Bosch lavora sullo sterzo intelligente

Quasi pronto un nuovo sistema per l'assistenza alla guida che, similmente a quanto fa l'ABS con i freni, è in grado di suggerire al guidatore le manovre migliori per evitare una sbandata


Milano – Ad affiancare le tecnologie di assistenza alla guida già integrate nelle moderne auto, nel prossimo futuro arriverà una funzione che, in situazioni critiche, aiuterà il guidatore a sterzare nel modo più corretto per evitare, anche senza essere un pilota provetto, pericolose sbandate.

Il sistema, messo a punto da Bosch , aumenta o riduce il livello di servoassistenza dello sterzo, aiutando l’automobilista ad effettuare le manovre corrette con il volante, in funzione delle diverse situazioni che egli deve affrontare. In collaborazione con una casa automobilistica, Bosch sta già testando la propria tecnologia con l’intento di introdurla quanto prima nella produzione di serie. Attualmente si stanno effettuando le sperimentazioni sui prototipi.

“L’assistente allo sterzo risulta particolarmente interessante, perché può essere realizzato esclusivamente con l’aggiunta di un apposito software, in una vettura equipaggiata con un Programma Elettronico di Stabilità (ESP) e con un servosterzo elettrico”, ha spiegato Bosch. “Sulla base dei dati forniti dai sensori dell’ESP, gli stessi utilizzati per stabilizzare la guida della vettura, l’assistente allo sterzo riconosce eventuali situazioni di guida critiche ed elabora in tempo reale le manovre ottimali da effettuare con lo sterzo”.

Se le manovre del guidatore sul volante non corrispondono a quelle calcolate dal computer, il livello di servoassistenza dello sterzo aumenta o diminuisce: in altre parole, il volante diviene più o meno difficoltoso da girare a seconda che si stia eseguendo una manovra corretta o errata. Questa variazione delle caratteristiche dello sterzo permette al guidatore di adeguare l’angolo di sterzata da lui impostato, in funzione di quello ottimale, in modo da affrontare la nuova situazione di guida. Bosch sostiene che in questo modo l’automobilista “effettua movimenti più veloci e corretti con il volante e la vettura mantiene in tutta sicurezza la traiettoria impostata precedentemente dal guidatore stesso”. L’intervento dell’ESP sui freni diverrebbe così necessario solo in presenza di situazioni particolarmente critiche.

“Se, ad esempio, una vettura è in procinto di sovrasterzare, per evitare una sbandata è necessario controsterzare rapidamente. A questo proposito, gli errori più frequenti compiuti da parte dei guidatori inesperti sono controsterzare troppo ritardate, in misura insufficiente e, successivamente, per un lasso di tempo eccessivo”, ha illustrato Bosch in un comunicato. “In caso di sottosterzo, il guidatore spesso reagisce sterzando in misura eccessiva, il ché riduce ulteriormente le forze di reazione laterali degli pneumatici. In entrambi i casi, l’assistente allo sterzo aiuta il guidatore a ridurre la pericolosità di tali situazioni, attraverso precise manovre con il volante. Tale funzione risulta vantaggiosa anche in caso di frenate di emergenza su fondi stradali sdrucciolevoli su un lato solo della carreggiata. Anche con la funzione ABS, infatti, il guidatore può mantenere la stabilità della vettura attraverso opportune correzioni sul volante”.

Bosch ammette tuttavia che far accettare ai guidatori una tale “intromissione” nella guida potrebbe non essere facile: per tale ragione l’azienda ritiene che la definizione dei parametri di sistema rappresenti un aspetto molto importante. L’assistente allo sterzo, secondo Bosch, dev’essere progettato in maniera tale da aiutare il guidatore senza imporgli nulla.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Re: no non lo era e non lo sara' mai
    - Scritto da: Elwood_
    rispondo al buon alessandrox

