Build2012/ Live Keynote - giorno 2

In diretta da Seattle la cronaca del keynote della seconda giornata di Build 2012. Nella plenaria di oggi attese novità cloud e Visual Studio

In diretta dal campus Microsoft a Redmond, Seattle (WA), la seconda giornata di Build 2012: dal palco ci saranno annunci per Azure e Visual Studio. Il keynote inizia alle 17 ora italiana, le 9 del mattino sulla costa del Pacifico. La pagina si ricarica automaticamente: gli aggiornamenti più recenti sono in cima al testo.

10:37 – Saluti, il keynote finisce qui. A più tardi per altre notizie da Redmond!

10:35 – Riassunto: molte novità in release definitiva e molte preview sul piatto, e Microsoft promette altre novità e aggiornamenti nel corso dell’anno.

10:33 – Anche il testing ha fatto ampio uso di Azure: la qualità è stata garantita analizzando i dati raccolti via cloud.

10:32 – Halo 4 sfrutta Azure. Il team di sviluppo ha fatto ampio utilizzo dei servizi cloud per la creazione del gioco.

10:32 – Ecco di nuovo Nadella. La cosa dovrebbe avviarsi alla conclusione.

10:32 – Funziona. Ora i video raccomandati sono altri, e la raccomandazione si basa sull’effettivo gradimento del pubblico registrato

10:31 – Dave sta illustrando passo passo le procedure per utilizzare i dati dei log per creare un ranking dei video raccomandati.

10:30 – Il keynote ha accumulato del ritardo, sta andando per le lunghe.

10:30 – Sono tutti dati utili a costruire un sistema di raccomandazioni più efficace.

10:29 – I dati così possono essere analizzati: quanto durano quelli più visti, quali nazioni sono le più attive nel visionare i video, quali video sono più richiesti.

10:28 – Attraverso un plugin Hive per Office, i dati sono estratti e depositati in una tabella Excel.

10:27 – Dave sta mostrando gli strumenti, come LINQPad, che possono essere utilizzati per gestire il cluster.

10:26 – La demo comprende l’analisi di un cluster Hadoop su Azure.

10:25 – I dati all’interno dei log dell’applicazione possono essere analizzati per stabilire quando un utente guarda un video, se lo guarda tutto, quale sceglie dopo ecc.

10:24 – La solita app già modificata prima verrà modificata per creare delle raccomandazioni di video da guardare che non siano unicamente basate sulla popolarità degli stessi.

10:23 – Dave Campbell sale sul palco per parlare di Hadoop su Windows Azure.

10:22 – Come sfruttare i dati in possesso dell’azienda e degli sviluppatori per creare servizi aggiuntivi: per esempio una lista di elementi raccomandati affiancati ai dati richiesti ecc.

10:21 – Nadella è passato a parlare di dati e come gestirli.

10:20 – Video finito, tutto fatto di “vogliamo creare esperienza utente eccezionale, come Microsoft”.

10:18 – Niente demo, un video su Workday e come questa azienda stia sfruttando i servizi appena descritti.

10:16 – Anche la gestione delle identità può essere ottimizzata attraverso Active Directory su Windows Azure.

10:15 – Con i servizi cloud è anche possibile utilizzare i dati raccolti a livello aziendale per creare servizi destinati ai clienti.

10:15 – Ci sono strumenti che possono semplificare il lavoro: workflow della documentazione attraverso SharePoint, e apposite estensioni Office 365 per Azure.

10:13 – Nuovo argomento: scalare i servizi a livello enterprise grazie alla cloud.

10:12 – Già finito, ecco di nuovo Nadella.

10:11 – TFS è integrato con Azure: permette di coordinare il lavoro attraverso la cloud.

10:09 – TFS è gratuito per gruppi di lavoro composti da 5 componenti.

10:08 – Rispetto alla versione mostrata in beta a Build 2011, è stata decisamente migliorata la funzione di backlog per gestire i task e i compiti assegnati, consegnati, approvati e completati.

10:05 – Jason Zander sul palco per mostrare la versione definitiva, lanciata oggi, di Team Foundation.

10:04 – L’argomento di oggi ruoterà attorno allo sviluppo in team.

10:03 – Nadella sta introducendo un nuovo argomento: il ciclo di vita dello sviluppo.

