Brevetti software, estesa la consultazione

Bruxelles dà un contentino a chi lamentava confusione e poca trasparenza del processo che potrebbe portare ad una nuova proposta di direttiva per la brevettazione. Disponibile ora anche il testo in italiano


Bruxelles – C’è voluta la mobilitazione di Foundation for a Free Information Infrastructure (FFII) per spingere la Commissione Europea ad estendere la “scadenza” della consultazione pubblica sui brevetti software nell’Unione. Un contentino: dalla fine di marzo la scadenza è stata spostata al 12 aprile .

Una delle novità di questi giorni, come segnala Davide G. a Punto Informatico, è la messa in linea di più lingue, tra cui l’italiano, per i questionari che devono essere utilizzati per partecipare alla consultazione. Le lingue disponibili sono ora sei (oltre all’italiano c’è inglese, francese, tedesco, spagnolo e olandese), mentre FFII ha fin qui vanamente sostenuto che dovessero essere fornite le traduzioni nelle 20 lingue dell’Unione. Tanto più che si tratta di documenti complessi la cui farraginosità è già stata stigmatizzata dai molti che sostengono la campagna per impedire che l’Europa si doti di un sistema di brevettazione sul software.

L’impostazione stessa della consultazione ( qui la pagina di riferimento), è decisamente “pro-brevetti”, segno che la strada per chi si oppone ad una nuova proposta di direttiva, dopo quella già bocciata dall’Europarlamento , è tutta in salita.

L’incipit del documento della consultazione asserisce infatti che i brevetti sostengono l’innovazione e gli organismi di ricerca: ciò su cui si apre il dibattito pubblico, dunque, non riguarda tanto il senso ultimo della brevettazione quanto le norme che dovranno governarla. Le sezioni del questionario sono cinque:
– Principi e caratteristiche principali del sistema brevettuale;
– Il brevetto comunitario come priorità dell’UE;
– Il sistema brevettuale europeo e in particolare l’accordo sulla risoluzione delle controversie in materia di brevetti europei;
– Armonizzazione e reciproco riconoscimento dei brevetti nazionali;
– Aspetti generali.

Per dare una mano a tutti coloro che vogliono far sentire la propria voce alla Commissione su questo fronte, la stessa FFII ha predisposto una pagina in cui non solo sono linkati diversi materiali di supporto e di conoscenza, ma anche una guida al questionario che copre tutte le prime quattro sezioni dello stesso. La quinta – ricorda FFII – va compilata personalmente riferendo le proprie valutazioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: M$ & Intel
    - Scritto da:
    Se Winzozz non si appesantisse drasticamente ad
    ogni nuova versione, Intel non venderebbe bene le
    sue nuove CPU. Tra le due ditte forse c'è un
    accordo.m$ ha fatto piu' di qualche "giochetto sporco" dietro le quinte (es il "tacito accordo" con intel nel '95, le directx ottimizzate per nvidia per stroncare le glide di 3dfx qualche anno dopo, poi le ottimizzazioni di qualche suo programma). ma negli ultimi anni devo ammettere che piu' che m$ sono stati i programmatori di giochi e sw vari a sprecare potenze di calolo immani. ultimamente la spinta di linux in proposito renderebbe troppo rischio altri giochetti simili
  • Anonimo scrive:
    Arnold
    5d35f22243696da18a9b34c78d5b1f74 hotelscanno http://19.agilieneri.info/campionimondialicalcio/ medicinagenerale programmastampabollettinopostale http://16.auncastone.info/milaninterfm/ cameracampitellofassa requisitovisivirinnovopatenteb http://19.iseveri.info/polisportivacapanno/ lavorochiusoverna donnanudasessogratis http://4.displendori.info/midisanremo2006/ breviseggiolone canonvideocameraminidvmvx4i http://8.iseveri.info/ufficiosandorligovalle/ direzionedidattica3circolosanremo caminobarbecue http://10.beigiardini.info/lentiacontattomorbide/ stampantehp960c ragazzarosciano http://2.auncastone.info/bedebreakfastveneto/ silvioberlusconi astefrancobolli http://10.eumilemente.info/immaginiolanda/ pamelaandersonchefapompino 6982c177a7c3531825330d49c70aaf96
  • Akiro scrive:
    Re: in controtendenza

    Sono in disaccordo.se sei per gli sprechi si
  • Anonimo scrive:
    non viene insegnato come ottimizzare
    stavo giusto pensando al fatto che non viene mai insegnato come si ottimizza un programma, se non cose stupide nella maggior parte dei casi, mi viene in mente un tipico esempio di una cosa che ho visto fare 20000 volte, ovvero in alcuni programmi che si occupano di grafica 3d (tramite opengl, dx e compagnia), spesso c'erano alcune funzioni matematiche (seno, coseno e amici), beh il furbone che aveva scritto il codice, prima ottimizzava il seno con una funzione assurda e secondo me pure più lenta della fpu, ma comunque il punto non è questo, il punto è che le funzioni matematiche erano ottimizzate in modo maniacale e spesso ridicolo (se non si sanno fare le ottimizzazioni è meglio non farle), poi però nelle funzioni venivano passatti oggetti e strutture per valore invece che per riferimento (nel primo caso) o per indirizzo (nel secondo), chi programma un po' in c++ ha idea dell'overhead mostruoso che deriva dal fare ciò, altro che ottimizzare seno e coseno, per non parlare dei valori di ritorno di alcuni overload, alquanto discutibili, ora se programmi in c++, prima di ottimizzare il seno, cavolo, scrivi codice c++ almeno decente, poi non lamentarti se è lento il programma (o se usa 200mb di memoria e ha 20000 memory leak)è questo il punto, troppo spesso si ottimizza dove non serve o si ottimizza molto, ma molto male
    • Anonimo scrive:
      Re: non viene insegnato come ottimizzare
      - Scritto da: Anonimo
      è questo il punto, troppo spesso si ottimizza
      dove non serve o si ottimizza molto, ma molto
      maleQuoto!L'ottimizzazione fatta nel miglior modo possibilepuò fare la differenza tra un programma mediocree un programma grandioso!
  • Anonimo scrive:
    La "comunità" linara
    Teoricamente una comunità è uno spazio dove tutti hanno delle idee, le propongono e queste vengono ascoltate.La "comunità" linara è invece un ghetto insensibile ai cambiamenti dove uno che propone delle idee atte a migliorare, ma che per forza di cose modificano determinati dogmi considerati intoccabili, viene sbeffeggiato e ridotto al livello di troll.Quindi che si fa ? Si aspettano elementi di spicco come Negroponte che fanno una bella smerdata ufficiale ed in mondovisione della "comunità" così questa comincia a mettere in fila per 6 con resto 2 i neuroni facendo finalmente muovere qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    3000 persone sono una massa ?Forse se stessimo parlando di una partita del Cervia senza Campioni ma non di una piattaforma informatica.3000 utenti sono già scarsi per il software, figuriamoci per l'hardware. Bisogna ampliarla questa piccola massa e lo si può fare solo avvicinando determinati mercati professionali proponendo un duo sw/hw al passo con i tempi
  • Anonimo scrive:
    UT2004
    Nel menu del gioco il processore è al 99%.Non sul mio, su TUTTI! Anche su un P4 3ghz è sempre al 99%!Che abbiano messo un belwhile(true);?Ovviamente anbche quando giochi la cpu è sempre al massimo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    Amiga Inc. può dire quello che vuole ma è lei che
    possiede i diritti su tutto quello che è Amiga e
    se lei in prima persona non tenta di avvicinare
    il mercato, questo non perderà tempo a cercare
    lei.C'e' una massa di utenti fedelissimi che sta sbavando in attesa da anni ed anni, non dovrebbe fare altro che decidersi ad entrare nel mercato.
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    Qui il saccente sembra lo voglia fare tu. Quanto ti scaldi, se dici cose inesatte pretendi che nessuno possa obiettare e poi dai del saccente, mah!Dimostri di non averci mai lavorato con Java per quello che dici. L'ereditarietà multipla delle interfacce è un complicato e cervellotico sistema che attraverso delle callback ti permette di simulare,si fa per dire, l'ereditarietà multipla delle classi. Nella pratica è un modo di programmare profondamente distorto, problematico e dispendioso a livello mentale da realizzare che fa perder tempo ai programmatori anzichè permettere di sviluppare più rapidamente con i paradigmi dell' OOP. Non ha senso usare l' OOP se poi lo si limita nelle funzionalità al punto che ti ritrovi con problematiche cervellotiche tali per organizzare il lavoro e rendere il prodotto finale efficiente che non hai neanche nel caro vecchio assembly. UML è nato per unificare il sistema di progettazione al livello di organizzazione generale dei programmi e contempla l'ereditarietà multipla delle classi che C++ implementa e Java no. Oltre a tante altre cose che Java non implementa come dovrebbe un linguaggio che si decanta essere l' OOP per eccellenza.Chi non considera C++ un linguaggio OOP sei solo tu. Tanto è che tutti i progettisti seri che scrivono di UML fanno riferimento al paradosso di come C++ abbia maggiori funzionalità OOP di Java. Non c'è nulla che ti impedisce di programmare C++ in OOP con UML. A parte l'ovvia maggiore difficoltà del linguaggio di suo, che non è come programmare Java. Paradossalmente però Java resta più cervellotico e altamente limitato sia dalle mancanze in OOP che dalla flessibilità minima disponibile. Alla fine si lavora sempre su una macchina virtuale, sarà sempre più limitata anche quando ci sarà l'hardware sulle CPU ad accellerarla.- Scritto da: Anonimo
    Fai poco il saccente... un linguaggio per essere
    object oriented non deve per forza implementare
    l'ereditarietà multipla... il cui uso é
    sconsigliato perfino dal sig Stroustroup (o
    meglio consiglia l'ereditarietà multipla per le
    sole interfaccie.. e che caso strano java ha
    l'ereditarietà multipla delle interfaccie), il
    fondatore del c++. Se non ci credi, tu che 6
    colto, compra il suo libro e leggitelo.

    C++ non é considerato un linguaggio orientato
    all'OO programming in quanto permette di essere
    usato alla vecchia maniera (all C per intenderci)
    mischiando programmazione OO con prog procedurale
    e questa libertà (che di per se non é un male) fa
    si che il 90 % del codice scritto in c++ non
    segue i paradigmi dell'OOP.
    Mi sa che anche tu (come io del resto) hai
    bisogno di continuare a studiare.... :-P


    Java poi dell' OOP ha meno del C++.

    Basti citare l'ereditarietà multipla che è

    concessa in C++ ma non in Java... Eppure Java

    viene, a torto e per ignoranza, considerato il

    linguaggio OOP per eccellenza. Questo solo
    perchè

    la gente non sa programmare davvero, ignora

    l'architettura dei sistemi operativi e

    dell'hardware.



    Abbiamo sempre più ignoranti nel settore che si

    spacciano per professionisti, e la qualità è in

    costante crollo. Poi se ci si affida a cinesi ed

    indiani per spendere di meno, è ovvio che si

    arriva al punto in cui siamo, con programmi

    pietosi.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo



    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e

    poi



    ne riparliamo







    http://www.bytonic.de/html/jake2.html





    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio


    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D





    quando vedrai i primi giochi in C# poi non
    venire

    a dire che non te l'avevamo detto...

    C# ... altra porcata di linguaggio.

    Se sai programmare davvero usi C++ con in-line
    assembly. Punto.Certo come no? Per programmare portabile mettere roba in Assembler è proprio l'ideale!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A forza di java, .net ecc...


      Se sai programmare davvero usi C++ con in-line

      assembly. Punto.

      Certo come no? Per programmare portabile mettere
      roba in Assembler è proprio l'ideale!!!
      Allora resta in C puro! Più portabile di così è impossibile!Ci sono compilatori C a partire dal commodore 64 fino ai cray :D Altro che java!
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...

    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e poi
    ne riparliamoEcco.. il problema è che NESSUNO si mette a fare questo in .net.Perchè ?Perchè non siamo un branco di tifosi, siamo gente che lavora.I giochi si fanno in C .net o Java non sono fatti per fare giochi, cosi come la xbox non è fatta per far girare linux e il contrario, ed è uno stupido gioco farlo, un gioco da nerd.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    MA daiiii ti vanno veloci perchè le librerie sono in memoria.Mi sembri Mr. B. che dice a noi che siamo più ricchi ! Lo vediamo da soli che non lo siamo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Celeron 333 mhz 128 mb
    - Scritto da: Anonimo
    Uno dei miei pc.
    Gira Linux con interfaccia grafica :DGira anche Windows xp con interfaccia base o windows 2003, con le stesse funzioni, solo più comode.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esperienza
    - Scritto da: Anonimo
    Qualunque programmatore, sano di mente e con
    esperienza almeno ventennale non può che essere
    daccordo con Negroponte !No, oggi no.. meglio più usabile e semplice che snello e leggero.. le macchine si possono comprare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esperienza
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Qualunque programmatore, sano di mente e con

      esperienza almeno ventennale non può che essere

      daccordo con Negroponte !


      No, oggi no.. meglio più usabile e semplice che
      snello e leggero.. le macchine si possono
      comprare.Infatti vedi come sono sempre più usabili i programmi con questa mentalità ! Fanno sempre più schifo, sprechi di risorse enormi, bug a non finire, problemi per l'utente finale in aumento costante. La verità è che serve gente che sa quello che fa e che sia disposta a perderci anche 18 ore al giorno di lavoro non per programmare tanto per scrivere e fare a gara a chi scrive più linee di codice, inutili, ma che abbia delle basi solide e sappia analizzare i problemi per ottimizzarli.
  • avvelenato scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: Anonimo
    Su linux eclipse é compilato nativo da un pezzo
    col gcc per java... é la cosa incredibile é che
    va parecchio più lento della versione bytecode
    usata con la jvm di sun... ed usa pure più ram..
    provare per credere se non vi fidate.... l'unico
    vantaggio si ha nella velocità di caricamento, ma
    é una differenza non molto marcata...

    Insomma, basta con sto "java é lento"... la
    compilazione jit spesso é più performante di
    quella "vecchia maniera" (infatti mcrosoft stessa
    sconsiglia l'uso di quest'ultima) e un prog java
    ben scritto ha performance che fanno il culo a un
    prog (sempre ben scritto) in c++ ma compilato per
    architettura 386... e busca di non più del 20 %
    in confronto al c++ più ottimizzato che si può
    (cosa che non si fa quasi mai).
    Insomma java (e .net) buscano solo per il loro
    esagerato uso di ram rispetto al codice c++/c..
    questo per via della vm, e del uso spinto della
    prog a oggetti (che di per se usa più ram..
    infatti prog con le qt scritte in c++ ma solo ad
    oggetti si usa cmq un sacco di ram) di per se più
    onerosa... ma visti i benefici (tempo di
    sviluppo, sicurezza del codice, addio buffer
    overflow ecc) e il costo della ram (50 euro per
    512 mega) direi che i vantaggi superano di gran
    lunga gli svantaggi....
    ola!
    sei stato molto chiaro, grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    Fai poco il saccente... un linguaggio per essere object oriented non deve per forza implementare l'ereditarietà multipla... il cui uso é sconsigliato perfino dal sig Stroustroup (o meglio consiglia l'ereditarietà multipla per le sole interfaccie.. e che caso strano java ha l'ereditarietà multipla delle interfaccie), il fondatore del c++. Se non ci credi, tu che 6 colto, compra il suo libro e leggitelo.C++ non é considerato un linguaggio orientato all'OO programming in quanto permette di essere usato alla vecchia maniera (all C per intenderci) mischiando programmazione OO con prog procedurale e questa libertà (che di per se non é un male) fa si che il 90 % del codice scritto in c++ non segue i paradigmi dell'OOP.Mi sa che anche tu (come io del resto) hai bisogno di continuare a studiare.... :-P
    Java poi dell' OOP ha meno del C++.
    Basti citare l'ereditarietà multipla che è
    concessa in C++ ma non in Java... Eppure Java
    viene, a torto e per ignoranza, considerato il
    linguaggio OOP per eccellenza. Questo solo perchè
    la gente non sa programmare davvero, ignora
    l'architettura dei sistemi operativi e
    dell'hardware.

    Abbiamo sempre più ignoranti nel settore che si
    spacciano per professionisti, e la qualità è in
    costante crollo. Poi se ci si affida a cinesi ed
    indiani per spendere di meno, è ovvio che si
    arriva al punto in cui siamo, con programmi
    pietosi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esperienza

    Dipende di che programmatori si parla.
    Perchè quelli bravi che vengono all'estero pagati
    molto per scrivere ad esempio il codice per i DSP
    di decoder satellitari o digitale terrestre,
    devono sapere non solo gli algoritmi di base ma
    anche la teoria per sapersi districare tra i
    manuali tecnici. Non è necessario, come purtroppo
    puntano a fare le università specie italiane,
    sapere le formule matematiche a memoria, ciò che
    serve è capire come si usano, come si riportano
    in codice, come si ottimizzano e saper
    ottimizzare il proprio codice ANSI C o C++ con
    in-line assembly ovunque è possibile farlo senza
    dilatare troppo i tempi di sviluppo e non si ha
    un tempo infinito per portare il prodotto sul
    mercato. Una curiosità, come fai a sapere queste cose?Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    certo che ci sono interessi commerciali, ma

    quando un software è open, può essere
    ottimizzato

    in mille modi da chiunque voglia farlo.

    e c'era la marmotta che confezionava...Se sei ignorante tu, stai zitto che è meglio. ;)
  • Anonimo scrive:
    Visual basic...
    Ottimo per "frenare il pc", ma il software lo si genera pochissimo tempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Visual basic...
      - Scritto da: Anonimo
      Ottimo per "frenare il pc", ma il software lo si
      genera pochissimo tempo.Resta più tempo per vivere. Bello, dove si compra ?
  • Anonimo scrive:
    Programmazione ad oggetti...
    Che belle le librerie di classi che fanno tutto "magicamente" e chi se ne frega se sono inefficenti o inadeguate per il progetto, basta che sia fatto in fretta, che il cliente sia contento e non rompa le scatole. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmazione ad oggetti...
      - Scritto da: Anonimo
      Che belle le librerie di classi che fanno tutto
      "magicamente" e chi se ne frega se sono
      inefficenti o inadeguate per il progetto, basta
      che sia fatto in fretta, che il cliente sia
      contento e non rompa le scatole. :DEsatto.. i computer vivono per me, non il contrario.
  • Anonimo scrive:
    Re: NEGROPONTE...dove vivi?
    - Scritto da: Anonimo
    Mai sentito parlare di librerie ??
    C'e' in giro lo slogan:"Un vero programmatore non
    scrive la stessa funzione due volte". Se la prima
    volta la scrivi in maniera ottimizzata ed
    efficente ?
    Si puo' scrivere del codice efficente senza
    buttare via tutti i paradigmi di progettazione
    del software...Non sai cosa stai dicendo. I programmatori bravi e più pagati veramente si fanno le proprie librerie da soli, non si affidano al codice altrui per ogni cosa ma solo per le cose banali.
  • Anonimo scrive:
    Joel Spolsky - Joel e il software
    Non ricordo in quale articolo l'ho letto, comunque questo famossissimo e stimato ingegnere del software diceva piu' o meno che è inutile perdere tempo ad ottimizzare il codice, perchè per esempio, nei 6 mesi che i miei dipendenti impiegheranno a ridurre lo spazio occupato dal programma, usciranno allo stesso prezzo memorie piu' grandi. Bhè non erano proprio queste le parole ma il senso era quello.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..

