Cade la mannaia sul virus writer

Lo smanettone 19enne che aveva giocato con il codice di Blaster dovrà passare un anno e mezzo dietro le sbarre. Il giudice: è malato ed è anche colpa dei genitori


Seattle (USA) – Aveva da poco raggiunto la maggiore età quando, giochicchiando con il codice di un worm molto celebre, Blaster, era riuscito a confezionarne una seconda versione, la temuta “Blaster.B”. Stupidamente, con una leggerezza che non gli è stata perdonata, l’ha diffusa in rete, causando danni che sono stati stimati in almeno due milioni di dollari.

Ora Jeffrey Lee Parson, di 19 anni, forse il primo virus writer a riscuotere delle simpatie in rete a causa del severo procedimento a cui è stato sottoposto, è stato condannato a 18 mesi di carcere . Un anno e mezzo dietro le sbarre che sembra tantissimo ma che è il minimo che il giudice ha potuto infliggerli stando alla legge americana. E se il magistrato Marsha Pechman ha agito così, ha spiegato nel leggere la sentenza, è stato perché anche se maggiorenne il ragazzo non sembra disporre della maturità di un adulto.

“Ciò che hai fatto – ha dichiarato Pechman – è una cosa terribile. Oltre a danneggiare le persone e i loro computer hai scosso le fondamenta del sistema. Ho appreso molte cose su di te, molti dei problemi mentali e di salute dovuti alla casa dove sei cresciuto hanno contribuito in tutto questo. La rete ha creato un buco nero, un dangeon se vogliamo, per persone che hanno problemi mentali o gente solitaria. Non mi risulta che un genitore abbia cercato di dirti: Non è una bella cosa chiuderti in una stanza e creare la tua realtà personale”.

Per il procuratore di Seattle Jeff Sullivan le cose sono assai più semplici: “Se si usa Internet per danneggiare le persone allora si finirà sotto inchiesta e si sarà puniti”.

Dopo l’anno e mezzo che trascorrerà in galera, Parson passerà dieci mesi a svolgere servizi per la comunità e dopo di allora passerà tre anni in libertà vigilata . Nelle prossime settimane verrà invece deciso l’ammontare dei danni che il virus writer dovrà versare a Microsoft e alle altre imprese danneggiate che si sono costituite al processo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • PowerPC scrive:
    Re: tipo?



    Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo


    alla versione 2003, il so comprende servizi


    che in Linux ancora non si sente nemmeno


    l'odore



    tipo?

    Ti serve un pò di documentazione, poi
    possiamo parlarne:

    www.microsoft.com/windowsserversystem/overvienon ti ho chiesto il depliant di markettate M$, ti ho chiesto di citare con nomi e cognomi i servizi che Linux si sogna..chiaro?
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Sì, hai ragione.
    Ciao.Sei a corto di argomemti. Un pò scarsino per uno che si autodefinisce un genio. Ciao sola.
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo

    Ti basta un firewall e fare un whois.
    Fattelo da solo che ti diverti, io l'ho
    già fatto, e come me altri (compreso
    uno qui sotto nel thread)ma cosa c'entra, le connessioni tcp implicano uno scambio quasi continuo di bit... ma da qui a parlare di spyware ce ne vuole e soprattutto senza documentazionevergognati
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    Personalmente uso Office in azienda ed
    OpenOffice per diletto, ma non vedo la
    grande differenza che dovrebbe far
    propendere un'utente al pagamento di una
    profumata licenza.Questo è il problema che hanno tutti coloro che usano OO. La licenza. Per me non è un problema, ma capisco che lo sia per altri. In questo caso c'è OO e ben venga ce ci sia, ma questo non vuol dire che OO sia migliore di Office. MS Office resta il miglior prodotto per l'ufficio usato a livello mondiale. Per gli altri ci sono altre soluzioni più a datte a casi specifici.
    Per scrivere lettere e fare fogli di calcolo
    non è necessario per niente scegliere
    e pagare Microsoft perchè tutte le
    funzioni (e sono tante) sono presenti in
    OpenOffice gratis.Non metto in dubbio il fatto che a te non servano delle funzioni di office. Ma questo non è un problema di Microsoft. Office comprende funzioni che possono coprire le esigenze diverse della massa incredibile di utenza che ha. Ciò non significa che un utente deve usare tutto.
    Tralatro in Office non è già
    presente il salvataggio dei documenti in
    formato PDF, cosa che invece OpenOffice
    ha!   :)Capisco. Sembra che tutti coloro che usano OO (pochi) richiedano questa funzione nativa. Non che mi dispiacerebbe una funzione in più (tra le tante) in MS Office, però ci sono tool anche gratuiti che lo fanno e comunque uso Adobe.
  • Anonimo scrive:
    Re: tipo?
    - Scritto da: PowerPC


    Nello sviluppo di Windows e di Office.
    Siamo

    alla versione 2003, il so comprende
    servizi

    che in Linux ancora non si sente nemmeno

    l'odore

    tipo?Ti serve un pò di documentazione, poi possiamo parlarne:http://www.microsoft.com/windowsserversystem/overview/products.mspx
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    un genio e non ne trovo, dammela tu.http://www.microsoft.com/windowsserversystem/overview/products.mspx
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    Che io sappia in Linux ci sono servizi che
    in windows non esistono,.Parliamone.
    Si come ad esempio esportare documenti in
    formato PDF. Ha, no, scusa questa è
    una funzione di OpenOfffice.org, per averla
    anche in Office devi installare Distiller
    apparte (con annessa licenza).Se il tuo problema sono le licenze, puoi trovare anche software GPL per MS Office che convertono in PDF. Comunque credo che la funzione primaria di Office non sia questa..
    E per un genio come non dovrebbe essere
    difficile trovare documentazione alternativa
    che dimostra il contrario di quello che hai
    detto.Io non mi ritengo un genio, il messaggio del tipo che ho quotato lo si definiva.
    Peraltro la superirità di Linux su
    Windows in molti campi (non in tutti, per
    diverse cose rimane superiore windows)
    è dimostrata anche dal fatto che nei
    corsi di Laurea in informatica, qundo si
    parla di sistemi operativi si usa Linux e
    comunque un sistema Unix. Il fatto che un corso di laurea sia su mac, linux o windows non dimostra nulla. Ne riparleremo quando ti sarai laureato e dovrai affrontare la concorrenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    CUT



    10) Windows non spia gli utenti.



    Provare per credere, cominciate a
    installare

    programmi e a mettere un firewall serio
    che

    controlli il traffico (ho detto serio,

    quindi niente firewall integrato di
    windows)



    Vedrete che partono richieste per

    --dove-sapete-voi...



    Saluti a tutti i markettari, io me ne
    vo' a

    dormire

    Sottoscrivo, Farcry per esempio cerca di
    collegarsi a qualchecosa.microsoft.com ...
    un sito "qualunque"Ma dai, zio Bill ci controlla perché vuole il nostro bene, come Christof per Truman Burbanks, loro lo sanno che la libertà ci farebbe male.
  • Anonimo scrive:
    Re: OpenBSD
    Concordo in pieno, se proprio vuoi trovargli un punto "difficile" è il partizionamento che per un utente windows può risultare strano (risolvibile in circa 2 minuti dalle faq del sito dell'os). Per il resto stabile, veloce ed estremamente pulito (trovi i file dove ti aspetteresti di trovarli a differenza di molte distribuzioni linux).Di default (e non solo) mille volte più sicuro della maggiorparte dei linux.
  • Anonimo scrive:
    Re: Nostradamus... tutta fuffa
    - Scritto da: Anonimo
    il problema e che chi compila un kernel
    è convinto di essere uno sviluppatore
    linux, ecco perchè i conti non
    tornanonon è vero. io ho compilato il kernel senza sentirmi affatto come uno sviluppatore
    non so voi, ma io già comincio a
    sentire il botto che farà linux fra
    un annetto...presentimenti da mago Zurlì ?

    l'open source inizia a stufare..quelli che avrebbero tutto da perdercisono d'accordo
    , troppe
    spese,quali ?
    troppo tempo inutile, non l'ho mai utilizzato meglio, ora che non devo1- piratare2- proteggermi da virus3- proteggermi da spyware
    mentre
    all'orizzonte cominciano a vedersi nuove
    soluzioni chiavi in mano: longhorn...no, grazie. *Questa* "soluzione" costa troppo
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    Ci sono tipi di file system che non necessitano di deframmentazione in quanto sono progettati in modo degno. Io non parlo di linux (in quanto sono poco informato) ma ci sono sistemi operativi (tipo OpenBSD) che non necessitano di deframmentazione in nessun caso.
  • Anonimo scrive:
    312 - Grazie ho vinto, arrivederci.
    Il piu' vicino ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa


    l'open source inizia a stufare, troppe

    spese, troppo tempo inutile, mentre

    all'orizzonte cominciano a vedersi nuove

    soluzioni chiavi in mano: longhorn...

    skyos...reactos

    Senti, per chiavare in mano continuo a
    vedermi i pornazzi con Windows 98... non ho
    bisogno di passare a longdick o come cavolo
    si chiama. Però su qualche cosa
    dovremmo essere d'accordo, visto che abbiamo
    scritto entrambi un post del cazzo...?? :D :D sei un mito! :D LOL!!!(apple)
  • Anonimo scrive:
    Il circolo vizioso di M$...
    Ormai l'obiettivo è smerdare linux, sempre e comunque. Che tristezza.Se avessero speso meno in manifestoni "Get The Facts" (che secondo me, hanno soltanto fatto pubblicita' a linux, tanta gente manco lo conosce) e di più in produzione, a quest'ora forse saremmo vicini al rilascio di LonghornBah, microsoft: chi vuoi smerdare oggi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    - Scritto da: Anonimo...
    l'open source inizia a stufare, troppe
    spese, troppo tempo inutile, mentre
    all'orizzonte cominciano a vedersi nuove
    soluzioni chiavi in mano: longhorn...
    skyos...reactosSenti, per chiavare in mano continuo a vedermi i pornazzi con Windows 98... non ho bisogno di passare a longdick o come cavolo si chiama. Però su qualche cosa dovremmo essere d'accordo, visto che abbiamo scritto entrambi un post del cazzo...
  • Anonimo scrive:
    Re: ottimo x i server, scarso per il desktop
    - Scritto da: dendra75
    Siamo sempre lì: tutti ne decantano
    le ottime qualità nell'utilizzo come
    server, e su questo non c'è nulla da
    dire. Il problema è che non è
    assolutamente pronto per il desktop. Per
    favore piantiamola con questo termine:
    UTONTO. Non può essere considerata
    stupida una persona soltanto perchè
    non ha voglia (magari dopo 8 ore di lavoro)
    di mettersi a studiare il funzionamento di
    un OS nei dettagli e passare ore in
    configurazioni varie per fare una cosa che
    invece con win fai senza alcuna
    difficoltà. Anch'io vorrei che M$
    avesse i giorni contati, ma siamo ben
    lontani da questa prospettiva...(linux)sono perfettamente d'accordo con te, tranne sul fatto che su Windows non hai alcuna difficolta e sulla definizione di UTONTO.UTONTO è la persona che chiede aiuto al telefono nell'esempio:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=877193(apple)
  • dendra75 scrive:
    ottimo x i server, scarso per il desktop
    Siamo sempre lì: tutti ne decantano le ottime qualità nell'utilizzo come server, e su questo non c'è nulla da dire. Il problema è che non è assolutamente pronto per il desktop. Per favore piantiamola con questo termine: UTONTO. Non può essere considerata stupida una persona soltanto perchè non ha voglia (magari dopo 8 ore di lavoro) di mettersi a studiare il funzionamento di un OS nei dettagli e passare ore in configurazioni varie per fare una cosa che invece con win fai senza alcuna difficoltà. Anch'io vorrei che M$ avesse i giorni contati, ma siamo ben lontani da questa prospettiva...(linux)
  • Anonimo scrive:
    soliti latrati dei PRETORIANI DEL DRAGA!
    E' chiaro, figurati se non andavano palleggiando a destra e a manca i loro sistemi del piffero secondo i dettami del DRAGASACCOCCE DI REDMOND!!!Ma la trippa per gatti sta finendo per loro!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    1) Te lo regalano con il pc.



    stai trollandoVedi, la differenza tra me e te è tutta qui: io argomento, tu sai dire solo "troll" e "lamer". Vediamo un pò, cmq:
    infatti... questo è verissimo,
    nessuno ti chiederà mai soldi s
    infrangi un brevetto con il notepad, i soldi
    li chiederanno direttamente a bill in quanto
    l'utente finale ha la licenza d'uso, ma non
    la proprietà intellettualeBravo, ma zio Ballmer se ne vanta come se ms fosse l'unica a farlo. Invece è obbligata per legge, quindi è un bluff

    3) Windows è sicuro

    se lo sai usare, è molto sicuro...
    è una questione di testa, di target e
    di diffusioneInfatti, metti Xp in rete e dopo 16 minuti vai giù... meno di quanto ti ci vuole per fare l'aggiornamento
    ad esempio i server linux sono i più
    craccati in ReteSicuro? Fatti le percentuali rispetto all'utilizzo (apache ha una quota immensamente più alta)

    4) Windows è stabile

    abbastanza, almeno più di linux
    (escludo l'obsoletissimo win 98/me)Escludendo anche il recentissimo 2003, gli uptime su netcraft dicono il contrario.

    5) Windows garantisce
    retrocompatilibita'.

    sai almeno cosa vuol dire
    retrocompatilibità?Io si. Tu no, e quindi hai evitato di rispondere

    6) Windows è per gli standard
    aperti

    questo non lo ha mai detto nessuno, ergo
    stai trollandoQuesto lo ha detto Ballmer in Asia
    tuttavia IE rispetta bene il w3c, anche se
    aggiunge qualcosa di suoSe fossi un sviluppatore web serio (cioè lavorassi su xhtml e css level 2) non la penseresti così, te l'assicuro

    7) Windows è innovativo.

    pessimo esempio, puzzi di lamerSento rumore di unghie sui vetri...

    8) Windows da' i mezzi necessari agli

    sviluppatori.

    non conosci l'argomento di cui stai
    parlando, ti consiglio di cambiare mestiereVedi sopra...

    9) Windows è il sistema
    più

    adatto per il multimediale.

    mi dispiace ma le directx sono amate da
    tutti, anche da chi lavora con le openglVeramente stavo parlando del fantastico (?) media center. Quello di cui parli tu è un'altra cosa. Ma se proprio ci tieni vedrai che gli ultimissimi giochi li cominciano a realizzare in OpenGLE' meglio se cambi mestiere anche tu.

    10) Windows non spia gli utenti.
    dove vanno, puoi documentarle?, trovami un
    vero esperto di informatica che può
    loggare questi dati e conferma la tua tesiTi basta un firewall e fare un whois. Fattelo da solo che ti diverti, io l'ho già fatto, e come me altri (compreso uno qui sotto nel thread)
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    1% ? su cosa la basi sta stastistisca scusa? lo dici tu perche' fa figo dire 99% vero? www.google.it , rimarrai sorpreso :)
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: AnonimoCUT

    10) Windows non spia gli utenti.

    Provare per credere, cominciate a installare
    programmi e a mettere un firewall serio che
    controlli il traffico (ho detto serio,
    quindi niente firewall integrato di windows)

    Vedrete che partono richieste per
    --dove-sapete-voi...

    Saluti a tutti i markettari, io me ne vo' a
    dormireSottoscrivo, Farcry per esempio cerca di collegarsi a qualchecosa.microsoft.com ... un sito "qualunque"
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo[CUT]Non ti rispondo per una ragione molto semplice. È evidente che non sai di cosa stai parlando. Io il tempo con chi parla solo per riempirsi la bocca d'aria non lo perdo.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Perchè critico windows e lo uso
    Il motivo è semplice: mi piacciono alcuni videogiochi, e non riesco a farli girare decentemente su linux.Il motivo è tutto qui.Però uso molti software opensource: non ho office installato, perchè uso openoffice,e non uso IE perche col firefox mi trovo meglio.Se potessi far girare decentemente Half-Life 2 e World of Warcraft,non avrei una partizione windows.Se dovessi usare un pc solo per lavoro, non ci penserei un attimo e installerei direttamente la Debian.Giusti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oste
    Volendo guardare il pelo nell'uovo, di virus per linux ne ho sentiti nominare due, anche se sono attempati e non si sono mai diffusi.... ma vogliamo metterne due contro una cifra incalcolabile? Anche ammettendo che linux sia meno diffuso di windows, cio' non toglie che ormai abbia visibilita' mondiale. E allora come mai continuano ad apparire virus per windows e non per linux? Una mia prima opinione e' che chi trova una debolezza nel primo, la sfrutta; chi la trova nel secondo, la segnala immediatamente a chi di competenza affinche' venga tappata. E il tappo appare MOLTO in fretta. Tutto si puo' dire tranne che questo sistema di aggiornamento e controllo non funzioni o possa pervenire ad un punto di rottura in tempi brevi... (o saro' miope io?).Nico
  • Anonimo scrive:
    Finalmente anche winXP...
    ((troll) mode=off)Finalmente anche winXP......supporta un monitor Apple Cinema display da 30"!!http://macdailynews.com/index.php/weblog/comments/4871/....meglio tardi che mai... :DCiao ;) ((troll) mode=off)(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    - Scritto da: Anonimo
    Da tanti anni sento dire Linux ha i giorni
    contati, eppure piu' il termpo passa piu'
    Linux e' usato e diffuso.
    ma da quando la gente usa linux, ti informo oggi che linux non lo usa nessuno...quel 1% di utenti linux sono al 50% smanettoni e l'altra metà sono amministratori di web farm
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa

    il botto non vuol dire "scomparsa di linux"
    o dell'open source, ma bensì un
    ritorno alla sua reale dimensione dove
    appunto ci sono solo particolari strutture
    tecniche customatizzate ad hoc per
    particolari e rare situazioni...

    oggi sento che linux lo metteranno pure
    negli orologi... a me tutto questo ricorda
    il periodo quando si diceva che l'ecommerce
    era la salvezza dell'economia mondiale del
    3° millennio

    l'ecommerce non è scomparso... anzi
    è cresciuto, ma nella sua dimensione
    naturaleimo e' gia' nella sua reale dimensione, con una espansione a chi ha mente piu' aperta. Poi per guardarsi la posta , navigare e fare 2 grafici siam d'accordo che l'utente medio (aka:utonto) stara' sempre e solo su win. Pero' io stesso ho amici che col pc hanno poco a che fare (di mestiere o di studio) ma che ci si appassionano e provano, anche se le loro esigenze potrebbero essere gia' soddisfatte da un o/s M$.Ovvero: piu' si va avanti, piu' la media "intellettuale" aumenta nell'uso del pc ; piu' conosci i pc, piu' sei capace di operare scelte. E quando anche solo il 30% sara' capace di fare questa scelta, saranno gia' ca$$i per microsoft :)
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo
    1) Te lo regalano con il pc.
    stai trollando

    2) Ti protegge da violazioni di proprieta'
    intellettuale, al contrario di altri.infatti... questo è verissimo, nessuno ti chiederà mai soldi se infrangi un brevetto con il notepad, i soldi li chiederanno direttamente a bill in quanto l'utente finale ha la licenza d'uso, ma non la proprietà intellettuale
    3) Windows è sicurose lo sai usare, è molto sicuro... è una questione di testa, di target e di diffusionead esempio i server linux sono i più craccati in Rete

    4) Windows è stabileabbastanza, almeno più di linux (escludo l'obsoletissimo win 98/me)
    5) Windows garantisce retrocompatilibita'.sai almeno cosa vuol dire retrocompatilibità?


    6) Windows è per gli standard apertiquesto non lo ha mai detto nessuno, ergo stai trollandotuttavia IE rispetta bene il w3c, anche se aggiunge qualcosa di suo, ma nessuno lo vieta a nessuno

    7) Windows è innovativo.pessimo esempio, puzzi di lamer

    8) Windows da' i mezzi necessari agli
    sviluppatori.
    non conosci l'argomento di cui stai parlando, ti consiglio di cambiare mestiere

    9) Windows è il sistema più
    adatto per il multimediale.mi dispiace ma le directx sono amate da tutti, anche da chi lavora con le opengl

    10) Windows non spia gli utenti.

