Black-out per il sito dell'ENEL

Indicato su tutti i media per conoscere rapidamente la mappa dei black-out, il sito dell'ENEL non ha resistito all'urto degli utenti affamati di informazione. Down anche Welfare.gov.it


Roma – “HTTP Error 500-13 – Server too busy”. Con il segnale di sovraccarico ieri mattina il sito dell’ENEL ENEL.it , ha accolto numerosissimi utenti ansiosi di avere indicazioni sui black-out possibili in questi giorni in Italia.

Tutto induce a ritenere che ieri mattina per alcune ore, il gran numero di utenti che ha tentato di accedere al sito abbia sovraccaricato il server e le sue capacità di servire le pagine richieste. “The request cannot be processed at this time. The amount of traffic exceeds the Web sitès configured capacity”, questo il messaggio che per qualche tempo ha infatti accolto i visitatori del sito.

Dopo una notevole “incertezza” nell’offrire le proprie pagine, ENEL.it ieri mattina verso le 9 ha letteralmente dato forfait divenendo irraggiungibile.

“Strano – scrive Leonardo a PI – che un’ azienda così importante non abbia previsto che in occasione dei black out un “rinforzino” o una paginetta come si deve non sia stata fatta”. In tarda mattinata, comunque, il sito è tornato raggiungibile con il suo pop-up che presenta una mappa dei possibili black-out della giornata.

Problemi ieri anche per un altro sito di grande richiamo, quello del ministero del Welfare, Welfare.gov.it . Come segnalato da alcuni utenti, il sito è risultato irraggiungibile per diverse ore e mentre scriviamo ancora non appare attivo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Tanto rumore...
    Hanno scritto che metteranno i cartelli "è vietato", i giapponesi sono abbastanza ossequiosi dei regolamenti e pur di non farsi pizzicare e perdere la faccia, cosa che temono di più al mondo, smetteranno tranquillamente questa pratica discutibile.
  • Anonimo scrive:
    Ma scusate un attimo!
    Non capisco il problema!Il problema della "condivisone" del giornale non si risolve con l'impedimento alla foto.Anche perchè se uno lo compra lo fotografa come e quando vuole e lo può "condividere" ne più e ne meno che come prima......Ne più e ne meno che come si può fare coi CD.....Il punto resta sempre quello...Il "content" è sempre riproducibile se è "fruibile" (digitale o no che sia) è assolutamente idiota perdere tempo in inutili e a volte costosi "trucchi" per evitarlo (durano lo spazio di un mattino).Il punto è che il modello di business "editore" "fruitore" è obsoleto!Come i mammouth e i dinosauri!Trovino (gli editori) un modello di business che regga il confronto con la soria oppure si tolgano di torno e smettano di romperci le scatole e vadano a morire un poco più in la come hanno fatto mammouth e dinosauri!!!Il modello di business mica glielo devo trovare io ne possono pretendere che lo faccia la comunità a forza di sovvenzioni!THe Megatroll
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma scusate un attimo!
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco il problema!
      Il problema della "condivisone" del giornale
      non si risolve con l'impedimento alla foto.Beh, nell'edicola si...
      Anche perchè se uno lo compra lo fotografa
      come e quando vuole e lo può "condividere"
      ne più e ne meno che come prima......Non "come prima": se lo compra per fotografarlo, almeno lo ha pagato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma scusate un attimo!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Non capisco il problema!

        Il problema della "condivisone" del
        giornale

        non si risolve con l'impedimento alla
        foto.

        Beh, nell'edicola si...Ma quando lo ho comprato no!


        Anche perchè se uno lo compra lo fotografa

        come e quando vuole e lo può "condividere"

        ne più e ne meno che come prima......

        Non "come prima": se lo compra per
        fotografarlo, almeno lo ha pagato.Bella differenza! e gli altri che lo leggono tramite lui quando lo pagano!Non mi paiono risposte concrete al problema che ho sollevato forse è meglio che rileggi con calma!THe Megatroll 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma scusate un attimo!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Non capisco il problema!


          Il problema della "condivisone" del

          giornale


          non si risolve con l'impedimento alla

          foto.



          Beh, nell'edicola si...

          Ma quando lo ho comprato no!Ma quando lo hai comprato lo hai pagato.





          Anche perchè se uno lo compra lo
          fotografa


          come e quando vuole e lo può
          "condividere"


          ne più e ne meno che come prima......



          Non "come prima": se lo compra per

          fotografarlo, almeno lo ha pagato.

          Bella differenza! e gli altri che lo leggono
          tramite lui quando lo pagano!Altri? Citami il passo dell'articolo in cui si parla di altri fruitori oltre al "fotografo".
          Non mi paiono risposte concrete al problema
          che ho sollevato forse è meglio che rileggi
          con calma!Forse e' meglio che TU rileggi con calma l'articolo, si parla di gente che evita di pagare il giornale, non si parla del problema di condivisione delle notizie in p2p.Ma forse vuoi parlare di altro o hai confusione in testa. Riposati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Non capisco il problema!



            Il problema della "condivisone" del


            giornale



            non si risolve con l'impedimento
            alla


            foto.





            Beh, nell'edicola si...



            Ma quando lo ho comprato no!

            Ma quando lo hai comprato lo hai pagato.Leggi sopra ....il post comincia (e finisce) parlando di condivisione p2p o meno non c'entra!









            Anche perchè se uno lo compra lo

            fotografa



            come e quando vuole e lo può

            "condividere"



            ne più e ne meno che come
            prima......





            Non "come prima": se lo compra per


            fotografarlo, almeno lo ha pagato.



            Bella differenza! e gli altri che lo
            leggono

            tramite lui quando lo pagano!

            Altri? Citami il passo dell'articolo in cui
            si parla di altri fruitori oltre al
            "fotografo".


            Non mi paiono risposte concrete al
            problema

            che ho sollevato forse è meglio che
            rileggi

            con calma!

            Forse e' meglio che TU rileggi con calma
            l'articolo, si parla di gente che evita di
            pagare il giornale, non si parla del
            problema di condivisione delle notizie in
            p2p.
            Ma forse vuoi parlare di altro o hai
            confusione in testa. Riposati.Forse non hai capito tu la portata del problema che io pongo va ben oltre la lettura di un giornale a scrocco!Ma se tu ti vuoi limitare a questo accomodati pure! solo non ha a che vedere col mio post! ne lo puoi considerare "verosimilmente" una risposta al problema dei cosidetti "content".... THe Megatroll 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo
            Forse non hai capito tu la portata del
            problema che io pongo va ben oltre la
            lettura di un giornale a scrocco!
            Ma se tu ti vuoi limitare a questo
            accomodati pure! solo non ha a che vedere
            col mio post! ne lo puoi considerare
            "verosimilmente" una risposta al problema
            dei cosidetti "content".... Hai ragione il tuo post esordisce con "Ma scusate un attimo!Non capisco il problema!Il problema della "condivisone" del giornale non si risolve con l'impedimento alla foto."Quindi parti da premesse mentali tue ("ma scusate un attimo") e ci presenti le interessanti conclusioni del tuo ragionamento su di un problema che nessuno ha posto.Se come dici tu poni una questione che "va ben oltre la lettura di un giornale a scrocco!" evidentemente sei piu' grande ed intelligente di noi che parliamo solo della notizia e ci atteniamo ad i fatti in essa riportata.Che sciocchini che siamo! Parliamo del microbo e non ci accorgiamo del gigante.Evidentemente sei nel posto sbagliato, tra inetti ciechi e pressapochisti. D'altronde questo forum riguarda una notizia precisa, se vuoi inventarti altro c'e' il Forum a tema libero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            Forse non ti sei reso conto che il peso della "notizia" in se sarebbe appunto "risibile" e magari P.I. non la avrebbe neppure riportata se non fosse in un dove questo problema si dibatte "furiosamente" e da molti giorni su quasi tutti i forum di P.I. ... o non tene eri accorto? 8)THe Megatroll - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Forse non hai capito tu la portata del

            problema che io pongo va ben oltre la

            lettura di un giornale a scrocco!

            Ma se tu ti vuoi limitare a questo

            accomodati pure! solo non ha a che vedere

            col mio post! ne lo puoi considerare

            "verosimilmente" una risposta al problema

            dei cosidetti "content"....

            Hai ragione il tuo post esordisce con
            "Ma scusate un attimo!
            Non capisco il problema!
            Il problema della "condivisone" del giornale
            non si risolve con l'impedimento alla foto."

            Quindi parti da premesse mentali tue ("ma
            scusate un attimo") e ci presenti le
            interessanti conclusioni del tuo
            ragionamento su di un problema che nessuno
            ha posto.

            Se come dici tu poni una questione che "va
            ben oltre la lettura di un giornale a
            scrocco!" evidentemente sei piu' grande ed
            intelligente di noi che parliamo solo della
            notizia e ci atteniamo ad i fatti in essa
            riportata.
            Che sciocchini che siamo! Parliamo del
            microbo e non ci accorgiamo del gigante.
            Evidentemente sei nel posto sbagliato, tra
            inetti ciechi e pressapochisti. D'altronde
            questo forum riguarda una notizia precisa,
            se vuoi inventarti altro c'e' il Forum a
            tema libero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo Forse non ti sei reso conto che il peso della "notizia" in se sarebbe appunto "risibile" e magari P.I. non la avrebbe neppure riportata se non fosse in un contesto dove questo problema si dibatte "furiosamente" e da molti giorni su quasi tutti i forum di P.I. ... o non tene eri accorto? 8) THe Megatroll chiedo scusa riposto perchè ho inavvertitamente tagliato la parola "contesto" :'(

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Forse non hai capito tu la portata del


            problema che io pongo va ben oltre la


            lettura di un giornale a scrocco!