10:02 – Gli annunci di oggi: Windows Azure SDK aggiornato, supporto per Server 2012, supporto per dotNET 4.5 e disponibilità dei servizi di cache dedicata. I servizi media sono in preview su invito.

10:01 – Finito, ecco di nuovo Nadella.

9:59 – Molto di quanto mostrato oggi nel keynote può essere testato gratuitamente dagli sviluppatori, in modo da familiarizzare con le nuove tecnologie. Sono tutti servizi già disponibili sulla piattaforma.

9:59 – Ora Scott sta illustrando i “plugin” della piattaforma per gestire servizi avanzati come la verifica degli indirizzi fisici per garantire l’autenticità dei dati forniti dagli utenti ecc.

9:57 – Il vantaggio di questo approccio è che si dice addio ai problemi hardware che bloccano un sito o un servizio: Azure provvede automaticamente a un nuovo deployment nel caso l’hardware su cui sta girando una istanza dovesse avere del problemi.

9:53 – In pochi minuti il website è stato convertito in un servizio via cloud. Via alla demo.

9:52 – Si va sul tecnico: dimostrazioni di codice e servizi di Azure dentro Visual Studio.

9:50 – Ora l’app verrà convertita da monolitica a multi-istanza.

9:49 – ASP.NET è stato aggiornato per garantire migliore feedback tra i server remoti e i client.

9:47 – Test dal video, con un tablet Asus con Windows RT: il video viene girato, salvato e caricato.

9:45 – La webapp precedente è stata modificata per gestire l’upoload-encoding e download dei video.

9:44 – Ora Scott sta scaricando l’SDK per gestire i media service direttamente dentro Visual Studio.

9:42 – Il media service permette di decidere che tipo di encoding applicare ai video caricati.

9:41 – I media service sono una novità, per ora in preview, che sarà resa pubblica in seguito.

9:40 – L’applicazione precedente per caricare video sarà modificata per passare attraverso un servizio media remoto che effettuerà l’encoding dei video prima di caricarli sullo storage.

9:39 – Tocca a Scott Guthrie spiegare questo ulteriore step.

9:38 – Modalità cloud-centrica: caching, asincronicità, monitorare, collaborare allo sviluppo, gestire grosse mole di dati.

9:36 – Un esempio delle funzionalità di cui si è appena discusso: il sito Murally, un servizio costruito su Azure.

9:34 – Ecco di nuovo Nadella sul palco.

9:33 – Il sito è stato migrato su Azure, ed è anche possibile generare automaticamente l’help per le API che utilizza per l’inserimento dei dati.

9:32 – Scott è un simpaticone: scherza sul suo codice, tira fuori password improbabili e poi svela che in realtà aveva già tutto pronto da prima.

9:30 – Un keynote che è più una sessione tecnica. Non pare ci siano grosse novità eclatanti all’orizzonte.

9:28 – Gli interventi sul database e lo storage sono gestiti in modalità asincrona per migliorare l’esecuzione della webapp.

9:27 – Viene mostrata una webapp che consente di effettuare il login via Facebook e caricare dei video. Poi si passa ad analizzare il codice per mostrare come l’SDK permette di ottenere dei servizi già pronti, come il login Facebook per esempio.

9:25 – Immancabile una gag su GanGnam Style.

9:24 – Scott Hanselman darà una dimostrazione di questi servizi nuovi: una app dotNET 4.5 verrà “migrata”.

9:23 – Come creare siti di nuova concezione? Storage, autenticazione, API, l’ultima iterazione di ASP.NET.

9:22 – Si passa al filone del Web-centrico.

9:21 – Dimostrazione conclusa, Nadella torna al comando.

9:20 – La live tile dell’app si aggiorna automaticamente con i contenuti inseriti.

9:19 – Nuovo giro, nuova tabella, nuovo script: 30 righe di codice per raccogliere il rating su una performance, autenticare gli utenti e registrare il loro voto.

9:18 – La app, opportunamente modificata, gira anche su Windows Phone 8.

9:16 – Il caricamento dei documenti sull’app avviene direttamente via SkyDrive.

9:15 – Il login via Twitter ha funzionato! In questo modo l’inserimento dei contenuti diventa “trusted”.

9:14 – Dopo le notifiche, ora inserisce anche la gestione delle identità. pochi clic sul pannello di Windows Azure.

9:13 – È una demo pratica, sta realizzando una istanza su Windows Azure per il servizio mobile e punta a inserirla nel codice di un’app per la gestione degli eventi pubblici che ha creato in precedenza: l’obiettivo è renderla connessa e interattiva.