    Lo so che non ha senso, eppure capita, capitava
    ancora di piu' quando eravamo giovini (noi e il
    mondo del computer); penso sia dovuto al fatto
    che alcune si sono sentite escluse da quei
    ragazzi che ancora prima di guardare a cosa
    sapessero fare le escludevano dai gruppi perche
    "cose da uomini" :( Ne ho visti tanti
    cosi'...Sì, questo è un atteggiamento diffuso, chissà perchè però le donne NON ci escludono dalle faccende di casa perchè sono "cose da donne" :D :D :D :D
    Forse adesso le cose sono un po' diverse...
    Per dire... Alle elementare assistetti ad una
    strana conversazione : un nostro compagno arrivo'
    con la notizia che gli avevano regalato un nuovo
    fiammante Commodore Vic 20 (era il primo della
    serie arrivato in italia vero?); era li' a
    raccontarci le meraviglie di questa magica
    macchina quando arrivarono le ragazze che per
    qualche motivo credevano che il mondo del
    computer fosse simile a quello dei motori : ci si
    sporcava tutti !!!!AHAHAHAH!!! :D :D :D :D Ti posso portare due aneddoti simili:1) La mia ex, affascinata da Gnome e dal gioco "pingus" si era lasciata convincere a installare linux in dual boot sul suo fujitsu siemens. Installo tutto, tutto ok, tranne che per il modem interno di cui, incredibilmente, esisteva un driver in formato sorgente sul sito stesso del produttore!!! Scarico il driver, lo compilo, modprobe in rc.modules et voilà, modem funzionante. Al che lei mi dice: "Senti ma ogni volta che mi devo collegare devo scrivere quelle... COSE!!?!?!?" :D :D :D 2) La mia attuale ragazza l'altro giorno mi è venuta a trovare in ufficio, si siede accanto a me, le dico di aspettare che dovevo finire una cosa, sul monitor c'era Eclipse. Finisco quella roba, la guardo... Aveva gli occhi sbarrati, mi ha guardato come stessi scrivendo qualche formula di magia nera, sembrava quasi cambiare idea su di me!!! Si è limitata a dire: "il tuo lavoro è osceno".
    Non so cosa diede loro quest'idea... Ma mi
    sembrava un atteggiamento diffuso a quel tempo...Anche oggi evidentemente...TAD==================================Modificato dall'autore il 06/04/2006 16.58.12
  • Anonimo scrive:
    Questione di vendite
    Be l'articolo è giusto e quoto tutto, ma che ci volesse un guru a dire queste cose ben risapute... il problema a mio parere non si focalizza sul piccolo programmino gestionale aziendale, ma su i software che vengono utlizzati dalle masse.... nel mio caso nell'utilizzo di photoshop+dreamweaver+flash+visual studio il mio pc non regge più, sto valutando l'acquisto di uno nuovo. Ora se considero le innovazioni di questi programmi per esempio dalle versioni del 2000 mi sembra chiaro che la potenza di calcolo, risorse ecc. che richiedono oggi è assolutamente spropositata a fronte delle nuove funzionalità... oggi per esempio sul mio athlon 900 photoshop cs2 è di fatto inutilizzabile, invece il caro e vecchio photoshop 5 schizza, letteralmente. Morale della favola: le nuove versioni dei software (senza aggiungere grandi funzionalità), sempre più esose in termini di requisiti hardware, servono a rinnovare il parco hardware stesso e a far campare i produttori come intel, amd, ecc. ecc. Ma non credo che per capire questo ci voglia un guru che venga a dirlo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: TADsince1995

    Lei in rete non ammetterebbe mai di essere una

    ragazza, molte fanno cosi'.
    Non ha alcun senso questa cosa... Le ragazze
    dovrebbero andare fiere di essere delle esperte
    di informatica, sono pochissime, invece si
    vergognano perchè pensano che sono cose da uomini
    e quindi esprimono poca femminilità.Lo so che non ha senso, eppure capita, capitava ancora di piu' quando eravamo giovini (noi e il mondo del computer); penso sia dovuto al fatto che alcune si sono sentite escluse da quei ragazzi che ancora prima di guardare a cosa sapessero fare le escludevano dai gruppi perche "cose da uomini" :( Ne ho visti tanti cosi'...Forse adesso le cose sono un po' diverse... Per dire... Alle elementare assistetti ad una strana conversazione : un nostro compagno arrivo' con la notizia che gli avevano regalato un nuovo fiammante Commodore Vic 20 (era il primo della serie arrivato in italia vero?); era li' a raccontarci le meraviglie di questa magica macchina quando arrivarono le ragazze che per qualche motivo credevano che il mondo del computer fosse simile a quello dei motori : ci si sporcava tutti !!!! :| .Non so cosa diede loro quest'idea... Ma mi sembrava un atteggiamento diffuso a quel tempo...
  • Anonimo scrive:
    Negroponte manco sa cosa è un for(;;)
    e ha il coraggio di criticare i software?
    • alex.tg scrive:
      Re: Negroponte manco sa cosa è un for(;;
      E dove e` scritto? mah, for (;;) lo useranno quelli che adorano particolarmente il carattere punto e virgola, gli altri meno cripticamente metteranno un while (1)...
    • Anonimo scrive:
      Re: Negroponte manco sa cosa è un for(;;
      ma sei uno di quelli che sostiene che il for(;;) è più veloce del while(1) o che lo switch è più veloce dell'if?no perché se è così, ora capisco perché ci sono tanti programmi schifosi in giro(p.s.: per la cronaca, for(;;), while(1), ecc... vengono codificate allo stesso modo in asm dal compilatore, quindi non cambia un cavolo (stesso discorso per if e switch))
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    - Scritto da: Anonimo
    certo che ci sono interessi commerciali, ma
    quando un software è open, può essere ottimizzato
    in mille modi da chiunque voglia farlo.e c'era la marmotta che confezionava...
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..

    Lei in rete non ammetterebbe mai di essere una
    ragazza, molte fanno cosi'.Non ha alcun senso questa cosa... Le ragazze dovrebbero andare fiere di essere delle esperte di informatica, sono pochissime, invece si vergognano perchè pensano che sono cose da uomini e quindi esprimono poca femminilità.TAD
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Re: quoto


    + incompenza nella programmazione
    questa si
    una volta si facevano software efficienti
    in c o in assembleruna volta un programma era poche istruzioni, una volta giocavi a pac man, adesso si parla di altre cose, che non hanno più niente a che vederechi esalta i c e l'assembly, magari anche dicendo che java fa schifo, non ne capisce niente.anche su un microcontroller si mette un SO, permette di avere delle strutture di base, un timing corretto, e la programmazione tramite task, il risultato é che l'applicazione é facilmente espandibile, portabile, più robusta, e guarda un po' anche generalmente più veloce.se uno programma a livello di sistema operativo (moduli del kernel, driver) userà il c, perché é il linguaggio nativo, limiterà l'assembler solo deve deve essere particolarmente veloce e avere il pieno controllo (poche righe in tutto!)fino a questo punto la conoscenza per programmare riguarda la conoscenza dell'hardware e del SO. punto!Andando oltre si parla d'ingegneria del software, si parla di riutilizzo, chiarezza nel codice, portabilità, design pattern, TDD, XP,...java é un ottimo linguaggio per questi requisiti, e a differenza del c++ propone un framework per la grafica e la portabilità. Chi dice che java fa schifo perché non permette l'ereditarietà multipla mi rattrista parecchio, e dovrebbe sapere che l'ereditarietà é in genere sconsigliata.Inoltre tutti quelli che hanno studiato ingegneria del software sanno che non bisogna mai pensare all'ottimizzazione, se non alla fine e tramite un PROFILER!Vebbé, ci sono diversi linguaggi e diversi requisiti, ognuno ne soddisfa una parte. La progettazione é diventata una scienza, non é più un divertimento per hacker. La programmazione in assembler su un PC in genere é una cosa sbagliata.Saluti Ex Cardinale Ratzinger
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: TADsince1995

    La mia attuale ragazza e' stata quella che mi ha

    fatto vedere che su l'Amiga non era fatta solo

    per giocare, ma potevi anche programmarci in

    assembler !!
    Davvero esistono ragazze così!?!?! E lei
    programmava in assembly sull'amiga!?!?!? :| :|
    :| Dove l'hai trovata, la mia ragazza non è in
    grado di attaccare un modem usb al case...Bhe, ci siamo incontrati ad un festival di fantascienza :D

    Se adesso sono programmatore e' merito suo.

    W la figa e l'Amiga !!!
    Ma lo slogan non era al contrario? W l'Amiga, W
    la figa! Ah, che tempi......E si....
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    certo che ci sono interessi commerciali, ma quando un software è open, può essere ottimizzato in mille modi da chiunque voglia farlo.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..

    La mia attuale ragazza e' stata quella che mi ha
    fatto vedere che su l'Amiga non era fatta solo
    per giocare, ma potevi anche programmarci in
    assembler !!Davvero esistono ragazze così!?!?! E lei programmava in assembly sull'amiga!?!?!? :| :| :| Dove l'hai trovata, la mia ragazza non è in grado di attaccare un modem usb al case...
    Se adesso sono programmatore e' merito suo.

    W la figa e l'Amiga !!!Ma lo slogan non era al contrario? W l'Amiga, W la figa! Ah, che tempi...TAD
  • alex.tg scrive:
    Re: NEGROPONTE...dove vivi?

    chiamami quando riesci a sviluppare e dare
    supporto ad un'applicazione intranet che deve
    stare dietro a diecimila utentiSe gli utenti sono diecimila l'applicazione dev'essere piu` grossa?
    e subire una
    manutenzione continua per stare dietro a
    requisiti nuovi ogni mese.. usando le
    "librerie"... LOLSe la libreria x non e` abbastanza flessibile da supportare i nuovi requisiti, la ritocco in modo che i nuovi requisiti diventino casi particolari nell'ambito di una nuova impostazione di massima di quella libreria. Se le richieste sono troppe o troppo urgenti, va be', le abbozzo in fretta e furia e in un secondo momento le re-implemento nelle librerie generiche, tagliandole via dal progetto urgente. Col tempo (e tonnellate di refactoring) le librerie diventano abbastanza flessibili da abbracciare piu` o meno qualsiasi caso particolare.Per curiosita`, tu cosa suggeriresti di fare in alternativa all'uso di librerie?
    • Anonimo scrive:
      Re: NEGROPONTE...dove vivi?
      - Scritto da: alex.tg

      chiamami quando riesci a sviluppare e dare

      supporto ad un'applicazione intranet che deve

      stare dietro a diecimila utenti

      Se gli utenti sono diecimila l'applicazione
      dev'essere piu` grossa?


      e subire una

      manutenzione continua per stare dietro a

      requisiti nuovi ogni mese.. usando le

      "librerie"... LOL

      Se la libreria x non e` abbastanza flessibile da
      supportare i nuovi requisiti, la ritocco in modo
      che i nuovi requisiti diventino casi particolari
      nell'ambito di una nuova impostazione di massima
      di quella libreria. Se le richieste sono troppe o
      troppo urgenti, va be', le abbozzo in fretta e
      furia e in un secondo momento le re-implemento
      nelle librerie generiche, tagliandole via dal
      progetto urgente. Col tempo (e tonnellate di
      refactoring) le librerie diventano abbastanza
      flessibili da abbracciare piu` o meno qualsiasi
      caso particolare.

      Per curiosita`, tu cosa suggeriresti di fare in
      alternativa all'uso di librerie?E chiami tutto queste efficienza ? I veri programmatori si fanno le librerie ad-hoc ovunque vedono che quanto disponibile sul mercato non è adatto a ciò che devono produrre. Ed ovunque chi mette i soldi per farlo gli permetta di lavorare in santa pace per produrre prodotti di qualità e non accrocchi software che sono stati messi assieme con modifiche successive del lavoro altrui in maniera infinita. Tanti ritocchi, per quanto tu possa usare OOP, non garantiscono l'efficienza, anzi, aumentano il numero di bug e problematiche di ogni tipo, come i programmatori di Vista alla Microsoft stanno sperimentando.
      • alex.tg scrive:
        Re: NEGROPONTE...dove vivi?
        ehm... il discorso e` condivisibilissimo, ma non avevo scritto che ritoccavo librerie altrui. Infatti quando posso uso le mie, ma d'altronde anche quelle "personali" non sono esenti da ritocchi; non prima di un bel po' di prove su strada, almeno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: TADsince1995
    - Scritto da: Anonimo

    Ragazzi ma un po di sana figa no eh?

    :D :D
    Ma scherzi!? A scuola una delle più grandi
    gnocche aveva l' Amiga500, si definiva "superfan
    dell'amiga" e io usavo sta scusa per attaccar
    bottone! Purtroppo era già impegnata... :'(
    TADLa mia attuale ragazza e' stata quella che mi ha fatto vedere che su l'Amiga non era fatta solo per giocare, ma potevi anche programmarci in assembler !!Se adesso sono programmatore e' merito suo.W la figa e l'Amiga !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: Anonimo


    Sulla Luna ci siamo andati senza computer. A
    quel

    tempo non esistevano ne 8086 ne altro...

    Sulla Luna NON ci siamo andati.Ci siamo andati ma non quando tutti credono e non come tutti credono.La Luna è abitata da alieni.
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: brucext

    Ti ricordo che siamo andati sulla luna con dei

    8086...


    Saluti a tutti

    Andrea B.


    Sulla Luna ci siamo andati senza computer. A quel
    tempo non esistevano ne 8086 ne altro...Ma che stai dicendo ?? Sei impazzito ??
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...


    Se sai programmare davvero usi C++ con in-line

    assembly. Punto.

    argomenti??Qualche TONNELLATA di applicazioni esistenti ti bastano?Fammi vedere tu un programma java che sia VELOCE :D
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    Ragazzi ma un po di sana figa no eh?
    :D :DMa scherzi!? A scuola una delle più grandi gnocche aveva l' Amiga500, si definiva "superfan dell'amiga" e io usavo sta scusa per attaccar bottone! Purtroppo era già impegnata... :'( TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: chissà che non riappaiano...
    oppre "così il codice è più elegante" .......... ve lo immaginate un ciclo while in frac ;)???
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    - Scritto da: Anonimo
    Firefox, thunderbird e OO saranno lenti, ma a
    differenza di Office sono aperti e a disposizione
    di tutti.
    Chiunque voglia può mettersi lì e ottimizzarli di
    più.
    Con i software proprietari decide solo il
    produttore secondo le sue strette convenienze.Firefox e Thunderbird decidono i produttori infatti. Dietro c'è Google assieme ad altri. Ma che credete che l'opensource esiste per la passione di qualcuno ? Ma per favore !Il vostro Ubuntu è nato perchè ci mette i soldi un miliardario del sud Africa ! Non si produce nulla senza soldi. Winamp è gratuito perchè c'era dietro AOL anche quando tutti credevano fosse gratuito perchè i programmatori erano dei pionieri !Idem per Apache, PHP.. dietro ci sono interessi commerciali !
  • Anonimo scrive:
    Re: NEGROPONTE...dove vivi?
    - Scritto da: Anonimo
    Mai sentito parlare di librerie ??
    C'e' in giro lo slogan:"Un vero programmatore non
    scrive la stessa funzione due volte". Se la prima
    volta la scrivi in maniera ottimizzata ed
    efficente ?
    Si puo' scrivere del codice efficente senza
    buttare via tutti i paradigmi di progettazione
    del software...chiamami quando riesci a sviluppare e dare supporto ad un'applicazione intranet che deve stare dietro a diecimila utenti e subire una manutenzione continua per stare dietro a requisiti nuovi ogni mese.. usando le "librerie"... LOL
  • Anonimo scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    IBM



    Non mi sembrano proprio dei cantinari...



    Ti ricordo che Linux puo' girare su un numero


    enorme di piattaforme diverse. Dal controller


    del tuo videoregistratore fino ad un mainframe


    passando per i cluster di calcolo parallelo di


    classe Beowolf...Windows a malapena riesce a


    partire solo su piattaforma x86...


    Direi che e' un bel lavoro per dei "cantinari"

    ;-)


    Non sai cosa parli. Windows è NT da anni. XP è

    NT. NT è derivato da VMS, gli stessi

    programmatori di VMS per Alpha lo hanno
    riscritto

    per creare NT per Microsoft.

    Dire che NT non può girare su altre piattaforme
    è

    un'idiozia che dimostra che voi fanatici

    pro-Linux mancate delle basi di informatica,

    proprio non sapete di cosa parlate, come tutti

    gli integralisti fanatici che si incensano della

    propria ignoranza decantata per cultura.

    Quindi ?? Su quali piattaforme gira oltre alla
    x86 ???-------http://www.swd.de/documents/papers/nt_en.htmlIntroductionWith the recent introduction of realtime extensions to Windows NT, many realtime developers are starting to consider NT for their next project. It's easy to see why. Rather than connect realtime and desktop applications over a network, it appears that developers can now integrate both into a single system, while using a single API.But is NT with realtime extensions really a solution for mission-critical realtime applications? Let's look at the capabilities we have come to expect from a realtime operating system (RTOS) such as determinism, reliability, low overhead, and source-code portability and see how "realtime NT"compares.----------
  • Anonimo scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    IBM



    Non mi sembrano proprio dei cantinari...



    Ti ricordo che Linux puo' girare su un numero


    enorme di piattaforme diverse. Dal controller


    del tuo videoregistratore fino ad un mainframe


    passando per i cluster di calcolo parallelo di


    classe Beowolf...Windows a malapena riesce a


    partire solo su piattaforma x86...


