Bug hunters, Guillermito condannato

Clamorosa sentenza in Francia su uno dei casi più caldi di questi anni: lo smanettone che rese pubblica l'esistenza di una falla in un software antivirus è stato condannato


Roma – Condannato anche in appello. Si è concluso in queste ore il più lungo e contrastato procedimento legale che mai abbia avuto luogo in Europa avendo nel mirino un bug hunter , un hacker la cui colpa è stata quella di rendere noto che un software antivirus era fallato e che la pubblicità con cui il produttore lo promuoveva era, di conseguenza, errata.

La Corte d’Appello francese che ha giudicato in secondo grado il caso di Guillaume Tena, hacker meglio noto come Guillermito , ha in buona sostanza confermato quanto emerso in primo grado , e cioè che Tena è colpevole di aver reso pubbliche le vulnerabilità di ViGuard , software di punta per la francese Tegam . Una sentenza che sta facendo discutere l’ambiente della sicurezza in un caso che si trascina ormai da cinque anni.

La condanna, che non è ancora stata resa nota nei dettagli, Guillermito l’ha comprensibilmente presa molto male, come si può leggere sul suo sito :

“Ho perso. L’appello e la testimonianza di un esperto non sono serviti a nulla. A me la condanna, a me la multa, a me i danni con gli interessi. Grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato, a chi ha espresso la sua solidarietà in questi anni (…) Non c’è il diritto in Francia di dimostrare tecnicamente che un software contiene una falla di sicurezza, o che la pubblicità di quel software dice il falso. Dormite tranquilli, concittadini, tutti i vostri software sono perfetti”.

Sull’hacker francese ora pendono richieste, tra multa e danni, pari a 15mila euro , denaro che Guillermito spiega di non avere. “Credo – scrive sconsolato – di non avere altro da fare che vendere il mio corpo o quello che ne rimane”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • spliffer scrive:
    Lavorare da casa nel web marketing
    Seria opportunità di lavoro con primaria azienda operante settore e-commerce,web marketing.Richiesta buona conoscenza uso PC, discrete doti relazionali, capacità di collaborazione a progetto e in team. Formazione gratuita,interessante retribuzione su base del volume di fatturato sviluppato. Non si vende nulla e non si deve acquistare nulla. Settore reale di interesse pubblicità on line. Nessun investimento richiesto. No a persone che cercano facili guadagni. Attività seria e da costruire nel tempo. Per info: http://www.lavoradacasa-con-pc.com/fabriziotommasi/email:piskello2007@gmail.comcellulare: 328-4142294skype: fabrizio-tommasi
  • Anonimo scrive:
    tutto è possibile dopo google
    che ha un impero economico basato sul nulla, sulla fuffa, su 4 software bacati e zeppi di spyware.
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto è possibile dopo google
      - Scritto da: Anonimo
      che ha un impero economico basato sul nulla,
      sulla fuffa, su 4 software bacati e zeppi di
      spyware.I 4 software bacati non contano nulla. Il vero mercato è quello della pubblicità online, destinata a crescere moltissimo in futuro man mano che la banda di trasmissione media aumenterà. Anche Mediaset sarebbe fuffa, se ci pensi bene, se non ci fosse sotto il grano che procura la pubblicità.
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto è possibile dopo google
      - Scritto da: Anonimo
      che ha un impero economico basato sul nulla,La pubblicita' non e' nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: tutto è possibile dopo google
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        che ha un impero economico basato sul nulla,

        La pubblicita' non e' nulla.Seee! bravo merlo. Cercati un po di statistiche su Adwords e Adsense e poi ridimmelo che non è nulla...
  • Anonimo scrive:
    Il futuro è il TVcast: Democracy Player
    Questo è il futuro di internet, altro che podcasting:http://www.boingboing.net/2006/02/21/democracy_a_new_plat.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è il TVcast: Democracy Pla
      - Scritto da: Anonimo

      Questo è il futuro di internet, altro che
      podcasting:

      http://www.boingboing.net/2006/02/21/democracy_a_nLa tv non ha sostituito la radio, no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è il TVcast: Democracy Pla
      - Scritto da: Anonimo

      Questo è il futuro di internet, altro che
      podcasting:

      http://www.boingboing.net/2006/02/21/democracy_a_nAnche questo è podcasting, il concetto è lo stesso.
  • Anonimo scrive:
    Arriva tardi.
    "Roma - Ricky Gervais, comico di successo che diffonde i propri sketch in formato podcast, tenta il colpaccio: insieme agli amici e compagni d'avventura Steven Merchant e Karl Pilkington, Gervais sarà il primo utente che venderà la propria voce su Internet."Arriva tardi, c'è già da tempo in azione un comico siciliano che diffonde i suoi sketch col podcast. Ed è pure un acaro.Ma non nominerò il Suo nome invano, capiti ci siamo, aaaah? :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Arriva tardi.
      - Scritto da: Anonimo
      "Roma - Ricky Gervais, comico di successo che
      diffonde i propri sketch in formato podcast,
      tenta il colpaccio: insieme agli amici e compagni
      d'avventura Steven Merchant e Karl Pilkington,
      Gervais sarà il primo utente che venderà la
      propria voce su Internet."
      Arriva tardi, c'è già da tempo in azione un
      comico siciliano che diffonde i suoi sketch col
      podcast. Ed è pure un acaro.
      Ma non nominerò il Suo nome invano, capiti ci
      siamo, aaaah? :D :D :Dasbesto? ma si fa pagare? non penso
  • Anonimo scrive:
    dubito prenda piede
    si trovera' sul mulo GRATIS...come tutto...
    • Anonimo scrive:
      Re: dubito prenda piede
      - Scritto da: Anonimo
      si trovera' sul mulo GRATIS...come tutto...Non è questo il punto, è che di podcasts ce n'è un miliardo. Se uno diventa a pagamento si passa a un altro gratuito.Per me hanno fatto il passo troppo presto, ce ne vorranno di anni prima che la gente paghi per i podcasts.
      • Anonimo scrive:
        Re: dubito prenda piede