            Ma se tu ti vuoi limitare a questo


            accomodati pure! solo non ha a che
            vedere


            col mio post! ne lo puoi considerare


            "verosimilmente" una risposta al
            problema


            dei cosidetti "content"....



            Hai ragione il tuo post esordisce con

            "Ma scusate un attimo!

            Non capisco il problema!

            Il problema della "condivisone" del
            giornale

            non si risolve con l'impedimento alla
            foto."



            Quindi parti da premesse mentali tue ("ma

            scusate un attimo") e ci presenti le

            interessanti conclusioni del tuo

            ragionamento su di un problema che nessuno

            ha posto.



            Se come dici tu poni una questione che
            "va

            ben oltre la lettura di un giornale a

            scrocco!" evidentemente sei piu' grande ed

            intelligente di noi che parliamo solo
            della

            notizia e ci atteniamo ad i fatti in essa

            riportata.

            Che sciocchini che siamo! Parliamo del

            microbo e non ci accorgiamo del gigante.

            Evidentemente sei nel posto sbagliato, tra

            inetti ciechi e pressapochisti. D'altronde

            questo forum riguarda una notizia precisa,

            se vuoi inventarti altro c'e' il Forum a

            tema libero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo
            Forse non ti sei reso conto che il peso
            della "notizia" in se sarebbe appunto
            "risibile" e magari P.I. non la avrebbe
            neppure riportata se non fosse in un dove
            questo problema si dibatte "furiosamente" e
            da molti giorni su quasi tutti i forum di
            P.I. ... o non tene eri accorto? 8)No, io non mescolo arditamente i fatti per giustificare i miei voli pindarici, non leggo fra le righe per trolleggiare a vanvera, mi attengo ai fatti, mi dispiace.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Forse non ti sei reso conto che il peso

            della "notizia" in se sarebbe appunto

            "risibile" e magari P.I. non la avrebbe

            neppure riportata se non fosse in un dove

            questo problema si dibatte "furiosamente"
            e

            da molti giorni su quasi tutti i forum di

            P.I. ... o non tene eri accorto? 8)

            No, io non mescolo arditamente i fatti per
            giustificare i miei voli pindarici, non
            leggo fra le righe per trolleggiare a
            vanvera, mi attengo ai fatti, mi dispiace.Prosegui pure così per me va bene lostesso.Però se il post era fuori tema tu hai sbagliato a rispondere o no?Perchè non lasci giudicare al moderatore (che è il suo lavoro) se ilpost è O.T. invece di fare il padreterno e assurmerti le responsabilità degli altri?8)THe Megatroll
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo

            No, io non mescolo arditamente i fatti per

            giustificare i miei voli pindarici, non

            leggo fra le righe per trolleggiare a

            vanvera, mi attengo ai fatti, mi dispiace.
            Prosegui pure così per me va bene lostesso.
            Però se il post era fuori tema tu hai
            sbagliato a rispondere o no?C'e' una differenza, io non so dibattendo le tue testi, non le sto argomentando.Se al ristorante sbagli porta e finisci in cucina e un tuo amico ti segue per portati fuori, cosa fai, lo sgridi perche' e' entrato in cucina? Ha sbagliato come te, oppure aveva altre intenzioni?
            Perchè non lasci giudicare al moderatore
            (che è il suo lavoro) se ilpost è O.T.
            invece di fare il padreterno e assurmerti le
            responsabilità degli altri?
            8)Neanche il moderatore e' il padreterno e anche lui sbaglia, gli sarai sfuggito questa volta: e' sera e anche lui avra' una vita da fare 8)Che ragazzo fortunato!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            E a quanto pare continua a sbagliare!dato che lo stesso argomento è citatato e ricitato in questo stesso forum!ma se non hai altro da dire ...francamente la farei finita qui ...Se non ti dispiace.....8)- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            No, io non mescolo arditamente i fatti
            per


            giustificare i miei voli pindarici, non


            leggo fra le righe per trolleggiare a


            vanvera, mi attengo ai fatti, mi
            dispiace.


            Prosegui pure così per me va bene
            lostesso.

            Però se il post era fuori tema tu hai

            sbagliato a rispondere o no?

            C'e' una differenza, io non so dibattendo le
            tue testi, non le sto argomentando.
            Se al ristorante sbagli porta e finisci in
            cucina e un tuo amico ti segue per portati
            fuori, cosa fai, lo sgridi perche' e'
            entrato in cucina? Ha sbagliato come te,
            oppure aveva altre intenzioni?


            Perchè non lasci giudicare al moderatore

            (che è il suo lavoro) se ilpost è O.T.

            invece di fare il padreterno e assurmerti
            le

            responsabilità degli altri?

            8)

            Neanche il moderatore e' il padreterno e
            anche lui sbaglia, gli sarai sfuggito questa
            volta: e' sera e anche lui avra' una vita da
            fare 8)
            Che ragazzo fortunato!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma scusate un attimo!
            - Scritto da: Anonimo
            E a quanto pare continua a sbagliare!E tu a non capire o a fingere, visto che eludi l'argomento.
            dato che lo stesso argomento è citatato e
            ricitato in questo stesso forum!Oh, adesso e' il forum, che fa fede per il forum, non la notizia?Cioe' se tutti siamo dei critici d'arte di fronte a una scutura, tu discuti degli altri critici anzicche' dell'opera?
            ma se non hai altro da dire ...Io ti ho sempre risposto, sei tu che tu tagli corto qui...
            francamente la farei finita qui ...
            Se non ti dispiace........e te la batti.
  • Anonimo scrive:
    [OT] non so voi...
    ma io e' da mo che al posto di fare le fotocopie usa la miamacchinetta fotografica da 2.1Mpix...
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] non so voi...
      - Scritto da: Anonimo
      ma io e' da mo che al posto di fare le
      fotocopie usa la mia
      macchinetta fotografica da 2.1Mpix...e fai bene!
  • Anonimo scrive:
    Perche' mi avete ottato?
    Perche' ho forse insinuato che con i foto - cellulari che si trovano qui in Italia non e' possibile rubacchiare articoli a causa della bassa definizione delle immagini riprese?Avete fifa di offendere i venditori di cellulari?Vabbhe! io non vogli mettere nessuno nei guai e rettifico.Io ho provato con un cellulare qui in Italia, il problema e che e' talmente alta la definizione dell' immagine che poi a monitor riesco a visualizzare solo una lettera per volta, in compenso si vede benissimo la grana della carta, consiglierei di fotografare da lontano l'edicola e poi leggersi tutte le riviste sul cellulare e divertirsi a contare i punti neri presenti sul naso dell'edicolante :-|
  • Anonimo scrive:
    Ma che si vede?
    Ma dai deve esserci qualche sbaglio provate a fotografare qualsiasi cosa e poi ditemi che si legge, al massimo si può tentare con le foto, tipo la pagina centrale di Playboy, ma per lo scritto nella migliore delle ipotesi si legge forse i titolo. Magari in Giappone leggono solo il titolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che si vede?
      sei proprio rincitrullito; in giappone hanno fotocamere con risoluzione maggiore e si legge tutto.- Scritto da: Anonimo
      Ma dai deve esserci qualche sbaglio provate
      a fotografare qualsiasi cosa e poi ditemi
      che si legge, al massimo si può tentare con
      le foto, tipo la pagina centrale di Playboy,
      ma per lo scritto nella migliore delle
      ipotesi si legge forse i titolo. Magari in
      Giappone leggono solo il titolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che si vede?
      quando ci sono stato io nel '99 le videochiamate avvenivano a risoluzioni da fantascienza. Oggi sicuramente saranna ancora + intergalattiche...
  • Anonimo scrive:
    Io ci ho provato... non si legga una s..
    In Italia per il momento non c'e' problema, quando si fa una foto e' gia' tanto se si riesce a distinguere il muso del cane da quello del padrone :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    in italia metterebbero balzello su mms
    visto quel che succede in italia con cd vergini e siae, in una situazione del genere potremmo aspettarci una tassa siae anche sugli mms!a voi i commenti :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: in italia metterebbero balzello su m
      - Scritto da: Anonimo
      visto quel che succede in italia con cd
      vergini e siae, in una situazione del genere
      potremmo aspettarci una tassa siae anche
      sugli mms!

      a voi i commenti :-)Eh, si anch'io ho postato un dilemma del genere. Chiaro che la SIAE non potrà introdurla subito per due motivi:1) avranno il fiato sul collo della compagnia "3" che, attualmente in fase di espansione con tanto di investimenti pubblicitari miliardari, gli avrà gentilmente suggerito di attendere: in questa fase penalizzare i potenziali utenti con le tasse non è il massimo.2) motivi morali. La trovata del balzello che si chiama "equo compenso" parte dal fatto che tu masterizzi, registri videocassette. scrivi sull'hard disk e quindi operi su quegli stessi mezzi che usano i "pirati". Atroce. Andiamo avanti: con quale faccia verrebbero a chiederti le tasse per "mancato profitto" su un mezzo che per ora non usa nessuno (o quattro microbi rispetto alla popolazione del telefonino) e che la pirateria non ha nemmeno sfiorato?Basterà solo attendere la loro diffusione e... tlack ! La tassa siae sui cellulari e per bis sulla bolletta in quanto potenziale "pirata" non ce la toglierà nessuno. sgang
      • Anonimo scrive:
        Re: in italia metterebbero balzello su m
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        visto quel che succede in italia con cd

        vergini e siae, in una situazione del
        genere

        potremmo aspettarci una tassa siae anche

        sugli mms!



