Blurb, tutti insieme per i libri collettivi

La nuova piattaforma di self-publishing online rilancia con il servizio Community Books; d'ora in poi sarà possibile collaborare in remoto alla stesura di un libro sfruttando anche il photo-sharing

Roma – Non bastava il self-publishing per dar sfogo alle velleità artistiche della web-sfera, adesso Blurb ha deciso di rilanciare anche sul fronte collaborativo. Insomma, grazie a Blurb Community Books sarà possibile creare libri a quattro e più mani. Il tool di “on-demand publishing”, attualmente in Beta, consente, grazie ad un gradevole wizard, di realizzare libri di ogni genere e, volendo, anche di attivare un vero e proprio photo-sharing per la sezione grafica.

Come spiega TechCrunch , affidandosi alla funzione BookSmart si possono coinvolgere altri utenti e “assemblare” i contenuti condivisi in vari layout . Allo stesso tempo, a lavoro ultimato, si possono avvertire i vari partecipanti al progetto che l’editing è ultimato e che il libro è disponibile. La pubblicazione può entrare così di diritto nel bookstore del sito, consentendone la condivisione online ed eventualmente la commercializzazione.

Secondo Eileen Gittins, fondatrice e CEO di Blurb, il servizio Community Book nasce per far fronte alle esigenze della cosiddetta ” classe creativa connessa “. Effettivamente, leggendo i post di commento su TechCrunch , la community online sembrerebbe concordare riguardo alle potenzialità della piattaforma, anche se qualcuno segnala analogie con il servizio mixbook.com .

Blurb forse è più orientato verso la creazione di libri ad alto contenuto fotografico; altre realtà di settore, come Lulu e iUniverse , agevolano maggiormente la pubblicazione di manoscritti dalla realizzazione più… tradizionale.

Pensare che questo genere di servizi online possa rappresentare un affronto all’editoria tradizionale è probabilmente esagerato, almeno secondo gli osservatori del settore. Come spiega qualcuno, il self-publishing online e il mercato editoriale tradizionale appartengono a due dimensioni diverse . Nel primo caso i progetti editoriali sono spesso senza scopo di lucro, o comunque pensati e realizzati per soddisfare le esigenze di nicchia. Nel secondo caso tutto ruota intorno alla grande distribuzione e alla resa economica. L’unica eccezione sarebbe il segmento accademico, nel quale piccole tirature online possono rispondere alla domanda super-specialistica, che difficilmente può essere soddisfatta attraverso canali distributivi classici.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Suor Genoveffa scrive:
    1 dollaro è già troppo...
    ...per quegli squali grassatori.
  • pippo scrive:
    Pene
    Se volete musica gratis non scaricatela! Andate piuttosto in centro di notte, sfondate la vetrina del negozio di dischi e rubate direttamente i CD. Se dovessero per caso prendervi al massimo vi fate un paio di mesi agli arresti domiciliari. Se invece vi prendono a scaricare 20 canzoncine vi rovinano la vita..... mah
    • flavio santini scrive:
      Re: Pene
      - Scritto da: pippo
      Se volete musica gratis non scaricatela! Andate
      piuttosto in centro di notte, sfondate la vetrina
      del negozio di dischi e rubate direttamente i CD.
      Se dovessero per caso prendervi al massimo vi
      fate un paio di mesi agli arresti domiciliari.no.. se si è incensurati anche meno.... siamo pur sempre in italia... non in uno stato dove rubare è reato...poi se non vi prendono invece avrete i cd con il bollino, quindi originali... quindi nessun problema di sorta..... :D
  • flavio santini scrive:
    anche a me.....
    anche a me donate soldi.. non mi posso permettere la ferrari... allora la rubo... non mi posso permettere la tv via cavo, e allora la rubo... non mi posso permettere le vacanze... e allora faccio una rapina.. ovviamente non posso fare a meno di ferrari, vacanze e tv via cavo.....pensavo che l'italia fosse il paese dei Cog..... ma vedo (sopratutto se questa ladra riesce a spuntarla) che tutto il mondo è paese....non è cibo, o acqua.... la musica non è essenziale... poi si sa benissimo che questa furbetta ha scaricato ben più di 24 brani.... non facciamo gli ipocriti....
    • mOIGE scrive:
      Re: anche a me.....
      (troll3)(troll3)(troll3)(troll3)
      • Giorgio scrive:
        Re: anche a me.....
        - Scritto da: mOIGE
        (troll3)(troll3)(troll3)(troll3)Che sarai tu...quando qualcuno posta un commento ragionevole, al quale non sapete rispondere con i vostri luoghi comuni, lo "bollate" come troll...perchè non siete in grado di sostenere una discussione.Ovviamente quoto Flavio Santini. Qui non parliamo di gente che ruba per fame, qui parliamo di musica...ha voluto scaricare illegalmente ? paga! ha voluto fare la voce grossa in tribunale ? paga!
        • Michele Renda scrive:
          Re: anche a me.....
          C'era un ovile con tante pecore. Un giorno venne il pastore e ne prese una a caso. Tutte le altre godevano e ridevano perché non era capitato a loro. E cosi anche il giorno dopo, e il successivo, fin tanto che ne rimase una sola.Si dice che l'ultima pecora non rise quando capito a lei.Tu adesso che fai, ridi?
    • sand scrive:
      Re: anche a me.....
      - Scritto da: flavio santini
      anche a me donate soldi.. non mi posso permettere
      la ferrari... allora la rubo... non mi posso
      permettere la tv via cavo, e allora la rubo...
      non mi posso permettere le vacanze... e allora
      faccio una rapina.. ovviamente non posso fare a
      meno di ferrari, vacanze e tv via
      cavo.....