        - Scritto da: Anonimo

        si trovera' sul mulo GRATIS...come tutto...
        Non è questo il punto, è che di podcasts ce n'è
        un miliardo.Ma di quel gruppo di comici, solo uno.
        Se uno diventa a pagamento si passa
        a un altro gratuito.Ma chi ci tiene a sentirli, paga.
        Per me hanno fatto il passo troppo presto, ce ne
        vorranno di anni prima che la gente paghi per i
        podcasts.In realta' c'e' gia' chi lo fa.Non si vendono come il pane, ma un certo giro d'affari si muove.
        • Anonimo scrive:
          Re: dubito prenda piede
          - Scritto da: Anonimo
          Ma di quel gruppo di comici, solo uno.Anche di PI ce n'è uno solo, però se diventa a pagamento qui si trasforma in un deserto.
          Non si vendono come il pane, ma un certo giro
          d'affari si muove.
          Sì per comprare una pizza.
          • Anonimo scrive:
            Re: dubito prenda piede
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ma di quel gruppo di comici, solo uno.

            Anche di PI ce n'è uno solo, però se diventa a
            pagamento qui si trasforma in un deserto.Ovvio, PI non ha tre milioni di utenti, i comici che si sono messi a vendere i loro file, si.Fai che solo lo 0,5% decida di pagare vuol dire 15.000 persone a 7 dollari = 105.000.

            Non si vendono come il pane, ma un certo giro

            d'affari si muove.
            Sì per comprare una pizza.Si si, bravo, fai tu il conto in pizze di 105.000 dollari.Si vede che ne sai davvero poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: dubito prenda piede
            - Scritto da: Anonimo
            Si si, bravo, fai tu il conto in pizze di 105.000
            dollari.Ma che lo 0,5% si abbona dove l'hai letto? 0,5% vuol dire una persona su 200. Chi te l'ha detto che una persona su 200 paga? Te lo sei detto tu da solo.Io invece parlo di cose che ho visto con i miei occhi. Ieri ero in pizzeria e avevo dietro quei 3 comici che fanno podcasting. Hanno preso 3 quattro stagioni, ma hanno rinunciato alla birra per risparmiare.
            Si vede che ne sai davvero poco.haha ma sei frustrato forte te.
          • Anonimo scrive:
            Re: dubito prenda piede
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Si si, bravo, fai tu il conto in pizze di
            105.000

            dollari.

            Ma che lo 0,5% si abbona dove l'hai letto?Si stima. Quando lanci un nuovo prodotto non leggi da nessuna parte il numero dei clienti.Ma se ti sembra una stima eccessiva, facciamo lo 0,1% cioe' 3.000 persone per 7 dollari che fa "solo" 21.000 dollari al mese, abbondante per molte pizze. Ma andiamo oltre, se fosse anche solo lo 0,01% dei tre milioni di utenti, vuol dire 2.100 dollari al mese, ancora abbondante per molte pizze.
            Io invece parlo di cose che ho visto con i miei
            occhi. Ieri ero in pizzeria e avevo dietro quei 3
            comici che fanno podcasting. Hanno preso 3
            quattro stagioni, ma hanno rinunciato alla birra
            per risparmiare.
            haha ma sei frustrato forte te.Idiozie ed insulti, eh si, decisamente sei a corto di argomenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: dubito prenda piede
            - Scritto da: Anonimo

            Idiozie ed insulti, eh si, decisamente sei a
            corto di argomenti.Non sono quello di prima. Secondo me hai dimenticato la percentuale più probabile, cioè 0% (zeropercento), con la quale vai a chiede elemosina per le strade e a dormire sotto i ponti.
          • Anonimo scrive:
            Re: dubito prenda piede
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Idiozie ed insulti, eh si, decisamente sei a

            corto di argomenti.

            Secondo me hai
            dimenticato la percentuale più probabile, cioè 0%Dici che e' piu' probabile, e perche'? Perche' non hai mai studiato statistica evidentemente.0% su tre milioni di appassionati che ogni mese scaricano i file audio, mah, certo, tutto e' possibile, ma estremamente improbabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: dubito prenda piede
            Siete fantastici. Da quanto ho capito uno o più persone hanno continuato il thread che ho cominciato io portandolo a livelli comici.Comunque l'attore se non sbaglio è quello di The Office, uno show che ha avuto successo in tutto il mondo. Non credo che abbia problemi di soldi, potrebbe fare un podcast, un film, una pubblicità, prendere un martini in una discoteca e guadagnerebbe sempre un sacco di soldi. Diverso discorso riuscire a far guadagnare il 99,9% degli altri podcast.
Chiudi i commenti