        a voi i commenti :-)

        Eh, si anch'io ho postato un dilemma del
        genere. Chiaro che la SIAE non potrà
        introdurla subito per due motivi:
        1) avranno il fiato sul collo della
        compagnia "3" che, attualmente in fase di
        espansione con tanto di investimenti
        pubblicitari miliardari, gli avrà
        gentilmente suggerito di attendere: in
        questa fase penalizzare i potenziali utenti
        con le tasse non è il massimo.
        2) motivi morali. La trovata del balzello
        che si chiama "equo compenso" parte dal
        fatto che tu masterizzi, registri
        videocassette. scrivi sull'hard disk e
        quindi operi su quegli stessi mezzi che
        usano i "pirati". Atroce. Andiamo avanti:
        con quale faccia verrebbero a chiederti le
        tasse per "mancato profitto" su un mezzo che
        per ora non usa nessuno (o quattro microbi
        rispetto alla popolazione del telefonino) e
        che la pirateria non ha nemmeno sfiorato?
        Basterà solo attendere la loro diffusione
        e... tlack ! La tassa siae sui cellulari e
        per bis sulla bolletta in quanto potenziale
        "pirata" non ce la toglierà nessuno.



        sgang
        Caro sgang può darsi che tu abbia ragione ma io sospetto che prima o poi la gente si romperà le p... e che il "prezzo" richiesto dai politici per appoggiare assurde e impopolari richieste comincierà a diventare insostenibile....Dici che sono troppo ottimista? ... io non credo....eppoi il mio non è ottimismo mi limito ad ossevare che questo tipo di gestione dei contenuti basato sul fatto che uno (pochi) pubblica e gli altri (soggetti passivi) leggono... mi pare non goda di buona salute! anzi direi che è obsoletuccio!THe MegatrollTHe Megatroll
        • Anonimo scrive:
          Re: in italia metterebbero balzello su m


          Caro sgang può darsi che tu abbia ragione ma
          io sospetto che prima o poi la gente si
          romperà le p... e che il "prezzo" richiesto
          dai politici per appoggiare assurde e
          impopolari richieste comincierà a diventare
          insostenibile....

          Dici che sono troppo ottimista? ... io non
          credo....No no, non credo che tu sia troppo ottimista, quello che ho prospettato è un "probabile" futuro quale continuazione logica degli avvenimenti che si sono verificati fino ad ora. Ma spero tanto che non sia così.
          eppoi il mio non è ottimismo mi limito ad
          ossevare che questo tipo di gestione dei
          contenuti basato sul fatto che uno (pochi)
          pubblica e gli altri (soggetti passivi)
          leggono... mi pare non goda di buona salute!
          anzi direi che è obsoletuccio!

          THe Megatroll
          Qui non ho capito molto. Nulla vieta ai soggetti passivi di intervenire. Cosa proponi ? sgang
          • Anonimo scrive:
            Re: in italia metterebbero balzello su m
            - Scritto da: Anonimo





            Caro sgang può darsi che tu abbia ragione
            ma

            io sospetto che prima o poi la gente si

            romperà le p... e che il "prezzo"
            richiesto

            dai politici per appoggiare assurde e

            impopolari richieste comincierà a
            diventare

            insostenibile....



            Dici che sono troppo ottimista? ... io non

            credo....

            No no, non credo che tu sia troppo
            ottimista, quello che ho prospettato è un
            "probabile" futuro quale continuazione
            logica degli avvenimenti che si sono
            verificati fino ad ora. Ma spero tanto che
            non sia così.


            eppoi il mio non è ottimismo mi limito ad

            ossevare che questo tipo di gestione dei

            contenuti basato sul fatto che uno (pochi)

            pubblica e gli altri (soggetti passivi)

            leggono... mi pare non goda di buona
            salute!

            anzi direi che è obsoletuccio!



            THe Megatroll


            Qui non ho capito molto. Nulla vieta ai
            soggetti passivi di intervenire. Cosa
            proponi ?


            sgangI soggetti "passivi" intervengono già ora anche tu , noi stiamo producendo "informazione" .Questa è la natura stessa di internet ... su internet la passività non esiste ciascuno può produrre e pubblicare contenuti e forum o altro senza essere berlusconi.Ma questo è vero comunque al di là di internet stessa è un fatto legato alle tecnologie a basso costo (videocamere digitali e non, cd writer sofware di imaging) chiunque di noi è un potenziale "editore" e di fatto alcuni "editori" intelligenti (alcune reti americane alcune trasmissioni e persino la CNN) cominciano a dare spazio a questo "popolo di editori".E' la natura stessa stessa delle cose e della storia che sta cambiando il rapporto "produzione-fruizione" dei contenuti.....Per questo sono "ottimista" ... i dinosauri della informazione non hanno altra scelta che dibattersi negli ultimi spasmi di agonia li sta cancellando la storia!..... 8)THe Megatroll
  • Anonimo scrive:
    Pagare il supporto o ....
    E' sempre il solito problema .....si paga il supporto per il suo contenuto,bisogna ancora capire a questo puntocome far pagare solo il contenuto o se sia giusto far pagare il contenuto ...
  • Anonimo scrive:
    Scaricabarile.....
    E' bello vedere che non e' solo nel nostro paese che esistono gli "scaricabarile".Le soluzioni sono molteplici e facili da adottare :"Rivestire i giornali con della carta come fanno le riviste con cd""Non permettere di sfogliare i giornali in negozio".......Molto probabilmente, li' le notizie non sono considerate degne del prezzo da pagare.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricabarile.....
      - Scritto da: Anonimo
      E' bello vedere che non e' solo nel nostro
      paese che esistono gli "scaricabarile".
      Le soluzioni sono molteplici e facili da
      adottare :
      "Rivestire i giornali con della carta come
      fanno le riviste con cd"Se hai una libreria/edicola e non permetti di sfogliare le riviste, puoi chiudere.La gente vuole sfogliare, il cliente è Dio e ha ha diritto di valutare la merce.Per evitare polemiche, sottolineo che ho scritto valutare, non rubare.
      "Non permettere di sfogliare i giornali in
      negozio".......Idem.La soluzione è proibire le fotografie. Le foto non servono al cliente per valutare la merce, quindi nulla si toglie, e si permette ai clienti onesti di continuare a sfogliare.
      Molto probabilmente, li' le notizie non sono
      considerate degne del prezzo da pagare.....Deduzione un po' affrettata. Lo stesso si potrebbe dire di qui, visti i molti modi escogitati per non comperare il giornale in Italia.Semplicemente li' come in Italia ci sono i soliti furbi, che, potendo, non comprano il giornale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scaricabarile.....
        -

        "Rivestire i giornali con della carta come

        fanno le riviste con cd"
        Se hai una libreria/edicola e non permetti
        di sfogliare le riviste, puoi chiudere.Parole sante, tanto piu' che il tachiyomi (la lettura in piedi a scrocco) e' in Giappone un fatto culturale istituzionalizzato da 20 anni ormai
        La gente vuole sfogliare, il cliente è Dio e
        ha ha diritto di valutare la merce.Parole sacrosante, tanto piu' che in Giappone il cliente e' sacro e la sua soddisfazione, fosse anche quella di conoscere dove acquistare qualcosa che nel negozio non c'e' e' l'obiettivo primario (e non parlo per sentito dire, ma per esperienza diretta)
  • Anonimo scrive:
    Magari fotografano i manga...
    In jap, come prima pubblicazione, molti manga vengono pubblicati su cartastraccia ( tipo quotidiano ).Magari fotografano le pagine del manga che seguono per poi ricomprarlo in edizione decente.......hihihi:)
  • Anonimo scrive:
    ALMENO SALVANO GLI ALBERI
    Bravi giapponesi!Almeno contribuite a salvare qualche albero in più limitando la deforestazione. Io mi chiedo perché nel 2003, con la tecnologia digitale così diffusa, si stampi ancora su carta.E' semplicemente assurdo, il danno ecologico è enorme (anche se questo viene spesso trascurato dai media), quindi bravi giapponesi.SAVE THE RAIN FOREST!
    • Terra2 scrive:
      Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI

      Bravi giapponesi!
      SAVE THE RAIN FOREST!sisi... poi intanto sterminano le balene...Sai che gli frega a quelli dell'ecologia...! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
        - Scritto da: Terra2
        Sai che gli frega a quelli dell'ecologia...!Spesso piu' che a Noi. Fanno una seria raccolta differenziata(che funziona), dopo gli acquisti c'e' l'obbligo di riportare i contenitori vuoti ai supermercati (non importa che siano proprio quelli presso cui si e' acquistato), sono avanti di 10 anni rispetto a noi negli standard di emissioni per veicoli con motore a scoppio. Hanno recuperato in gran parte il grosso inquinamento degli anni 50-60 e ora sono un modello in Asia. Guardano molto alla Germania per quanto riguarda lo stato dell'arte in materia di trattamento dei rifiuti e riciclaggio.Uno che tra due mesi si trasferisce a Tokyo
        • Terra2 scrive:
          Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI

