Caccia aperta ad Echelon e ai suoi fratelli

Ci prova un sito italiano che da qualche tempo propone documentazione ed iniziative sui sistemi globali di controllo delle comunicazioni. E che ora ospita la preview di un film su Echelon e dintorni. L'intervista di PI


Roma – Se ne è parlato molto , ma ben poco in forma ufficiale: su Echelon e sugli altri sistemi di intercettazione che le nuove tecnologie consentono di realizzare ed attivare, da tempo è calata una “cappa di silenzio” che qualcuno interpreta persino come complotto. Passare al setaccio il mito e cercare la realtà è un compito che in rete siti come cryptome.org rendono più facile. In Italia ha visto di recente la luce TiStannoAscoltando.net , uno spazio dedicato a documentazione ed iniziative di sensibilizzazione. Punto Informatico ne ha parlato con Quarantino , uno dei curatori.

Punto Informatico: Da quanto tempo è attivo il vostro sito? Che interesse state registrando sul tema delle intercettazioni e delle tecnologie di intelligence?
Quarantino: Il sito è attivo da oltre un anno in forma di blog. Solo dal mese scorso abbiamo deciso di registrare un dominio e provare a fare le cose un pochino più in grande. Abbiamo registrato il dominio e stiamo lanciato un po’ di iniziative diverse e speriamo originali.

PI: Per il 21 aprile avete organizzato un Echelon Take Over Day, di che si tratta?
Q: E’ un invito a pronunciare al telefono o scrivere via mail o attraverso tutti i mezzi di comunicazione che vi vengono in mente, 3 semplici parole chiave. Un esperto ci ha suggerito di usare questa sequenza: “TUMBLEWEED-INNESCO-T4”. Questo perchè il sistema Echelon è un sistema di intercettazione automatizzato.

PI: Cioè?
Q: E’ concettualmente diverso dalle modalità con cui funzionano le intercettazioni ordinate dalla magistratura o quelle “non legali” realizzate dai servizi segreti o altri poteri occulti. Echelon è un sistema “economico”: non è un sistema di controllo centrato su una singola persona per un determinato periodo di tempo. Echelon in qualche modo intercetta tutti e in modo continuativo; il controllo umano scatta soltanto quando alcune parole chiave vengono pronunciate.
Cosa succede allora se tante persone nel medesimo momento pronunciano uno stesso insieme di parole? Immaginiamo che il sistema sia tecnologicamente tarato su una quantità media di allarmi. E che comunque esistano risorse umane limitate in grado di verificare l’attendibilità della segnalazione.

PI: Ma è davvero sufficiente pronunciare al telefono alcune, poche “parole chiave” per mettere in crisi il sistema? Come poter controllare che una cosa del genere funzioni?
Q: Sinceramente nessuno sa come effettivamente funzioni Echelon. La nostra è un ipotesi di reverse engineering. Se Echelon funziona davvero nel modo che sappiamo, crediamo che una qualche difficoltà si riuscirà a crearla.
E’ comunque chiaro che l’ECHELON TAKE OVER DAY è anche un azione per creare attenzione intorno al problema di Echelon e della privacy in generale.

PI: Sono molte le informazioni che circolano in rete sui vari Echelon, TIA e derivati, molte sono le indiscrezioni: come distinguere il vero dal falso?
Q: E’ difficile. Al punto che qualcuno potrebbe essere tentato di dire che il maggior successo di Echelon deriva dalle paure ingenerate dalla sua stessa esistenza. Potrebbe funzionare anche senza esistere.
Siamo consapevoli di questo fatto ma crediamo che invece Echelon esista davvero.

PI: Perché?
Q: Ci sono basi militari, interpellanze parlamentari, testimonianze assolutamente verificate. Ci sono giornalisti come Duncan Campbell che si sono interessati seriamente al caso, al punto da essere diventati il riferimento del Parlamento europeo . Poi certamente è un terreno dove molte voci sono impossibili da verificare ed è facile cedervi fintanto che gli Stati Uniti continuano a rifiutare di fornire qualsiasi spiegazione. In questo modo sfruttano proprio quel grande potere simbolico di cui dicevamo sopra.

PI: Sul vostro sito è ora disponibile un’anteprima con i minuti iniziali del film “In ascolto – The Listening” di Giacomo Martelli. Non capita spesso che un film venga lanciato in questo modo. Come nasce questa collaborazione? La sua uscita quanto potrà influire sulla percezione degli italiani per questi temi?
Q: Appena abbiamo saputo che era in uscita un film su Echelon, abbiamo immediatamente contattato il regista Giacomo Martelli. Abbiamo trovato una persona assolutamente disponibile ed entusiasta del nostro lavoro. Non sappiamo come sia successo ma la nostra proposta di mettere il film in rete è stata accolta senza difficoltà. A questo punto siamo praticamente diventati il sito non ufficiale del film. Siamo contenti perchè abbiamo capito come film su questi temi siano difficili a farsi perché in fondo nessuno vuole che se ne parli troppo.

