Brevetti, appello a Governo e Parlamento

L'Associazione Software Libero si rivolge all'Esecutivo affinché confermi la posizione assunta dal Parlamento Europeo sulla delicata questione dei brevetti sul software. Per evitare sorprese


Roma – Dopo che il Parlamento Europeo, in prima lettura, ha sancito la non brevettabilità delle innovazioni software , a breve il Consiglio dei Ministri dell’Unione Europea ed ancora il Parlamento Europeo, in seconda lettura, dovranno decidere il destino della proposta della Commissione Europea.

Chiediamo che il Parlamento ed il Consiglio Europeo confermino e rinsaldino i principi contenuti nella Convenzione Europea sui Brevetti che esclude la brevettabilità degli algoritmi, dei programmi per elaboratore e dei metodi commerciali, per i motivi delineati su http://swpat.xsec.it/ .

A tal fine il CDTI (Club dirigenti tecnologie dell’informazione) di Roma e l’Associazione software libero presentano ai deputati ed agli eurodeputati italiani una LETTERA APERTA che chiede loro di firmare una richiesta ai ministri competenti affinché confermino, in sede di Consiglio europeo, le modifiche apportate dal Parlamento. Entrambe si trovano a partire dalla pagina http://swpat.xsec.it/ .

Chiediamo inoltre alle PMI ed ai professionisti che operano nel campo del software in Italia di FIRMARE E FAR FIRMARE IL NUOVO APPELLO al Consiglio dei Ministri Europeo, ai Governi Europei ed ai Parlamentari Europei che si trova sempre su http://swpat.xsec.it/ , e di inviarlo per posta o per fax seguendo le istruzioni ivi riportate.

Maggiori informazioni sui brevetti software in Europa all’ apposita pagina di documentazione dell’associazione software libero.

Associazione Software Libero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A proposito di... pedofobia
    Ho notato che sempre più spesso fotografie o filmati di bambini su riviste e televisioni celano il viso del piccolo. Siamo sicuri che sia una tutela a favore dei minori e non invece la paura della nostra società sempre meno capace e sempre più timorosa di raffrontarsi con i bambini e con il loro mondo per niente fobico e buonista come invece sta diventando quello degli adulti?
  • Anonimo scrive:
    Non solo quello purtroppo
    Si vuole punire ancora di più chi detiene/guarda pedopornografia. Lo vogliamo capire che chi scarica __gratuitamente__ pedopornografia non finanzia nessun mercato e nessun abuso su bambini? Si vuole dare una pena a tutti i costi? Ma almeno che non ci sia la galera! Cosa ci va a fare magari un 20enne in galera per aver scaricato una immagine? Ma ci rendiamo conto di quanto folle sia? Si rovina la vita di una persona che non ha fatto male a nessuno, adulto o bambino, per un file scaricato?Di questo passo sapete cosa succederà? Che i pedofili, quelli veri e non qualche navigatore curioso, col cavolo che si limiteranno a scaricare pedopornografia ma considerato quanto rischiano andranno direttamente a stuprare un bambino. Tanto, se quello che rischiano è uguale, almeno si "divertono" di più.Abominevole vero?E' quello che questo stato schifoso sta facendo accadere con la sua politica sessuofobica, pedofobica (paura dei bambini) da caccia alle streghe!
  • Anonimo scrive:
    Vergogna vergogna vergogna
    Rendere illegali le foto di maggiorenni ma che "sembrano" minorenni e addirittura le immagini realizzate al computer di apparenti minorenni?? Ma stiamo scherzando??Scusate forse mi sono perso qualcosa, ma queste leggi non dovrebbero TUTELARE I BAMBINI DA ABUSI??E allora allo stato che c***o gliene frega se uno non e' tanto a posto e preferisce guardare foto porno di apparenti bambini ma che non sono bambini piuttosto che di cavalli (ci sono eccome) o gente che piscia (ci sono) ecc. ecc.??Lo stato vuole punire col codice penale chi ha idee considerate "diverse". Questo e' un regime!! Che schifo!!
  • Anonimo scrive:
    Pero cosi
    facendo, ammesso che ci riescano(e tecnicamente non capisco come possano fare), tolgono uno dei principali strumenti per beccarli.Quante volte si sente dire che molte persone vengono arrestate per via della carta di credito!?!Non vorrei che si dessero la zappa sui piedi.
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito 2
    "Più controverso, invece, il fatto che la nuova legge renderebbe illegale, perché considerato pedopornografico, anche il materiale prodotto da maggiorenni che sembrino minorenni"...che 'sembrino'... ?? cosa vuol dire ? ma non esistevano delle perizie per stabilire l'età di una persona n una foto ?... prevedo una grossa estensione della caccia alle streghe...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito 2
      infatti è una cosa un po' ridicola detta cosi.Vohglio anche capire come si rende giuridicamente il termine "sembri": lo chiedono a 10 persone e vanno a maggioranza?Non vorrei dire eresie, ma secondo me un maggiorenne che dimostra 13 o 14 anni ce ne vuole..Quanto alle ragazze di 16-17 anni è illegale senz'altro, ma parlare di pedofilia a quell'età..bohIn ogni modo è un fenomeno che va arginato senz'altro.Ma secondo me devono agire in altri modi ed essere più incisivi, ad esempio arginando il vergognoso fenomeno del turismo sessuale infantile (e penso una pubblicità non basti) e prevenendo gli abusi familiari, magari facendo attenzione ai bambini.Insomma un fenomeno tanto truce fa affrontato in modo organico.
    • magobone scrive:
      Re: Non ho capito 2
      Infatti, anche secondo me questa è una baggianata. Perchè allora se questo è vero dovrebbero chiudere MILIONI di siti internet dove ci sono pornostar vestite da scolarette ;) Oppure praticamente tutti i siti pornografici giapponesi, visto che sfido chiunque a distinguere una giapponese di 20 anni da una di 12 :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho capito 2
        - Scritto da: magobone
        Infatti, anche secondo me questa è una
        baggianata. Perchè allora se questo è vero
        dovrebbero chiudere MILIONI di siti internet
        dove ci sono pornostar vestite da scolarette
        ;) Oppure praticamente tutti i siti
        pornografici giapponesi, visto che sfido
        chiunque a distinguere una giapponese di 20
        anni da una di 12 :DWow, sei un vero vero esperto eh? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito 2
      - Scritto da: Anonimo
      ... prevedo una grossa estensione della
      caccia alle stregheLa mia ragazza di 25 anni sembra una 14enne, sia come altezza (1,62 Mt) sia come fisico (molto minuta con una 2nda di reggiseno), ma sopratutto come viso....... Potro ancora appartarmi con lei o saro' passibile di denuncia per pedofilia da oggi in poi??? :D:D:DChe Matti che stanno diventando i politici in sto paese... 8)
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito...... :s
    Non ho capito come dovrebbe fare la Banca d'Italia a collegare delle transazione con C/C a siti Pedoporno....Non penso che chi le utilizza per queste transazioni indichi ofaccia indicare come causale "Abbonamento a sito Pedoporno..." O forse non ho capito io il senso della proposta...:Qualcuno mi illumina?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito...... :s
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno mi illumina?Ma se non sanno neanche loro quello che vogliono!
Chiudi i commenti