      pensavo che l'italia fosse il paese dei Cog.....
      ma vedo (sopratutto se questa ladra riesce a
      spuntarla) che tutto il mondo è
      paese....
      non è cibo, o acqua.... la musica non è
      essenziale... poi si sa benissimo che questa
      furbetta ha scaricato ben più di 24 brani.... non
      facciamo gli
      ipocriti....quotissimo
      • dindondan scrive:
        Re: anche a me.....

        poi si sa benissimo che questa

        furbetta ha scaricato ben più di 24 brani....questa "furbetta" e' stata condannata perche' faceva scaricare ipoteticamente agli altri quelle 24 canzoni, non perche' scaricava lei. Quando cerchi qualcosa da scaricarti pensa che dall'altra parte c'e' un furbetto che te lo permette. Forse farebbe meglio a farsi furbo e lasciare che te le vada a comprartele le cose.
    • Faxthemad scrive:
      Re: anche a me.....
      - Scritto da: flavio santini
      anche a me donate soldi.. non mi posso permettere
      la ferrari... allora la rubo... non mi posso
      permettere la tv via cavo, e allora la rubo...
      non mi posso permettere le vacanze... e allora
      faccio una rapina.. ovviamente non posso fare a
      meno di ferrari, vacanze e tv via
      cavo.....