    Propaganda.
    Confermo la mentalita di scimmiottare ma
    tutto lì e' basta.snip...
    Da quando se ne e' andato Joy e chi ha fatto
    grande la sun (gli hackers perche' Joy era
    un hackers) stanco dagli stessi fottutissimi
    atteggiamenti che aveva visto da altre
    parti, la Sun si e' riempita di gente come
    questa (che come nella AT&T che fu) crede
    che tutto quello che decide l'aziende e'
    cosa buona e giusta e dal suo blog della
    cippa fa ste sparate.
    Se ascoltavamo questa gentucola fatta di
    carte dare/avere, di contratti e network
    plan, al posto del computer avevamo ancora
    la macchina da scrivere, perche' sono sempre
    loro che come parassiti, nelle nuove idee
    non ci vedono niente di buono ma se qualcuno
    investe ci investono anche loro. Gente
    inutile per l'informatica e per l'umanita'
    tubi digerenti e timbratori di cartellini.
    Con mummie incartapecorite che continuano a
    gestire un settore su cui non ci capiscono
    un C..ZO!la penso come te ma un' azienda non e' un' associazione: se la prima cambia il suo spirito iniziale rimane sempre un' azienda... se lo cambia la seconda NON e' piu' la stessa associazione, come minimo si scioglie: esempio se un' associazione di beneficenza comincia a fare lucro... capisci che come minimo viene indagata e ci sono degli arresti.Per questo dico che per certe condotte non dovremmo stupirci o scandalizzarci piu' di tanto.Quindi se SUN decide che Linux non gli basta e che nel suo business bisogna tornare a spingere un prodotto fatto in casa (Solaris) credo che anzi non ci sia nulla di scandaloso. Non l' ho mai contestata e mai contestero' un' azienda per cose simili. Sono altre le cose che contesto e condanno e credo che tu lo sappia. ma anche in questo caso, coerentemente con le mie idee iniziali, non mi stupirei piu' di tanto, sono gli "altri", gli alleati extra aziendali che DEVONOI rimanere SVEGLI e imparare a tutelarsi.

    MA intanto sbandierano compatibilita'
    che

    NOn esistono, si inventano formati e

    protocolli che vorrebbero imporre come

    standard. Questa e' la vera questione
    NON il

    codice del S.O..
    La verita' e' che formati e protocolli
    inutili rimangono inutili e sono lo standard
    dell'inutile
    /dev/nullHemm scusa questo passaggio non credo di averlo compreso pienamente...

    Oggi e' cosi', domani non si sa' ma si
    sa

    che oggi hanno questa politica NON
    perche'

    si sono svegliati una mattina e hanno
    deciso

    di fare beneficenza alle nostre
    istituzioni

    scolastiche ma perche' c'e' una certa

    concorrenza che spinge e pungola.
    Concorrenza che esiste e esistera' sempre.
    Ma lo ripeto le grandi strutture mi fanno
    girare sempre piu' i testicoli. No non mi
    fido e faccio bene.
    Spero che questa lungimirante diffidenza
    comincino ad averla tutti nella comunita'
    opensource.
    La guerra e' appena iniziata.
    Cominciamo bene a definire chi sono gli
    amici e i nemici.
    E non elemosiniamo.
    Se la sun fa così be torno a kword e
    sti ca@@i! oppure tirero' fuori qualcosa di
    migliore e in GPLBeato te... complimenti per le capacita' di programmazione.Comunque la vedo dura il cambiamento di licenza di OO. Molto dura. talmente dura che forse non gli conviene nemmeno provarci.

    Con questo in genere non ho nulla
    contro un'

