Best Buy, o dell'immagine dei geek

La catena rivendica la proprietà intellettuale correlata al termine diventato con il tempo un marchio d'onore

Roma – Se prima, e forse ancora in parte nei microcosmi liceali, il termine geek (solo per certi versi traducibile con nerd) aveva una connotazione negativa, la diffusione di Internet, l’evoluzione dei gadget tecnologici e gli esempi di Mark Zuckerberg, Sergey Brin e Larry Page hanno contribuito a plasmare una vera e propria cultura geek che ha affrancato anche la parola da quello stigma sociale che inizialmente rappresentava. A potersene fregiare, però, potrebbero a breve essere in pochi.

Best Buy, infatti, sta cercando di rivendicare l’ utilizzo del termine geek . O meglio, del marchio commerciale correlato al termine e impiegato dalla catena di supermercati per il servizio di assistenza al cliente “Geek Squad”.

Il primo che ha stigmatizzato la volontà di Best Buy di rivendicare per proprio l’utilizzo della parola è il rivale online Newegg.com, che usa come slogan pubblicitario “Geek on” e che è stato raggiunto da una denuncia per violazione di marchio. La stessa che aveva già colpito i servizi Rent a Geek , Geek Rescue e Speak With A Geek .

Newegg per difendersi ha scelto la strada dello sberleffo: ha postato la lettera di diffida inviatagli da Best Buy su Facebook, aizzando i geek ad unirsi contro l’oppressore che minaccia la possibilità di tutti di utilizzare il nome che finalmente ha guadagnato una sfumatura positiva.

La catena di negozi, da parte sua, ha provato a spiegare che non ce l’ha con il mondo geek, ma con l’utilizzo del termine in maniera simile a quello che lei fa da anni. Ha cercato, quindi, di traslare la vicenda da profonda questione filologica a prosaico problema di proprietà intellettuale: d’altronde la scritta con il marchio di Newegg impiega gli stessi colori (nero e arancione) adottati già dalla squadra di geek di Best Buy, così come il segno grafico di Newegg per rappresentare la “o” di “on” somiglia molto alla cravatta cerchiata, simbolo della squadra Best Buy.

L’anno scorso, poi, sempre per tutelare Geek Squad, Best Buy se l’ era presa con le alte sfere : aveva denunciato (per poi chiudere la vicenda amichevolmente) un prete della California che aveva appiccicato sul suo maggiolone, lo stesso impiegato dal servizio clienti dei grandi magazzini, un logo molto simile al loro con la scritta “God Squad”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Findi scrive:
    Ruppolo direbbe...
    "a che cosa serve quel cassone....cambiatelo con un macmini"....
  • Paolo T. scrive:
    Anche noi, anche noi!
    E intanto, da noi, il Cineca si prepara a mandare a casa il personale...
  • hp sucks scrive:
    OT: chi ce l'haa + lungo?
    ancora a far la gara a chi ce l'ha + lungo?ma non era stato approvato il fatto che dopo i 4 centimetri siamo tutti superdotati?(mi è venuto in mente riferito + a certi commenti precedenti che all'articolo ..ma se qualcuno indovinasse la citazione)
  • mikronimo scrive:
    Reale utilità
    Il mio commento a lellykelly è stato abbastanza duro, ma era motivato dal veder criticare un qualcosa senza realmente sapere cosa sia; è chiaro che unasimile realizzazione sia un esercizio di tecnologia teso a dimostrare che il Giappone, nonostante sia stato recentemente superato nel PIL dalla Cina (cosa che ha un valore relativo dato che il PIL va anche ripartito per la popolazione del paese a cui riferisce, per i servizi amministrativi, le infrastrutture, l'educazione, la sanità e così via, dove la Cina ha circa 1.3 miliardi di persone, il Giappone circa 125 milioni) è sempre in grado di esprimere tecnologie straordinarie; rimane il fatto che l'uso di questi supercalcolatori, come detto da Matteo, ha fini pratici di una certa rilevanza (quella medica in particolare), che si ripercuote sulla vita di tutti, bambini compresi; è lo stesso genere di ricadute che dalla ricerca di frontiera in fisica delle particelle ha permesso la creazione di macchine diagnostiche come la Tac, la risonanza magnetica, la Pet, ecc., senza le quali analisi e cura di moltissime malattie sarebbere ancora ai livelli del 19° secolo, cioè puramente empiriche e vaghe; se il concetto, malamente espresso da lellykelly, voleva essere quello che le centrali energetiche (di qualsiasi genere) sono dannnose e che tutto quel denaro potrebbe essere usato per il bene dei bambini, bé, che spenga il pc, lo scolleghi dalla presa di corrente e doni il denaro così risparmiato a qualche orfanatrofio, ma non prima di aver comprato delle candele e della carbonella...
    • Cubbricc scrive:
      Re: Reale utilità
      - Scritto da: mikronimo
      Il mio commento a lellykelly è stato abbastanza
      duro, ma era motivato dal veder criticare un
      qualcosa senza realmente sapere cosa sia; è
      chiaro che unasimile realizzazione sia un
      esercizio di tecnologia teso a dimostrare che il
      Giappone, nonostante sia stato recentemente
      superato nel PIL dalla Cina (cosa che ha un
      valore relativo dato che il PIL va anche
      ripartito per la popolazione del paese a cui
      riferisce, per i servizi amministrativi, le
      infrastrutture, l'educazione, la sanità e così
      via, dove la Cina ha circa 1.3 miliardi di
      persone, il Giappone circa 125 milioni) è sempre
      in grado di esprimere tecnologie straordinarie;
      rimane il fatto che l'uso di questi
      supercalcolatori, come detto da Matteo, ha fini
      pratici di una certa rilevanza (quella medica in
      particolare), che si ripercuote sulla vita di
      tutti, bambini compresi; è lo stesso genere di
      ricadute che dalla ricerca di frontiera in fisica
      delle particelle ha permesso la creazione di
      macchine diagnostiche come la Tac, la risonanza
      magnetica, la Pet, ecc., senza le quali analisi e
      cura di moltissime malattie sarebbere ancora ai
      livelli del 19° secolo, cioè puramente empiriche
      e vaghe; se il concetto, malamente espresso da
      lellykelly, voleva essere quello che le centrali
      energetiche (di qualsiasi genere) sono dannnose e
      che tutto quel denaro potrebbe essere usato per
      il bene dei bambini, bé, che spenga il pc, lo
      scolleghi dalla presa di corrente e doni il
      denaro così risparmiato a qualche orfanatrofio,
      ma non prima di aver comprato delle candele e
      della
      carbonella...secondo me lellykelly stava parodiando un catastrofista, ma potrei sbagliarmi...
      • mikronimo scrive:
        Re: Reale utilità
        - Scritto da: Cubbricc
        - Scritto da: mikronimo

