Bracciale elettronico per bimbi

Presto dovrebbe partire un nuovo progetto sperimentale in Galles: un sistema elettronico avvertirà i docenti se uno studente si allontana
Presto dovrebbe partire un nuovo progetto sperimentale in Galles: un sistema elettronico avvertirà i docenti se uno studente si allontana


Londra – C’è voglia di sicurezza nelle scuole britanniche. Assaliti dalla cronaca nera e circondati dalla paura della violenza, i genitori di una scuola del Galles sembrano pronti ad accettare che i propri figli siano “etichettati” elettronicamente.

Simile solo per l’aspetto ai braccialetti elettronici utilizzati per i condannati in libertà vigilata, i dispositivi che verranno applicati ai giovani alunni della scuola Lonlas nei pressi di Swansea avranno però il medesimo compito: far sapere alle autorità, in questo caso quelle scolastiche, dove si trova il portatore del braccialetto e, soprattutto, se si allontana da dove dovrebbe essere.

Nella scuola, infatti, verrà installato un sistema di monitoraggio capace di avvertire i i docenti qualora un braccialetto esca dal perimetro coperto dal servizio senza preventiva autorizzazione.

“La nostra scuola – ha dichiarato uno dei responsabili dell’istituto – è piuttosto grande e qui a fianco c’è un campo da gioco con molte entrate ed uscite, né abbiamo un numero sufficiente di supervisori per tenere d’occhio tutto quello che succede. Per questo siamo interessati a queste tecnologie”.

Il via libera ai braccialetti, atteso nei prossimi giorni dal provveditorato locale, dovrebbe consentire di dare il via ad una sperimentazione che, se avrà successo, potrebbe presto contagiare tutte le scuole del Galles.

Va detto che in Giappone una scuola di Osaka da tempo ha agganciato un tag rfid sui vestiti degli alunni. L’idea è di controllare quando entrano e quando escono dall’area della scuola.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 01 2005
Link copiato negli appunti