    Direi che e' un bel lavoro per dei "cantinari"

    ;-)


    Non sai cosa parli. Windows è NT da anni. XP è

    NT. NT è derivato da VMS, gli stessi

    programmatori di VMS per Alpha lo hanno
    riscritto

    per creare NT per Microsoft.

    Dire che NT non può girare su altre piattaforme
    è

    un'idiozia che dimostra che voi fanatici

    pro-Linux mancate delle basi di informatica,

    proprio non sapete di cosa parlate, come tutti

    gli integralisti fanatici che si incensano della

    propria ignoranza decantata per cultura.

    Quindi ?? Su quali piattaforme gira oltre alla
    x86 ???Minimo su tutte quelle su cui può girare VMS.-----------http://www.inf.ufsc.br/~bratti/assembly/aoahtmlwin/html/CPUArchitecturea2.htmlThe introduction of Windows NT, that actually ran on CPUs other than Intel's, must have given Intel a major scare. Fortunately for Intel, NT was an asbysmal failure on non-Intel architectures like the Alpha and the PowerPC. On the other hand, the new Windows architecture does make it easier to move existing applications to 64-bit processors like the IA-64; so maybe WinNT's flexibility will work to Intel's advantage after all.--------
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo



    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e

    poi



    ne riparliamo







    http://www.bytonic.de/html/jake2.html





    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio


    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D





    quando vedrai i primi giochi in C# poi non
    venire

    a dire che non te l'avevamo detto...

    C# ... altra porcata di linguaggio.

    Se sai programmare davvero usi C++ con in-line
    assembly. Punto.argomenti??
  • Anonimo scrive:
    Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
    Purtroppo, ora, con la nuova legge sulla privacy non sarà più possibile: solo sistemi con certificazione, e faccio notare che l'agenzia delle entrate e l'INPS (per citare due enti con cui ho a che fare io) fanno il software solo per windows e mac...niente linux...ma io la butto qui...se qualcuno mi ascolta.....ormai linux per il lavoro di ufficio e su computer da ufficio funziona bene..... perchè lo stato non dovrebbe fare una task force da adibire alla creazione di una release linux scalabile (per computer piu' o meno potenti) da "imporre" per gli uffici?in fondo, ora ci sta imponendo windows 200 o xp, no?s88346.zanda@tis2254.it
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza

    Argomento ad ignorantiam.
    http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/iVabbè... non era seria la mia frase, odio quel tipo di risposte e l'ho buttata li per ridere... (avevo anche scritto "a parte gli scherzi")
    appunto, bisogna vedere a cosa si deve questo
    peggioramento.
    Io sinceramente non riesco a credere che i
    programmatori prendano una versione precedente di
    una routine e la infarciscano di for(int
    i=0;i Poi magari è vero, c'è un complotto mondiale,
    un'alleanza nefasta tra programmatori e
    produttori di hw, i primi inseriscono cicli for
    inutili a caso nei programmi, e i secondi li
    foraggiano..... e le aziende (note sperperatrici
    di denaro gestite da yuppies dediti alla
    deboscia) cambiano hw e sw a muzzo!

    Su, dai! :D Non è un complotto... è poca professionalità da parte delle SW house...
    Anche se bisognerebbe risponderti che photoshop
    non è certo fatto per cambiare il contrasto, non
    hai tutti i torti, ma dobbiamo intenderci. Quando
    parlo di ottimizzazione, personalmente mi viene
    da pensare a come viene scritto il codice. Questo
    invece mi sembra più un problema architetturale,
    a monte, perché esiste a partire dal progetto,
    indipendentemente da come poi questo viene
    sviluppato (c++, vb, assembly, lisp, logo, ecc).
    C'è anche da domandarsi se sarebbe possibile
    un'alternativa. Restando nell'esempio, photoshop
    non è destinato a me e a te che ce lo siamo
    piratati e che lo usiamo per ridurre i contrasti,
    ma al professionista che deve usare le centinaia
    di filtri, e che a doverseli caricare quando gli
    servono potrebbe rallentargli di parecchio il
    lavoro, mentre, amministratore di rete
    permettendo, si può schedulare l'accensione del
    pc e l'avvio automatico di photoshop 15 minuti
    prima dell'entrata in ufficio.
    Certo, se ci fosse più flessibilità sarebbe
    meglio (aka: scegliere dalle opzioni cosa
    caricare all'avvio), ma ammettiamolo: io per lo
    meno non ho pagato il migliaio di euro per
    photoshop cs, non posso pretendere più di tanto,
    e probabilmente se l'avessi pagato vorrebbe dire
    che ci lavoro e il caricamento dei filtri mi
    andrebbe bene. Tu? Certo io ho estremizzato la cosa... ma non sempre un professionista deve applicare decine di filtri ad una foto (un fotografo può avere benissimo la necessità di intervenire sulle foto per modificare luminosità e contrasto, anzi...credo sia la cosa più frequente... poi se il caricamento di un filtro impiega un secondo non vedo il ritardo che possa portare. Meglio un secondo quando mi serve che 30/35 secondi ogni volta
    Quando si parla di bloatware mi viene in mente
    più un programma tipo windows media player 10,
    oppure music match jukebox... Photoshop per
    quanto è migliorabile mi sembra "giustamente
    pesante".Sicuramente i tuoi esempi sono più calzanti dei miei...
  • MeDevil scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Chernobyl

    Strano che poi i programmi funzionino ed anche

    meglio di cose scritte da sparagestionali vb...

    strano che un "linaro" il codice lo scrive

    documentandosi prima...
    Certo, adesso tutti i programmatori su Linux sono
    brave persone che si documentano, nessuno escluso
    ...Se devi scrivere qualcosa su linux e non conosci l'argomento a meraviglia, la prima cosa che usi si chiama man, poi google e poi non so... i sorgenti magari...


    strano che un "linaro" a differenza di un

    "windowsiano" si pone domande su come funziona
    un

    s/o e di come ottimizzare al meglio il proprio

    applicativo, perchè magari ha più tempo per

    pensarci...
    Ma gli dai anche ragione in questo modo !
    Praticamente hai detto che i programmatori Linux
    sono tutti mantenuti ed hanno tutto il tempo che
    gli serve ... Robe da pazziQuando avrei detto che sono mantenuti? Ho solo detto che se devono scrivere un software, di certo non hanno le stesse pressioni che ci sono sui software closed-source e di certo, ci pensano 3-4 volte sul come scrivere una cosa per essere il più performante possibile...


    Finora l'unico software di qualità che ho visto,

    non riguarda i closed source...
    Allora non hai mai sentito parlare di oracle o
    sun solarisInfatti non ho mai provato oracle o solaris... per cui non c'è nessun errore nella mia *PERSONALE* affermazione...

    P.S.
    disks@chernobyl ~$ uptime ; uname -ar
    12:34PM up 18 days, 13:30, 1 user, load
    averages: 1.00, 1.00, 1.00
    FreeBSD chernobyl.veneto.lan 5.4-RELEASE FreeBSD
    5.4-RELEASE #0: Sun Nov 27 00:43:00 CET 2005
    root@chernobyl.armet.lan:/usr/src/sys/i386/compilevuoi darmi anche la carta di credito? eh? :-DIo ritorno a breve (xkè mi si è rotto il pc... T_T) sulla mia ottima gentoo 2006.0, magari compilata da stage1, per x86_64 con xgl e gcc4... (e gnome2.14 ovviamente).Saluti, MeDevil
  • Anonimo scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    IBM

    Non mi sembrano proprio dei cantinari...

    Ti ricordo che Linux puo' girare su un numero

    enorme di piattaforme diverse. Dal controller

    del tuo videoregistratore fino ad un mainframe

    passando per i cluster di calcolo parallelo di

    classe Beowolf...Windows a malapena riesce a

    partire solo su piattaforma x86...

    Direi che e' un bel lavoro per dei "cantinari"
    ;-)
    Non sai cosa parli. Windows è NT da anni. XP è
    NT. NT è derivato da VMS, gli stessi
    programmatori di VMS per Alpha lo hanno riscritto
    per creare NT per Microsoft.
    Dire che NT non può girare su altre piattaforme è
    un'idiozia che dimostra che voi fanatici
    pro-Linux mancate delle basi di informatica,
    proprio non sapete di cosa parlate, come tutti
    gli integralisti fanatici che si incensano della
    propria ignoranza decantata per cultura.Quindi ?? Su quali piattaforme gira oltre alla x86 ???
  • Anonimo scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Anonimo
    IBM

    Non mi sembrano proprio dei cantinari...

    Ti ricordo che Linux puo' girare su un numero
    enorme di piattaforme diverse. Dal controller del
    tuo videoregistratore fino ad un mainframe
    passando per i cluster di calcolo parallelo di
    classe Beowolf...Windows a malapena riesce a
    partire solo su piattaforma x86...
    Direi che e' un bel lavoro per dei "cantinari" ;-)Non sai cosa parli. Windows è NT da anni. XP è NT. NT è derivato da VMS, gli stessi programmatori di VMS per Alpha lo hanno riscritto per creare NT per Microsoft. Dire che NT non può girare su altre piattaforme è un'idiozia che dimostra che voi fanatici pro-Linux mancate delle basi di informatica, proprio non sapete di cosa parlate, come tutti gli integralisti fanatici che si incensano della propria ignoranza decantata per cultura.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e
    poi


    ne riparliamo





    http://www.bytonic.de/html/jake2.html



    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio

    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D


    quando vedrai i primi giochi in C# poi non venire
    a dire che non te l'avevamo detto...C# ... altra porcata di linguaggio.Se sai programmare davvero usi C++ con in-line assembly. Punto.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo
    ma mi spieghi a chi gliene frega che il software
    sia più leggero?all'utente al massimo cambia
    qualchi millisecondo (se è tanto) in meno nel
    rendering,finita li...

    io a sto tipo gli dico, scrivitelo te il codice
    come dio comanda, noi qua dobbiamo magnà,non
    abbiamo tempo per i fronzolini e la teoria del
    software "magro"..

    e ben vengano java e .net perdio!Che livello infimo. Tu sì che sei un grande esperto programmatore.. eh! In che mani siamo messi...!
  • Anonimo scrive:
    Re: quoto
    visual basic olinguaggi a base di .net ojava+ incompenza nella programmazioneecco quello che dico ioche sia la causa!una volta si facevano software efficientiin c o in assembler ora avvi il tuo wizard e con 2MB di programma che richiede 200MB di ram hai qualcosa che ti visualizza "hello world"
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...



    http://www.bytonic.de/html/jake2.html



    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio

    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D


    quando vedrai i primi giochi in C# poi non venire
    a dire che non te l'avevamo detto...E chi se lo fila D flat io parlavo dell'originale!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    Ragazzi ma un po di sana figa no eh? :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    Firefox, thunderbird e OO saranno lenti, ma a differenza di Office sono aperti e a disposizione di tutti.Chiunque voglia può mettersi lì e ottimizzarli di più. Con i software proprietari decide solo il produttore secondo le sue strette convenienze.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo

    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e poi

    ne riparliamo



    http://www.bytonic.de/html/jake2.html

    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio
    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D quando vedrai i primi giochi in C# poi non venire a dire che non te l'avevamo detto...
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    Comunque .NET è MOLTO più veloce di Java,

    direi





    Forse vorrai dire il contrario!



    Hai dei problemi sulla macchina.. se java va più

    veloce della .net hai dei GROSSI problemi sulla

    tua maccina..

    la macchina è perfettamente ottimizzata.
    il codice Java gira come una scheggia, web,
    swing, e logica applicativa pura.
    quelle due applicazioni di .NET che sono
    costretto a far girare, mi rovinano l'umore per
    il resto della giornata...
    ma forse solo io parlo di esperienze reali, a
    differenza dei soliti *tifosi* che non esprimono
    pareri tecnici, ma solo simpatie per questo o
    quel fronte...

    ciao
    glte invece quanti dettagli tecnici per argomentare la tua tesi,anche te .NET non l'hai mai visto...
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...

    Forse vorrai dire il contrario!
    L'applicazione Java su cui lavoro, 30.000 righe
    di codice, compilata pesa 7,5MB con tutte le
    librerie comprese.
    Si avvia in meno di un secondo su P4 e PIII

    Mi capita per lavoro di usare delle applicazioni
    .NET su macchine P4 e di aspettare 10-15 secondi
    per la partenza dell'applicativo.
    Poi lavorandoci è una vera frustrazione, non
    vedevo nulla di simile dai tempi di Windows 3.0
    su 8086.

    Ciao
    glte .NET non l'hai mai visto, avrai compilato qualcosa fatto da altri e basta...
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    ma mi spieghi a chi gliene frega che il software sia più leggero?all'utente al massimo cambia qualchi millisecondo (se è tanto) in meno nel rendering,finita li...io a sto tipo gli dico, scrivitelo te il codice come dio comanda, noi qua dobbiamo magnà,non abbiamo tempo per i fronzolini e la teoria del software "magro"..e ben vengano java e .net perdio!
  • Anonimo scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    IBMNon mi sembrano proprio dei cantinari...Ti ricordo che Linux puo' girare su un numero enorme di piattaforme diverse. Dal controller del tuo videoregistratore fino ad un mainframe passando per i cluster di calcolo parallelo di classe Beowolf...Windows a malapena riesce a partire solo su piattaforma x86...Direi che e' un bel lavoro per dei "cantinari" ;-)
  • Anonimo scrive:
    Commerciali poco tecnici
    Il problema di fondo dei commerciali è la mancanza di cultura tecnica.Un ottimo commerciale è un programmatore che si è fatto una buona gavetta, mentre darei un calcio in culo a tutti i laureati che vogliono intortarsi nel business delle tecnologie senza essersi prima "sporcati le mani".
  • Anonimo scrive:
    In pochi ottimizzano...
    ...e fra questi c'è il Lancer, versione ottimizzata (non compilandola, ma riscrivendola) dell'encoder Vorbis.Ci volevano i Nippo ?http://homepage3.nifty.com/blacksword/index_e.htmPer FireFox ci sono dei tipi che ottimizzano, ma solo in compilazione:http://forums.mozillazine.org/viewforum.php?f=42C'è qualcuno che si è preso la briga di ricompilare OpenOffice ? No (afaik).Sarebbe davvero interessante se i sw open fossero ottimizzati per girare al meglio (Gentoo rulez).Marco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: In pochi ottimizzano...
      Hai ragione l'ottimizzazione in fase di compilazione e' molto importante pero' se uno impara a scrivere del codice migliore anche il suo compilatore gliene sara' grato. Ed il programma volera' in orbita.
    • Anonimo scrive:
      Re: In pochi ottimizzano...
      - Scritto da: Anonimo
      Per FireFox ci sono dei tipi che ottimizzano, ma
      solo in compilazione:
      http://forums.mozillazine.org/viewforum.php?f=42

      C'è qualcuno che si è preso la briga di
      ricompilare OpenOffice ? No (afaik).
      Sarebbe davvero interessante se i sw open fossero
      ottimizzati per girare al meglio (Gentoo rulez).Vi siete mai chiesti come mai che in genere i programmi open source e per linux siano poco ottimizzati? Perchè non hanno compilatori sufficientemente potenti e ottimizzati. Meglio di un compilatore Microsoft non lo trovate in giro.
    • Anonimo scrive:
      Re: In pochi ottimizzano...
      Pretendi troppo dall'opensource. E' già grassa se c'è qualcuno che scrive il software raffazzonando le sue scarse conoscenze: chiedere che abbia ampie competenze e sappia scrivere software ottimizzato è veramente troppo.Se avessero davvero a cuore l'ottimizzazione non userebbero un kernel monolitico (i moduli sono solo fumo negli occhi) ancora nel 2006.X-server è ciarpame inutile e obsoleto, KDE è un mangiatutto e l'altro troiaio è ancora più lento e instabile.Dovrebbero innanzitutto fare scelte di base radicali e coraggiose, perché l'ottimizzazione inizia dall'analisi e dalle scelte architetturali. Il resto sarebbe una banale conseguenza.Quanto a MS, l'ottimizzazione non sanno neppure dove stia di casa.Il mercato mainstream è al punto in cui dovrebbe reimparare tutto dai sistemi embedded critici, gli unici che rispettano da sempre vincoli stringenti di ottimizzazione. QNX è un capolavoro assoluto... gira anche su un 486/Geode e sta tutto su un floppy. E gestisce come nulla centrali nucleari, petrolchimici, sistemi avionici con garanzia sulle deadlines.
  • Anonimo scrive:
    ...Con le luci rosse e blu...
    Il problema e' solo di marketing su molti piu' livelli di quanto non si pensi.Chi e' quell'utente che conosce ed usa al 100% tutte le funzioni di un programma ?Pero' e bello sentire:"Questo programma fa questo e quello...". Alla fine quante volte userai tutte quelle mirabolanti funzioni ??Ed il codice lievita...Un altro parametro e' la fretta di uscire sul mercato:"Bisogna fare presto!". Cosi' si mettono assieme le cose giusto che funzionino perche' senno' arriva il concorrente che esce prima di te. Ok si lasciano perdere le ottimizzazioni che potrebbero essere fatte:"Basta che funzioni.". Si usano dei tool RAD ed il codice diventa una discarica...Io ho imparato a programmare su un famoso microprocessore che girava a 3,5 MHz. Il computer aveva 48KB di RAM... Con quello ti dovevi arrangiare per fare tutto ed allora ti dovevi inventare XOR A anziche' LD A,0x00 perche' risparmiavi cicli di clock e memoria.Adesso solo per riuscire a far girare l'SO decentemente ti serve 1 GB di RAM... Pero' e' bello avere le finestre animate con i foglietti che svolazzano da una cartella ad un'altra...Mi sembra di ricordare che qualcuno avesse detto qualche anno addietro:"640 KB di RAM saranno sufficenti per tutte le applicazioni". Non mi ricordo chi fosse....
  • Anonimo scrive:
    Re: *** TROLL DETECTED ***
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Bhe, di solito hanno quanto meno provato piu' di

    un sistema operativo, inoltre la programmazione

    sotto linux mi sembra richieda un po' piu' di

    formalita' e correttezza rispetto a quella

    compilata con compilatori microsoft.
    Non parlare per sentito dire (troll4) Non lo faccio infatti, tu hai mai programmato sotto windows e linux ? Mai portato qualche applicazione da un SO all'altro o realizzato programmi compilabili su entrambi ?
  • Anonimo scrive:
    Re: VideoLanClient slimware :)
    - Scritto da: Anonimo
    provando vari player multimediali ho notato che
    VideoLanClient occupa molte meno risorse rispetto
    a tutti gli altri... circa metà x quanto riguarda
    il carico sulla cpu.
    Assolutamente. Non solo, ma VideoLAN non richiede neanche l'installazione dei codecs. Non mi sembra poco.Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    *** TROLL DETECTED ***
    - Scritto da: Anonimo

    Bhe, di solito hanno quanto meno provato piu' di
    un sistema operativo, inoltre la programmazione
    sotto linux mi sembra richieda un po' piu' di
    formalita' e correttezza rispetto a quella
    compilata con compilatori microsoft.Non parlare per sentito dire (troll4)
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo


    Comunque .NET è MOLTO più veloce di Java,
    direi



    Forse vorrai dire il contrario!

