Brevetti, la grande guerra dei Pentium

Intel se la deve vedere in tribunale con una società che sta denunciando i suoi partner e che ora intende contro-denunciare la stessa Intel. Al centro i microprocessori e i brevetti incrociati su cui si muovono miliardi di dollari


Roma – Sono tre i brevetti che una piccola società americana sta sparando da qualche tempo contro alcuni grossi partner di Intel , accusandoli di averli violati nel realizzare i propri computer. Azioni che hanno però svegliato il gigante che dorme e ora Intel ha deciso di trascinare la Patriot Scientific in tribunale per disattivare quella bomba sul proprio business, quel terzetto di brevetti che intende far invalidare.

Patriot Scientific, che ha già preannunciato una contro-querela contro Intel, rivendica il brevetto su architetture di processori ad alto rendimento e basso consumo energetico e su processori ad alto rendimento che hanno velocità di clock varabile. Una situazione che ha spinto la piccola società a far la guerra a colossi del calibro di Sony, Matsushita, Fujitsu, Toshiba e NEC, pur avendo nel mirino non chi realizza computer con quei microprocessori ma chi produce i microprocessori stessi, Intel appunto. Le cause intentante contro i produttori giapponesi sono tutte legate all’utilizzo da parte loro di processori Intel. E i danni richiesti da Patriot sono nell’ordine delle centinaia di milioni di dollari

All’inizio di quest’anno, Patriot, una società di otto persone che rivende computer basati su processori RISC a 32 bit, ha varato un “programma di adeguamento alle proprietà intellettuali” che in pratica vorrebbe mettere “fuorilegge” le centinaia di aziende che utilizzano processori con capacità di processo superiori ai 120 MHz .

Ciò che Patriot rivendica, dunque, è di aver sviluppato la tecnologia che rende le CPU più veloci attraverso la regolazione del clock interno e di averla integrata con clock variabili interfacciati dalla CPU stessa. “I microprocessori con velocità superiore ai 110-120 MHz – sostiene l’azienda – possono violare parti del nostro portfolio di brevetti”. Inevitabile dunque che futuri sviluppi della cosa sul piano giudiziario possano riguardare direttamente tutti i grossi produttori di microprocessori , da Motorola a IBM passando, evidentemente, per AMD.

Per reagire alla situazione, Intel ha chiesto ad un giudice federale di San Francisco di dichiarare che le proprie attività non urtano con i brevetti di Patriot Scientific in modo tale da evitare futuri problemi giudiziari.

Da parte sua Patriot ha dichiarato che procederà a denunciare Intel per aver violato il proprio brevetto su un sistema di clock variabili che sincronizza le operazioni interne del processore con le istruzioni esterne. “Il portfolio di Patriot – ha dichiarato l’azienda – riguarda le tecnologie fondamentali di oltre 18 miliardi di dollari di microprocessori venduti negli Stati Uniti l’anno scorso”. Sebbene i brevetti di Patriot siano stati riconosciuti solo recentemente, sono tutti stati depositati nel 1995. A parlare, ora, dovrà essere il giudice.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ritorno al MedioEvo
    Pedofili AL ROGO!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia fai schifo
    purtroppo concordo...la caccia alle streghe porterà alla rovina centinaia di persone se non migliaia..
  • Anonimo scrive:
    Re: porno
    - Scritto da: Anonimo
    Quindi per te porno = educazione sessuale...
    ma va...Non ho parlato di educazione sessuale, ma se tu da ragazzino (e intendo anche prima dei 14 anni) non ti sei mai visto le riviste porno sei tu quello fuori dalla norma, non io...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    Lo scambio è pur sempre una forma di
    "mercato". Nota che avevo usato apposta le
    virgolette.Ok lo scambio è una forma di mercato.Il download da Usenet (dove una volta che il tizio ha inviato il file non può avere un riscontro di chi e quanti hanno scaricato) lo è ancora? E se sì, per quale motivo? Per fare un paragone con la vita reale sarebbe come se avesse trovato la foto per terra e se la fosse portata a casa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    "La tua libertà finisce dove
    comincia quella degli altri."Giusto, ma allora perché una foto di un maggiorenne, consenziente, che "sembra" minorenne, dovrebbe rappresentare un reato?E comunque, perché il mero possesso di una foto che rappresenta un reato dovrebbe rappresentare un reato a sua volta?E per quale motivo questo discorso non sarebbe applicabile a tutti i reati?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    Tutto questo quando ci sono problemi e abusi
    reali, tanto in chi compie che in chi guarda
    e distribuisce.Adesso però spieghi in chi guarda (attenzione, non ho detto compra, non ho detto produce, non ho detto finanzia) dove e perché sarebbe l'abuso.Semmai il contrario: uno che guarda si sentirà appagato e pertanto meno invogliato a fare quelle cose nel reale, cosa che, se non potesse guardare, prima o poi farebbe.Basti pensare il mondo senza l'esistenza della pornografia (quella normale) e senza la possibilità di approcciarsi legalmente alle donne: sarebbe pieno di stupratori.Applicare lo stesso discorso ai pedofili non mi pare difficile.
  • Anonimo scrive:
    porno

    Semmai il discorso da fare è un
    altro: l'età del consenso è 14
    anni in Italia (che diventa 13 se l'altro
    è minorenne e ha meno di 3 anni di
    differenza, o sale a 16 se l'altro ha un
    qualche rapporto di tutela col minore, ossia
    è un pubblico ufficiale), ma
    l'età dei soggetti ritratti in foto e
    video non può essere inferiore ai 18
    anni, così come l'età per
    VEDERE la pornografia (quella legale
    intendo) rimane di 18 anni.
    Cioè secondo il legislatore i 14enni
    imparano a scopare col passaparola.
    Poi per forza che si sente di 14enni messe
    incinte dai fidanzatini e via dicendo.Quindi per te porno = educazione sessuale... ma va...poche idee ma confuse...anche nelle produzioni porno più raffinate non mi sembra di avere mai visto parlare seriamente di come va presa la pillola, pochissime volte su come si usa correttamente un profilattico, nulla o quasi sui metodi naturali, ancor meno sulle malattie sessualmente trasmisibili. per non parlare delle tecniche usate, adatte più che altro a pornostar consumate e per essere filmicamente spettacolari, o per rientrare in stereotipi, non certo per la loro efficacia o praticabilitàti è mai balenato in mente che il porno è proibito ai minorenni (che peraltro, come giustamente ricordi, possono per legge già fare sesso) non perchè sia "immorale" o "scandaloso" ma perchè è clamorosamente diseducativo essendo essenzialmente una fiction che trascura il fatto che esistono mts, gravidanze indesiderate e che il fine del sesso non è fare contenta una platea di spettatori?Questo un maggiorenne che fa sesso da anni dovrebbe saperlo, quindi non rischia di formarsi false e pericolose certezze in base ad una fiction.
  • The FoX scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: The FoX
    Sempre in attesa di risposta...Io sono sempre qui...non e' che le tue "incrollabili" convinzioni, alla prova dei fatti, stanno mostrando qualche crepa?
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia fai schifo

    Non sarebbe la prima volta... del resto
    è più conveniente rubare un CD
    dal negozio che copiarlo... bella questa, non ci avevo mai pensatoma in fondo è proprio così!ed in fondo il rischio è veramente nulloperché in caso di perquisizione dellacasa gli MP3 potrebbero trovarli (o icd masterizzati) ma per il CD rubatomica devo tenere lo scontrino...mi hai dato un'idea :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    Oddio, quando leggo articoli contro lademonizzazione di tutto questo, di giuristiilluminati come il Monti devo dire cheopinioni semplicistiche come le tue nonmi sembrano neppure infantili...... solo patetichetralasciando poi la pochezza dell'esempio...
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: The FoX
    La gratuita' della cosa non toglie
    l'illecita' della stessa.Allo stesso modo dello sharing di file coperti da copyright.
    Semmai io contesto la "pedofilia virtuale",
    creata con lo scopo "reale" di colpire la
    pornografia e realizzare nuovi
    strumenti di controllo di Internet in
    generale.
    Come si puo' ritenere seria una legge che
    condanna x foto di MAGGIORENNI che per il
    loro aspetto fisico sembrano, sottolineo
    SEMBRANO, minorenni.Per non parlare di disegni e racconti dove di persone REALI non ce n'è neanche l'ombra.
  • The FoX scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: Anonimo

    e chi l avede è

    responsabile come chi la produce
    Se chi la vede non paga, non produce e non
    vende, non vedo, onestamente, come possa
    esserne responsabile. E si parlava di P2P
    che è per sua stessa natura
    gratuito...La gratuita' della cosa non toglie l'illecita' della stessa.Semmai io contesto la "pedofilia virtuale", creata con lo scopo "reale" di colpire la pornografia e realizzare nuovistrumenti di controllo di Internet in generale.Come si puo' ritenere seria una legge che condanna x foto di MAGGIORENNI che per il loro aspetto fisico sembrano, sottolineo SEMBRANO, minorenni.
  • The FoX scrive:
    Cogito ero sum
    Cogito ergo sum Questo diceva Cartesio.E questo sembrano pensare certi benpensanti che, purtroppo, in alcuni casi ricoprono cariche pubbliche o hanno buoni agganci politici.Penso per cui sono.Penso di commettere un reato (ed anche cose che esattamente reati non sono), per cui sono un criminale.L'apoteosi di questa corrente di pensiero e' stata la creazione della "pedofilia virtuale".Nulla di reale, tranne il reato creato apposta.Allora ben venga la Precrimine.Ma venga per tutti.Perche' l'approfittarsi dell'emotivita' della gente, in relazione ad argomenti quali la pedofilia e il terrorismo, per far accettare politiche votate alla sistematica riduzione delle liberta', ed al controllo piu' invasivo della privacy, sono per me un reato.Putroppo ho smesso di sorprendermi del fatto che la gente non capisca, o non voglia capire, ma si sa... la gente e' una brutta bestia.Un enorme serpentone senza testa, sempre pronto a seguire tutto cio' che gli si pone davanti. :(==================================Modificato dall'autore il 10/02/2004 20.31.20
  • Anonimo scrive:
    free.it.computer.sequestri
    E' un newsgroup che necessita di essere popolato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: vegeta
    la mia ignoranza è dovuta al fatto
    che i pedofili passano per vie di fatto e
    non sui pc?a questo alludi.stai certo che
    chi ha "orientamneti pedofili" prima o poi
    un bimbo lo molesta.anche se lo vede wsolo
    nudo è una molestiaAllora chiudiamo le spiagge a tutti i pedofili, visto che le spiagge italiane sono piene di bambini seminudi e qualcuno pure nudo.Come facciamo per scovarli? Gli attacchiamo un arnese al pipino e vediamo se quando passa il figlio del tizio all'ombrellone gli si allunga e quando passa la tipa che sembra Pamela Anderson no?
  • Anonimo scrive:
    Re: risalita dalle tracce lasciate in rete?
    - Scritto da: Anonimo
    Anche se non è la stessa cosa, ma se
    uno scarica da me un mp3, dov'è che
    sul suo pc resta scritto che quel file l'ha
    scaricato da me? Se è così,
    quando pizzicano uno che condivide musica,
    gli fanno una visitina e dal suo pc vedono
    anche da chi lui ha scaricato?Appunto per questo si può dedurre che non esiste il tizio di Cagliari pizzicato, ma che sia stato usato l'adescamento che è palesemente illegale.
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi dire che ....
    - Scritto da: Anonimo
    che siamo tutti a rischio di venire
    perquisiti in casa da un momento all'altro,
    ma che comunque una volta che non trovano
    niente sul tuo pc almeno puoi dormire
    tranquillo?Esatto, può essere per errore, può essere per una calunnia o per delazione, può essere tutto, ormai la situazione è folle e tranne punto informatico non ne parla mai nessuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: ryoga
    il 90% ( o comunque la stragrande
    maggioranza ) dei ragazzi, oggi ha il suo
    *PRIMO* rapporto tra i 15 e i 16
    anni.....che facciamo...li sbattiamo tutti
    in galera?Ancora una volta, visto che non vi entra proprio in testa: hanno compiuto 14 anni, possono per la legge fare quello che voglio con chi vogliono.Semmai il discorso da fare è un altro: l'età del consenso è 14 anni in Italia (che diventa 13 se l'altro è minorenne e ha meno di 3 anni di differenza, o sale a 16 se l'altro ha un qualche rapporto di tutela col minore, ossia è un pubblico ufficiale), ma l'età dei soggetti ritratti in foto e video non può essere inferiore ai 18 anni, così come l'età per VEDERE la pornografia (quella legale intendo) rimane di 18 anni.Cioè secondo il legislatore i 14enni imparano a scopare col passaparola.Poi per forza che si sente di 14enni messe incinte dai fidanzatini e via dicendo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: vegeta
    ma non rispondi alle domande.la pedofilia
    sul p2p esisteNon la pedofilia (orientamento sessuale) ma semmai le foto o i filmati pedopornografici.
    e chi l avede è
    responsabile come chi la produceSe chi la vede non paga, non produce e non vende, non vedo, onestamente, come possa esserne responsabile. E si parlava di P2P che è per sua stessa natura gratuito...
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: vegeta
    domada:ti fraeebbe piacere sapere che
    qualcuno pensa di ucciderti o violentarti?Affaracci suoi.Io penso tante volte di uccidere qualche politico.Finché non lo faccio o mi attuo per metterlo in atto (e per attuarmi intendo procurarmi armi e cose simili), sono affaracci miei quello che penso. Lo Stato non può e soprattutto NON DEVE controllare il mio pensiero come del resto non può e NON DEVE controllare quello di chiunque altro.
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi dire che ....
    Da me sono arrivati alle 7 del mattino, tranquilli ma convinti che avessi scaricato foto pedofile anche solo per curiosità, invece io mi trovavo difronte ad un equivoco!Hanno portato un mandato, avevano l'accusa di diffusione di immagini pedopornografiche tramite il mio sito (che non ha foto porno ma foto erotiche tipo playboy) e mi hanno indagato, portato via il pc per 1 anno e mezzo...E ora mi hanno detto che si sono sbagliati e scusaci.800 EURO di avvocato per nulla, ma per fortuna la cosa non è finita male!- Scritto da: Anonimo
    Vuoi dire che