9:12 – Il servizio è stato aggiornato per supportare Windows Phone 8.

9:11 – Josh Twist sul palco per mostrare queste funzionalità.

9:10 – Una volta sviluppata un’app, lo sviluppatore oggi punta a fornire supporto per notifiche, identità multiple, storage, servizi esterni (es: email). Per queste esigenze, Microsoft ha messo in campo Windows Azure Mobile Services.

9:08 – Ci sono diversi filoni da esplorare: si inizia dalle app device-centriche.

9:07 – Dai suoi servizi Microsoft ha imparato quanto necessario a supportare milioni di utenti e cosa offrire lato backend per garantire l’efficienza.

9:06 – La stessa Microsoft investe sulla sua cloud: Office 365, Xbox Live, SkyDrive, MSN, Bing tanto per citarne qualcuno.

9:04 – Nadella insiste tantissimo su Azure e come possa contribuire alla creazione delle app di nuova generazione: oggi si prospetta una giornata all’insegna dei servizi cloud di Microsoft.

9:01 – Come è cambiato Windows: dai device all’interfaccia, agli strumenti per gli sviluppatori: cloud compresa.

9:01 – Conferma anche lui, i device distribuiti stanno mettendo a dura prova la rete.

9:00 – Puntualissimo, Staya Nadella sul palco: il presidente divisione server & tools.

DJ sul palco di Build 2012

8:55 – Oggi niente superstar a fare musica, ci sono due DJ che suonano e mixano sul palco.

8:50 – Siamo seduti nella tenda del keynote, la rete è quasi al collasso: troppi device connessi, gli sviluppatori sono tutti impegnati a smanettare coi loro nuovi Surface e Lumia 920.

7:20 – Appuntamento a tra 100 minuti per il keynote!

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zucca Vuota scrive:
    Il futuro di Win32
    WinRT potrà anche sostituire Win32 sui client ma rimane il problema dei server. Al momento non mi sembra che WinRT possa essere usato per costruire servizi e altro. Quindi il futuro di Win32 mi sembra tutt'altro che compromesso (almeno nel medio periodo).
    • panda rossa scrive:
      Re: Il futuro di Win32
      - Scritto da: Zucca Vuota
      WinRT potrà anche sostituire Win32 sui client ma
      rimane il problema dei server.Il problema e' risolto alla radice, in quel caso: non esistono server con windows, e se esistono, fanno parte di una botnet.Server e' solo linux!
      • . . . scrive:
        Re: Il futuro di Win32
        - Scritto da: panda rossa
        Il problema e' risolto alla radice, in quel caso:
        non esistono server con windows, e se esistono,
        fanno parte di una
        botnet.:-)
        Server e' solo linux!Ahemmm.... e Unix dove lo lasci ?
        • tucumcari scrive:
          Re: Il futuro di Win32
          - Scritto da: . . .
          - Scritto da: panda rossa


          Il problema e' risolto alla radice, in quel
          caso:

          non esistono server con windows, e se esistono,

          fanno parte di una

          botnet.

          :-)


          Server e' solo linux!

          Ahemmm.... e Unix dove lo lasci ?Unix ?ah... ehm... uh... dipende sai dirmi cosa è Unix?La interfaccia Posix col sistema? (che comprende anche Linux.... che però di Unix in senso proprio... in realtà non ha assolutamente nulla!)BSD-Unix?FreeBSD?OSX?QNX? (anche questo posix come linux ma senza molto di altro in comune)...Lo IOS di Cisco?....Potrei andare avanti a iosa....è piuttosto complesso dare oggi una definizione di Unix.... è molto più semplice invece se ne dai una definizione in senso "storico"... ma si tratta più che altro di storia....Si potrebbe persino dire che senza Unix (più che altro un certo "ecosistema" in termini di tools di sviluppo "storici") non ci sarebbe il fenomeno dell'open source come lo conosciamo oggi... Ma ripeto si tratta di storia... sia pure con diversi e apprezzabilissimi "quarti di nobiltà" per chi la conosce davvero....
      • Gianluca70 scrive:
        Re: Il futuro di Win32
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Zucca Vuota

        WinRT potrà anche sostituire Win32 sui
        client
        ma

        rimane il problema dei server.

