Bielorussia, censura sui siti dell'amore

I servizi che aiutano le persone a fare amicizia e soprattutto quelli che offrono donne bielorusse come potenziali spose finiscono sotto la scure del Governo. Limitazioni anche per gli studenti
I servizi che aiutano le persone a fare amicizia e soprattutto quelli che offrono donne bielorusse come potenziali spose finiscono sotto la scure del Governo. Limitazioni anche per gli studenti


Minsk (Bielorussia) – Un nuovo giro di vite colpisce la rete bielorussa, da sempre sottoposta ad un certo grado di controllo come tutto il sistema dei media: il Governo ha infatti deciso di bloccare la consultazione di siti che offrono servizi di dating , ossia di appuntamenti via internet, e di rendere illegali quelli che sono pensati per donne bielorusse in cerca di marito.

Il Governo ha spinto affinché il Parlamento approvasse una normativa specifica , approvata con un solo voto contrario, che secondo le autorità servirà a contenere il fenomeno del commercio di essere umani che, a quanto pare, coinvolge un certo numero di giovani, contattati anche attraverso questi siti da organizzazioni pronte a farli espatriare in Europa occidentale o in altri paesi.

Le misure approvate sono piuttosto ampie e in realtà riguardano numerose diverse attività online, ad esempio anche quelle degli studenti che vogliono approfittare di Internet per cercare di andare a studiare all’estero . In quel caso, prima di accettare proposte di lavoro all’estero che richiedano una permanenza di più di 30 giorni dovranno ottenere un’autorizzazione specifica e così dovranno fare anche le società straniere che intendono assumere studenti bielorussi sfruttando servizi online specifici.

Secondo il vice ministro degli Interni Alexander Shurko, che ha riferito in Parlamento sul provvedimento, “queste misure intendono migliorare i meccanismi che garantiscono una risposta efficace al traffico di persone, uno dei più pericolosi fenomeni che la società moderna si trova ad affrontare nel suo sviluppo”. Anche nella società bielorussa, evidentemente, che vive sotto una cappa di autoritarismo voluta e gestita dal presidente Alexander Lukashenko.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 12 2005
Link copiato negli appunti