Blade Runner, le tappe di un grande ritorno

Annunciati da tempo sono in uscita nei prossimi mesi, a partire dagli USA, due nuovi DVD che raccontano la tragica storia dei replicanti di dickiana memoria. Ridley Scott lavora ad un Final Cut che andrà nei cinema

Roma – Da sempre tra le pellicole più citate, scaricato e condiviso infinite volte in Internet, uno dei film di fantascienza più celebri di tutti i tempi, Blade Runner di Ridley Scott, troverà tra la fine di quest’anno e il prossimo, nuove forme di celebrazione, che coincidono con il 25esimo anniversario dalla sua prima uscita nei cinema.

Il colosso dell’intrattenimento Warner Home Video ha infatti confermato a Variety che, grazie all’acquisizione dei diritti sul film, ha intenzione di rilasciare il prossimo settembre, e per soli quattro mesi, una “limited edition” della pellicola nella notissima versione director’s cut , una edizione realizzata dallo stesso Scott diversa da quella uscita all’epoca nelle sale, che trasforma sostanzialmente la trama del film modificandone in particolare il clamoroso finale.

Al di là delle intenzioni annunciate da Warner, sempre a caccia di possibili lucrosi remake e cofanetti da diffondere a orde di collezionisti affamati in tutto il Mondo, ad intrigare la fantasia di molti è la notizia secondo cui Ridley Scott sia al lavoro su un final cut , nuova versione del film che Warner intende proporre nella sale.

La locandina del celebre film Sulle orme di altri grandi classici della fantascienza cinematografica, come Star Wars , rimettere in circuito Blade Runner , portando al cinema non solo i fan di allora ma anche tutti coloro che non ne hanno mai potuto godere sul grande schermo, può rivelarsi un’operazione decisamente redditizia.

Per renderla ancora più lucrosa, dopo la diffusione del nuovo “cut” nei cinema di mezzo mondo, Warner tirerà fuori un altro cofanetto “definitivo” comprendente tutte e tre le versioni, ampiamente rimasterizzate anche per valorizzare la musica del film realizzata da Vangelis e pressoché venerata da decenni da montagne di estimatori.

Blade Runner è, come noto, un film basato su uno dei più intriganti racconti di uno dei maggiori scrittori di fantascienza di tutti i tempi, Philip K. Dick , Do Androids Dream of Electric Sheep? , che utilizza la vicenda drammatica di alcuni sofisticati androidi per descrivere la fragilità e le debolezze della condizione umana.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Viker scrive:
    Come al solito
    L'europa dei buoni a nulla e dei noglobal_proteggi_terroristi non ha il nerbo per approvare metodi come quelli americani che garantiscono più sicurezza per tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito
      - Scritto da: Viker
      L'europa dei buoni a nulla e dei
      noglobal_proteggi_terroristi non ha il nerbo per
      approvare metodi come quelli americani che
      garantiscono più sicurezza per
      tuttiPer fortuna non ha neanche la malaugurata idea di farsi le scene alla Pear Arbour o alla 11 settembre.
    • dogbert scrive:
      Re: Come al solito
      - Scritto da: Viker
      L'europa dei buoni a nulla e dei
      noglobal_proteggi_terroristi non ha il nerbo per
      approvare metodi come quelli americani che
      garantiscono più sicurezza per
      tuttiBeh, non capisco però perché gli americani si debbano registrare il mio numero di telefono o di carta di credito. Quando loro vengono qui li sottoponiamo a certi controlli??? Mica li cataloghiamo e prendiamo le loro impronte digitali, noi. Perché noi siamo più civili.
  • Anonimo scrive:
    Ma le carte di credito...
    chi caspita gli da il numero?? da dove lo prendono fuori???
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le carte di credito...
      Penso si riferiscano al numero di carta di credito con cui é stato acquistato il biglietto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le carte di credito...
        - Scritto da:

        Penso si riferiscano al numero di carta di
        credito con cui é stato acquistato il
        biglietto.E' comunque un numero che non va diffuso per ovvie ragioni; e poi il biglietto si puo' pagare anche in contanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le carte di credito...
      - Scritto da:
      chi caspita gli da il numero?? da dove lo
      prendono
      fuori???Non sono molto propenso a dare il numero della carta achiunque, soprattutto se so che poi fa dei giri strani;tralasciando il fatto che per questo e per altri motivi non ho intenzione di andare negli Usa, se proprio ci venissi mandato per lavoro col cavolo che gli do' quel dato; piuttosto mi porto dietro contanti.Vorrei tanto sapere cosa c'e' dietro.
  • Anonimo scrive:
    L'America ce la farà pagare cara
    Questa ribellione delle province europee verrà sedata in un modo o nell'altro.Vedrete che a settembre l'Europa piegherà umilmente il capo, e se vorrete o dovrete recarvi negli Stati Uniti dovrete anche dichiarare quante volte siete andati al bagno durante gli ultimi 12 mesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'America ce la farà pagare cara

      Questa ribellione delle province europee verrà
      sedata in un modo o
      nell'altro.