PI: Tra intercettazioni telefoniche, il cui numero in Italia è assai elevato , log delle connessioni, data retention di tutte le comunicazioni web, telecamere nelle strade, conservazione dei dati commerciali e delle transazioni, per il cittadino oggi molte nuove tecnologie sono sinonimo di “trasparenza”, intesa come perdita della propria riservatezza. Ma cosa può fare praticamente chi volesse opporsi ad un modus operandi delle autorità di pubblica sicurezza sempre più diffuso nei paesi più sviluppati?
Q: Quello che possiamo fare noi è sollevare il problema utilizzando tutti i mezzi possibili. Rendere “trasparente” che i cittadini sono contrari e infastiditi da questi metodi.
Poi dovrà essere la politica a passare all’azione attraverso leggi e interventi concreti. Ma non possiamo pensare che succeda qualcosa se non siamo noi i primi a fare qualcosa. Noi, nel nostro piccolo, ci stiamo provando e fortunatamente non siamo i soli.

a cura di Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kool scrive:
    NATO "SMS IN VIAGGIO"
    Ho trovato per caso questo sito e penso sia la rivoluzione del "travel assistance"...l'ho provato e devo dire che mi è stato utilissimo!!PROVATELO!!Piccolo problema non compare nella ricerca con Google!www.smsinviaggio.com
  • Cavallo GolOso scrive:
    sorgente di una cosa carina qui:
    http://zimbra.com/
  • Anonimo scrive:
    Alcuni problemi, IMHO
    É da un po' di tempo che lavoro con Outlook, iCalendar e vari servizi per i calendari remoti (sul web, via intranet e cosí via), e da tempo circolavano voci su Google Calendar...La prima impressione é stata come quella di tutti: fantastico, bellissimo! Facile da usare, tipico di Google...Poi é venuto il momento di analizzare l'interoperabilitá...e qui Google mi é sceso, e non di poco.Infatti, non esiste l'opzione per pubblicare il proprio calendario, ma solo quella per importare un calendario...puó sembrare una sciocchezza, ma parlatene a chi ha un PDA, e aggiorna i suoi eventi ANCHE su quello...é di vitale importanza per un servizio del genere fornire un minimo di API per poter pubblicare periodicamente un calendario da un PDA o da un'applicazione per i calendari...Non so se avete visto 30Boxes.com o i gruppi di Google Calendar... nel primo caso, dopo diverse pressioni, il team di quel servizio ha iniziato a lavorare a API per la pubblicazione... e sui Google Groups sta succedendo la stessa cosa.L'altro problema ORRIDO per i miei gusti é la sottoscrizione di un iCalendar mediante il Private Calendar URL...fico, funziona senza uso di password...eh?!!?!Se ci pensate, é un'enorme boiata: voglio il mio calendario privato? DEVO per forza accederci mediante un minimo di autorizzazione,che serve fare un url e dire "Non datelo in giro"?Ma Google non ha pensato al fatto che sui computer degli end user, probabilmente l'url é salvato in chiaro dall'applicativo usato? E che un qualsiasi Trojan Horse quindi potrebbe, conoscendo come un applicativo salva gli URL dei calendari, averne accesso e fornirne quindi accesso in lettura a persone non desiderate?Io per questo motivo al momento NON useró Google Calendar, e ho scritto al Google Team per evidenziare questo problema...
  • Anonimo scrive:
    sempre in ritardo
    ah ah io lo sapevo già da ieri!!! :p prrrrrrrrrrrr
  • Terra2 scrive:
    UltraFigata
    Condividere i calendari (in lettura ed anche in scrittura) è di una banalità allucinante.Inoltre si integra con Gmail (lingua inglese) che, a differenza della localizzazione in Italiano offre già altri servizi tra cui la possibilità di chattare con Gtalk :)strafico!
    • Anonimo scrive:
      Re: UltraFigata
      l'integrazione via AJAX di gtalk (che usa il protocollo jabber!) e' una figata pazzesca! ovunque sei in giro per il mondo, qualsiasi computer stai usando...hai i tuoi contatti li' disponibili alla chattata veloce! :) e poi le faccine che si capovolgono e si animano sono bellissime :D
      • Anonimo scrive:
        Re: UltraFigata
        - Scritto da: Anonimo
        l'integrazione via AJAX di gtalk (che usa il
        protocollo jabber!) se fosse crittato cambierei subito
        • sathia scrive:
          Re: UltraFigata
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          l'integrazione via AJAX di gtalk (che usa il

          protocollo jabber!)