    anche se non si sono portati via niente,
    chissà che non abbiano in mano
    qualcosa per rompermi i coglioni avanti

    oppure

    che siamo tutti a rischio di venire
    perquisiti in casa da un momento all'altro,
    ma che comunque una volta che non trovano
    niente sul tuo pc almeno puoi dormire
    tranquillo?
  • Anonimo scrive:
    vuoi dire che ....
    Vuoi dire cheanche se non si sono portati via niente, chissà che non abbiano in mano qualcosa per rompermi i coglioni avanti oppureche siamo tutti a rischio di venire perquisiti in casa da un momento all'altro, ma che comunque una volta che non trovano niente sul tuo pc almeno puoi dormire tranquillo?
  • Anonimo scrive:
    Cosa strana con Mydoom Worm
    Mi saranno arrivate almeno 50 email con mydoom worm A questa settimana, e una anche dall'indirizzo diretta@processodibiscardi.it e io non ho mai avuto nulla a che fare con quegli urlatori;)Per fortuna che ho messo nod32 che mi blocca e cancella tutto altrimenti me lo sarei preso decine e decine di volte.Cosa puo' essere?
  • Anonimo scrive:
    Re: ISTERIA. Il mio caso: uno shock
    Non si può mai star tranquilli, non commettere l'errore di credere che sia passato tutto. Ora che sai come vanno le cose, in che modo ti entrano in casa, e in che modo durante la perquisizione cercano di "avvilirti", puoi testimoniare che non è il caso di star tranquilli.Però sei stato fortunato.. di solito portano via tutto e la "perquisizione" la fanno con i comodi loro.
  • ElfQrin scrive:
    Don Di Noto e i sedicenti "hacker"
    Sono amministratore o collaboratore di alcuni popolari siti dedicati all'hacking, tra cui http://neworder.box.sk e http://www.2600.comAll'epoca (gennaio 1998 ) ricevetti anch'io la famosa -- o famigerata -- e-mail di Don Fortunato Di Noto e già al tempo gli risposi esprimendo tutte le mie perplessità.La mia opinione sull'hacking e etica hacker, che cita anche questo episodio, la trovate nel documento "essere hacker":http://www.google.com/search?hl=en&lr=&ie=ISO-8859-1&q=essere+hacker+qrindisponibile anche in inglese ("being a hacker"):http://www.google.com/search?hl=en&lr=&ie=ISO-8859-1&q=being+hacker+qrin==================================Modificato dall'autore il 10/02/2004 19.20.22
  • Anonimo scrive:
    ISTERIA. Il mio caso: uno shock
    Circa 10 mesi fa mi sono arrivati in casa alle 7 di mattina con un mandato di perquisizione per il pc.Ci hanno dato un'occhiata, hanno visto che non c'era un cazzo di niente e mi hanno rilasciato un verbale di perquisizione eseguita con esito negativo.Non hanno sequestrato nulla, hanno salutato e se ne sono andati.Mai più saputo niente.Dite che si può star tramquilli?
  • The FoX scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    Sempre in attesa di risposta...
  • Tony Sarnano scrive:
    Chi guida la crociata?
    Per capire meglio come la piaga del pedoporno viene combattuta (a parole) nel nostro Belpaese vi invito a leggere questo articolo scritto nel 2002 dall'avv. Andrea Monti:http://www.ictlex.net/internal.php?sez=art&IdT=7&IdTA=4&IdA=46Ma cosa possiamo pretendere quando un personaggio come quello descritto nel lucido articolo dell'avv. Andrea Monti non solo non viene tenuto sotto stretta viglilanza dalla Polizia Postale, ma diventa addirittura consulente del ministro Gasparri?Possibile che a nessun magistrato sia mai balenato un leggero sospetto sul personaggio di cui sopra?Possibile che il clima d'intimidazione sia tale che appena un tapìno scrive un post chiaramente ironico sul personaggio di cui sopra (ironico perché scritto utilizzando lo stesso pittoresco linguaggio che di solito costituisce la cifra stilistica che la televisione e la stampa nazionale utilizza per parlare di internet, "àchers" e pedoporno) la Redazione di PI si sente in dovere di relegarlo alla sezione "Forum X" ( http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=532109&disc=1 ) per evitare ritorsioni?Si. Possibile, e infatti capisco perfettamente la Redazione, dato che io al loro posto mi sarei comportato esattamente allo stesso modo, pur se a malincuore.Eppure qualsiasi persona di buon senso conviene che la definizione giusta per il personaggio di cui sopra è "delinquente" in quanto persona che, ha reiteratamente messo in pratica comportamenti passibili di sanzione legale per qualunque altro privato cittadino.Eppure qualsiasi persona di buon senso conviene che il posto adeguato ad ospitare un delinquente incallito quale il personaggio di cui sopra è la galera, non certo il Ministero delle Comunicazioni.Eppure qualsiasi persona di buon senso è colta dal leggerissimo sospetto che il personaggio di cui sopra e i suoi compagni di merende possano impunemente macchiarsi del reato che pubblicamente dichiarano di combattere.Eppure opinioni adeguatamente argomentate sul personaggio di cui sopra sono state espresse non solo da poveri tapìni, non solo da semplici persone di buon senso, ma anche da autorevoli commentatori come ad esempio il già citato avv. Andrea Monti o Giancarlo Livraghi (ricordo bene alcuni suoi commenti proprio qui sul forum di PI), autorevoli in quanto "internettiani" di lungo corso e riconosciuti conoscitori di cose della rete.Eppure tutto questo non si può dire: il personaggio di cui sopra non si può criticare, per lui vige una legge a parte, diversa da quella che di norma vale per gli altri cittadini della Repubblica Italiana (e badate che mi sto sempre riferendo al personaggio di cui sopra, non al Presidente del Consiglio dei Ministri!).
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma dove stiamo andando?
    - Scritto da: vegeta




    ... il problema è che con tutte

    queste 'manovre' viene inculcata la

    pedofobia, giusto combarttere il
    fenomeno

    della pedofilia, diverso rendere chi
    guarda

    un bambino un potenziale maniaco, e
    questo

    modo di vedere le cose fa presa
    soprattutto

    su chi di internet non se ne intende...

    facile aggirare chi conosce poco o
    nulla...

    la pedofobia è tipica di chi guarda i
    bambini cvon osessione no con ammirazione.io
    li guardao ma giusto il tempo di aprezzarli
    e via.....io non mi faccio problemi a
    guardarli o a dire quanto è bello il
    bimbo sono normale......
    facile a dirsi... bisogna vedere cosa ne pensano i genitori dei bimbi che guardi anche "giusto il tempo di apprezzarli e via"...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    Ma il titolo del tuo messaggio di riferisce
    al contenuto dello stesso?....Ecco cosa intendo per infantile....
  • Anonimo scrive:
    Re: Proposta
    sono la persona che ha scritto il post di cui parlilo sai che la mia paura e' quella?che mi succeda quello che e' succeso a te...non ti invidioguarda che la cosa sta veramente prendendo una brutta piega.Hai visto il post che c'e' in risposta a quello che ho detto?la cattiveria, il terrore di chi ha scritto...bel mondo dove crescerà mia figlia.spero di trasmetterle piu "intelligenza" di quella che vedo in giro.
  • Anonimo scrive:
    risalita dalle tracce lasciate in rete?
    Anche se non è la stessa cosa, ma se uno scarica da me un mp3, dov'è che sul suo pc resta scritto che quel file l'ha scaricato da me? Se è così, quando pizzicano uno che condivide musica, gli fanno una visitina e dal suo pc vedono anche da chi lui ha scaricato?
  • Anonimo scrive:
    Precrimine

    E allora che facciamo?
    Istituiamo la Precrimine?Che ti piaccia o no il concetto di precrimine esiste eccome, ed è applicato in base al concetto di pericolosità potenziale e rischio plausibile.Ad esempio certo che puoi comprare un martello e poi usarlo su qualcuno, oppure gessetti e lavagna per pianificare una rapina, ma generalmente la sua pericolosità ed il suo utilizzo comune sono tali che questo articolo è di libera vendita, quindi non soggetto al controllo di una autorità che rilasci licenze o sorvegli l'acquisto o uso del mezzo. In pratica non commetti un precrimine di aggressione o peggio se compri un martello o un gessetto.Ma parallelamente non puoi comprare ad esempio un revolver o addirittura armi da guerra o una testata atomica senza una licenza, quindi un livello di controllo sul plausibile uso e destinazione del mezzo che vai ad acquistare... magari la usi per piantare chiodi col calcio, chi te lo vieta? Però è considerato potenzialmente pericolosa, troppo, e quindi un "precrimine" o atto di preparazione ad un potenziale crimine che va tutelato da una specifica legislazione. In effetti non tutti gli stati concordano nel ritenere sufficientemente pericolosa una pistola e negli USA certe armi vengono vendute con criteri di controllo più blandi che in Italia, come a dire, sono casi che vengono valutati diversamente con il punto di vista umano di chi fa le leggi, non verità filosofiche di principio.Parallelamente, chi stabilisce se il p2p è un mezzo a basso rischio, come un martello, o ad alto rischio di un uso nocivo, come un revolver o una testata nucleare? E quindi, chi stabilisce se il p2p vada lasciato totalmente libero come un martello che puoi comprare dal ferramenta sotto casa o se gli utenti vadano schedati o sorvegliati o periziati come chi richiede un porto d'armi (deve essere incensurato, sottoporsi periodicamente ad una perizia psicologica e tossicologica ecc...). Ecco che se il p2p viene considerato potenzialmente pericoloso oltre una certa soglia di rischio plausibile scatteranno necessariamente certi controlli sul diritto del libero cittadino ad utilizzarlo: può avere tendenze sessuali la cui realizzazione sarebbe eventualmente illegale? può esssere pregiudicato generico o in merito a reati per cui il mezzo lo favorirebbe a delinquere? può essere iscritto a logge massoniche? può essere un tossico? può avere turbe della personalità che lo porterebbero ad esempio ad insultare e perseguitare le persone che può conoscere in chat?Piaccia o no, la domanda della pericolosità del mezzo e della regolamentazione da applicare è perfettamente legittima e lo stabiliranno dei legislatori, non il primo pincopallino che passa.
    Tipo: si sono inventati la "pedofilia
    virtuale". Immagini fasulle o addirittura
    disegni.
    Ma pensassero a chi agisce nella realta'!!!In questo caso si alleggerisce la posizione di chi pubblica il materiale, non aggiunge nessun reato a quello della diffusione di materiale pornografico, o pedopornografico se sarà considerata questa una aggravante.Si alleggerisce anche la posizione di chi fruisce del materiale perchè non si aggiunge il favoreggiamento nei crimini per ottenere quel materiale, che non sussistono.Rimane la domanda, internet, il p2p ecc sono mezzi ad alto rischio o meno? Nella fattispecie, se lo saranno considerati, e quindi saranno applicati criteri di precrimine come in tante altre regolamentazioni (armi, macchinari, sostanze chimiche, licenze varie), potranno essere questi mezzi lasciati a disposizione di chi mostra una tendenza sessuale che POTREBBE essere soddisfatta solo violando i diritti della persona (del minore) e che POTENZIALMENTE può venire sfruttata anche da terzi che procurano materiale commettendo nella realtà questi reati?
  • Anonimo scrive:
    Re: Paura
    - Scritto da: warrior666
    Poi se vado a beccare il tipo, e vedo che un
    morto di fame e lo sta facendo magari per
    far un piacere al figlioletto gravemente
    malato...beh magari chiudo la porta del
    mercedes e torno a casa pensando che in
    fondo sono fortunato (si va beh ma questa
    è una favola) ;)E gli regali pure dei biglietti per il tuo prossimo concerto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    Ma il titolo del tuo messaggio di riferisce al contenuto dello stesso?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile

