica di circa 15 minuti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 04 2004
Link copiato negli appunti