        Il problema e' risolto alla radice, in quel caso:
        non esistono server con windows, e se esistono,
        fanno parte di una
        botnet.

        Server e' solo linux!Sì sì, e la marmotta incartava la cioccolata fatta col latte della mucca lilla...Non so se lavori e dove lavori, ma il mondo enterprise che ho visto (italiano e europeo) per le proprie intranet è dominato dai server Microsoft, sia per numeri assoluti che per servizi.Anche considerando i consolidamenti permessi grazie alle architetture x64 e alla velocità delle reti recenti, i numeri sono sempre a vantaggio dei sistemi MS: mai visto sistemi OpenLDAP gestire 100K client, o sistemi di posta elettronica di quelle dimensioni su Sendmail o similari, la concorrenza è tra Oracle, DB2 e SQL, non certo con MySQL, per non parlare di soluzioni in grado di confrontarsi con Sharepoint.I sever web esposti su internet saranno per la maggior parte *nix, per comodità di licenze/sviluppo (mandami link per cortesia, visto che lo affermi spesso e volentieri), quindi la superficie esterna del web, ma le aziende internamente sono molto + eterogenee.
        • panda rossa scrive:
          Re: Il futuro di Win32
          - Scritto da: Gianluca70
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Zucca Vuota


          WinRT potrà anche sostituire Win32 sui

          client

          ma


          rimane il problema dei server.



          Il problema e' risolto alla radice, in quel
          caso:

          non esistono server con windows, e se esistono,

          fanno parte di una

          botnet.



          Server e' solo linux!

          Sì sì, e la marmotta incartava la cioccolata
          fatta col latte della mucca
          lilla...E le piastrelle: non dimenticare le piastrelle.

          Non so se lavori e dove lavori, ma il mondo
          enterprise che ho visto (italiano e europeo) per
          le proprie intranet è dominato dai server
          Microsoft, sia per numeri assoluti che per
          servizi.Dove lavoro io non ti deve riguardare, ma dopo questa tua uscita e' evidente dove lavori tu: nel retrobottega di una salumeria!
          Anche considerando i consolidamenti permessi
          grazie alle architetture x64 e alla velocità
          delle reti recenti, i numeri sono sempre a
          vantaggio dei sistemi MS: mai visto sistemi
          OpenLDAP gestire 100K client, o sistemi di posta
          elettronica di quelle dimensioni su Sendmail o
          similari, la concorrenza è tra Oracle, DB2 e SQL,
          non certo con MySQL, per non parlare di soluzioni
          in grado di confrontarsi con
          Sharepoint.Banane con cetrioli! Come al solito.Linux e' un SO. Oracle, DB2 sono database. SQL e' un linguaggio.Aggiungi pure access che cosi' ci XXXXXXmo addosso dal ridere, dai!
          I sever web esposti su internet saranno per la
          maggior parte *nix, Punto.Potevi terminare la frase qui e ci avresti fatto miglior figura.
          • aphex twin scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            E' semplice accorgersi quando sei in difficoltà o ti toccano un nervo scoperto. :D :D :D :D :D
          • Gianluca70 scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Gianluca70

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Zucca Vuota



            WinRT potrà anche sostituire Win32
            sui


            client


            ma



            rimane il problema dei server.





            Il problema e' risolto alla radice, in
            quel

            caso:


            non esistono server con windows, e se
            esistono,


            fanno parte di una


            botnet.





            Server e' solo linux!



            Sì sì, e la marmotta incartava la cioccolata

            fatta col latte della mucca

            lilla...

            E le piastrelle: non dimenticare le piastrelle.Sbagliato, nel tuo mondo di marmotte e cioccolata non ci sono piastrelle, riguardati la pubblicità su youtube




            Non so se lavori e dove lavori, ma il mondo

            enterprise che ho visto (italiano e europeo)
            per

            le proprie intranet è dominato dai server

            Microsoft, sia per numeri assoluti che per

            servizi.

            Dove lavoro io non ti deve riguardare, ma dopo
            questa tua uscita e' evidente dove lavori tu: nel
            retrobottega di una
            salumeria!Sarà davanti alla tua cantina? :)Se anche fosse, io il mondo l'ho visto, tu spari sentenze nascosto nella tua caverna, girati, non guardare solo le ombre (tue), il mondo è fuori :)


            Anche considerando i consolidamenti permessi

            grazie alle architetture x64 e alla velocità

            delle reti recenti, i numeri sono sempre a

            vantaggio dei sistemi MS: mai visto sistemi

            OpenLDAP gestire 100K client, o sistemi di
            posta

            elettronica di quelle dimensioni su Sendmail
            o

            similari, la concorrenza è tra Oracle, DB2 e
            SQL,

            non certo con MySQL, per non parlare di
            soluzioni

            in grado di confrontarsi con

            Sharepoint.