    Hai dei problemi sulla macchina.. se java va più
    veloce della .net hai dei GROSSI problemi sulla
    tua maccina..la macchina è perfettamente ottimizzata.il codice Java gira come una scheggia, web, swing, e logica applicativa pura.quelle due applicazioni di .NET che sono costretto a far girare, mi rovinano l'umore per il resto della giornata...ma forse solo io parlo di esperienze reali, a differenza dei soliti *tifosi* che non esprimono pareri tecnici, ma solo simpatie per questo o quel fronte...ciaogl
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Mi capita per lavoro di usare delle applicazioni

    .NET su macchine P4 e di aspettare 10-15 secondi

    per la partenza dell'applicativo.

    evita per piacere di dire fesserie. Grazie.si, fesserie, certo.se avessi altro tempo da perdere con te, potrei farti un filmatino così te lo guardi ogni volta che ti viene il dubbio.ma siccome non ci guadagno niente, continuo col mio lavoro!ciaogl
  • Anonimo scrive:
    NEGROPONTE...dove vivi?
    N. non ha capito un cazzo.Lo so'..è una riflessione profonda.L'informatica si stà evolvendo oggi come si è evoluta la meccanica a partire dal sedicesimo secolo.Tutti gli applicativi che DEVONO FUNZIONARE a livello INDUSTRIALE devono avere un'affidabilità testata su ogni layer. Oggi di layer ce ne devono essere abbastanza e ognuno deve progredire autonomamente ed essere testato UNITARIAMENTE. Ergo: quando sviluppo il mio programma non posso ripartire da zero ma sviluppo sul layer più alto; quindi anche solo per scrivere "Ciao PorcoMONDO!" consumo molte risorse.Senti Negroponte, adeso non è che perchè il tuo seppur nobile progetto non sta in piedi te la prendi con la naturale industralizzazione degli sviluppi informatici.Meschino
    • Anonimo scrive:
      Re: NEGROPONTE...dove vivi?
      - Scritto da: Anonimo
      N. non ha capito un cazzo.
      Lo so'..è una riflessione profonda.Probabilmente e' il massimo che riesci a dare...Dopo un inizio cosi' non vale neanche la pena di leggere il resto del post.
      L'informatica si stà evolvendo oggi come si è
      evoluta la meccanica a partire dal sedicesimo
      secolo.

      Tutti gli applicativi che DEVONO FUNZIONARE a
      livello INDUSTRIALE devono avere un'affidabilità
      testata su ogni layer. Oggi di layer ce ne devono
      essere abbastanza e ognuno deve progredire
      autonomamente ed essere testato UNITARIAMENTE.
      Ergo: quando sviluppo il mio programma non posso
      ripartire da zero ma sviluppo sul layer più alto;
      quindi anche solo per scrivere "Ciao PorcoMONDO!"
      consumo molte risorse.

      Senti Negroponte, adeso non è che perchè il tuo
      seppur nobile progetto non sta in piedi te la
      prendi con la naturale industralizzazione degli
      sviluppi informatici.
      Meschino


      • Anonimo scrive:
        9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: NEGROPONTE...dove vivi?
        Direi che quello a cui hai risposto è rimasto folgorato da Prodi e fa come lui tutti discorsi fantasiosi... praticamente vaneggia !- Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        N. non ha capito un cazzo.

        Lo so'..è una riflessione profonda.

        Probabilmente e' il massimo che riesci a dare...
        Dopo un inizio cosi' non vale neanche la pena di
        leggere il resto del post.


        L'informatica si stà evolvendo oggi come si è

        evoluta la meccanica a partire dal sedicesimo

        secolo.



        Tutti gli applicativi che DEVONO FUNZIONARE a

        livello INDUSTRIALE devono avere un'affidabilità

        testata su ogni layer. Oggi di layer ce ne
        devono

        essere abbastanza e ognuno deve progredire

        autonomamente ed essere testato UNITARIAMENTE.

        Ergo: quando sviluppo il mio programma non
        posso

        ripartire da zero ma sviluppo sul layer più
        alto;

        quindi anche solo per scrivere "Ciao
        PorcoMONDO!"

        consumo molte risorse.



        Senti Negroponte, adeso non è che perchè il tuo

        seppur nobile progetto non sta in piedi te la

        prendi con la naturale industralizzazione degli

        sviluppi informatici.

        Meschino





    • Anonimo scrive:
      Re: NEGROPONTE...dove vivi?
      Mai sentito parlare di librerie ??C'e' in giro lo slogan:"Un vero programmatore non scrive la stessa funzione due volte". Se la prima volta la scrivi in maniera ottimizzata ed efficente ?Si puo' scrivere del codice efficente senza buttare via tutti i paradigmi di progettazione del software...
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: segaiolo
    Cercano di traviare anche i poveri bambini :'(

    Sono riuscito anche a trovare qualcuno che si è
    comprato il tutto ad un buon prezzo. Lo so,
    potrebbe diventare un cimelio, ma non me la
    sentivo di tenerlo ...Non venderei il mio 1200 per nessuna cifra al mondo. Ho venduto ai tempi il mio primo Amiga500plus con Action Replay MK3 a 300.000 lire a un tamarro per comprarmi il 1200, quando penso a dove e come possa essere finito il mio amy500 mi viene la rabbia... Se lo ritrovassi lo ricomprerei volentieri.TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...



    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e
    poi


    ne riparliamo





    http://www.bytonic.de/html/jake2.html



    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio

    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D

    Sai leggere ??? Ha detto vediamo come viene in
    .net !E chissenefrega l'originale se ne FREGA sia di NET che di JAVA questo è il punto di Negroponte, imparate a programmare!Usando linguaggi per professionisti non ca@@ate per bambini! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo

    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e poi

    ne riparliamo



    http://www.bytonic.de/html/jake2.html

    Ok adesso vieni pure a dirmi che è meglio
    dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D Sai leggere ??? Ha detto vediamo come viene in .net !
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...

    Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e poi
    ne riparliamo

    http://www.bytonic.de/html/jake2.htmlOk adesso vieni pure a dirmi che è meglio dell'originale neeeeeeeeeeeeeeh :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    Cercano di traviare anche i poveri bambini :'( Sono riuscito anche a trovare qualcuno che si è comprato il tutto ad un buon prezzo. Lo so, potrebbe diventare un cimelio, ma non me la sentivo di tenerlo ...
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: segaiolo
    Si, d'accordo. Ma ero piccolino e ingenuo e non
    avevo mai toccato un computer prima ...Ovviamente il mio commento era ironico! ;) E poi anche io ero piccolino all'epoca...TAD
  • AnyFile scrive:
    Re: Colpa dei costi!
    - Scritto da: The Raptus
    Io lavoro su sistemi Embedded. Spesso penso a
    come ottimizzare (in velocità!) il mio programma
    anche a scapito della dimensione del codice
    prodotto.Mi sa che quello che capita spesso (parlo di programmi per pc, non di sistemi embeded) e' che i programmi siano sia grossi (basta guardare lo spazio occupato) sia lenti. Mentre un tempo bisognava scegliere dove si collocasse la situazione ottimale tra prediligere la velocita' e la dimensione, oggi non si cura ne l'una ne l'altra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    Si, d'accordo. Ma ero piccolino e ingenuo e non avevo mai toccato un computer prima ...
  • avvelenato scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    Sulla Luna ci siamo andati senza computer. A


    quel tempo non esistevano ne 8086 ne altro...


    Sulla Luna NON ci siamo andati.

    I filmati della rover che solleva semicerchi di
    polvere li hanno disegnati al tempo gia' in
    coputer grafica, grazie ai computer trovati
    nell'ufo di Roswell.No, li ha disegnati walt disney a mano 8)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 07.05-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Re: VideoLanClient slimware :)
    E' tutta apparenza. In realtà è ciccioso anche lui!
  • Anonimo scrive:
    un esmepio di pessima programmazione ?
    http://video.google.com/videoplay?docid=-2952176625019005943&q=oblivion&pl=true
    • Anonimo scrive:
      Re: un esmepio di pessima programmazione
      Ma perché ammazzare quel povero gnomo? Solo perché era affezionato alla porta?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..

    Non i veri amighisti, io sul 1200 ci spesi
    700.000 lire solo per la scheda acceleratrice e
    la ram (mitica Blizzard 1230!!!) e altre 500.000
    lire per un HD da 850Mega!!! URCA!A me avevano regalato un A2000 con un 1MB e due drive. Ma oltre ai giochini ho utilizzato un pò di basic e per scrivere-stampare. SIGH!
  • MeDevil scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Trollfighter
    A capo di tutto questo ci sono programmatori
    improvvisati della domenica che scaricano
    sorgenti da siti pubblici, compilano nelle loro
    cantine e ripubblicano gli eseguibili nascosti da
    nickname d'impatto, in realtà molti di loro non
    hanno manco la 5 elementare...
    software craccato
    in partenza, storpiato, difettoso pieno di errori
    grossolani. Va bene tutto, anche linux, ma almeno
    mettete un freno a chi si prodiga in improbabili
    esercizi di alchimia informatica e ha pure il
    coraggio di invocare l'aiuto della comunità
    open-source. Se un bel giorno vi libererete di
    questi personaggi, sarà il primo vero passo nella
    competizione con l'unico sistema operativo che
    merita di essere chiamato tale: Windows.
    Per ora solo la cantina per voi...

    Mwahahahahahah!Strano che poi i programmi funzionino ed anche meglio di cose scritte da sparagestionali vb... strano che un "linaro" il codice lo scrive documentandosi prima...strano che un "linaro" a differenza di un "windowsiano" si pone domande su come funziona un s/o e di come ottimizzare al meglio il proprio applicativo, perchè magari ha più tempo per pensarci...Finora l'unico software di qualità che ho visto, non riguarda i closed source...Saluti, MeDevil
    • Chernobyl scrive:
      Re: Un discorso serio ai linari

      Strano che poi i programmi funzionino ed anche
      meglio di cose scritte da sparagestionali vb...
      strano che un "linaro" il codice lo scrive
      documentandosi prima...Certo, adesso tutti i programmatori su Linux sono brave persone che si documentano, nessuno escluso ...
      strano che un "linaro" a differenza di un
      "windowsiano" si pone domande su come funziona un
      s/o e di come ottimizzare al meglio il proprio
      applicativo, perchè magari ha più tempo per
      pensarci...Ma gli dai anche ragione in questo modo ! Praticamente hai detto che i programmatori Linux sono tutti mantenuti ed hanno tutto il tempo che gli serve ... Robe da pazzi
      Finora l'unico software di qualità che ho visto,
      non riguarda i closed source...Allora non hai mai sentito parlare di oracle o sun solarisP.S.disks@chernobyl ~$ uptime ; uname -ar12:34PM up 18 days, 13:30, 1 user, load averages: 1.00, 1.00, 1.00FreeBSD chernobyl.veneto.lan 5.4-RELEASE FreeBSD 5.4-RELEASE #0: Sun Nov 27 00:43:00 CET 2005 root@chernobyl.armet.lan:/usr/src/sys/i386/compile/CHERNOBYL i386
  • rock and troll scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    quoto in pieno tutto quello che dici...stupende queste frasi...
    ripubblicano gli eseguibili nascosti da
    nickname d'impatto,
    improbabili esercizi di alchimia informatica e ha pure il
    coraggio di invocare l'aiuto della comunità
    open-source.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    Ma anche solo come console era una gran figata
    (amiga) .Ah beh, non c'è dubbio, non ho certo detto il contrario! ;)
    Peccato che dopo molti anni le persone
    pretendevano di avere gli stessi prodotti che
    uscivano su PC mantenendo un A500 senza neanche
    un 1MB. E' fu così che l'Amiga defunse ...
    (nolove)Non i veri amighisti, io sul 1200 ci spesi 700.000 lire solo per la scheda acceleratrice e la ram (mitica Blizzard 1230!!!) e altre 500.000 lire per un HD da 850Mega!!! Purtroppo c'era anche la generazione di genitori che pensava che il "PC IBM compatibile" era il computer serio, quello per "lavorare e studiare"...TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    infatti il problema è stato proprio lo scarso interessamento da parte della Commodore.. (ah le tangenti..)Peccato..Andrea
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    e io personalmente ci ho lavorato per anni (audio)Anche io ci smanettavo, per hobby però, col protracker. Per il resto amavo la programmazione assembly del suo magnifico processore e dei chip custom, che meraviglia. :'( :'( :'( :'( TAD
  • superciuck scrive:
    God Bless MS!
    eh si' perche' e' inutile nascondersi che la carretta dell'hardware la tira Microsoft ormai da 20 anni sia nei desktop che nei videogiochi. La mia impresssione e' che ci sia un tacito accordo tra produttori HW e MS in cui ad ogni release Windows MS aumenta di un 'tantino' la richiesta di risorse video, spazio disco, migliora le directX con nuovi shaders, quel tanto che basta per aver bisogno ogni anno di un nuovo PC, come ERA costretto a fare anche il sottoscritto. Io dall'anno scorso mi sono tirato fuori da questo gioco al massacro (del mio portafoglio) - non dico come per non fare pubblicita' o passare per trollone ma penso che non ci vuole molto a capire.
    • AnyFile scrive:
      Re: God Bless MS!
      Purtroppo anche le distrubizioni di linux diventano sempre piu' esose.basta guardare che un tempo ci stavano su 2 o 3 CD ora ne servono una dozzina e che molti programmi (tipo mozilla o openoffice) fanno fatica su computer con meno di 256 MB. (beh ... il mio pc ha MOLTO piu' di un anno ... in effeti sarebbe ora di cambiarlo).Pero' presumo (se qualcuno mi da' dettegli, glene saro' grato) che in Linux sia possibile scegliere distribuzioni piu' leggere.Un punto notevole pero' e' il kernel. Quanto e' efficiente il kerenl linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: God Bless MS!
        - Scritto da: AnyFile
        Purtroppo anche le distrubizioni di linux
        diventano sempre piu' esose.
        basta guardare che un tempo ci stavano su 2 o 3
        CD ora ne servono una dozzina e che molti
        programmi (tipo mozilla o openoffice) fanno
        fatica su computer con meno di 256 MB. (beh ...
        il mio pc ha MOLTO piu' di un anno ... in effeti
        sarebbe ora di cambiarlo).
        Pero' presumo (se qualcuno mi da' dettegli, glene
        saro' grato) che in Linux sia possibile scegliere
        distribuzioni piu' leggere.Ci sono distro che stanno si una chiavetta USB.
        Un punto notevole pero' e' il kernel. Quanto e'
        efficiente il kerenl linux?Leggevo che il kernel di linux e' uno dei pochissimi programmi rimasti che diventa piu' veloce di versione in versione.
        • Anonimo scrive:
          Re: God Bless MS!
          non confondiamo il kernel e, ci aggiungo io, i programmi a linea di comando, con i vari desktop che ci si puo' 'montare' sopra. Per mia esperienza personale pero' posso dirti che anche col desktop piu' costoso - come richiesta di risorse - io sul mio PC di generazione precedente - un athlon a 1.6 MhZ 512 Mb ram ho prestazioni nettamente migliori in quasi tutti i campi pari al mio nuovo windows 2000 su un athlon XP 2.4 Mhz col doppio di ram.
      • Anonimo scrive:
        Re: God Bless MS!
        - Scritto da: AnyFile
        Purtroppo anche le distrubizioni di linux
        diventano sempre piu' esose.

        basta guardare che un tempo ci stavano su 2 o 3
        CD ora ne servono una dozzina e che molti
        programmi (tipo mozilla o openoffice) fanno
        fatica su computer con meno di 256 MB. (beh ...
        il mio pc ha MOLTO piu' di un anno ... in effeti
        sarebbe ora di cambiarlo).

        Pero' presumo (se qualcuno mi da' dettegli, glene
        saro' grato) che in Linux sia possibile scegliere
        distribuzioni piu' leggere.

        Un punto notevole pero' e' il kernel. Quanto e'
        efficiente il kerenl linux?molto - se vuoi provare e hai un'ADSL scaricati una distribuzione 'live' - x esempio la KNOPPIX http://www.knopper.net/knoppix/index-en.html - in cui lanci linux da CD senza installarlo, e ti rendi subito conto della differenza.Tieni poi presente che le distribuzioni sono composte da: kernel, drivers hardware, 2 o tre tipi di desktop diversi e, per maggior parte, programmi utili e giochi. Quindi in se' il sistema operativo + il desktop non sono per niente 'esosi' ma tu hai a disposizione una quantita' immane di programmi gratuiti che puoi decidere o meno di installare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    Ma anche solo come console era una gran figata (amiga) . Peccato che dopo molti anni le persone pretendevano di avere gli stessi prodotti che uscivano su PC mantenendo un A500 senza neanche un 1MB. E' fu così che l'Amiga defunse ... (nolove)(sono quello dei giochini)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    e io personalmente ci ho lavorato per anni (audio)
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista

    Terzo, il pubblico non fa testo in quanto non fa
    utili, li spende per erogare servizzi e basta. Hai bevuto? è un ente pubblico e ci potranno essere diverse persone, più o meno corrette, ma non si tratta di un ente di beneficenza.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Basta, l'Amiga serviva solo per i giochini ...

