Cablare il pianeta? Per analizzarlo

Il progetto dell'amministrazione Bush vuole coinvolgere, via cavo, 60 nazioni: un meganetwork per sentire i sussulti della Terra. E risparmiare energia
Il progetto dell'amministrazione Bush vuole coinvolgere, via cavo, 60 nazioni: un meganetwork per sentire i sussulti della Terra. E risparmiare energia


Washington (USA) – La Casa Bianca ha presentato un progetto di dimensioni colossali per massimizzare le previsioni meteo e consentire una migliore programmazione della produzione agricola statunitense. Si chiama Integrated Earth Observation e sarà un grande network internazionale che collegherà sensori e stazioni climatiche sparse su tutta la superficie terrestre.

Verrà realizzato un sistema integrato che permetterà ai ricercatori di accedere ad una mole di dati immensa. In qualsiasi istante, i sussulti del pianeta vivente saranno così tenuti sotto controllo : dalle precipitazioni fino ai venti.

Il piano è racchiuso in un pesante manoscritto di centocinquanta pagine, redatte da John Marburger, scienziato e consigliere per le innovazioni tecnologiche dell’amministrazione Bush. “Ci sono tantissimi dati da raccogliere sull’ambiente in cui viviamo – ha affermato Marburger – ed i campi d’applicazione sono l’agricoltura, i trasporti e la pianificazione del consumo di risorse”.

Benché questo megasistema di analisi planetaria possa essere utilizzato per fini umanitari e globali (come l’osservazione delle epidemie e delle carestie), il piano è senza dubbio una mossa economica dall’ampio valore strategico .

Stando a quanto emerso, la possibilità di avere previsioni precise sulle variazioni di temperatura dovrebbe consentire agli USA un notevole risparmio, soprattutto per quanto riguarda l’energia elettrica e gli impianti di riscaldamento.
Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 04 2005
Link copiato negli appunti