    Provare per credere, cominciate a installare
    programmi e a mettere un firewall serio che
    controlli il traffico (ho detto serio,
    quindi niente firewall integrato di windows)

    Vedrete che partono richieste per
    --dove-sapete-voi...dove vanno, puoi documentarle?, trovami un vero esperto di informatica che può loggare questi dati e conferma la tua tesi

    Saluti a tutti i markettari, io me ne vo' a
    dormireche è meglio, va...
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    reactos è open source... anzi, libero ;) come la mettiamo? scoppia anche lui?DjMix
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    (linux) cosa dire....Microsoft sta tramontando... 8)
  • Anonimo scrive:
    OpenBSD
    Io fossi in te valuterei la possibilita' di convertire il tuo firewall Redhat con uno OpenBSD se vuoi stare davvero sicuro.Solido, roccioso e pulito. Non ha mai fatto una piega e non l'ho mai spento.La semplicita' di installazione da rete e' incredibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    Da tanti anni sento dire Linux ha i giorni contati, eppure piu' il termpo passa piu' Linux e' usato e diffuso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    - Scritto da: Anonimo
    Le "soluzioni chiavi in mano" come dici tu
    vanno bene per l'utonto e il sysadmin
    incapace ;)
    il botto non vuol dire "scomparsa di linux" o dell'open source, ma bensì un ritorno alla sua reale dimensione dove appunto ci sono solo particolari strutture tecniche customatizzate ad hoc per particolari e rare situazioni...oggi sento che linux lo metteranno pure negli orologi... a me tutto questo ricorda il periodo quando si diceva che l'ecommerce era la salvezza dell'economia mondiale del 3° millenniol'ecommerce non è scomparso... anzi è cresciuto, ma nella sua dimensione naturale
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    ehm ovviamente nel post di prima intendevo "sei a Milano e ti chiamano da Roma" o cmq far notare la distanza incolmabile in poco tempo , sorry x l'imprecisione ^^'
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux... tutta fuffa
    Le "soluzioni chiavi in mano" come dici tu vanno bene per l'utonto e il sysadmin incapace ;)cio' non toglie che finche' si fa un uso superficiale del pc, win owna linux in tutto e per tutto. Ma tu mettiti nell'ottica di essere un sysadmin di che ne so', libero o tiscali o qualche enorme azienda. Se a Milano per lavoro e a ti chiamano disperati perche' e' andato il controller raid del server X. Tu pero' ieri sera da bravo hai fatto il tuo backup su nastro e in 2 righe di comando con a.m.a.n.d.a. hai restorato tutto. Downtime totale 10 minuti per dare i comandi e tot minuti per il tempo fisico nastro-
    hd. Ora supponi lo stesso scenario, ma con un win2003 server o, se preferisci, un longhorn.Chi dei 2 perde meno soldi? :)win va bene per le piccole o al massimo medio aziende, c'e' poco da fare, per il resto linux owna windows di brutto, poi se vuoi entrare nel discorso desktop siam d'accordo che per l'utonto win




    linux , ma non puoi saltare e sparare a zero dicendo che linux non serve a niente :)
  • Anonimo scrive:
    Manca questo e quello.. ma non dice cosa
    Dice che manca questo, manca questo, che ci sono i virus, ma non dice mai niente di preciso.. non dice chi sono sti virus.. come si fa a credergli? Non dico che abbia torto a priori solo perchè lavora per microsoft (anche se io non sono assolutamente daccordo con lui) ma non posso accettare critiche non fondate, come queste!DjMix
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e Windows, luci e ombre
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Guybrush



    I due Win 2000 server hanno da sempre
    avuto

    qualche problemino, al punto che ogni
    tanto

    (a turno) vanno formattati.

    L'application server pure, anche se
    meno di

    rado e' stato formattato due volte da
    che

    l'ho attivato.



    Chi non ha MAI, dico, MAI fatto una
    piega e'

    il server linux, una ormai vecchia
    redhat

    7.3 che sta li' e quasi mi dimentico che

    esiste.

    strano... io ho tenuto un windows 2000
    server per 3 anni senza problemi e ora sono
    passato felicemente a windows server 2003
    web edition con circa 200 domini e un
    migliaio di caselle email

    devo comunque ammettere che windows 2003
    è nettamente più stabile e
    leggero di windows 2003 e fedoraops...volevo dire ... di windows 2000 e fedora :$
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e Windows, luci e ombre
    - Scritto da: Guybrush

    I due Win 2000 server hanno da sempre avuto
    qualche problemino, al punto che ogni tanto
    (a turno) vanno formattati.
    L'application server pure, anche se meno di
    rado e' stato formattato due volte da che
    l'ho attivato.

    Chi non ha MAI, dico, MAI fatto una piega e'
    il server linux, una ormai vecchia redhat
    7.3 che sta li' e quasi mi dimentico che
    esiste.strano... io ho tenuto un windows 2000 server per 3 anni senza problemi e ora sono passato felicemente a windows server 2003 web edition con circa 200 domini e un migliaio di caselle emaildevo comunque ammettere che windows 2003 è nettamente più stabile e leggero di windows 2003 e fedora
  • Anonimo scrive:
    Linux... tutta fuffa
    il problema e che chi compila un kernel è convinto di essere uno sviluppatore linux, ecco perchè i conti non tornanonon so voi, ma io già comincio a sentire il botto che farà linux fra un annetto...l'open source inizia a stufare, troppe spese, troppo tempo inutile, mentre all'orizzonte cominciano a vedersi nuove soluzioni chiavi in mano: longhorn... skyos...reactosera ora
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Continuano a non tornare.
    Il pacioccone dice che tanti programmatori
    in gambissima lavorano per MS, mentre
    quattro gatti rincoglioniti sviluppano
    Linux.
    Potrebbe anche darsi: di certo sono pronto
    ad ammettere che i sviluppatori MS siano
    molto in gamba, anche se devo dire che i
    vari sviluppatori di Linux probabilmente lo
    sono altrettanto, ma in modo diverso: meno
    "aziendale" e più "geniale", diciamo.
    Quel che non capisco, e che da tempo mi
    preoccupa, è questo: come mai MS, che
    guadagna tantissimo, che di ce di investire
    tantissimo in ricerca e sviluppo, che ha
    tanti programmatori in gamba, come mai
    riesce a partorire a fatica, in tempi lunghi
    ed irregolari, poco software con tanti
    difetti? Com'è che non riesce a far
    meglio di quattro gatti "incompetenti"?
    C'è qualcosa che non torna: dove
    vanno a finire tutte le risorse che MS ha?
    Mi pare di vedere uno di quegli studenti che
    si impegnano, studiano giorno e notte,
    crollano sui libri, e poi non riescono ad
    avere risultati più che mediocri.
    Non so: o MS ha qualcosa di bacato proprio
    come azienda, per cui non ce la fa proprio,
    oppure le risorse le spende quasi tutte in
    qualcosa che non dice.certo che se pensi che microsoft faccia solo windows, spiegami allora i 20 mila impiegati di tutto il mondo e i 40 mila sviluppatori ms... secondo te chi li campa?non per difendere ms, ma la casa di redmond sforna valanghe di software ogni mese... i bugs... beh i bugs sono cose legate al software per natura... chi dice il contrario è solo un ignorante
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è un sistema...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Si chiama MACH non MAC...





    www-2.cs.cmu.edu/afs/cs/


    project/mach/public/www/mach.html



    E tu sei un (troll)

    guarda che ha ragione pezzo d'asino !!!Tu invece sei il solito macaco stron7o!!!Ficcatelo in quel posto il kernel MACH...
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft si prende le responsabilit
    uhmm.. responsabilità?? .. nemmeno loro se la prendono la responsabilità.. di quello che fanno se cosi fosse dovrei poter andare là e prenderli a bastonate a uno a uno per tutto quello che hanno( o non hanno , dipende dai punti di vista) fatto.. (dal win 3.1 ai giorni nostri).. invece dietro la scatola di un qualsiasi prodotto microsoft non ho mai visto "se hai consigli critiche o semplicemente vuoi INSULTARE zio bill chiama il 555-CALL ME" e che caxxo!
  • Anonimo scrive:
    ...e anche Mac OS X...
    Anche il system di Apple si difende bene sul fronte della frammentazione del disco. Non solo HFS+ è un filesystem che si frammenta poco, ma OS X ha un sistema automatico di deframmentazione che non richiede alcun intervento da parte dell'utente, e non impatta sulle prestazioni.Dettagli tecnici qui: http://www.kernelthread.com/mac/apme/fragmentation/
  • vale56 scrive:
    Re: Resposabilita' ?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    La Microsoft non si assume nessuna

    resposabilita' sui danni provocati dal
    suo

    sistema.

    Linux Idem.


    Basta leggere le licenze MS e vi
    renderete

    conto che le cose stanno cosi'

    Linux Idem.


    Per quanto riguarda i virus e' una
    questione

    di numeri ogni 1000 virus per Win ne
    viene

    fuori 1 per Linux.

    Dipende dalla diffusione del sistema
    operativo: più è diffuso e
    più virus ci saranno: Linux non
    è diffuso ( Però le edicole ne
    sono piene ).Domanda: Qualì'è il server Web più diffuso1) IIs2) AacheDomada 2 qual'è i, server web più sicuro)1) IIs 2) Apache(risposta 1 Apache con circa 1 70% dei server risposta 2 ancoraApache)Come mai Apache essendo il più diffuso è anche il più sicuro?Secondo la teoria più diffuso=più attaccat non dovrebbe essere il contrario?
  • Anonimo scrive:
    Re: e io che sono pignolo...?


    Allora è vero che Linux Crasha!!!
    e' vero.....crasha di continuo, e' pieno di virus, non funziona e' non da garanzieNON usarlo NON provarlo NON provarci neache

    Sei un testimone di Linux anche tu?Lui non so...io sono stipendiato da Tux in persona (se sai chi e' Tux.....)Ma mi raccomando...NON metterti ad usare Linux.....
  • pierpaolopezzo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    Qui un link dove viene analizzato Ext2:http://e2fsprogs.sourceforge.net/ext2intro.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e Windows, luci e ombre
    - Scritto da: Guybrush
    proxy/firewall linux a cui e' affidata la
    sicurezza del front-end, Cioe' non fa praticamente nulla, in termini di carico.
    Chi non ha MAI, dico, MAI fatto una piega e'
    il server linux, una ormai vecchia redhat
    7.3 che sta li' e quasi mi dimentico che
    esiste.7.3... ma non e' un po' vecchiotta? Cioe', non sarebbe un problema se tu non avessi detto che gestisce la sicurezza. Credo che la 7.3 non sia piu' supportata da tempo.
    Cosi' come e' un fatto che M$ SQL Server e'
    di gran lunga superiore a Oracle e riesce a
    tener testa a MYSQL quanto a prestazioniSinceramente: hai scritto due cose e hai scritto due s1r0nz4t3.
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è un sistema...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Si chiama MACH non MAC...



    www-2.cs.cmu.edu/afs/cs/

    project/mach/public/www/mach.html

    E tu sei un (troll)guarda che ha ragione pezzo d'asino !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...

    basta non scrivere sul disco nel primo posto
    che ti capita, come fa windows.Yawn ecco un altro che deve scrivere prima ancora di leggere il thread.Comunque grazie, il link che mi hanno postato era esaustivo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oste
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti, non hai idea di quanti viruzz ho
    rimosso dal mio pc con slackware-current.
    Ho dovuto installare Norton diCorporate,
    Norton Inutilities, Norton IntermerdShitwall
    e anche Adaware.
    Beagle da A a ZZ, Sasser, Sircam, CIH
    Chernobil, ecc. ecc.
    47 servizi infetti, 257 dll modificate, 2569
    eseguibili virati.
    Tutte le volte che mi collego ad internetFUD
  • Anonimo scrive:
    Re: e io che sono pignolo...?
    - Scritto da: Anonimo
    funzionare. Dopo un anno che usavo linux la
    partizione di winzoz l'ho cancellata. Ho
    sudato ma ORA SONO FELICE DI FARE QUELLO CHE
    IO VOGLIO FARE COL PC E NON QUELLO CHE IL PC
    MI PERMETTE DI FARE...e soprattutto che
    quando il mio pc crasha èAllora è vero che Linux Crasha!!!
    perchè ho fatto un errore io e non
    perchè il software è
    buggato...se questo può contribuire
    ai VERI MITI DI LINUX ben venga... ;)Sei un testimone di Linux anche tu?
  • Anonimo scrive:
    Re: Resposabilita' ?
    - Scritto da: Anonimo
    La Microsoft non si assume nessuna
    resposabilita' sui danni provocati dal suo
    sistema.Linux Idem.
    Basta leggere le licenze MS e vi renderete
    conto che le cose stanno cosi'Linux Idem.
    Per quanto riguarda i virus e' una questione
    di numeri ogni 1000 virus per Win ne viene
    fuori 1 per Linux. Dipende dalla diffusione del sistema operativo: più è diffuso e più virus ci saranno: Linux non è diffuso ( Però le edicole ne sono piene ).
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    - Scritto da: Anonimo
    ignorante ho imparato la programmazione c
    grazie ai sorgenti dei dilettanti come li
    chiami tu....Sicuramente non hai imparato dal mio codice.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e Windows, luci e ombre
    - Scritto da: Guybrush
    Chi non ha MAI, dico, MAI fatto una piega e'
    il server linux, una ormai vecchia redhat
    7.3 che sta li' e quasi mi dimentico che
    esiste.Così vecchio? Accidenti stai attento alle patch, sei pronto a ricompilare il kernel?
    Si, vabbe', avrei avuto l'assistenza a
    prezzi molto convenienti... ma con il server
    linux ho pagato l'installazione e basta...
    all'azienda e' costata MOLTO MENO di ISA e i
    fatti provano che si e' rilvelata adatta.

    Fatti, non pugnette... Io dire un bel "Messaggio Promozionale" well-crafted.
    Cosi' come e' un fatto che M$ SQL Server e'
    di gran lunga superiore a Oracle e riesce aDirei il contrario.
    tener testa a MYSQL quanto a prestazioniEcco mySql in confronto a Oracle e MSSqlServer non lo nominerei NEANCHE ( serve per fare una vetrina web, basta ).
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft si prende le responsabilit
    - Scritto da: XeroKelvin
    Ma cosa vuol dire per MacGrath prendersi le
    responsabilità? Per me vuol dire che
    se un io server viene hackerato a causa di
    una vulnerabilità di windows io
    allora ho il diritto al risarcimento danni
    da parte di mcrosoft perchè esiste
    nel loro prodotto un vizio di forma!!!Non hai capito nulla. Per "prendersi le responsabilità" intende che se un server viene hackerato o colpito da un virus allora la Microsoft fa causa al cracker e ha diritto al risarcimento...http://punto-informatico.it/p.asp?i=51306
  • Anonimo scrive:
    Re: UN mono-polio (bill...te possino)
    - Scritto da: Anonimo
    Vorrei aggiungere il fatto che siamo tutte
    vittime di un monopolio che dura da
    anni...non solo siamo stati abituati ad
    usare windows a tal punto che dire "il pc
    non va" spesso vuol dire "windows non va"
    con una stretta identificazione delle due
    ben distinte cose. Ma anche ci troviamo alle
    prese con un monopolio piu subdolo....Oggi
    la maggior parte dei programmi girano solo
    su windows e le produttrici ti questiFalsissimo.C'è una pletora di software che funziona anche su Apple Macintosh che neanche immagini, tanto per esempio io uso Skype ( che funziona anche su quella ciofeca di Linux ) per telefonare all'estero sia dal mio PC Windows che dal mio iMac ( e risparmio pure un sacco di soldi ).
    software non ci pensano nemmeno a produrne
    per altri sistemi operativi. Wine non vaFalsissimo.
    come dovrebbe quindi.....Verissimo, peccato che Wine sia il Santo Graal per i Linuxiani ( come tutto il resto d'altronde ).
    Io sono obbligato ad usare windows perche
    uso un sacco di programmi che non ci sono
    con linux.......E' un problema di Linux, se proprio non vuoi usare Windows per ora puoi usare un Mac, controlla bene e con pazienza scoprirai che c'è una marea di software.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: Anonimo

    Ti sfiugge che lo sfogo di cui sopra
    veniva

    proprio dal fatto che l'alto papavero

    Microsoft spargeva cacca su linux
    perche'

    "non c'è un'azienda responsabile"

    E' Falso?

    C'è un'azienda responsabile su Linux?No, come non esiste per NESSUNA software house. Dunque il punto è: è corretto smerdare il concorrente per un qualcosa che nessuno, compreso te, fa?Secondo te regge?
  • doppiaemme scrive:
    Re: Linux e Windows, luci e ombre


    Cosi' come e' un fatto che M$ SQL Server e'
    di gran lunga superiore a Oracle e riesce a
    tener testa a MYSQL quanto a prestazioni
    (non con il prezzo: SQL Server costa assai),
    ma e' fuori di dubbio essere un prodotto
    estremamente robusto, affidabile e
    performante... pare quasi che non sia stata
    microsoft a crearlo! Se non sbaglio il motore è quello diSybase. Comunque secondo me stai confrontando dei prodotti di fascia diversa su uno stesso ambito che penso sia un piccolo db senza problemi di integrità referenziale.Su un db "vero" le cose potrbbero essere differenti ...
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Se ho un fermo per un cluster pagato
    oro che

    va a banane per colpa di un crash di un

    altro software sempre di M$, allora
    occhio e

    croce ho diritto ad una qualche forma di

    risarcimento per il tempo che rimango
    down.

    No, se ti leggi la licenza che devi
    assolutamente accettare per poter usare il
    software.Ingenue chiacchiere da Bar, pensi che la licenza del tuo Windows Domestico sia quella di cui parla l'autore del post a cui rispondi? Non ti immedesimare troppo che ti fa male.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: Anonimo

    Nessuna software house si potrebbe

    permettere di risarcire i danni
    provocati da

    un malfunzionamento di un software.

    Ti sfiugge che lo sfogo di cui sopra veniva
    proprio dal fatto che l'alto papavero
    Microsoft spargeva cacca su linux perche'
    "non c'è un'azienda responsabile"E' Falso?C'è un'azienda responsabile su Linux?Non c'è, quindi è vero che "non c'è un'azienda responsabile".La verità fa male?
    degli eventuali difetti e danni.BUGIARDO, cosa vuoi insinuare? nell'articolo:1- non compare nemmeno una volta la parola danno/danni ( basta fare CTRL+F da MS IE )2- non compare nemmeno una volta la parola difetto/difettoQui si parla di responsabilità in senso più ampio e Microsoft nonostante tutto, ce l'ha eccome, specialmente in confronto a quelli di Linux.
    Ma nemmeno Microsoft lo è, bastaNon posso affermare che Windows sia un'azienda retta da persone responsabili perché, tra le molte persone responsabili e innovatrici che lavorano presso di loro ( basti pensare l'architetto di .Net ex guru di Delphi ), ci sono alcune mele marce che ne hanno combinate di tutti i colori ( p.es. concorrenza sleale )Ma neanche Linux è responsabile, non vedo quindi cosa c'è da discutere.Anzi la comunità Linux è ancora meno responsabile perché è chiaro e tondo che quando installi Linux loro non si prendono alcuna responsabilità.
    leggere la licenza! Addirittura NON
    garantiscono che il software svolga la
    funzione che è scritta SULLA
    SCATOLA!!!
    (non scherzo, leggete bene l'EULA prima di
    cliccare "Accetto" la prossima volta)...e tu nella tua caverna hai letto le licenze del tuo Linux e del tuo software open source, se non si pianta prima?
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è un sistema...
    - Scritto da: Anonimo
    Si chiama MACH non MAC...

    www-2.cs.cmu.edu/afs/cs/
    project/mach/public/www/mach.htmlE tu sei un (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Oste
    - Scritto da: Anonimo
    Chiedi all'oste se il suo vino è
    buono.
    Le interviste così lasciano il tempo
    che trovano.