    E per i rendering di Babilon 5.E di Seaquest e degli effetti speciali della prima stagione di X files, per la modellazione dei dinosauri di Jurassic Park, per il controllo della telemetria e le comunicazioni alla Nasahttp://www.amiworld.it/interviste/green/HalInterview-ita.htmlPer le titolazioni e gli effetti speciali di una quantità incalcolabile di tv private in tutto il mondo, anche grazie al VideoToasterhttp://www.youtube.com/watch?v=4gOxGMWSm3E&search=amiga%20video%20toasterEd è stato il principio e l'introduttore del concetto di "multimedialità" che oggi è sulla bocca di tutti i ragazzini cresciuti a Windows e Playstation. Che è stato tra i primi (se non il primo) computer consumer ad introdurre un multitasking preemptive con una macchina con 512k di Ram, quando Windows lo ha avuto 10 anni dopo con il decuplo della ram e con prestazioni neanche paragonabili.Certo purtroppo l'amiga aveva anche una grossa base di utenza che lo ha scambiato per una console da gioco con la tastiera e penso che l'autore del post di cui sopra appartenza a questa triste categoria. E ciò è anche colpa di commodore.TAD==================================Modificato dall'autore il 06/04/2006 11.06.25
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo
    Comunque .NET è MOLTO più veloce di Java, direi
    solo un po' più lento di codice nativo (ad es.
    C++) perchè prima di essere eseguito viene
    interamente tradotto in linguaggio macchina,
    mentre Java è puramente interpretato.Non diciamo fesserie, non c'è nessuna differenza del genere fra .net e java (hotspot, il compilatore just in time, c'è da almeno 6 anni) e proprio per questo le prestazioni dei due non potranno mai differire di molto.Cmq, qualcuno provi a fare questo in .net e poi ne riparliamohttp://www.bytonic.de/html/jake2.html
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Occupa cosi' tanto perche' e' scritta in .doc
    non parlare di ciò che non conosci.Spegacelo tu : perche' office e' cosi' goloso di spazio ???
  • Anonimo scrive:
    VideoLanClient slimware :)
    provando vari player multimediali ho notato che VideoLanClient occupa molte meno risorse rispetto a tutti gli altri... circa metà x quanto riguarda il carico sulla cpu.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    - Scritto da: Anonimo
    Occupa cosi' tanto perche' e' scritta in .docnon parlare di ciò che non conosci.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    OpenOffice scaricata da internet era di appena

    64 MB, contro i 3 CD di MsOffice.

    MSOffice ha una ricca documentazione ed è per
    questo che occupa più spazio.Occupa cosi' tanto perche' e' scritta in .doc (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    Basta, l'Amiga serviva solo per i giochini ...E per i rendering di Babilon 5.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    Basta, l'Amiga serviva solo per i giochini ...
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: Anonimo

    Sulla Luna ci siamo andati senza computer. A

    quel tempo non esistevano ne 8086 ne altro...
    Sulla Luna NON ci siamo andati.I filmati della rover che solleva semicerchi di polvere li hanno disegnati al tempo gia' in coputer grafica, grazie ai computer trovati nell'ufo di Roswell.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    - Scritto da: Anonimo
    ..perchè anche oggi è il sistema operativo più
    leggero al mondo

    (amiga)

    AndreaNon ho avuto ancora modo di vederlo di persona AmigaOS4, ma dai filmati sembra incredibile, specialmente considerato che gira su AmigaOne, un hardware tecnologicamente fermo a diversi anni fa. Alla hyperion hanno fatto un lavoro incredibile, riuscendo a scrivere oggi un sistema moderno ma con la stessa filosofia di un tempo, tuttora insuperata. Peccato che, al momento, non ci sia alcun hardware su cui farlo girare... :'( :'( :'( :'( :'( TAD (amiga)(amiga)(amiga)(amiga)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
      Se non uscirà presto un nuovo hardware ma soprattutto amiga inc non si deciderà a supportare tutto per bene Amiga OS 4 sarà solo una parentesi destinata a sparire.Hyperion c'ha speso tutte le sue forzze e soldi in questo progetto ed attualmente è sola tanto è vero che tempo fa si vociava di un mistery device, forse un palmare sul quale portare aos4 ed ultimamente s'è messa a vendere le tecnologie alla base del suo sistema al miglior offerente.Davvero una gran brutta fine...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
        - Scritto da: Anonimo
        Se non uscirà presto un nuovo hardware ma
        soprattutto amiga inc non si deciderà a
        supportare tutto per bene Amiga OS 4 sarà solo
        una parentesi destinata a sparire.Amiga Inc. non c'entra praticamente nulla con OS4.
        Hyperion c'ha speso tutte le sue forzze e soldi
        in questo progetto ed attualmente è sola tanto è
        vero che tempo fa si vociava di un mistery
        device, forse un palmare sul quale portare aos4
        ed ultimamente s'è messa a vendere le tecnologie
        alla base del suo sistema al miglior offerente.
        Davvero una gran brutta fine...Prima non ero di quest'opinione, ma gli ultimi avvenimenti mi hanno convinto che se hyperion si decidesse a portare OS4 su x86 farebbe solo bene. Anche a me piaceva l'idea di avere OS4 su un'architettura HW "diversa", ma se l'hardware neanche c'è è abbastanza improponibile... L'ultima spiaggia sarebbe Aros, staremo a vedere...TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
          Amiga Inc. può dire quello che vuole ma è lei che possiede i diritti su tutto quello che è Amiga e se lei in prima persona non tenta di avvicinare il mercato, questo non perderà tempo a cercare lei.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Condivido in pieno, da programmatore posso dire

    che aprezzo molto vedere un programma efficiente

    che magari adotta soluzioni geniali per
    risolvere

    problemi in maniera elegante.

    Ma quanto costa ?

    Costa ore di analisi e sviluppo...di test e

    ottimizzazioni

    costa molto di piu di un Gb di Ram aggiuntiva
    che

    servirebbe se non fosse ottimizzato... ed alla

    fine ai clienti interessa questo...gli euri.

    Discorso diverso per il software free... ma in

    quel caso non lo scrivi per i soldi lo fai per

    passione, ed allora puoi dedicarci tutto il
    tempo

    che vuoi.
    Questo va bene se fai il software per un solo o
    pochissimi clienti ma se il software lo vendi a
    migliaia se non milioni di clienti allora 1 GByte
    di ram moltiplicato per milioni di persone fanno
    una quantità di soldi impressionante che sono
    molti molti di più di quanto spende un team di
    programmatori per ottimizzare il codice.

    Ciao.Non solo, ma se il cliente ha bisogno di far girare piu' di un programma per volta, sai com'e' siamo nel 2006 lo facevo gia' su amiga 500.Se tutti la pensano allo stesso modo 4 Gb di Ram sul server finiscono subito.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista

    Io ho lavorato per il CSI Piemonte e sviluppavano
    software open source, però pagavano regolarmente,CSI-Piemonte è l'ente strumentale della Pubblica Amministrazione Regionale Cioè lavoravi per un vampiro che pesa sulla spalle di tutti i cittadini.Primo avrei qualcosa da ridire che i nostri soldi vengano spesi in soc di software.Secondo vorrei vedere che tenessero cioò che hanno prodotto con i miei soldi closed.Terzo, il pubblico non fa testo in quanto non fa utili, li spende per erogare servizzi e basta.
  • Anonimo scrive:
    Re: AHAHAHAH SOFTWARE GRASSO
    La gente vuole software grasso,e noi glielo diamo
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista
    - Scritto da: Anonimo
    Condivido in pieno, da programmatore posso dire
    che aprezzo molto vedere un programma efficiente
    che magari adotta soluzioni geniali per risolvere
    problemi in maniera elegante.
    Ma quanto costa ?
    Costa ore di analisi e sviluppo...di test e
    ottimizzazioni
    costa molto di piu di un Gb di Ram aggiuntiva che
    servirebbe se non fosse ottimizzato... ed alla
    fine ai clienti interessa questo...gli euri.
    Discorso diverso per il software free... ma in
    quel caso non lo scrivi per i soldi lo fai per
    passione, ed allora puoi dedicarci tutto il tempo
    che vuoi.Questo va bene se fai il software per un solo o pochissimi clienti ma se il software lo vendi a migliaia se non milioni di clienti allora 1 GByte di ram moltiplicato per milioni di persone fanno una quantità di soldi impressionante che sono molti molti di più di quanto spende un team di programmatori per ottimizzare il codice.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo
    Mi capita per lavoro di usare delle applicazioni
    .NET su macchine P4 e di aspettare 10-15 secondi
    per la partenza dell'applicativo.evita per piacere di dire fesserie. Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram

    Se non ricordo male il computer che
    calcolò la rotta da seguire per la prima missione
    sulla luna aveva la potenza di calcolo di un
    386!)Ricordi male.e comunque NON siamo mai stati sulla luna.
    • Anonimo scrive:
      Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
      perchè la luna non esiste
    • Anonimo scrive:
      Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
      - Scritto da: Anonimo

      Se non ricordo male il computer che

      calcolò la rotta da seguire per la prima
      missione

      sulla luna aveva la potenza di calcolo di un

      386!)

      Ricordi male.

      e comunque NON siamo mai stati sulla luna.HASTA IL PUEBBLO!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Esempio classico: SeaMonkey
    - Scritto da: Anonimo
    Con 3/4 tab di navigazione aperti e con il client
    di posta si superano tranquillamente i 100 MB.
    E' in assoluto il programma (escludendo i
    servizi) che mi occupa più memoria durante le ore
    di lavoro.Firefox 1.5.0.1 ne occupa 200MB dopo 2 ore che lo usi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esempio classico: SeaMonkey

      Firefox 1.5.0.1 ne occupa 200MB dopo 2 ore che lo
      usi.forse perchè le cose bisogna imparare a usarle, a me dopo 5 o 6 ore di navigazione pesante occupa 50MB, pensa te
      • Anotnio Cerullo scrive:
        Re: Esempio classico: SeaMonkey
        E come fai?Se guardo un paio di video mi condanno ai 400 MB perenni e devo riavviare appena possibile!!!Riesco a stare sotto i 100 MB solamente se mi limito a pagine html prive di fronzoli (che, ok, ok, son quelle che dovrei frequentare per lavoro). :-)Ciao,Antonio
    • Akiro scrive:
      Re: Esempio classico: SeaMonkey

      Firefox 1.5.0.1 ne occupa 200MB dopo 2 ore che lo
      usi.no dai, fai mille...
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Comunque .NET è MOLTO più veloce di Java, direi

    Forse vorrai dire il contrario!Hai dei problemi sulla macchina.. se java va più veloce della .net hai dei GROSSI problemi sulla tua maccina..
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza

    Sulla Luna ci siamo andati senza computer. A quel
    tempo non esistevano ne 8086 ne altro...Sulla Luna NON ci siamo andati.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista
    Io ho lavorato per il CSI Piemonte e sviluppavano software open source, però pagavano regolarmente, non lo facevo per mia passione o ideali, ma perché era il desiderio del cliente
  • Anonimo scrive:
    Ecco perchè AmigaOS risorgerà..
    ..perchè anche oggi è il sistema operativo più leggero al mondo(amiga)Andrea
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    - Scritto da: Anonimo
    Comunque .NET è MOLTO più veloce di Java, direi
    solo un po' più lento di codice nativo (ad es.
    C++) perchè prima di essere eseguito viene
    interamente tradotto in linguaggio macchina,
    mentre Java è puramente interpretato.Forse vorrai dire il contrario!L'applicazione Java su cui lavoro, 30.000 righe di codice, compilata pesa 7,5MB con tutte le librerie comprese.Si avvia in meno di un secondo su P4 e PIIIMi capita per lavoro di usare delle applicazioni .NET su macchine P4 e di aspettare 10-15 secondi per la partenza dell'applicativo.Poi lavorandoci è una vera frustrazione, non vedevo nulla di simile dai tempi di Windows 3.0 su 8086.Ciaogl
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: brucext
    Ti ricordo che siamo andati sulla luna con dei
    8086...
    Saluti a tutti
    Andrea B.Sulla Luna ci siamo andati senza computer. A quel tempo non esistevano ne 8086 ne altro...
  • avvelenato scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: DonChuck

    Costa di più allungare il costo di sviluppo del

    1000% o acquistare una cpu di potenza doppia

    rispetto allo stretto indispensabile?





    Con il vantaggio collaterale che nel caso ti

    servisse potenza doppia basterebbe ottimizzare
    il

    programma. Nel primo caso invece, se dovessi

    stringere i tempi di develop potresti andare in

    contro a risultati insoddisfacenti. Anche perché

    non tutti i programmi hanno team dietro che

    possono permettersi di perderci più di tanto

    tempo in ottimizzazioni e cazzabubbole.

    Scusa... un photoshop che costa migliaia di euro
    a copia o un acrobat o un browser utilizzato in
    tutto il mondo (sono solo alcuni esempi)... non
    vanno ottimizzati perchè il team non può
    permetterselo??? Se non possono permetterselo
    vadano a vendere le patate e non a sviluppare
    software. Così non hanno problemi di
    ottimizzazione, quando la cassa è piena ne
    prendono un'altra e quando è vuota la riempiono
    nuovamente. Questa logica non si addice al
    software!Ex falso sequitur quodlibet. Parti dall'assunto che photoshop non sia ottimizzato. Sai dimostrarlo?
    • DonChuck scrive:
      Re: in controtendenza

      Ex falso sequitur quodlibet. Parti dall'assunto
      che photoshop non sia ottimizzato. Sai
      dimostrarlo?Potrei rigirare la domanda a te :-) "Sai dimostrare che è ottimizzato o vai a fiducia?"A parte gli scherziil fatto che la versione CS è molto più pesante delle vecchie versioni, anche se con la cs2 quanche cosa è migliorato (rispetto alla cs e non alle precedenti) per me indica una non ottimizzazione.Ammettiamo che sia dovuto alle nuove caratteristiche... ok Sono del parere comunque che un software di quel genere che si carica tonnellate di filtri, plugin ecc all'avvio è mal programmato. Che senso ha? perchè se devo aprire una fotografia per modificare il contrasto devo aspettare tutto quel tempo e comunque saturare la memoria del pc che magari sta eseguendo qualche altro lavoro??
      • ChyXeN scrive:
        Re: Questa mi pare esagerata.
        Beh, di base io non uso mattoni come Photoshop perchè non ne ho la necessità, ma d'altra parte anche tu potresti buttare via qualche MB del tuo HD installandoti qualcosa di meno esoso, tipo XnView, per le modifiche rapide come il "contrasto" citato.Semplice no?!? :)P.S.: M'è rimasto il titolo sbagliato... SOB!==================================Modificato dall'autore il 06/04/2006 11.30.08
      • avvelenato scrive:
        Re: in controtendenza
        - Scritto da: DonChuck


        Ex falso sequitur quodlibet. Parti dall'assunto

        che photoshop non sia ottimizzato. Sai

        dimostrarlo?

        Potrei rigirare la domanda a te :-) "Sai
        dimostrare che è ottimizzato o vai a fiducia?"Argomento ad ignorantiam.http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=28
        A parte gli scherzi
        il fatto che la versione CS è molto più pesante
        delle vecchie versioni, anche se con la cs2
        quanche cosa è migliorato (rispetto alla cs e non
        alle precedenti) per me indica una non
        ottimizzazione.

        Ammettiamo che sia dovuto alle nuove
        caratteristiche... okappunto, bisogna vedere a cosa si deve questo peggioramento.Io sinceramente non riesco a credere che i programmatori prendano una versione precedente di una routine e la infarciscano di for(int i=0;i
        Sono del parere comunque che un software di quel
        genere che si carica tonnellate di filtri, plugin
        ecc all'avvio è mal programmato. Che senso ha?
        perchè se devo aprire una fotografia per
        modificare il contrasto devo aspettare tutto quel
        tempo e comunque saturare la memoria del pc che
        magari sta eseguendo qualche altro lavoro??
        Anche se bisognerebbe risponderti che photoshop non è certo fatto per cambiare il contrasto, non hai tutti i torti, ma dobbiamo intenderci. Quando parlo di ottimizzazione, personalmente mi viene da pensare a come viene scritto il codice. Questo invece mi sembra più un problema architetturale, a monte, perché esiste a partire dal progetto, indipendentemente da come poi questo viene sviluppato (c++, vb, assembly, lisp, logo, ecc).C'è anche da domandarsi se sarebbe possibile un'alternativa. Restando nell'esempio, photoshop non è destinato a me e a te che ce lo siamo piratati e che lo usiamo per ridurre i contrasti, ma al professionista che deve usare le centinaia di filtri, e che a doverseli caricare quando gli servono potrebbe rallentargli di parecchio il lavoro, mentre, amministratore di rete permettendo, si può schedulare l'accensione del pc e l'avvio automatico di photoshop 15 minuti prima dell'entrata in ufficio.Certo, se ci fosse più flessibilità sarebbe meglio (aka: scegliere dalle opzioni cosa caricare all'avvio), ma ammettiamolo: io per lo meno non ho pagato il migliaio di euro per photoshop cs, non posso pretendere più di tanto, e probabilmente se l'avessi pagato vorrebbe dire che ci lavoro e il caricamento dei filtri mi andrebbe bene. Tu? Quando si parla di bloatware mi viene in mente più un programma tipo windows media player 10, oppure music match jukebox... Photoshop per quanto è migliorabile mi sembra "giustamente pesante".
  • Anonimo scrive:
    Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
    - Scritto da: Anonimo
    Questa la mia configurazione hardware che mi
    permette di fare tutto ciò che mi serve con il
    computer compreso mandare avanti una attività che
    mi dà 1300 euro al mese (puliti di tutto).SEEE, non pagando le tasse. EEE FORZA ITALIA PAGANO SOLO I FESSIIII !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Questa la mia configurazione hardware che mi

      permette di fare tutto ciò che mi serve con il

      computer compreso mandare avanti una attività
      che

      mi dà 1300 euro al mese (puliti di tutto).

      SEEE, non pagando le tasse. EEE FORZA ITALIA
      PAGANO SOLO I FESSIIII !!Vogliamo parlare di quanto evadono le Coop ? Di quanto evadono le persone di sinistra che fanno "lavoretti" a nero ?
  • DonChuck scrive:
    Re: in controtendenza

    Costa di più allungare il costo di sviluppo del
    1000% o acquistare una cpu di potenza doppia
    rispetto allo stretto indispensabile?


    Con il vantaggio collaterale che nel caso ti
    servisse potenza doppia basterebbe ottimizzare il
    programma. Nel primo caso invece, se dovessi
    stringere i tempi di develop potresti andare in
    contro a risultati insoddisfacenti. Anche perché
    non tutti i programmi hanno team dietro che
    possono permettersi di perderci più di tanto
    tempo in ottimizzazioni e cazzabubbole.Scusa... un photoshop che costa migliaia di euro a copia o un acrobat o un browser utilizzato in tutto il mondo (sono solo alcuni esempi)... non vanno ottimizzati perchè il team non può permetterselo??? Se non possono permetterselo vadano a vendere le patate e non a sviluppare software. Così non hanno problemi di ottimizzazione, quando la cassa è piena ne prendono un'altra e quando è vuota la riempiono nuovamente. Questa logica non si addice al software!
  • avvelenato scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: avvelenato

    Sono in disaccordo.





    Costa di più allungare il costo di sviluppo del

    1000% o acquistare una cpu di potenza doppia

    rispetto allo stretto indispensabile?