            Banane con cetrioli! Come al solito.

            Linux e' un SO.Ma va? Pensavo fosse un'app per iOS
            Oracle, DB2 sono database. E vivono di vita propria, non abbisognano di OS, solo di app...
            SQL e' un linguaggio.SQL Server è un prodotto, ma tu fai lo gnorri solo per convenienza
            Aggiungi pure access che cosi' ci XXXXXXmo
            addosso dal ridere,
            dai!Solo se mi garantisci che la mamma ti ha messo il pannolino, non vorrei far lavorare troppo quella santa donna, le toccherebbe pure pulire il pavimento della tua cantina :)


            I sever web esposti su internet saranno per
            la

            maggior parte *nix,

            Punto.
            Potevi terminare la frase qui e ci avresti fatto
            miglior
            figura.Il LINK, caccia il LINK che conprova la tua affermazione "Server è solo linux!"Altrimenti sei il solito disinformatore inaffidabile...
          • panda rossa scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            - Scritto da: Gianluca70
            Il LINK, caccia il LINK che conprova la tua
            affermazione "Server è solo
            linux!"
            Altrimenti sei il solito disinformatore
            inaffidabile...http://it.wikipedia.org/wiki/TOP500
          • krane scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Gianluca70

            Il LINK, caccia il LINK che conprova la tua

            affermazione "Server è solo

            linux!"

            Altrimenti sei il solito disinformatore

            inaffidabile...
            http://it.wikipedia.org/wiki/TOP500E non dimentichiamoci di Bing: http://toolbar.netcraft.com/site_report?url=http://www.bing.comE non solo: http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=16747
          • aphex twin scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            Ma il tuo sport preferito é scoprire l'acqua calda ogni giorno ?Cosa c'entrano i supercomputer con quello che ti viene chiesto ?Eviti di fare figure di palta facendo il brillante con questo link ? Non é quello che ti é stato chiesto (ma tu lo sai , ne sono sicuro, é solo questione di malafede).
          • panda rossa scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            - Scritto da: aphex twin
            Ma il tuo sport preferito é scoprire l'acqua
            calda ogni giorno
            ?

            Cosa c'entrano i supercomputer con quello che ti
            viene chiesto
            ?Mi viene chiesto dove gira linux, e la risposta piu' ovvia che mi viene da dire e' indicare posti dove ne' il colapasta ne' la mela marcia possono neppure immaginare.
            Eviti di fare figure di palta facendo il
            brillante con questo link ? Non é quello che ti é
            stato chiesto (ma tu lo sai , ne sono sicuro, é
            solo questione di
            malafede).Se vuoi ti dico un posto dove non c'e' linux ma osx: il sapientino clementoni.
          • krane scrive:
            Re: Il futuro di Win32
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex twin

            Ma il tuo sport preferito é scoprire l'acqua

            calda ogni giorno ?

            Cosa c'entrano i supercomputer con

            quello che ti viene chiesto ?
            Mi viene chiesto dove gira linux, e la risposta
            piu' ovvia che mi viene da dire e' indicare posti
            dove ne' il colapasta ne' la mela marcia possono
            neppure immaginare.Beh, non e' il caso di essere oltranzisti, guarda: proprio i fabbricanti del colapasta sono i primi ad usare linux per le loro applicazioni di rete:http://toolbar.netcraft.com/site_report?url=http://www.bing.comE per testare la kinect: http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=16747
        • vuoto scrive:
          Re: Il futuro di Win32
          - Scritto da: Gianluca70
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Zucca Vuota


          WinRT potrà anche sostituire Win32 sui

          client

          ma


          rimane il problema dei server.



          Il problema e' risolto alla radice, in quel
          caso:

          non esistono server con windows, e se esistono,

          fanno parte di una

          botnet.



          Server e' solo linux!

          Sì sì, e la marmotta incartava la cioccolata
          fatta col latte della mucca
          lilla...

