Bill Gates diffonde bug per una buona causa

Ma il software non c'entra. Quello che una volta era un capitano d'impresa ora è un filantropo. E tenta di attirare l'attenzione su problemi gravi come la malaria con ogni mezzo possibile
Ma il software non c'entra. Quello che una volta era un capitano d'impresa ora è un filantropo. E tenta di attirare l'attenzione su problemi gravi come la malaria con ogni mezzo possibile

Long Beach, California, edizione 2009 della conferenza Technology, Entertainment and Design : Bill Gates va sul palco e dice che “Non dovrebbero essere le sole persone povere a sperimentare una cosa del genere”. E nel contempo libera una quantità non specificata di zanzare sul pubblico. Insomma, sebbene non sia più coinvolto a tempo pieno con Microsoft, Bill ha ancora a che fare con qualche “bug” di troppo.

L’intento di Gates era quello di sensibilizzare gli ospiti sul problema della malaria, una malattia infettiva diffusa appunto dalle zanzare e praticamente sparita nel mondo industrializzato, ma che ogni anno colpisce tra i 350 e i 500 milioni di persone nei paesi poveri , provocando tra questi più di un milione di morti.

Per quanto bizzarro e sopra le righe possa sembrare, il gesto di zioBill è quantomeno in linea con quella che è attualmente la sua principale occupazione, dopo l’abbandono degli incarichi esecutivi in Microsoft, vale a dire la guida di quella Bill and Melinda Gates Foundation che rappresenta una delle più grandi fondazioni private per la lotta alla povertà nel mondo , impegnata anche per l’estensione delle opportunità educative e di accesso alle tecnologie dell’informazione sul suolo patrio – vale a dire gli USA.

La frase pronunciata da Gates è stata inizialmente citata dal manager di Facebook Dave Morin, facendo poi il giro del web. E se qualcuno ora parla di un colpo da showman inutile se l’intento era il presunto recupero di punti sulla reputazione da “bullo al di sopra della legge” del magnate, Gates non si limita a liberare zanzare dal palco: risale allo scorso settembre l’annuncio che la fondazione della famiglia Gates avrebbe speso 168 milioni di dollari per finanziare un progetto di sviluppo di un vaccino contro la malaria .

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 02 2009
Link copiato negli appunti