    azienda che fa il proprio interesse
    basta

    che lo faccia lealmente, sono le vostre

    IPOCRISIE che detesto.
    Io invece detesto le aziende che fanno il
    loro interesse facendo finta di essere
    interessate all'opensourceBeh... Elwood un' azienda che non faccia anche il proprio interesse NON sarebbe un' azienda ma qualcos'altro per cui esistono terminologie piu' consone.
  • Alessandrox scrive:
    Re: no non lo era e non lo sara' mai
    - Scritto da: Anonimo
    :'(:'(:'(:'(
    Io personalmente penso che se una persona
    vuole produrre "open source" o simile debba
    essere libero di farlo e di gestire il suo
    "prodotto" come meglio crede, ma altrettanto
    deve essere chi il "prodotto" decide di
    tenerlo chiuso e di farsi pagare, anche
    molto, per qualcosa che lui ritiene essere
    di valore! O meglio: "per qualcosa che lui ritiene che possa essere meglio protetto cosi'"non credo che chi sceglie GPL o LGPL non ritenga che il proprio prodotto abbia un grande valore.
    Firmato
    Un deluso
    :'(:'(:'(:'(Anche io , per altri versi.
  • Anonimo scrive:
    Re: no non lo era e non lo sara' mai
    :'(:'(:'(:'(Che tristezza ....C'è qualcuno che mi vuole spiegare perchè chi produce automobili, sigarette, bibite, tavoli, cucine, libri o qualsiasi altra ca....ta che mi venga in mente può farlo senza problemi o senza gente che faccia "crociate" contro di lui,decidendo tempi di rilascio, prezzi, eventuali sconti strasferici,etc... , mentre chi produce software non può fare altrettanto senza essere etichettato come "nemico del libero pensiero"?Io personalmente penso che se una persona vuole produrre "open source" o simile debba essere libero di farlo e di gestire il suo "prodotto" come meglio crede, ma altrettanto deve essere chi il "prodotto" decide di tenerlo chiuso e di farsi pagare, anche molto, per qualcosa che lui ritiene essere di valore! Il problema eventualmente risiede ad altri livelli, più politici se vogliamo, in cui si vuole negare la libertà di produrre qualcosa e di non ricavarne nulla!!!!Se qualcuno si sente in dovere in fare crociate per liberare il "santo sepolcro" da chi ci vuole guadagnare sopra, allora lo faccia per tutto, non solo per il software!!!!FirmatoUn deluso:'(:'(:'(:'(
  • Elwood_ scrive:
    no non lo era e non lo sara' mai
    [snippo il precedente che non valeva la pena nemmeno essere commentato]rispondo al buon alessandrox
    Propaganda.
    E guardacaso e' roba recente, da quando si
    e' imposto l' OPenS. hanno cominciato a
    scimmiottarlo. Hanno copiato per stare a
    galla.Confermo la mentalita di scimmiottare ma tutto lì e' basta.Non sopporto il tecnocrate in camice bianco che come un sacerdote mi catechizza e tiene segreti i suoi strani "riti di iniziazione informatica" questa e' la mentalita' hacker e quella che continuo a seguire anche oggi.Da quando se ne e' andato Joy e chi ha fatto grande la sun (gli hackers perche' Joy era un hackers) stanco dagli stessi fottutissimi atteggiamenti che aveva visto da altre parti, la Sun si e' riempita di gente come questa (che come nella AT&T che fu) crede che tutto quello che decide l'aziende e' cosa buona e giusta e dal suo blog della cippa fa ste sparate.Se ascoltavamo questa gentucola fatta di carte dare/avere, di contratti e network plan, al posto del computer avevamo ancora la macchina da scrivere, perche' sono sempre loro che come parassiti, nelle nuove idee non ci vedono niente di buono ma se qualcuno investe ci investono anche loro. Gente inutile per l'informatica e per l'umanita' tubi digerenti e timbratori di cartellini.Con mummie incartapecorite che continuano a gestire un settore su cui non ci capiscono un C..ZO!
    MA intanto sbandierano compatibilita' che
    NOn esistono, si inventano formati e
    protocolli che vorrebbero imporre come
    standard. Questa e' la vera questione NON il