          se fosse crittato cambierei subito
          lo è
  • Anonimo scrive:
    Mobile
    Qualcuno l'ha provato su dispositivi mobili? Telefoni, PDA,...
  • avvelenato scrive:
    bello
    non so quanto mi potrà essere utile, per adesso lo provo. Se avessi altri tipi di impegni, tuttavia, lo troverei ganzissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: bello
      ma dov'è?nel mio gmail non lo vedo
    • Anonimo scrive:
      Re: bello
      boh, l'avviso via sms qua lo fanno da anni http://memo.argomedia.itnon capisco perche' lasciarlo solo negli USA...
      • Anonimo scrive:
        Re: bello
        Evidentemente non hanno ancora fatto contratti con gli operatori italiani!
        • Anonimo scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Anonimo
          Evidentemente non hanno ancora fatto contratti
          con gli operatori italiani!In Italia gli sms hanno costi diversi perché c'è stato un accordo tra i vari operatori. Insomma è la stessa ragione per cui sono spariti i siti con gli sms gratuiti.
    • Anonimo scrive:
      Re: bello
      - Scritto da: avvelenato
      non so quanto mi potrà essere utile, per adesso
      lo provo. Se avessi altri tipi di impegni,
      tuttavia, lo troverei ganzissimo.io lo troverei fico se fosse ANCHE online, ma con la parte principale in un client desktop
  • Anonimo scrive:
    Utile per il Booking B&B
    Mio fratello ha un piccolo Bed & BreakFast di 10 camereEbbene dopo aver visto Google Calendar ho mandato un'invito Gmail al fratello ameba e gli ho detto di utilizzare GCal come strumento per le prenotazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Utile per il Booking B&B
      - Scritto da: Anonimo
      Mio fratello ha un piccolo Bed & BreakFast di 10
      camere
      Ebbene dopo aver visto Google Calendar ho mandato
      un'invito Gmail al fratello ameba e gli ho detto
      di utilizzare GCal come strumento per le
      prenotazioni.Perfetto! Così ora vedendo quanti giorni ha occupati la finanza può verificare se denuncia tutti gli introiti corrispondenti. Utilissimo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Utile per il Booking B&B
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Mio fratello ha un piccolo Bed & BreakFast di 10

        camere

        Ebbene dopo aver visto Google Calendar ho
        mandato

        un'invito Gmail al fratello ameba e gli ho detto

        di utilizzare GCal come strumento per le

        prenotazioni.

        Perfetto! Così ora vedendo quanti giorni ha
        occupati la finanza può verificare se denuncia
        tutti gli introiti corrispondenti. Utilissimo....Hai votato Forza Italia alle ultime elezioni... ammettilo... poi ci lamentiamo se paghiamo troppe tasse! :s :s :s (apple)
  • Anonimo scrive:
    Microsoft Exchange
    Microsoft Exchange esiste da una vita ed è pure lui integrato con outlook
    • rubrik scrive:
      Re: Microsoft Exchange
      è forse gratis?è accessibile da internet?==================================Modificato dall'autore il 14/04/2006 1.00.30
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Exchange
        - Scritto da: rubrik
        è forse gratis?
        è accessibile da internet?SI se il server è configurato male come mediamente accade .. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft Exchange
          - Scritto da: Anonimo

          è accessibile da internet?
          SI se il server è configurato male come
          mediamente accade .. :)ROTFL (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft Exchange
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: rubrik

          è forse gratis?

          è accessibile da internet?
          SI se il server è configurato male come
          mediamente accade .. :)Applausi a scena aperta :-)
        • pikappa scrive:
          Re: Microsoft Exchange
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: rubrik

          è forse gratis?

          è accessibile da internet?
          SI se il server è configurato male come
          mediamente accade .. :)92 minuti di applausi! cit.
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Exchange
        - Scritto da: rubrik
        è forse gratis?
        è accessibile da internet?
        Gratis no, però se vuoi lo puoi rendere accessibile da Internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft Exchange
      - Scritto da: Anonimo
      Microsoft Exchange esiste da una vita ed è pure
      lui integrato con outlooksms ne manda?
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Exchange
        - Scritto da: Anonimo
        sms ne manda?Si esiste il controllo OCX Text2Phone (a pagamento )
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Exchange
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Microsoft Exchange esiste da una vita ed è pure