        Il mio commento a lellykelly è stato abbastanza

        duro, ma era motivato dal veder criticare un

        qualcosa senza realmente sapere cosa sia; è

        chiaro che unasimile realizzazione sia un

        esercizio di tecnologia teso a dimostrare che il

        Giappone, nonostante sia stato recentemente

        superato nel PIL dalla Cina (cosa che ha un

        valore relativo dato che il PIL va anche

        ripartito per la popolazione del paese a cui

        riferisce, per i servizi amministrativi, le

        infrastrutture, l'educazione, la sanità e così

        via, dove la Cina ha circa 1.3 miliardi di

        persone, il Giappone circa 125 milioni) è sempre

        in grado di esprimere tecnologie straordinarie;

        rimane il fatto che l'uso di questi

        supercalcolatori, come detto da Matteo, ha fini

        pratici di una certa rilevanza (quella medica in

        particolare), che si ripercuote sulla vita di

        tutti, bambini compresi; è lo stesso genere di

        ricadute che dalla ricerca di frontiera in
        fisica

        delle particelle ha permesso la creazione di

        macchine diagnostiche come la Tac, la risonanza

        magnetica, la Pet, ecc., senza le quali analisi
        e

        cura di moltissime malattie sarebbere ancora ai

        livelli del 19° secolo, cioè puramente empiriche

        e vaghe; se il concetto, malamente espresso da

        lellykelly, voleva essere quello che le centrali

        energetiche (di qualsiasi genere) sono dannnose
        e

        che tutto quel denaro potrebbe essere usato per

        il bene dei bambini, bé, che spenga il pc, lo

        scolleghi dalla presa di corrente e doni il

        denaro così risparmiato a qualche orfanatrofio,

        ma non prima di aver comprato delle candele e

        della

        carbonella...

