Bebé tecnologici, altro che bambole

Come dissuadere i giovanissimi dal procreare? Come insegnar loro l'importanza della contraccezione? Ci vuole poco: bastano le tecnologie devastanti di particolarissimi bebé

Roma – Bebè hi-tech per prevenire il fenomeno delle nascite incontrollate tra i teenager: questo l’ultimo tentativo in ordine di tempo attuato nelle scuole superiori dello stato messicano di Chihuahua. La speranza è quella di dissuadere i ragazzi dal mettere al mondo prole, mostrando loro quanto sia difficile ed impegnativo accudire un esserino indiavolato che urla e strepita e… rutta.

Il suo nome è RealCare Baby II e cela dietro l’innocente aspetto da tenero poppante, un’avanzata tecnologia utilizzata per tentare di scoraggiare i giovani dal procreare prima del tempo. Divisi in coppie, gli studenti dai 13 ai 17 anni vengono “obbligati” ad accudire i bebè per un periodo di tre giorni circa. Semplice? Tutt’altro.

Questi adorabili pargoli sono programmati per urlare, piangere, aver fame, fare i bisognini ed anche il ruttino agli orari più impensabili, anche e soprattutto nel bel mezzo della notte , poiché, proprio come le controparti umane, non hanno orari se non quelli fisiologici.

“Bisogna cambiar loro i pannolini, dargli da mangiare e anche fargli fare il ruttino. I bebè simulano in tutto e per tutto il comportamento di un neonato vero: ridono, piangono… hanno addirittura piccole coliche” – spiega Pilar Huidobro, capo del programma di istruzione. “Lo spirito dell’iniziativa è quello di far capire ai ragazzi quali siano i rischi e le responsabilità derivanti dal diventare padre o madre in giovane età, pur tuttavia senza tralasciare l’aspetto ludico”.” Nello stato di Chihuahua – continua – si ha uno dei maggiori tassi di natalità tra i teenager, con dati che rivelano che il 20% dei neonati vengono partoriti da madri al di sotto dei 19 anni”.

Il baby replicante di tipo caucasico La chiave di volta del programma è la verosimiglianza tra il replicante e l’essere umano. Quanto più l’esperienza risulterà realistica, tanto più sarà chiaro ai ragazzi quanto duro ed impegnativo sia fare il genitore a tempo pieno.

Non è certo la prima volta che dissuasori-bambole vengono usate per scopi educativi, ma le RealCare Baby II sono innovative sotto vari punti di vista: disponibili in sette nazionalità diverse, dall’afroamericano al giapponese, le bambole riescono anche a constatare la presenza del “genitore” , che dovrà portare al polso un bracciale identificativo il cui chip fornirà indicazioni sia al neonato, sia ai tutor che seguono la coppia. È quindi impossibile lasciare il bambino a se stesso, poiché ogni azione è registrata.

Ma non solo: i bebè sono in grado di capire quando il loro pannolino è sporco, e lo capiranno anche i neo genitori, poichè l’esserino inizierà a prodigarsi per richiamare la loro attenzione emettendo decibel e decibel di urla . Bisogna poi nutrirli, fargli fare il ruttino, farli addormentare ed essere sempre nei paraggi, poiché spesso piangono e sono difficili da calmare “per far provare al genitore la frustrazione di non riuscire a calmare un neonato in lacrime” – spiega il dettagliato sito web del produttore.

Sono addirittura dotati di un sensore di movimento posto sul collo: il genitore dovrà quindi fare attenzione alla postura della testa . Il packaging della bambola è davvero ben fornito: oltre ai vari biberon, pannolini e tutina è anche fornito un dispositivo di allattamento, una vera e propria mammella hi tech da applicare sui vestiti.