      Vedrete che a settembre l'Europa piegherà
      umilmente il capo, e se vorrete o dovrete recarvi
      negli Stati Uniti dovrete anche dichiarare quante
      volte siete andati al bagno durante gli ultimi 12
      mesi.Più facile che sia l'America ad abbassare il capo:1. Debito pubblico più grande al mondo2. Dollari carta straccia3. Buoni del Tesoro carta igienica: non esistono i dollari per permettere il loro riscatto (Cina, Arabia Saudita e Giappone sono i più grandi acquirenti dei buoni del tesoro Usa)4. Petrolio esauritoSono sull'orlo del crack. Penso che presto saranno meno spocchiosi e più ollaborativi.Del resto, basta osservare i flussi migratori degli ebrei, popolo che segue da sempre la fertilità. Piano piano stanno tutti abbandonando gli Usa.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'America ce la farà pagare cara
        - Scritto da:

        Questa ribellione delle province europee verrà

        sedata in un modo o

        nell'altro.



        Vedrete che a settembre l'Europa piegherà

        umilmente il capo, e se vorrete o dovrete
        recarvi

        negli Stati Uniti dovrete anche dichiarare
        quante

        volte siete andati al bagno durante gli ultimi
        12

        mesi.

        Più facile che sia l'America ad abbassare il capo:

        1. Debito pubblico più grande al mondo
        2. Dollari carta straccia
        3. Buoni del Tesoro carta igienica: non esistono
        i dollari per permettere il loro riscatto (Cina,
        Arabia Saudita e Giappone sono i più grandi
        acquirenti dei buoni del tesoro
        Usa)
        4. Petrolio esaurito

        Sono sull'orlo del crack. Penso che presto
        saranno meno spocchiosi e più
        ollaborativi.
        Del resto, basta osservare i flussi migratori
        degli ebrei, popolo che segue da sempre la
        fertilità. Piano piano stanno tutti abbandonando
        gli
        Usa.Si vede che non capisci niente.1. questa cosa degli ebrei è razzismo bello e buono.2. anche se hanno un debito da paura, ce lo metteranno in q.lo finchè gli andrà bene, tanto a noi europei ci fa godere...
        • Anonimo scrive:
          Re: L'America ce la farà pagare cara
          - Scritto da:
          Si vede che non capisci niente.

          1. questa cosa degli ebrei è razzismo bello e
          buono.

          2. anche se hanno un debito da paura, ce lo
          metteranno in q.lo finchè gli andrà bene, tanto a
          noi europei ci fa
          godere...Perchè quella degli ebrei sarebe razzismo? Non ha mica detto che gli ebrei fanno schifo. Ha scritto che gli ebrei sono quelli che seguono i flussi economici.Gli ebrei in USA sono quasi tutti banchieri e industriali. Anche se non tutti stanno lasciando gli USA comunque hanno iniziato ad investire parecchio all'estero, segno che qualcosa nell'economia americana sta succedendo, non è più florida e non garantisce più crescita.Riguardo alla 2 è meglio che sostituisci europei con italiani. Perché i coglionazzi siamo noi italiani, negli altri paesi europei c'è gente ben più fiera e intelligente (a parte qualche politico parecchio strambo che ha ogni paese).
          • dogbert scrive:
            Re: L'America ce la farà pagare cara
            il problema di quell'affermazione è che si fonda sul pregiudizio che si ha nei confronti degli ebrei. Detta così può sembrare perfino un complimento (tipo: che spirito imprenditoriale gli ebrei!), in realtà questa visione stereotipata è presa come scusa dai naziskin...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'America ce la farà pagare cara
        - Scritto da:
        Più facile che sia l'America ad abbassare il capo:

        1. Debito pubblico più grande al mondo
        2. Dollari carta straccia
        3. Buoni del Tesoro carta igienica: non esistono
        i dollari per permettere il loro riscatto (Cina,
        Arabia Saudita e Giappone sono i più grandi
        acquirenti dei buoni del tesoro
        Usa)Sarà, ma nel mentre anche la Cina che pure usa la loro "carta igienica" per pulirsi il di dietro deve piegare il capo:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1507355&r=PI
        • Anonimo scrive:
          Re: L'America ce la farà pagare cara