    PS: chi avrebbe detto che non esistono virus
    su linux? Gli stessi che dicono che non ci
    sono bug su linux? Ma si possono trovare
    questi tizi? Dove sono? Ma che sistema
    operativo usano? Non linux, presumo...
    Quando installi MDK ti viene fuori la
    pubblicità di un'antivirus e te lo
    consigliano...Infatti, non hai idea di quanti viruzz ho rimosso dal mio pc con slackware-current.Ho dovuto installare Norton diCorporate, Norton Inutilities, Norton IntermerdShitwall e anche Adaware.Beagle da A a ZZ, Sasser, Sircam, CIH Chernobil, ecc. ecc.47 servizi infetti, 257 dll modificate, 2569 eseguibili virati.Tutte le volte che mi collego ad internet
  • Anonimo scrive:
    Re: Supporto Microsoft ??
    - Scritto da: Anonimo
    Vuoi parlare del supporto Linux? Il supporto
    Linux è la scaletta:Di quale supporto stai parlando? Di richieste dei newsgroup, vero? Quello è gratuito però. Stai tranquillo che se paghi non ti senti rispondere "Sei un troll"
    1- non è vero quello che dici
    2- lo dici per sentito dire, dimostralo in
    modo scientificoDipende cosa dici. Qui nel forum ho appena sentito di uno che sostiene che mdk pubblicizza antivirus per linux (quando sono quelli da usare per proteggere macchine windows da linux. Come vedi, dipende)
    3- è vero, il problema ce l'hai,
    è tuo, ma sei sfigatoStai tranquillo che se paghi te lo risolvono. Certo aggratis nessuno si sbatte per te.
    4- idem come sopra ma sei incompetenteSe sei una azienda, dovresti avere almeno un tecnico competente.
    5- non è un problema di Linux,
    è un problema dell'hardware, ci vuole
    hardware nuovo e costoso, mica penserai
    usare Linux su hardware closed e scadente!Allora... mai usato su windows hardware non supportato dai test ms? Si vero?Hai presente le incompatilbita' con il SP2? Ecco, prova a lamentarti. Ti diranno che quell'hardware tu non dovevi comprarlo perchè non è testato per windows.
    6- hai segnalato alla communità
    l'errore invece di lamentarti? è
    colpa tua, devi farlo, vergognati.Se utilizzi linux aggratis? Si, dovresti farlo. Non ti chiedono niente, almeno il bug reporting potresti farlo, sai.
    7- beh se Linux non funziona o manca di
    qualche funzionalità puoi sempre
    pensarci tu: la documentazione e i tool di
    sviluppo sono LIBERI!In windows invece no, te la prendi in saccoccia. Chi sta meglio?
    8- se non ci pensi tu paga un
    professionista, il software "open source"
    non è gratis, non è "free as a
    beer but free as freedom", i professionisti
    Linux si pagano profumatamente eccome! la
    libertà si paga a caro prezzo! paga,
    paga, arff, arff, li ha Bill e li voglio
    anche io: $oldi, $oldi, doblooniQuindi tu vorresti il SO gratis, l'assistenza gratis, tutto gratis? Mica è natale sai?
    9- sei un trollEffettivamente, si...
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux e Windows, luci e ombre
    Finalmente qualcuno che non parla di uinzozz e che, se indica che un o.s. è meglio di un altro, ne indica il motivo perchè lo conosce, non perchè lo ha sentito dire. Ormai sono rimasti in pochi così, sai?Clap, clap, clapGriever
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: Sladek

    Scherzi a parte Microsoft dovrebbe

    concentrarsi un po' di più sui
    pregi

    e le innovazioni al suo prodotto,
    invece di

    accanirsi contro Linux con una sequela
    di

    critiche che ormai inizia anché
    un

    po' a stancare. :

    Io ci vedrei bene il nostro premier in testa
    a quel manipolo di sfigati. Lascierebbe da
    parte Linux per addossare la colpa ai
    comunisti e noi geeks saremmo tutti
    contenti.Perché la butti in Politica? Allora è vero, Linux appartiene al mondo della politica e non a quello dell'informatica.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: AdessoBasta

    i clienti di Microsoft sanno che noi ci
    prendiamo le nostre

    responsabilità, sanno che avranno
    upgrade e patch

    Dato che, allo stato attuale, gli utenti
    linux non hanno motivo di pensare
    che non "avranno upgrade e patch", sullaInsomma, come dire, "partendo dal presupposto che ho ragione".
    Accidenti, devo pensare che Microsoft abbia
    già redatto un elenco delle suddette
    persone, tutti candidati nell'ordine: ad
    essere assunti con contratti miliardari, ad
    essere ricattati, ad essere radiati dallaMa che dici, io ero ricattato da un open-sorcio, e allora?
    vita pubblica e modana della propria
    nazione, a vedere la propria casa o la
    propria attività distrutta da un
    incendio doloso, essere lasciati dal/dalla
    partner, rimanere vittime di incidenti o
    suicidi improvvisi.Perché scrivi queste cose, vuoi beccarti una denuncia?
    Scherzi a parte Microsoft dovrebbe
    concentrarsi un po' di più sui pregi
    e le innovazioni al suo prodotto, invece di
    accanirsi contro Linux con una sequela di
    critiche che ormai inizia anché un
    po' a stancare. :Ipocrita, comincia prima tu a non accanirti contro Microsoft, peccato che non avete niente da offrire tranne un serverino web con mysql, se funziona.
  • Anonimo scrive:
    Re: Supporto Microsoft ??
    - Scritto da: Anonimo
    Ma cosa dice che Windows danno supporto ma
    de chè...
    Devi sempre e solo pagare per avere supporto
    , e se posti una domanda un po più
    difficile del solito nei newsgroup di MS non
    ti rispondono perchè è pieno
    di incompetenti ..
    Almeno con Linux ci sono moltissimi forum
    con gente che ci capisce (linux)Perché il supporto di Linux è gratis? No. Anzi, dato che loro sono fighi, i dritti, i giusti, si fanno pure pagare profumatamente, perché ti vendono la libertà, e la libertà si paga cara.Vuoi parlare del supporto Linux? Il supporto Linux è la scaletta:1- non è vero quello che dici2- lo dici per sentito dire, dimostralo in modo scientifico3- è vero, il problema ce l'hai, è tuo, ma sei sfigato4- idem come sopra ma sei incompetente5- non è un problema di Linux, è un problema dell'hardware, ci vuole hardware nuovo e costoso, mica penserai usare Linux su hardware closed e scadente!6- hai segnalato alla communità l'errore invece di lamentarti? è colpa tua, devi farlo, vergognati.7- beh se Linux non funziona o manca di qualche funzionalità puoi sempre pensarci tu: la documentazione e i tool di sviluppo sono LIBERI!8- se non ci pensi tu paga un professionista, il software "open source" non è gratis, non è "free as a beer but free as freedom", i professionisti Linux si pagano profumatamente eccome! la libertà si paga a caro prezzo! paga, paga, arff, arff, li ha Bill e li voglio anche io: $oldi, $oldi, doblooni9- sei un troll
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    Questa è POLITICA, voi di Linux dato
    che non avete altri appigli, alla fine, la
    buttate in politica, tranne che gridare "no
    non è vero" quando qualcuno ve lo fa
    notare.
    Certo che sì, è proprio politica. Naturalmente.Perché, quando Ballmer fa il suo giretto in sud-est asiatico a parlare male di linux con i rappresentanti dei governi locali, cosa fa? Regala buoni consigli?Comunque, mi tocca farla: a me non dispiace che windows esista, anzi, è una possibile scelta per gli utenti ed anche per me. Mi dispiace invece che i tuoi superiori vogliano (ed hanno interesse a) far sparire linux, perché a me piace. Io non te lo tocco il sistemino che tanta sicurezza ti dà, ed il pane come dipendente della ditta che lo fa. Trallallero tralla....Però lo zio Bill non vuole che la gente usi altro che la sua cacioppa, per eliminare la concorrenza fa da sempre manovre losche, e la cosa non mio sta bene. Quindi, quando ho un poco di tempo (non vengo pagato per fare astroturfing, io), dico due paroline a favore del mio sistemino preferito. Stai pure tranquillo che se Linux fosse monopolista, sarei qui a gridare "beOS libero".
    Questa è ancora politica e denota tua
    totale ignoranza aziendale ed economica,
    avere una rete di distributori per
    distribuire 10000000 copie di software non
    è assolutamente la stessa cosa di
    distribuirne una copia sola, poi non
    parliamo di tutto quello che ci sta dietro.
    Parliamo invece di quello che sta dietro: astroturfing, battaglie legali, FUD, ....La rete per distribuire milioni di copie di qualcosa è ugualmente complessa per qualunque prodotto, ma proprio aumentando il numero di copie diventa tanto più efficente e remunerativa. E avanzano più soldi. Mi sa che la totale ignoranza aziendale ed economica è tutta tua. Ma come vi assumono in MS? Neppure un corso base, niente?
    Vedi, lo dici tu, il tuo astio è
    legato al fatto che queste persone non sono
    ricche, quindi le tue argomentazioni, oltre
    che da un'esigenza politica nascono anche
    dall'INVIDIA.
    Guarda, l'argomentazione dell'invidia ha stufato anche i santi. Aggiornati, fa qualcosa, ma lascia perdere 'sta roba. E per quanto riguarda l'esigenza politica, ma chi sei tui per dire che la gente non può averne? Voi in ditta magari non potete, ma la gente normale può.
    Politica, politica, politica, questa
    è politica, mi ricorda tremendamente
    l'autarchismo fascista.
    Orrore! Gente che vorrebbe industria e lavoro nel proprio paese! Pazzesco, dove si è mai sentito!

    siamo veramente alla Calunnia e Diffamazione.L'attività giornaliera di MS nei confronti della concorrenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    C'è veramente poco da vantarsi: PDF
    è un formato CLOSED e proprietario.PDF è uno standard, e in quanto tale ci sono le specifiche. Altrimenti, secondo te come faceva a starci dentro Open Office?Non è altrettanto per .doc. Io non posso scaricarmi la documentazione su come viene realizzato un .doc, perchè non esiste, neanche a pagamento.
    Non solo, ma non è come un documento
    word che lo apri e ci scrivi dentro: a meno
    di non comprare il prodotto dell'Adobe
    concepito all'uopo, un pdf non lo puoi
    modificare.Infatti PDF è un formato portabile per la stampa: per altri utilizzi c'è il plain text, c'è xml (come xhtml o sxw di OOo) o rtf, al limite.
    Quante chiacchiere da bar e quante
    contraddizioni albergano nel favoloso mondo
    di Linux e dell'open source, non si riesce
    più a starci dietro da quante sono.Forse dovresti provarlo, prima di parlare.
  • Anonimo scrive:
    Re: sul mission critical
    - Scritto da: Anonimo
    puoi per esempio usare java.
    la ditta in cui sono ora ha sviluppato tutto
    un set di librerie che li gli permettono in
    poco tempo di mettere in piedi applicazioni
    client server basate su database per fare
    praticamente quello che volgiono.
    certo il tempo impiegato per svilupparlo
    è stato lungo però una volta
    che lo hai messo in piedi e funziona i tempi
    di sviluppo scendono a disegnare 4
    interfacce in jbuilder e fare un po' di
    logica locale.

    bye byeMolto bello, un CASE fatto in casa, quindi? ( Computer Aided Software Engeneering )
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    Certo, come no, la vera realtà
    è che:

    1) Gli atenei italiani sono tutti di destra,
    anzi, sono APOLITICI e APARTITICICi sono professori di destra e sinistra, ci sono studenti e associazioni studentesche di destra e sinistra. Ce n'è per tutti i gusti.Mai stato ad una assemblea?
    2) Linux è UNIX ed è
    costosissimoLinux non è unix, il costo dipende. Può essere gratuito, ma se vuoi assistenza tipo Red Hat paghi e anche bene.
    3) Linux è il sistema operativo
    Desktop di tipo Unix presente su tutti i
    Desktop del mondoSicuramente è il sistema tipo Unix più diffuso per il desktop. Le cifre lo danno sopra al Mac.
    Immagino che così ti vada bene.Fai tu.Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Personalmente uso Office in azienda ed

    OpenOffice per diletto, ma non vedo la

    grande differenza che dovrebbe far

    propendere un'utente al pagamento di una

    profumata licenza.



    Per scrivere lettere e fare fogli di
    calcolo

    non è necessario per niente
    scegliere

    e pagare Microsoft perchè tutte
    le

    funzioni (e sono tante) sono presenti in

    OpenOffice gratis.



    Tralatro in Office non è
    già

    presente il salvataggio dei documenti in

    formato PDF, cosa che invece OpenOffice

    ha! :)

    C'è veramente poco da vantarsi: PDF
    è un formato CLOSED e proprietario.

    Non solo, ma non è come un documento
    word che lo apri e ci scrivi dentro: a meno
    di non comprare il prodotto dell'Adobe
    concepito all'uopo, un pdf non lo puoi
    modificare.

    Quante chiacchiere da bar e quante
    contraddizioni albergano nel favoloso mondo
    di Linux e dell'open source, non si riesce
    più a starci dietro da quante sono.mai creato un pdf a partire da LaTeX, vero ?
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: FDG
    - Scritto da: YureW


    Il pacioccone dice che tanti
    programmatori

    in gambissima lavorano per MS, mentre

    quattro gatti rincoglioniti sviluppano

    Linux.

    Solito letame spalato sugli altri. Lo fanno
    sempre. Chiedi a chi ha fatto colloqui per
    andare a lavorare da loro in america. Prima
    lo facevano con Netscape, Sun, ora con gli
    sviluppatori di linuxm IBM & co. Siamo
    fighi, siamo bravi, gli altri sono merde,
    bla bla bla...Esattamente quello che fanno quelli dell'open source e di Linux, né più né meno, anzi, spesso sono molto ma mooooooooolto più cafoni.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Linux NON E' Unix.





    Anzi, Linux è una
    scopiazzatura

    di


    Unix ( sembrerebbe che alcuni
    pezzi sono


    stati addirittura copiati dal vero
    SCO

    UNIX


    ) che ha sostituito quella fascia
    di

    mercato


    x86 occupata proprio dallo SCO UNIX

    che, tra


    l'altro, non era completamente
    closed


    perché permetteva, previo

    accordo di


    licenza, di visionare il codice (
    vedi

    che


    succede a lasciar visionare il
    proprio


    codice? copiando di qua e copiando
    di

    la,


    gli dai un dito e ti prendono il

    braccio! )



    ma te fumi crack

    Certo, come no, la vera realtà
    è che:

    1) Gli atenei italiani sono tutti di destra,
    anzi, sono APOLITICI e APARTITICIno, ma che c'entra l'appartenenza politica con la scelta del SO ? ma che costi avrebbe un corso di sistemi operativi all'università se si usasse solo win ?
    2) Linux è UNIX ed è
    costosissimolinux è un SO di tipo unix (a meno che tu sappia dirmi a quale altro sistema soperativo assomiglia)
    3) Linux è il sistema operativo
    Desktop di tipo Unix presente su tutti i
    Desktop del mondomi basterebbe che fosse diffuso almeno quanto basta per creare una vera concorrenza, e che certi loschi personaggi la smettessero di cercare 'scappatoie' tipo i brevetti sw o palladium per rimpolpare un monopolio che già esiste.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    Personalmente uso Office in azienda ed
    OpenOffice per diletto, ma non vedo la
    grande differenza che dovrebbe far
    propendere un'utente al pagamento di una
    profumata licenza.

    Per scrivere lettere e fare fogli di calcolo
    non è necessario per niente scegliere
    e pagare Microsoft perchè tutte le
    funzioni (e sono tante) sono presenti in
    OpenOffice gratis.

    Tralatro in Office non è già
    presente il salvataggio dei documenti in
    formato PDF, cosa che invece OpenOffice
    ha!   :)C'è veramente poco da vantarsi: PDF è un formato CLOSED e proprietario.Non solo, ma non è come un documento word che lo apri e ci scrivi dentro: a meno di non comprare il prodotto dell'Adobe concepito all'uopo, un pdf non lo puoi modificare.Quante chiacchiere da bar e quante contraddizioni albergano nel favoloso mondo di Linux e dell'open source, non si riesce più a starci dietro da quante sono.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    Linux NON E' Unix.



    Anzi, Linux è una scopiazzatura
    di

    Unix ( sembrerebbe che alcuni pezzi sono

    stati addirittura copiati dal vero SCO
    UNIX

    ) che ha sostituito quella fascia di
    mercato

    x86 occupata proprio dallo SCO UNIX
    che, tra

    l'altro, non era completamente closed

    perché permetteva, previo
    accordo di

    licenza, di visionare il codice ( vedi
    che

    succede a lasciar visionare il proprio

    codice? copiando di qua e copiando di
    la,

    gli dai un dito e ti prendono il
    braccio! )

    ma te fumi crackCerto, come no, la vera realtà è che:1) Gli atenei italiani sono tutti di destra, anzi, sono APOLITICI e APARTITICI2) Linux è UNIX ed è costosissimo3) Linux è il sistema operativo Desktop di tipo Unix presente su tutti i Desktop del mondoImmagino che così ti vada bene.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo




    vanno a finire tutte le risorse


    che MS



    ha?







    Nello sviluppo di Windows e di

    Office.





    E il FUD dove lo metti, guarda che
    per


    realizzarlo ci vogliono
    soldi.........



    Non è vero che ci vogliono
    soldi: la

    marea di FUD pro-Linux che impesta la
    rete

    è del tutto gratuito.

    non sai neanche il significato della parola
    FUD?
    il FUD non può essere "pro" ma solo
    "contro"Quindi il FUD di Microsoft è contro Microsoft?Sbagli, il FUD di Microsoft è contro, per esempio, Linux, ed è pro-Microsoft: chi abbocca al FUD rimane sotto le ali prottetive di Microsoft.Il FUD di voi del Linux, è contro Linux?Sbagli, infondendo paura sulle piattaforme proprietarie o su Microsoft, portate l'acqua al vostro mulino perché quelli che abboccano alle vostre chiacchiere da Bar si rivolgeranno a voi invece che a Microsoft.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Peraltro la superirità di Linux
    su

    Windows in molti campi (non in tutti,
    per

    diverse cose rimane superiore windows)

    è dimostrata anche dal fatto che
    nei

    corsi di Laurea in informatica, qundo si

    parla di sistemi operativi si usa Linux
    e

    comunque un sistema Unix.

    Si usa Linux perché
    l'università italiana è
    politicizzata e strapiena di professori di
    Sinistra ( lo dico io che, scelto il meno
    peggio, sto da sempre a sinistra ) e Linux
    rappresenta una scelta politica di Sinistra
    per i suoi contenuti ideologici del
    "software libero" ( comunismo puro ); cosa
    ancora più importante: Linux si
    può scaricare e installare gratis.

    Linux non è Unix ma è un clone
    povero di Unix, infatti Linux è
    prodotto GNU e GNU e' un'acronimo ricorsivo
    che significa "Gnu is Not Unix", leggi bene
    "NOT UNIX", significa "GNU NON E' UNIX"
    quindi:

    Linux NON E' Unix.