    "La tua libertà finisce dove
    comincia quella degli altri."

    E' quasi una banalità, ma le poche
    righe che hai scritto mi fanno dubitare che
    tu lo capisca. Per paura che i controlli
    delle forze dell'ordine possano beccare i
    tuoi quattro patetici CD masterizzati di
    Britney Spears, baratti volentieri la
    possibilità che i pedofili si passino
    materiale indecente e vergognoso. Se gli
    estimatori del P2P non si rendono conto che
    alcuni controlli (anche interni, dandosi una
    propria policy) sono necessari per dare una
    dignità al fenomeno, il P2P non
    diventerà mai una vera
    comunità degna di questo nome.... e
    resterà solo lo strumento "dei furbi"
    per arraffare roba "aggratis".Mi sembra che i presunti pedofili dell'articolo li hanno beccati con l'attuale piattaforma P2P, o sbaglio? Ne hanno beccato uno e sono risaliti agli altri proprio attraverso il P2P, o sbaglio?Anche l'attuale P2P consente di risalire agli utilizzatori. Il sistema è complesso, non è alla portata di tutti, ma se le forze di polizia vogliono hanno dato prova di poter risalire comunque agli utilizzatori, o sbaglio?Mi sembra che tu sia invece uno di quelli che in nome del demonio "pedopornografia" voglia farti gli affaracci altrui, tipo sapere chi ha scaricato l'ultimo di Britney Spears.Per fortuna la maggior parte della gente omai ha imparato a riconoscere le vostre "buone intenzioni" per quello che sono in realta: violazioni della privacy
  • warrior666 scrive:
    Re: Paura
    L'illegalità di certe azioni è stabilita dal codice penale, tutto ciò che ne sta al di fuori è opinabile. Ad ogni modo mi sembra semplice capire cosa sia giusto e cosa no..Mettiti nei panni dell'altro e valuta se gli stai o meno facendo un'ingiustizia. Pensa di essere un'artista o una casa produttrice di musica o film, cosa penseresti di chi scarica le tue canzoni via p2p?Senza minimamente conoscere il soggetto, penserei che mi stanno fregando dei soldi o quantomeno scroccano il mio lavoro giusto?Poi se vado a beccare il tipo, e vedo che un morto di fame e lo sta facendo magari per far un piacere al figlioletto gravemente malato...beh magari chiudo la porta del mercedes e torno a casa pensando che in fondo sono fortunato (si va beh ma questa è una favola) ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile

    Fino a dimostrazione contraria, il P2P
    funziona con lo scambio gratuito. Quindi non
    alimenta alcun "mercato".Lo scambio è pur sempre una forma di "mercato". Nota che avevo usato apposta le virgolette.O_o
  • warrior666 scrive:
    Re: Paura
    sbagliato, ci sono sempre tanti livelli sia nel bene che nel male, per cui non dare giudizi così generici. Se scarichi un pò di canzoni, ti beccano e la stampa per fare sensazione titola grosso criminale fermato.. non ti sembrerebbe un'eccesso? E se Tanzi dicesse che ha avuto una piccola svista nel fare i conti della società... non ti metteresti a ridere?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    Un reato che alimenta
    gusti e "mercati" ai danni di vittime
    innocenti e sfruttate.Fino a dimostrazione contraria, il P2P funziona con lo scambio gratuito. Quindi non alimenta alcun "mercato".
  • The FoX scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: vegeta
    ma non rispondi alle domande.la pedofilia
    sul p2p esiste e chi l avede è
    responsabile come chi la produceRispondi tu a questo:se i controlli che vogliono attuare su Internet venissero attuati in egual misura nel mondo reale (xche' cmq e' qui che agiscono coloro che realizzano cio' che finische ANCHE sul P2P), tu saresti cmq tranquillo e sereno?Oppure.Visto che chi realizza certe schifezze e' mischiato con le persone normali, e difficilmente vengono individuati, xche' non impedire il contatto col mondo esterno a tutti i bambini, lasciando loro facolta' di uscire dalla campana di vetro raggiunti i 18 anni?Soluzione che cmq non risolverebbe il problema degli abusi perpetuati in famiglia, che sono la maggioranza...Ragionaci bene, specie x tutte le possibili implicazioni, e rispondi sinceramente...
  • vegeta scrive:
    Re: Paura
    - Scritto da: Anonimo
    Ho letto questi messaggi e la mia idea
    è la seguente:

    Condividete musica e sapete che è
    illegale. Questa notizia vi fa PAURA
    perchè sapete che quando non ci
    saranno più pedofili le stesse
    tecniche saranno usate contro di voi. Solo
    per questo motivo siete contrari.taglio troppo lungo.....hai centarto solo in parte il problema.in effetti molti di qwuelli che si battono contro a queste notizie lo fanno per il motivo che hai esposto.molti invece pensano veramente che la cosa non è da criminaliinoltre sulla storia della polizia civetta.non vedo che ci sia di male.se uno scarica un mp3 dal poliziotto civetta non è per errore.i programmi p2p vengono usati per quetso
  • warrior666 scrive:
    Re: Paura
    Non so perchè ma nonostante il tono, mi trovo molto daccordo col tuo post. Infatti penso che la legge dev'essere limpida e cristallina, se metto in galera qualcuno, deve per forza aver trasgredito ad una legge particolare e non perchè in generale il suo comportamento è disdicevole per me o per la società. In secondo luogo se la cosa fa agitare in tanti probabilmente sono in tanti ad avere la coscienza sporca..Quindi è giusto il tuo ragionamento ho la coscienza a posto,facciano quello che vogliono e io dormo tranquillo lo stesso. Ma in questi casi tanti per difendere la coda di paglia che hanno, puntano il dito su una questione di principio.E pur sapendo che non sono nobili motivazioni a spingerli a parlare, credo che i problemi che tanti pongono non siano da meno dei problemi che cercano di tenere nascosti.Inanzitutto la tecnologia o qualsiasi mezzo dev'essere controllato a seconda dei casi e delle possibilità, ma non si può vietare a priori qualcosa, solo perchè qualcuno potrebbe utilizzarla in modo non conforme al suo scopo.E in secondo luogo c'è un discorso di privacy, ora o l'annulliamo a tutti i livelli, tanto nessuno ha niente da nascondere, e alla faccia del grande fratello. Oppure servono delle garanzie sulle quali tutti possano contare.La sicurezza la vogliamo tutti, ma questa in cambio non deve privarci della libertà, bene molto più importante.
  • vegeta scrive:
    Re: Divertente......


    Perche' :
    1) C'e' chi compra materiale illegale
    alimentando la malavita
    2) C'e' chi si ritrova un biglietto da 10
    euro falso tra le mani alimentando la
    malavita
    3) C'e' chi compra videocassette porno con
    bambini alimentando la malavita
    4) C'e' chi si buca alimentando la malavita
    5) C'e' chi compra azioni Parmalat
    alimentando i criminali
    .....

    Alla fine per strada ne resteranno solo
    ..... (chi?)

    Non confondiamo su chi commette il reato e
    chi no.

    Per me, uno che visiona un film pedoporno,
    e' un malato di mente cosi come chi visiona
    un film horror.

    Mettere in galera l'uno o l'altro, e' da
    idioti. (imho)ma ke kavolo dici.ki vede un film pornografico infantile è malato e non criminale?ma scherzi voglio sperare.Che sia malato o meno no lo giustifica a fare certe cose.deve pensare che se lui lo compra è perchè qualcuno pensa di venderglielo.Che in galera non ci finisce la schifezza dell'umnaità è un conto!Dire che chi fa certe cose non è un criminale nè è un'altra
  • vegeta scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: The FoX
    - Scritto da: vegeta

    domada:ti fraeebbe piacere sapere che

    qualcuno pensa di ucciderti o
    violentarti?
    E allora che facciamo?
    Istituiamo la Precrimine?


    inoltre qua nessuno diche che no bisogna

    pensarci ,ma si parla di foto fatte.atti

    pratici.lo capisci questo?

    Io lo capisco.
    Certi politici invece sembra di no, visti
    alcuni recenti provvedimenti...
    Tipo: si sono inventati la "pedofilia
    virtuale". Immagini fasulle o addirittura
    disegni.
    Ma pensassero a chi agisce nella realta'!!!ma non rispondi alle domande.la pedofilia sul p2p esiste e chi l avede è responsabile come chi la produce
  • Anonimo scrive:
    Re: Paura

    Sarebbe come se io dessi uno schiaffo a
    qualcuno e fossi incriminato per omicidio.
    Sempre di atti di violenza si tratta!E' logico che il reato è diverso!Sei perseguibile per un altro reato. Non per questo sei meno perseguibile.... Nè per questo al tuo reato non deve essere data importanza.
  • vegeta scrive:
    Re: Ma dove stiamo andando?

    prova a guardare i ragazzi che escono dalle
    medie e dalle superiori, analizzarne il
    comportamento , la moda, il loro modo di
    esprimerti e ti accorgerai che c'e' qualcosa
    che non funziona che va' molto piu' in la
    dei problemi della pedofilia,
    i nostri figli da qualche tempo stanno
    crescendo malissimo eppure a questi veri
    problemi non importa nulla a nessuno.
    Veramente quando sento i discorsi sulla
    protezione dei minori e poi me li ritrovo di
    fronte con il loro comportamente mi viene a
    sorridere ripensando a come i minori
    venivano e vengono considerati, o forse qui
    si vuole coprire dei problemi evidentemente
    meno gravi individualmente ma di larga
    diffusione che non devono essere toccati per
    motivi economici, l'intenzione quindi e' di
    spostare l'attenzione altrove.io + ke dire che stanno crescendo male dico che sono stati educati mali
  • vegeta scrive:
    Re: Ma dove stiamo andando?


