Bounce Imaging, la palla che sonda i rischi

Una sfera gommosa permetterà a soldati e poliziotti di analizzare gli spazi prima di accedervi. Per evitare danni collaterali di incendi o terremoti. Con un flusso di immagini a 360 gradi e altre informazioni trasferiti su smartphone

Roma – Ha scalato la classifica delle migliori invenzioni nell’anno 2012, una soluzione a basso costo per sondare quelle aree a rischio in battaglia così come in un edificio pericolante o a fuoco. Prodotta dai ricercatori di Bounce Imaging, una sfera dalle dimensioni di poco superiori a una palla da tennis, completamente ricoperta di gomma per rimbalzare negli spazi pericolosi e trasferire un flusso di immagini a 360 gradi .

Come spiegato dal founder di Bounce Imaging Francisco Aguilar, la sonda potrà risultare decisiva nell’analisi preventiva degli spazi pericolosi, per le operazioni di salvataggio dopo un incendio o un terremoto. Poliziotti e vigili del fuoco potranno letteralmente lanciare la palla gommosa in una determinata area, attendendo il trasferimento del flusso delle immagini sullo schermo di un dispositivo mobile .

Il tutto ad un decimo del costo medio di prodotti simili sul mercato, con i vertici di Bounce Imaging pronti a lanciare la sonda sferica ad un prezzo che si aggirerà sui 500 dollari , decisamente meno dei circa 5mila necessari per acquistare un dispositivo simile. Le immagini inviate dalla palla gommosa verranno gestite da una specifica applicazione in dotazione per la visualizzazione su smartphone o tablet.

Nel dettaglio , la sonda di Bounce Imaging dovrebbe pesare fino ad una libbra (circa 450 grammi) con la batteria inserita. A parte il rivestimento gommoso, ci sono sei fotocamere per scatti a grande ampiezza d’angolo, circondate da flash LED a raggi infrarossi . Queste stesse fotocamere sono capaci di effettuare scatti a distanza di un secondo, subito inviate in modalità wireless a dispositivi basati su Android. La sfera può inoltre ospitare sensori di altro tipo: rilevatori di sostanze tossiche, gas, tutto quanto possa servire prima di entrare in un ambiente a stabilire con precisione la situazione che gli utenti si troveranno davanti.


Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Perchè meravigliarsi ?
    Le aziende di produzione dagli USA/Europa sono state trasferite in Cina non per portare lo sviluppo o migliorare le condizioni di vita dei cinesi, ma perchè in Cina gli schiavi costano molto poco, altrimenti tanto valeva non spostare niente. L'attuale politica del governo di portare a 2 il massimo numero di figli per famiglia non è stato fatto per un senso di "umanità" ma solo per avere nel giro di 7/8 anni altri schiavi da immettere nel ciclo produttivo e tenere bassi i costi di produzione. IMHO tutto lo sdegno manifestato è fuori luogo.
Chiudi i commenti