          Non so se lavori e dove lavori, ma il mondo
          enterprise che ho visto (italiano e europeo) per
          le proprie intranet è dominato dai server
          Microsoft, sia per numeri assoluti che per
          servizi.

          Anche considerando i consolidamenti permessi
          grazie alle architetture x64 e alla velocità
          delle reti recenti, i numeri sono sempre a
          vantaggio dei sistemi MS: mai visto sistemi
          OpenLDAP gestire 100K cliente quante richieste al secondo fanno 100k clienti? e quanti records usano? no, perche' da una veloce googlata:· Scaling to large deployments ­ Demonstrated performance at over 150 million entries · November 2005: 16600 queries/second, 3400 updates/second · April 2006: 22000 queries/second, 4800 updates/second ­ Over 1 terabyte of real data ­ Other popular directories' claims of scaling are provably false · Several other products were tested with the same data, all of them failed · Only OpenLDAP passed, o sistemi di posta
          elettronica di quelle dimensioni su SendmailSendmail... mi sa che ti sei un po' sXXXXXXXto nominando un programma in disuso (fai ls -l `which sendmail`, caro il mio esperto), notoriamente problematico, e capace di spedire la posta solamente.tra l'altro a costo di licenza zero, a sforzo di installazione zero,un sendmail per client ha performances inarrivabili ;)
  • Francesco scrive:
    Ho bisogno di capire
    A parte la tecnicità di come installare il programma, già in Windows vi sono troppe possibilità e se ne vedono tutti i giorni i risultati, qualcuno si è reso conto che la potenza di Windows è proprio la retrocompatibilità?Già a casa a parte i pacchetti standard Java Gimp Reader Open Office per il resto sono programmmini magari vecchi di 10 o 15 anni, per lo più freeware che nessuno mai aggiornerà.Se si va in ambito aziendale diociliberi... ci sono vasti applicativi ancora mantenuti e supportati scritti in VB6, foxpro, altri linguaggi più o meno fossili viventi. Non ho in mente pacchetti gestionali ceh utilizzino la piattaforma .NET superiore alla 2.Va a finire che l'interfaccia ex metro sarà solo l'ennesimo passaggio in più da fare per arrivare alle solite funzioni di sempre, come già accaduto con Vista/Seven e Office 2007/2010. Maggiori spippolamenti per trovarsi davanti le solite finestre di windows 2000 o peggio del 95/98, i soliti comandi di Excel 97, giusto con i controlli ridisegnati.bye
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Ho bisogno di capire
      Perchè.. Basta mettere l'icona del vecchio programma su Start.
    • krane scrive:
      Re: Ho bisogno di capire
      - Scritto da: Francesco
      A parte la tecnicità di come installare il
      programma, già in Windows vi sono troppe
      possibilità e se ne vedono tutti i giorni i
      risultati, qualcuno si è reso conto che la
      potenza di Windows è proprio la
      retrocompatibilità?E che c'e' di strano ?Lo hanno sempre fatto tutti, addirittura apple ha scritto un emulatore apposta quando ha cambiato tipologia di hardware !!Con wine poi tutti sono compatibili da win 3.33 a 7 anche molto piu' di windows 7 stesso.
      Già a casa a parte i pacchetti standard Java Gimp
      Reader Open Office per il resto sono programmmini
      magari vecchi di 10 o 15 anni, per lo più
      freeware che nessuno mai aggiornerà.Tipo ?Peche' fai gli esempi opposti ? Facci qualche esempio di programmi che nessuno aggiorna e girano no ? Ci sono molti giochi ad esempio, non tutti.
      Se si va in ambito aziendale diociliberi... ci
      sono vasti applicativi ancora mantenuti e
      supportati scritti in VB6, foxpro, altri
      linguaggi più o meno fossili viventi. Non ho in
      mente pacchetti gestionali ceh utilizzino la
      piattaforma .NET superiore alla 2.Se fossi andato al di la' di windows sapresti che questa e' ovvia normalita' anzi windows al solito fa la figura dell'ultima ruota del carro.
      • ospite scrive:
        Re: Ho bisogno di capire