          Uno che tra due mesi si trasferisce a TokyoSe mi dici come fai ci vengo anche io!
        • Anonimo scrive:
          Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI

          Uno che tra due mesi si trasferisce a Tokyocome hai fatto? come?!?!
        • Anonimo scrive:
          Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
          Guardano molto alla
          Germania per quanto riguarda lo stato
          dell'arte in materia di trattamento dei
          rifiuti e riciclaggio.ma tu lo sai che i tedeschi avevano il brutto vizio di spedire in italia i loro rifiuti non riciclabili?
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo
            Guardano molto alla

            Germania per quanto riguarda lo stato

            dell'arte in materia di trattamento dei

            rifiuti e riciclaggio.

            ma tu lo sai che i tedeschi avevano il
            brutto vizio di spedire in italia i loro
            rifiuti non riciclabili?E avevano anche il brutto vizio di pagare per questo servizio e gli Italiani avevano il brutto vizio di accettare.Quindi, i giapponesi sbagliano a guardare alla Germania, dovrebbero guardare all'Italia?
        • Anonimo scrive:
          Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
          Non e' per rovinare il tuo sogno di progresso, ma il ho un amico che studia ingengeria da me che pur venendo da una famiglia ricca sfondata adesso che vive sui viali a Firenze si sente riavere e a Tokyo non ci ritorna neanche morto! (a detta sua: aria irrespirabile rispetto a quelal di Firenze, che e' tutto dire, ritmi di vita da follia, o sei miliardario o sei nella cacca fino al collo, o giri in elicottero o non ti muovi.)Occhio, le panacee spesso sono fregature!Ciao, Krecker
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo
            Non e' per rovinare il tuo sogno di
            progresso, ma il ho un amico che studia
            ingengeria da me che pur venendo da una
            famiglia ricca sfondata adesso che vive sui
            viali a Firenze si sente riavere e a Tokyo
            non ci ritorna neanche morto! (a detta sua:
            aria irrespirabile rispetto a quelal di
            Firenze, che e' tutto dire, ritmi di vita da
            follia, o sei miliardario o sei nella cacca
            fino al collo, o giri in elicottero o non ti
            muovi.)
            Occhio, le panacee spesso sono fregature!Panacea del progresso? Ma neanche per sogno. Purtroppo per noi, sono fatti, il Giappone E' avanti, per quanto gli italiani siano propensi a pensare al Giappone solo in termini folkloristici.Se confronti una citta come Firenze con 400.000 abitanti e una Tokyo con 8 milioni che arrivano a 12 con i sobborghi, non c'è dubbio che le differenze siano tali e tante che entrambe abbiano pregi e difetti. Ciò tuttavia nulla toglie al fatto che per raccolta differenziata obbligatoria e standards di inquinamento sono avanti rispetto a noi. Che a Firenze sia bello e si viva bene mentre una megalopoli di 8 milioni sia affollata e spesso soffocante, nulla in contrario, ma Tokyo ed il Giappone sono lungi dall'essere panacee illusorie, abbiamo invece parecchio da imparare da loro: purtroppo crediamo di essere furbi e di essere nel paese più bello del mondo, per cui qui si crede che tutto il lavoro che fanno all'estero per il riciclaggio e la pulizia sia tempo perso.Vacci, stacci un po', non serve essere miliardari per una vacanza, che per altro merita, e poi tornando indietro scoprirai quanto sporco trovi a Firenze in confronto a Tokyio (tanto per gioco, a Tokyo conta i mozziconi di sigarette per terra e poi fai il confronto con le grandi città italiane, ci metto io la mano sul fuoco su dove ne trovi di più - senza contare il rapporto tra abitanti e mozziconi), e quanti problemi hanno le nostre più belle città.Non voglio dire che L'italia sia uno schifo e il Giappone sia tutto bellissimo, però posso dire con amarezza che il confronto è umiliante per l'Italia. Ma ovviamente se non ci sei stato ti sembrerò soltanto un disfattista esterofilo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            Già ci sei stato però purtroppo per noi sei anche tornato!Giuro però che io non ti trattengo! se vuoi vai pure !!!!Personalmente trovo la loro vita "way of life" dicevano una volta gli americani insopportabile... ma non vorrei importi la mia opinone... hehehe! :-D- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Non e' per rovinare il tuo sogno di

            progresso, ma il ho un amico che studia

            ingengeria da me che pur venendo da una

            famiglia ricca sfondata adesso che vive
            sui

            viali a Firenze si sente riavere e a Tokyo

            non ci ritorna neanche morto! (a detta
            sua:

            aria irrespirabile rispetto a quelal di

            Firenze, che e' tutto dire, ritmi di vita
            da

            follia, o sei miliardario o sei nella
            cacca

            fino al collo, o giri in elicottero o non
            ti

            muovi.)


            Occhio, le panacee spesso sono fregature!

            Panacea del progresso? Ma neanche per sogno.
            Purtroppo per noi, sono fatti, il Giappone
            E' avanti, per quanto gli italiani siano
            propensi a pensare al Giappone solo in
            termini folkloristici.
            Se confronti una citta come Firenze con
            400.000 abitanti e una Tokyo con 8 milioni
            che arrivano a 12 con i sobborghi, non c'è
            dubbio che le differenze siano tali e tante
            che entrambe abbiano pregi e difetti. Ciò
            tuttavia nulla toglie al fatto che per
            raccolta differenziata obbligatoria e
            standards di inquinamento sono avanti
            rispetto a noi. Che a Firenze sia bello e si
            viva bene mentre una megalopoli di 8 milioni
            sia affollata e spesso soffocante, nulla in
            contrario, ma Tokyo ed il Giappone sono
            lungi dall'essere panacee illusorie, abbiamo
            invece parecchio da imparare da loro:
            purtroppo crediamo di essere furbi e di
            essere nel paese più bello del mondo, per
            cui qui si crede che tutto il lavoro che
            fanno all'estero per il riciclaggio e la
            pulizia sia tempo perso.
            Vacci, stacci un po', non serve essere
            miliardari per una vacanza, che per altro
            merita, e poi tornando indietro scoprirai
            quanto sporco trovi a Firenze in confronto a
            Tokyio (tanto per gioco, a Tokyo conta i
            mozziconi di sigarette per terra e poi fai
            il confronto con le grandi città italiane,
            ci metto io la mano sul fuoco su dove ne
            trovi di più - senza contare il rapporto tra
            abitanti e mozziconi), e quanti problemi
            hanno le nostre più belle città.
            Non voglio dire che L'italia sia uno schifo
            e il Giappone sia tutto bellissimo, però
            posso dire con amarezza che il confronto è
            umiliante per l'Italia. Ma ovviamente se non
            ci sei stato ti sembrerò soltanto un
            disfattista esterofilo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo
            Già ci sei stato però purtroppo per noi sei
            anche tornato!E' vero, e' stato un peccato, ma non per te, ma per me.
            Giuro però che io non ti trattengo! se vuoi
            vai pure !!!!Grazie, lo faro' senz'altro.
            Personalmente trovo la loro vita "way of
            life" dicevano una volta gli americani
            insopportabile...ma allora la conosci e ci sei stato anche tu!!Oppure parli per sentito dire?A proposito gli americani dicono ancora "way of life".
            ma non vorrei importi la
            mia opinone... hehehe! :-DE' difficile, ho le mie e ben fondate, non mi faccio influenzare da facile ironia. Le tue idee invece paiono poggiare sui soliti luoghi comuni.Che ti devo dire, viaggia se puoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Già ci sei stato però purtroppo per noi
            sei

            anche tornato!

            E' vero, e' stato un peccato, ma non per te,
            ma per me.


            Giuro però che io non ti trattengo! se
            vuoi

            vai pure !!!!

            Grazie, lo faro' senz'altro.


            Personalmente trovo la loro vita "way of

            life" dicevano una volta gli americani

            insopportabile...

            ma allora la conosci e ci sei stato anche
            tu!!
            Oppure parli per sentito dire?

