BMG e Warner: ecco il nostro P2P

Ben lontano dai network di scambio su internet, il nuovo servizio firmato dalle due major della musica consentirà agli utenti di telefonia mobile di condividere foto e clip audio pagando i diritti
Ben lontano dai network di scambio su internet, il nuovo servizio firmato dalle due major della musica consentirà agli utenti di telefonia mobile di condividere foto e clip audio pagando i diritti


Roma – Si muovono nella dinamicità del presente e incertezza del futuro i due colossi della discografia Warner Music e BMG, che hanno appena annunciato il varo di un nuovo sistema di raccolta dei diritti sulla musica per la condivisione di materiali tra utenti dei servizi di telefonia mobile.

L’idea dei due big è quella di consentire a chi dispone di cellulari avanzati di scaricare musica a piacimento, naturalmente a pagamento, e di condividere clip audio e grafica via MMS con i propri amici e conoscenti. Un sistema basato su tecnologie DRM (Digital Rights Management) che consentono di raccogliere royalty non solo sul primo download della musica ma anche ad ogni successivo passaggio di telefono in telefono.

Il sistemone è basato sulla piattaforma OMA DRM, server realizzato dalla Beep Science AS norvegese sulla base di uno standard sviluppato dalla Open Mobile Alliance.

Difficile, naturalmente, associare davvero la rete di pagamento e scambio via telefonino voluta da BMG e Warner Music con i sistemi peer-to-peer che consentono a decine di milioni di utenti in tutto il mondo di passarsi file di ogni genere l’un l’altro, senza alcuna limitazione. Di certo, però, potrà essere interessante in un ambiente molto più controllato della rete, quello della telefonia mobile, lo sviluppo di servizi di sharing avanzati, vista anche la “passione” che molti utenti sembrano testimoniare verso i servizi multimediali come gli MMS .

Un altro grosso limite del nuovo servizio è il fatto che funzionerà inizialmente solo sui telefonini 6220 di Nokia, anche se per i prossimi mesi Siemens e Samsung starebbero preparando modelli capaci di supportare la piattaforma OMA DRM.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 10 2003
Link copiato negli appunti