      pensavo che l'italia fosse il paese dei Cog.....
      ma vedo (sopratutto se questa ladra riesce a
      spuntarla) che tutto il mondo è
      paese....
      non è cibo, o acqua.... la musica non è
      essenziale... poi si sa benissimo che questa
      furbetta ha scaricato ben più di 24 brani.... non
      facciamo gli
      ipocriti....Spiagami sei libero di parola??? Non scarichi mai nulla da internet??? ma fammi il piacere...
  • xtra duro scrive:
    neanche un cent per i furbetti del p2p
    lei non rappresenta nessuno, oltre a se stessa.inoltre dato che perdera' di sicuro, non vedo eprche' i miei soldi dovranno finire direttamente alle major. Se rimane povera in canna, loro non guadagneranno nulla.
    • roberto di scrive:
      Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
      Ne riparliamo quando sul banco degli imputati ci sarai tu.E non venire a dire che non fai P2P, nessuno ti crederebbe.
      • Lassamo perde scrive:
        Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
        - Scritto da: roberto di
        Ne riparliamo quando sul banco degli imputati ci
        sarai
        tu.
        E non venire a dire che non fai P2P, nessuno ti
        crederebbe.Su un punto ha ragione: se dobbiamo fare donazioni per supportare delle cause pro-P2P, non è proprio il caso di supportare QUESTA. Con tutta la simpatia e la compassione per la povera tizia in questione, la causa era persa in partenza (ha violato delle leggi in maniera inequivocabile,per quanto idiote esse siano), tenendo anche conto che comunque la tizia era una evidente fautrice delle pirateria.
        • flavio santini scrive:
          Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
          - Scritto da: Lassamo perde(ha
          violato delle leggi in maniera inequivocabile,per
          quanto idiote esse siano), ok.. sono ingiuste? allora io non ti pago più lo stipendio.. poi vediamo se credi ancora che siano ingiuste...ogni lavoro va pagato.. se non te lo puoi permettere non compri....vedrai che la major abbassano gli esosissimi (e quì siamo d'accordo) prezzi x 10 canzoni di cui solo 2 o 3 sono decenti....se si vuole esistono metodi x comprare la muscia a basso costo.. e cmq ripeto, solo xchè la musica è cara non giustifica che io la possa rubare...vi sembra giusto che io debba pagare per delle misere pensioni di altre persone? e io non la vedrò mai la mia?eppure pago l'inps.... non rubo...
          • mOIGE scrive:
            Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
            (troll3)(troll3)(troll3)(troll3) (troll3)(troll3)
          • Luca scrive:
            Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
            Il p2p ha fatto più bene alle società discografiche che qualsiasi pubblicità per 2 motivi:-i prezzi si sono abbassati per cercare di contrastare la pirateria, quindi le vendite sono aumentate-è una forma indiretta di pubblicitàInoltre parliamoci chiaro , le major si sono accanite su di lei perchè ha condiviso e perchè se vincessero potrebbero far condannare tutti quelli che sono "colpevoli" di aver condiviso qualcosa(anche se non ci ricavano niente dalla condivisione).Secondo me è un limite alle libertà personali ... Inoltre , se perde, chi avrà ancora il coraggio di condividere file ... in tal caso addio p2p!!!
          • memedesimo scrive:
            Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
            - Scritto da: Luca
            -i prezzi si sono abbassati per cercare di
            contrastare la pirateria, quindi le vendite sono
            aumentatetassa su supporti vergini -.-
    • Locke scrive:
      Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
      [...] Then, they came for the P2Pers, but I did not download anything illegal, so I did not speak out. Then, they came for... [...][...] Then, they came for me. And there was no one else to speak out for me.
    • angieale scrive:
      Re: neanche un cent per i furbetti del p2p

      ...Se rimane povera in canna, loro non
      guadagneranno
      nulla.Cosa sei, una specie di genio, o cosa? La verità sta sempre in mezzo, lei ha fatto quello che facciamo tutti, ha sbagliato a portare la causa in tribunale e adesso le chiedono una cifra completamente fuori da ogni parametro tant'è che forse verrà giudicata anticostituzionale in appello.ma poi "loro non guadagneranno nulla" cosa vorrebbe dire?
      • xtra duro scrive:
        Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
        - Scritto da: angieale

        ...Se rimane povera in canna, loro non

        guadagneranno

        nulla.

        Cosa sei, una specie di genio, o cosa?