            A proposito gli americani dicono ancora "way
            of life".


            ma non vorrei importi la

            mia opinone... hehehe! :-D

            E' difficile, ho le mie e ben fondate, non
            mi faccio influenzare da facile ironia. Le
            tue idee invece paiono poggiare sui soliti
            luoghi comuni.
            Che ti devo dire, viaggia se puoi.Ti ringrazio! ma....Non ti preoccupare per questo posso provvedere senza consigli tuoi!Arrivederci a Tokio! :-DViaggiare comunque non basta la prima cosa da capire (quando si viaggia) sono le differenze di cultura e abitudini sociali (e magari un poco di storia non guasterebbe)... altrimenti puoi viaggiare anche con i "documentari e le foto" ... se manca la capacità di capire le differenze!
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI

            Ti ringrazio! ma....
            Non ti preoccupare per questo posso
            provvedere senza consigli tuoi!
            Arrivederci a Tokio! :-DSe tu non hai bisogno di consigli ed inviti, non vedo perche' io debba riceverne da te, ridacchianti e ironici ("Giuro però che io non ti trattengo! se vuoi vai pure !!!!").Ti ho quindi ricambiato.
            Viaggiare comunque non basta la prima cosa
            da capire (quando si viaggia) sono le
            differenze di cultura e abitudini sociali (e
            magari un poco di storia non guasterebbe)...
            altrimenti puoi viaggiare anche con i
            "documentari e le foto" ... se manca la
            capacità di capire le differenze!E' vero hai ragione, visto che ci intendiamo? Pero' diciamo anche che il solo viaggiare puo' aiutare, non poniamo limiti alla provvidenza. Sono sicuro che sei intelligente, e allora perche' sfotti chi ti dice che e' stato all'estero e ha trovato una nazione messa meglio di noi sotto tanti profili?Evidentemente, e' facile fare la predica al prossimo su come e' corretto viaggiare (perbacco, anche la storia, si' giusto, meno male che me lo hai detto!), ma si evita accuratamente di accettare qualsiasi critica, anche generica, al proprio paese che da imparare dal Giappone ha di sicuro molto - ovvio anche da dare!! Mica che i giapponesi siano degli dei, su tante cose sono teste di legno.Ma se parliamo di pulizia e civilta' perdiamo e alla grande, l'Italia, purtroppo e' sporca, zozza, lurida.Ma vedo che l'argomento non ti interessa e preferisci ironizzare su di me invece che sulla questione, sulla quale evidentemente sai benissimo che ho ragione, basta uscire di casa e fare una passeggiata.
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo

            Ti ringrazio! ma....

            Non ti preoccupare per questo posso

            provvedere senza consigli tuoi!

            Arrivederci a Tokio! :-D

            Se tu non hai bisogno di consigli ed inviti,
            non vedo perche' io debba riceverne da te,
            ridacchianti e ironici ("Giuro però che io
            non ti trattengo! se vuoi vai pure !!!!").
            Ti ho quindi ricambiato.


            Viaggiare comunque non basta la prima cosa

            da capire (quando si viaggia) sono le

            differenze di cultura e abitudini sociali
            (e

            magari un poco di storia non
            guasterebbe)...

            altrimenti puoi viaggiare anche con i

            "documentari e le foto" ... se manca la

            capacità di capire le differenze!

            E' vero hai ragione, visto che ci
            intendiamo? Pero' diciamo anche che il solo
            viaggiare puo' aiutare, non poniamo limiti
            alla provvidenza. Sono sicuro che sei
            intelligente, e allora perche' sfotti chi ti
            dice che e' stato all'estero e ha trovato
            una nazione messa meglio di noi sotto tanti
            profili?
            Evidentemente, e' facile fare la predica al
            prossimo su come e' corretto viaggiare
            (perbacco, anche la storia, si' giusto, meno
            male che me lo hai detto!), ma si evita
            accuratamente di accettare qualsiasi
            critica, anche generica, al proprio paese
            che da imparare dal Giappone ha di sicuro
            molto - ovvio anche da dare!! Mica che i
            giapponesi siano degli dei, su tante cose
            sono teste di legno.Ecco apppunto il "predicozzo esterofilo" è proprio quello che non tiene conto delle differenze e della storia e ragiona per modelli astratti e assoluti come quelli della "citta ideale" in cui si prendono la pulizia giapponese (o olandese ..una volta andava tanto di moda) la organizzazione statale francese, la disciplina e il senso del dovere tedeschi, l'amante e il cuoco italiani e via elencando....
            Ma se parliamo di pulizia e civilta'
            perdiamo e alla grande, l'Italia, purtroppo
            e' sporca, zozza, lurida.
            Ma vedo che l'argomento non ti interessa e
            preferisci ironizzare su di me invece che
            sulla questione, sulla quale evidentemente
            sai benissimo che ho ragione, basta uscire
            di casa e fare una passeggiata.Francamente la cosa non mi sconvolge e non mi impedisce di apprezzare le qualità della nostra storia e non apprezzare la "way of life" giapponese così come quando vado in india la "sporcizia" (vorrei proprio vedere il confronte che faresti in questo caso) non mi impedisce di apprezzare la profondità di una civiltà che esisteva già quando ad esempio in Germania (con tutto il rispetto per i tedeschi) portavano ancora le pelli e l'elmo con le corna....Un poco più di "relativismo" culturale e di tolleranza (anche per i propri connazionali) non guasta credimi!;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo
            Ecco apppunto il "predicozzo esterofilo" èIo non ho mai fatto un predicozzo esterofilo, ho detto che Tokyo e' piu' pulita di Firenze. Io ci sono stato e ho visto di persona e tu?Ah gia', dimenticavo, hai gia' svilito cio' che ho visto perche' "bisogna saper viaggiare", sei quello che insegna agli altri che non bisogna essere solo foto e documentari.Strana predica per uno che si lamenta delle prediche altrui.
            proprio quello che non tiene conto delle
            differenze e della storia e ragiona per
            modelli astratti e assoluti come quelli
            della "citta ideale" in cui si prendono laMai fatto idealizzazioni del Giappone. Ho sempre e solo detto che sono piu' puliti e riescono a tenere le citta' piu' pulite.Ci sei stato? O stiamo parlando di fate e folletti, ovvero di conoscenze indirette su cui poni pericolosamente le basi delle tue deduzioni?
            Un poco più di "relativismo" culturale e di
            tolleranza (anche per i propri connazionali)
            non guasta credimi!Non guasta no, ma allora chiedo lo stesso da parte tua. Infatti "Già ci sei stato però purtroppo per noi sei anche tornato!" e' una frase molto tollerante e che esprime enorme attenzione al relativismo culturale.
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Ecco apppunto il "predicozzo esterofilo" è

            Io non ho mai fatto un predicozzo
            esterofilo, ho detto che Tokyo e' piu'
            pulita di Firenze. Io ci sono stato e ho
            visto di persona e tu?
            Ah gia', dimenticavo, hai gia' svilito cio'
            che ho visto perche' "bisogna saper
            viaggiare", sei quello che insegna agliAnche io sono stato a Madras e Calcutta e ti posso assicurare che sono tra le città più sporche del mondo ... e allora? dovrei forse immaginare che io sono meglio di loro perchè Firenze e più pulita?Mi pare che queste siano le tue conclusioni ... basta leggere i tuoi post!
            altri che non bisogna essere solo foto e
            documentari.
            Strana predica per uno che si lamenta delle
            prediche altrui.


            proprio quello che non tiene conto delle

            differenze e della storia e ragiona per

            modelli astratti e assoluti come quelli

            della "citta ideale" in cui si prendono la

            Mai fatto idealizzazioni del Giappone. Ho
            sempre e solo detto che sono piu' puliti e
            riescono a tenere le citta' piu' pulite.
            Ci sei stato? O stiamo parlando di fate e
            folletti, ovvero di conoscenze indirette su
            cui poni pericolosamente le basi delle tue
            deduzioni?
            Giacchè insisti tanto ti dirò che per lavoro vado in giappone almeno tre volte l'anno e mi tocca starci per almeno un paio di settimane a viaggio.Conosco e apprezzo il modo di lavorare dei giapponesi ma mi rendo anche conto che sono differenti da me "per storia e cultura" poco meno di un marziano.Quindi evito di dire "come sono bravi!" oppure "come sono stupidi!" anche perchè ti ripeto credo che per noi (te compreso al di la delle facili chiacchere!) sia impossibile "mettersi nella loro buccia" e condividere realmente certi aspetti di quello che ho chiamato genericamente "way of life".

            Un poco più di "relativismo" culturale e
            di

            tolleranza (anche per i propri
            connazionali)

            non guasta credimi!

            Non guasta no, ma allora chiedo lo stesso da
            parte tua.
            Infatti "Già ci sei stato però purtroppo per
            noi sei anche tornato!" e' una frase molto
            tollerante e che esprime enorme attenzione
            al relativismo culturale.L'intento della frase era evidentemente teso a farti "notare" che coi predicozzi su quanto siano puliti o meno i giapponesi si va poco in la nella soluzione (posto che ti interessi) dei nostri problemi di "nettezza urbana".L'esercizio di trovare "l'elenco del meglio" e di calarlo a viva forza sulle realtà concrete si sempre dimostrato fallimentare (è storia!).
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo

            Non guasta no, ma allora chiedo lo stesso
            da

            parte tua.

