C'è chi cybersquatta nel Parlamento italiano

Torna in Aula la proposta shock sui domini internet. Riproposta la Commissione che tutto fa e tutto vede. Ahia!

Roma – Lotta contro gli accaparratori di domini internet, cioè contro coloro che cercano di speculare registrando domini internet che richiamano marchi o nomi di persone celebri per poi tentare di “rivenderli” ai “legittimi proprietari”. Una lotta senza quartiere prevista in una proposta di legge che verrà esaminata dalla Camera dei Deputati.

La proposta di legge, la stessa che nelle scorsa legislatura per un soffio non divenne legge , a causa dello scioglimento delle Camere, arriva anche in questa occasione da Antonino Lo Presti, deputato di Alleanza Nazionale.

Come si ricorderà la proposta originaria, che richiamava in molte parti il testo voluto dall’allora senatore Stefano Passigli, era piena di contraddizioni, in quanto proponeva soluzioni unitarie per una questione, quella della “legittimità” ad un dominio, sulla quale in molti avevano auspicato una maggiore accortezza. La legge, infatti, non è ancora oggi in grado di determinare se un dominio come “rossi.it” spetti davvero al “signor Rossi”, visto che “rossi” è anche il plurale di “rosso”, il nome di un colore. Ma le contraddizioni e i problemi sul tappeto sono pressoché infiniti in questo senso. Compresi l’applicabilità e il senso della sanzione fino a 30mila euro per chi “sbaglia registrazione”.

Ciò nonostante, la proposta presentata da Lo Presti ora all’ordine del giorno dell’Aula chiede che venga espressamente vietato registrare un dominio internet a chi non dispone di un marchio che giustifichi quel dominio. Allo stesso modo verrebbero esclusi dalla registrazione tutti i nomi delle aziende e delle organizzazioni pubbliche e private, i nomi d’arte, le insegne o i marchi di un’azienda ma anche i nomi degli enti locali oppure sigle, nomi e acronomi di opere protette dal diritto d’autore.

