Blocchi antispam, le scuse di Yahoo!

Dopo le scuse di Wind arrivano anche quelle di Yahoo! Italia sulla complessa questione dei filtri antispam che hanno impedito la comunicazione via email tra Yahoo! Gruppi e utenti di Libero
Dopo le scuse di Wind arrivano anche quelle di Yahoo! Italia sulla complessa questione dei filtri antispam che hanno impedito la comunicazione via email tra Yahoo! Gruppi e utenti di Libero


Roma – Sono giunte ieri le scuse di Yahoo! Italia per l’intricata questione dei blocchi antispam di Libero che hanno impedito nelle scorse settimane la comunicazione via email tra i gruppi di Yahoo! e gli utenti dei servizi email di Wind.

Dopo le scuse di Wind , dunque, Yahoo! Italia ha fatto sapere di volersi a propria volta scusare “con i propri utenti per i disservizi verificatisi negli scorsi giorni e che hanno causato la mancata ricezione di mail da parte degli utenti di Libero iscritti alle mailing list di Yahoo! Gruppi”.

Come noto il problema era stato avvertito da migliaia di utenti, perché tanti sono sia gli utenti di Wind-Libero che quelli dei servizi di community di Yahoo!, ma ora nella sua nota Yahoo! Italia spiega che “il servizio di messaggi è stato completamente ripristinato, dal momento che i filtri che impedivano alle e-mail provenienti da Yahoo! Gruppi di raggiungere i propri destinatari, sono stati interamente corretti”.

Il problema era nato, come si ricorderà, per l’inserimento di classi di IP di Yahoo! nelle black list antispam di Spews.org . A questo proposito Yahoo! si è limitata a spiegare di essere “da sempre impegnata nella lotta contro lo spam, combattuto utilizzando strumenti come ad esempio SpamGuard, la cui efficacia è ulteriormente potenziata dalle segnalazioni degli utenti”. “Il filtro antispam di Yahoo! – spiega la nota dell’azienda – filtra automaticamente la posta indesiderata e la trasferisce in una cartella dedicata per una successiva cancellazione, fornendo quindi un efficace servizio antispam senza per questo effettuare alcun tipo di controllo o di censura sulle mail ricevute dai nostri utenti”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 04 2003
Link copiato negli appunti