    ... il problema è che con tutte
    queste 'manovre' viene inculcata la
    pedofobia, giusto combarttere il fenomeno
    della pedofilia, diverso rendere chi guarda
    un bambino un potenziale maniaco, e questo
    modo di vedere le cose fa presa soprattutto
    su chi di internet non se ne intende...
    facile aggirare chi conosce poco o nulla...la pedofobia è tipica di chi guarda i bambini cvon osessione no con ammirazione.io li guardao ma giusto il tempo di aprezzarli e via.....io non mi faccio problemi a guardarli o a dire quanto è bello il bimbo sono normale......
  • Anonimo scrive:
    Re: Paura
    - Scritto da: Anonimo
    Il fatto che esista qualcuno che ruba
    più di te non ti rende "meno ladro".
    Come il fatto che esista qualche produttore
    di film pedoporno non rende il fruitore meno
    colpevole.
    Sbagli.Nel caso degli mp3 io non ci guadagno, a differenza di chi stampa i cd.Nel caso del pedoporno, il produttore violenta i bambini, il fruitore no.L'"area" e' la stessa, la gravita' del crimine no.Sarebbe come se io dessi uno schiaffo a qualcuno e fossi incriminato per omicidio. Sempre di atti di violenza si tratta!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'estensione?????
    CIoè: dell'estensione tiene conto solo win, cosa dato per scontato quando si parla di informatica. Ma non è valida l'identità informatica=win, quindi....
  • ryoga scrive:
    Re: Divertente......
    - Scritto da: Anonimo[PARLANDO SULLA DROGA]
    Perchè non si indaga bene prima,
    prima di indagare qualcuno?
    Il gioco di parole rende l'idea?Secondo te, le droghe che vengono sequestrate :a) vengono distrutte ( in che modo? )b) vengono distribuitec) vengono rivendute Quale delle 3 e' quella giusta?
  • ryoga scrive:
    Re: Divertente......
    - Scritto da: vegeta

    - Scritto da: ryoga

    sbattono in galera chi visiona (per

    interesse o per sbaglio )quei file e
    non chi

    li produce.



    E' come se da domani si mettessero a

    sbattere in galera chi si "buca" e non
    chi

    spaccia.



    E' come metter in galera chi ha tra le
    mani

    un biglietto da 10 euro falso e non chi
    ha

    stampato il biglietto.



    E' come metter in galera l'azionista

    Parmalat e non chi ha truffato lo Stato
    con

    i suoi imbrogli.....



    Forse lo fanno perche' non hanno LE
    PALLE

    (permettetemelo) di affrontare i

    "criminali".

    Forse, dovrebbero passare il tempo a

    lavorare all'uncinetto....

    beh è copme se arrestaseero chi
    compra materiale pirata e non ki lo fa!

    lo sai che se fanno foto i bambini è
    perchè c'è chi le compra??Dato che *LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI*, allora da domani tutti in galera.Cioe'....TUTTI I XX MILIARDI DI PERSONE in galera.Perche' :1) C'e' chi compra materiale illegale alimentando la malavita2) C'e' chi si ritrova un biglietto da 10 euro falso tra le mani alimentando la malavita3) C'e' chi compra videocassette porno con bambini alimentando la malavita4) C'e' chi si buca alimentando la malavita5) C'e' chi compra azioni Parmalat alimentando i criminali.....Alla fine per strada ne resteranno solo ..... (chi?)Non confondiamo su chi commette il reato e chi no.Per me, uno che visiona un film pedoporno, e' un malato di mente cosi come chi visiona un film horror.Mettere in galera l'uno o l'altro, e' da idioti. (imho)
  • Anonimo scrive:
    Re: Paura

    Estendendo il discorso agli mp3, se un
    giorno iniziassero a "beccare" chi scarica
    musica, una domanda simile alla precedente:
    - Per ogni scaricatore di mp3 (che non lo fa
    per lucro), quanti produttori e venditori di
    cd taroccati arresteranno?Il fatto che esista qualcuno che ruba più di te non ti rende "meno ladro". Come il fatto che esista qualche produttore di film pedoporno non rende il fruitore meno colpevole.
  • lunix scrive:
    Proposta
    Ciao a tutti.Io comincio ad averne davvero abbastanza di questo clima di polizia che si sta creando attorno agli utenti internet e nella vita di tutti i giorni in generale.Io sono il primo a voler far sparire la violenza sessuale sui minori, ma cribbio tutto cio' non puo' diventare una caccia alle streghe (cominciamo con i pedofili, poi gli omosessuali, poi i comunisti, poi gli ebrei... l'ho già sentita questa storia...).Mi ricollego al post che ho letto questa mattina.Anche io ho una bambina di circa un'anno e questo evento mi ha completamente "rincretinito". Ogni bambino che vedo mi fermo a guardarlo estasiato pensando a mia figlia. Ebbene, qualche giorno fa in un supermercato c'erea un bambino che si era smarrito e piangeva... io mi sono avvicinato, lo preso per mano e lo ricondotto alla reception del centro commerciale. I genitori e la guardia giurata mi sono saltati letteralmente addosso e ci è mancato poco che mi denunciassero... LA FOLLIA TOTALE!Bene, faccio una proposta.Io sono un tecnico, e come me ce ne sono tanti. Propongo alle forze dell'ordine di dotarci di strumenti informatici per combattere i VERI REATI su internet, in primis la pedopornografia (QUELLA VERA).Poi, pero', che ci lascino in pace una buona volta...Io ci sto a collaborare in questo senso: e voi cosa ne pensate?Ovviamente mi firmo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    E' possibile che non capisci che chi compie reati gravi trovera' sempre un modo di aggirare i controlli (non solamente rinominando l'estensione)?Mentre nessuno ha voglia di fare i salti mortali per aggirare filtri nel caso voglia solo scaricare mp3.Ma una volta che i filtri ci sono, i pedofili troveranno metodi di scambio alternativi ed in saccoccia se la prenderanno solamente gli scaricatori di musica.Con gioia delle majors
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile

    Nel P2P per me puo' starci quello che si
    vuole, anche quelle foto lì, alla
    fine se nn stanno nel P2P staranno in
    qualche server il russia, magari a
    pagamento, ancor peggio.
    Alla fine la liberta' di espressione
    è più importante.Non se travalica il rispetto per la dignità delle altre persone, a maggior ragione se minorenni."La tua libertà finisce dove comincia quella degli altri."E' quasi una banalità, ma le poche righe che hai scritto mi fanno dubitare che tu lo capisca. Per paura che i controlli delle forze dell'ordine possano beccare i tuoi quattro patetici CD masterizzati di Britney Spears, baratti volentieri la possibilità che i pedofili si passino materiale indecente e vergognoso. Se gli estimatori del P2P non si rendono conto che alcuni controlli (anche interni, dandosi una propria policy) sono necessari per dare una dignità al fenomeno, il P2P non diventerà mai una vera comunità degna di questo nome.... e resterà solo lo strumento "dei furbi" per arraffare roba "aggratis".
  • The FoX scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: Anonimo
    Le foto pedopornografiche non sono un
    pensiero, la tua mente, i sogni, i tuoi
    disegni posso essere legali, anche se
    rappresentano immagini pedopornografiche.
    Ma le foto rappresentano il vero e quegli
    atti sono stati compiuti realmente. Per
    questo è reato detenere quelle foto.
    Se vuoi ti fai fare un disegno e te lo
    contempli.Non sei molto aggiornato a quanto vedo...Mai sentito parlare di "pedopornografia virtuale"?E' una cazz..a di stampo fascista, ma intanto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    Il pedo nel P2P non è un pretesto, parlando tempo fa con il vicequestore di Venezia, è venuto fuori che lo stanno sondando, mettono foto specchietto per attirare scaricatori e se si scaricano tutta la COMPILATION di Anna 5 anni, lo tengono sotto controllo.Ovviamente a Catania per esempio sono degli assassini alla polizia postale, indagano e arrestano tutti e poi ti scarcerano non chiedendoti nemmeno scusa (ne ho viste tante) invece per esempio a Venezia lavorano con i piedi di piombo e prendono solo le persone inciuciate anche con attivita' criminali, persone disturbate, ossessive, insomma non la semplice persona curiosa (anche se devo dire che curiosita')Come quelli che si vedono il sito rotten: ragazzi curatevi!

    Senti, vediamo di capirci. Il P2P e' come
    l'autostrada, ci siamo dentro tutti, i
    tranquilli, quelli piu' allegri e i pazzi o
    delinquenti. Non c'e' l'ingresso ad invito.

    E se ti leggi i vari thred qui su PI, vedrai
    che la caccia alle streghe (ti assicuro che
    il pedo serve solo da pretesto) non e' poi
    cosi' improbabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    A me sembri tu infantile, come puoi credere che il pedoporno possa far chiudere il P2P? lo mette semplicemente in cattiva luce, dove c'e' feccia e cose di bassa qualita'...un po' quello che penso da un po' di kazaa, ed invece un tempo era il mio preferito perchè veloce e preciso.50% VIRUS E FUCK, ma non c'entra.Nel P2P per me puo' starci quello che si vuole, anche quelle foto lì, alla fine se nn stanno nel P2P staranno in qualche server il russia, magari a pagamento, ancor peggio.Alla fine la liberta' di espressione è più importante.E che nessuno mi venga a dire, " allora ci mettiamo tua figlia lì" perchè primo gli spezzo le braccine e secondo mia figlia non ce la metterei nemmeno a 25 anni ( e non solo minorenne)IL male non si oscura e nasconde, ma si deve cercare di sconfiggerlo, prendendo i responsabili (chi produce no chi scambia troppo facile!)Marco- Scritto da: Anonimo
    Devo ammettere di essere non poco stupito
    dalle reazioni lette su questo forum. Di
    fronte ad una notizia che potenzialmente
    dovrebbe far riflettere, le reazioni
    oscillano tra il patetico e l'infantile - in
    maniera preoccupante, se consideriamo che i
    fruitori di punto informatico sono per lo
    più frequenti utilizzatori di
    internet, quando addiritttura non addetti ai
    lavori.

    Siamo di fronte alla notizia che uno
    strumento diffussissimo - il P2P, utile ma
    sicuramente abusato- qualcuno nel nostro
    paese compie un REATO. Un reato che alimenta
    gusti e "mercati" ai danni di vittime
    innocenti e sfruttate.

    E qual'è la reazione più
    comune? La paura che qualcuno porti via il
    giocattolo. Patetico e infantile. Invece che
    far crescere la consapevolezza del problema
    nella comunità P2P (ma poi è
    davvero una comunità?) si preferisce
    pararsi il culo, nella speranza di poter
    continuare a scaricare Mp3 e divx a sbafo...

    "Ma è solo un mezzo". Certo, anche
    gli aerei sono solo un mezzo. Ma quando
    vengono usati per bombardare bisogna
    ammettere che sono delle ARMI, che causano
    dolore a qualcuno. Questo non vuole dire
    demonizzare il mezzo; vuol dire denunciare
    gli usi e gli abusi che se ne fanno,
    consapevoli che il proprio utile non
    può danneggiare le libertà
    degli altri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    Le foto pedopornografiche non sono un pensiero, la tua mente, i sogni, i tuoi disegni posso essere legali, anche se rappresentano immagini pedopornografiche.Ma le foto rappresentano il vero e quegli atti sono stati compiuti realmente. Per questo è reato detenere quelle foto.Se vuoi ti fai fare un disegno e te lo contempli.- Scritto da: Anonimo

    E'pertanto un reato orientare le proprie
    preferenze sessuali

    su una persona che il libero consenso
    non lo dia (es stupro)

    Ma proprio non ci arrivi a capire la
    differenza fra il provare un desiderio e
    attuare un desiderio?
    Accendi il cervello, va'.
    Non ci sono pensieri legali e pensieri
    illegali. I pensieri sono affaracci di chi
    li fa. L'orienamento sessuale e' un diritto
    ed e' libero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Divertente......