          Sarà, ma nel mentre anche la Cina che pure usa la
          loro "carta igienica" per pulirsi il di dietro
          deve piegare il
          capo: http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1507355&r=PILo fara' finche' il gioco vale la candela; la Cina ha fatto l'errore di non crearsi un mercato interno per assorbire la produzione e basando tutto il Pil sull'esportazione, questo ha di fato creato una forte dipendenza dai paesi compratori fra cui gli Usa sono in cima alla lista e si trova legata a loro costringendola a sostenerla, pero' tutto questo ha un costo che va aumentando e tutti potete immaginare che non puo' aumentare all'infinito ma prima o poi il meccanismo si spezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'America ce la farà pagare cara

            Lo fara' finche' il gioco vale la candela;
            A fare i duri DOPO sono bravi tutti.la Cina ha fatto l'errore di non crearsi un mercato interno per assorbire la produzione e basando tutto il Pil sull'esportazione, questo ha di fato creato una forte dipendenza dai paesi compratori
            E non riesci a capaciterti come mai non si affidino a te per risollevarsi.
            fra cui gli Usa sono in cima alla lista e si
            trova legata a loro costringendola a sostenerla, pero' tutto questo ha un costo che va aumentando e tutti potete immaginare che non puo' aumentare all'infinito ma prima o poi il meccanismo si spezza.
            Quoto, prima o poi anche l'univeso si estinguerà.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'America ce la farà pagare cara

        Più facile che sia l'America ad abbassare il capo:

        1. Debito pubblico più grande al mondoTanto non lo saldano. È già successo.
        2. Dollari carta stracciaPer mettere in difficoltà la nostra economia.
        3. Buoni del Tesoro carta igienica: non esistono
        i dollari per permettere il loro riscatto (Cina,
        Arabia Saudita e Giappone sono i più grandi
        acquirenti dei buoni del tesoro Usa)Vedi punto 1.
        4. Petrolio esauritoNe hanno appena acquisito un bel po'.
        Sono sull'orlo del crack. Penso che presto
        saranno meno spocchiosi e più collaborativi.5. Hanno un esercito potente e sono aggressivi.Chiunque ci pensa 20000 volte prima di farli innervosire. Renderanno NOI più collaborativi. A giudicare da tante belle leggine sta succedendo da tempo e anche la Cina inizia ad obbedire.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'America ce la farà pagare cara
          - Scritto da:

          Più facile che sia l'America ad abbassare il
          capo:



          1. Debito pubblico più grande al mondo

          Tanto non lo saldano. È già successo.Nonostante ciò, le agenzie di rating danno agli USA sempre il punteggio massimo:Moody's: AaaStandard & Poor's: AAAhttp://www.gocurrency.com/countries/united_states.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: L'America ce la farà pagare cara

            Nonostante ciò, le agenzie di rating danno agli
            USA sempre il punteggio
            massimo:

            Moody's: Aaa
            Standard & Poor's: AAALa Goldman Sach e la Morgan Chase non sono in grado di pagare nemmeno gli interessi, la Fed sta stampando banconote senza copertura (2 miliardi di dollari il mese scorso) e ha smesso di conteggiare il denaro in circolazione, in fondo mica puoi stampare senza invalidare i conteggi, ti pare? E la prova ce l'hai dal fatto che anche aumentanto i tassi il dollaro continua a scendere.Lo stato ha un debito da recordo superiore di 3 volte ai picchi precedenti, l'industria sta scappando all'estero.Vuoi sapere perche' i rating rimangono sempre AAA?Perche' se li abbassano come dovrebbero fare si genera il panico fra gli investitori e tutto questo enorme castello di carte dal valore solo presunto salta nel giro di pochi minuti e ci vorranno anni, forse decenni per assorbirne i danni.....
      • Anonimo scrive:
        Re: L'America ce la farà pagare cara

        1. Debito pubblico più grande al mondo
        2. Dollari carta straccia
        3. Buoni del Tesoro carta igienica: non Queste cose non le sapevo ma....
        4. Petrolio esaurito...su questa ti sbagli di grosso, sia in senso di riserve mondiali (che sono comunque in gran parte di dominio usa) sia per quelle prettamente in territorio usa. CiaoIcex
      • Anonimo scrive:
        Re: L'America ce la farà pagare cara

        Sono sull'orlo del crack. Penso che presto
        saranno meno spocchiosi e più
        ollaborativi.
        ovvia ma che tu o sei toscanouna hoha hola hon la hannuccia
Chiudi i commenti