    Anzi, Linux è una scopiazzatura di
    Unix ( sembrerebbe che alcuni pezzi sono
    stati addirittura copiati dal vero SCO UNIX
    ) che ha sostituito quella fascia di mercato
    x86 occupata proprio dallo SCO UNIX che, tra
    l'altro, non era completamente closed
    perché permetteva, previo accordo di
    licenza, di visionare il codice ( vedi che
    succede a lasciar visionare il proprio
    codice? copiando di qua e copiando di la,
    gli dai un dito e ti prendono il braccio! )ma te fumi crack
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    Peraltro la superirità di Linux su
    Windows in molti campi (non in tutti, per
    diverse cose rimane superiore windows)
    è dimostrata anche dal fatto che nei
    corsi di Laurea in informatica, qundo si
    parla di sistemi operativi si usa Linux e
    comunque un sistema Unix. Si usa Linux perché l'università italiana è politicizzata e strapiena di professori di Sinistra ( lo dico io che, scelto il meno peggio, sto da sempre a sinistra ) e Linux rappresenta una scelta politica di Sinistra per i suoi contenuti ideologici del "software libero" ( comunismo puro ); cosa ancora più importante: Linux si può scaricare e installare gratis.Linux non è Unix ma è un clone povero di Unix, infatti Linux è prodotto GNU e GNU e' un'acronimo ricorsivo che significa "Gnu is Not Unix", leggi bene "NOT UNIX", significa "GNU NON E' UNIX" quindi:Linux NON E' Unix.Anzi, Linux è una scopiazzatura di Unix ( sembrerebbe che alcuni pezzi sono stati addirittura copiati dal vero SCO UNIX ) che ha sostituito quella fascia di mercato x86 occupata proprio dallo SCO UNIX che, tra l'altro, non era completamente closed perché permetteva, previo accordo di licenza, di visionare il codice ( vedi che succede a lasciar visionare il proprio codice? copiando di qua e copiando di la, gli dai un dito e ti prendono il braccio! )
  • Guybrush scrive:
    Linux e Windows, luci e ombre
    Ho quattro server, due M$ 2000, un application server basato su Win 2000 Pro (che fa solo da supporto, connessioni e attivita' sono gestite da altro) e un proxy/firewall linux a cui e' affidata la sicurezza del front-end, vale a dire la fibra ottica che viene da fastweb e dalla quale ogni giorno proviene ogni sorta di nefandezze. O almeno cosi' dice il log...I due Win 2000 server hanno da sempre avuto qualche problemino, al punto che ogni tanto (a turno) vanno formattati.L'application server pure, anche se meno di rado e' stato formattato due volte da che l'ho attivato. Chi non ha MAI, dico, MAI fatto una piega e' il server linux, una ormai vecchia redhat 7.3 che sta li' e quasi mi dimentico che esiste.Cioe'... se avessi avuto un win 2000 server con sopra M$ ISA, avrei pagato uno sproposito ogni tot anni per la licenza e il rinnovo.Si, vabbe', avrei avuto l'assistenza a prezzi molto convenienti... ma con il server linux ho pagato l'installazione e basta... all'azienda e' costata MOLTO MENO di ISA e i fatti provano che si e' rilvelata adatta. Fatti, non pugnette... Cosi' come e' un fatto che M$ SQL Server e' di gran lunga superiore a Oracle e riesce a tener testa a MYSQL quanto a prestazioni (non con il prezzo: SQL Server costa assai), ma e' fuori di dubbio essere un prodotto estremamente robusto, affidabile e performante... pare quasi che non sia stata microsoft a crearlo! Di buono M$ ha anche un'altra cosa: MSDN, e indubbiamente si tratta di uno strumento utilissimo per uno sviluppatore, e' inutile negarlo. Avere in punta di mouse tutta la documentazione su ogni oggetto, API, classe ecc... ecc... ecc... a partire dalle MFC, con esempi di codice commentato a dovere... e' semplicemente troppo comodo.E insomma, M$ e' lammerda sotto alcuni aspetti e sotto altri no, cosi' come e' pur vero che linux non e' ancora maturo sotto alcuni aspetti... in primis la presenza di videogiochi, l'unico modo serio per attirare utenti.Nel frattempo M$ li sta allontanando a calci con il blocco degli upgrade. Meglio. Il pinguino crescera' ancora un po'...
    GT
  • Anonimo scrive:
    Re: Windows e la M$ hanno i loro pregi..

    Linux non è pronto per il computing mission-critical?
    onestamente affidereste il controllo di una centrale
    nucleare a windows? ehehhee... forse l'hai detto solo come battuta, ma se leggi bene la eula dello zio guglielmo scoprirai che:"...and is not designed, manufactured, or intended for use or resale as on-line control equipment in hazardous environments requiring fail-safe performance, such as in the operation of nuclear facilities, aircraft navigation or communication systems, air traffic control, direct life support machines, or weapons systems...."pero' doom gira bene.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    vanno a finire tutte le risorse

    che MS


    ha?





    Nello sviluppo di Windows e di
    Office.



    E il FUD dove lo metti, guarda che per

    realizzarlo ci vogliono soldi.........

    Non è vero che ci vogliono soldi: la
    marea di FUD pro-Linux che impesta la rete
    è del tutto gratuito.non sai neanche il significato della parola FUD?il FUD non può essere "pro" ma solo "contro"
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Segfault

    - Scritto da: YureW


    Sì: c'è
    stupidità e


    marciume a livelli incredibili.



    Vero, tuttavia non posso fare a meno di

    notare che le cose stanno pian pianino

    cambiando anche qui in Italia.



    Ho saputo che nella mia vecchia scuola

    superiore stanno abbandonando M$ Office
    in

    favore di OpenOffice e tutti i PC a

    disposizione degli utenti hanno oramai

    preinstallato sia Windows che Linux.

    Perchè non hanno soldi, mica per
    altro, quando ( se ) arriveranno soldi
    vedrai fioccare Macintosh e Windows come una
    volta ( speriamo i primi ).


    Un passo avanti direi... speriamo che
    molte

    Un passo indietro piuttosto.


    altre scuole seguano l'esempio e
    smettano di

    sprecare i già pochi soldi
    dedicati

    all'istruzione in inutili licenze il cui

    unico scopo è di portare via

    ricchezza dall'Italia.

    Ricchi ma analfabeti informatici?

    Guarda, se dovessimo proprio cominciare a
    trattenere la ricchezza in Italia sarebbe
    meglio cominciare da qualche altra parte
    piuttosto che da Microsoft, per esempio, con
    tutta la mafia che abbiamo noi, i soldi per
    le licenze Microsoft sono solo bruscolini.

    Poi dite che Linux non è una scelta
    politica ed ideologica vero? Che coraggio
    che avete.ma che idiozia... secondo te la mafia preferisce costose 'forniture' si sw a pagamento sul quale può lucrare (mazzette) o sw ottenibile gratuitamente o a costi bassissimi ?
  • Anonimo scrive:
    Buffonate a go-go da M$
    [quote]"Chi è responsabile per la sicurezza del kernel Linux? - si è chiesto - Red Hat si prende quella responsabilità? Non può, perché non produce il kernel Linux. Produce una distribuzione". Le cose invece andrebbero diversamente a suo dire nel mondo del software proprietario dove "i clienti di Microsoft sanno che noi ci prendiamo le nostre responsabilità, sanno che avranno upgrade e patch".[/quote]Semmai, tutti quelli che usano linux contribuiscono alla sicurezza del sistema, che, ovviamente, può essere aggiornata in tempi brevissimi.I clienti di M$ non sanno dell'esistenza di linux, ECCO il perchè prendono il loro OS. Inoltre, se per sicurezza loro intendono una specie di BloatWare che corregge un Critical Mass con buchi continui, mio DIO, di certo non è per competenze che han tutti quei soldi, ma per aver saputo sfruttare l'ebetagine delle persone.Ragioniamo, l'ultimo enorme upgrade di WinXP, il famoso Service Pack 2, ha causato un fotio di problemi. Per M$ la sicurezza è: "Ti sei dimenticato di aggiornare il sistema operativo, oppure, ti sei dimenticato di aggiornare l'antivirus ecc...".
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    vanno a finire tutte le risorse
    che MS

    ha?



    Nello sviluppo di Windows e di Office.

    E il FUD dove lo metti, guarda che per
    realizzarlo ci vogliono soldi.........Non è vero che ci vogliono soldi: la marea di FUD pro-Linux che impesta la rete è del tutto gratuito.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    sì, c'è qualcosa che non va
    nel tuo ragionamento:

    1) i prodotti Linux non sono migliori di
    quelli di Microsoft, a volte, eventualmente,
    sono, eventualmente, un pò più
    stabili, ma sono meno produttivi e
    funzionali
    Non esistono "prodotti Linux", non è mica la Despar
    2) la Microsoft non fa tutta la
    pubblicità che credi, anzi, ne fa
    pochissima, la pubblicità la fa con
    il contagocce fino ad assumere toni nonsense
    come i tot centesimi a transazione;
    Microsoft fa quello che voi vi sognate:
    ricerca e sviluppo, ...Taglio "il pericolosissimo cantiere sempre aperto", che è molto suggestivo ma non c'entra una mazza, e resto interessato a vedere qual'è il risultato della "ricerca e sviluppo" di MS: anche la più scalcagnata università italiana, con bilanci pari ad un millesimo di quello MS, spara fuori più innovazione, in decine di campi diversi, che non MS. Dove vanno i soldi? Non dirmi in Office e Media Player, per favore, che bastano quattro ragazzi capaci di programmare decentemente in C per farti in un paio di mesi un player migliore di quello. Lavorando nel tempo libero, dopo i compiti delle scuole medie.

    3) La Microsoft non produce auto. E' un
    paragone strampalato un pò comeStrampalato sì, ma a sfavore di MS: se producesse auto potrebbe giustificare spese per materie prime, ma non produce auto e quindi non ha spese per materie prime. Dove li spende 'sti soldi?
    quello, usato da mister Stallman, che per
    fare proseliti al software libero, dice che
    ricette di cucina e software sono la stessa
    cosa ( e se solo per ipotesi, prendessimo
    sta panzana per vera, dove le mettiamo le
    ricette segrete della nonna, le ricette
    dello chef? e poi, andado oltre, pensi
    davvero che una pizza sia fatta solo dei
    suoi ingredienti? ingenuo ingenuo )Gli algoritmi sono algoritmi, e sono indipendenti dalla loro codifica e dalla loro rappresentazione.Per quanto riguarda l'ingenuo, grazie, ma non sono io quello che crede alle boiate di Gates, Ballmer e sgherri vari. Ingenuo, ma il sistema che ho sulla macchina funziona, e gratis.Paga e guarda schermi blu, risultato sicuro di miliardi spesi in ricerca e sviluppo.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Segfault
    - Scritto da: YureW

    Sì: c'è stupidità e

    marciume a livelli incredibili.

    Vero, tuttavia non posso fare a meno di
    notare che le cose stanno pian pianino
    cambiando anche qui in Italia.

    Ho saputo che nella mia vecchia scuola
    superiore stanno abbandonando M$ Office in
    favore di OpenOffice e tutti i PC a
    disposizione degli utenti hanno oramai
    preinstallato sia Windows che Linux.Perchè non hanno soldi, mica per altro, quando ( se ) arriveranno soldi vedrai fioccare Macintosh e Windows come una volta ( speriamo i primi ).
    Un passo avanti direi... speriamo che molteUn passo indietro piuttosto.
    altre scuole seguano l'esempio e smettano di
    sprecare i già pochi soldi dedicati
    all'istruzione in inutili licenze il cui
    unico scopo è di portare via
    ricchezza dall'Italia.Ricchi ma analfabeti informatici?Guarda, se dovessimo proprio cominciare a trattenere la ricchezza in Italia sarebbe meglio cominciare da qualche altra parte piuttosto che da Microsoft, per esempio, con tutta la mafia che abbiamo noi, i soldi per le licenze Microsoft sono solo bruscolini.Poi dite che Linux non è una scelta politica ed ideologica vero? Che coraggio che avete.
  • Madder scrive:
    Re: AHAHAHAHAHAH!
    È davvero l'unica cosa da fare... ridergli in faccia. Il migliore troll che abbia mai letto... si vede che è davvero un troll professionista ! Madder
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Proprio la cosa che sfugge, secondo me, a
    chi è contento del monopolio MS:
    venti sistemi operativi concorrenti di venti
    aziende diverse significherebbe un numero 20
    volte maggiore di sviluppatori impegnati in
    quel settore. Una di quelle aziende potrebbe
    essere italiana.
    Ed invece bisogna star qui a sentire gli
    utonti e gli astroturfer tutti contenti di
    servire un padrone che non li caga neanche,Un padrone come questo? http://snipurl.com/ahx0
    felici di non poter scegliere prodotti
    diversi come in ogni altro settore, da
    quello automobilistico a quello della
    prostituzione, ogni utente può fare.Scegliere come si può fare con il link di cui sopra?
    solo Zarquon lo sa. Dove vadano a finire i
    soldi che MS raccoglie a secchi è
    appunto la cosa che mi piacerebbe sapere.Che c'entra questo con l'informatica? COSA C'ENTRA QUESTO? Sono fatti loro se sono ricchi o poveri.
    Sì: c'è stupidità e
    marciume a livelli incredibili.Sì: c'è stupidità emarciume a livelli incredibili.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Segfault

    Eppure produce di meno. Possibile? Ma
    che

    fine fanno le risorse?

    è molto semplice, lasciano le tue
    tasche (quando compri un software M$) e
    vanno tutte a finanziare la realizzazione
    della casa ipertecnologica di Billy (spero
    che si affidi ad una software-house esterna
    se non vuole rimanere bloccato nel bagno a
    causa di un bug).
    La cosa triste è che queste risorse
    finanziarie lasciano l'Italia per sempre.
    Si tratta quindi di soldi che noi italiani
    stiamo regalando ad una azienda straniera
    pur sapendo che questi soldi mai e poi mai
    torneranno nelle nostre tasche.Questa è POLITICA, voi di Linux dato che non avete altri appigli, alla fine, la buttate in politica, tranne che gridare "no non è vero" quando qualcuno ve lo fa notare.
    Hai fatto benissimo a sottolineare che per
    produrre 10000000 copie di software si fa la
    medesima "fatica" di produrre una copia sola
    e che quindi non è affatto necessario
    assumere altri programmatori (e quindi la
    ricchezza non si redistribuisce ma ristagna
    nelle tasche di pochi già ricchi che
    di soldi non hanno proprio bisogno). QuelloQuesta è ancora politica e denota tua totale ignoranza aziendale ed economica, avere una rete di distributori per distribuire 10000000 copie di software non è assolutamente la stessa cosa di distribuirne una copia sola, poi non parliamo di tutto quello che ci sta dietro.
    che voglio far notare io è che queste
    persone non solo sono già
    estremamente ricche... ma non sono neancheVedi, lo dici tu, il tuo astio è legato al fatto che queste persone non sono ricche, quindi le tue argomentazioni, oltre che da un'esigenza politica nascono anche dall'INVIDIA.
    italiane! Ecco quindi che molti miliardi
    (pensate a quante licenze siano necessarie
    semplicemente in una scuola) lasciano
    l'Italia per non tornare più.C'è un contratto e in cambio di qualcosa viene fornito qualcos'altro.
    Miliardi che potrebbero essere invece usati
    per pagare sviluppatori LOCALI e quindi
    creare RICCHEZZA in ITALIA.Politica, politica, politica, questa è politica, mi ricorda tremendamente l'autarchismo fascista.
    Ma cosa sto dicendo... la M$ non solo riceve
    soldi di licenze da tutto il mondo... ma ora
    si mettono pure a ricevere bonus da giudicinon solo riceve soldi di licenze da tutto il mondo, ma ora l'unione degli invidiosi del mondo gli fa pure i conti i tasca! d'altronde noi siamo il paese dove tutti sono dirigenti, allenatori di calcio ed ora, anche esperti di computer, anzi, di Linux.
    corrotti come il giudice che ha condannato
    il virus-writer a risarcire M$ per un bug
    nei software M$... siamo veramente
    all'apoteosi della stupidità.siamo veramente alla Calunnia e Diffamazione.
  • FDG scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo
    scusa, una curiosità ma Linux come fa
    fronte al problema?basta non scrivere sul disco nel primo posto che ti capita, come fa windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oste
    - Scritto da: Anonimo
    PS: chi avrebbe detto che non esistono virus
    su linux? Gli stessi che dicono che non ci
    sono bug su linux? Sono due cose differenti. Bug ce ne sono stati, ce ne sono, ce ne saranno. Di virus come su windows, per linux non ne ho mai sentiti.A meno che tu non intenda i tentativi via rpm del tipo "installami, installami da root!"
    Ma si possono trovare
    questi tizi? Dove sono? Ma che sistema
    operativo usano? Non linux, presumo...
    Quando installi MDK ti viene fuori la
    pubblicità di un'antivirus e te lo
    consigliano...Bravo, ti sei chiesto il perchè? Come al solito, documentarsi sarebbe troppo difficile vero?Te lo spiego io: in reti miste, se amministri una rete di client windows hai *bisogno* di un antivirus per windows... e se le amministri da linux? Come fai? Ecco come fai:http://old.antivir.ru/english/dsav_toolkit/drwebunix.htmDr.Web® for Linux, FreeBSD, Solaris (x86) software provides real-time anti-virus protection for mail and Samba file servers,SAMBA, sai cosa ci fai con SAMBA vero? Se no, RTFML'antivirus è per windows, non per linux.Sempre più Asilo Informatico, vedo...
  • FDG scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Il pacioccone dice che tanti programmatori
    in gambissima lavorano per MS, mentre
    quattro gatti rincoglioniti sviluppano
    Linux.Solito letame spalato sugli altri. Lo fanno sempre. Chiedi a chi ha fatto colloqui per andare a lavorare da loro in america. Prima lo facevano con Netscape, Sun, ora con gli sviluppatori di linuxm IBM & co. Siamo fighi, siamo bravi, gli altri sono merde, bla bla bla...
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Vabbé, riassumendo: MS guadagna come
    e più di una casa automobilistica.
    Spende meno per immobili, attrezzature e
    personale. Fa la stessa pubblicità.
    Eppure produce di meno. Possibile? Ma che
    fine fanno le risorse?
    Se Volkswagen lavorasse come MS, farebbe uno
    o due modelli ogni 4 anni, con non
    più di tre motorizzazioni ciascuno. E
    per di più sarebbero modelli pieni di
    difetti, tanto che dovrebbero essere
    richiamati ogni due mesi per mettere a posto
    qualche grana.
    Ma è possibile?
    C'è qualcosa che non va.sì, c'è qualcosa che non va nel tuo ragionamento:1) i prodotti Linux non sono migliori di quelli di Microsoft, a volte, eventualmente, sono, eventualmente, un pò più stabili, ma sono meno produttivi e funzionali2) la Microsoft non fa tutta la pubblicità che credi, anzi, ne fa pochissima, la pubblicità la fa con il contagocce fino ad assumere toni nonsense come i tot centesimi a transazione; Microsoft fa quello che voi vi sognate: ricerca e sviluppo, e ve lo sognate perché nonostante Linux sia un pericolosissiom cantiere perennamente aperto, serve solo ai sistemisti per assumere il controllo totale di un'azienda ( l'azienda al servizio dei sistemisti invece che il contrario ), Linux aborre i programmatori.3) La Microsoft non produce auto. E' un paragone strampalato un pò come quello, usato da mister Stallman, che per fare proseliti al software libero, dice che ricette di cucina e software sono la stessa cosa ( e se solo per ipotesi, prendessimo sta panzana per vera, dove le mettiamo le ricette segrete della nonna, le ricette dello chef? e poi, andado oltre, pensi davvero che una pizza sia fatta solo dei suoi ingredienti? ingenuo ingenuo )
  • Anonimo scrive:
    concorrenza
    quando qualcuno parla della "concorrenza"in questi termini, vuol dire che ne ha il TeRrOrE.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    ....oppure le risorse le spende quasi tutte
    in qualcosa che non dice....