    codice del S.O..La verita' e' che formati e protocolli inutili rimangono inutili e sono lo standard dell'inutile
    /dev/null
    Oggi e' cosi', domani non si sa' ma si sa
    che oggi hanno questa politica NON perche'
    si sono svegliati una mattina e hanno deciso
    di fare beneficenza alle nostre istituzioni
    scolastiche ma perche' c'e' una certa
    concorrenza che spinge e pungola.Concorrenza che esiste e esistera' sempre. Ma lo ripeto le grandi strutture mi fanno girare sempre piu' i testicoli. No non mi fido e faccio bene. Spero che questa lungimirante diffidenza comincino ad averla tutti nella comunita' opensource.La guerra e' appena iniziata.Cominciamo bene a definire chi sono gli amici e i nemici.E non elemosiniamo.Se la sun fa così be torno a kword e sti ca@@i! oppure tirero' fuori qualcosa di migliore e in GPL
    Con questo in genere non ho nulla contro un'
    azienda che fa il proprio interesse basta
    che lo faccia lealmente, sono le vostre
    IPOCRISIE che detesto.Io invece detesto le aziende che fanno il loro interesse facendo finta di essere interessate all'opensource
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    Attenzione le Università non ricevono gratis ma con il "campus account" che e' un contratto favorevole da cui sono esclusi i servers.Io sono un consulente dell'Università di Bergamo.Io non sono contro il non gratis sono contro il mondi chiusi che ti obbligano a dovere dipendere da qualcuno.Tu rispondevi a me.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Era ora...
      - Scritto da: Anonimo
      Attenzione le Università non ricevono
      gratis ma con il "campus account" che e' un
      contratto favorevole da cui sono esclusi i
      servers.
      Io sono un consulente dell'Università
      di Bergamo.
      Io non sono contro il non gratis sono contro
      il mondi chiusi che ti obbligano a dovere
      dipendere da qualcuno.
      Tu rispondevi a me.Perfetto, e' quello che penso anche io.Non e' questione di gratis o pagamento ma di standard liberi o chiusi, perche' e' questo che alla fine determina la strettisimma dipendenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: Slowlaris per x86?
    - Scritto da: Anonimo
    c'e' qualcuno che lo usa davvero in
    produzione? e' pesantissimo, adatto giusto
    per scopi didattici; su x86 girano molto
    meglio sistemi come FreeBSD o GNU/Linux.se magari motivassi quanto affermi potresti anche non passare per troll
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto rumore per nulla
    - Scritto da: oscarfc
    Ma come dice il proverbio "fra il dire ed
    il fare cé di mezzo il mare.C'è anche la grammatica della lingua italiana! ( e le virgolette di chiusura )
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente!!!
    - Scritto da: Anonimo
    l'hardware c'e' ma devi cercare patch
    esterne per farle funzionare , e il piu'Ah beh, non pretenderai mica di far funzionare il sistema operativo con dell'hardware Cacao? Devi scegliere hw con il quale il sistema operativo funzioni e magari pagarlo di più perché è aperto e di qualità, vedrai come funziona bene!Sappi che questo vale in primis per Linux.
    piace avere l'interfaccia grafica nel 2004 ,Usa Windows, Usa Apple, le alternative ci sono.
    quindi ti posso dire che se non hai hardware
    certificato , non e' detto che funzioni!Ah perché Linux pensi funzioni se non compri l'hardware all'uopo? La prima cosa che ti dicono su Linux è che non puoi pretendere che funzioni su qualsiasi hardware ma che devi assicurarti che ogni SINGOLO componente sia supportato, fare altrimenti è considerata una pazzia da dilettanti.Perchè questo non deve valere -eventualmente- anche per gli altri sistemi operativi? Sono più brutti e cattivi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    Orlando
    Hai perso il senno. E' sulla luna....MA, STRA-ROTFLLLLLLLLLLLLLLLL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    ... se lo sai, dimmi come faccio a far

