Brasile, industria contro i fansub

Bloccato un sito che distribuisce versioni sottotitolate dei film, scatta la rappresaglia. Violato il portale dell'organizzazione antipirateria, in pochi giorni il dominio incriminato rinasce

Chi di sub ferisce, di sub perisce: la chiusura di Legendas.TV , portale specializzato nella distribuzione di torrent di contenuti sottotitolati rivolti agli internauti del Brasile, aveva apparentemente finito la sua corsa scontrandosi contro il muro antipirata di Antipirataria Association Cinema and Música (APCM), organizzazione affiliata agli studios hollywoodiani, che ha però pagato la prova di forza contro la comunità dei “fansub” del paese sudamericano.

Piuttosto che bloccare il flusso di bit non autorizzato e l’ipotizzata vendita dei film fansubbati nei DVD pirata distribuiti sulle bancarelle di Rio de Janeiro, infatti, la richiesta di blocco di accesso all’IP del sito fatta pervenire da APCM al provider SoftLayer ha scatenato l’ira e l’ immediata reazione di rappresaglia da parte di chi quei fansub li scaricava.

Il sito di APCM è stato dunque “crackato” e defacciato con l’aggiunta di pop-up e inviti a liberare i download di fansub per gli internauti brasiliani, con tanto di link ai torrent presenti sul tracker di Mininova . Al momento, il portale è “in manutenzione” ma il deface è durato per non meno di 4 giorni.

Per unire la beffa al danno, poi, oltre al deface APCM ha subito lo smacco definitivo della rinascita di Legendas.TV che, lungi dall’arrendersi di fronte alla richieste dell’industria: ha riaperto i battenti in versione “lite”, in attesa di una sistemazione più adatta, magari in Svezia con l’aiuto della crew di The Pirate Bay .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Venturi Edoardo scrive:
    dubbio
    Ma che vantaggi e quali svantaggi potrebbe portare?
  • sedness scrive:
    Mah...
    visto così mi pare pressoché inutilizzabile: c'è ancora molta strada da fare
  • Michele scrive:
    Bell'esercizio di stile
    Ottimo per una installazione di arte contemporanea, e grande prova di forza per il MIT
  • Babele Dunnit scrive:
    La gargolla
    Praticamente ci siamo. Neal Stephenson in "Snow Crash" i personaggi cosi' li chiamava "gargolle"... credo fosse la traduzione intraducibile di "gargoyle". Non l'ho mai trovato in lingua originale.
  • bdk scrive:
    Retinal scanning display
    Magari meglio con uno di quelli: http://www.gadgetell.com/tech/comment/brother-japan-retinal-scanning-display-turns-your-eyes-into-mini-projector/bdk
  • Roby10 scrive:
    Senza parole....
    .......
Chiudi i commenti