    Le risorse vengono spese in
    pubblicità, ed è questa la
    vera forza di M$... aggiungerei che spende molto nel creare interfacce utente accattivanti che e' la cosa che colpisce di piu' l'utente medio
  • Collimate scrive:
    AHAHAHAHAHAH!
    AHAHAHAHAHAH!
  • Anonimo scrive:
    Ecco M$oft ed i suoi rappresentanti
    http://www.comics.com/comics/dilbert/archive/images/dilbert20050112205629.gif
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux Mission Critical
    caro panciafichista centrosocial-noglobal, devi poi sapere che senza ricerca militare non avresti i calcolatori, i satelliti, la carne in scatola, i punti-cerotto, l'airbag, i disinfettanti e antidolorifici in gel, i coltelli milleusi, e qualche zilione di altre tecnologie fighissime con cui te la cali tutto il santo giorno con le chiappe al calduccio nell'Occidente grasso e pigro, a blaterare di "pace" con i cenci colorati in mezzo a gente che, se non fossero arrivati gli amerikani armati fino ai denti a levare le castagne dal fuoco, a quest'ora la "pace" l'avrebbe trovata, sì ma quella eterna, passando dai camini dei forni crematori, nei pogrom o in qualche bel gulag...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo
      caro panciafichista centrosocial-noglobal,
      devi poi sapere che senza ricerca militare
      non avresti i calcolatori, i satelliti, la
      carne in scatola, i punti-cerotto, l'airbag,
      i disinfettanti e antidolorifici in gel, i
      coltelli milleusi, e qualche zilione di
      altre tecnologie fighissime con cui te la
      cali tutto il santo giorno con le chiappe al
      calduccio nell'Occidente grasso e pigro, a
      blaterare di "pace" con i cenci colorati in
      mezzo a gente che, se non fossero arrivati
      gli amerikani armati fino ai denti a levare
      le castagne dal fuoco, a quest'ora la "pace"
      l'avrebbe trovata, sì ma quella
      eterna, passando dai camini dei forni
      crematori, nei pogrom o in qualche bel
      gulag...... invece c'è qualche simpatico ragazzone con gli occhiali e la divisa da marines che mette gli iracheni nudi uno sopra l'altro e poi una bellissima soldatessa col sorriso smagliante si mette un guanto e infila una mano intera nell'ano dei suddetti...
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux Mission Critical
    Sì, bravo.Ora apri il tuo mailer e chiedi a ciascuno di questi "centri prestigiosi" quanto hanno paciugato sul sistema per renderlo minimamente usabile per i loro scopi. Se trovi qualcuno che ci ha buttato meno di sei mesi-uomo, faccelo poi sapere.linux fa comodo alle università e simili SOLO E UNICAMENTE perché non costa una cefola di licenza e possono modificarlo come gli pare per usi interni, usando l'abbondante manodopera a costo zero che si ritrovano: studenti, laureati frequentatori, dottorandi, postdoc, ricercatori, tecnici laureati...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo
      Sì, bravo.

      Ora apri il tuo mailer e chiedi a ciascuno
      di questi "centri prestigiosi" quanto hanno
      paciugato sul sistema per renderlo
      minimamente usabile per i loro scopi. Se
      trovi qualcuno che ci ha buttato meno di sei
      mesi-uomo, faccelo poi sapere.

      linux fa comodo alle università e
      simili SOLO E UNICAMENTE perché non
      costa una cefola di licenza e possono
      modificarlo come gli pare per usi interni,
      usando l'abbondante manodopera a costo zero
      che si ritrovano: studenti, laureati
      frequentatori, dottorandi, postdoc,
      ricercatori, tecnici laureati...SOLO e UNICAMENTE?hai perfettamente ragione, del resto se hai un migliaio di pc per pagare un migliaio di licenze non e' un problema... e poi se si ha bisogno di qualcosa di particolare basta chiedere alla microsoft e la implementeranno subito per te!Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo
      Sì, bravo.grazie
      Ora apri il tuo mailer e chiedi no. Lo farai tu.il risultato comunque non cambia.linux è usabile per MISSION CRITICALQuesto dimostra la malafede del galoppino britannico MS il resto delle tue affermazio
  • Anonimo scrive:
    Me la prendo io, la responsabilita' ...
    ... per Linux. Ovviamente, come fa la Microsoft.Avete un problema su Linux? Eccovi la soluzione!Allora, per prima cosa prendete la vostra carta dicredito, poi telefonate al numero 899.000.000 (ilnumero addebita 8 euro di scatto alla risposta,ma solo per rientrare delle spese, eh?) e dettatelaall'operatore.Nel giro di una quindicina di giorni al massimo virichiamerà una gentilissima signorina per saperequal è il problema (abbiate pazienza perchè nonse ne intende di computer, l'abbiamo scelta soloper la voce suadente); lei vi rilascerà un ticket,grazie al quale potrete ritirare la vostra ricevutadi pagamento del servizio.Se i nostri tecnici, poi, avranno il tempo di risolvereil vostro problema, verrete sicuramente contattatiprima o poi, e con un modico esborso aggiuntivopotrete sapere qual è il modo giusto per scaricarela patch che fa per voi tra le migliaia disponibili, oqual è il rivenditore più vicino per acquistare lanuova versione di Linux 2005, il nostro nuovosistema operativo che risolve tutti i problemi diquelli precedenti.Avete un problema su Linux 2005? Eccovi la soluzione!Allora, per prima cosa prendete la vostra carta dicredito, ...
  • iced scrive:
    Chiedi all'oste se il SUO vino è buono?
    Ma che cavolo di notizia pubblicate? Che cosa avrebbe potuto dire un dipendente MS di MS???Ma come fate a essere un giornale serio?MA PER PIACERE!
  • Anonimo scrive:
    Mc Grath, Mc Bride.....
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è un sistema...
    Si chiama MACH non MAC...www-2.cs.cmu.edu/afs/cs/ project/mach/public/www/mach.html
  • XeroKelvin scrive:
    Microsoft si prende le responsabilità?
    Ma cosa vuol dire per MacGrath prendersi le responsabilità? Per me vuol dire che se un io server viene hackerato a causa di una vulnerabilità di windows io allora ho il diritto al risarcimento danni da parte di mcrosoft perchè esiste nel loro prodotto un vizio di forma!!!Queste sono le responsabilità, e non pubblicare in ritardo 200MB di patch che io devo scaricare a spese mie e con il mio tempo.O la microsoft è così potente che decide anche sul significato di responsabilità?Questi signori della microsoft mi fanno ridere, continuano a prendere per i fondelli milioni di utenti e di aziende che non sanno quanto scarso è il sistema che fanno girare sulle loro macchine. Ma si sa! L'ignoranza dilaga sempre più e Microsoft può continuare a fare profitti folli...salutixerokelvin P.S: c:format /q(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: windows Mission Critical
    - Scritto da: Anonimo
    Questo invece è quello che succede
    quando si usa windows in situazioni mission
    critical ...
    Nel settembre del 1997, l'incrociatore
    lanciamissili USS Yorktown, comandato da un
    avanzatissimo sistema di gestione
    computerizzata basato su Windows NT, va in
    crisi per un buffer overflow che costringe
    la nave a restare paralizzata in mare per
    due ore. Fortunatamente non si tratta di una
    missione, ma di un'esercitazione...
    fonte:
    www.attivissimo.net/quotes_and_mistakes/errorQuesto perche' windous e' fondalmentalmente pacifista, mntre Linux e' rosso e cattivo.javascript:emo('(troll)','')
  • Anonimo scrive:
    Ma non parlano male di Unix!
    Fortunatamente non parlano male di Unix.Infatti i migliori server sono Unix o Linux in tutte le loro varianti.Sapete un'altra cosa?Su una rivista c'è una pubblicità della Micro$oft che dice "Con Linux non risparmiate nei costi di gestione, con Microsoft Windows Server 2003 si"
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    Il maiuscolo serve per urlare.Non urlare, dai fastidio e non acquisti più autorevolezza.
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    Per Linux ne esistono almeno 5 (Di FS decenti)
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    Dimentichi:Ci sono più virus perchè è più diffuso.Era il più colpito da virus e bug già quando era 1.0......ma allora era agli inizi dello sviluppo... ... e adesso è il più diffuso...
  • Anonimo scrive:
    Re: tipo?
    - Scritto da: PowerPC


    Nello sviluppo di Windows e di Office.
    Siamo

    alla versione 2003, il so comprende
    servizi

    che in Linux ancora non si sente nemmeno

    l'odore

    tipo?Il salvataggio in formato PDF di OpenOffice forse! :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    Personalmente uso Office in azienda ed OpenOffice per diletto, ma non vedo la grande differenza che dovrebbe far propendere un'utente al pagamento di una profumata licenza.Per scrivere lettere e fare fogli di calcolo non è necessario per niente scegliere e pagare Microsoft perchè tutte le funzioni (e sono tante) sono presenti in OpenOffice gratis.Tralatro in Office non è già presente il salvataggio dei documenti in formato PDF, cosa che invece OpenOffice ha! :)
    Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo
    alla versione 2003, il so comprende servizi
    che in Linux ancora non si sente nemmeno
    l'odore e l'office è semplicemente il
    sw più usato al mondo, anche su Linux
    si cerca o di emularlo o di cotruire
    qualcosa che faccia anche solo il 10% di
    simile.
    Per un genio come te non dovrebbe essere
    così difficile trovare un pò
    di documentazione al riguardo.
  • Anonimo scrive:
    Oste
    Chiedi all'oste se il suo vino è buono.Le interviste così lasciano il tempo che trovano.PS: chi avrebbe detto che non esistono virus su linux? Gli stessi che dicono che non ci sono bug su linux? Ma si possono trovare questi tizi? Dove sono? Ma che sistema operativo usano? Non linux, presumo... Quando installi MDK ti viene fuori la pubblicità di un'antivirus e te lo consigliano...
  • Anonimo scrive:
    Resposabilita' ?
    La Microsoft non si assume nessuna resposabilita' sui danni provocati dal suo sistema.Basta leggere le licenze MS e vi renderete conto che le cose stanno cosi'Per quanto riguarda i virus e' una questione di numeri ogni 1000 virus per Win ne viene fuori 1 per Linux.
  • Anonimo scrive:
    Re: il Vero Mission Critical
    - Scritto da: Segfault
    Certo, è facile essere venditori di
    fumo. è facile raggirare un cliente
    facendogli credere che le proprie mancanze
    tecniche sono in realtà colpa di un
    determinato software o hardware.Eh sì. Infatti è colpa nostra se HP Vee non gira sotto linux, ed è sicuramente colpa delle nostre enormi mancanze tecniche il fatto che sotto linux non esista un EDA da 20-30k euro lontanamente paragonabile con Mentor o Zucken-Redac. Così quel cliente, che ha ben 60 WS EDA CAD/CAM ed era stato intortato da una manica di cialtroni linux enthusiasts che poi hanno lasciato il lavoro a metà per manifesta incapacità e materiale impossibilità, alla fine ha relegato la sua bella Suse su due dignitosi Compaq Proliant che fanno solo da file e backup server con samba ed è tornato assai velocemente ad HP-UX e 2k Pro per le cose serie. Alla faccia della portabilità binaria e della "competenza" dei consulenti linux.Ma andé a ciapà dei ratt...
    • Vide scrive:
      Re: il Vero Mission Critical
      Non so se sono piu' scemi quelli che lo hanno intortato o quello che crede a tutto quello che gli dicono.Se hai delle applicazioni legacy di vitale importanza e non portabili grazie alla loro natura closed, che colpa ne ha Linux_ sei un cialtrone tu che non sai neanche di cosa hai bisogno.
  • Anonimo scrive:
    e io che sono pignolo...?
    io sono pignolo...quando qlcs non funziona o funziona male mi urta, mi infastidisce.Ho usato windows per molti anni (una decina) e c'era sempre da moccolare. Poi ho sbattuto la testa su linux...ho moccolato con linux per capire come funzionava e come farlo funzionare. Dopo un anno che usavo linux la partizione di winzoz l'ho cancellata. Ho sudato ma ORA SONO FELICE DI FARE QUELLO CHE IO VOGLIO FARE COL PC E NON QUELLO CHE IL PC MI PERMETTE DI FARE...e soprattutto che quando il mio pc crasha è perchè ho fatto un errore io e non perchè il software è buggato...se questo può contribuire ai VERI MITI DI LINUX ben venga... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Windows e la M$ hanno i loro pregi..
    ... di certo però non sono i dirigenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è un sistema...
    - Scritto da: Anonimo
    ...che offre tutti i vantaggi di *nix, tutti
    i vantaggi di Win, e nea aggiunge altri di
    suo.
    Avete già capito di cosa sto
    parlando... vero?
    PS: per i Linux-ari fanatici che salteranno
    fuori a dire che MacOSX ha copiato da *nix
    senza dare niente, consiglio prima di farsi
    un giro per scoprire com'è fatta
    *TUTTA* l'architettura di MacOSX, di
    studiarsi la storia di NeXT, e magari di
    scaricarsi Darwin-x86 (open source) per
    capire quanta differenza corre tra questo
    (che è effettivamente di derivazione
    BSD) e la versione *COMPLETA* di MacOSX
    Ad onor del vero MacOS X e' basato su un microkernel MAC (che non c'entra niente col marchio Apple, per capirci) e un set di servizi derivati da FreeBSD. Questo e' Darwin. Apple poi ci ha aggiunto tutto il suo framework di librerie + l'interfaccia grafica + frizzi e lazzi e ha fatto MacOS X tenenendo questa architettura estremamente *chiusa*. Si e' vero che e' una derivazione dagli sviluppi di NextStep ma anche NextStep (non ha caso) era basato su uno unix.Quindi tutta questa sicurezza del Mac e' semplicemente la conseguenza di aver adottato una archiettura del KERNEL (non di quello che viene visualizzato all'utente) di tipo unix-like (come lei stessa strombazza sulle sue pagine marketing) bon.Ciao
  • Anonimo scrive:
    C'è un sistema...
    ...che offre tutti i vantaggi di *nix, tutti i vantaggi di Win, e nea aggiunge altri di suo.Il tutto con molti meno problemi di sicurezza, nessun virus, e soluzioni complete per la maggior parte dei compiti, e soluzioni innovative (se non uniche) per molti settoriEsiste in diverse configurazioni, in rack per fare dei server, in desktop, in all-in-one, in diverse fascie di portatili, in un nuovo economicissimo modelloAvete già capito di cosa sto parlando... vero?ByePS: per i Linux-ari fanatici che salteranno fuori a dire che MacOSX ha copiato da *nix senza dare niente, consiglio prima di farsi un giro per scoprire com'è fatta *TUTTA* l'architettura di MacOSX, di studiarsi la storia di NeXT, e magari di scaricarsi Darwin-x86 (open source) per capire quanta differenza corre tra questo (che è effettivamente di derivazione BSD) e la versione *COMPLETA* di MacOSXPPS: gli Win-ari fanatici invece posso dire quello che vogliono (a vanvera), ma con tutti i problemi che ha Win farebbero meglio a stare zitti
  • PowerPC scrive:
    tipo?

    Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo
    alla versione 2003, il so comprende servizi
    che in Linux ancora non si sente nemmeno
    l'odoretipo?
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    e quindi? hai letto la domanda oppure hai scritto tanto per scrivere?
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...

    Qui www.namesys.com / forse troverai quello
    che ti interessa (almeno per quello che
    riguarda ReiserFS).Grazie, gli do subito un'occhiata.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano


    C'è qualcosa che non torna: dove

    vanno a finire tutte le risorse che MS
    ha?

    Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo
    alla versione 2003, il so comprende servizi
    che in Linux ancora non si sente nemmeno
    l'odoreChe io sappia in Linux ci sono servizi che in windows non esistono,.
    e l'office è semplicemente il
    sw più usato al mondo, anche su Linux
    si cerca o di emularlo o di cotruire
    qualcosa che faccia anche solo il 10% di
    simile.Si come ad esempio esportare documenti in formato PDF. Ha, no, scusa questa è una funzione di OpenOfffice.org, per averla anche in Office devi installare Distiller apparte (con annessa licenza).
    Per un genio come te non dovrebbe essere
    così difficile trovare un pò
    di documentazione al riguardo.E per un genio come non dovrebbe essere difficile trovare documentazione alternativa che dimostra il contrario di quello che hai detto.Peraltro la superirità di Linux su Windows in molti campi (non in tutti, per diverse cose rimane superiore windows) è dimostrata anche dal fatto che nei corsi di Laurea in informatica, qundo si parla di sistemi operativi si usa Linux e comunque un sistema Unix.
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo
    ergo non sei esperto, ergo grazie per la
    risposta ma ero interessato a qualche link
    verso dettagli tecnici :)Qui http://www.namesys.com/ forse troverai quello che ti interessa (almeno per quello che riguarda ReiserFS).Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: YureW

    Com'è che non riesce a far

    meglio di quattro gatti "incompetenti"?

    Chiaramente ci riesce. Se lo dici tu.....


    C'è qualcosa che non torna: dove

    vanno a finire tutte le risorse che MS
    ha?

    Nello sviluppo di Windows e di Office. E il FUD dove lo metti, guarda che per realizzarlo ci vogliono soldi.........
  • TADsince1995 scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    Ho installato contemporaneamente Linux e WinXP oltre un anno fa. In entrambi ho fatto installazioni e disinstallazioni varie. Linux oggi si avvia e funziona esattamente con le stesse tempistiche di quando era appena installato.WinXP è rallentato di almeno un 50%.E' davvero pazzesco che a distanza di 20 anni Microsoft non sia ancora riuscita a scrivere un filesystem quantomeno decente.TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...

    In realtà questo aggiunge un
    piccolissimo ritardo in più, ma nulla
    in confronto ai problemi che insorgono su un
    disco malamente frammentato!anche se va detto che tutto questo si applica a sistemi in monoutenza, sistemi in multiutenza solitamente hanno dei pattern di accesso talmente casuali da rendere praticamente inutile il fatto che un file sia contiguo
    In pratica su usente ho sentito che i
    più consigliano di tenere almeno una
    partizione per la home, una per il sistema e
    una per i tempecco questo mi ha sempre fatto venire il dubbio che in realta' l'impatto maggiore e' dato dalle pratiche di buona implementazione che si attuano solitamente con Linux e non tanto dal fatto che il sistema sia piu' o meno smart, ma come ho detto avrei piacere di leggere un'analisi
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    Esatto, il modello si chiama first fit anzichè first in: il sistema si cerca uno spazio adeguato prima di cominciare a scrivere.Quando non ne trova cerca di scrivere i file in meno frammenti possibili, e/o più vicini possibile.In realtà questo aggiunge un piccolissimo ritardo in più, ma nulla in confronto ai problemi che insorgono su un disco malamente frammentato!In pratica su usente ho sentito che i più consigliano di tenere almeno una partizione per la home, una per il sistema e una per i temp, in questo modo se il fs finisce per frammentarsi a un livello considerevole (ad es perchè è da un po che il fs è pieno e il sistema fatica a trovare spazi fit) si può formattare e riscrivere il fs pulito senza troppi patemi, con risultati migliori di una eventuale deframmentazione.
    Qualcuno ha un link a qualche whitepaper su
    ext2 ed ext3 che spieghi come funziona
    dettagliatamente per favore?Mi associo, mi piacerebbe leggermeli!
  • Mechano scrive:
    Re: il Vero Mission Critical
    - Scritto da: Anonimo
    nonostante, per esempio, Oracle giri 10
    volte più veloce su una piattaforma
    linux che non su una NT, le aziende per
    poter guadagnare in fretta preferiscono
    metterlo su NT che spaccarsi la testa per
    metterlo su RHAS3UP3 e pagare appositamente
    e salatamente una persona che poi non fa
    altro che scaricarsi da internet la lista
    delle patch da installare, che poi a volte
    vanno in conflitto con altre applicazioni,
    vedi DATASTAGE (che costa un milione di
    euro, quello sotto linux ed è pieno
    di bachi, quello per pc se si tratta a
    dovere con 100.000 euro te lo danno eTi pregherei di andare a fare il troll altrove...Oracle sia su Linux che Win si installa bene ed in maniera abbastanza semplice.Ma la sua configurazione e il tuning dopo l'installazione necessitano di una persona esperta in questo database su entrambi i sistemi operativi.Installazione e configurazione sono pressocche' identiche su entrambi i sistemi, con piccole differenze legate alla differente architettura, ma comunque documentate e niente di eccezionale.La differenza arriva quando si deve fare il lavoro duro. Dato che molte componenti di Linux possono essere ricompilate, specie il kernel e con un'installazione Oracle questo e' altamente consigliato, e dato che anche in Orache per Linux ci sono delle procedure che permettono ottimizzazioni se non sbaglio anche qualche componente di Oracle viene ricompilata, ne consegue che le prestazioni di Oracle su Linux sono migliori da una fattore 1,5 a 6 volte piu' veloce ed efficiente.Se poi fai anche una scelta azzeccata di file system della partizione che ospitera' gli archivi del DB, allora non c'e' Winzozz o perfino altro Unix commerciale che tenga sia per prestazioni che per sicurezza dei dati.Che altro file system hai su Winzozz a parte l'NTFS e la FAT?Su Linux (e solo li) in base a semplici calcoli che mi facciano capire quanto saranno grandi i file degli archivi e che tipo di accesso ci fara' Oracle posso scegliere tra ReiserFS, EXT3, JFS, XFS e qualche altro, che sono tra i migliori file system jounaling al mondo. Ognuno con migliori prestazioni per varie dimensioni dei file e modalita' di accesso.Se devi gestire la mensa aziendale o un'importatore di ortofrutta allora mettiti pure Oracle su Winmerd, ma se fossi gia' un ente pubblico o piu' complesso, un ospedale con pronto soccorso, accettazione, centro unico di prenotazione, gestione reparti, ecc. Allora io la responsabilita' di mettere Oracle su quella porcheria del Winzozz non me la prendo!--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...