    Con il vantaggio collaterale che nel caso ti

    servisse potenza doppia basterebbe ottimizzare
    il

    programma. Nel primo caso invece, se dovessi

    stringere i tempi di develop potresti andare in

    contro a risultati insoddisfacenti. Anche perché

    non tutti i programmi hanno team dietro che

    possono permettersi di perderci più di tanto

    tempo in ottimizzazioni e cazzabubbole.



    ==================================

    Modificato dall'autore il 06/04/2006 7.02.16

    ed ecco come se ne va a gambe all'aria la buona
    programmazioneLa buona programmazione non va gambe all'aria, semplicemente l'ottimizzazione dev'essere proporzionale alle necessità. Per farti un esempio demente, sarebbe bello fare un lungometraggio animato con ogni singolo frame dipinto ad olio a mano.Provaci.Non puoi pretendere che ci si metta a fare su programmi da milioni di righe ciò che mi divertivo a fare su di un programma di 40 righe di assembly z80 (farle diventare 20, poi 18, poi 15 righe. Presi 9 perché non avevo messo i commenti ;) )
  • Anonimo scrive:
    Re: Ovvio
    Guarda che i programmi .NET non sono affatto lenti. Ovvio, sono più lenti di quelli Win32, ma neanche poi tanto di quelli che usano MFC, ATL, ecc.Sprecano un po' di memoria all'avvio, ma poi a regime la situazione non è affatto male.
  • Anonimo scrive:
    AHAHAHAH SOFTWARE GRASSO
    Neanche i linari fanno andare il software in palestra. Copiate tutto, anche le cicciosità di windows.
  • avvelenato scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: brucext
    Queste affermazioni fatte da uno del forum
    veramente mi rattristano.

    Il pensiero che sta dietro a queste affermazioni
    è:

    Quanto mi costa?

    ... Questa frase, secondo me, non è degna di un
    essere umano, ma di un poltrone-essere umano.
    (Difatti viene usata spesso da dei
    poltrona-esseri umani: I nostri amici delle
    major: nike adidas sony...)

    In natura non c'e' manifestazione che sprechi più
    energia di quella necessaria...

    Ti ricordo che siamo andati sulla luna con dei
    8086...

    Inoltre avere il pianeta pieno di vecchi computer
    solo perche' della gente semplicemente non adatta
    al mestiere del programmatore ci ha messo le
    mani,
    beh e triste.

    Saluti a tutti
    Andrea B.
    Io parlo di costi, ma questi simboleggiano qualcosa.Il costo del team di programmazione è soprattutto tempo/uomo.Il costo della cpu è materiali, fabbriche, sistemi produttivi, ricerca.Sono entrambe delle risorse: possiamo sfruttarle al meglio, cercando di indirizzare il tempo/uomo alla risoluzione dei problemi non meccanizzabili e lasciare alle macchine ciò che è fattibile per loro, oppure puntare tutto sull'artigianato. E' ovvio che la razionalità umana produrrà risultati quasi sempre migliori di una macchina. E' ovvio che, al di là degli errori umani, un programma scritto nativamente in assembler sarà più ottimizzato di uno scritto in .net.Ma ha senso che si debba perdere 10 volte tempo per ottenere semplicemente un tocco di eleganza in più?Poi ovvio che ci sono casi estremi, il bloatware lo rifiuto anche io.
  • Anonimo scrive:
    Re: A forza di java, .net ecc...
    Comunque .NET è MOLTO più veloce di Java, direi solo un po' più lento di codice nativo (ad es. C++) perchè prima di essere eseguito viene interamente tradotto in linguaggio macchina, mentre Java è puramente interpretato.
  • rogledi scrive:
    Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
    Si hai ragioneCmq aveva la potenza di calcolo molto inferiore a quella del commodore 64, quindi tantissimo di meno di un 386
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza

    Oggi vedi tanta gente, che scatta un paio di
    foto, le schiaffa su un powerpoint, e ti
    spedisconi via mail, 3 diapositive in un file da
    40Mb... ok, ignoranza mi dirai, ma loro giocano
    anche su quella.non capisco cosa sostieni col tuo messaggio.intendi che Neg. ha ragione o no?
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    - Scritto da: avvelenato
    Sono in disaccordo.


    Costa di più allungare il costo di sviluppo del
    1000% o acquistare una cpu di potenza doppia
    rispetto allo stretto indispensabile?


    Con il vantaggio collaterale che nel caso ti
    servisse potenza doppia basterebbe ottimizzare il
    programma. Nel primo caso invece, se dovessi
    stringere i tempi di develop potresti andare in
    contro a risultati insoddisfacenti. Anche perché
    non tutti i programmi hanno team dietro che
    possono permettersi di perderci più di tanto
    tempo in ottimizzazioni e cazzabubbole.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 06/04/2006 7.02.16ed ecco come se ne va a gambe all'aria la buona programmazione
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    Ma infatti il pregio principale di OpenOffice non è la velocità......so che è parecchio lento sia su win32 sia su GNU/Linux o altri sistemi, e che occupa parecchia memoria. Il suo pregio è che ti mette a disposizione una suite gratuita per la gestione di documenti di ufficio, senza dover pagare centinaia di euro per una licenza in grado di permetterti di modificare una lettera. Ovviamente ha meno funzioni di MSOffice, ma credo che la maggior parte degli utenti sfrutti più o meno il 10% delle funzioni di MSOffice (almeno IMHO: quante segretarie scrivono codice VBA per automatizzare qualche procedura ?).E' lento. Si sa. Ma è anche estremamente trasportabile, ricordo che la versione 1.1 di OpenOffice scaricata da internet era di appena 64 MB, contro i 3 CD di MsOffice. La trasportavi agli amici su chiavetta USB, e pure su quelle piccole piccole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
      finalmente una persona che usa Open Office ed ammette che il suo pregio è il prezzo e non la salvezza del mondo.Ti sei guadagnato la mia stima- Scritto da: Anonimo
      Ma infatti il pregio principale di OpenOffice non
      è la velocità......so che è parecchio lento sia
      su win32 sia su GNU/Linux o altri sistemi, e che
      occupa parecchia memoria. Il suo pregio è che ti
      mette a disposizione una suite gratuita per la
      gestione di documenti di ufficio, senza dover
      pagare centinaia di euro per una licenza in grado
      di permetterti di modificare una lettera.
      Ovviamente ha meno funzioni di MSOffice, ma credo
      che la maggior parte degli utenti sfrutti più o
      meno il 10% delle funzioni di MSOffice (almeno
      IMHO: quante segretarie scrivono codice VBA per
      automatizzare qualche procedura ?).
      E' lento. Si sa. Ma è anche estremamente
      trasportabile, ricordo che la versione 1.1 di
      OpenOffice scaricata da internet era di appena
      64 MB, contro i 3 CD di MsOffice. La trasportavi
      agli amici su chiavetta USB, e pure su quelle
      piccole piccole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
      - Scritto da: Anonimo
      OpenOffice scaricata da internet era di appena
      64 MB, contro i 3 CD di MsOffice.MSOffice ha una ricca documentazione ed è per questo che occupa più spazio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista
    - Scritto da: Anonimo

    Discorso diverso per il software free... ma in

    quel caso non lo scrivi per i soldi lo fai per

    passione, ed allora puoi dedicarci tutto il
    tempo

    che vuoi.

    il discorso e' diverso, ma non si scrive soft
    free solo per passione, c'e' chi ci lavora a
    livello professionale, non dimentichiamolo.che vuoi dire?
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista
    - Scritto da: Anonimo
    Forse non ha mai sviluppato un software per
    qualcuno che pagava e pretendeva che fosse pronto
    in poco tempo.questo perchè evidentemente sono stati abituati male: nessuno ha risposto realisticamente, forse si sono parlati solo dei commerciali - TRA LORO, uno raccontandole, l'altro credendoci
    Forse si e' cullato in programmazione
    sovvenzionata a istituti di ricerca, dove non e'
    importanteil risultatomi sembri confuso sul concetto di risultato.il COSA non è "in quanto tempo".il risultato di qualità richiede più tempo
    , ma solo un modo per
    giustificare il fatto che si sono fatti
    investimenti, tanta carta e poi non importa se si
    arriva ad un prodotto vendibilema cosa dici? vendibile E di qualità, dice N. !!
    Forse ha fatto solo dei programmi per se stesso,
    magari in excelnon sai di che parli
    Forse ha sempre FATTO FARE il software ad altrise così fosse ragionerebbe come te; invece dice il contrario
    Forse si e' accorto che sui suoi pc da 100
    dollari non ci gira nullacerto, eppure in un commodore64 si riusciva.perchè la programmazione era ben fatta
    non so quali siano le ragioni che fanno parlare
    Negroponte ... competenzapassione per l'informaticaesperienzadelusione e amarezza per le prospettive di un settore che involve a causa di marketing frenetico
    ma sarebbe ora di tornare nel real
    world purchè non sia quello tuo personale che sembri vedere
    pillola blu o pillola rossa?nessuna.ci si ferma e si studia, si capisce e si giudica su fatti, esperienza, storia, logica, ragionevolezza
  • Anonimo scrive:
    Esempio classico: SeaMonkey
    Con 3/4 tab di navigazione aperti e con il client di posta si superano tranquillamente i 100 MB.E' in assoluto il programma (escludendo i servizi) che mi occupa più memoria durante le ore di lavoro.
  • Anonimo scrive:
    Ovvio
    Cosa pretendere se si sviluppa più con CLR che con WIN32...Romano Scuri
  • brucext scrive:
    Re: in controtendenza
    Queste affermazioni fatte da uno del forum veramente mi rattristano.Il pensiero che sta dietro a queste affermazioni è: Quanto mi costa?... Questa frase, secondo me, non è degna di un essere umano, ma di un poltrone-essere umano.(Difatti viene usata spesso da dei poltrona-esseri umani: I nostri amici delle major: nike adidas sony...)In natura non c'e' manifestazione che sprechi più energia di quella necessaria...Ti ricordo che siamo andati sulla luna con dei 8086...Inoltre avere il pianeta pieno di vecchi computer solo perche' della gente semplicemente non adatta al mestiere del programmatore ci ha messo le mani, beh e triste.Saluti a tuttiAndrea B.
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza
    Se hai messo tre bottiglie, e il tuo frigorifero risulta pieno, tu vai a comperare un'altro frigo?Non penso si tratti di sviluppo, ma semplicemente il rispetto delle regole.Quando CPU, HD e RAM, erano poco capienti e costose, su faceva di tutto per ottimizzare il software ,perché doveva girare e nel contempo funzionare a dovere.Con l'evento dei HD enormi, CPU potenti e RAM a iosa, il tempo necessario all'ottimizzazione è stato abolito, e questo ha peggiorato la qualità de software, di cui aggiornamenti, bug, plug-in, ecc.. che nel tempo sono diventati "normale amministrazione" i quali, hanno incrementato i loro guadagni e la nostra sete di spazi e performances.Oggi vedi tanta gente, che scatta un paio di foto, le schiaffa su un powerpoint, e ti spedisconi via mail, 3 diapositive in un file da 40Mb... ok, ignoranza mi dirai, ma loro giocano anche su quella.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte ha ragione ma...
    - Scritto da: alex.tg
    - Scritto da: beka

    ....i keygen!



    alcuni (spesso) hanno dentro anche alcune

    musichette (tra l'altro tunze al punto giusto).

    Mettere un MIDI a suonare con la MCI si puo` fare
    effettivamente in pochi bytes di linguaggio
    macchina e pochi kilobytes di dati, ma non e`
    questo il punto... quelli sono degli
    esibizionismi studiati a puntino, e come i demo,
    hanno flessibilita` e portabilita` pari a zero.
    In soldoni, in quel modo si puo` fare solo quello
    e solo ove possibile (una sola piattaforma).
    Neanche io, fissato con l'ottimizzazione, vorrei
    dover sottostare a limiti cosi` stringenti.


    I keygen secondo me sono la forma di

    programmazione più avanzata. Keygenerator in 10

    -15 kilobyte con la musica e le finestre

    "editate", non rettangolari.

    Se per avanzata s'intende che occupa pochissimo
    spazio e produce tanti effetti speciali, allora
    il massimo sono gli assembly demo. Ma per
    metterli insieme centellinando i bytes si
    sacrifica al 100% la leggibilita`, e un processo
    di sviluppo del genere, applicato a programmi "di
    tutti i giorni", sarebbe umanamente impossibile
    da sostenere.

    Pero` il buon senso starebbe nel mezzo.
    Secondo me un programma che "merita" di essere
    preso a modello e` GIF Movie Gear della Gamani:
    e` lungo circa 450 Kb, e` un eseguibile
    stand-alone (cioe` privo di qualsiasi file di
    supporto necessario al suo funzionamento) e come
    tale lo si installa semplicemente copiando il suo
    eseguibile. Eppure e` un programma "vero", e
    anche di una certa complessita`.$39.95
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e OpenOffice sono i migliori!
    (troll2) (troll3) (troll2)
  • Anonimo scrive:
    Linux e OpenOffice sono i migliori!
    I migliori BLOATware, direi.Centinaia di distro,Centinaia di migliaia di programmi-programmini-programmozzi-gingilli-tricchebballacche in ogni distro (Linux),Centinaia di MB di RAM occupati (openoffice)Openofficiari e linari in genere, leggetevi questo articolo illuminante che giunge alla conclusione di"It doesn't matter how fast the CPU is, 10 times is 10 times and OpenOffice is simply bloated"http://blogs.zdnet.com/Ou/?p=120Ultima nota: addirittura fireshit arriva a occuparne 150 (un browser??? ROTFL - dove andremo a finire?)Che dire, concludo con
  • Herduk scrive:
    Re: Esperienza
    - Scritto da: Anonimo
    Qualunque programmatore, sano di mente e con
    esperienza almeno ventennale non può che essere
    daccordo con Negroponte !Ma anche chi di esperienza ne ha di meno ma ha dovuto mettere le mani sul software dell'ex-programmatore che ha sostituito.Ho ancora certi incubi.........:'( :'( :'( :'( :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: quoto
    - Scritto da: Anonimo
    Per una volta sono d'accordo con lui. Sarei
    disposto anche a non vedere più uscire nessun
    nuovo software per due anni. Da impiegare
    nell'ottimizzazione del codice delle versioni
    correnti.assolutamente.
  • Anonimo scrive:
    chissà che non riappaiano...
    ... i programmatori veri.e non quelli che "così lo sviluppo è snellito"
  • HotEngine scrive:
    Io l'ho scritto due giorni fa...
    ...E quasi i *sudditi* di MS mi spolpano per aver detto eresie... ROTFL.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1407932
  • Anonimo scrive:
    Esperienza
    Qualunque programmatore, sano di mente e con esperienza almeno ventennale non può che essere daccordo con Negroponte !
  • Anonimo scrive:
    Re: M$ & Intel
    si infatti Windows 2003 è molto ma molto più leggero di Windows XP Professional, come a sua volta Windows XP è più leggero di Win2k (una volta tolta l'interfaccia ridicola), il tuo discorso torna come no(hai mai dato un occhiata ala memoria occupata da Win2k3 al boot e da Winxp? il primo 89 mb, il secondo sopra i 200), non parlate per sentito dire va
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ & Intel
      - Scritto da: Anonimo
      si infatti Windows 2003 è molto ma molto più
      leggero di Windows XP Professional, come a sua
      volta Windows XP è più leggero di Win2k (una
      volta tolta l'interfaccia ridicola), il tuo
      discorso torna come no
      (hai mai dato un occhiata ala memoria occupata da
      Win2k3 al boot e da Winxp? il primo 89 mb, il
      secondo sopra i 200), non parlate per sentito
      dire vaHo anche visto gli eterni tempi di boot di win 2k3...Allucinanti e senza avviare senrvizi strani.
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ & Intel
        Eterni? Ma se ci mette al massimo una 30ina di secondi su un P4 HT 2.6GHz con 1GB di ram?
        • Anonimo scrive:
          Re: M$ & Intel
          si infatti, ci mette pochissimo ad avviarsi, ma purtroppo non tutti sanno usare un pc
          • Anonimo scrive:
            Re: M$ & Intel
            - Scritto da: Anonimo
            si infatti, ci mette pochissimo ad avviarsi, ma
            purtroppo non tutti sanno usare un pcHei ma con windows non diventava sistemista anche la nonna Gina ??
          • Anonimo scrive:
            Re: M$ & Intel
            no è proprio questo il punto, molta (troppa) gente pensa che per usare windows basta cliccare a caso un po' ovunque, e no è questo (infatti qua dentro molti neanche sapranno dell'esistenza di gpedit.msc su win2k3 o altre cosette carine che non si raggiungono facilmente a click)
          • Anonimo scrive:
            Re: M$ & Intel
            - Scritto da: Anonimo
            no è proprio questo il punto, molta (troppa)
            gente pensa che per usare windows basta cliccare
            a caso un po' ovunque, e no è questo (infatti qua
            dentro molti neanche sapranno dell'esistenza di
            gpedit.msc su win2k3 o altre cosette carine che
            non si raggiungono facilmente a click)Ecco, bravo, usa gpedit.msc e nun ce rompere ...
          • Anonimo scrive:
            Re: M$ & Intel
            una risposta piena di argomentazioni e di contenuti, complimenti, viva l'italiano medio
    • Anonimo scrive:
      M$ vi abitua male!
      - Scritto da:
      si infatti Windows 2003 è molto ma molto più
      leggero di Windows XP Professional, come a sua
      volta Windows XP è più leggero di Win2k (una
      volta tolta l'interfaccia ridicola), il tuo
      discorso torna come
      no

      (hai mai dato un occhiata ala memoria occupata da
      Win2k3 al boot e da Winxp? il primo 89 mb, il
      secondo sopra i 200), non parlate per sentito
      dire
      vastrano Mac OS X diventa (anche con tutte gli eyecandy di questo mondo) sempre più veloce.Mac OS X Tiger (10.4) è un mostro di velocità rispetto al 10.3 o peggio il 10.2 (gli incrementi arrivano anche fino al 200% rispetto al 10.2)E già si vocifera che Leopard (10.5) avrà grazie a Core Animation una velocità superiore a TigerWindows vi abitua male! molto male!! su Win2k server bastavano i vari SP per far degradare le prestazioni del sistema!! magari su un P4 non si notavano ma un P3 si sedeva per lo sforzo!(apple)(linux)
  • Bruco scrive:
    Re: in controtendenza

    Costa di più allungare il costo di sviluppo del
    1000% o acquistare una cpu di potenza doppia
    rispetto allo stretto indispensabile?Nella pratica sì, ma in linea di principio è fortemente sbagliato. Come dire: andiamo tutti in ferrari al supermercato, fin quando la benzina costa 1 euro al pieno.Con l'aggravante che voglio vedere poi come si fa a ottimizzare un software alla ventesima versione, con milioni e milioni di righe di codice.
  • The Raptus scrive:
    Colpa dei costi!
    Quando i byte erano pochi si sudava per risparmiare uno.Oggi, quando un'ora del tuo lavoro è preziosa (non perchè costa cara, 20?!, ma perchè nn ce l'hai!) allora non ottimizzi, ti schiaffi lì dei RAD belli colorati (che alla fine è quello che fa vendere) e basta.Da quanti anni è l'HW che sta dietro al SW e non viceversa?QUante volte cambiamo l'HW perchè così le cose girano meglio? Perchè si spende di meno in fondo!Io lavoro su sistemi Embedded. Spesso penso a come ottimizzare (in velocità!) il mio programma anche a scapito della dimensione del codice prodotto.Perchè ho montato 4 Mb di ram sul microcontroller a 32 bit. Metterne di meno mi costava di più!
  • Anonimo scrive:
    Re: in controtendenza

    Costa di più allungare il costo di sviluppo del
    1000% o acquistare una cpu di potenza doppia
    rispetto allo stretto indispensabile?Un software con certe caratteristiche l'hai fatto, stop.Se una versione successiva pesa molto di più, tanto da richiedere una CPU doppia, vuol dire che hai buttato al vento qualsiasi cifra tu abbia speso per lo sviluppo, che questa sia il 50, il 100 o il 1000% in più.A meno che non abbia tante di quelle nuove caratteristiche... ma è rarissimo.
    • avvelenato scrive:
      Re: in controtendenza
      - Scritto da: Anonimo

      Costa di più allungare il costo di sviluppo del

      1000% o acquistare una cpu di potenza doppia

      rispetto allo stretto indispensabile?

      Un software con certe caratteristiche l'hai
      fatto, stop.
      Se una versione successiva pesa molto di più,
      tanto da richiedere una CPU doppia, vuol dire che
      hai buttato al vento qualsiasi cifra tu abbia
      speso per lo sviluppo, che questa sia il 50, il
      100 o il 1000% in più.
      A meno che non abbia tante di quelle nuove
      caratteristiche... ma è rarissimo.Su questo hai ragione, il mio messaggio in effetti non era contro l'ultima di negroponte, ma contro chi vorrebbe che venissero scritti totalmente in assembly anche suite come ms office o simili.Non faccio che sentire che i programmi sono poco ottimizzati e che sulla luna si è andati con un 386 (dimenticandosi forse che i calcoli li avevano fatti a terra). La cosa più irritante, per me relativamente ma per chi ci lavora immagina quanto, è sentire quelli che si lamentano dei giochi poco ottimizzati.Cioé, l'industria videoludica è forse l'esempio dove nel consumer più spesso si è di fronte a ottimizzazioni notevoli, ma la gente vuol solo poter giocare a doom 3 col pc celeron preso al discount 5 anni fa.Il succo di molti discorsi è questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: in controtendenza

        Su questo hai ragione, il mio messaggio in
        effetti non era contro l'ultima di negroponte, ma
        contro chi vorrebbe che venissero scritti
        totalmente in assembly anche suite come ms office
        o simili.Senza arrivare all'assembly basta pensare alla programmazione ad oggetti e a java, che tanto va di moda.La programmazione ad oggetti ha un infinità di vantaggi, che però vengono usati asenza alcun criterio la maggioranza delle volte creando e riutilizzando oggetti assolutamente non ottimizzati.Senza poi parlare di java, una piattaforma che ha molti vantaggi ma che è un chiodo. Basti pensare ad eclipse, un IDE (in parole povere un editor di testo appositamente ideato per i programmatori) che uso quotidianamente per le sue potenzialità, ma per cui ho dovuto installare 1Gb di RAM... e non posso nemmeno decidere diinserire un'immagine nel testo (ovviamente quest'ultima era una battuta per sottolineare che il preogramma lavora su testo puro e nulla di più)
        • avvelenato scrive:
          Re: in controtendenza
          - Scritto da: Anonimo

          Su questo hai ragione, il mio messaggio in

          effetti non era contro l'ultima di negroponte,
          ma

          contro chi vorrebbe che venissero scritti

          totalmente in assembly anche suite come ms
          office

          o simili.

          Senza arrivare all'assembly basta pensare alla
          programmazione ad oggetti e a java, che tanto va
          di moda.

          La programmazione ad oggetti ha un infinità di
          vantaggi, che però vengono usati asenza alcun
          criterio la maggioranza delle volte creando e
          riutilizzando oggetti assolutamente non
          ottimizzati.

          Senza poi parlare di java, una piattaforma che ha
          molti vantaggi ma che è un chiodo. Basti pensare
          ad eclipse, un IDE (in parole povere un editor di
          testo appositamente ideato per i programmatori)
          che uso quotidianamente per le sue potenzialità,
          ma per cui ho dovuto installare 1Gb di RAM... e
          non posso nemmeno decidere diinserire un'immagine
          nel testo (ovviamente quest'ultima era una
          battuta per sottolineare che il preogramma lavora
          su testo puro e nulla di più)Quando hai pagato eclipse?Quanto saresti stato disposto a pagare eclipse se fosse stato un exe nativo per il tuo SO?Non ti sto dando torto, sia chiaro. Solo che, la coperta è corta, o paghi il tempo dei programmatori, o paghi l'hw per far girare vari layer superflui.
        • Anonimo scrive:
          Re: in controtendenza
          - Scritto da: Anonimo

          Su questo hai ragione, il mio messaggio in

          effetti non era contro l'ultima di negroponte,
          ma

          contro chi vorrebbe che venissero scritti

          totalmente in assembly anche suite come ms
          office

          o simili.

          Senza arrivare all'assembly basta pensare alla
          programmazione ad oggetti e a java, che tanto va
          di moda.

          La programmazione ad oggetti ha un infinità di
          vantaggi, che però vengono usati asenza alcun
          criterio la maggioranza delle volte creando e
          riutilizzando oggetti assolutamente non
          ottimizzati.

          Senza poi parlare di java, una piattaforma che ha
          molti vantaggi ma che è un chiodo. Basti pensare
          ad eclipse, un IDE (in parole povere un editor di
          testo appositamente ideato per i programmatori)
          che uso quotidianamente per le sue potenzialità,
          ma per cui ho dovuto installare 1Gb di RAM... e
          non posso nemmeno decidere diinserire un'immagine
          nel testo (ovviamente quest'ultima era una
          battuta per sottolineare che il preogramma lavora
          su testo puro e nulla di più)Java poi dell' OOP ha meno del C++. Basti citare l'ereditarietà multipla che è concessa in C++ ma non in Java... Eppure Java viene, a torto e per ignoranza, considerato il linguaggio OOP per eccellenza. Questo solo perchè la gente non sa programmare davvero, ignora l'architettura dei sistemi operativi e dell'hardware. Abbiamo sempre più ignoranti nel settore che si spacciano per professionisti, e la qualità è in costante crollo. Poi se ci si affida a cinesi ed indiani per spendere di meno, è ovvio che si arriva al punto in cui siamo, con programmi pietosi.
    • AnyFile scrive:
      Re: in controtendenza
      - Scritto da: Anonimo

      Costa di più allungare il costo di sviluppo del

      1000% o acquistare una cpu di potenza doppia

      rispetto allo stretto indispensabile?

      Un software con certe caratteristiche l'hai
      fatto, stop.
      Se una versione successiva pesa molto di più,
      tanto da richiedere una CPU doppia, vuol dire che
      hai buttato al vento qualsiasi cifra tu abbia
      speso per lo sviluppo, che questa sia il 50, il
      100 o il 1000% in più.
      A meno che non abbia tante di quelle nuove
      caratteristiche... ma è rarissimo.Ma in genere la versione piu' nuova ha qualche lucettina in piu' che sfavilla sullo schermoed una musichetta di sottofondo.Il problema e' che oramai (lo ha detto anche una persona MOLTO famosa in questo campo, oltre ad essere la persoan piu' ricca del mondo) che i pc servono per giocare. Oramai si ragiona con questa logica che e' piu' importante il marketing e le lucettine che non un codice estremamente robusto.Leggevo tempo addietro che anche alla NASA sono afflitti da problemi simili. Un tempo scrivevano completamente sistemi operativi e programmi prestando attenzione maniacale al codice (ottimizzandalo al massimo, testandolo nei dettagli, cercando minuziosamente bug, ecc) e gli aggiornamenti erano rari ed erano estensioni basate sul codice precedente che era stato colladuato estensivamente. Ora invece si salta da una parte all'altra, utilizzando librerie nuove, cambiando filosofia di programmazione, molto spesso. Poi finisce che a volte non si accorgono che una funzione di libreria si aspettava in ingresso i dati espressi in unita' di misura imperiali e invecele vengono fornite in unita' metriche (una sonda si e' schiantata per questo).Se e' vero che e' molto piu' comodo ed economico sfruttare la potenza della CPU e se serve comprarne una nuova piu' potente (o meglio ancora farle comprare agli altri cosi' si danno soldi ai produttori) piuttosto che spendere soldi da dedicare a migliorare il software, bisogna pero' considerare che se tale strategia arriva anche nell'ambito della ricerca ad alto livello allora siamo messi molto male. ANche perche' il beneficio della ricerca ad alto livello non e' soltanto l'obiettivo primario, ma proprio molto obiettivi primari che devono essere conseguiti per raggiungere quello primario.Discorso analogo al software puo' essere fatto anche per i siti web. Sempre piu' spesso scaricare una pagina web e' una cosa che richiede un trasferimento di centinaia di kilobyte di dati e la cosa va molto peggio se ci sono di mezzo flash e altre cose (spesso inutili) che richiedono molti dati. Purtroppo la logica attuale e' considerare che e' normale avere una connessione veloce e che se non ce l'hai e' colpa tua (anche quando magari e' della societa' telefonica). Non si arriva inece a pensare che (anche in questo caso) un codice fatto bene, piccolo ed efficiente non sia altro che un vantaggio anche in una situazione di banda larga.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista

    Discorso diverso per il software free... ma in
    quel caso non lo scrivi per i soldi lo fai per
    passione, ed allora puoi dedicarci tutto il tempo
    che vuoi.il discorso e' diverso, ma non si scrive soft free solo per passione, c'e' chi ci lavora a livello professionale, non dimentichiamolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negroponte utopista
    Condivido in pieno, da programmatore posso dire che aprezzo molto vedere un programma efficiente che magari adotta soluzioni geniali per risolvere problemi in maniera elegante.Ma quanto costa ?Costa ore di analisi e sviluppo...di test e ottimizzazionicosta molto di piu di un Gb di Ram aggiuntiva che servirebbe se non fosse ottimizzato... ed alla fine ai clienti interessa questo...gli euri.Discorso diverso per il software free... ma in quel caso non lo scrivi per i soldi lo fai per passione, ed allora puoi dedicarci tutto il tempo che vuoi.
  • avvelenato scrive:
    in controtendenza
    Sono in disaccordo.Costa di più allungare il costo di sviluppo del 1000% o acquistare una cpu di potenza doppia rispetto allo stretto indispensabile?Con il vantaggio collaterale che nel caso ti servisse potenza doppia basterebbe ottimizzare il programma. Nel primo caso invece, se dovessi stringere i tempi di develop potresti andare in contro a risultati insoddisfacenti. Anche perché non tutti i programmi hanno team dietro che possono permettersi di perderci più di tanto tempo in ottimizzazioni e cazzabubbole.==================================Modificato dall'autore il 06/04/2006 7.02.16
  • alex.tg scrive:
    Re: Negroponte ha ragione ma...
    - Scritto da: beka
    Ho capito cosa vuoi dire, i miei erano infatti
    esempi al limite.

    Certo che se vuoi un minimo di leggibilità e di
    portabilità,la dimensione cresce, e come dici
    giustamente tu in medium stat virtus, ma era solo
    per far vedere che adesso siamo proprio all'altro
    estremo.Ricambio la comprensione e includo ringraziamenti.Negli altri threads invece prevedo girafrittatismo... :$  ==================================Modificato dall'autore il 06/04/2006 2.40.06
    • Anonimo scrive:
      Re: Negroponte ha ragione ma...
      non c'entra molto ma molto spesso non sono .MID ma sono .SID ( molti li trovate qua: http://www.hvsc.c64.org/ )ottima musica (spece per i nostalgici) in pochi bytes
    • Anonimo scrive:
      Re: Negroponte ha ragione ma...
      - Scritto da: alex.tg
      Ricambio la comprensione e includo ringraziamenti.
      Negli altri threads invece prevedo
      girafrittatismo... :$  Girafrittatismo...Vuoi forse dire che TU sei migliore eh? Che sia fare le cose e gli altri no? :@ (ecco intendi una cosa del genere? :D )
      • Anonimo scrive:
        Re: Negroponte ha ragione ma...
        http://www.pouet.net/prod.php?which=3397questo si fa in 256 byte... certo non serve a un c...o però fa abbastanza paura.
  • beka scrive:
    Re: Negroponte ha ragione ma...
    - Scritto da: alex.tg
    - Scritto da: beka

    ....i keygen!



    alcuni (spesso) hanno dentro anche alcune

    musichette (tra l'altro tunze al punto giusto).

    Mettere un MIDI a suonare con la MCI si puo` fare
    effettivamente in pochi bytes di linguaggio
    macchina e pochi kilobytes di dati, ma non e`
    questo il punto... quelli sono degli
    esibizionismi studiati a puntino, e come i demo,
    hanno flessibilita` e portabilita` pari a zero.
    In soldoni, in quel modo si puo` fare solo quello
    e solo ove possibile (una sola piattaforma).
    Neanche io, fissato con l'ottimizzazione, vorrei
    dover sottostare a limiti cosi` stringenti.


    I keygen secondo me sono la forma di

    programmazione più avanzata. Keygenerator in 10

    -15 kilobyte con la musica e le finestre

    "editate", non rettangolari.

    Se per avanzata s'intende che occupa pochissimo
    spazio e produce tanti effetti speciali, allora
    il massimo sono gli assembly demo. Ma per
    metterli insieme centellinando i bytes si
    sacrifica al 100% la leggibilita`, e un processo
    di sviluppo del genere, applicato a programmi "di
    tutti i giorni", sarebbe umanamente impossibile
    da sostenere.

    Pero` il buon senso starebbe nel mezzo.
    Secondo me un programma che "merita" di essere
    preso a modello e` GIF Movie Gear della Gamani:
    e` lungo circa 450 Kb, e` un eseguibile
    stand-alone (cioe` privo di qualsiasi file di
    supporto necessario al suo funzionamento) e come
    tale lo si installa semplicemente copiando il suo
    eseguibile. Eppure e` un programma "vero", e
    anche di una certa complessita`.Ricevuto!Ho capito cosa vuoi dire, i miei erano infatti esempi al limite.Certo che se vuoi un minimo di leggibilità e di portabilità,la dimensione cresce, e come dici giustamente tu in medium stat virtus, ma era solo per far vedere che adesso siamo proprio all'altro estremo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un discorso serio ai linari
    - Scritto da: Trollfighter
    A capo di tutto questo ci sono programmatori
    improvvisati della domenica che scaricano
    sorgenti da siti pubblici, compilano nelle loro
    cantine e ripubblicano gli eseguibili nascosti da
    nickname d'impatto, in realtà molti di loro non
    hanno manco la 5 elementare... software craccato
    in partenza, storpiato, difettoso pieno di errori
    grossolani. Va bene tutto, anche linux, ma almeno
    mettete un freno a chi si prodiga in improbabili
    esercizi di alchimia informatica e ha pure il
    coraggio di invocare l'aiuto della comunità
    open-source. Se un bel giorno vi libererete di
    questi personaggi, sarà il primo vero passo nella
    competizione con l'unico sistema operativo che
    merita di essere chiamato tale: Windows.
    Per ora solo la cantina per voi...

    Mwahahahahahah!E questo sarebbe il discorso serio ?Vabbè figuriamoci con uno che ha come nick Trollfighter è il minimo. Torna a giocare con le tue finestrelle colorate, SFIGATO!
  • Trollfighter scrive:
    Un discorso serio ai linari
    A capo di tutto questo ci sono programmatori improvvisati della domenica che scaricano sorgenti da siti pubblici, compilano nelle loro cantine e ripubblicano gli eseguibili nascosti da nickname d'impatto, in realtà molti di loro non hanno manco la 5 elementare... software craccato in partenza, storpiato, difettoso pieno di errori grossolani. Va bene tutto, anche linux, ma almeno mettete un freno a chi si prodiga in improbabili esercizi di alchimia informatica e ha pure il coraggio di invocare l'aiuto della comunità open-source. Se un bel giorno vi libererete di questi personaggi, sarà il primo vero passo nella competizione con l'unico sistema operativo che merita di essere chiamato tale: Windows.Per ora solo la cantina per voi...Mwahahahahahah!
  • Anonimo scrive:
    Minchia, se ne accorge adesso ?
    Saranno 30 anni che il software insegue l'hardware di ultima generazione e viceversaPer non parlare dei cicli a vuoto sul programma per costringerti a comporare hw più veloce
  • Anonimo scrive:
    Negroponte utopista
    Forse non ha mai sviluppato un software per qualcuno che pagava e pretendeva che fosse pronto in poco tempo.Forse si e' cullato in programmazione sovvenzionata a istituti di ricerca, dove non e' importanteil risultato, ma solo un modo per giustificare il fatto che si sono fatti investimenti, tanta carta e poi non importa se si arriva ad un prodotto vendibileForse ha fatto solo dei programmi per se stesso, magari in excelForse ha sempre FATTO FARE il software ad altriForse si e' accorto che sui suoi pc da 100 dollari non ci gira nullanon so quali siano le ragioni che fanno parlare Negroponte .. ma sarebbe ora di tornare nel real worldpillola blu o pillola rossa?
  • alex.tg scrive:
    Re: Negroponte ha ragione ma...
    - Scritto da: beka
    ....i keygen!

    alcuni (spesso) hanno dentro anche alcune
    musichette (tra l'altro tunze al punto giusto).Mettere un MIDI a suonare con la MCI si puo` fare effettivamente in pochi bytes di linguaggio macchina e pochi kilobytes di dati, ma non e` questo il punto... quelli sono degli esibizionismi studiati a puntino, e come i demo, hanno flessibilita` e portabilita` pari a zero. In soldoni, in quel modo si puo` fare solo quello e solo ove possibile (una sola piattaforma). Neanche io, fissato con l'ottimizzazione, vorrei dover sottostare a limiti cosi` stringenti.
    I keygen secondo me sono la forma di
    programmazione più avanzata. Keygenerator in 10
    -15 kilobyte con la musica e le finestre
    "editate", non rettangolari.Se per avanzata s'intende che occupa pochissimo spazio e produce tanti effetti speciali, allora il massimo sono gli assembly demo. Ma per metterli insieme centellinando i bytes si sacrifica al 100% la leggibilita`, e un processo di sviluppo del genere, applicato a programmi "di tutti i giorni", sarebbe umanamente impossibile da sostenere.Pero` il buon senso starebbe nel mezzo.Secondo me un programma che "merita" di essere preso a modello e` GIF Movie Gear della Gamani: e` lungo circa 450 Kb, e` un eseguibile stand-alone (cioe` privo di qualsiasi file di supporto necessario al suo funzionamento) e come tale lo si installa semplicemente copiando il suo eseguibile. Eppure e` un programma "vero", e anche di una certa complessita`.
  • Anonimo scrive:
    Re: leggi commerciali
    giustissimo, ma quando il cliente rompe le scatole, non ti dà risorse e vuole tutto finito in metà del tempo che servirebbe cosa fai?Il problema non sono i programmatori, il problema sono i clienti ed i responsabili.Se il cliente ed il responsabile conoscessero almeno la differenza tra un ciclo for ed uno while si potrebbe fare molto. Ma quando ti dicono che vogliono tutto in una settimana quando di tempo ne servono 4 che fai?Alla fine il cliente è soddifatto perchè ha pagato di meno ed ha avuto tutto prima, il capo è soddisfatto perchè ha preso i soldi e tu salvi il posto. Lo sai che in molte aziende un programmatore VB è apprezzato di più di uno C++ perchè fa la roba prima (vacci tu a spiegare la differenza)
  • beka scrive:
    Negroponte ha ragione ma...
    Ci sono alcuni software che hanno ottimizzazioni impensabili:http://www.firewallleaktester.com/leaktest1.htmche è grosso 29 kilobytes....non so se rendo l'ideae gli altri, vabbè li conoscete.......i keygen!alcuni (spesso) hanno dentro anche alcune musichette (tra l'altro tunze al punto giusto).I keygen secondo me sono la forma di programmazione più avanzata. Keygenerator in 10 -15 kilobyte con la musica e le finestre "editate", non rettangolari.
  • Anonimo scrive:
    Re: leggi commerciali
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Guarda che non serve essere stati sulla luna per

    sapere come è fatta, basta documentarsi.

    Io sviluppo da una ventina di anni ed ho sempre

    sostenuto questa cosa che dice Negroponte
    infatti

    nei miei sw cerco sempre di dedicare una parte

    dei tempi di sviluppo alle prestazioni usando

    diversi sistemi che adesso non sto qui ad

    elencare ma che chiunque fa questo mestiere con

    una mano al cuore ed una al portafoglio (anzichè

    entrambe sul secondo) conosce di sicuro.

    "leggi commerciali"... pfui, discorsi da

    commerciale di aziendina italiota sempre pronto
    a

    vendere la funzionalità del gestionale che
    ancora

    non ha e poi rattoppa e vende.

    In questo modo uccide il mercato suo e quello

    italiano.

    Se invece che guardare solo all'oggi si guarda

    anche al domani il ragionamento è diverso, a
    meno

    che uno non sia stipendiato a prescindere da

    quello che produce e non gli imprta di quello
    che

    sta facendo, ma questo è un altro discorso...

    Se ci metti un po' di passione in quello che fai

    alla lunga paga sempre, anche in un mercato di

    questo tipo dove in Itaglia ormai non rimane

    molta carne intorno all'osso.

    Spesso sento dire l'importante è che funzioni
    poi

    lo aggiusteremo (poi=mai) ed intanto si installa

    mexda che si evolve e diventa mexda al cubo.

    Dopo un po' non basta più un cd per il setup e

    devi usare un dvd, però abbiamo seguito le
    "leggi

    commerciali".

    Beh io devo stare sul mercato altrimenti non sw

    no party, ma uso la qualità e fino ad adesso ha

    sempre funzionato.

    Le aziende di cui si parla impongono le proprie

    "leggi commerciali" quindi non devono seguire

    niente e nessuno, hanno deciso di produrre
    quello

    che vediamo, ovvero oggi per scrivere una
    lettera

    devo usare un hw più performate di quello di 10

    anni fa... faccio le stesse cose di prima ma

    adesso uso milioni di operazioni al secondo in

    più...sprecate, bella roba.

    Saluti
    io faccio programmi con poche persone, max 5
    sullo stesso sorgente, ottimizzare qui è
    semplice, il software non troppo complesso e ci
    si coordina facilmente senza doversi inventare
    chissà che struttura. Tuttavia ho visto come
    lavorano gruppi con 20 programmatori ed inizia a
    diventare difficile gestire un gruppo simile.
    Pensa ad uno staff di 100 programmatori tutti
    sullo stesso progetto. Non è semplice gestire
    tutto. Facile ottimizzare tutto quando hai si e
    no un centinaio di classi. Ma quando le classi
    iniziano ad essere tante ed il tempo è poco
    bisogna sacrificare un pò di performance per uno
    sviluppo più veloce e più facilmente
    aggiornabile.Quoto quello che ha scritto quello prima di te nonostante io partecipi ad un progetto dove siamo in 200 circa con un framework di quasi 3000 classi.è vero, è difficile organizzare tutto, ma se nessuno parla mai (e sottolineo MAI) di ottimizzazione e performance mi spieghi come si possano raggiungere???Va bene quello che dici ma non occuparsene significa ignorare il problema quindi doverlo affrontare prima o poi.Spesso ci si preoccupa delle cose invece ci si dovrebbe OCCUPARE delle cose, ovvero con metodo, tutti i giorni...A:Gigi ho trovato una classe che serializza i dati in 2 secondi va bene? B:Certo!A:Controllo il sorgente e la compro?B:Compra e basta, se ci sono poi dei problemi poi vediamo...Progetti grandi o piccoli i problemi vanno affrontati con la testa non con
  • Anonimo scrive:
    Re: Amd 1.30ghz, 192mb di ram
    - Scritto da: Anonimo
    Questa la mia configurazione hardware che mi
    permette di fare tutto ciò che mi serve con il
    computer compreso mandare avanti una attività che
    mi dà 1300 euro al mese (puliti di tutto).Posso quotare solo in parte.. quando si ha a che fare con grafica, fotoritocco e dtp serve potenza e memoria. Anch'io poi tengo il gestionale, OpenOffice e i programmi dell'agenzia delle entrate su un Duron 1200 con 256mb di ram.
    Non piegatevi alla cultura del "sempre più
    potente per software sempre più grassi".Uno può tenere sempre gli stessi software (considerato il costo delle licenze), ma si possono fare girare più velocemente.
    Abbiamo in mano macchine dalla potenza di calcolo
    ENORME (se non ricordo male il computer che
    calcolò la rotta da seguire per la prima missione
    sulla luna aveva la potenza di calcolo di un
    386!). PRETENDIAMO che queste siano sufficienti
    per fare (quasi) tutto.
    Resistiamo.Te la posso appoggiare, ma non sono completamente daccordo.
  • Anonimo scrive:
    Celeron 333 mhz 128 mb
    Uno dei miei pc.Gira Linux con interfaccia grafica :DFunzioni di Navigazione, scaricare la posta, chat e proxy per windows quando non vengono usate le altre funzionalità.DIstribuzione Ubuntucon Desktop Manager: KDE.COmunque ha ragione i software andrebbero snelliti di qualsiasi sistema a cui possano appartenere.
  • Anonimo scrive:
    Re: leggi commerciali
    - Scritto da: Anonimo
    Guarda che non serve essere stati sulla luna per
    sapere come è fatta, basta documentarsi.
    Io sviluppo da una ventina di anni ed ho sempre
    sostenuto questa cosa che dice Negroponte infatti
    nei miei sw cerco sempre di dedicare una parte
    dei tempi di sviluppo alle prestazioni usando
    diversi sistemi che adesso non sto qui ad
    elencare ma che chiunque fa questo mestiere con
    una mano al cuore ed una al portafoglio (anzichè
    entrambe sul secondo) conosce di sicuro.
    "leggi commerciali"... pfui, discorsi da
    commerciale di aziendina italiota sempre pronto a
    vendere la funzionalità del gestionale che ancora
    non ha e poi rattoppa e vende.
    In questo modo uccide il mercato suo e quello
    italiano.
    Se invece che guardare solo all'oggi si guarda
    anche al domani il ragionamento è diverso, a meno
    che uno non sia stipendiato a prescindere da
    quello che produce e non gli imprta di quello che
    sta facendo, ma questo è un altro discorso...
    Se ci metti un po' di passione in quello che fai
    alla lunga paga sempre, anche in un mercato di
    questo tipo dove in Itaglia ormai non rimane
    molta carne intorno all'osso.
    Spesso sento dire l'importante è che funzioni poi
    lo aggiusteremo (poi=mai) ed intanto si installa
    mexda che si evolve e diventa mexda al cubo.
    Dopo un po' non basta più un cd per il setup e
    devi usare un dvd, però abbiamo seguito le "leggi
    commerciali".
    Beh io devo stare sul mercato altrimenti non sw
    no party, ma uso la qualità e fino ad adesso ha
    sempre funzionato.
    Le aziende di cui si parla impongono le proprie
    "leggi commerciali" quindi non devono seguire
    niente e nessuno, hanno deciso di produrre quello
    che vediamo, ovvero oggi per scrivere una lettera
    devo usare un hw più performate di quello di 10
    anni fa... faccio le stesse cose di prima ma
    adesso uso milioni di operazioni al secondo in
    più...sprecate, bella roba.
    Salutiio faccio programmi con poche persone, max 5 sullo stesso sorgente, ottimizzare qui è semplice, il software non troppo complesso e ci si coordina facilmente senza doversi inventare chissà che struttura. Tuttavia ho visto come lavorano gruppi con 20 programmatori ed inizia a diventare difficile gestire un gruppo simile. Pensa ad uno staff di 100 programmatori tutti sullo stesso progetto. Non è semplice gestire tutto. Facile ottimizzare tutto quando hai si e no un centinaio di classi. Ma quando le classi iniziano ad essere tante ed il tempo è poco bisogna sacrificare un pò di performance per uno sviluppo più veloce e più facilmente aggiornabile.
  • Anonimo scrive:
    Amd 1.30ghz, 192mb di ram
    Questa la mia configurazione hardware che mi permette di fare tutto ciò che mi serve con il computer compreso mandare avanti una attività che mi dà 1300 euro al mese (puliti di tutto).Non piegatevi alla cultura del "sempre più potente per software sempre più grassi".Abbiamo in mano macchine dalla potenza di calcolo ENORME (se non ricordo male il computer che calcolò la rotta da seguire per la prima missione sulla luna aveva la potenza di calcolo di un 386!). PRETENDIAMO che queste siano sufficienti per fare (quasi) tutto.Resistiamo.
  • Anonimo scrive:
    Re: leggi commerciali
    Guarda che non serve essere stati sulla luna per sapere come è fatta, basta documentarsi.Io sviluppo da una ventina di anni ed ho sempre sostenuto questa cosa che dice Negroponte infatti nei miei sw cerco sempre di dedicare una parte dei tempi di sviluppo alle prestazioni usando diversi sistemi che adesso non sto qui ad elencare ma che chiunque fa questo mestiere con una mano al cuore ed una al portafoglio (anzichè entrambe sul secondo) conosce di sicuro."leggi commerciali"... pfui, discorsi da commerciale di aziendina italiota sempre pronto a vendere la funzionalità del gestionale che ancora non ha e poi rattoppa e vende.In questo modo uccide il mercato suo e quello italiano.Se invece che guardare solo all'oggi si guarda anche al domani il ragionamento è diverso, a meno che uno non sia stipendiato a prescindere da quello che produce e non gli imprta di quello che sta facendo, ma questo è un altro discorso...Se ci metti un po' di passione in quello che fai alla lunga paga sempre, anche in un mercato di questo tipo dove in Itaglia ormai non rimane molta carne intorno all'osso.Spesso sento dire l'importante è che funzioni poi lo aggiusteremo (poi=mai) ed intanto si installa mexda che si evolve e diventa mexda al cubo.Dopo un po' non basta più un cd per il setup e devi usare un dvd, però abbiamo seguito le "leggi commerciali".Beh io devo stare sul mercato altrimenti non sw no party, ma uso la qualità e fino ad adesso ha sempre funzionato. Le aziende di cui si parla impongono le proprie "leggi commerciali" quindi non devono seguire niente e nessuno, hanno deciso di produrre quello che vediamo, ovvero oggi per scrivere una lettera devo usare un hw più performate di quello di 10 anni fa... faccio le stesse cose di prima ma adesso uso milioni di operazioni al secondo in più...sprecate, bella roba.Saluti
  • Anonimo scrive:
    L'importanza di chiamarsi Nicola :)
    Oltre 10 anni fa Niklaus Wirth (che come molti di voi sapranno, è l'inventore del Pascal, grande promotore della programmazione strutturata negli anni '70, e recipiente di un Turing Award) scrisse un articolo su IEEE Computer Magazine sul problema del bloatware che magari vale ancora la pena leggere. http://d.linux-bg.org/download/docs/wirth.pdfIl suo appello d'altra parte non sembra aver prodotto grandi effetti. Non saprei dire se questo di oggi dell'altro Nicholas potrà produrne ma sono un po' pessimista.
  • Anonimo scrive:
    Re: leggi commerciali
    Per me che ho passato i 35 e vivo immerso in tecnologia, informatica e comunicazioni da quando ne avevo 13, Negroponte ha perfettamente ragione, anzi ne avrei anche da aggiungere parecchie per tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: leggi commerciali
      - Scritto da: Anonimo

      Per me che ho passato i 35 e vivo immerso in
      tecnologia, informatica e comunicazioni da quando
      ne avevo 13, Negroponte ha perfettamente ragione,
      anzi ne avrei anche da aggiungere parecchie per
      tutti.non so che progetti hai fatto tu, ma ti posso dire che lavorare in 20 ad uno stesso sorgente non è affatto semplice come credi.Per dire, mi sembra che Visual Studio sia fatto da qualche milione di righe di codice. Se ti mettessi ad ottimizzare tutto i costi aumenterebbero notevolmente. Secondo me gli aumenti del prezzo del software sarebbero di molto superiori all'upgrade hardware.
  • Anonimo scrive:
    A forza di java, .net ecc...
    Cosa si sarebbe dovuto sperare ?Com'è possibile che certe applet java da 100KB (Kylobytes) carichino in memoria interpreti che si mangiano 100MB (Megabytes) come ridere e almeno l'80% della cpu in idle ?Ma siamo tutti impazziti ??? Non c'è da stupirsi che nonostante i continui aggiornamenti hardware non si notano miglioramenti sensibili...
  • Anonimo scrive:
    M$ & Intel
    Se Winzozz non si appesantisse drasticamente ad ogni nuova versione, Intel non venderebbe bene le sue nuove CPU. Tra le due ditte forse c'è un accordo.
  • NoWone scrive:
    Re: quoto
    Parlando da programmatore, quoto anche io.All'università mi hanno insegnato la teoria per sfruttare meglio memoria, I/O e potenza di calcolo. Si fa presto a constatare che neanche nei "grandi" software questi principi sono rispettati.Colpa è anche del fatto che i programmi diventano tecnicamente più complessi, si aggiungono strati e strati di middleware, librerie di cui magari usi una sola funzione, overhead indotto dal sistema di sviluppo usato (oramai è impensabile scrivere un progetto anche di medie dimensioni solo con un text editor come potevi fare qualche anno fa), ecc. Però è vero che i programmatori (me compreso, per questo credo di parlare con cognizione di causa) spesso producono software elefantico senza il minimo occhio alla performance.Probabilmente le due facce dell'universo informatico che sono rimaste più attaccate all'ottimizzazione sono il settore ludico è l'high performance computing.Poi c'è tutto il lato marketing che secondo me è il vero motore di questo fenomeno. Se il tal programma va stretto e lo devi (o lo vuoi) usare per forza, compra un pc più grosso...
    • alex.tg scrive:
      Re: quoto
      Ri-quoto.Tu e il succitato guru avete ragione da vendere, solo che personalmente queste cose le faccio presenti (anche su questi forum) da diversi anni, perche` la situazione non si e` affatto definita di recente.Quindi la mia sola, piccola critica e`: ci se ne poteva accorgere anche molto prima.La "storia della mia vita" e` un continuo ostruzionismo nei confronti di tutto cio` che tende a gonfiare sia i binari che i relativi sorgenti. Salvando il salvabile, gran parte delle tecniche "avanzate" (a chi?) di sviluppo vanno molto oltre la loro relativa utilita` nel semplificare la gestione di progetti complessi.Procedimenti d'installazione offuscati dagli installshields, tonnellate di middleware che forma strati geologici, framework pachidermici, programmazione punta-e-clicca, fronzoli vari ed eventuali, patetica frammentazione degli eseguibili... be' io le ho sempre viste piu` o meno come bestemmie. Non a caso mi sono autodefinito "programmatore obsoleto", ma fiero di esserlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: quoto

        Quindi la mia sola, piccola critica e`:




        ci se nema de che?non me ne volere, ma devi essere bravo come programmatore, tanto che parli quasi in cinese :)
  • Anonimo scrive:
    leggi commerciali
    il software è sempre più lento e meno ottimizzato?è ovvio.Siamo passati da pochi kb di codice a diversi mega. Il codice diventa sempre più grande, si vende sempre allo stesso prezzo e deve essere realizzato sempre nello stesso tempo.Il software è un prodotto commeciale e purtroppo subisce il problema della produzione all'ingrosso.Finchè si scrive software di pochi kb ottimizzare è semplice. Quando si iniziano a raggiungere i megabyte le cose cambiano, le classi sono tante, le funzioni anche e tutto comincia a creare problemi per i quali spesso non c'è tempo di dare la giusta soluzione.Ma Negroponte a parte vendere i pc a manovella di cosa si occupa? E' per caso un programmatore?
  • Anonimo scrive:
    quoto
    Per una volta sono d'accordo con lui. Sarei disposto anche a non vedere più uscire nessun nuovo software per due anni. Da impiegare nell'ottimizzazione del codice delle versioni correnti.
Chiudi i commenti