    funzionare la mia vetusta scheda video
    RIVA

    128zx su solaris per x86...

    se riesci a farla funzionare sotto linux con
    XFree basta che prendi il "porting kit"
    precompilato per Solaris

    www.tools.de/solaris/xf86 /

    XFree4.4.0 per solaris x86
    poi lanci in console testuale kdmconfig e
    cerchi la scheda (o qualcosa che le somigli)
    non so sinceramente se trovi la scheda
    nell'eleco, eventualmente puoi provare la
    modalità VESA che funziona
    egregiamente anche ad elevete risoluzioni e
    alte profondità.


    Buona fortunauau ! grazie ! non sapevo che esistesse questo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente!!!
    - Scritto da: Anonimo

    ... se lo sai, dimmi come faccio a far
    funzionare la mia vetusta scheda video RIVA
    128zx su solaris per x86...se riesci a farla funzionare sotto linux con XFree basta che prendi il "porting kit" precompilato per Solarishttp://www.tools.de/solaris/xf86/XFree4.4.0 per solaris x86 poi lanci in console testuale kdmconfig e cerchi la scheda (o qualcosa che le somigli)non so sinceramente se trovi la scheda nell'eleco, eventualmente puoi provare la modalità VESA che funziona egregiamente anche ad elevete risoluzioni e alte profondità.Buona fortuna
  • Anonimo scrive:
    Ben venga!!!
    Se davvero Sun distribuirà Solaris sotto licenza Open Source, sarà tanto di guadagnato per tutti....Avesse fatto questa scelta anche SCO con UnixWare ora avrebbe qualche speranza di salvarsi dalla catastrofe...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Se davvero Sun distribuirà Solaris
      sotto licenza Open Source, sarà tanto
      di guadagnato per tutti....
      Avesse fatto questa scelta anche SCO con
      UnixWare ora avrebbe qualche speranza di
      salvarsi dalla catastrofe...Non è GPL
  • Anonimo scrive:
    quando guadagnare dall'hw non basta
    puntare tutto sull'hw è una scelta idiofana, molte società come sun ibm ecc... lo hanno fatto, svendendo i loro sw all'open, sganciando il grano per finanziarlo, convertendo i loro ingegneri al pinguino ecc..peccato che come la sun comincia ad accorgersene, fornire hw non e la sola fonte di guadagno (una volta cambiato un grosso server una societa tende a tenerlo per anni) ed è la manutenzione che ti fa guadagnare durante questo periodo, ma se l'so non e piu quello solaris, la societa si rivolgera ad altri, facendoti perdere una grande fonte di guadagno.Inoltre star dietro alle continue mutazioni openare richiede un bel nugolo di ingegneri che produce patch di continuo al fine di avere un server super veloce e sicuro, altrimenti non ha senso comprare sun o ibm, quindi se devo spendere per le patch, spendo per tenere e migliorare il mio SO proprietario, almeno qualche estra entra no.by
  • Alessandrox scrive:
    Re: e io l'avevo detto
    - Scritto da: Elwood_
    delle volte me paro la maga columbia (quella
    de attela)
    Vi ricordate che dissi?punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=720915
    non ci si puo' fidare...
    Questi e' da parecchio che come nei film dei
    bucanieri al povero pinguino gli stanno
    togliendo la tavola di legno sotto ai
    piedi...
    Sun abbraccia quello, Ibm abbraccia
    quell'altro, Hp quell'altro ancora.
    Tutte trovate pubblicitarie, ma ricordatevi
    che al 57esimo piano c'e sempre la mummia
    incartapecorita che caracolla insieme agli
    studiosi di markketting.
    L'opensource risulta come l'esempio piu'
    innovativo nell'informatica degli ultmi
    anni.
    Come ho detto non hanno ascoltato Jobbese e
    Bill gates e mo ci vengono a raccontare che
    seguono Stallman e Torvalds?
    Mentalita' agli opposti.
    Speriamo che la cosa finisca come la bell
    qualche annettino fa ma mica ci si puo'
    sempre contare sull'antitrust americano,
    specialmodo negli ultimi tempi
    Loavevodettamente ElwoodElwood secondo me non c'e' nulla di male che SUN voglia spingere di piu' un proprio prodotto, Solaris nella fattispecie; e' un' azienda e come tutte tira l' acqua al proprio mulino. Questo non e' necessariamente in contraddizione con lo spirito dell' OPen Source tuttavia la partita si gioca, come anche gia' osservato su altri messaggi, fondamentalmente sui formati, protocolli e linguaggi. Finche' Sun spinge su Solaris piuttosto che su linux mi sta bene ma quando favorisce la diffusione del suo java e poi lascia che altri lo implementino in modo proprietario questo mi fa incazzare aBBestia.
  • Alessandrox scrive:
    Re: Era ora...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non capisco le politiche.



    Vedo che a listino anche sun vende
    hardware

    con Linux



    www.sun.com/servers/entry/b200x /



    Anche java desktop non e' fatto su
    solaris

    ma su Linux.



    Comunque io guadagno anche istallando
    Linux.

    Anzi visto che non devo far pagare
    molto per

    il sistema operativo ho dei margini piu'

    alti.

    La politica è semplice : SUN vende,
    punto e basta.
    E' una ditta che produce hardware, sofware,
    soluzioni e quant'altro, con gente che
    è pagata per fare quelle cose e con
    gente che ci guadagna.
    SUN vende anche linux, mica lo dà
    gratis (esattamante come fa la red hat o la
    SuSe per le versioni server o per avere il
    supporto ufficiale sul prodotto).
    Non vedo nulla di strano in questo, e
    sinceramente non riesco a capire chi vuole
    il freeware a tutti i costi (l'open source
    è un'altra cosa ... non vuole dire
    gratis) per il software; e perchè non
    per l'hardware o per le automobili?