    dipende dal filesystem che usi (puoi
    scegliere quello che va meglio per te). Non
    sono un esperto ma da quello che so molti
    filesystem sono semplicemente costruiti in
    modo da non frammentarsi significativamente;
    ergo non li devi deframmentare.ergo non sei esperto, ergo grazie per la risposta ma ero interessato a qualche link verso dettagli tecnici :-)
  • Anonimo scrive:
    Che gran ca**ata...
    Questo vuol dire spargere FUD...Red Hat è responsabile sì del kernel di Linux che usa nella sua distribuzione tant'è che RedHat ha un kernel che è ESTREMAMENTE diverso da quello "vanilla", in cui incorpora patch proprie.Nei 2.4 c'era FreeS/Wan, che non è mai stato inserito nei kernel ufficiali di classe 2.4, c'è una serie di fix per permettere il supporto del bit NX sui kernel 2.4 stessi e via dicendo e se chiami perchè hai un problema al kernel loro cercano di risolverlo.Piuttosto qualcuno provi, con una licenza originale di windows XP a chiamare l'helpdesk e fare una domanda (secondo il loro concetto di licenza si ha diritto a una sola chiamata, tutte le altre sono a pagamento), 9 su 10 non risolveranno niente di niente (dopo domande sui generis tipo: ha attivato l'aggiornamento automatico? l'hardware è tutto certificato microsoft? il software è tutto certificato microsoft?) e non si premureranno affatto di segnalare il problema ai tecnici.
  • Anonimo scrive:
    Re: sul mission critical
    puoi per esempio usare java. la ditta in cui sono ora ha sviluppato tutto un set di librerie che li gli permettono in poco tempo di mettere in piedi applicazioni client server basate su database per fare praticamente quello che volgiono.certo il tempo impiegato per svilupparlo è stato lungo però una volta che lo hai messo in piedi e funziona i tempi di sviluppo scendono a disegnare 4 interfacce in jbuilder e fare un po' di logica locale.bye bye
  • Anonimo scrive:
    monA-polio

    Vorrei aggiungere il fatto che siamo tutte
    vittime di un monopolio che dura da
    anni...Come direbbero i Veneti:"Ghe ze el monopolio perché la zente ze MONA!"
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: Anonimo
    Se ho un fermo per un cluster pagato oro che
    va a banane per colpa di un crash di un
    altro software sempre di M$, allora occhio e
    croce ho diritto ad una qualche forma di
    risarcimento per il tempo che rimango down.No, se ti leggi la licenza che devi assolutamente accettare per poter usare il software.
  • Anonimo scrive:
    UN mono-polio (bill...te possino)
    Vorrei aggiungere il fatto che siamo tutte vittime di un monopolio che dura da anni...non solo siamo stati abituati ad usare windows a tal punto che dire "il pc non va" spesso vuol dire "windows non va" con una stretta identificazione delle due ben distinte cose. Ma anche ci troviamo alle prese con un monopolio piu subdolo....Oggi la maggior parte dei programmi girano solo su windows e le produttrici ti questi software non ci pensano nemmeno a produrne per altri sistemi operativi. Wine non va come dovrebbe quindi.....Io sono obbligato ad usare windows perche uso un sacco di programmi che non ci sono con linux.......Windowes di per se fa schifo, ma il suo monopolio subdolo lo rende indispensabile per molte persone, percio se non lo si compra (liberta di esprimere il proprio pensiero con lo scritto ) è piu che giusto (secondo me) perche è la risposta adeguata ad una tirannia.
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo

    Un OS che nel 2005 deve ancora
    deframmentare

    il disco fisso è innovativo?

    scusa, una curiosità ma Linux come fa
    fronte al problema?dipende dal filesystem che usi (puoi scegliere quello che va meglio per te). Non sono un esperto ma da quello che so molti filesystem sono semplicemente costruiti in modo da non frammentarsi significativamente; ergo non li devi deframmentare.
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...

    non sono quello che ha postato, ma mi pare
    che per come è fatto Linux la
    deframmentazione su ugni partizione del
    disco fisso non superi comunque il 5%, il
    che rende abbastanza inutile un
    deframmentatore per linux (anche se su
    google ne avevo trovati alcuni).Si sono andato a leggermi quattro righe, questo accade perché il file system è un pò più furbo e non inizia ad allocare i file dal primo buco libero, ma cerca di allocare spazi contigui.Mi chiedo cosa succeda quando il disco inizia ad essere pieno oltre diciamo l'85% e e si fanno parecchie attività di aggiornamento (con estensioni piccole dei file), spostamento ed in generale di creazione/eliminazione.Qualcuno ha un link a qualche whitepaper su ext2 ed ext3 che spieghi come funziona dettagliatamente per favore?
  • Anonimo scrive:
    Re: il Vero Mission Critical

    comprato rhas3 e averlo pagato un bel
    pò ha deciso di tornare a windows,Stesso tuo problema, ma soluzione inversa. Auguri con Oracle su Windows. Poi per l'installazione su RHAS3 non ho visto tutti sti problemi, anzi. Mi sa che sei un po' trollone o sbaglio?? (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?

    Nessuna software house si potrebbe
    permettere di risarcire i danni provocati da
    un malfunzionamento di un software.
    Trovatemi una sola licenza in cui ci sia
    scritto ciò. Questo è dovuto
    al fatto che non c'è un modo per
    verificare la correttezza semantica assoluta
    di un software. Dunque pretendere che si
    venga risarciti mi sembra un po' esagerato.Se ho un fermo per un cluster pagato oro che va a banane per colpa di un crash di un altro software sempre di M$, allora occhio e croce ho diritto ad una qualche forma di risarcimento per il tempo che rimango down. In fondo se la mia macchina appena comprata mi lascia a piedi a 200 km da casa un risarcimento lo ottengo eccome. E se continua a farlo come minimo non acquisterò più macchine di quella marca visto che nel settore automobilistico la concorrenza esiste ed è reale, non come nel software dove c'è in pratica un enorme monopolio.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?

    Nessuna software house si potrebbe
    permettere di risarcire i danni provocati da
    un malfunzionamento di un software.Ti sfiugge che lo sfogo di cui sopra veniva proprio dal fatto che l'alto papavero Microsoft spargeva cacca su linux perche' "non c'è un'azienda responsabile" degli eventuali difetti e danni.Ma nemmeno Microsoft lo è, basta leggere la licenza! Addirittura NON garantiscono che il software svolga la funzione che è scritta SULLA SCATOLA!!!(non scherzo, leggete bene l'EULA prima di cliccare "Accetto" la prossima volta)...
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...
    - Scritto da: Anonimo

    Un OS che nel 2005 deve ancora
    deframmentare

    il disco fisso è innovativo?

    scusa, una curiosità ma Linux come fa
    fronte al problema?non sono quello che ha postato, ma mi pare che per come è fatto Linux la deframmentazione su ugni partizione del disco fisso non superi comunque il 5%, il che rende abbastanza inutile un deframmentatore per linux (anche se su google ne avevo trovati alcuni).
  • Anonimo scrive:
    Re: I falsi miti di windows...

    Un OS che nel 2005 deve ancora deframmentare
    il disco fisso è innovativo?scusa, una curiosità ma Linux come fa fronte al problema?
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano

    Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo
    alla versione 2003, il so comprende servizi
    che in Linux ancora non si sente nemmeno
    l'odore e l'office è semplicemente il
    sw più usato al mondo, anche su Linux
    si cerca o di emularlo o di cotruire
    qualcosa che faccia anche solo il 10% di
    simile.Fammi qualche esempio, perchè io l'odore che sento quando uso Windows 2003 Server è un'altro...
    Per un genio come te non dovrebbe essere
    così difficile trovare un pò
    di documentazione al riguardo.Io non sono un genio e non ne trovo, dammela tu.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Sì: c'è stupidità e
    marciume a livelli incredibili.Vero, tuttavia non posso fare a meno di notare che le cose stanno pian pianino cambiando anche qui in Italia.Ho saputo che nella mia vecchia scuola superiore stanno abbandonando M$ Office in favore di OpenOffice e tutti i PC a disposizione degli utenti hanno oramai preinstallato sia Windows che Linux.Un passo avanti direi... speriamo che molte altre scuole seguano l'esempio e smettano di sprecare i già pochi soldi dedicati all'istruzione in inutili licenze il cui unico scopo è di portare via ricchezza dall'Italia.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Tutto vero
    "i clienti di Microsoft sanno che noi ci prendiamo le nostre responsabilità, sanno che avranno upgrade e patch".auhauhauahche panzanata
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW

    - Scritto da: Anonimo

    ....oppure le risorse le spende quasi
    tutte

    in qualcosa che non dice....



    Le risorse vengono spese in

    pubblicità, ed è questa la

    vera forza di M$...

    Epperò i conti non tornano comunque.
    Io mi faccio i conti alla caxxo di cane,
    però facciamo un esempio:

    una casa automobilistica fa
    pubblicità come e più di MS e
    dà lavoro a più gente. Per
    vendere più automobili devi
    costruirne di più, e questo significa
    avere più capannoni, più
    grandi, più attrezzature, più
    personale. Per vendere più software,
    devi solo fare più copie: lo stesso
    sforzo di sviluppo serve per fare una copia
    di Win o cento milioni di copie di Win.
    Quindi puoi permetterti di vendere
    più copie senza bisogno di assumere
    nuovi sviluppatori.
    Vabbé, riassumendo: MS guadagna come
    e più di una casa automobilistica.
    Spende meno per immobili, attrezzature e
    personale. Fa la stessa pubblicità.
    Eppure produce di meno. Possibile? Ma che
    fine fanno le risorse?
    Se Volkswagen lavorasse come MS, farebbe uno
    o due modelli ogni 4 anni, con non
    più di tre motorizzazioni ciascuno. E
    per di più sarebbero modelli pieni di
    difetti, tanto che dovrebbero essere
    richiamati ogni due mesi per mettere a posto
    qualche grana.
    Ma è possibile?
    C'è qualcosa che non va.Infatti Volkswagen li dovrebbe fare dei richiami per quei bidoni...
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE

    Ma questo sarebbe niente, dovrebbe anche
    tutelarsi contro il rischio di violare
    brevetti ( vedasi per esempio
    punto-informatico.it/p.asp?i=51135 ): si
    tratta di una violazione che può aver
    luogo, da parte dell'azienda, sia tramite
    l'utilizzo di Linux stesso che tramite il
    software open source contenuto in Linux.Certo, lo sappiamo tutti che i cicli for e il doppio clic li ha inventati la Microsoft...
    Inoltre, questo stesso tipo di azienda deve
    prepararsi a dedicare molto tempo e spendere
    molti soldi, per mettere le pezze a
    software, bacato, scritto da dilettanti (
    per esempio, di sw in php bacato ce ne sono
    tonnellate ) che a parole sono capolavori e
    che poi nei fatti... ( vedi per esempio
    punto-informatico.it/p.asp?i=50900 )Invece i software Microsoft non hanno bisogno di pezze e sono scritti da programmatori infallibili. Nulla è in grado di irrompere in un sistema operativo Windows a 30 secondi dalla connessione a internet! Mai successo a nessuno!
    Non parliamo poi della produttività,
    stendiamo un velo pietoso; il signore della
    Microsoft è decisamente di parte, ma
    dice delle cose vere e sacrosante.Certo, infatti gli strumenti di sviluppo su Linux non ci sono mai stati. Chi mai usa Eclipse, KDevelop, Anjuta, gcc, python ecc... Figurati!!!
    Linux? Tanti Auguri!Auguri anche a te! Adesso su, torna ad aggiornare l' Antivirus, l' Antidialer, l' Antispyware, l'Antipopup, il firewall e fai anche un bel Windows Update, già che ci sei, visto che tutto questo si pappa buona parte della potenza della CPU, aggiornati pure il PC. E una volta fatto questo puoi riprendere a giocare col Visual Basic.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: YureW

    Com'è che non riesce a far

    meglio di quattro gatti "incompetenti"?

    Chiaramente ci riesce. Sei tu che non riesci
    ad accettarlo.


    C'è qualcosa che non torna: dove

    vanno a finire tutte le risorse che MS
    ha?

    Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo
    alla versione 2003, il so comprende servizi
    che in Linux ancora non si sente nemmeno
    l'odore e l'office è semplicemente il
    sw più usato al mondo, anche su Linux
    si cerca o di emularlo o di cotruire
    qualcosa che faccia anche solo il 10% di
    simile.Ecco hai detto una cosa sacrosanta!! Per esistere esiste e forse fa anche il 30% di quello che c'è in Office (TM), ma il problema sta nel rimanete 70%: non sono ancora riuscito a capire a che serve.... :s:(e si che lo uso a livello aziendale per scelta della sezione informatica che crede in Bill.....:s:(
    Per un genio come te non dovrebbe essere
    così difficile trovare un pò
    di documentazione al riguardo.Anche per un supergenio come te non dovrebbe essere difficile trovare documentazione "alternativa" in merito!;)
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: AdessoBasta
    Dato che, allo stato attuale, gli utenti
    linux non hanno motivo di pensare
    che non "avranno upgrade e patch", sulla
    responsabilità, vorrei che Microsoft
    potesse fare UN NOME un solo nome di
    un utente, grosso, piccolo, privato,
    società, ente pubblico che sia che
    abbia ricevuto da parte di Microsoft un
    risarcimento per i danni causati da una
    vulnerabilità (anche nel solo
    intervallo di tempo tra il suo sfruttamento
    e la pubblicazione della patch relativa).Nessuna software house si potrebbe permettere di risarcire i danni provocati da un malfunzionamento di un software. Trovatemi una sola licenza in cui ci sia scritto ciò. Questo è dovuto al fatto che non c'è un modo per verificare la correttezza semantica assoluta di un software. Dunque pretendere che si venga risarciti mi sembra un po' esagerato.
  • Anonimo scrive:
    di che stupirsi...
    ... nella pubblicità qui sopra si dice che con M$n messenger posso vincere un lettore mp3/wma, una xbox o una fotocamera... come fate a stupirvi dei tentativi di denigrazione di questi markettari ? chi sa qualcosa di sistemi operativi sa che non ne esiste uno sicuro al 100% (a parte forse openBSD), non ne esiste uno stabile al 100%... ma loro no ! continuano imperterriti a raccontare balle e a regalare xbox...
  • Anonimo scrive:
    Re: Please, rispondetemi seriamente
    - Scritto da: Anonimo...
    è possibile creare dei virus che
    girano su Linux? Si.
    è possibile creare dei dialer che
    girino su Linux? Si.
    è possibile creare tutte le altre
    amentià varie che affliggono Win per
    un sistema Linux? Ovviamente dipende dalle amenità, ma tendenzialmente diciamo di si.
    molti mi dicono che Linux è super
    sicuro anche per via della sua gestione dei
    permessi utenti, ma io non E' uno dei motivi...In realtà il discorso è più complesso. Linux è molto più difficile da aggredire per svariati motivi (una buona politica di sicurezza, bug-fixing rapido, una maggiore eterogeneità dei sistemi, una maggiore consapevolezza dell'utenza alla quale non viene detto che è tutto facile e basta fare click, ecc. ecc.).Più difficile ovviamente non vuol dire automaticamente impossibile, però ad esempio un virus potrebbe attaccare un numero limitato di sistemi, quindi si propagherebbe molto meno facilmente e in definitiva anche un sistema potenzialmente insicuro correrebbe meno rischi. Lo stesso vale per un dialer: se i sistemi vulnerabili sarebbero pochissimi il dialer con tutta probabilità non verrebbe neppure scritto.A dire il vero Windows potrebbe essere molto più sicuro di quel che è (non mi interessa ora stabilire se più o meno di Linux...) semplicemente utilizzando gli strumenti che già possiede. Ad esempio è possibile utilizzare la multiutenza e i permessi sulle directory di sistema analogalmente a come si fa con Linux (anche se a mio avviso in maniera decisamente più farraginosa...). Però di default non è impostato nulla allo scopo. Allo stesso modo è possibile utilizzare IExplorer senza ActiveX o Outlook senza anteprima e senza decodifica HTML. Il problema però è che Microsoft per anni a spacciato il suo sistema come assolutamente user friendly ed in grado di essere utilizzato da chiunque senza alcuna conoscenza (quando ho comprato il DOS 3.30 mi hanno dato un manuale di alcune centinaia di pagine, con Windows cosa forniscono a corredo ?). Ora non può più tornare indietro e allora si arrabatta per coniugare l'impossibile.
  • Anonimo scrive:
    moderatori!
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    Per quanto riguarda la produttività di linux:da 2 anni sono it manager in un gruppo editorialeda subito sono passato a sistemi linux abbandonando completamente windows e novell.dopo 2 anni ho più che dimezzato i costi fissi di licenze, non ho più bisogno di antivirus specifici per server, la manutenzione generale è più snella e facile ( e ovviamente economica, in ogni caso dopo quasi 2 anni i problemi sono diminuiti e l'amministrazione ha stimato un rispario di 68000 euro
    • Anonimo scrive:
      Re: HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Per quanto riguarda la produttività
      di linux:

      da 2 anni sono it manager in un gruppo
      editoriale

      da subito sono passato a sistemi linux
      abbandonando completamente windows e novell.

      dopo 2 anni ho più che dimezzato i
      costi fissi di licenze, non ho più
      bisogno di antivirus specifici per server,
      la manutenzione generale è più
      snella e facile ( e ovviamente economica, in
      ogni caso dopo quasi 2 anni i problemi sono
      diminuiti e l'amministrazione ha stimato un
      rispario di 68000 euromeno di 5cent a transazione, Messaggio promozionale.
  • Anonimo scrive:
    Incredibbileee
    Dopo che alla Microsoft i degni compari Gates-Ballmer hanno deciso di rilasciare gli upgrade di windows solo a chi ha una copia regolare di windows, evidentemente si vede che vivono in un altro mondo...non si rendono conto che si danno la zappa sui piedi con tutte le milioni di copie pirata di windows che circolano nel mondo..a tutto vantaggio di Linux che ormai è pronto per entrare nel mondo dei desktop senza dover pagare nessuna sanguisuga!!!! aziende comprese, e vaglielo a far capire che windows è meglio di linux se più della metà delgi uffici-aziende hanno copie di windows piratate...
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Segfault
    .....
    Hai fatto benissimo a sottolineare che per
    produrre 10000000 copie di software si fa la
    medesima "fatica" di produrre una copia sola
    e che quindi non è affatto necessario
    assumere altri programmatori (e quindi la
    ricchezza non si redistribuisce ma ristagna
    nelle tasche di pochi già ricchi che
    di soldi non hanno proprio bisogno). Proprio la cosa che sfugge, secondo me, a chi è contento del monopolio MS: venti sistemi operativi concorrenti di venti aziende diverse significherebbe un numero 20 volte maggiore di sviluppatori impegnati in quel settore. Una di quelle aziende potrebbe essere italiana.Ed invece bisogna star qui a sentire gli utonti e gli astroturfer tutti contenti di servire un padrone che non li caga neanche, felici di non poter scegliere prodotti diversi come in ogni altro settore, da quello automobilistico a quello della prostituzione, ogni utente può fare.
    Quello
    che voglio far notare io è che queste
    persone non solo sono già
    estremamente ricche... ma non sono neanche
    italiane! Ecco quindi che molti miliardi
    (pensate a quante licenze siano necessarie
    semplicemente in una scuola) lasciano
    l'Italia per non tornare più.
    Miliardi che potrebbero essere invece usati
    per pagare sviluppatori LOCALI e quindi
    creare RICCHEZZA in ITALIA.
    Sono estremamente ricche, e perciò attirano un sacco di ammiratori pronti a difenderli dalle minacce dei linari cattivi, a costo di rimetterci personalmente. Il servilismo arriva a livelli tali per cui c'è gente contenta di pagare per un pessimo prodotto ingiuriando nel contempo chi un prodotto te lo darebbe gratis. Se non fosse vero, sembrerebbe uno scherzo.Ma cosa facciano di quei soldi i riccastri, solo Zarquon lo sa. Dove vadano a finire i soldi che MS raccoglie a secchi è appunto la cosa che mi piacerebbe sapere.
    Ma cosa sto dicendo... la M$ non solo riceve
    soldi di licenze da tutto il mondo... ma ora
    si mettono pure a ricevere bonus da giudici
    corrotti come il giudice che ha condannato
    il virus-writer a risarcire M$ per un bug
    nei software M$... siamo veramente
    all'apoteosi della stupidità.
    Sì: c'è stupidità e marciume a livelli incredibili.
  • Anonimo scrive:
    Re: Supporto Microsoft ??
    - Scritto da: Anonimo
    Ma cosa dice che Windows danno supporto ma
    de chè...Concordo. Il supporto alla fine consiste nel girellare su Google o pagare soldoni per sentirsi dire di disinstallare e reinstallare. La responsabilità poi è una presa per il c**o. La M$ (leggete bene l'EULA) non è mai responsabile di niente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che comico!