Il tutto dovrebbe essere sufficiente a rimandare di svariati anni la voglia di avere figli e servirebbe inoltre a sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della contraccezione. Risposte confortanti in questo senso non tardano a giungere: “Gli studenti sottoposti alla full immersion di “caregiving” si sono detti spaventati dall’immane mole di lavoro che la cura del neonato comporta, un lavoro full time, poichè obbligati a portare i bambini a casa con loro anche dopo la fine delle lezioni” – dichiara Huidobro. “La risposta da parte dei ragazzi è stata buona. Tutti concordano sul fatto che sono troppo giovani per avere dei figli”.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wakko Warner scrive:
    Il _dittatore_ Mubarak
    Non si è smentito nemmeno questa volta.Ora venga pure a prendermi... se ci riesce.
  • Anonimo scrive:
    Occhio !!
    Che ce lo tirano in.....Vediamo chi indovina !Osso di Seppia
  • Anonimo scrive:
    Forza, Americani...
    Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un dittatore, perché non andate lì a bombardare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza, Americani...
      - Scritto da:
      Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un
      dittatore, perché non andate lì a
      bombardare?Perché Mubarak è un "dittatore buono".Al mondo ci sono i dittatori cattivi e quelli buoni.I dittatori cattivi:- Saddam Hussein dopo il 1990.- Assad in Siria.- Arafat ad anni alterni.- Ahmadinejad.- Gheddafi sino a qualche anno fa.I dittatori buoni:- Saddam Hussein sino al 1990.- Gheddafi da qualche anno in qua.- Mubarak.- Musharraf.- I regnanti sauditi.- Arafat ad anni alterni.La differenza sostanziale tra i primi e i secondi non c'è: sono tutti tiranni che ammazzano, rubano e torturano senza alcun limite.Possiamo distinguerli superficialmente perché i primi, sui nostri media, vengono definiti "leader" o "presidente"; i secondi "tiranni" o "rais".Passare da "tiranno" a "presidente" in fondo è facile: basta svendere per un tozzo di pane le risorse naturali del proprio paese alle multinazionali USA (o UE).
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza, Americani...
        A proposito di dittatori che rubano e ammazzano, Fidel Castro come sta? Ancora resiste?- Scritto da:
        - Scritto da:

        Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un

        dittatore, perché non andate lì a

        bombardare?

        Perché Mubarak è un "dittatore buono".
        Al mondo ci sono i dittatori cattivi e quelli
        buoni.

        I dittatori cattivi:
        - Saddam Hussein dopo il 1990.
        - Assad in Siria.
        - Arafat ad anni alterni.
        - Ahmadinejad.
        - Gheddafi sino a qualche anno fa.

        I dittatori buoni:
        - Saddam Hussein sino al 1990.
        - Gheddafi da qualche anno in qua.
        - Mubarak.
        - Musharraf.
        - I regnanti sauditi.
        - Arafat ad anni alterni.

        La differenza sostanziale tra i primi e i secondi
        non c'è: sono tutti tiranni che ammazzano, rubano
        e torturano senza alcun
        limite.
        Possiamo distinguerli superficialmente perché i
        primi, sui nostri media, vengono definiti
        "leader" o "presidente"; i secondi "tiranni" o
        "rais".

        Passare da "tiranno" a "presidente" in fondo è
        facile: basta svendere per un tozzo di pane le
        risorse naturali del proprio paese alle
        multinazionali USA (o
        UE).
    • Anonimo scrive:
      McDonald
      Infatti, bombardare tutta quella sabbia è un'ottima idea, e magari immaginate che figata trasformare in centri commerciali le piramidi con all'apice dei McDonald tipo : McMummia, McTutankamon, McMub(arak) McBomb, McSlave & McImperator... Really one figata indeed!
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza, Americani...
      - Scritto da:
      Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un
      dittatore, perché non andate lì a
      bombardare?Ehm, ma no, che dici, allora visto che anche in USA un blogger è in galera per reato d'opinione (anche se tentano di farlo passare per altro), vorresti dire che anche là c'è una dittatura?...Josh Wolf, un blogger sotto accusa:http://luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1698
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza, Americani...
        Ma siete matti?!?!Cos'è sta storia degli americani e delle loro guerre?Guardate che gli americani stanno solo facendo degli scavi per far passare l'oleodotto usando esplosivi.I morti sono solo "CADUTI SUL LAVORO"
  • Anonimo scrive:
    Giusto!
    Anche qui dovrebbero fare così.Come si può dire che Berlusconi è un vecchio bavoso e NANO e restare impuniti?Assurdo! Anche Totò Riina dovrebbe offendersi!
  • Anonimo scrive:
    Dittatore??
    Per averlo definito dittatore......s'è beccato 4 anni.Forse c'aveva ragione (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatore??
      Da quello che ho sentito è proprio un dittatore e la popolazione lo detesta...l'unica cosa buona è che ha rafforzato e di molto i controlli di sicurezza contro attacchi terroristici (che al quaeda vorrebbe dirigere contro il turismo egiziano)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Dittatore??
        - Scritto da:
        Da quello che ho sentito è proprio un dittatore e
        la popolazione lo detesta...l'unica cosa buona è
        che ha rafforzato e di molto i controlli di
        sicurezza contro attacchi terroristici (che al
        quaeda vorrebbe dirigere contro il turismo
        egiziano)! :-o :-o :-o
    • Tyltyl scrive:
      Re: Dittatore??
      - Scritto da:
      Per averlo definito dittatore...
      ...s'è beccato 4 anni.