    P.S. per qunto riguarda il free e l'open
    sono anni che SUN da i suoi prodotti gratis
    e su richiesta anche il codice sorgente di
    Solaris (sia SPARC sia x86) alle
    università (anche italiane);e adesso
    anche Microsoft dà la
    possibilità ai Dipartimenti
    Informatici delle università italiane
    di distribuire GRATUITAMENTE TUTTI (e ripeto
    TUTTI) i suoi prodotti agli studenti,
    docenti, ricercatori di tali strutture, con
    l'esclusione di Office.
    Solo a Torino, dove sono io, si parla di
    più di 2000 persone che hanno diritto
    ad avere i software MS gratis, si va in
    biblioteca, si firma il foglio in cui
    attesto che sono studente di quel dip. e mi
    porto a casa Win 2003 Server , SQLServer
    VisualStudio .net e tutto quello che voglio
    (magari la preview in alpha di longhorn)
    senza dare una lira a MS (neanche il dip. ha
    pagato ...).Propaganda.E guardacaso e' roba recente, da quando si e' imposto l' OPenS. hanno cominciato a scimmiottarlo. Hanno copiato per stare a galla.MA intanto sbandierano compatibilita' che NOn esistono, si inventano formati e protocolli che vorrebbero imporre come standard. Questa e' la vera questione NON il codice del S.O..Oggi e' cosi', domani non si sa' ma si sa che oggi hanno questa politica NON perche' si sono svegliati una mattina e hanno deciso di fare beneficenza alle nostre istituzioni scolastiche ma perche' c'e' una certa concorrenza che spinge e pungola.Con questo in genere non ho nulla contro un' azienda che fa il proprio interesse basta che lo faccia lealmente, sono le vostre IPOCRISIE che detesto.==================================Modificato dall'autore il 02/09/2004 14.17.48
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    Giusto per completare qunato detto ...http://www.educ.di.unito.it/msdnaa/index.htmlri-ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    - Scritto da: Anonimo
    Non capisco le politiche.

    Vedo che a listino anche sun vende hardware
    con Linux

    www.sun.com/servers/entry/b200x /

    Anche java desktop non e' fatto su solaris
    ma su Linux.

    Comunque io guadagno anche istallando Linux.
    Anzi visto che non devo far pagare molto per
    il sistema operativo ho dei margini piu'
    alti.La politica è semplice : SUN vende, punto e basta.E' una ditta che produce hardware, sofware, soluzioni e quant'altro, con gente che è pagata per fare quelle cose e con gente che ci guadagna.SUN vende anche linux, mica lo dà gratis (esattamante come fa la red hat o la SuSe per le versioni server o per avere il supporto ufficiale sul prodotto).Non vedo nulla di strano in questo, e sinceramente non riesco a capire chi vuole il freeware a tutti i costi (l'open source è un'altra cosa ... non vuole dire gratis) per il software; e perchè non per l'hardware o per le automobili?P.S. per qunto riguarda il free e l'open sono anni che SUN da i suoi prodotti gratis e su richiesta anche il codice sorgente di Solaris (sia SPARC sia x86) alle università (anche italiane);e adesso anche Microsoft dà la possibilità ai Dipartimenti Informatici delle università italiane di distribuire GRATUITAMENTE TUTTI (e ripeto TUTTI) i suoi prodotti agli studenti, docenti, ricercatori di tali strutture, con l'esclusione di Office.Solo a Torino, dove sono io, si parla di più di 2000 persone che hanno diritto ad avere i software MS gratis, si va in biblioteca, si firma il foglio in cui attesto che sono studente di quel dip. e mi porto a casa Win 2003 Server , SQLServer VisualStudio .net e tutto quello che voglio (magari la preview in alpha di longhorn) senza dare una lira a MS (neanche il dip. ha pagato ...).Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    Non capisco le politiche.Vedo che a listino anche sun vende hardware con Linuxhttp://www.sun.com/servers/entry/b200x/Anche java desktop non e' fatto su solaris ma su Linux.Comunque io guadagno anche istallando Linux. Anzi visto che non devo far pagare molto per il sistema operativo ho dei margini piu' alti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    ma che dici? ti rendi conto che sun ha il suo core business nella vendita di ferro e non di software?
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Finalmente qualcosa si muove dopo il
    conformismo e la moda di Linux e della
    filosofia dell'Open Source, molto new-age ma
    nei fatti inconcludente.se magari motivassi quanto affermi potresti anche non passare per troll
  • Anonimo scrive:
    Slowlaris per x86?
    c'e' qualcuno che lo usa davvero in produzione? e' pesantissimo, adatto giusto per scopi didattici; su x86 girano molto meglio sistemi come FreeBSD o GNU/Linux.
  • oscarfc scrive:
    Tanto rumore per nulla
    ..."Se un rappresentate vende Solaris su server marchiati Dell, IBM o anche HP (Xeon o Nocona), noi lo pagheremo come se avesse venduto il nostro hardware", ha scritto Jonathan Schwartz, Chief Operating Officer di Sun, ....Suvvia che altro poteva dire una persona che occupa il ruolo aziendale di Schwartz.Un potenziale cliente che compra macchine della concorrenza é un cliente perso!E allora meglio cominciare a piazzare il Sw oggi e magari rimpiazzare l'Hw domani.Ma come dice il proverbio "fra il dire ed il fare cé di mezzo il mare.ciao oscar
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora...
    - Scritto da: Anonimo