    No caro, esiste un supporto con diversi tipi
    di offerta economica (e non vale solo per la
    Microsoft) per RISOLVERE i problemi e per
    NON perdere tempo su google come devi fare
    tu e i tuoi How-to Linux a far vedere che si
    è espertoni, esperti brontoloni.Ma smettila, io sono sistemista su sistemi Windows e la maggior parte delle volte devo andare su Google o sul Technet (a pagamento). Altro che supporto. L'unica volta che ho aperto un incident a pagamento con Microsoft non sono riusciti a risolvermi il problema (era di interoperabilità con un software della IBM che prealtro su un'altro server funzionava perfettamente) e alla fine mi hanno consigliato di disinstallare il programma di IBM, cosa alla quale ero già arrivato da solo. Lascia stare dai, qui si parla per esperienza e non come te per sentito dire o per partito preso contro Linux.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux Mission Critical
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Tra i 500 maggiori supercomputer del
    mondo

    ce ne sono molti gestiti
    dichiaratamente con

    Linux da centri prestigiosi.




    www.top500.org/lists/plists.php?Y=2004&M=11



    13 US Army Research Laboratory (ARL)

    United States/2004 John Von Neumann

    LNX Cluster, Xeon 3.4 GHz, Myrinet /
    2048

    Linux Networx

    bellissimo utilizzo di linux, per creare
    bombe intelligentilinux è per usi "mission critical".Questo era quanto volevo dimostrare.Il tuo argomento esula dalla discussione iniziata dal galoppino MS britannico
  • Anonimo scrive:
    Difetti di vs.net
    - Scritto da: davidino79
    Non scherziamo, io programmo da 6 anni con
    Visual studio e ne ho passati un bel po' di
    altri IDE...beh.... il visual studio
    è decisamente una spanna avanti
    rispetto agli altri!!!
    Tra le cose peggiori che ha c'è quella di copiare, nell'inizializzazione dei componenti (parliamo di vs.net), tutti i valori di tutti i membri di tutti gli oggetti contenuti nel componente. Così se io faccio un componente B che eredita da A che ha il campo int x = 0, qualora dovessi cambiare il valore di x sulla classe padre devo andare a cambiarlo in tutte le istanze sia di A che di B, cosa difficilmente realizzabile. Quindi ne risulta un grave difetto di manutenibilità, e una grave menomazione della metodologia object oriented.Altri problemi sono nel taglia e incolla che spesso e volentieri si perde pezzi o eventi o proprietà - e molte altre volte ancora basta aprire una form per veder "sparire" qualche bottone che resta nella dichiarazione delle variabili ma non nella famigerata inizializzazione dei componenti.Tutti quelli che conosco che usano vs.net si lamentano di problemi simili.
    • ldsandon scrive:
      Re: Difetti di vs.net
      Vogliamo anche parlare del form designer di .NET che fa veramente schifo? Il componente selezionato viene indicato con un bordo così spesso che impedisce di fatto di poter lavorare comodamente quando occorre posizionare controlli molto vicini. Non c'è alcun bisogno che sia così spesso, ma lo deve aver programmato qualcuno che non ci lavora normalmente. Senza contare che il designer embedded è veramente scomodo se si è costretti a lavorare su form piuttosto grosse.
  • Anonimo scrive:
    Mission c. affidato a sistemi propietari
    è vero che spesso è così.però non certo a quel sistema proprietario che vende lui 8)tinto
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Vabbé, riassumendo: MS guadagna come
    e più di una casa automobilistica.
    Spende meno per immobili, attrezzature e
    personale. Fa la stessa pubblicità.
    Eppure produce di meno. Possibile? Ma che
    fine fanno le risorse?è molto semplice, lasciano le tue tasche (quando compri un software M$) e vanno tutte a finanziare la realizzazione della casa ipertecnologica di Billy (spero che si affidi ad una software-house esterna se non vuole rimanere bloccato nel bagno a causa di un bug).La cosa triste è che queste risorse finanziarie lasciano l'Italia per sempre.Si tratta quindi di soldi che noi italiani stiamo regalando ad una azienda straniera pur sapendo che questi soldi mai e poi mai torneranno nelle nostre tasche.Hai fatto benissimo a sottolineare che per produrre 10000000 copie di software si fa la medesima "fatica" di produrre una copia sola e che quindi non è affatto necessario assumere altri programmatori (e quindi la ricchezza non si redistribuisce ma ristagna nelle tasche di pochi già ricchi che di soldi non hanno proprio bisogno). Quello che voglio far notare io è che queste persone non solo sono già estremamente ricche... ma non sono neanche italiane! Ecco quindi che molti miliardi (pensate a quante licenze siano necessarie semplicemente in una scuola) lasciano l'Italia per non tornare più. Miliardi che potrebbero essere invece usati per pagare sviluppatori LOCALI e quindi creare RICCHEZZA in ITALIA.Ma cosa sto dicendo... la M$ non solo riceve soldi di licenze da tutto il mondo... ma ora si mettono pure a ricevere bonus da giudici corrotti come il giudice che ha condannato il virus-writer a risarcire M$ per un bug nei software M$... siamo veramente all'apoteosi della stupidità.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 31/01/2005 10.26.00
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti, per quanto riguarda la sicurezza,
    un'azienda che volesse usare Linux, dovrebbe
    almeno armarsi come tutti, di un antivirus
    per ogni macchina ( Sophos per esempio, e
    non te lo regalano mica ).Un anti-che ?!?!?!?!?
  • Anonimo scrive:
    Re: il Vero Mission Critical

    OVVIAMENTE SI. I tuoi genitori non lavorano
    su un pc? prova a farli lavorare con
    linux..... ricordati che la maggor parte
    delle persone che lavorano con i pc hanno un
    età superiore ai 50 anni, ed il loro
    lavoro si trasforma in profitto, il tuo, che
    ti diverti a smanettare con il kernel, non
    rende a nessuno....Guarda, pensavo anch'io che una persona, diciamo non tecnica, avesse dei seri problemi a passare da Win a Linux...Poi, per motivi vari legati a crash (e a sua richiesta esplicita!) ho installato Linux sul PC di mia moglie.Ovvio: l'amministrazione della macchina la faccio io (non che mi prenda tanto tempo...), ma lei usa il sistema...Ebbene, dal momento 0 fino ad ora (circa 6 mesi) non ha ancora avuto un problema che sia uno...Si e' abituata rapidamente al sistema (KDE e' in effetti molto Windows-like) e a quei pochissimi programmi che non usava sotto Windows...Morale della favola? Chiunque, se ne ha voglia, puo' passare al pinguino e quelli che dicono che bisogna spendere una follia per il riaddestramento del personale non sanno cosa dicono!SalutiLuca
    • Anonimo scrive:
      Re: il Vero Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo

      Morale della favola? Chiunque, se ne ha
      voglia, puo' passare al pinguino e quelli
      che dicono che bisogna spendere una follia
      per il riaddestramento del personale non
      sanno cosa dicono!
      Non e' esatto, sanno esattamente cio' che dicono, e' quello che hanno sentito dire dal CEO di MS in una delle ultime interviste.Ciao
  • Anonimo scrive:
    parziale [OT]: scarabocchi
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    Chiaramente ci riesce. Sei tu che non riesci
    ad accettarlo.
    .....
    .....
    Per un genio come te non dovrebbe essere
    così difficile trovare un pò
    di documentazione al riguardo.Dai, su, non piangere adesso.Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    ....oppure le risorse le spende quasi tutte
    in qualcosa che non dice....

    Le risorse vengono spese in
    pubblicità, ed è questa la
    vera forza di M$...Hai dimenticato gli astroturfer che si aggirano per i formum... perchè spero (per loro) che almeno si facciano pagare profumatamente...
  • Mechano scrive:
    Re: E i danni?
    - Scritto da: AdessoBasta
    Dato che, allo stato attuale, gli utenti
    linux non hanno motivo di pensare
    che non "avranno upgrade e patch", sulla
    responsabilità, vorrei che Microsoft
    potesse fare UN NOME un solo nome di
    un utente, grosso, piccolo, privato,
    società, ente pubblico che sia che
    abbia ricevuto da parte di Microsoft un
    risarcimento per i danni causati da una
    vulnerabilità (anche nel solo
    intervallo di tempo tra il suo sfruttamento
    e la pubblicazione della patch relativa).
    Altrimenti di che responsabilità
    stiamo parlando? Del senso civico di
    Microsoft, che non le permette di lasciare
    gli utenti nella cacca?Ma sei pazzo!Se solo lo facesse, ossia risarcire anche una solo importante azienda per i guai causati da Winzozz, si troverebbe addosso migliaia di richieste di risarcimenti...E sarebbe un ammettere che il loro sistema non e' il piu' moderno, innovativo, efficiente... --Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 31/01/2005 10.08.37
  • Anonimo scrive:
    Re: Che comico!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    "i clienti di Microsoft sanno che noi ci

    prendiamo le nostre
    responsabilità,

    sanno che avranno upgrade e patch"



    ah! ah! ah! ROTFL

    "Responsabilità"? Ma sa' di cosa
    sta

    parlando?

    nell' EULA M$ dice che non si prende
    nessuna

    responsabilità.

    Perché Linux? Linux di
    responsabilità se ne prende ancora di
    meno, anzi se ne sbatte alla stragrande, e
    se ne frega anche dei brevetti scaricando
    tutto sull'azienda sfortunata che lo adotta,
    vedi: www.osriskmanagement.com


    Chissa' se provo a chiedere i danni a
    M$ per

    un cluster Windows 2000 advanced server
    che

    ha dato i numeri per una settimana... ha

    bloccato laboratori, uffici, etc...

    ... arrangiarsi... cari miei....

    arrangiarsi...

    Perché, Linux ti paga i danni?


    "i clienti hanno bisogno di una
    soluzione

    che viene fornita assieme al giusto
    livello

    di supporto e di servizi"



    Ma che livello supporto e servizi della

    cippa.

    Se hai problemi vai su google e sui suoi

    newsgroups

    per trovare una soluzione.

    No caro, esiste un supporto con diversi tipi
    di offerta economica (e non vale solo per la
    Microsoft) per RISOLVERE i problemi e per
    NON perdere tempo su google come devi fare
    tu e i tuoi How-to Linux a far vedere che si
    è espertoni, esperti brontoloni.


    Uno che si permette di prendere in giro
    la

    gente in questo modo meschino e da
    prendere

    a pesci in faccia...

    ...e tu?Ehi, fenomeno!!!Vai a ripulire il tuo pc da Beagle AZ, poi torna qui a trollare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Please, rispondetemi seriamente
    - Scritto da: Anonimo
    è possibile creare dei virus che girano su Linux? Si, per tutti i sistemi.
    è possibile creare dei dialer che girino su Linux? Come sopra.
    è possibile creare tutte le altre
    amentià varie che affliggono Win per
    un sistema Linux? Amenità simili o similmente pericolo si.
    molti mi dicono che Linux è super
    sicuro anche per via della sua gestione dei
    permessi utentiEra vero per Win95, Win98 e WinMe.Il discorso è diverso per NT, XP e 200X.
    utente limitato può mandare la posta
    e quindi un worm o si potrebbe diffondere
    uguale e penso che anche dei virus
    opportunamente creati potrebbero fare
    danni...o no? Il problema era che in Win9X non c'era la possibilità di avere utenti limitati, quindi un virus poteva prendere il pieno controllo della macchina. Succede la stessa cosa sui nuovi Win quando si lavora come Administrator, ma succede analogamente la stessa cosa su Linux quando si lavora come root.
    • Anonimo scrive:
      Re: Please, rispondetemi seriamente

      Il problema era che in Win9X non c'era la
      possibilità di avere utenti limitati,
      quindi un virus poteva prendere il pieno
      controllo della macchina. Succede la stessa
      cosa sui nuovi Win quando si lavora come
      Administrator, ma succede analogamente la
      stessa cosa su Linux quando si lavora come
      root.
      Vi state dimenticando tutti che un programma in linux va reso eseguibile dall'utente. Questo è un limite non da poco alla proliferazione di virus.
    • reflection scrive:
      Re: Please, rispondetemi seriamente
      - Scritto da: Anonimo
      Il problema era che in Win9X non c'era la
      possibilità di avere utenti limitati,
      quindi un virus poteva prendere il pieno
      controllo della macchina. Succede la stessa
      cosa sui nuovi Win quando si lavora come
      Administrator, ma succede analogamente la
      stessa cosa su Linux quando si lavora come
      root.Cosa che, scusami il termine, solo i pirloni fanno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Please, rispondetemi seriamente
        - Scritto da: reflection

        - Scritto da: Anonimo

        Il problema era che in Win9X non c'era
        la

        possibilità di avere utenti
        limitati,

        quindi un virus poteva prendere il pieno

        controllo della macchina. Succede la
        stessa

        cosa sui nuovi Win quando si lavora come

        Administrator, ma succede analogamente
        la

        stessa cosa su Linux quando si lavora
        come

        root.

        Cosa che, scusami il termine, solo i pirloni
        fanno.No, i pirloni usano winzozz.Per cui è impossibile rendere prima eseguibile, poi loggarsi come root ed infine lanciare il programma malevolo senza sapere cosa fare.Sarebbe come giocare alla roulette russa caricando completamente il tamburo del revolver.....
    • reflection scrive:
      Re: Please, rispondetemi seriamente
      - Scritto da: Anonimo
      succede analogamente la
      stessa cosa su Linux quando si lavora come
      root.Cosa che, scusami il termine, solo i pirloni fanno.
  • Mechano scrive:
    Re: RESPONSABILITA'? leggiamo i contratt
    - Scritto da: Anonimo
    Linux non ti da neanche i 5$ che di darebbe
    Microsoft.AHahhaahahahahha$5 ma vi rendete conto 5 micragnosissimi dollari!AhahahahahahaIl mio lavoro vale $5 a fronte di una spesa di $300.Mi dicono che e' il piu' moderno, innovativo, efficiente ma se lo fosse per davvero potrebbero anche risarcirmene $500. Com'e' che a fronte di tanta innovazione ed efficienza mi danno solo 5 micragnosissimi dollari?
    Invece l'assistenza legale per sopperire
    alle responsabilità che NON si prende
    Linux, te la danno, a pagamento, quelli di
    www.osriskmanagement.com ( sto parlando
    seriamente ).E contro i virus che affliggono Winzozz chi mi difende? E quanto mi costa un'assicurazione sui miei dati e il mio lavoro?Ma dovrebbe essere il sistema operativo piu' moderno, innovativo ed efficiente?--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi chiedo...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Ma se Linux è un kernel
    sviluppato da

    4 gatti + o - incompetenti, con tutto
    quel

    che ne consegue, xché Microsoft
    se ne

    preoccupa tanto?

    Magari perchè è in forte
    ritardo con Longhorn. E se i pinguini
    continuano a riprodursi con questo ritmo,
    indovina Bill dove se lo infilerà il
    Lungo Corno quando uscirà?

    FUD today for future marketingAvendo conosciuto personalmente uno degli sviluppatori dello zio bill, il lungo corno penso che se lo sia già infilato per benino un quel posto.....
  • midimarcus scrive:
    Re: Linux Mission Critical

    bellissimo utilizzo di linux, per creare
    bombe intelligentiLinux non le costruisce di sua volontà le bombe...così come un fucile non decide da solo di sparare ad un persona!
  • Anonimo scrive:
    Re: E i danni?
    Hai ragione, non si capisce perchè MS si accanisca contro Linux, quando Linux è un concorrente di hpux, aix e solaris. Non c'è un cliente MS che sia passato a Linux e di questo passo non ci sarà mai. Credo che si accaniscano solo per puro divertimento e per marketing.
  • Anonimo scrive:
    Oggi le comiche!!!
    Ma è questa la gente che lavora per il DRAGAsaccocce?Più spassosi di Luttazzi......(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è responsabile per la sicurezza.
    - Scritto da: Ottav(i)o Nano
    ... del Kernel di Linux?
    Bho?In realtà ogni distribuzione importante ha un suo team dedicato alla sicurezza, alla realizzazione di patch e così via. Tutti questi team fanno parte di una specie di consorzio (di cui non ricordo il nome) il cui compito è quello di tenersi informati circa eventuali bug (che includono i bug del Kernel ma in generale di tutte le applicazioni opensource incluse nelle principali distro) e falle di sicurezza segnalati da utenti o da eventuali società quali ad esempio Secunia e da eventuali exploit scoperti.Quindi tutti questi team di sicurezza delle varie distro, facendo parte di questo consorzio, si parlano tra loro e quindi se diciamo viene scoperta una falla di sicurezza in "mpg123" allora essa verrà comunicata a tutti quanti. Questo garantisce che ogni team riceva notizia di eventuali vulnerabilità scoperte in tempo reale e abbia quindi tutti gli strumenti necessari al fine di riparare il problema e disporre di eventuali patch.Ti faccio un esempio:Mandrake Linux è una delle principali distro votate al desktop oggi sul mercato. Mandrake Linux è prodotto da Mandrakesoft, una società francese (fra l'altro quotata in borsa).Il team della sicurezza di Mandrakesoft è MandrakeSecure ( www.mandrakesecure.net ) e sulla loro pagina come puoi vedere ci sono anche i feed RSS per essere avvertiti in "realtime" di eventuali aggiornamenti disponibili con dettagliato causa dell'aggiornamento e bug riscontrato.A differenza di M$ che ultimamente sta rilasciando aggiornamenti solo una o due volte al mese (o comunque in date specifiche indipendentemente dalla gravità del bug e da quando è stato scoperto) questi aggiornamenti sono rilasciati il più presto possibile e grazie al feed RSS ogni utente può essere avvertito direttamente sul suo desktop (io ad esempio uso knewsticker che si integra con la "barra delle applicazioni" di KDE e quindi in qualsiasi momento ricevo le ultime novità non solo di MandrakeSecure ma anche di altri siti dotati di feed RSS).Ciao, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è responsabile per la sicurezza.
      nella licenza di win c' è scritto che non sono responsabili di niente...... dovrebbero solo stare zitti: in italia queste cose possono essere sottoposte a denuncia.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: YureW

    Com'è che non riesce a far

    meglio di quattro gatti "incompetenti"?

    Chiaramente ci riesce. Sei tu che non riesci
    ad accettarlo.
    Sì, hai ragione. Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    ....oppure le risorse le spende quasi tutte
    in qualcosa che non dice....