      Forse c'aveva ragione (rotfl)Direi!È stato fortunato però, se lo avesse definito assassino...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatore??
      - Scritto da:
      Per averlo definito dittatore...
      ...s'è beccato 4 anni.

      Forse c'aveva ragione (rotfl)Offesa + condanna = dittatura?Le cose non mi sembrano così correlate.In Italia per esempio puoi essere accusato di diffamazione e corri il rischio (anche se non vai in galera) di perdere tutto quello che possiedi per pagare il risarcimento.Eppure qui siamo in democrazia!Si va in galera se lo prevede la Legge del posto e non c'entra che ci sia la dittatura o la democrazia.Una persona che afferma il falso (o non può provarlo) se ne assume ogni responsabilità, questo vale anche in Italia.Un Leader può intervenire per creare o modificare appositamente delle leggi, secondo il proprio comodo, ma questo succede anche da noi in piena democrazia... ;)
      • liberx scrive:
        Re: Dittatore??
        Andare in galera per 4 anni a 22 anni per un blog significa che c'e' un REGIME puoi parlare di diffamazione in un paese libero che l'Egitto NON e'giusto per chiarire
        • Anonimo scrive:
          Re: Dittatore??
          - Scritto da: liberx

          Andare in galera per 4 anni a 22 anni per un blog
          significa che c'e' un REGIME

          puoi parlare di diffamazione in un paese libero
          che l'Egitto NON e'

          giusto per chiarireQui da noi una pubblicazione periodica è obbligata a registrarsi e ad avere un direttore responsabile.Se il periodico scrivesse cose ritenute illegali... direttore ed editore finirebbero in galera.Allora anche qui c'è un REGIME? (newbie)
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatore??
            - Scritto da: ....

            Qui da noi una pubblicazione periodica è
            obbligata a registrarsi e ad avere un direttore
            responsabile.
            Se il periodico scrivesse cose ritenute
            illegali... direttore ed editore finirebbero in
            galera.
            Allora anche qui c'è un REGIME?
            (newbie)Eh! Già!!L'hai scoperto anche tu alla fine! ;-)In un paese veramente liberale non si avrebbe paura di nessuna parola per quanto orribile o odiosa che sia.Ma siccome non siamo in un paese liberale (figuriamoci l'egitto) abbiamo il delitto di "opinione" e da poco pure il reato di "negazionismo" e tanta gente che è pure contenta per questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatore??
            in realtà è difficile trovare un regime islamico che sia democratico!sembra che ci sia incompatibilità fra democrazia e teocrazia islamica!!in italia invece c'è un regime partitico fra il clericofascismo e il cattocomunismo,anche da noi si può finire ion galera per stupidaggini,senza aver fatto del male a nessuno!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatore??
      - Scritto da:
      Per averlo definito dittatore...
      ...s'è beccato 4 anni.

      Forse c'aveva ragione (rotfl)é un dittatore ma, nonostante sia islamico é filooccidentale, per cui a parte proteste di facciata il blogger può marcire in cella
Chiudi i commenti