            Infatti "Già ci sei stato però purtroppo
            per

            noi sei anche tornato!" e' una frase molto

            tollerante e che esprime enorme attenzione

            al relativismo culturale.
            L'intento della frase era evidentemente teso
            a farti "notare" che coi predicozzi su
            quanto siano puliti o meno i giapponesi si
            va poco in la nella soluzione (posto che ti
            interessi) dei nostri problemi di "nettezza
            urbana".Caspita, e' vero si evinceva proprio! Era una frase didattica!Bene, allora devo ringraziarti adesso?
            L'esercizio di trovare "l'elenco del meglio"
            e di calarlo a viva forza sulle realtà
            concrete si sempre dimostrato fallimentare
            (è storia!).Mi e' piaciuta la tua risposta, negli argomenti, e la condivido. Meno condivido il modo con cui hai condotto la discussione (immagino di aver parlato con un unico interlocutore), in quanto sono ben lungi da dire "quanto sono bravi o stupidi" o di fare un elenco del meglio con la semplicioneria che mi attibuisci (dialetticamente ti trovo abbastanza disonesto).Se e' solo questo che hai letto nei miei post, beh, a essere sinceri mi dispiace. Le troppe cattive discussioni che tocca spesso fare, fondate su polemica e luoghi comuni fanno perdere fiducia nel prossimo e nelle sue capacita' intellettuali, posso capire questo tuo atteggiamento che vedo decisamente instriso di pregiudizio.Infatti quando dici che deduci dai miei messaggi che riterrei gli italiani migliori degli indiani, fai una grande forzatura. L'ho scritto? Bene, citamelo.Per me, trovarmi in una citta' sporca non mi fa pensare di essere in mezzo a gente peggiore, ma a gente diversa, la cui cultura potrebbe anche avere criteri di pulizia differente dalla mia e che io non rigetto a priori.Ma quando la citta' sporca e' qui da noi, vale a dire conosco la storia e la cultura degli abitanti e questi abitanti sono persone che si vantano della loro lunga storia, della loro grande civilta' e sfottono i giapponesi senza aver alzato le chiappe per scoprire cosa e' folklore e cosa no, qualcosa mi stona. Ed ecco che divento "esterofilo" e non risparmio critiche al mio connazionale medio che, parandosi dietro alla propria cultura peculiare, parandosi di fronte al fatto che essa e' inconfrontabile con i giapponesi (che sono marziani e quindi non sono metro di giudizio ma buffi omini di cui burlarsi), sporca, disfa, brucia, orina dove gli capita.E si considera nel giusto e ride del prossimo.A proposito, segnalo un articolo in merito.http://www.nipponico.com/editoriale.php
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Non guasta no, ma allora chiedo lo
            stesso

            da


            parte tua.


            Infatti "Già ci sei stato però
            purtroppo

            per


            noi sei anche tornato!" e' una frase
            molto


            tollerante e che esprime enorme
            attenzione


            al relativismo culturale.


            L'intento della frase era evidentemente
            teso

            a farti "notare" che coi predicozzi su

            quanto siano puliti o meno i giapponesi si

            va poco in la nella soluzione (posto che
            ti

            interessi) dei nostri problemi di
            "nettezza

            urbana".

            Caspita, e' vero si evinceva proprio! Era
            una frase didattica!
            Bene, allora devo ringraziarti adesso?


            L'esercizio di trovare "l'elenco del
            meglio"

            e di calarlo a viva forza sulle realtà

            concrete si sempre dimostrato fallimentare

            (è storia!).

            Mi e' piaciuta la tua risposta, negli
            argomenti, e la condivido. Meno condivido il
            modo con cui hai condotto la discussione
            (immagino di aver parlato con un unico
            interlocutore), in quanto sono ben lungi daImmagini giusto!
            dire "quanto sono bravi o stupidi" o di fare
            un elenco del meglio con la semplicioneria
            che mi attibuisci (dialetticamente ti trovo
            abbastanza disonesto).Non direi io non ti ho "messo in bocca" nulla che tu non abbia scritto i post sono tutti li in bell'ordine!Per chi voglia leggerli o giudicare in merito alla mia o tua presunta "disonestà dialettica"

            Se e' solo questo che hai letto nei miei
            post, beh, a essere sinceri mi dispiace. Le
            troppe cattive discussioni che tocca spesso
            fare, fondate su polemica e luoghi comuni
            fanno perdere fiducia nel prossimo e nelle
            sue capacita' intellettuali, posso capire
            questo tuo atteggiamento che vedo
            decisamente instriso di pregiudizio.Nessun pregiudizio dove lo vedi? io non accuso nessuno per via della nettezza urbana!
            Infatti quando dici che deduci dai miei
            messaggi che riterrei gli italiani migliori
            degli indiani, fai una grande forzatura.
            L'ho scritto? Bene, citamelo.
            Tu hai scritto la stessa cosa in, sostanza, citando Firenze e Tokio (suppongo tu possa rileggere il tuo post).
            Per me, trovarmi in una citta' sporca non mi
            fa pensare di essere in mezzo a gente
            peggiore, ma a gente diversa, la cui cultura
            potrebbe anche avere criteri di pulizia
            differente dalla mia e che io non rigetto a
            priori.
            Meno male! era ora! sono contento (dopo una sequenza quasi interminabile di post) di sentirtelo dire per la prima volta!L'occasione (consentimi di dirlo) la avevi avuta molto prima!Come mai tanta resistenza?
            Ma quando la citta' sporca e' qui da noi,
            vale a dire conosco la storia e la cultura
            degli abitanti e questi abitanti sono
            persone che si vantano della loro lunga
            storia, della loro grande civilta' e
            sfottono i giapponesi senza aver alzato le
            chiappe per scoprire cosa e' folklore e cosa
            no, qualcosa mi stona. Ed ecco che divento
            "esterofilo" e non risparmio critiche al mio
            connazionale medio che, parandosi dietro
            alla propria cultura peculiare, parandosi di
            fronte al fatto che essa e' inconfrontabile
            con i giapponesi (che sono marziani e quindi
            non sono metro di giudizio ma buffi omini di
            cui burlarsi), sporca, disfa, brucia, orina
            dove gli capita.Vedo che "te la canti e te la suoni" a proposito di "onestà dialettica" i buffi omini e il resto sono tutta farina del "tuo sacco".Io ho detto "marziani" come "diversi" e ho precisato che proprio questa diversità mi fa astenere dal dare "semplicistici" giudizi di merito (tipo "bravi" "stupidi" "bbuono" "nobbuono" "verdi" o "strani".....)Quanto allo "sporca, disfa, brucia, orina" non sono fenomeni ne solo Fiorentini (a proposito non sono fiorentino) ne tantomeno i Giapponesi ne sono immuni.Mi pare che sia un semplice fatto constatarlo.Insomma a me pare che forse dovresti (se abiti a Firenze) cercare di essere attivo o al comune o politicamente o nelle associazioni e sostenere magari politiche di raccolta differenziata o sistemi di gestione della nettezza urbana che ti facciano trovare una Firenze pulita come Tokio invece di tentare di trasformare i fiorentini in giapponesi!Mi pare che sia più facile, con maggiori possibilità di successo e meno "moraleggiante"...Certo se ti piace fare il "fustigatore di costumi"..... ricordati però di "Savonarola"... (non è piaciuto molto!).
            E si considera nel giusto e ride del
            prossimo.Quando mai? sempre farina del "tuo sacco" io trovo però assolutamente insopportabile l'atteggiamento "professorale" di chi ha sempre le sue (e invariabilmente le sue) "mutande" da far mettere alla realtà.

            A proposito, segnalo un articolo in merito.
            http://www.nipponico.com/editoriale.phpgrazie! spero non si tratti di un altro tentativo di giapponesizzare i fiorentini!
          • Anonimo scrive:
            Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI

            Non direi io non ti ho "messo in bocca"
            nulla che tu non abbia scritto i post sono
            tutti li in bell'ordine!Ne hai solo ricavato che vorrei gli italiani come i giapponesi, quando invece io sostengo che entrambi hanno da imparare reciprocamente. Gli italiani per la pulizia delle citta'.
            Per chi voglia leggerli o giudicare in
            merito alla mia o tua presunta "disonestà
            dialettica"Giusto.

            ...e instriso di pregiudizio.

            Nessun pregiudizio dove lo vedi? io non
            accuso nessuno per via della nettezza
            urbana!Oh bella, neanche io se per questo, eccone un altra di forzature che mi attribuisci. Citami le accuse che muovo, forza, i post sono tutti li in bell'ordine.Non hai pregiudizi eppure esulti se ti dico che non condanno l'India e gli indiani se hanno citta' sporche. Forse pensavi di parlare con un legista, insomma qualcosa si intravvede che ti senti una spanna piu' degli altri.Saranno i tacchi.

            Infatti quando dici che deduci dai miei

            messaggi che riterrei gli italiani
            migliori

            degli indiani, fai una grande forzatura.

            L'ho scritto? Bene, citamelo.



            Tu hai scritto la stessa cosa in, sostanza,
            citando Firenze e Tokio (suppongo tu possa
            rileggere il tuo post).In sostanza? Cioe' non sei in grado di citarmi con esattezza.Citamelo, non continuare ad estrapolarlo. Ho scritto che gli italiani sono delle merde e i giapponesi dei santi? Ho scritto che gli italiani sono peggiori dei giapponesi o semplicemente che dovrebbero imparare da essi (per altro reciprocamente)? Mi pare che ci sia una enorme differenza, e tu che hai tanta vis polemica e capacita' retorica lo capisci benissimo.Si fa presto poi ad estrapolare e a mettere conclusioni in bocca agli altri. Se vuoi discutere solo su cio' che ricavi tu da quello che leggi, grazie al fatto che la nostra amabile conversazione e' scritta, si fa presto anche a capire quli e quante sono le forzature, come questa.

            Per me, trovarmi in una citta' sporca non
            mi

            fa pensare di essere in mezzo a gente

            peggiore, ma a gente diversa, la cui
            cultura

            potrebbe anche avere criteri di pulizia

            differente dalla mia e che io non rigetto
            a

            priori.



