Bye bye caricabatterie

Bye bye caricabatterie

Toshiba ha svelato un nuovo tipo di fuel cell che, a partire dal prossimo anno, potrebbe sostituire le tradizionali batterie ricaricabili in alcune linee di notebook. Promesse fino a 10 ore di autonomia
Toshiba ha svelato un nuovo tipo di fuel cell che, a partire dal prossimo anno, potrebbe sostituire le tradizionali batterie ricaricabili in alcune linee di notebook. Promesse fino a 10 ore di autonomia


Tokyo (Giappone) – Toshiba ha annunciato di aver sviluppato un nuovo tipo di batterie alimentate da combustibile, le cosiddette fuel cell, che a partire dal prossimo anno saranno in grado di rimpiazzare, sui PC portatili, le tradizionali batterie ricaricabili agli ioni di litio.

La tecnologia adottata, denominata Direct Methanol Fuel Cell (DMFC), utilizza come combustibile il metanolo mescolato ad una soluzione contenente acqua. Le celle DMFC sono in grado, secondo Toshiba, di garantire una potenza elettrica media in uscita di 12 watt e fino a 5 ore di autonomia con 50 millilitri di carburante. Le fuel cell possono essere ricaricate con speciali cartridge sostituibili.

Toshiba afferma che fino ad oggi l’adozione delle fuel cell nel settore dei notebook era ritenuto poco praticabile per via delle dimensioni e del peso di queste batterie, in genere poco adatti ad un utilizzo “mobile”. Grazie all’affinamento della tecnologia DMFC il produttore giapponese sostiene di essere riuscito a ridurre drasticamente gli ingombri di queste batterie e di essere finalmente pronto a lanciare, nel 2004, le prime linee di portatili basati su questa nuova fonte di alimentazione.

Le “ricariche” verranno commercializzate in due formati: uno da 120 grammi e 100 millilitri, in grado di offrire fino a 10 ore di autonomia, e uno di 72 grammi e 50 millilitri, capace di cinque ore di autonomia. Le fuel cell integrate nel notebook pesano invece, in totale, circa 900 grammi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 03 2003
Link copiato negli appunti