C++, ISO vara la versione 11

Il linguaggio di programmazione più popolare raggiunge un nuovo traguardo evolutivo. Introducendo (tra le altre cose) funzionalità pensate per sfruttare al meglio la potenza dei moderni processori multi-core
Il linguaggio di programmazione più popolare raggiunge un nuovo traguardo evolutivo. Introducendo (tra le altre cose) funzionalità pensate per sfruttare al meglio la potenza dei moderni processori multi-core

Lo standard di programmazione a oggetti C++ si aggiorna: il comitato ISO presieduto da Herb Sutter ha ufficialmente varato le specifiche “C++11”, nome informale di quella che è l’ultima revisione di uno dei linguaggi più popolari in assoluto per lo sviluppo di software, applicazioni, utility e “app” per ogni genere di piattaforma e dispositivo informatico.

C++11 porta una ventata di modernità nell’ambiente C++ dopo ben 13 anni dall’ultima major release , ratificando un gran numero di novità e soprattutto introducendo un modello di memoria specificatamente pensato per le CPU multi-core e il concurrent computing : in sostanza l’esecuzione parallela di istanze separate di codice eseguibile.

Sfruttando le nuove specifiche del linguaggio aggiornato, i programmatori specializzati in C++ avranno a disposizione una libreria standard per la creazione di codice pensato per girare al meglio sui moderni processori multi-core e non dovranno preoccuparsi di svilupparne una personalizzata per incrementare le performance del proprio software.

Grazie al nuovo modello di concurrent computing e alle altre novità della revisione C++11 (funzioni lambda, variadic template e altro ancora), dice Sutter (attualmente impiegato presso Microsoft): “il moderno codice C++ è chiaro e sicuro come il codice scritto in altri linguaggi moderni e altrettanto veloce, con alte prestazioni di default e accesso completo al sistema sottostante ogni volta che se ne avesse bisogno”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 10 2011
Link copiato negli appunti