Uno dei problemi maggiori della proposta è quello lungamente esaminato della creazione di una Commissione speciale. Un nuovo organismo a cui potrebbero venire demandati non solo i compiti di gestione del sistema dei domini ma anche tutta una serie di altre attribuzioni che nulla hanno a che vedere con i domini. Poteri il cui senso è difficile cogliere ma che, secondo molti, rischiano di creare estrema confusione e, cosa ancora più grave, concorrere ad una spietata burocratizzazione dell’intera gestione di internet in Italia (qui un approfondimento sul problema “Commissione speciale”).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Ma si che fanno bene a combattare la pirateria !!!
    Hai ragione a casa mia sono venuti in 5 !!.E mi hanno sequestrato un Amiga 1200 una televisione (in bianco e nero) da 14 pollici,e 5 dico ben 5 CD di programmi shareware e qualche dischetto!!Ecco come le geniali menti delle procure occupano i loro agenti !! Sono passati 5 anni e non ho ancora avuto nessuna notizia.Che si siano resi conto di aver fatto un buco nell'acqua??BOH !!
  • Anonimo scrive:
    Ho visto la luce!
    Dalla pagina:http://www.copylight.it/news/notizie.php3?notizia=68"La HP condannata a risarcire gli artisti tedeschi15-07-2001 - Un tribunale tedesco ha condannato la Hewlett-Packard a pagare una cifra ancora da stabilire, e da versare alla Gema, la SIAE tedesca, per risarcire gli artisti dal danno subito con la commercializzazione dei masterizzatori; secondo la sentenza, con la loro diffusione si sarebbe incentivata la diffusione e la duplicazione illegale di musica e software. Per sapere il reale importo della sanzione la HP dovrà comunicare alla corte la quantità di pezzi venduti negli ultimi tre anni, e questa dovrà stabilire il rimborso per ogni singolo masterizzatore venduto."Alla luce di questa illuminata sentenza su cui ha fatto luce, risplendendo di luminosa soddisfazione, lo sfolgorante sito del CopyLight mi appresto a compiere opera di delazione tramite l'apposito modulo contro le prime 100 ditte che mi sovvengono che producono masterizzatori e li vendono in Italia.
  • Anonimo scrive:
    io delo!
    ...e se qualcuno a pagato a suon di milioni i diritti d'uso delle immagini e vede invece un suo concorrente che le usa bellamente sbattendosene le palle dei diritti e magari facendoci anche un bel po' di soldini tanto ha un discreto margine di vantaggio?io delo, sicuro che delo...
  • Anonimo scrive:
    SPIA SPIA. DEDICATO A TUTTE LE SPIE
    ....Spia spia non è figlio di Maria non è figlio di Gesù, quando muore va laggiù va laggiù dal quell' ometto che si chiama diavoletto.
  • Anonimo scrive:
    Una piccola considerazione....
    scusate ma avete idea di quanto costano i cd originali .... Lit. 40.000 .... costo effettivo 10.000 con tasse!!!! Ma perche non abbassiamo le quote dei CD originali? Lit. 15.000 andrebbe benissimo, cosi facendo i venditori ambulanti sparirebbero. ......
    • Anonimo scrive:
      Re: Una piccola considerazione....
      10.000 con le tasse è anche troppo sovrastimato...se i cd di musica classica si trovano a 7.000 o 8.000 e ne vendono pochi (sopratutto se paragonati ai vari Vasco Rossi o simili) calcolare 10.000 è più che sufficente. Tra l'altro la masterizzazione in fabbrica ha dei costi molto inferiori rispetto ai cd masterizzabili che usiamo tutti i giorni... (su cui già si paga le tasse d'iva e di siae...cavolo e le altre 30.000 chi se le mette in tasca???grrrrrrrrrrconcordo con te che una politca di prezzi aggressiva sia l'unico modo per stroncare la pirateria (vendita massiccia degli ambulanti)
      • Anonimo scrive:
        Re: Una piccola considerazione....
        Mah...Secondo voi è giusto che chi fa un disco (musicale) che ha un discreto successo diventi cosi ricco da non lavorare per tutta la vita??Secondo il mio modesto avviso NO!!!
  • Anonimo scrive:
    Denunciate me!!
    ; )
  • Anonimo scrive:
    Diritti???
    E pensare che viviamo in un paese in cui: ti vendono un sw che va (forse) ti vendono un cd audio con canzoni chiaramente plagiate da cd precedenti propri o di altri ti vendono connessioni ADSL che vanno fino a 256Kb o 640Kb ma come limite minimo e quello medio nessuna certezza potrebbe essere anche 50Kb (
  • Anonimo scrive:
    Ridicolo...
    e se scrivo Paolo Rossi, rossi@freemail.ru che fanno? vanno a casa di tutti i Paolo Rossi in italia? Buona fortuna...
  • Anonimo scrive:
    CD Playstation/Musicali e marocchini
    Io ho gia provedduto a segnalare una cosa vergognosa ovvero la vendita tra breve anche porta a porta di CD Playstation e Musicali rigorosamente copiati con tanto di copertina a colori da parte di venditori ambulanti. Con il loro bel tappetino hanno invaso tutte le citta, puoi scegliere tra una miriade di titoli tra cd musicali e cd playstation. Mi domando: Perchè a me mi fanno il culo con multe milionarie e a loro non gli fanno niente. E non mi venite a dire: "Poverini devono mangiare che noia danno..."Ma la legge non è uguale per tutti oppure per qualcuno è piu uguale degli altri?In TV non faccio altro che vedere servizi ai vari TG di sequestri di cd pirata in case di ragazzi "aveva apparecchiature per un valore di miliardi...il pirata tramite internet....".Ma allora esiste un teorema: "Se ti nascondi ti vengono a cercare. Se lo fai alla luce del sole di lasciano stare".Bah, ora provo a chiedere ai marocchini se mi vendono qualche cd di linux....Salutoni,Alessandro Marzinialessandro.marzini@tin.it
    • Anonimo scrive:
      Re: CD Playstation/Musicali e marocchini
      Hai messo il dito nella piaga.So di un giudice che, dovendo giudicare un marocchino arrestato per aver venduto cd piratati, lo ha assolto in quanto "la vendita dei cd era necessaria alla sopravvivenza del soggetto" o qualche cosa di simile. praticamente diceva: anche il ladro ha diritto a mangiare.Una volta gli affamati rubavano il pane, ora spacciano cd. ah, il progresso.
  • Anonimo scrive:
    chi la fa, la raccolga
    Manca un sito dove segnalare i colleghi gay, piaga indiscussa della nostra socetà!!
  • Anonimo scrive:
    Controproposta
    Oltre al modulo per la delazione dovrebbero inserire anche seguenti moduli relativi alle "Segnalazione bug software" e alla"Segnalazione schifezze musicali"per tutelare gli utenti finali.Mi sembra demenziale che chi produce sw metta la ridicola clausola che se ne lava le mani dai danni causati dall'utilizzo dello stesso o le case discografiche riciclino vecchie canzoni in compilation, stile "il meglio degli anni '80", a prezzi stratosferici.
  • Anonimo scrive:
    A nessuno sta sul ca@@o qualche politico...
    direi di inserire lì proprio il ministro delle telecomunicazioni Gasparri....
  • Anonimo scrive:
    DAI ADDOSSO ALL'UNTORE è tornata l'inquisizione?
    Questo sistema è un'ottima scusa per faide personali, non certo per garantire la giustizia!!!Ma forse fa comodo a tutta quella gente che in un modo o nell'altro non ha mai capito nulla di internet e vorrebbe curare il malato uccidendo medico e malato, per poi dire hai visto? era ora che qualcuno ci pensasse!!Chi ha un po' di buon senso si faccia sentire.RUFUS
  • Anonimo scrive:
    Questo mi ricorda di quando...
    ...c'erano sulle riviste del settore, almeno diversi anni fa, dei veri e propri moduli da ritagliare compilare e inviare con tutti i dati necessari x denunciare sospetti pirati...Voi avete notizie che funzionarono?...Sognatori...Bah...
  • Anonimo scrive:
    squallore
    non e' che io sia per la pirateria, ma l'invito esplicito alla delazione mi ha sempre suscitato un senso di squallore.
  • Anonimo scrive:
    ? --
    Ma secondo voi il loro dreamweaver (usato per fare il sito) sarà originale ?Naturalmente l'avranno spesi i 300$ per comprare la licenza si?(URL: www.macromedia.com/software/dreamweaver/download/ )E' una domanda che mi sono sempre chiesto.-r
  • Anonimo scrive:
    E se qualcuno mi vuole male...
    ... mi manda la guardia di finanza a casa?!Ma non si può...
    • Anonimo scrive:
      Re: E se qualcuno mi vuole male...
      e gia successo...se per quello...- Scritto da: Veritas
      ... mi manda la guardia di finanza a casa?!
      Ma non si può...
    • Anonimo scrive:
      Re: E se qualcuno mi vuole male...
      Guardala in positivo: se qualcuno ti sta sul cazzo, gli mandi la finanza a casa! :-))
Chiudi i commenti