Buongiorno Vitaminic, il caso è chiuso

La Corte di Cassazione respinge il ricorso presentato dai due manager Casalini e Frigato. Resta la condanna in appello a nove mesi di carcere per trattamento illecito dei dati personali appartenenti agli utenti di Clever-Fuorissimo

Roma – Il ricorso era stato annunciato nello scorso ottobre, dopo la conferma in appello della condanna di Andrea Casalini e Carlo Giuseppe Frigato, rispettivamente amministratore delegato e direttore finanziario di Buongiorno Vitaminic. La Corte di Cassazione ha ora respinto i documenti legali presentati dai due manager, lasciando così inalterati i nove mesi di reclusione per trattamento illecito di dati personali .

Gianluca Costamagna, gestore di Clever e del sito di barzellette Fuorissimo , aveva accusato i due dirigenti di aver inviato a circa 180mila utenti una serie di messaggi promozionali non richiesti. Buongiorno Vitaminic aveva infatti stipulato un contratto per la gestione di un database della newsletter Fuorissimo Day . L’azienda di Casalini e Frigato aveva poi continuato ad inviare “altre newsletter” al 39 per cento degli iscritti alla lista .

Si trattava cioè di nuove missive contenenti pubblicità sui servizi offerti dalla stessa Buongiorno. In primo grado, il Tribunale di Milano aveva dato ragione agli avvocati di Costamagna: un indirizzo di posta elettronica è un dato personale protetto dalla privacy, e dunque per utilizzarlo ci vuole sempre un “consenso informato, espresso e libero” da parte dell’utente .

Difensori di Costamagna, gli avvocati Marco Cuniberti e Alessia Sorgato hanno ora espresso estrema soddisfazione per la “sentenza con cui la Corte di Cassazione ha confermato la condanna dei vertici di una grande multinazionale per aver commesso il contestato reato di trattamento illecito dei dati personali di cui al database di un piccolo imprenditore, obbligandoli altresì a risarcire a quest’ultimo tutti i danni cagionatigli”. L’attività del gestore di Clever era infatti crollata dopo il caso.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maria muzzicato scrive:
    informazioni sul glicolaser
    Sono interessata all'acquisto di una glicolaser, serve per un bimbo diabetico, per evitare così quelle punture fastidiose, v i prego mettetelo subito in commercio......
  • Alba Baldi scrive:
    Glicolaser
    Sarei interessata all'acquisto di questo misuratore di glicemia senza ago!! Come posso fare???? Grazie mille!!! Aiutatemi!!!
  • Dottor Stranamore scrive:
    Si vabbe'
    Le siringhe di adesso non procurano alcun dolore se inserite correttamente. Mi ricordo anni fa quando c'era il siringone che veniva sterilizzato e riutilizzato più volte. Una roba con una punta grossa così.Altro che come dice la pubblicità "Già fatto???". Lì sentivi una sciabolata che ti entrava nella pelle.
    • krane scrive:
      Re: Si vabbe'
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      Le siringhe di adesso non procurano alcun dolore
      se inserite correttamente. Mi ricordo anni fa
      quando c'era il siringone che veniva sterilizzato
      e riutilizzato più volte. Una roba con una punta
      grossa così.Altro che come dice la pubblicità
      "Già fatto???". Lì sentivi una sciabolata che ti
      entrava nella pelle.Io a casa ho una di queste con tanto di bollitore... Fa male al solo guardarla !! :|[img]http://www.amber-ambre-inclusions.info/images/bollitore%20siringhe.JPG[/img]
  • bergamo scrive:
    ma esiste gia'
    ma esiste da anni !mi ricordo che si usava una cosa del genre negli anni 70 quando ci fu una epidemia di colera a Napoli !
  • Surak 2.0 scrive:
    "Come in Star Trek"... "del dottor Who"
    Forse i ricercatori italiani dovrebbero sfruttare di più i richiami alla fantascienza popolare, visto che anche di recente hanno tirato fuori cose che portano più vicine il tricorder (per il momento, prima versione, cioè quello a tracolla) cioè uno strumento portatile fatto da vari dispositivi di analisi:1) analisi del diabete senza punture (con e senza ago) http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Scienza_e_salute/Diabete-ora-glicemia-misura-col-laser/28-05-2012/1-A_001621018.shtmlSullo stesso principio probabilmente in futuro si potrà aggiungere altre misure2) biopsie sostituite dal laser (leggere l'ultima frase) sebbene non è dato sapere quanto sia grande o riducibile la macchina:http://salute24.ilsole24ore.com/articles/14347-evitare-le-biopsie-con-un-clic-del-super-microscopioGià esistono gli ecografi portatili, misuratori di pressione tramite dita (ritenute però poco precise, ma magari si può migliorare), i pulsiossimetri (la pinzetta attaccata al dito negli ospedali).Unendo il tutto, agitare senza mescolare, ed è possibile avere un tricorder formato valigetta per una valutazione iniziale meno "ad occhio" tipico del medico di base
    • Sgabbio scrive:
      Re: "Come in Star Trek"... "del dottor Who"
      Ma i richiami alla fantascenza li fa PI, che fasembrare molto quotidiano generalista :(
    • Funz scrive:
      Re: "Come in Star Trek"... "del dottor Who"
      - Scritto da: Surak 2.0
      Forse i ricercatori italiani dovrebbero sfruttare
      di più i richiami alla fantascienza popolare,
      visto che anche di recente hanno tirato fuori
      cose che portano più vicine il tricorder (per il
      momento, prima versione, cioè quello a tracolla)
      cioè uno strumento portatile fatto da vari
      dispositivi di
      analisi:

      1) analisi del diabete senza punture (con e senza
      ago)

      http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Scienza_

      Sullo stesso principio probabilmente in futuro si
      potrà aggiungere altre
      misure

      2) biopsie sostituite dal laser (leggere l'ultima
      frase) sebbene non è dato sapere quanto sia
      grande o riducibile la
      macchina:

      http://salute24.ilsole24ore.com/articles/14347-evi

      Già esistono gli ecografi portatili, misuratori
      di pressione tramite dita (ritenute però poco
      precise, ma magari si può migliorare), i
      pulsiossimetri (la pinzetta attaccata al dito
      negli
      ospedali).