        secondo me lellykelly stava parodiando un
        catastrofista, ma potrei
        sbagliarmi...Non conosco lellykelly da poter affermare una qualsiasi cosa con certezza, ma vale il discorso generale: c'è sempre chi "grida" al disastro a prescindere, senza rendersi conto che l'unica soluzione non è rinunciare alle tecnologie, perché potenzialmente pericolose (come il nucleare, per fare un esempio, usato male solo perché, per risparmiare, non si applicano tecnologie realmente sicure) o molto costose, ma semplicemente imparare ad usarle; anche il laser, quando è stato inventato, non era nulla più che un bell'effetto di luce; ora ha innumerevoli applicazioni industriali, mediche e scientifiche. In ogni caso, se era uno scherzo, complimenti, ci sono caduto con tutti e due i piedi.
  • Matteo scrive:
    Piccole aggiunte all'articolo
    Verrà impiegato nella ricerca meteorologica e medica.Per alimentare il K computer in versione preliminare (672 racks) servono 9.89 MW; con un breve calcolo, in versione definitiva (800 racks) richiederà 11,78 MW.La potenza d'elaborazione è superiore a quella dei primi 5 supercomputer (K escluso, ovviamente) messi assieme.Giusto per allontanarsi dal senso intrinseco de "il Giappone ce l'ha più grosso e prestante".
    • lellykelly scrive:
      Re: Piccole aggiunte all'articolo
      così dovranno costruire altre centralisecondo mè moriremo tuttie ai bambini? nessuno pensa ai bambini?
      • mikronimo scrive:
        Re: Piccole aggiunte all'articolo
        - Scritto da: lellykelly
        così dovranno costruire altre centrali

        secondo mè moriremo tutti


        e ai bambini? nessuno pensa ai bambini?Era difficile dare una risposta più insensata...
        • Cubbricc scrive:
          Re: Piccole aggiunte all'articolo
          - Scritto da: mikronimo
          - Scritto da: lellykelly

          così dovranno costruire altre centrali



          secondo mè moriremo tutti





          e ai bambini? nessuno pensa ai bambini?

          Era difficile dare una risposta più insensata...anche io volevo complimentarmi, mi ha fatto ridere.
        • uno scrive:
          Re: Piccole aggiunte all'articolo
          +10 internets
      • kaiserxol scrive:
        Re: Piccole aggiunte all'articolo
        Basterebbe obbligarli ad alimentarsi con il sole.Comunque un discorso del genere dagli italiani non ha senso, siamo gli unici a comprare energia all'estero e facciamo pure le ramanzine?Non ha molto senso...
        • GGG scrive:
          Re: Piccole aggiunte all'articolo
          - Scritto da: kaiserxol
          Basterebbe obbligarli ad alimentarsi con il sole.
          ...e farlo quindi andare solo di giorno.
          • Paolo T. scrive:
            Re: Piccole aggiunte all'articolo
            Ma certo! Loro mica ce li hanno gli accumulatori!
          • ercolinux scrive:
            Re: Piccole aggiunte all'articolo
            - Scritto da: Paolo T.
            Ma certo! Loro mica ce li hanno gli accumulatori!12MW = 80.000mq di pannelli solari. Almeno da raddoppiare per poter caricare gli accumulatori e così arriviamo a 160.000mq di pannelli solari (ma 200.000 è una misura più realistica visto che le giornate non sono di 12 ore) Per gli accumulatori hanno già studiato qualcosa in Pensilvania (http://mondoelettrico.blogspot.com/2010/11/lautorita-per-losviluppo-dellenergias.html) ma un accumulatore da 1MWh occupa un container da 40', qui ne servirebbero 288 (addossati un all'altro occuperebbero un area di 120 x 80 metri più grande di un campo da calcio per intenderci).
          • Paolo T. scrive:
            Re: Piccole aggiunte all'articolo
            Che io sappia, gli oggetti tecnologici sono sempre partiti grandi e sono finiti per essere micro. Per i pannelli fotovoltaici il percorso è già iniziato, e si prevedono salti di scala con le tecnologia in sperimentazione (materiali, tecnologie, sistemi di accumulazinoe edistribuzione). Non posso dare delle misure precise come le tue, visto che il futuro non è prevedibile, ma sospetto che quelle che dai siano già vecchie nel momento in cui le scrivi.
      • Ginoy PC scrive:
        Re: Piccole aggiunte all'articolo
        - Scritto da: lellykelly
        così dovranno costruire altre centrali

        secondo mè moriremo tutti

        Escono dalle pareti, escono dalle fottute pareti. Cristo, moriremo tutti!!
    • Pinco Pallo scrive:
      Re: Piccole aggiunte all'articolo
      http://www.youtube.com/watch?v=CqrAkcwgD8k
    • benkj scrive:
      Re: Piccole aggiunte all'articolo
      - Scritto da: Matteo
      Verrà impiegato nella ricerca meteorologica e
      medica.