    E' come se da domani si mettessero a
    sbattere in galera chi si "buca" e non chi
    spaccia.E' proprio cio' che vogliono ottenere con la nuova legge del signor Fini, io non mi drogo e non ho intenzione di farlo nei prossimi anni, ma non trovo giusto questa intolleranza e caccia alle streghe che porta a seri guai (procedimento penale) persone capitate lì per sbaglio.Perchè non si indaga bene prima, prima di indagare qualcuno?Il gioco di parole rende l'idea?
  • Anonimo scrive:
    Re: è vero

    credo che l'unica soluzione
    siano filtri posti direttamente dalle case
    produttrici di questi software e utilizzati
    volontariamente dagli utenti.non ho capito cosa intendi
  • Anonimo scrive:
    Re: cinico net
    - Scritto da: Anonimo
    ora datemi dello stronzo perchè none linux è meglio di windowse il padrone ci sfrutta!
  • Anonimo scrive:
    Re: c'entra con enkeywebsite?
    - Scritto da: Anonimo
    per nulla...leggiti il thread sull'altra
    notizia...

    keiskethanx
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma dove stiamo andando?
    - Scritto da: vegeta

    - Scritto da: Anonimo

    Ho avuto una figlia da poco.

    Ha 8 mesi...


    io non capisco cosa abbia a che fare tutto
    questo con l'articolo.io i bambini li gurado
    per strada specialmente i cicciottelli.sono
    adorabili quando dormono o si aggrappano ai
    papà.qua si parla di abusi sessuali
    nno di guardare i bambiniprova a guardare i ragazzi che escono dalle medie e dalle superiori, analizzarne il comportamento , la moda, il loro modo di esprimerti e ti accorgerai che c'e' qualcosa che non funziona che va' molto piu' in la dei problemi della pedofilia,i nostri figli da qualche tempo stanno crescendo malissimo eppure a questi veri problemi non importa nulla a nessuno.Veramente quando sento i discorsi sulla protezione dei minori e poi me li ritrovo di fronte con il loro comportamente mi viene a sorridere ripensando a come i minori venivano e vengono considerati, o forse qui si vuole coprire dei problemi evidentemente meno gravi individualmente ma di larga diffusione che non devono essere toccati per motivi economici, l'intenzione quindi e' di spostare l'attenzione altrove.
  • The FoX scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    - Scritto da: vegeta
    domada:ti fraeebbe piacere sapere che
    qualcuno pensa di ucciderti o violentarti?E allora che facciamo?Istituiamo la Precrimine?
    inoltre qua nessuno diche che no bisogna
    pensarci ,ma si parla di foto fatte.atti
    pratici.lo capisci questo?Io lo capisco.Certi politici invece sembra di no, visti alcuni recenti provvedimenti...Tipo: si sono inventati la "pedofilia virtuale". Immagini fasulle o addirittura disegni.Ma pensassero a chi agisce nella realta'!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse non mi sono spiegato

    Sto dicendo che il p2p e solo un mezzo
    "facile" per agguantare i porci, che
    esistono eccome, e chi li produceBeh, è un mezzo facile per beccare i porci sprovveduti che pensano di non farsi beccare perchè rinominano un file.Quelli grossi e furbi non li beccherai mai. Perchè non usano internet e si consegnano i filmati a mano o perchè li nascondono meglio splittandoli, zippandoli con password chilometriche o altro.
  • Anonimo scrive:
    Re: siccome che..
    - Scritto da: Anonimo
    I siti "civetta" non sarebbero certo una
    novità, ma qui si parla di
    condivisione di materiali opportunamente
    modificati, seppur nell'estensione. Quindi
    un previo accordo per far sapere del
    "trucco" ci deve esssere stato.I siti civetta sono stati finalmente ritenuti illegali ed iniziative simili consentite in casi specifici, è questo il punto.. non potendo più agire come prima, si inventano altro.. come un presunto utente beccato mentre condivideva e da cui sono risaliti ad altri.
  • Anonimo scrive:
    Re: siccome che..
    - Scritto da: Anonimo
    ...utenti disgraziati un cazzo! Ti scarichi
    un file da più di 100mb pensando che
    sia un mp3? e magari con un titolo
    abbastanza esplicito.. Credi siano vittime?Ormai si trovano in condivisione album completi o discografie complete, quindi i 100mb che ipotizzi tu, potrebbero anche essere di più. Inoltre un filmato di qualunque genere, potrebbe anche non essere più grande di 3-5 mb. Ed infine, pare siano stati rinominati anche i file, altrimenti che senso avrebbe cambiare solo l'estensione?..la storia puzza davvero..
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile

    Ma la situazione qui non e' di ammettere
    qualche controllo, ma di blindare la rete e
    chiudere, o quantomeno intrappolare, il P2P,
    facendo leva su fenomeni come il pedo. Il
    che -condereai- e' ben diverso....Non abbiamo alcuna intenzione di "blindare" o intrappolare niente e nessuno; solamente quello di limitare un uso illecito di una tecnologia immatura e perciò facilmente abusabile. Personalmente, al di là del mio lavoro, mi dà fastidio vedere tacciate le autorità di protagonismo o di caccia alle streghe da utenti che pare si preoccupino solamente di poter scaricare Eminem et similia. Tutto questo quando ci sono problemi e abusi reali, tanto in chi compie che in chi guarda e distribuisce.E scusate lo sfogo.
  • Rey_ scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    E secondo te non è normale che ci sia
    qualche pattuglia di polizia che ferma per i
    controlli, in una simile autostrada?
    Per la miseria, ma certo che mi va bene. E infatti non ho nulla in contrario a che la Postale o la GdF giri per Internet e il P2P, che' oltretutto ci girano di gia', e non poco....Ma la situazione qui non e' di ammettere qualche controllo, ma di blindare la rete e chiudere, o quantomeno intrappolare, il P2P, facendo leva su fenomeni come il pedo. Il che -condereai- e' ben diverso....
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile

    Che inizino a perseguire i pedofili del
    mondo REALE, quelli che gli abusi li
    compiono!Perseguire entrambi - visto che entrambi compiono reato - ti sembra male?
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili

    *PRIMO* rapporto tra i 15 e i 16
    anni.....che facciamo...li sbattiamo tutti
    in galera?be, c'è una legislazione in merito e come moltissimi altri articoli di legge c'è una bella distinzione se il soggetto che commette l'illecito è minorenne o maggiorenne, poi come in moltissime leggi c'è un margine mica piccolo sia nella interpretazione (il fatto costituisce reato o no) sia nella misura applicativa, certo un/a 18enne che va con un/a 17enne non verrà giudicato come un/a 60enne che va con un/a 3enne, o anche un/a 16enne con un/a 3enne, anzi, dato che ci deve essere una denuncia direi che a meno di guardare le carte di identità dei due nessuno si darebbe la briga di denunciare la coppia dei 17-18enni, che non arriverebbero nemmeno in giudizio mentre gli altri casi si.
  • vegeta scrive:
    Re: è vero

    E' falso come Giuda.
    La roba circolante è pochissima e
    spesso sotto il nome pedo girano i puttanoni
    ultraventenni.tu ke ne sai?
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia fai schifo
    - Scritto da: Anonimo
    Italia fai schifo perche' non capisci un ...
    Sbatti in galera e rovini le vite delle
    persone che scambiano pixel colorati mentre
    chi fa violenza sui bambini rischia
    pochissimo. Qualcuno potrebbe persino
    pensare che piuttosto che rischiare di
    essere beccato in internet sia meglio
    andarselo a cercare nel mondo reale un
    bambino.Non sarebbe la prima volta... del resto è più conveniente rubare un CD dal negozio che copiarlo...
  • ryoga scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili
    il 90% ( o comunque la stragrande maggioranza ) dei ragazzi, oggi ha il suo *PRIMO* rapporto tra i 15 e i 16 anni.....che facciamo...li sbattiamo tutti in galera?:|
  • vegeta scrive:
    Re: Divertente......
    - Scritto da: ryoga
    sbattono in galera chi visiona (per
    interesse o per sbaglio )quei file e non chi
    li produce.

    E' come se da domani si mettessero a
    sbattere in galera chi si "buca" e non chi
    spaccia.

    E' come metter in galera chi ha tra le mani
    un biglietto da 10 euro falso e non chi ha
    stampato il biglietto.

    E' come metter in galera l'azionista
    Parmalat e non chi ha truffato lo Stato con
    i suoi imbrogli.....

    Forse lo fanno perche' non hanno LE PALLE
    (permettetemelo) di affrontare i
    "criminali".
    Forse, dovrebbero passare il tempo a
    lavorare all'uncinetto....beh è copme se arrestaseero chi compra materiale pirata e non ki lo fa! lo sai che se fanno foto i bambini è perchè c'è chi le compra??
  • ryoga scrive:
    Re: Divertente......
    - Scritto da: Anonimo
    o forse perchè è un mercato
    che genera parecchi quattrini e nessuno ha
    interesse a fermarlo...Nel p2p non ci sono "soldi" in scambio.Nel mondo reale, c'e' una criminalita' organizzata che non ha scrupoli ( usano violenze anche su persone che non possono difendersi..... ) e quindi le forze dell'ordine dovrebbero agire con la mano pesante ( grilletto pronto ) e non con chi magari scarica ( quanti utonti magari vedono un file .mp3 e se lo scaricano non sapendo che quel file da 800Mb non puo' essere un file musicale? )
    c'è solo
    interesse a farsi belli in televisione...
    così magari arriva prue una bella
    promozione...Gia'......tanto vale sparare contro la croce rossa....si arriva in tv molto prima
  • vegeta scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili


    Ma proprio non ci arrivi a capire la
    differenza fra il provare un desiderio e
    attuare un desiderio?
    Accendi il cervello, va'.
    Non ci sono pensieri legali e pensieri
    illegali. I pensieri sono affaracci di chi
    li fa. L'orienamento sessuale e' un diritto
    ed e' libero.domada:ti fraeebbe piacere sapere che qualcuno pensa di ucciderti o violentarti?inoltre qua nessuno diche che no bisogna pensarci ,ma si parla di foto fatte.atti pratici.lo capisci questo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    E secondo te non è normale che ci sia
    qualche pattuglia di polizia che ferma per i
    controlli, in una simile autostrada?Che inizino a perseguire i pedofili del mondo REALE, quelli che gli abusi li compiono!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma dove stiamo andando?
    - Scritto da: vegeta

    - Scritto da: Anonimo

    Ho avuto una figlia da poco.

    Ha 8 mesi...


    io non capisco cosa abbia a che fare tutto
    questo con l'articolo.io i bambini li gurado
    per strada specialmente i cicciottelli.sono
    adorabili quando dormono o si aggrappano ai
    papà.qua si parla di abusi sessuali
    nno di guardare i bambini... il problema è che con tutte queste 'manovre' viene inculcata la pedofobia, giusto combarttere il fenomeno della pedofilia, diverso rendere chi guarda un bambino un potenziale maniaco, e questo modo di vedere le cose fa presa soprattutto su chi di internet non se ne intende... facile aggirare chi conosce poco o nulla...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'estensione?????
    - Scritto da: Anonimo
    "La tecnica per mascherare questi file, in
    modo da renderli riconoscibili soltanto a
    chi conosceva tale metodologia, consisteva
    nel modificarne l'estensione in modo da
    farli apparire come file musica"

    Cavolo, sono proprio dei geni, loro e chi
    considera questo 'mascheramento'. Come si
    vede che il mondo è proprio
    win-dipendente.... e mi stupisco di chi ha
    scritto l'articolo...cioè?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile

    Senti, vediamo di capirci. Il P2P e' come
    l'autostrada, ci siamo dentro tutti, i
    tranquilli, quelli piu' allegri e i pazzi o
    delinquenti. Non c'e' l'ingresso ad invito.E secondo te non è normale che ci sia qualche pattuglia di polizia che ferma per i controlli, in una simile autostrada?Se non hai niente da temere, ti fermi e mostri patente e libretto, no? Chi tira dritto e si lamenta delle multe sono quelli che di solito corrono di più....
  • Anonimo scrive:
    Forse non mi sono spiegato
    Io sono un informatico, figuriamoci se demonizzo internet.Sto dicendo che il p2p e solo un mezzo "facile" per agguantare i porci, che esistono eccome, e chi li produce,CErto che chi li produce non li vuole in rete. ma dato che qualcuno li mette forse e piu facile scoprire l'origine e chi lo ha fatto.Comunque se non ci fossero i pervertiti forse smetterebbero di farli i film pedo. Le violenze sui minori resterebbero, ma forse quelle a scopo di lucro diminuirebbero.Invece di stare a scricare certe cose , e' meglio andare a farsi un giro e magari incontrare una brava ragazza.
  • Rey_ scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    Non pensi che potrebbe essere sufficiente
    registrare l'utilizzo che si fa del P2P?