        E che c'e' di strano ?
        Lo hanno sempre fatto tutti, addirittura apple ha scritto un emulatore
        apposta quando ha cambiato tipologia di hardware !!Apple non fece un emulatore, ma faceva partire MAC OS 9.x su una piattaforma, OSX, che non aveva alcun programma nativo, infatti la migrazione dirò se nn ricordo male da osx a osx.1 il tempo che le SOFTWARE HOUSE avessero in mano i MAC per fare le nuove versioni native, cosa che nn ha mai fatto microsoft ke ha "impaccato", mi correggo venduto windows Vista con tutti i guai che ne sono nati, adesso sta facendo lo stesso, della serie ARRANGIATEVI!
    • Pietro scrive:
      Re: Ho bisogno di capire
      - Scritto da: Francesco
      A parte la tecnicità di come installare il
      programma, già in Windows vi sono troppe
      possibilità e se ne vedono tutti i giorni i
      risultati, qualcuno si è reso conto che la
      potenza di Windows è proprio la
      retrocompatibilità?Ma a volte la retrocompatibilitá diventa una palla al piede e diventa la piú grande limitazione
      • krane scrive:
        Re: Ho bisogno di capire
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: Francesco

        A parte la tecnicità di come installare il

        programma, già in Windows vi sono troppe

        possibilità e se ne vedono tutti i giorni i

        risultati, qualcuno si è reso conto che la

        potenza di Windows è proprio la

        retrocompatibilità?
        Ma a volte la retrocompatibilitá diventa una
        palla al piede e diventa la piú grande
        limitazioneSolo con windows...
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: Ho bisogno di capire
          Sono 2 mesi che uso la RTM e ancora non ho visto una applicazione che non funziona.
          • maxsix scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Sono 2 mesi che uso la RTM e ancora non ho visto
            una applicazione che non
            funziona.2!E FFXI va pure meglio...
          • Giuda scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Sono 2 mesi che uso la RTM e ancora non ho visto
            una applicazione che non
            funziona.beh, io ne ho trovate un bel po, il vecchio acdsee quello che visualizzava solamente le immagini, cdex, pgp knigh edition quella ancora coi sorgenti, un vecchio paint shop pro in cui erano inclusi vari software aggiuntivi, quarkxprexx, pagemaker, ed altri che non ti elenco
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            E questi programmi funzionavano bene su 7?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Ho bisogno di capire
        Solo se realizzata in modo idiota.Se togli la retrocompatibilità vincoli gli utenti o a spese eccessive, o all'uso di hardware obsoleto.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ho bisogno di capire
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Solo se realizzata in modo idiota.A volte e' anche il software ad essere realizzato in modo idiota.Mi torna in mente un vecchio gestionale con drm consistente in una chiave hardware da inserire nella seriale.Col passaggio alla versione successiva del sistema operativo (si lascia al lettore l'esercizio di indovinare quale sistema operativo), la chiave hardware non veniva piu' riconosciuta e tanti saluti al gestionale pagato profumatamente (piu' della meta' del costo era per pagare il drm), perfettamente funzionante, e non piu' supportato dalla casa produttrice che non aveva un drm per la versione successiva del sistema operativo.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            Vero, non ho capito perchè chi ti fa sw su misura si preoccupa di metterci DRM, come se poi potesse servire ad altri...
          • tucumcari scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Vero, non ho capito perchè chi ti fa sw su misura
            si preoccupa di metterci DRMPerchè pensa che non sia tanto "su misura"? ;)Perchè non conosce altro modello di business che non sia basato sulla "licenza d'uso"? :DDi perchè ne posso trovare a iosa... (e in realtà nessuno che sia davvero convincente) ...Giuro hanno provato (chi vendeva a quel modo) a spiegarmelo... ma si vede che sono uno zuccone!Non sono mai riusciti a darmi una spiegazione che mi convincesse!Ciò nonostante c'è chi lo faceva a man bassa!Se ne trovi ancora qualcuno in giro chiedi a loro... magari tu sei meno zuccone di me e riesci a capire! :)
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            Se mi capiterà di lavorarci lo chiederò senz'altro :D
          • aphex twin scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            Direi che di idiota c'è solo l'aver fatto un upgrade del sistema operativo senza prima controllare le compatibilità hardware e software.Che dire.... un signor sistemista, complimenti. :|
          • panda rossa scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: aphex twin
            Direi che di idiota c'è solo l'aver fatto un
            upgrade del sistema operativo senza prima
            controllare le compatibilità hardware e
            software.