    OrlandoHai perso il senno. E' sulla luna....
  • Anonimo scrive:
    Era ora...
    ... che anche Sun Microsystems capisse che l'Open Source è una malattia, un vero cancro per l'economia delle aziende e per il mercato depresso dell'informatica.Sun, per avere negli anni scorsi appoggiato Linux con l'unico scopo di far un dispetto a Microsoft, ha pagato molto caro: è stata ad un passo dal fallimento.Poi c'è stato l'accordo di tregua con Microsoft, nel quale quest'ultima ha versato DUE MILIARDI di dollari quale "risarcimento" per ogni possibile causa che Sun avesse intentato a MS.Con due miliardi di $ Sun è uscita dal baratro e si è accorta che il suo vero nemico non è Microsoft o qualunque altra azienda commerciale, ma è Linux, il gratis-per-tutti, il falso mito del software gratuito.E ben venga questo ripensamento.Orlando
  • Anonimo scrive:
    Re: S.O. per tutti i server ?
    - Scritto da: shevathas
    Sarei curioso di vedere se su hardware non
    proprietario sun, solaris mantiene le sue
    caratteristiche di stabilità e
    velocità delle workstation sun. Solaris su SPARC e' una cosa... su x86 fa davvero schifo soprattutto se paragonato a GNU/Linux e ai vari OpenBSD, FreeBSD e NetBSD.
    • Anonimo scrive:
      Re: S.O. per tutti i server ?
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: shevathas

      Sarei curioso di vedere se su hardware
      non

      proprietario sun, solaris mantiene le
      sue

      caratteristiche di stabilità e

      velocità delle workstation sun.

      Solaris su SPARC e' una cosa... su x86 fa
      davvero schifo soprattutto se paragonato a
      GNU/Linux e ai vari OpenBSD, FreeBSD e
      NetBSD.Cosa intendi dire con "fa schifo"? Io personalmente installo pc con solaris (e anche portatili) con Solaris x86 da molti anni, li uso come server e come firewall, non ho mai avuto crash o altro (ho un record di uptime di 385 giorni su un pc PIII 800, poi gli ho fatto io un reboot), e soprattutto non mi devo preoccupare se i programmi che ho scritto continueranno a funzionare dopo un aggiornamento del kernel o il passaggio alla release superiore (se l'aggiornamento del kernel linux mi cambia la LibC posso buttare nel ce..o tutte le mime applicazioni ...)dimmi tu cosa ha di schifoso un sitema del genere :)
      • shevathas scrive:
        Re: S.O. per tutti i server ?

        Cosa intendi dire con "fa schifo"? Io
        personalmente installo pc con solaris (e
        anche portatili) con Solaris x86 da molti
        anni, li uso come server e come firewall,solo per curiosità che programmi usi per il firewalling?e che server ci fai girare su solaris?
        • Anonimo scrive:
          Re: S.O. per tutti i server ?
          - Scritto da: shevathas