    Come per il porto d'armi, non è
    necessario vietare il possesso delle armi;
    basta controllare chi ne ha una per poter
    risalire ad eventuali usi illeciti.Ma ti fa cosi' tanta paura il P2P? Magari saresti anche stato d'accordo con la proposta di legge per conservare le e-mail...Credi davvero che il controllo (di chi poi?) sui mezzi di comunicazione ti renda piu' sicuro?

    O e' una responsabilità troppo
    grande, per chi utilizza il P2P?:-) Ma non lo devi chiedere a me. Domandalo a chi ci fa le porcate... Senno'

    Dovrebbero essere gli utilizzatori del P2P,
    consapevoli delle mele marce, a proporre
    soluzioni alternative e idee. Invece mi
    sembra che l'atteggiamento comune sia quello
    di additare la "caccia alle streghe" delle
    autorità, e a tenersi stretti i
    propri CD masterizzati dagli attacchi della
    RIIAAAHH!Senti, vediamo di capirci. Il P2P e' come l'autostrada, ci siamo dentro tutti, i tranquilli, quelli piu' allegri e i pazzi o delinquenti. Non c'e' l'ingresso ad invito. E se ti leggi i vari thred qui su PI, vedrai che la caccia alle streghe (ti assicuro che il pedo serve solo da pretesto) non e' poi cosi' improbabile.

    Bah, mi aspetterei un pò più
    di maturità.

    O_oMaturita' per cosa? Per prender per buone certe panzane? Dai, non sarai uno di quelli convinti che blindando Internet staremmo tutti meglio.....
  • Anonimo scrive:
    Ma dove stiamo andando?
    Ho avuto una figlia da poco.Ha 8 mesi...Ultimamente mi capita di fermarmi a guardare altri bambini (al supermercato, in giro) e immaginare mia figlia quando avrà 1 anno, 2 anni, 5 anni.Si, sono in un periodo un po' strano "bambinocentrico" :-DDDIl delirio e' che mi sono accorto che HO PAURA di guardare i figli degli altri....Cosa penseranno?Che sono un maniaco?UN PEDO_PORNO_CAZZIEMAZZI_MANIACO?Mi denunciano?Mi portano via mia figlia?Devo proprio fare una strage e ammazzare tutti (nel caso, altro che Costanzo)?Tutta questa situazione sta rasentando la FOLLIA.E' evidentemente una campagna orchestrata ad arte, tutti sappiamo che non e' internet il problema ma "la vita reale".Perche questa ansia sui bambini?Mi ricordo ancora quando il fotografo della mia città (piccola) metteva le foto dei bimbi (molti nudi) attaccati alla vetrina.Tutti passavano e guardavano quanto era bello o brutto il figlio di tizio o caio.Nessuno si faceva le seghe, nessuno architettava stupri di piccoli, vivevamo felici i figli degli altri come fossereo stati nostri.Ora vige il terrore e il sospetto-Vi dico solo una cosa, mia moglie (assolutamente informatizzata, ingegnere, intelligente e poco avezza alla paranoia) mi ha chiesto (non piangendo ma molto molto molto preoccupata) di non pubblicare in FTP le foto di nostra figlia per degli amici lontani.Era presa dal TERRORE che qualche d'uno le vedesse e magari sai vede le foto, poi circolano su internet, li c'e' pieno di maniaci, io non so, non mi piace sta cosa, mandagliele via posta (cd non mail), guarda io preferirei molto di piu....Cosa cazzo si puo' piu fare in questa situazione.Se la manovra era DEMONIZZARE internet e la sua libertà direi che HA FUNZIONATO
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma dove stiamo andando?
      Condivido in tutto.Anchio e mia moglie abbiamo i tuoi stessi problemi.Incredibile cosa sta diventando questo mondo.Qui si parla di un problema sociale serio, non di internet.Per me internet e solo un mezzo. Ne la difendo ne la demonizzo.
    • vegeta scrive:
      Re: Ma dove stiamo andando?
      - Scritto da: Anonimo
      Ho avuto una figlia da poco.
      Ha 8 mesi...io non capisco cosa abbia a che fare tutto questo con l'articolo.io i bambini li gurado per strada specialmente i cicciottelli.sono adorabili quando dormono o si aggrappano ai papà.qua si parla di abusi sessuali nno di guardare i bambini
    • eagleman scrive:
      Re: Ma dove stiamo andando?
      I bambini vanno protetti da un mondo che non li guarda com noi genitori. Io ne ho 04, e ormai hanno dai 17 in su, e quando erano piccoli gia stavo molto attento a quello che si presentava.Non tutti vedono i nostri filgi con i nostri occhi. Molta attenzione ci vuole quando presentiamo i nostri filgi al mondo, non si tratta di demonizzare, ma di spalancare gli occhi e stare molto attento a tutto e tutti.I pedofili non stano solamente in rete, sfortunamente sono a volte molto piu vicino di quanto si potrebbe credere. E noi genitori, anche inconsapevolmente, mandiamo i nostri dritti nella golla del mostro, e dopo non servira a niente piangere o lamentarsi del mondo. Dobbiamo obbligatoriamente fare molta attenzione al mondo che ci circonda e diffendere la nostra prole con la nostra propria vita.Vale a dire, i pedofili vanno condanati all'eterno, senza pietà, senza condono, senza perdono.È una lotta senza sosta e confini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma dove stiamo andando?
      mah, io non saprei;io so solo che la pedofilia esiste da 5000 anni e solo di recente e' diventata un tabu' cosi' grave (quando andavo a scuola 20 anni fa si trovavano spesso riviste per adulti con servizi contenenti bambini nelle edicole comuni), e dopotutto siamo ancora tutti qui , fatto sta che stanno sfruttando questa storia per colpire oggi il p2p e domani chissa' cos'altro quando in realta' per loro si tratta un problema di soldi e pirateria;visto che il p2p riesce a sfuggire a qualsiasi tipo di controllo ora occorre trasformarlo in un mostro pericoloso da fermare, e dato che sia le minacce dirette (vedi Riaa) che il tentativo di imporre un controllo in nome del terrorismo sono falliti stanno tirando in ballo anche il fattore pedofili come se piegando il p2p se ne risolvesse il problema.non vogliatemene con l'affermazione sui 5000 anni che ho riportato sopra ma statisticamente e' proprio cosi', tantissime cose che ora sono proibite allora erano una pratica comune ma nonostante tutto siamo qui e abbiamo il nostro benessere,ciao.
  • Rey_ scrive:
    Re: Io userei ogni mezzo per sbattere
    - Scritto da: Anonimo
    Vi ricordo che fanno qeusti film peche vi e
    sempre qualcuno che li guarda e internet eQui sbagli. E' come per il porno classico. Chi gira quei filmati viene PAGATO, sai che gli frega se poi lo guardano in diecimila o uno solo (esempio classico: lo snuff, vero o presunto)
    un mezzo faciel per scoprire le fonti e i
    consumatori.Eheheheheh... Dai, bella li'..... Ma cosa dici??????Le fonti? Perche' tu *sei convinto* che uno che gira un film pedo, con tutti i rischi e le complicazioni del caso, sia poi cosi' asino da metterlo bel bello in Internet, pubblicamente disponibile nel circuito P2P??? Ma RAGIONA!!! Quello e' materiale per cui ci sono umanoidi disposti a PAGARE! Altro che share.... I produttori di quella robaccia non lo fanno certo aggratis.E per quanto concerne i consumatori.... Per te uno che ha scaricato Paperino.mpg, oppure Bambola.mp3 e poi scopre che sono pedovideo, e' un consumatore? Perche' questo e' cio' che puo' succedere, o che gia' succede.Ti pare possibile che un pedo vizioso, sapendo cosa rischia, s'abbocchi al P2P, in bella vista, per scaricare quintalate di zozzeria? O non pensi che usera' vie alternative piu' discrete???
    SalutiBye! :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    Non pensi che potrebbe essere sufficiente registrare l'utilizzo che si fa del P2P?Come per il porto d'armi, non è necessario vietare il possesso delle armi; basta controllare chi ne ha una per poter risalire ad eventuali usi illeciti.O e' una responsabilità troppo grande, per chi utilizza il P2P?Dovrebbero essere gli utilizzatori del P2P, consapevoli delle mele marce, a proporre soluzioni alternative e idee. Invece mi sembra che l'atteggiamento comune sia quello di additare la "caccia alle streghe" delle autorità, e a tenersi stretti i propri CD masterizzati dagli attacchi della RIIAAAHH!Bah, mi aspetterei un pò più di maturità. O_o
  • Anonimo scrive:
    Re: Internet è un MEZZO....come il.....
    - Scritto da: Anonimo

    Perchè non sorvegliamo anche il

    telefono?

    Ma in che universo vivi?ne senso che non sa che è già sorvegliato, come qualsiasi altra mosas che facciamo, questo intendi, vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: Buffoni, il trucco lo abbiamo capito!
    - Scritto da: Anonimo
    Stante l'enorme gravità del problema
    pedofilia, si ricorda a tutti gli esseri
    umani (perchè ci sono anche i
    subumani) che internet è un semplice
    mezzo, così come il P2P, come il
    telefono o la posta ordinaria.

    Sono mezzi per scambiare informazioni.

    C'entrano con il problema pedofilia come il
    cavolo a merenda.

    Hanno qualcosa a che fare le autovetture con
    le rapine in banca? I coltelli con gli
    omicidi? Il gel per i capelli con i raptus
    omicidi ? La benzina con i piromani?
    Sì, l'azione UMANA, la
    volontarietà che adotta un semplice
    strumento per un fine invece che per un
    altro. Con il rasoio con il quale vi fate la
    barba, potreste sgozzare i vostri figli.

    Perchè non lo fate? Maneggiare un
    rasoio non vi fa diventare assassini? No? Ma
    come? Riguardo ad Internet è proprio
    quello che state sostenendo da anni.

    Basta! Alle vostre pagliacciate, cari miei
    bigotti, non ci crede più nessuno.
    Hai ragione al 100 x 100
  • Rey_ scrive:
    Re: Patetico, e infantile
    - Scritto da: Anonimo
    "Ma è solo un mezzo". Certo, anche
    gli aerei sono solo un mezzo. Ma quando
    vengono usati per bombardare bisogna
    ammettere che sono delle ARMI, che causano
    dolore a qualcuno. Questo non vuole dire
    demonizzare il mezzo; vuol dire denunciare
    gli usi e gli abusi che se ne fanno,
    consapevoli che il proprio utile non
    può danneggiare le libertà
    degli altri.
    Si' OK, ma allora?A me pare evidente che l'attacco sia CONTRO il P2P "per se", a seguito di evidenti pressioni prima della RIAA poi di FIMI e SIAE. Il pedo, in questo senso, serve come scusante, come giustificazione per la caccia alle streghe. A ME par chiaro, e mi sembra anche a tanti altri frequentatori del forum.Secondo te invece bisogna esser consapevoli degli abusi che vengono fatti del mezzo. Io sono consapevole, ma -torno a chiederti- e allora? La tua frase "il proprio utile non puo' danneggiare la liberta' degli altri" e' sibillina....    Vorresti chiudere il P2P per evitare che i pedo ci traffichino dentro?Ma se mai IO chiedo che arrestino o internino i pedo, in modo da ripulirmi il P2P.Questione di punti di vista....   Anche i camion (Nassyria insegna) possono essere usati come armi. Li vogliamo proibire? :)==================================Modificato dall'autore il 10/02/2004 10.58.57
  • Anonimo scrive:
    Re: Divertente......
    - Scritto da: ryoga
    sbattono in galera chi visiona (per
    interesse o per sbaglio )quei file e non chi
    li produce.