            Meno male! era ora! sono contento (dopo una
            sequenza quasi interminabile di post) di
            sentirtelo dire per la prima volta!
            L'occasione (consentimi di dirlo) la avevi
            avuta molto prima!
            Come mai tanta resistenza?Come mai tanto paternalismo? Come ti ho accennato, ci vedo TANTO pregiudizio in questo atteggiamento. In fondo non ti devo rendere conto, potevi ancora aspettare che non succedeva nulla, come tu tanto hai esitato a dire che in Giappone ci vai. Ci voleva tanto?Vuoi sapere il perche' lo senti "solo" ora? Perche' l'argomento del post non e' il mio razzismo al contrario verso l'italiano. Banale, eppure non ci sei arrivato. Non sei cosi' profondo forse.O forse io sto parlando di una cosa, e tu invece stai passando il pomeriggio tentando di prendermi in fallo sulle moralette comuni.
            Vedo che "te la canti e te la suoni" a
            proposito di "onestà dialettica" i buffi
            omini e il resto sono tutta farina del "tuo
            sacco".
            Io ho detto "marziani" come "diversi" e ho
            precisato che proprio questa diversità mi fa
            astenere dal dare "semplicistici" giudizi di
            merito (tipo "bravi" "stupidi" "bbuono"
            "nobbuono" "verdi" o "strani".....)E chi si riferiva al tuo uso di marziani???Che egocentrismo mostruoso. Io stavo solo facendo un esempio, come tu adesso del resto non ti stai riferendo a me, giusto? E quando scrivevi che non bisogna viaggiare solo con foto e documentari non ti stavi riferendo a me giusto?
            Quanto allo "sporca, disfa, brucia, orina"
            non sono fenomeni ne solo Fiorentini (a
            proposito non sono fiorentino) ne tantomeno
            i Giapponesi ne sono immuni.Mai negato. Anzi si ubriacano come spugne e sono molesti e inzozzano. Pero' chi vomita l'ho anche visto pulire.Immuni no, pero' puliscono. Ti sto facendo la morale?
            Mi pare che sia un semplice fatto
            constatarlo.
            Insomma a me pare che forse dovresti (se
            abiti a Firenze) cercare di essere attivo o
            al comune o politicamente o nelle
            associazioni e sostenere magari politiche di
            raccolta differenziata o sistemi di gestione
            della nettezza urbana che ti facciano
            trovare una Firenze pulita come Tokio invece
            di tentare di trasformare i fiorentini in
            giapponesi!Notevole anche questa, mi indichi per favore l'esatto messaggio in cui propongo ai fiorentini di giapponesizzasi?
            Mi pare che sia più facile, con maggiori
            possibilità di successo e meno
            "moraleggiante"...
            Certo se ti piace fare il "fustigatore di
            costumi"..... ricordati però di
            "Savonarola"... (non è piaciuto molto!). Puoi rimproverarmi di aver detto che gli italiani dovrebbero imparare dai giapponesi in quanto a pulizia, ma il resto sono cose tue, non ho tirato furi altre morali. Se questo ti fa scaturire di darmi il titolo di "fustigatore di costumi", devo supporre che sei uno squilibrato.

            E si considera nel giusto e ride del

            prossimo.

            Quando mai?Quando - ad esempio - in un messaggio ribatte con ironico dispiacere del mio ritorno in patria - per esempio, in risposta ad un messaggio che argomentava della situazione italiana e giapponese a confronto.Tanto per fare un esempio. Come vedi, talvolta cio', accade.Strano, e' accaduto proprio qui, uno dice che in Giappne vivono in citta' piu' pulite e che cio' e' umiliante per l'Italia e si sente dire che deve tornarsene li'. Alla faccia del tuo invito al "relativismo" culturale e alla tolleranza che avevi tirato fuori quando ti andava comodo.a o ed ironico sempre farina del "tuo sacco" io
            trovo però assolutamente insopportabile
            l'atteggiamento "professorale" di chi ha
            sempre le sue (e invariabilmente le sue)
            "mutande" da far mettere alla realtà.Povero, mi dispiace, hai preso fischi per fischi. Ti burlo perche' di realta' che io ho propugnato indefessamente sin dall'inizio, senza mettegli mutante e senza condire di morale e' solo che in Giappone le citta' sono piu' pulite e che il confronto è umiliante per l'Italia.Non so se la differenza che trovi in pulizia tra Tokyo e Firenze sia per te una finzione ricamata ad arte per discutere con te. Piu' probabilmente non ti e' piaciuto il tono, perche' ne hai estrapolato un rimprovero a te come italiano, che non hai da imparare da nessuno e con atteggiamento pragmatico non vuoi che nessuno ti rompa i coglioni, se c'e' da pulire le strade, mi dici, "scendi in politica".Tragico ma, per la tua insofferenza, nata da premesse tutte tue sui miei messaggi, io non posso farci nulla purtroppo.Tu hai scelto di discutere in questo post e di leggerne quello che volevi e soprattutto, dispensando consigli e regole, di trasf
    • Anonimo scrive:
      Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
      - Scritto da: Anonimo
      Bravi giapponesi!
      Almeno contribuite a salvare qualche albero
      in più limitando la deforestazione. Io mi
      chiedo perché nel 2003, con la tecnologia
      digitale così diffusa, si stampi ancora su
      carta.
      E' semplicemente assurdo, il danno ecologico
      è enorme (anche se questo viene spesso
      trascurato dai media), quindi bravi
      giapponesi.
      SAVE THE RAIN FOREST!In Giappone riviste e giornali da consumo (non quelle da collezione) sono stampate su carta reciclata.E il Giappone e' al secondo posto nel mondo per la percentuale di riforestazione, dopo il Canada.Informarsi prima di trasformare ogni notizia in un'inutile festival della protesta che non fa che svilire le giuste preoccupazioni per il nostro pianeta
      • Anonimo scrive:
        Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
        "un inutile festival" (va scritto senza apostrofo)!
        • Anonimo scrive:
          Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
          - Scritto da: Anonimo
          "un inutile festival" (va scritto senza
          apostrofo)!Ti è sfuggito "e' " con l'apostofo al posto di "è"...
    • Anonimo scrive:
      Re: ALMENO SALVANO GLI ALBERI
      1) Carta riciclata (ossia quante di quelle riviste sono effettivamente di carta vergine?)2) La produzione di carta vergine in generale non intacca minimamente il patrimonio forestale, tantomeno quello pluviale terrestre, il quale di solito e' abbattutto o incendiato per procurarsi terre da coltivazione e/o costruzione. In ogni caso per la carta vergine hai mai sentito parlare del pioppo e della sua coltivazione (oramai carta vergine ed anche quasi tutto il mobilio di basso-medio prezzo e' fatto senza intaccare il patrimonio forestale...)3) Prima di scrivere parole e frasi senzazionali accertarsi di non scrivere con ignoranza.Meditate gente, meditate
  • Terra2 scrive:
    estica22i!!!
    Scusate... ma che risoluzione hanno le fotocamere montate sui cellulari giapponesi :)))Mi avevano detto che c'era crisi in giappone... ma se stanno arrivando a questi livelli mi sa che Koizumi (capigliatura a parte) è peggio del Berlusca!
    • Anonimo scrive:
      Re: estica22i!!!
      - Scritto da: Terra2
      Scusate... ma che risoluzione hanno le
      fotocamere montate sui cellulari giapponesi
      :)))Mi pare che gli ultimi modelli in commercio siano a 1.2 Mpx.
      Mi avevano detto che c'era crisi in
      giappone... ma se stanno arrivando a questi
      livelli mi sa che Koizumi (capigliatura a
      parte) è peggio del Berlusca!Crisi? Certo, rispetto agli anni 70-80 e' crisi, ma rispetto all'Italia dal punto di vista tecnologico, e come societa' civile, sono il Bengodi!Uno che tra due mesi si trasferisce a Tokyo.
  • Anonimo scrive:
    Ci mancava solo questa
    ....la SIAE ha dei progetti ambiziosi per i possessori di telefonini multimediali, spero che questa storia non dia il via a una serie di tasse sull'utilizzo dei cellulari GRPS o UMTS....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancava solo questa

      beh, se fossi la SIAE una tassa sui cellulari di quel tipo la metterei eccome: se devo pagare di più un CD perché _potrei_ copiare qualcosa coperto da diritto di autore allora è giusto far pagare quei telefoni un 20 euro in più da dare alla SIAE. E se compri un coltello una settimana in galera non te lo toglie nessuno: lo sai che potresti rapinare qualcuno?
      Marco
  • avvelenato scrive:
    e quando arriverà un vero OCR...
    si attende con ansia il momento in cui esisteranno sw OCR cazzuti e cellulari con potenza di calcolo adeguata...a quel punto non si potrà schivare l'argomento liceità del copyright . bisognerà affrontarlo. avvelenato che è uno studentello viziato e mantenuto, e dunque vuole avere tutto aggratisse
  • Larry scrive:
    una grande invenzione
    IL CELLOPHANE.basta incellophanare le riviste e i quotidiani e il problema e' bell'e risolto.forse gli zafferani a certe sottigliezze non arrivano, bisogna contattare "l'intelligence" di Napoli...
    • Anonimo scrive:
      Re: una grande invenzione
      ollone
    • avvelenato scrive:
      Re: una grande invenzione
      grandissima.. così uno non può sfogliarsi riviste accattivanti, e quindi deve continuare a prendere le solite cacchiate. avvelenato che non può comprarsi il PigMag e il caffélatte perché gli manca il grano (sob :'( )
    • Anonimo scrive:
      Re: una grande invenzione
      - Scritto da: Larry
      IL CELLOPHANE.

      basta incellophanare le riviste e i
      quotidiani e il problema e' bell'e risolto.