      Per alimentare il K computer in versione
      preliminare (672 racks) servono 9.89 MW; con un
      breve calcolo, in versione definitiva (800 racks)
      richiederà 11,78
      MW.

      La potenza d'elaborazione è superiore a quella
      dei primi 5 supercomputer (K escluso, ovviamente)
      messi
      assieme.

      Giusto per allontanarsi dal senso intrinseco de
      "il Giappone ce l'ha più grosso e
      prestante".Il giappone effettivamente ce l'ha piu' grosso e prestante. Non ho capito il senso del tuo commento visto che e' anche il piu' efficiente, avendo un rapporto power/petoflops piu' basso di tutti gli altri "cosi" in cima alla classifica.
      • Cubbricc scrive:
        Re: Piccole aggiunte all'articolo
        - Scritto da: benkj
        - Scritto da: Matteo

        Verrà impiegato nella ricerca meteorologica e

        medica.



        Per alimentare il K computer in versione

        preliminare (672 racks) servono 9.89 MW; con un

        breve calcolo, in versione definitiva (800
        racks)

        richiederà 11,78

        MW.



        La potenza d'elaborazione è superiore a quella

        dei primi 5 supercomputer (K escluso,
        ovviamente)

        messi

        assieme.



        Giusto per allontanarsi dal senso intrinseco de

        "il Giappone ce l'ha più grosso e

        prestante".

        Il giappone effettivamente ce l'ha piu' grosso e
        prestante. Non ho capito il senso del tuo
        commento visto che e' anche il piu' efficiente,
        avendo un rapporto power/petoflops piu' basso di
        tutti gli altri "cosi" in cima alla
        classifica.IMHO ha solo esposto dei dati; mica occorre necessariamente provare una tesi quando si scrive qualcosa?!
        • mikronimo scrive:
          Re: Piccole aggiunte all'articolo
          - Scritto da: Cubbricc
          - Scritto da: benkj

          - Scritto da: Matteo


          Verrà impiegato nella ricerca meteorologica e


          medica.





          Per alimentare il K computer in versione


          preliminare (672 racks) servono 9.89 MW; con
          un


          breve calcolo, in versione definitiva (800

          racks)


          richiederà 11,78


          MW.





          La potenza d'elaborazione è superiore a quella


          dei primi 5 supercomputer (K escluso,

          ovviamente)


          messi


          assieme.





          Giusto per allontanarsi dal senso intrinseco
          de


          "il Giappone ce l'ha più grosso e


          prestante".



          Il giappone effettivamente ce l'ha piu' grosso e

          prestante. Non ho capito il senso del tuo

          commento visto che e' anche il piu' efficiente,

          avendo un rapporto power/petoflops piu' basso di

          tutti gli altri "cosi" in cima alla

          classifica.

          IMHO ha solo esposto dei dati; mica occorre
          necessariamente provare una tesi quando si scrive
          qualcosa?!Avrai sicuramente notato anche tu, come me, la tremendissima abitudine di cavillare, piuttosto di ragionare sul senso dell'articolo...
  • coccobanana scrive:
    cosi' finalmente ci potra' girare...
    via ai troll!
    • Matteo scrive:
      Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
      Snake!Scusate, non ho resistito.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
      Flash Player ... ma non contemporaneamente a Silverlight!
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
      Tic tac toe ??vediamo se K ce la fa, a me mi ha mandato in crash..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2011 23.11-----------------------------------------------------------
      • MacGeek scrive:
        Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
        - Scritto da: W.O.P.R.
        Tic tac toe ??

        vediamo se K ce la fa, a me mi ha mandato in
        crash..Ah :)In quanti la capiranno?
        • Pallo Pinco scrive:
          Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
          - Scritto da: MacGeek
          - Scritto da: W.O.P.R.

          Tic tac toe ??



          vediamo se K ce la fa, a me mi ha mandato in

          crash..

          Ah :)
          In quanti la capiranno?http://www.youtube.com/watch?v=KAdEUsaibrY
    • The Pusher scrive:
      Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
      - Scritto da: coccobanana
      via ai troll!crysis?pcsx2?pcsx3 (che non c'è)?Da serie a, a serie b, a serie c1, a serie c2, a serie c3 (che non c'è), a serie piedi a banana, a serie subuteo, a serie l'importante e partecipare
    • Findi scrive:
      Re: cosi' finalmente ci potra' girare...
      - Scritto da: coccobanana
      via ai troll!Office 2010 su Vista!:-)
Chiudi i commenti