          Cosa intendi dire con "fa schifo"? Io

          personalmente installo pc con solaris (e

          anche portatili) con Solaris x86 da
          molti

          anni, li uso come server e come
          firewall,

          solo per curiosità che programmi usi
          per il firewalling?
          e che server ci fai girare su solaris?
          Generalmente ipfilter , ma ho provato anche snort (più come ids) e sunscreen 3.2 (che è incluso gratuitamente in solaris dalla versione 9).Come server uso apache, mysql, sendmail, bind , imap e pop e altro, dipende dalle esigenze e/o richieste del cliente.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: S.O. per tutti i server ?
      - Scritto da: Anonimo
      Solaris su SPARC e' una cosa... su x86 fa
      davvero schifo soprattutto se paragonato a
      GNU/Linux e ai vari OpenBSD, FreeBSD e
      NetBSD.se magari motivassi quanto affermi potresti anche non passare per troll
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente!!!
    Sarà new-age quanto ti pare... ma per me funziona. E visto che funziona non vedo assolutamente alcuna ragione per pagare licenze per qualcosa che posso avere gratuitamente e di cui dispongo di una comunità praticamente infinita per eventuale supporto.Bye, Luca
  • shevathas scrive:
    S.O. per tutti i server ?
    Sarei curioso di vedere se su hardware non proprietario sun, solaris mantiene le sue caratteristiche di stabilità e velocità delle workstation sun. Imho uno dei vantaggi dei s.o. proprietari che girano su hardware proprietario è che puoi dettare condizioni molto rigide riguardo alle schede compatibili e ai relativi driver di periferica, e questo evita che un driver programmato male mandi a palla il sistema (vedi il caso del vecchio WindowsNT).Inoltre consente di ottimizzare i driver per quel sistema operativo.Andando su altri sistemi bisognerà preparare i driver per quei sistemi, non puoi dettare condizioni ai produttori.==================================Modificato dall'autore il 02/09/2004 8.08.27
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Finalmente qualcosa si muove dopo il
    conformismo e la moda di Linux e della
    filosofia dell'Open Source, molto new-age ma
    nei fatti inconcludente.

    Salutinon si è mosso un tubo, sun ha stretto un danaroso accordo con M$ e questo è il risultato... ma tu non puoi accorgertene...
  • Anonimo scrive:
    Finalmente!!!
    Finalmente qualcosa si muove dopo il conformismo e la moda di Linux e della filosofia dell'Open Source, molto new-age ma nei fatti inconcludente.Saluti
  • Elwood_ scrive:
    Re: aggiungo
    - Scritto da: Elwood_
    i bei vecchi tempi di Joy e della Stanford
    University Network so finiti da parecchio.

    E la giovane azienda fatta da persone brave
    e preparate lascia posto alle nuove mummie
    (sempre quelle che cambiano azienda come
    paio di mutande).
    Swartz Swartzkopf Swarzenegger

    Sempre de Swartz si parla e lo swartz e'
    nero

    in inno alla joy di addio
    p.s dalla Golden vapour al cane (come si dice in gergo)
  • Elwood_ scrive:
    aggiungo
    i bei vecchi tempi di Joy e della Stanford University Network so finiti da parecchio.E la giovane azienda fatta da persone brave e preparate lascia posto alle nuove mummie (sempre quelle che cambiano azienda come paio di mutande).Swartz Swartzkopf SwarzeneggerSempre de Swartz si parla e lo swartz e'neroin inno alla joy di addio
  • Anonimo scrive:
    Re: Lo sapevo
    - Scritto da: renny
    Altro che appoggio a linux.
    E la Libertà va a farsi benedireAlla SUN sono ondivaghi.Son quinte colonne. Mi sa che fra un pò si assocerenno pure con SCO, se SCO non crepa prima....(linux)(linux)(linux)si dice che sia in pessime acque nonostante i foraggiamenti del DRAGA.
  • Anonimo scrive:
    Re: Lo sapevo
    ma passa a windows va...
  • renny scrive:
    Lo sapevo
    Altro che appoggio a linux.E la Libertà va a farsi benedire
  • Anonimo scrive:
    Re: e io l'avevo detto
  • Elwood_ scrive:
    e io l'avevo detto
    delle volte me paro la maga columbia (quella de attela)Vi ricordate che dissi ?http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=720915non ci si puo' fidare...Questi e' da parecchio che come nei film dei bucanieri al povero pinguino gli stanno togliendo la tavola di legno sotto ai piedi...Sun abbraccia quello, Ibm abbraccia quell'altro, Hp quell'altro ancora.Tutte trovate pubblicitarie, ma ricordatevi che al 57esimo piano c'e sempre la mummia incartapecorita che caracolla insieme agli studiosi di markketting.L'opensource risulta come l'esempio piu' innovativo nell'informatica degli ultmi anni.Come ho detto non hanno ascoltato Jobbese e Bill gates e mo ci vengono a raccontare che seguono Stallman e Torvalds?Mentalita' agli opposti.Speriamo che la cosa finisca come la bell qualche annettino fa ma mica ci si puo' sempre contare sull'antitrust americano, specialmodo negli ultimi tempiLoavevodettamente Elwood
Chiudi i commenti