      forse gli zafferani a certe sottigliezze non
      arrivano, bisogna contattare
      "l'intelligence" di Napoli...Che genio che sei, si vede che hai viaggiato e conosci il mondo. Il problema non si risolve affatto così. Vedi, gli "zafferani", come elegantemente li chiami, hanno delle abitudini diverse dalle nostre, in un edicola o in una libreria il cliente può sfogliare libri e riviste prima di comperarle. E' certo che gli italiani a certe sottigliezze di customer care non arrivano, perché vige la legge del più furbo. In Italia dove vedresti persone che stanno ore in libreria e in edicola a leggere, ovviamente uscendo a mani vuote.Invece in Giappone a tale disponibilità da parte del venditore veso il cliente corrisponde spesso l'onestà del cliente di non abusare. Se invece la disponibilià del venditore viene ripagata con il furto dei contenuti, ovviamente il rapporto di fiducia si incrina e sorgono anche problemi economici.
      • Anonimo scrive:
        Re: una grande invenzione

        E' certo che gli italiani a
        certe sottigliezze di customer care non
        arrivano, perché vige la legge del più
        furbo. In Italia dove vedresti persone che
        stanno ore in libreria e in edicola a
        leggere, ovviamente uscendo a mani vuote.
        Invece in Giappone a tale disponibilità da
        parte del venditore veso il cliente
        corrisponde spesso l'onestà del cliente di
        non abusare. Se invece la disponibilià del
        venditore viene ripagata con il furto dei
        contenuti, ovviamente il rapporto di fiducia
        si incrina e sorgono anche problemi
        economici.ma allora sti giapponesi sono i soliti furbi o sono onesti? A me sembra siano più che furbi se alla fine si mettono a fotografare le riviste! Quindi che male ci sarebbe ad usare il cellophane anche da loro? Altri costumi e bla...bla... ma alla fine si comportano ben più furbescamente!Ma se vi comprate un telefonino strafigo con la macchina fotografica a qualche milione di pixel e che riesce anche a fotografarvi un articolo di giornale... non avete i soldi per una rivista????
        • Anonimo scrive:
          Re: una grande invenzione
          - Scritto da: Anonimo
          ma allora sti giapponesi sono i soliti furbi
          o sono onesti?Sono "mediamente" più onesti di noi.I furbi esistono ovunque, ma mediamente il costume locale mostra una onestà assai maggiore di quello delle nostre parti.Prova ne è appunto che lo sfogliare le riviste è sempre stato consentito. Con la diffusione su larga scala (i telefonini con obiettivo esistono da circa due anni) potrebbe cambiare il costume, ma il cellophane NON è una soluzione perchè consentire di sfogliare le riviste e i libri è un servizio che si da al cliente, e se una libreria elimina questo servizio, perde la clientela (TUTTI sfogliano). Di conseguenza potrebbe essere una soluzione per i gestori di edicole e librerie, porre un avviso che l'uso di macchine fotografiche non è consentito, e poi vigilare.
          Ma se vi comprate un telefonino strafigo con
          la macchina fotografica a qualche milione di
          pixel e che riesce anche a fotografarvi un
          articolo di giornale... non avete i soldi
          per una rivista????Credo che sia una questione di scala di spesa: aver speso in passato per un telefonino non è come spendere ogni giorno per tutta la vita per il giornale :)D'altrone anche nei bar italiani c'è anche chi ruba lo zucchero. :D
          • Anonimo scrive:
            Re: una grande invenzione
            che siano più onesti io non ci metto la mano sul fuco, spendono ? 1000 di telefonino per risparmianre due, non mi sembrano manco troppo furbi, poi se vi piaciono ca.... vostri
          • Anonimo scrive:
            Re: una grande invenzione
            - Scritto da: Anonimo
            che siano più onesti io non ci metto la mano
            sul fuco, spendono ? 1000 di telefonino per
            risparmianre due, non mi sembrano manco
            troppo furbi, poi se vi piaciono ca....
            vostriCi sono anche in Italia quelli che rubano lo zucchero al bar mentre hanno fuori la mercedes, direi estremamente poco furbi allora.Sono mediamente più onesti, bruciati pure la mano.
          • Larry scrive:
            Re: una grande invenzione
            il
            cellophane NON è una soluzione perchè
            consentire di sfogliare le riviste e i libri
            è un servizio che si da al cliente, e se una
            libreria elimina questo servizio, perde la
            clientela (TUTTI sfogliano). Di conseguenza
            potrebbe essere una soluzione per i gestori
            di edicole e librerie, porre un avviso che
            l'uso di macchine fotografiche non è
            consentito, e poi vigilare.
            questa si che e' un'idea!secondo te non ci arrivavano da soli ad appendere l'avviso?
          • Anonimo scrive:
            Re: una grande invenzione
            - Scritto da: Larry
            il

            cellophane NON è una soluzione perchè

            consentire di sfogliare le riviste e i
            libri

            è un servizio che si da al cliente, e se
            una

            libreria elimina questo servizio, perde la

            clientela (TUTTI sfogliano). Di
            conseguenza

            potrebbe essere una soluzione per i
            gestori

            di edicole e librerie, porre un avviso che

            l'uso di macchine fotografiche non è

            consentito, e poi vigilare.



            questa si che e' un'idea!

            secondo te non ci arrivavano da soli ad
            appendere l'avviso?Ovvio. E se ne accenna anche nell'articolo. Ma finche' non ci sara' un simile cartello, il suggerimento a porne uno rimane valido.I giapponesi, in genere molto ossequiosi, non mancheranno di attenersi alle indicazioni.
  • Anonimo scrive:
    Ma cosa rubano esattamente
    Capisco se uno entra con una macchina digitale... ma un telefonino più di tanto non cattura. Cosa rubano? Le pagine centrali di Playboy?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa rubano esattamente
      magari hanno una fotocamera con una certa definizione ... LORO sono evoluti da questo punto di vista ...magari fanno una pasatina in VIDEO e leggono giusto quegli articoli per chi AVREBBERO comprato il giornalee poi VIA DI P2P!!! :)heheheheheh!!!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma cosa rubano esattamente
        e poi.. il giornale fallisce... e tu resti col sedere per terra, contento?:-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma cosa rubano esattamente
          n fallisce perchè i trull come te continuano a comprarlo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa rubano esattamente
            - Scritto da: Anonimo
            non fallisce perchè i trull come te
            continuano a comprarlonon fallisce perché in tutto il mondo ci sono riviste e giornali che pubblicano gratis la versione online eppure vendono lo stesso i loro giornali
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa rubano esattamente
            a mio avviso un conto è usare il p2p per dei costosissimi cd e un'altro conto è usarlo per una molto piu economica rivista.nel primo caso la cosa puo essere giustificabile... nel secondo caso invece è da sfigaticyacjkl
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa rubano esattamente
            hihi...economiche nn lo so quanto...casabella 10? (mi pare...)area 12?detail 15?GA detail prezzo tra i 18? e i 33?GA document extra 44?el croquis ha un prezzo variabile tra i 41? e i 114?ecc.ecc.nn so se i jap si fotgrafano tv sorrisi e 'anzonicmq la cosa mi fa davvero ridere, soprattutto perchè IO queste riviste amo leggerle, sfogliarle, risfogliarle e non solo guardarle attraverso lo schermo.volendo prenderla larga l'idea della carta elettronica mi interessa davvero così la smetto di comprare librerie però che qualità orribile potranno avere queste immagini?!storte, il foglio non in piano, il riflesso di un possibile flash... bah e bih, io mi compro le annate di domus in cd rom e già così mi danno fastidio perchè la lettura sullo schermo nn è cmq il max della comodità e ovviamente di stamparle nn se ne parla neanche perchè con quello che costano le cartuccette conviene decisamente comprare la rivista.chissà se diverrà tendenza anche nel resto del mondo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa rubano esattamente
            - Scritto da: Anonimo
            hihi...
            economiche nn lo so quanto...

            casabella 10? (mi pare...)
            area 12?
            detail 15?
            GA detail prezzo tra i 18? e i 33?
            GA document extra 44?
            el croquis ha un prezzo variabile tra i 41?
            e i 114?

            ecc.ecc.

            nn so se i jap si fotgrafano tv sorrisi e
            'anzoni

            cmq la cosa mi fa davvero ridere,
            soprattutto perchè IO queste riviste amo
            leggerle, sfogliarle, risfogliarle e non
            solo guardarle attraverso lo schermo.

            volendo prenderla larga l'idea della carta
            elettronica mi interessa davvero così la
            smetto di comprare librerie però che qualità
            orribile potranno avere queste immagini?!La carta elettronica e-ink di Philips ha già una qualità superiore a quella dei giornali su carta stampata... e prova ad immaginare che qualità potrà avere tra altri 2 anni di ricerca.. (considerando che nel 2001 la qualità possibile era veramente orrenda :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa rubano esattamente
            no scusa... mi sono espresso male...ma davvero tanto!!!sono sicuro che la carta elettronica sarà, se già nn è, ottima.io attendo di vederla ben diffusa perchè davvero sarebbe un grande passo avanti soprattutto per la riduzione dell'uso di carta nn riciclata ecc. (inoltre come dicevo prima mi farebbe risparmiare un sacco di spazio in casa) le immagini della cui qualità dubitavo erano quelle delle fotografie di cui si parla in questa news.scusatemi ancora, questo succede quando nn rileggo quello che scrivo
Chiudi i commenti