      Unendo il tutto, agitare senza mescolare, ed è
      possibile avere un tricorder formato valigetta
      per una valutazione iniziale meno "ad occhio"
      tipico del medico di
      baseAnche i termometri digitali che misurano nell'orecchio o sulla fronte. I miei figli sono decisamente più fortunati di noialtri coi nostri bei bastoncini al mercurio infilati si sa dove :D
  • Enjoy with Us scrive:
    Siamo sicuri che non si senta dolore?
    Io ho i miei dubbi, il passaggio in pochi centesimi di secondo di alcuni millilitri di farmaco porterà alla formazione di un ponfo che comprime i tessuti circostanti, ho l'impressione che il sistema funzioni bene per piccoli quantitativi, ma per quantitativi più elevati non saprei... sistema sicuramente molto interessante, i diabetici ringrazieranno.
  • attonito scrive:
    bella idea!
    magari puo' essere usato per infilare in testa ai minchioni di PI che mettere i filtri sugli indirizzi IP non serve a un XXXXX...
  • Max scrive:
    Star Wars
    Qualcuno ha mai fatto caso al drone che stà per fare una puntura alla principessa Leila in Episodio 3 ?!.E' armato di una puntura lunga almeno 10cm :DBellissimo il contrasto tra un drone completamente automatico euna puntura del 900
    • devnull scrive:
      Re: Star Wars
      C'è anche da dire che quel drone non aveva il benessere del suo paziente come obiettivo primario.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Star Wars
      - Scritto da: Max
      Qualcuno ha mai fatto caso al drone che stà per
      fare una puntura alla principessa Leila in
      Episodio 3
      ?!.

      E' armato di una puntura lunga almeno 10cm :D

      Bellissimo il contrasto tra un drone
      completamente automatico
      e
      una puntura del 900Si effettivamente anche Io ho notato l'anacronismo, in un'epoca di spade laser e folgoratori, una banale siringa, oversize ovviamente per fare scena...
  • theq. scrive:
    tarantintintin
    si, ma se costasse anche solo il doppio di una siringa, è comunque economicamente inattuabile.tra l'altro rimango stupito che non sviluppi un ematoma locale.
    • Mavala scrive:
      Re: tarantintintin
      - Scritto da: theq.
      si, ma se costasse anche solo il doppio di una
      siringa, è comunque economicamente
      inattuabile.Mica deve essere per forza usa e getta... al massimo lo faranno a cartucce
    • the lordo scrive:
      Re: tarantintintin
      perché inattuabile? se non c'è una penetrazione del tessuto non c'è neanche il rischio di infezioni visto che non si viene a contatto col sangue, quindi può essere benissimo usata più e più volte, le siringhe sono monouso per un discorso di trasmissione virus e malattie a causa del contatto col sangue, ma se non viene in contatto...
    • mikronimo scrive:
      Re: tarantintintin
      L'ematoma non si forma perché non è un corpo solido che colpisce la pelle, ma un fluido a bassa densità (per quanto sparato velocemente) che proprio per la velocità si vaporizza e si insinua tra le cellule stesse della pelle, fino a raggiungere il sangue.
      • krane scrive:
        Re: tarantintintin
        - Scritto da: mikronimo
        L'ematoma non si forma perché non è un corpo
        solido che colpisce la pelle, ma un fluido a
        bassa densità (per quanto sparato velocemente)
        che proprio per la velocità si vaporizza e si
        insinua tra le cellule stesse della pelle, fino a
        raggiungere il sangue.E mi dicono comunque che fa abbastanza male :D
        • Haira Gione scrive:
          Re: tarantintintin
          non so che zanzare hanno al MIT, ma io non mi accorgo quando mi pungono, ma quando l'anticoagulante stimola le mie autodifese producendo prurito.Al di lá di cio', l'ago ipodermico é abbastanza indolore, se gli unici vantaggi sono la diminuzione del dolore (che é abbastanza soggettiva!), non ha molto senso. Forse, la paura degli aghi come dicono... vabbeh...e se uno ha paura dei campi magnetici?
          • FDG scrive:
            Re: tarantintintin
            - Scritto da: Haira Gione
            Al di lá di cio', l'ago ipodermico é abbastanza
            indolore, se gli unici vantaggi sono la
            diminuzione del dolore (che é abbastanza
            soggettiva!), non ha molto senso. Forse, la paura
            degli aghi come dicono... vabbeh...e se uno ha
            paura dei campi magnetici?Pensa agli aghi ipodermici usati quotidianamente, anche più volte, magari su una persona anziana.
          • Haira Gione scrive:
            Re: tarantintintin
            Pensa su una pelle "anziana" (notoriamente sensibile e in genere piú sottile e fragile) di nebulizzare ad alta pressione piú volte al giorno... il discorso era:il dolore é soggettivo (e ci sono i masochisti);la bobina genera un campo magnetico, e se uno ha paura dell'impulso che genera? sempre di una "fobia" di tratta...Voglio dire, non é che tutte le invenzionni siano brillanti e di sucXXXXX.Quella che mi piace di piú? il tappo corona da svitare :-)
          • gnammolo scrive:
            Re: tarantintintin
            mi viene in mente un motivo: vaccinazioni di massa più rapide ed igeniche
Chiudi i commenti