    Forse lo fanno perche' non hanno LE PALLE
    (permettetemelo) di affrontare i
    "criminali".
    Forse, dovrebbero passare il tempo a
    lavorare all'uncinetto....o forse perchè è un mercato che genera parecchi quattrini e nessuno ha interesse a fermarlo... c'è solo interesse a farsi belli in televisione... così magari arriva prue una bella promozione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Io userei ogni mezzo per sbattere
    - Scritto da: Anonimo
    in galera i porci che fanno e che guardano
    queste cose.
    Vi ricordo che fanno qeusti film peche vi e
    sempre qualcuno che li guarda e internet e
    un mezzo faciel per scoprire le fonti e i
    consumatori.
    SalutiCredo che in galera debbano finirci coloro che praticano la violenza, cioè chi fà i film e cmq sei convinto che prima dell'avvento del p2p non ci fossero questi film? sei davvero convinto che prima del p2p non fossero praticate violenze sui minori?sarebbe ora di smettere di demonizzare internet in quanto tale!
  • Anonimo scrive:
    Io userei ogni mezzo per sbattere
    in galera i porci che fanno e che guardano queste cose.Vi ricordo che fanno qeusti film peche vi e sempre qualcuno che li guarda e internet e un mezzo faciel per scoprire le fonti e i consumatori.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili

    Ma proprio non ci arrivi a capire la
    differenza fra il provare un desiderio e
    attuare un desiderio?
    Accendi il cervello, va'.mi autoquoto: "Non è un reato d'opinione, è un reato metterlo in pratica, certo la virtualità apre molte domande su cosa sia metterlo in pratica... "coda di paglia, voglia di fare polemica o semplice interruttore celebrale su off?in ogni caso siamo in una democrazia con i tre poteri fondamentali ben distinti e speriamo che lo rimangano e quindi saranno dei legislatori, col tempo, a stabilire cosa sia mettere in pratica o meno per quanto riguarda il "mondo viruale", certo da pensare qualcosa a condividere un file sul p2p la sostanza cambia e molto, dato che nel secondo caso è comunque necessaria una azione che si estrinseca verso l'esterno, che dunque non resta nel privato dell'individuo, e come tante altre sarà valutata dai legislatori, spero, non da movimenti di opinione in un senso o nell'altro, se sia opportuno legiferare in merito o meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia fai schifo
    e pensare che fino a poco tempo fa nelle pubblicita' dei pannolini si vedevano tranquillamente i bambini nudi...Poi e' arrivata l'isteria collettiva.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili

    E'pertanto un reato orientare le proprie preferenze sessuali
    su una persona che il libero consenso non lo dia (es stupro)Ma proprio non ci arrivi a capire la differenza fra il provare un desiderio e attuare un desiderio?Accendi il cervello, va'.Non ci sono pensieri legali e pensieri illegali. I pensieri sono affaracci di chi li fa. L'orienamento sessuale e' un diritto ed e' libero.
  • Anonimo scrive:
    L'estensione?????
    "La tecnica per mascherare questi file, in modo da renderli riconoscibili soltanto a chi conosceva tale metodologia, consisteva nel modificarne l'estensione in modo da farli apparire come file musica"Cavolo, sono proprio dei geni, loro e chi considera questo 'mascheramento'. Come si vede che il mondo è proprio win-dipendente.... e mi stupisco di chi ha scritto l'articolo...
  • Anonimo scrive:
    Patetico, e infantile
    Devo ammettere di essere non poco stupito dalle reazioni lette su questo forum. Di fronte ad una notizia che potenzialmente dovrebbe far riflettere, le reazioni oscillano tra il patetico e l'infantile - in maniera preoccupante, se consideriamo che i fruitori di punto informatico sono per lo più frequenti utilizzatori di internet, quando addiritttura non addetti ai lavori.Siamo di fronte alla notizia che uno strumento diffussissimo - il P2P, utile ma sicuramente abusato- qualcuno nel nostro paese compie un REATO. Un reato che alimenta gusti e "mercati" ai danni di vittime innocenti e sfruttate.E qual'è la reazione più comune? La paura che qualcuno porti via il giocattolo. Patetico e infantile. Invece che far crescere la consapevolezza del problema nella comunità P2P (ma poi è davvero una comunità?) si preferisce pararsi il culo, nella speranza di poter continuare a scaricare Mp3 e divx a sbafo..."Ma è solo un mezzo". Certo, anche gli aerei sono solo un mezzo. Ma quando vengono usati per bombardare bisogna ammettere che sono delle ARMI, che causano dolore a qualcuno. Questo non vuole dire demonizzare il mezzo; vuol dire denunciare gli usi e gli abusi che se ne fanno, consapevoli che il proprio utile non può danneggiare le libertà degli altri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni sempre utili

    Pedofilia = orientamento sessuale come lo e'
    l'eterosessualita' e l'omosessualita'. Non
    costituisce reato. La liberta' di pensiero e
    di orientamento sessuale e' un diritto
    inalienabile dell'uomo. E' invece reato la
    discriminazione sulla base dell'orientamento
    sessuale.Piccola precisazione, la libertà di orientamento sessuale si basa sul reciproco consenso, il consenso si fonda sulla capacità di giudizio, la maggiore età è stabilita a tavolino come spartiacque giuridico (nè quindi medico, nè filosofico, quindi non divaghiamo, stiamo parlando di ciò che è legale e ciò che non lo è) per stabilire quando la persona è in grado di esprimere pienamente un giudizio personale o un libero consenso.E'pertanto un reato orientare le proprie preferenze sessuali su una persona che il libero consenso non lo dia (es stupro) o non possa darlo (persone inferme, in coma, minorati psichici) o non lo abbia ancora maturato (il predetto limite giuridico sull'età).Non è un reato d'opinione, è un reato metterlo in pratica, certo la virtualità apre molte domande su cosa sia metterlo in pratica e non sempre le risposte che vengono dalla legislazione sono il meglio del meglio della razionalità o hanno applicabilità universale cmq un giudice ha un certo grado di libertà nell'interpretazione e applicazione delle leggi, specialmente, è ovvio, più queste sono complesse e ambigue.Dura lex, sed lex.
  • Anonimo scrive:
    Re: siccome che..
    ...utenti disgraziati un cazzo! Ti scarichi un file da più di 100mb pensando che sia un mp3? e magari con un titolo abbastanza esplicito.. Credi siano vittime? Mi sento molto garantista nei confronti di chi scarica, ma non siamo ipocriti, sicuramente ci sarà qualche sprovveduto ma la maggiorparte sanno benissimo cosa stanno facendo..e in questo caso non stanno impoverendo la rockstar di turno..
  • Anonimo scrive:
    Re: cambiare l'estensione???
    probabilmente quelli che non vengono beccati fanno così...
  • Anonimo scrive:
    Re: Internet è un MEZZO....come il.....
    Rispondo al thread precedente, ok se il neo papà vuole farsi giustizia da solo...ma poi ci sarebbe il carcere per lui;)Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia fai schifo
    - Scritto da: Anonimo
    Italia fai schifo perche' non capisci un ...
    Sbatti in galera e rovini le vite delle
    persone che scambiano pixel colorati mentre
    chi fa violenza sui bambini rischia
    pochissimo. Qualcuno potrebbe persino
    pensare che piuttosto che rischiare di
    essere beccato in internet sia meglio
    andarselo a cercare nel mondo reale un
    bambino.E' quelloche sto iniziando a pensare anch'io. Questa caccia alle streghe può avere effetti devastanti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è il boss del pedoporno italiano?
    - Scritto da: Anonimo
    Salve,
    Questo articolo intitolato "La guerra santa
    non legittima l'istigazione a delinquere",
    scritto qualche anno fa, puo' essere utile
    per inquadrare meglio il problema.
    Andrea MontiGrazie della segnalazione.IMHO, da laureando in legge, Di Noto dovrebbero arrestarlo.Punto e fine.
  • ryoga scrive:
    Divertente......
    sbattono in galera chi visiona (per interesse o per sbaglio )quei file e non chi li produce.E' come se da domani si mettessero a sbattere in galera chi si "buca" e non chi spaccia.E' come metter in galera chi ha tra le mani un biglietto da 10 euro falso e non chi ha stampato il biglietto.E' come metter in galera l'azionista Parmalat e non chi ha truffato lo Stato con i suoi imbrogli.....Forse lo fanno perche' non hanno LE PALLE (permettetemelo) di affrontare i "criminali".Forse, dovrebbero passare il tempo a lavorare all'uncinetto....
  • Anonimo scrive:
    Italia fai schifo
    Italia fai schifo perche' non capisci un ... Sbatti in galera e rovini le vite delle persone che scambiano pixel colorati mentre chi fa violenza sui bambini rischia pochissimo. Qualcuno potrebbe persino pensare che piuttosto che rischiare di essere beccato in internet sia meglio andarselo a cercare nel mondo reale un bambino.
  • Anonimo scrive:
    Re: Internet è un MEZZO....come il.....

    Perchè non sorvegliamo anche il
    telefono? Ma in che universo vivi?
  • Akiro scrive:
    Re: cambiare l'estensione???

    ma scusate; se cambio l'estensione di un
    file video da "avi" o "mpg" in "mp3" o "wav"
    non lo apre ugualmente?in teoria il sistema operativo associa di default dei programmi per aprire i file a seconda dell'estensione... in pratica se quando con il doppio click il programmati da qualke errore una persona sana di mente e con un po' di dimestichezza apre il file con qualke editor esadecimale e capisce che tipo di file è... se non sbaglio, doc, mp3 ed altri hanno l'estensione all'inizio, gli eseguibile hanno altre caratteristiche e così viacmq certo che se si rinominano file audio con altre estensioni di file audio il programma associato spesso è lo stesso (winamp legge un sacco di formati, xmms idem e così altri) per cui il programma dovrebbe esser in grado lo stesso di eseguire il filebyez(linux)
  • Anonimo scrive:
    Macché P2P, macché pedoporno
    Qua ci finisce solo della povera gente...http://tinyurl.com/2p23k
  • Anonimo scrive:
    Re: cambiare l'estensione???

    "I file avrebbero dunque potuto essere
    "identificati" e riprodotti soltanto da chi,
    conoscendone l'origine, ne avrebbe
    modificato nuovamente l'estensione."

    Dato che se fosse capitato a me un file che
    non si apriva col programma che pensavo si
    apresse, utilizzando la tipica utility unix
    "file", avrei potuto comunque risalire al
    reale formato.Non tutti sono nerds. Quelli che oltre a far partire gli mpeg in automatico da windows non sanno null'altro probabilmente si sarebbero arenati li'. I meri fruitori del pc, intendo.Qui piu' o meno siamo utenti "scafati", ma il mare e' grande :)Pero' la questione del cambio di estensione mi lascia perplesso. Possibile che ad uno che svolge un'attivita' illegale non venga in mente di proteggere il corpo del reato, criptandolo o piu' semplicemente archiviandolo con password criptata ?Mah.-elfodelbostik-
  • Anonimo scrive:
    Re: è vero
    - Scritto da: Anonimo
    è vero.....ormai i p2p ne son pieni
    è inutile nascondere la testa sotto
    la sabbia... credo che l'unica soluzione
    siano filtri posti direttamente dalle case
    produttrici di questi software e utilizzati
    volontariamente dagli utenti.

    BcE' falso come Giuda.La roba circolante è pochissima e spesso sotto il nome pedo girano i puttanoni ultraventenni.Non si tratta di testa nella sabbia, si tratta di credere o non credere alla propaganda contro internet.I filtri sono stronzate ( non possono analizzare il contenuto di un file ), e l' unica VERA soluzione è accendere il cervello.E tenerlo acceso.
  • Anonimo scrive:
    Re: siccome che..
    - Scritto da: Anonimo
    Siccome la storia mi puzza, siccome la mia
    piccola ed insignificante mente non
    può fare a meno di fare ipotesi,
    siccome ho il mio punto di vista e non
    accetto il punto di vista che mi viene
    così "gentilmente proposto", mi
    chiedo..

