Body scanner, insicurezza, salute e guerra

I discussi scanner millimetrali sarebbero così poco sicuri da non avere nemmeno la fiducia delle organizzazioni USA che li adoperano negli aeroporti. Nel mentre la loro diffusione dilaga

Roma – Quanto sono realmente pericolosi i body scanner usati negli aeroporti statunitensi e non solo? Stando ai documenti ottenuti da Electronic Privacy Information Center (EPIC) con un’ingiunzione, persino le due organizzazioni federali deputate alla loro gestione sono consapevoli della loro pericolosità rispetto alla salute dei passeggeri. E nonostante questo si continua ad impiegarli.

Dalle email scambiate tra funzionari e agenzie, studi sulle radiazioni, memorandum sui programmi di test e risultati dei suddetti test visionati da EPIC emerge un quadro a tinte fosche in cui il DHS (Departement of Homeland Security) e la TSA (Transportation Security Administration) fanno di tutto per “affermare la sicurezza” degli scanner millimetrali nonostante non esista alcuna prova scientifica a supporto di questa tesi, nascondono i rapporti che indicano quantità di radiazioni pericolose abbondantemente oltre i limiti consentiti e non tengono conto dei rapporti che identificano un gran numero di casi di cancro tra gli agenti preposti a una postazione di scanner.

Le autorità statunitensi hanno dubbi riguardo la sicurezza degli scanner, nondimeno la loro adozione aumenta all’insegna di una supposta “sicurezza superiore” rispetto al solito pericolo terrorista che cinge l’Occidente d’assedio: ora vengono installati persino nei centri commerciali statunitensi , mentre chi nel Regno Unito si rifiuta di farsi passare ai raggi X finisce per essere cacciato a pedate dall’aeroporto.

Dopotutto, che cosa non si fa per la sicurezza? L’adozione dei discussi scanner millimetrali è prioritaria anche in Afghanistan , dove i militari avranno la sicurezza di poter ispezionare dal di dentro persone, veicoli e cargo in entrata nelle basi e ai checkpoint sotto il controllo statunitense.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mda scrive:
    Efficenza
    Oramai i pannelli fotovoltaici vanno sul 18-22% e si alza mese per mese e non sul vecchio 15%.Conterà molto il basso prezzo di questa tecnologia!Ciao
  • Funz scrive:
    Ai miscredenti
    Da queste parti si sono spesso criticate le rinnovabili perché non fattibili e non economiche: niente di più falso.Due cose che ho letto oggi. Leggere e riflettere. Costi del fotovoltaico e del nucleare a confronto http://www.aspoitalia.it/archivio-articoli/301-costi-del-fotovoltaico-e-del-nucleare-a-confronto(contiene un sacco di riferimenti ad altri studi altrettanto interessanti e documentati). L'energia eolica prima in Spagna http://mondoelettrico.blogspot.com/2011/06/lenergia-eolica-prima-in-spagna.htmlPer chi è scettico sulla capacità della rete elettrica di sopportare fonti intermittenti: potremmo arrivare tranquillamente al 40% sulla rete attuale senza nemmeno iniziare a implementare la smart grid.
  • pietro scrive:
    ops
    scusate non l'avevo visto, però magari sottolineatelo
  • pietro scrive:
    link?
    Per questo genere di articoli sarebbe interessante avere, per un approfondimento, almeno il link all'articolo originale o ma forse è chiedere troppo, alla pubblicazione scientifica.
Chiudi i commenti