Blu-ray, Disney suona la carica

Blu-ray, Disney suona la carica

Il gigante di Hollywood si prepara a lanciare sul mercato americano, e in seguito anche in quello europeo, i suoi primi film in alta definizione Blu-ray. Per i suoi titoli Disney ha scelto media da 50 GB
Il gigante di Hollywood si prepara a lanciare sul mercato americano, e in seguito anche in quello europeo, i suoi primi film in alta definizione Blu-ray. Per i suoi titoli Disney ha scelto media da 50 GB

Las Vegas (USA) – Tra le major cinematografiche che lo scorso anno avevano giurato fedeltà al formato Blu-ray vi è anche Disney , ora pronta ad onorare il proprio impegno. Il big di Hollywood, per mezzo della propria sussidiaria Buena Vista Home Entertainment , ha infatti annunciato l’imminente lancio sul mercato home video dei suoi primi film in alta definizione.

I titoli scelti da Buena Vista come apripista, negli Stati Uniti, della sua collana di film Blu-ray sono “Enemy of the State” e “Flightplan”, attesi per il 21 novembre, nonché “Invincible” e “Pearl Harbor”, attesi per il 19 dicembre. Questi film verranno distribuiti su di un supporto Blu-ray a doppio layer , dunque con capacità di 50 GB, e avranno un prezzo indicativo di circa 35 dollari .

Al contrario di altri colossi del cinema, che hanno abbracciato sia Blu-ray che HD DVD, Disney ha fino ad oggi appoggiato esclusivamente il formato promosso da Sony. Un sostegno considerevole se si pensa che il gruppo Disney comprende almeno nove studios – Buena Vista, Walt Disney, Pixar, Touchstone, Hollywood Pictures, Miramax, Dimension, Saban e Spyglass – i cui film sono distribuiti, in molti casi, dalla stessa Buena Vista.

“Blu-ray potrebbe vincere la scommessa. Le indagini di mercato e il numero di major che lo sostengono sono a suo favore. Forse la battaglia sul formato potrà essere evitata, anche se il confronto non è finito qui”, dichiarò verso la fine dello scorso anno Bob Chapek, presidente di Buena Vista.

In realtà la battaglia, che ricorda da vicino quella consumatasi nei primi anni ’80 tra i formati di videoregistrazione VHS e Betamax, appare oggi apertissima. La maggior parte degli analisti prevede che i due standard a laser blu siano destinati a convivere , un po’ come è successo nel mercato dei DVD registrabili tra i formati -R/RW e +R/RW. E proprio traendo spunto da quanto verificatosi in questo settore, è ipotizzabile che l’application killer dei formati ad alta definizione saranno i drive multi-standard, capaci di leggere e scrivere sia Blu-ray che HD DVD.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 10 2006
Link copiato negli appunti