        La verità sta sempre in mezzo, lei ha fatto
        quello che facciamo tutti, ha sbagliato a portare
        la causa in tribunale e adesso le chiedono una
        cifra completamente fuori da ogni parametro
        tant'è che forse verrà giudicata
        anticostituzionale in
        appello.
        ma poi "loro non guadagneranno nulla" cosa
        vorrebbe
        dire?che lei raccoglie tramite donazioni grosse cifre, anche solo 1 milione...questi soldi verrano poi presi dalle major.Se invece rimane povera di soldi oltre che di cervello, almeno le major si accontenteranno a metterla in carcere.
        • gmorse scrive:
          Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
          Sono uno di quelli che ha fatto una donazione a Jammie, una cifra modesta e simbolica per dare il mio appoggio alla ingiustizia di un tribunale che le ha appioppato una pena decisamente esagerata. A quale scopo? una multa che lei non potrà mai pagare e che la condannerà a vivere come una miserabile per il resto dei suoi giorni, per il fatto di solo aver provato a sfidare le major in tribunale.A casa ho 200 dischi in vinile, 600 CD ma qualche brano l'ho scaricato anche io e chi di voi non l'ha fatto scagli la prima pietra ! Facciamo vedere alle major la solidarieta' del popolo che fruisce dei loro contenuti affinche' cambino il modello di business.
          • flavio santini scrive:
            Re: neanche un cent per i furbetti del p2p
            - Scritto da: gmorse
            A casa ho 200 dischi in vinile, 600 CD ma qualche
            brano l'ho scaricato anche io e chi di voi non
            l'ha fatto scagli la prima pietra ! Facciamo
            vedere alle major la solidarieta' del popolo che
            fruisce dei loro contenuti affinche' cambino il
            modello di
            business.come qualcuno ha già detto, qualsiasi dollaro lei prenda andrà a finire per pagare se le va bene l'avvocato... altrimenti sempre alla major...se vogliamo combattere le major.. tagliamoci le gambe.. non compriamo più film, (io sono quasi 3 anni che non vado più al cinema... prima ci andavo ogni settimana.. ora ci vado 2-3 volte l'anno....) e non compriamo più dischi.... (l'ultimo l'ho comprato 5 anni fa....)anche a me i soldi mancano.. tra tasse e imprevisti di salute, etc... non riesco quasi a pagarmi le spese....e proprio per questo escludo dalla mia vita il superfluo... non telefono quasi più, uso sms, se possibile li mando via mail... la musica l'ascolto dalla tv o dalla radio (anche se raramente..) i film, aspetto che arrivino, quando arrivano in tv.. oppure se il film merita come star wars, o star trek, vado al cinema.. il lunedì con lo sconto o il mercoledì...al pub compro solo una bibita, e non vado più a fare cene in giro...tutte cose che prima che lavoravo come dipendente mi potevo permettere senza problemi.... in 1 anno vedevo anche 40 film.... tutti al cinema...l'unica cosa che si può fare che veramente può far capire alla case discografiche et simili che sbagliano politica di vendita è quella di non comprare i loro prodotti... visto che poi non sono essenziali... ma puramente di svago...vedrete che poi i prezzi li abbassano vertiginosamente... altro che 30 e x un cd..... :'(
        • Faxthemad scrive:
          Re: neanche un cent per i furbetti del p2p

          Se invece rimane povera di soldi oltre che di
          cervello, almeno le major si accontenteranno a
          metterla in
          carcere.Tipo Rina, o Badalamenta e compagnia??? Uè ma siamo impazziti??? in galera non ci si va per questi motivi ma per rapina, truffa e omicidi! e poi spiegami: le major ricevono FORTISSIMI incentivi (si parla di svariati miliardi) dallo stato, ricavano proventi da tutte le parti e pretendono che il 10% delle loro perdite (in verità molto minore al 10%) sia da imputare a internet?!?!? Internet è sapere, cultura ed evoluzione di tutti, ricorda! Ma in galera, ripeto, non ci si va per questo!!! (sopratutto se è a livello non a scopo di lucro!)
      • dindondan scrive:
        Re: neanche un cent per i furbetti del p2p

        La verità sta sempre in mezzo, lei ha fatto
        quello che facciamo tutti, ha sbagliato a portare
        la causa in tribunale.Non ha sbagliato per niente. Magari sarebbe l'ora che piu' gente si alzasse in piedi e dicesse forte e chiaro : CONDIVIDERE LA CONOSCENZA E IL SAPERE NON DEVE ESSERE UN REATO.NESSUN ARTISTA O EDITORE STA' MORENDO DI FAME AGLI ANGOLI DELLE STRADE.IL DANNO REALE CHE EVENTUALMENTE VIENE CAUSATO E' DI POCHI SPICCI.
Chiudi i commenti