            Che dire.... un signor sistemista, complimenti.
            :|In quella circostanza non c'era nessun sistemista.Era un piccolo studio di contabilita' col titolare che aveva un computer.Quando il computer divenne piu' che obsoleto, e fu ora di cambiarlo, in vendita c'erano solo sistemi col solito preinstallato che a quell'epoca richiedevano sia mouse che monitor a colori, e nel contempo il preinstallato medesimo impediva ai processi di accedere direttamente alla porta parallela dove c'era attaccata la chiave hardware.Ogni tentativo di aggirare il problema basandosi su dosbox fu vano.
          • aphex twin scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            Io son convinto che sia tu quel "tennico tittemitta" ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: aphex twin
            Io son convinto che sia tu quel "tennico
            tittemitta"
            ;)Io fui contattato da un conoscente che seguiva quel cliente per altre cose e mi chiese un parere.Ci persi un po' di tempo prima di concludere che secondo me non c'era soluzione a costo zero.E poi non seppi piu' nulla.Tu hai qualche idea?
          • Gasogen scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            Macchina virtuale?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: Gasogen
            Macchina virtuale?Non credo che possa funzionare.Ai tempi del problema, le macchine virtuali non c'erano ancora.Ma se il sistema operativo non consente all'applicazione di accedere alla porta direttamente, men che meno puo' farlo attraverso una macchina virtuale.
          • Gasogen scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            Forse si poteva ottenere qualcosa virtualizzando l'os dove il programma funzionava, non quello successivo. Su host Unix e con una bella regoletta per iptables, giusto per non virtualizzare una gruvieronzola.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: Gasogen
            Forse si poteva ottenere qualcosa virtualizzando
            l'os dove il programma funzionava, non quello
            successivo. Su host Unix e con una bella
            regoletta per iptables, giusto per non
            virtualizzare una
            gruvieronzola.Ricapitolo: il software era dotato di chiave hardware: un coso che si infilava nella porta parallela, tra il computer e la stampante, senza quello non stampava.E siccome da DOS il software aveva acXXXXX diretto alla parallela via IRQ e quindi poteva spippolarsi quella chiave hardware, coi sistemi operativi seguenti che fanno accedere alle porte solo tramite driver, ciccia!E questo vale sia per il software in questione sia per una virtual machine, sia per un emulatore.
          • tucumcari scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Gasogen

            Forse si poteva ottenere qualcosa
            virtualizzando

            l'os dove il programma funzionava, non quello

            successivo. Su host Unix e con una bella

            regoletta per iptables, giusto per non

            virtualizzare una

            gruvieronzola.

            Ricapitolo: il software era dotato di chiave
            hardware: un coso che si infilava nella porta
            parallela, tra il computer e la stampante, senza
            quello non
            stampava.
            E siccome da DOS il software aveva acXXXXX
            diretto alla parallela via IRQ e quindi poteva
            spippolarsi quella chiave hardware, coi sistemi
            operativi seguenti che fanno accedere alle porte
            solo tramite driver,
            ciccia!
            E questo vale sia per il software in questione
            sia per una virtual machine, sia per un
            emulatore.Detto tra noi.... ci sono drivers "dummy" per questo... certo ti tocca di scriverlo on una "interfaccia" come se fosse un driver vero... il che non è necessariamente banalissimo (ma non impossibile) il problema è solo se il gioco vale la candela... e di certo non parliamo (appunto) di costo zero!Da cui la necessità di calcolare il rapporto... gioco/candela.... ;)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ho bisogno di capire

            Ogni tentativo di aggirare il problema basandosi
            su dosbox fu
            vano.Per "dosbox" intendi quello di windows 9x (che, nelle versioni successive, è diventato "prompt dei comandi"), oppure intendi l'emulatore di dos (questo, per intenderci: http://www.dosbox.com/ )?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ho bisogno di capire
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Ogni tentativo di aggirare il problema
            basandosi

            su dosbox fu

            vano.

            Per "dosbox" intendi quello di windows 9x (che,
            nelle versioni successive, è diventato "prompt
            dei comandi"), oppure intendi l'emulatore di dos
            (questo, per intenderci: http://www.dosbox.com/
            )?La seconda che hai detto, naturalmente.Il dosbox e' cio' che consente di far girare la buona roba di una volta non solo sotto linux, ma anche sotto piastrell8.
  • 123 scrive:
    Steve Ballmer, un mix preoccupante.
    una via di mezzo tra Zio Fester e la cratura di "frankenstin junior".Vedere qeull'uomo mi rende inquieto...
Chiudi i commenti