Blog per documentare il viaggio? Roba vecchia

A cavallo tra 2.0 e 2.qualcosa, Travel Journal rende quasi superfluo usare il blog per documentare il proprio viaggio: pensa a tutto il cellulare, grazie al carrier
A cavallo tra 2.0 e 2.qualcosa, Travel Journal rende quasi superfluo usare il blog per documentare il proprio viaggio: pensa a tutto il cellulare, grazie al carrier

Le applicazioni duepuntozero fioccano. Ecco quella più social del momento, da usarsi in viaggio e che risparmierà la fatica di documentare l’ultimo giro per il mondo faticosamente pianificato: si chiama Travel Journal , e consente di creare un vero e proprio registro documentato del viaggio, punto per punto, tutto automaticamente .

È la fine del blogging festivo per documentare luoghi, fatti e avvenimenti? Quasi. Basta comprarsi la speciale SIM card di Telestial , l’operatore che lo ha ideato, e il cellulare procede ad individuare la posizione in cui ci si trova. Anche senza GPS : lo fa triangolando con i dati della rete cellulare. Ad intervalli regolari la posizione viene inviata sui server di Travel Journal e tutti i propri spostamenti saranno visibili su un’apposita Google Map.

Le posizioni possono a quel punto venire corredate di informazioni meteorologiche, foto del luogo e – volendo – dettagli su tutte le comunicazioni avvenute, dalle telefonate ai messaggi. Una volta creato il Journal , si potrà decidere chi potrà vedere cosa : le impostazioni della privacy permettono di stabilire il livello di accesso tra “Privato”, “Famiglia e Amici” e “Pubblico”.

Chi segue il viaggio da casa può vedere se il cellulare controllato è acceso o meno, inviargli messaggi e finanche inviargli qualche soldo di ricarica, tutto tramite l’apposita interfaccia Web.

Se tutto funziona come pubblicizzato – chiosa Cnet – Travel Journal consentirà dunque agli utilizzatori di godersi il viaggio, invece di sottrargli tempo per farne la cronaca .

La novità – di cui qui è possibile vedere una demo – contrariamente a quanto si possa supporre è prevista per funzionare in molti paesi, al momento più di 100, e più di qualcosa c’è anche per l’Italia, su cui non mancano opzioni specifiche per l’uso del Travel Journal.

Marco Valerio Principato

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti