Bufera di utenti su Lycos.it per Spraydate

Venerdì prossimo un gruppo di utenti del celebre portale si ripromette di manifestare dinanzi alla sede di Lycos Italia. Il motivo è la chiusura del sito-community Lycos.Spraydate. Lycos ribatte: stiamo lavorando per voi, parliamone
Venerdì prossimo un gruppo di utenti del celebre portale si ripromette di manifestare dinanzi alla sede di Lycos Italia. Il motivo è la chiusura del sito-community Lycos.Spraydate. Lycos ribatte: stiamo lavorando per voi, parliamone


Milano – “Lasciateci Spray! Salviamo Spray”: con questo slogan in queste ore sta montando una protesta contro Lycos Italia. Il portalone ha infatti intenzione di chiudere il proprio sito Spraydate, frequentato da decine di migliaia di persone, invitando tutti a “migrare” a Love@Lycos, nuovo sito-community firmato Lycos.

Ma molti utenti di Spraydate non ci stanno e si stanno organizzando non solo con forum e siti dedicati alla protesta, ma anche pianificando una manifestazione di fronte alla sede milanese di Lycos Italia per il prossimo venerdì.

Spraydate ha una lunga storia. Nato come area annunci in seno a Clarence.com, è poi passato da Spray.it a Lycos Italia quando quest’ultima ha acquisito Spray. La sua funzione di “community” gratuita, senza censure e aperta a tutti, orientata alla creazione di amicizie ma anche di relazioni sentimentali e “piccanti”, ne ha decretato nel tempo la popolarità, raggiungendo più di 85mila utenti.

Nel frattempo, Lycos Italia ha acquisito Annunci.it e lo ha poi inserito nel suo Love@Lycos.it, un altro sito-community specchio delle attività già condotte da altre divisioni internazionali di Lycos. Perché dunque si è giunti alla decisione di chiudere Spraydate?

Alberto Guglielmone, direttore marketing Lycos Italia, ha spiegato a Punto Informatico che la decisione su Spraydate non è una scelta ma una via obbligata. “Il sito – ha spiegato – si regge su una infrastruttura tecnica che non è all’altezza delle richieste e dei numeri che caratterizzano Spraydate. La tecnologia è diventata inaffidabile e potrebbe piantarsi da un momento all’altro”.

Secondo Marco, uno dei numerosi utenti di Spraydate che in questi giorni ha contattato Punto Informatico, invece, “la vera ragione sono i miliardi buttati via da Lycos per Annunci.it, poi diventato Spraydate”.

Eppure gli utenti di Spraydate sono numerosi ed è difficile ipotizzare che un portale-comunità come Lycos Italia possa non tenere conto delle loro esigenze. Lo conferma Guglielmone: “Stiamo lavorando per introdurre in Love@Lycos, sito che dispone di una tecnologia avanzata ed affidabile, una serie di funzionalità che erano caratteristiche di Spraydate, proprio per venire incontro alle esigenze dei nostri utenti”.

“Quello che è accaduto – spiega Guglielmone – è in parte colpa nostra perché nella comunicazione agli utenti non siamo entrati nei dettagli dei problemi tecnici che dobbiamo affrontare con Spraydate e che si possono risolvere con Love@Lycos. L’80 per cento degli utenti di Spraydate sono iscritti a Love@Lycos. Stiamo lavorando per fare in modo che anche tutti gli altri si sentano a loro agio nel migrare al nuovo sito che stiamo aggiornando e modificando proprio a questo scopo”.

Basterà questo a calmare la protesta degli utenti? Guglielmone assicura: “Siamo aperti al dialogo e intenzionati a contattare gli utenti per capire fino in fondo le loro esigenze e porci nel modo migliore rispetto a queste”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 06 2001
Link copiato negli appunti