        lui integrato con outlook
        sms ne manda?Manda anche mail push sui palmari se è per quello, ma credo che il paragone non stia in piedi.Questo calendar mi sembra una comoda aggiunta alla Gmail. Speriamo resti pulito come intrfaccia anche se come "peso", visto Ajax già mi sembra un po' ai limiti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft Exchange
      Hai detto bene: il problema è che outlook non si integra bene con il resto del mondo.Mi riferisco alla violazione delle speficiche degli rfc, all'elevata propensione a far funzionare bene virus, a prendere iniziative non richieste e a provocare casi di iconite acuta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft Exchange
      - Scritto da: Anonimo
      Microsoft Exchange esiste da una vita ed è pure
      lui integrato con outlookPossibile che non riesci a fare un commento OT? Sei solo un povero fanboy!
  • Anonimo scrive:
    Figata
    Provatelo e non ne potrete piu fare a menoquesto GCal è una figata interstellare Tra le features piu sbatorranti vi è la possibilita di aggiungere un determinato appuntamento senza dimenarsi attraverso fastidiosi menu a tendina per le date ecc. per esempio "Cena di lavoro tomorrow from 8:30Pm to 10:30Pm"e tac Google Calendar aggiunge l'evento e lo schedula lui direttamente al giorno successivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Figata
      - Scritto da: Anonimo
      Provatelo e non ne potrete piu fare a meno
      questo GCal è una figata interstellare
      Tra le features piu sbatorranti vi è la
      possibilita di aggiungere un determinato
      appuntamento senza dimenarsi attraverso
      fastidiosi menu a tendina per le date ecc.
      per esempio "Cena di lavoro tomorrow from 8:30Pm
      to 10:30Pm"
      e tac Google Calendar aggiunge l'evento e lo
      schedula lui direttamente al giorno successivo.
      ohhhh non chiuderò occhio per sta roba
      • Anonimo scrive:
        9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: Figata
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Provatelo e non ne potrete piu fare a meno

        questo GCal è una figata interstellare

        Tra le features piu sbatorranti vi è la

        possibilita di aggiungere un determinato

        appuntamento senza dimenarsi attraverso

        fastidiosi menu a tendina per le date ecc.

        per esempio "Cena di lavoro tomorrow from 8:30Pm

        to 10:30Pm"

        e tac Google Calendar aggiunge l'evento e lo

        schedula lui direttamente al giorno successivo.



        ohhhh non chiuderò occhio per sta roba/me muore
  • Anonimo scrive:
    scopiazzato da iCal...
    ma almeno si parlano già è qualcosa:http://news.zdnet.com/2100-9588_22-6060741.htmlanche se mi devono spiegare a cosa possa servire ad un utente Mac se già usa iCal...(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: scopiazzato da iCal...
      - Scritto da: Anonimo
      ma almeno si parlano già è qualcosa:
      http://news.zdnet.com/2100-9588_22-6060741.html

      anche se mi devono spiegare a cosa possa servire
      ad un utente Mac se già usa iCal...

      (apple)Anchio uso ICal e ho gia sincronizzato la mia hidden agenda con quella Google :D .
      • Terra2 scrive:
        Re: scopiazzato da iCal...

        Anchio uso ICal e ho gia sincronizzato la mia
        hidden agenda con quella Google :D .Li sincronizzi a manina (importando l'agenda di iCal in Calendar) o c'è già un cazzillo per farlo in automatico?
    • Anonimo scrive:
      Re: scopiazzato da iCal...
      - Scritto da: Anonimo
      ma almeno si parlano già è qualcosa:
      http://news.zdnet.com/2100-9588_22-6060741.html

      anche se mi devono spiegare a cosa possa servire
      ad un utente Mac se già usa iCal...

      (apple)Credi che iCal fosse qualcosa di originale, eccetto per il formato?Comunque come per gmail, il punto di forza del caldendario di google non è la novità dell'applicazione, quanto la possibilità di memorizzare, cercare condividere il tutto da qualsiasi dispositivo con una connessione ad internet ed un browser moderno.
    • Anonimo scrive:
      Re: scopiazzato da iCal...
      - Scritto da: Anonimo
      ma almeno si parlano già è qualcosa:
      http://news.zdnet.com/2100-9588_22-6060741.html

      anche se mi devono spiegare a cosa possa servire
      ad un utente Mac se già usa iCal...

      (apple)devo ancora verificare al 100%, ma una cosa un piu' iCal c'e': la possibilita' di condividere in scrittura il calendario a piu' persone (invitate), cosi' che persone diverse possano occupare impegni nello stesso calendario e non SOLO leggerle.La cosa sembra banale, ma iCal non lo fa da quando e' stato creato e nonostante le diverse lamentele sul sito di supporto Apple, non e' stato ancora implementata questa funzione.
Chiudi i commenti