    Esiste veramente questo utente di Cagliari
    che condivideva materiale illegale?!

    Mi viene da pensare che tale utente non sia
    mai esistito e che in realtà un
    poliziotto abbia volutamente messo in
    condivisione file con estensioni modificate
    così da farli sembrare file audio,
    magari rinominati con i titoli più
    ricercati, così poveri disgraziati
    che cercavano semplicemente delle canzoni
    siano rimasti coinvolti..

    altrimenti come si spiega? cioè dove
    sarebbero rimaste memorizzate le tracce e
    gli IP degli indagati, se il tizio è
    stato fermato ed il suo PC sequestrato?Sono d'accordo in tutto. Il traffico P2P è talmente intenso da genere log chilometrici, ed è difficilissimo tracciare i nomi del materiale circolante. Più probabilmente hanno condiviso loro quella robaccia ( e si potrebbe parlare di istigazione a delinquere ), e poi hanno raccontato ai giornalisti le solite cazzate, per farsi passare per geni dell' informatica.Mi piacerebbe sapere come mai ci sono tanti pedofili in rete e neanche un mafioso, un politico corrotto o le e-mail della Parmalat e della Cirio.....Curioso, vero ???
  • Anonimo scrive:
    Re: cambiare l'estensione???
    Sì, funziona ugualmente ... per quanto riguardo windows basta cambiare le corrispondenze estensione --
    programma, usare "Apri con" o aprirlo col programma desiderato, ecc. ... con i sistemi unix-like il problema non si pone, non sono nati col preconcetto che le estensioni identifichino i file (anche se i 'moderni' desktop environment lo fanno).Pertanto è essenzialmente errato dire che:"I file avrebbero dunque potuto essere "identificati" e riprodotti soltanto da chi, conoscendone l'origine, ne avrebbe modificato nuovamente l'estensione."Dato che se fosse capitato a me un file che non si apriva col programma che pensavo si apresse, utilizzando la tipica utility unix "file", avrei potuto comunque risalire al reale formato.Quindi, se la Redazione mi sta leggendo, chiedo gentilmente che modifichi quanto scritto (considerando oltretutto che anche un utente win avrebbe potuto cercare di comprendere il reale formato del file leggendo il codice binario o usando una qualche utility simile a "file").
  • kriptokaos scrive:
    Re: Internet è un MEZZO....come il.....
    Mi pare che, gli obbiettivi della poliza siano altri; Si cerca di proporre internet e lo scambio di file, come un' attivita' criminosa, da tenere sotto controllo.E' vero che poi, raramente le "indagini" della polizia postale, arrivano a condanne, ovvero a provvedimenti definitivi; La polizia, tenta di guadagnare un momento di gloria, sparando alto (tracce di ip..?) ed amenita simili; E' vero che, un qualsiasi ragazzino, batte la nostra "polizia postale informatica" 100 a 1. Il fenomeno della pornografia minorile, e' per me ben circonscritto a dei poveri malati, da ricoverare in psichiatria e non in prigione. Ma siamo in italia, il procuratore della nostra "amata magistratura" e la polizia postale, desiderano un momento di gloria, SONO CAPACI ANCHE DI MODIFICARE L' ESTENSIONE DI UN FILE, dai, stiamo migliorando, un anno fa, al massimo, leccavano francobolli.Il vero problema non e' internet o il computer, ma che esistano individui malati psichiatrici, gravemente malati, da tenere sotto controllo e neutralizzare, prima che, la malattia peggiori; in questo senso deve intervenire la Magistratura e la Polizia, non nei computers e p2p.Io da Padre con un piccolo di soli 28 giorni, trovando un simile individuo, non so come potrei reagire, ma certamente, molto fisicamente.MM. D.S==================================Modificato dall'autore il 10/02/2004 8.11.36
  • Anonimo scrive:
    Re: Buffoni, il trucco lo abbiamo capito!
    - Scritto da: Anonimo
    gel per i capelli con i raptus
    omicidi ? :D

    Perchè non lo fate? Maneggiare un
    rasoio non vi fa diventare assassini? No? Ma
    come? Riguardo ad Internet è proprio
    quello che state sostenendo da anni.

    Basta! Alle vostre pagliacciate, cari miei
    bigotti, non ci crede più nessuno.
    Ti quoto in Pieno ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: c'entra con enkeywebsite?
    per nulla...leggiti il thread sull'altra notizia...keiske
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è il boss del pedoporno italiano?
    Sorry, avevo dimenticato il link http://www.ictlex.net/internal.php?sez=art&IdT=7&IdTA=4&IdA=46- Scritto da: Anonimo
    Salve,
    Questo articolo intitolato "La guerra santa
    non legittima l'istigazione a delinquere",
    scritto qualche anno fa, puo' essere utile
    per inquadrare meglio il problema.
    Andrea Monti
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è il boss del pedoporno italiano?
    Salve,Questo articolo intitolato "La guerra santa non legittima l'istigazione a delinquere", scritto qualche anno fa, puo' essere utile per inquadrare meglio il problema.Andrea Monti
  • Anonimo scrive:
    Buffoni, il trucco lo abbiamo capito!
    Stante l'enorme gravità del problema pedofilia, si ricorda a tutti gli esseri umani (perchè ci sono anche i subumani) che internet è un semplice mezzo, così come il P2P, come il telefono o la posta ordinaria.Sono mezzi per scambiare informazioni.C'entrano con il problema pedofilia come il cavolo a merenda.Hanno qualcosa a che fare le autovetture con le rapine in banca? I coltelli con gli omicidi? Il gel per i capelli con i raptus omicidi ? La benzina con i piromani? Sì, l'azione UMANA, la volontarietà che adotta un semplice strumento per un fine invece che per un altro. Con il rasoio con il quale vi fate la barba, potreste sgozzare i vostri figli.Perchè non lo fate? Maneggiare un rasoio non vi fa diventare assassini? No? Ma come? Riguardo ad Internet è proprio quello che state sostenendo da anni.Basta! Alle vostre pagliacciate, cari miei bigotti, non ci crede più nessuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è il boss del pedoporno italiano?
    - Scritto da: Anonimo
    Facile: è don Fortunato Di Noto.E' un privato, non un pubb. ufficiale preposto alla pubb. sicurezza nell'esercizio delle sue funzioni.Ergo un solo commento: Di Noto è, a tutti gli effetti, AL DI SOPRA delle vigente legge. Per VOI vale, per lui NO.Qualuque altro privato che si macchiasse dei _reati_ di Di Noto, finirebbe alla pubblica gogna, oltre che in galera.Mi meraviglio della mancanza di imparzialità delle nostre istituzioni.Perchè i Magistrati (toghe rosse? o toghe DC?) non perseguono Di Noto come è giusto che sia? Da quando in qua è ammesso che un privato possa perseguire autonomamente il delitto? Magistrati, voi che ci state a fare?Mio dio ............. (con la D minuscola)........
  • Anonimo scrive:
    Re: siccome che..
    - Scritto da: Anonimo
    Esiste veramente questo utente di Cagliari
    che condivideva materiale illegale?!I siti "civetta" non sarebbero certo una novità, ma qui si parla di condivisione di materiali opportunamente modificati, seppur nell'estensione. Quindi un previo accordo per far sapere del "trucco" ci deve esssere stato.
  • Anonimo scrive:
    Re: cambiare l'estensione???
    - Scritto da: Anonimo
    ma scusate; se cambio l'estensione di un
    file video da "avi" o "mpg" in "mp3" o "wav"
    non lo apre ugualmente?No. Windows si fida dell'estensione che dai al file. Rinomina un *.doc di Word come *.mpg e poi vedrai partire WMP anzichè Word.
  • Anonimo scrive:
    Internet è un MEZZO....come il.....
    ..........telefono.Perchè non sorvegliamo anche il telefono? Anche lì possono nascondersi pericolosi delinquenti. Anzi, i mafiosi lo usano per organizzare i loro loschi traffici. Come mai fino ad oggi nessuno ha proposto niente in materia ?
  • Anonimo scrive:
    cambiare l'estensione???
    " La tecnica per mascherare questi file, in modo da renderli riconoscibili soltanto a chi conosceva tale metodologia, consisteva nel modificarne l'estensione in modo da farli apparire come file musicali. I file avrebbero dunque potuto essere "identificati" e riprodotti soltanto da chi, conoscendone l'origine, ne avrebbe modificato nuovamente l'estensione."ma scusate; se cambio l'estensione di un file video da "avi" o "mpg" in "mp3" o "wav" non lo apre ugualmente?
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è il boss del pedoporno italiano
    - Scritto da: Anonimo
    In una intervista ho letto che lui ora non
    può più mettere piede in
    Spagna perchè secondo lui ha dato
    fastidio a personaggi molto potenti che
    hanno interesse a mantenere vivo il
    commercio di materiale pornografico. Io in
    realtà credo che gli spagnoli siano
    stati meno tolleranti di quando lo siamo noi
    e che hanno capito benissimo dove sta il
    male..Il problema è un altro... dato che si parte per una caccia alle streghe tutto sembra giustificato... immaginate però di applicare questo comportamento a qualunque altro reato... che so gruppi di persone che spacciano droga o si infiltrano tra i mafiosi per scoprirne i crimini, lasciando peraltro il dubbio di quanto vi siano invece invischiati con tali crimini, e senza contare la possibilità di intralciare vere operazioni di polizia, magari sotto copertura...infatti in alcuni paesi (tra cui mi pare il Canada), questi comportamenti non sono ammessi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è il boss del pedoporno italiano?
    In una intervista ho letto che lui ora non può più mettere piede in Spagna perchè secondo lui ha dato fastidio a personaggi molto potenti che hanno interesse a mantenere vivo il commercio di materiale pornografico. Io in realtà credo che gli spagnoli siano stati meno tolleranti di quando lo siamo noi e che hanno capito benissimo dove sta il male..
  • Anonimo scrive:
    siccome che..
    Siccome la storia mi puzza, siccome la mia piccola ed insignificante mente non può fare a meno di fare ipotesi, siccome ho il mio punto di vista e non accetto il punto di vista che mi viene così "gentilmente proposto", mi chiedo..Esiste veramente questo utente di Cagliari che condivideva materiale illegale?!Mi viene da pensare che tale utente non sia mai esistito e che in realtà un poliziotto abbia volutamente messo in condivisione file con estensioni modificate così da farli sembrare file audio, magari rinominati con i titoli più ricercati, così poveri disgraziati che cercavano semplicemente delle canzoni siano rimasti coinvolti.. altrimenti come si spiega? cioè dove sarebbero rimaste memorizzate le tracce e gli IP degli indagati, se il tizio è stato fermato ed il suo PC sequestrato?
  • Anonimo scrive:
    Chi è il boss del pedoporno italiano?
  • Anonimo scrive:
    è vero
    è vero.....ormai i p2p ne son pieni è inutile nascondere la testa sotto la sabbia... credo che l'unica soluzione siano filtri posti direttamente dalle case produttrici di questi software e utilizzati volontariamente dagli utenti.Bc
  • Anonimo scrive:
    Re: Ridaje.........
    Ma il p2p non può essere la causa della pedofilia. Quella gente era già matta da legare.Una persona sana non si espone a quel materiale perchè dà il voltastomaco e crea istantaneamente una sorta di rabbia e rifiuto.Internet ed il p2p li ha solo portati allo scoperto, non li ha 'generati'. Io direi meglio così, e anzi: avanti i prossimi!La polizia dovrebbe essere contenta di aver trovato finalmente un mezzo affidabile per fermare queste persone pericolose.
  • Anonimo scrive:
    c'entra con enkeywebsite?
    c'entrava?
  • Anonimo scrive:
    Ridaje.........
    Whenever a politician starts talking about "the children," keep one eye on your wallet and the other on your liberty. Ovvero come bandire il P2P grazie al volano pedoporno.Ottima strategia.
Chiudi i commenti