    Le risorse vengono spese in
    pubblicità, ed è questa la
    vera forza di M$...Epperò i conti non tornano comunque. Io mi faccio i conti alla caxxo di cane, però facciamo un esempio:una casa automobilistica fa pubblicità come e più di MS e dà lavoro a più gente. Per vendere più automobili devi costruirne di più, e questo significa avere più capannoni, più grandi, più attrezzature, più personale. Per vendere più software, devi solo fare più copie: lo stesso sforzo di sviluppo serve per fare una copia di Win o cento milioni di copie di Win. Quindi puoi permetterti di vendere più copie senza bisogno di assumere nuovi sviluppatori. Vabbé, riassumendo: MS guadagna come e più di una casa automobilistica. Spende meno per immobili, attrezzature e personale. Fa la stessa pubblicità. Eppure produce di meno. Possibile? Ma che fine fanno le risorse?Se Volkswagen lavorasse come MS, farebbe uno o due modelli ogni 4 anni, con non più di tre motorizzazioni ciascuno. E per di più sarebbero modelli pieni di difetti, tanto che dovrebbero essere richiamati ogni due mesi per mettere a posto qualche grana.Ma è possibile?C'è qualcosa che non va.
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: YureW
    Com'è che non riesce a far
    meglio di quattro gatti "incompetenti"?Chiaramente ci riesce. Sei tu che non riesci ad accettarlo.
    C'è qualcosa che non torna: dove
    vanno a finire tutte le risorse che MS ha?Nello sviluppo di Windows e di Office. Siamo alla versione 2003, il so comprende servizi che in Linux ancora non si sente nemmeno l'odore e l'office è semplicemente il sw più usato al mondo, anche su Linux si cerca o di emularlo o di cotruire qualcosa che faccia anche solo il 10% di simile.Per un genio come te non dovrebbe essere così difficile trovare un pò di documentazione al riguardo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi chiedo...
    - Scritto da: Anonimo
    Ma se Linux è un kernel sviluppato da
    4 gatti + o - incompetenti, con tutto quel
    che ne consegue, xché Microsoft se ne
    preoccupa tanto?Magari perchè è in forte ritardo con Longhorn. E se i pinguini continuano a riprodursi con questo ritmo, indovina Bill dove se lo infilerà il Lungo Corno quando uscirà?FUD today for future marketing
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    - Scritto da: Anonimo
    ....oppure le risorse le spende quasi tutte
    in qualcosa che non dice....

    Le risorse vengono spese in
    pubblicità, ed è questa la
    vera forza di M$...Quindi utenti e aziende possono stare tranquilli, hanno acquistato il sistema operativo meglio pubblicizzato del mondo (e basta).
  • Anonimo scrive:
    Mi chiedo...
    Ma se Linux è un kernel sviluppato da 4 gatti + o - incompetenti, con tutto quel che ne consegue, xché Microsoft se ne preoccupa tanto?
  • Anonimo scrive:
    Re: I conti non tornano
    ....oppure le risorse le spende quasi tutte in qualcosa che non dice....Le risorse vengono spese in pubblicità, ed è questa la vera forza di M$...
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti, per quanto riguarda la sicurezza,
    un'azienda che volesse usare Linux, dovrebbe
    almeno armarsi come tutti, di un antivirus
    per ogni macchina ( Sophos per esempio, e
    non te lo regalano mica ). Ehm, se monto clamav che è opensource?
    Ma questo sarebbe niente, dovrebbe anche
    tutelarsi contro il rischio di violare
    brevetti ( vedasi per esempio
    punto-informatico.it/p.asp?i=51135 ): si
    tratta di una violazione che può aver
    luogo, da parte dell'azienda, sia tramite
    l'utilizzo di Linux stesso che tramite il
    software open source contenuto in Linux.

    Questa tutela si può ottenere, per
    esempio, pagandosi un'assicurazione presso
    www.osriskmanagement.com / con lo scopo di
    sostenere future spese processuali e
    pagamento danni ( Ricordate che la Legge non
    ammette Ignoranza ). Se non sbaglio Linux ha praticamente già vinto la causa, e con lui ha dato man forte una azienda piccolina di 4 gatti che si chiama IBM....
    Inoltre, questo stesso tipo di azienda deve
    prepararsi a dedicare molto tempo e spendere
    molti soldi, per mettere le pezze a
    software, bacato, scritto da dilettanti (
    per esempio, di sw in php bacato ce ne sono
    tonnellate ) che a parole sono capolavori e
    che poi nei fatti... ( vedi per esempio
    punto-informatico.it/p.asp?i=50900 ) bha stamattina con dselect ho aggiornato 8 server linux in 3 minuti visto che riesco a sfruttare anche la cache del proxy senza impazzire a scaricare mega e mega di patch ms che fanno tanti casini quanti ne sistemano. Ma vogliamo parlare dei tempi che intercorrono tra bug e patch nel mondo M$?
    Non parliamo poi della produttività,
    stendiamo un velo pietoso; il signore della
    Microsoft è decisamente di parte, ma
    dice delle cose vere e sacrosante.Produttività? cosa intende? io vedo che Lotus Domino su server linux ha performance maggiori che su winzozz 2003 dell'ordine di un 30% in + quindi lo vedo + produttivo....
    Linux? Tanti Auguri!Grazie auguri a te che usi windows
  • Anonimo scrive:
    Re: alcune cose vere però
    - Scritto da: Anonimo
    il fatto che ci siano pochi programmatori.
    Gli odiati programmatori visual basic 6 di
    cui il mondo è pieno (e cambiate,
    passate alla versione .net che è
    decisamente un'altra cosa perchè credi che ci siano tutti 'sti sviluppatori vb6 e niente su .NET?licenze! anti-pirateria.nell'impossibilità di fare formazione gratis senza identificazione, i programmatori passeranno a quel che gli pare.soldi non ce ne sono tra chi deve lavorare.tra chi da da lavorare potrebbero essercene ... ma non da sborsare ogni anno.il management sta iniziando ad odiare l'informatica perchè è fatta per fare quel che vogliono fare LORO e non FARSELO FARE ... ovvero succhiare soldi all'infinito.io sia come utente che come operatore voglio roba che duri e mi chieda soldi il meno possibile
  • Anonimo scrive:
    I conti non tornano
    Continuano a non tornare.Il pacioccone dice che tanti programmatori in gambissima lavorano per MS, mentre quattro gatti rincoglioniti sviluppano Linux.Potrebbe anche darsi: di certo sono pronto ad ammettere che i sviluppatori MS siano molto in gamba, anche se devo dire che i vari sviluppatori di Linux probabilmente lo sono altrettanto, ma in modo diverso: meno "aziendale" e più "geniale", diciamo.Quel che non capisco, e che da tempo mi preoccupa, è questo: come mai MS, che guadagna tantissimo, che di ce di investire tantissimo in ricerca e sviluppo, che ha tanti programmatori in gamba, come mai riesce a partorire a fatica, in tempi lunghi ed irregolari, poco software con tanti difetti? Com'è che non riesce a far meglio di quattro gatti "incompetenti"?C'è qualcosa che non torna: dove vanno a finire tutte le risorse che MS ha? Mi pare di vedere uno di quegli studenti che si impegnano, studiano giorno e notte, crollano sui libri, e poi non riescono ad avere risultati più che mediocri.Non so: o MS ha qualcosa di bacato proprio come azienda, per cui non ce la fa proprio, oppure le risorse le spende quasi tutte in qualcosa che non dice.
  • Anonimo scrive:
    Re: RESPONSABILITA'? leggiamo i contratt
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    invito chiunque a leggere un QUALSIASI

    "eula" di Microsoft in proprio
    possesso, uno

    qualsiasi.

    Leggiti quelle di Linux.


    oppure ad andare su hotmail e leggere
    tutto

    quello che c'è scritto e poi
    vediamo

    le responsabilità che si
    prendono e

    quelle che affibiano a te, cliente.

    Linux non ti da neanche i 5$ che di darebbe
    Microsoft.Sei solo ridicolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: RESPONSABILITA'? leggiamo i contratti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    invito chiunque a leggere un QUALSIASI

    "eula" di Microsoft in proprio
    possesso, uno

    qualsiasi.

    Leggiti quelle di Linux.linux non accusa nessuno, non ho bisogno di leggerle
    Linux non ti da neanche i 5$ che di darebbe
    Microsoft.ovvero la stessa cifra che gli hai dato tu per usarlo: nulla.
    Invece l'assistenza legale per sopperire
    alle responsabilità che NON si prende
    Linux, te la danno, a pagamento, quelli di
    www.osriskmanagement.com ( sto parlando
    seriamente ).

    Buona lettura.info utile, grazie! :-)
  • Anonimo scrive:
    Supporto Microsoft ??
    Ma cosa dice che Windows danno supporto ma de chè...Devi sempre e solo pagare per avere supporto , e se posti una domanda un po più difficile del solito nei newsgroup di MS non ti rispondono perchè è pieno di incompetenti ..Almeno con Linux ci sono moltissimi forum con gente che ci capisce (linux)
  • lordream scrive:
    Re: Che comico!
    di che ti lamenti?.. tu linux lo hai comprato?..
  • Sladek scrive:
    Re: E i danni?

    Scherzi a parte Microsoft dovrebbe
    concentrarsi un po' di più sui pregi
    e le innovazioni al suo prodotto, invece di
    accanirsi contro Linux con una sequela di
    critiche che ormai inizia anché un
    po' a stancare. :Io ci vedrei bene il nostro premier in testa a quel manipolo di sfigati. Lascierebbe da parte Linux per addossare la colpa ai comunisti e noi geeks saremmo tutti contenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao......
  • pikappa scrive:
    Re: Please, rispondetemi seriamente
    - Scritto da: Anonimo
    Allora, non sono un esperto informatico ne
    un programmatore con le balls e nemmeno un
    troll, premesso questo:

    è possibile creare dei virus che
    girano su Linux? Possibile, è possibile qualunque cosa, cmq sia su linux al momento è decisamente + complesso, perchè: esistono diverse distribuzioni, quindi diversi sistemi operativi con diverse versioni di software attaccabile, la gestione dei permessi e degli utenti è molto + sicura e stabile rispetto a quella di windows, che ha la grossa pecca di dare l'accesso all'utente administrator (l'equivalente dell'utente root *NIX) di default
    è possibile creare dei dialer che
    girino su Linux? certamente, ma la cosa è resa molto difficile per gli stessi motivi di sopra
    è possibile creare tutte le altre
    amentià varie che affliggono Win per
    un sistema Linux? Anche linux ha i suoi bei bachi( anche gravi), ma sono decisamente meno rispetto a quelli di win

    molti mi dicono che Linux è super
    sicuro anche per via della sua gestione dei
    permessi utenti, ma io non capisco...un
    utente limitato può mandare la posta
    e quindi un worm o si potrebbe diffondere
    uguale e penso che anche dei virus
    opportunamente creati potrebbero fare
    danni...o no? no perchè l'utente anche apre un allegato pericoloso ed esegue un virus, questi girerà con i permessi dell'utente incauto, e quindi non potrà aggredire file che non sono di sua proprietà (come appunto i file di sistema)

    Ripeto, non sono qui per trollare ma solo
    per conoscere, grazie.Saresti uno dei pochi quiCiaops perdonami se ho un po tirato via la risposta, ma devo uscire di fretta, per maggiori informazioni come sempre google è tuo amico
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE

    ignorante ho imparato la programmazione c
    grazie ai sorgenti dei dilettanti come li
    chiami tu....Bravo (troll)
  • Anonimo scrive:
    I falsi miti di windows...
    1) Te lo regalano con il pc.Falso, si tratta delle licenze OEM, che vanno ad aggiungersi al costo totale del pc (che voi non saprete mai in precedenza quanto costasse realmente)2) Ti protegge da violazioni di proprieta' intellettuale, al contrario di altri.Qualsiasi azienda di sw proprietario è tenuta a rispondere di queste violazioni, e non l'utente finale. Controllare per credere. Linux fa caso a parte in quanto non è sviluppata da un soggetto commerciale, e per questo si rifanno sugli utenti.3) Windows è sicuroDobbiamo commentare?4) Windows è stabileSi, forse xp più dei suoi predecessori. Ma vogliamo vedere, qualche volta, il paragone con altri OS? Anche qui, provare per credere.5) Windows garantisce retrocompatilibita'.Si, infatti abbiamo visto come è retrocompatibile. Windows 2000 abbandonato a se' stesso, niente Service Pack 5, un OS che può essere stato acquistato anche solo 4 anni fa, a fronte di vulnerabilita' gravi come quella in lsass o gdi.Per non parlare di alcuni driver che ormai che per certe vecchie versioni di windows non si trovano più!6) Windows è per gli standard apertiWindows non rispetta UNO standard che è UNO. Explorer interpreta i css come gli pare, Outlook quota al contrario, Wmp si basa su un formato proprietario di cui NON ci sono le specifiche (al contrario di quicktime, per dirne una), e la favoletta di Office che è basato su xml se la potevano risparmiare. Tanto tutti continueranno a spedire .doc7) Windows è innovativo.Un OS che nel 2005 deve ancora deframmentare il disco fisso è innovativo?8) Windows da' i mezzi necessari agli sviluppatori.Che cosa da' windows nudo e crudo a suoi acquirenti? Un browser bacato e obsoleto, un client mail insicuro, un media player spione, due editor di testo.Le applicazioni più importanti sono PORTATE su windows, ma mica le fa MS (e meno male)9) Windows è il sistema più adatto per il multimediale.Ma se con l'ultimo service pack devi fare un hack per vedere i divx!! E di divx ce ne sono anche di legali, venduti nei negozi!10) Windows non spia gli utenti.Provare per credere, cominciate a installare programmi e a mettere un firewall serio che controlli il traffico (ho detto serio, quindi niente firewall integrato di windows)Vedrete che partono richieste per --dove-sapete-voi...Saluti a tutti i markettari, io me ne vo' a dormire
  • Anonimo scrive:
    Re: RESPONSABILITA'? leggiamo i contratt
    - Scritto da: Anonimo
    Leggiti quelle di Linux.è gratis cazzo vuoi di piu ?
    Invece l'assistenza legale per sopperire
    alle responsabilità che NON si prende
    Linux, te la danno, a pagamento, quelli di
    www.osriskmanagement.com ( sto parlando
    seriamente ).Io uso una debian con i repository settati su onlyfucked freele assistenze legali mi ci pulisco il culo e te lo dice unoche ha installato 200 postazioni linux ad un famosocall center....
    Buona lettura.
    • Anonimo scrive:
      Re: RESPONSABILITA'? leggiamo i contratt
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Leggiti quelle di Linux.

      è gratis cazzo vuoi di piu ?


      Invece l'assistenza legale per sopperire

      alle responsabilità che NON si
      prende

      Linux, te la danno, a pagamento, quelli
      di

      www.osriskmanagement.com ( sto parlando

      seriamente ).

      Io uso una debian con i repository settati
      su only
      fucked free
      le assistenze legali mi ci pulisco il culo e
      te lo dice uno
      che ha installato 200 postazioni linux ad un
      famoso
      call center....quello fatto di numeri, non persone? ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: qualità VS quantità
    - Scritto da: Anonimo
    "Ci sono - ha dichiarato - più
    sviluppatori in gamba che lavorano su
    piattaforma Microsoft che per l'open
    source".

    saranno forse di più, ma in che
    condizioni di libertà lavorano? inLavoro non è libertà, anzi, "Il lavoro rende liberi" (Arbeit Mact Frei) lo scrivevano i nazisti sul cancello del campo di sterminio di Auschwitz; lavoro, è al più, autonomia.Piuttosto, in che condizioni economiche lavorano i programmatori open source?
    che condizioni di tempo lavorano? a chein che condizioni di tempo lavorano i programmatori open source? è giusto che stiano in piedi la notte per star dietro a un loro progetto invece di dormire?
    compromessi devono scendere? a che ORDINIQuanti intrallazzatori, ammanicati, info-politicanti, dovranno copiare e lucrare sul lavoro di un programmatore open source volontario che lavora a titolo gratuito prima che a quest'ultimo venga riconosciuto anche un trattamento economico, se MAI gli sarà riconosciuto?
    devono rispondere? a che RICHIESTE DI
    MARKETING devono sottostare?A quali richieste di MARKETING devono sottostare i presunti "liberi" programmatori volontari open source?Qual'è il loro PADRONE?La risposta è qui:http://snipurl.com/ahx0
    su su

    siamo seri.Bravo, comincia tu.
    • Anonimo scrive:
      Re: qualità VS quantità
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      "Ci sono - ha dichiarato - più

      sviluppatori in gamba che lavorano su

      piattaforma Microsoft che per l'open

      source".



      saranno forse di più, ma in che

      condizioni di libertà lavorano?
      in

      Lavoro non è libertà, anzi,
      "Il lavoro rende liberi" (Arbeit Mact Frei)
      lo scrivevano i nazisti sul cancello del
      campo di sterminio di Auschwitz; lavoro,
      è al più, autonomia.

      Piuttosto, in che condizioni economiche
      lavorano i programmatori open source?


      che condizioni di tempo lavorano? a che

      in che condizioni di tempo lavorano i
      programmatori open source? è giusto
      che stiano in piedi la notte per star dietro
      a un loro progetto invece di dormire?


      compromessi devono scendere? a che
      ORDINI

      Quanti intrallazzatori, ammanicati,
      info-politicanti, dovranno copiare e lucrare
      sul lavoro di un programmatore open source
      volontario che lavora a titolo gratuito
      prima che a quest'ultimo venga riconosciuto
      anche un trattamento economico, se MAI gli
      sarà riconosciuto?


      devono rispondere? a che RICHIESTE DI

      MARKETING devono sottostare?

      A quali richieste di MARKETING devono
      sottostare i presunti "liberi" programmatori
      volontari open source?

      Qual'è il loro PADRONE?

      La risposta è qui:

      snipurl.com/ahx0


      su su



      siamo seri.

      Bravo, comincia tu.sei un po' stranostate dalla stessa parte ma ti incazzi con lui
    • Giambo scrive:
      Re: qualità VS quantità
      - Scritto da: Anonimo
      Lavoro non è libertà, anzi,
      "Il lavoro rende liberi" (Arbeit Mact Frei)
      lo scrivevano i nazisti sul cancello del
      campo di sterminio di Auschwitz; lavoro,
      è al più, autonomia. "Macht", con la 'h' ...
      Piuttosto, in che condizioni economiche
      lavorano i programmatori open source?Io me la passo decisamente bene, grazie :-)
      in che condizioni di tempo lavorano i
      programmatori open source? è giusto
      che stiano in piedi la notte per star dietro
      a un loro progetto invece di dormire?E' una libera scelta. C'e' chi la sera si rimbecillisce davanti ai reality show, chi scende al bar ad ubriacarsi, chi costruisce un modellino di galeone e chi programma.
      Quanti intrallazzatori, ammanicati,
      info-politicanti, dovranno copiare e lucrare
      sul lavoro di un programmatore open source
      volontario che lavora a titolo gratuito
      prima che a quest'ultimo venga riconosciuto
      anche un trattamento economico, se MAI gli
      sarà riconosciuto?Stai insultando la categoria dei programmatori.Credi che siano tutti degli imbecilli che non vedono al dila' del proprio naso ? Se uno lavora gratuitamente sa' quello che sta' facendo. O forse credi che siano ridotti in schiavitu' e incatenati in qualche scantinato ?
      A quali richieste di MARKETING devono
      sottostare i presunti "liberi" programmatori
      volontari open source?Nessuna ?
      Qual'è il loro PADRONE?Loro stessi ?
      La risposta è qui:

      snipurl.com/ahx0 Ah, Stallman, il Grande Dittatore che ha in pugno tutti i programmatori Open Source ... ma va la' !!Io me ne strafrego di quel che dice Stallman, faccio il cavolo che voglio. Un programmatore pagato dalla Microsoft puo' dire lo stesso di Bill Gates ?
    • Mechano scrive:
      Re: qualità VS quantità
      - Scritto da: Anonimo
      Lavoro non è libertà, anzi,
      "Il lavoro rende liberi" (Arbeit Mact Frei)
      lo scrivevano i nazisti sul cancello del
      campo di sterminio di Auschwitz; lavoro,
      è al più, autonomia.Si bella questa del lavoro. Da S. Agostino ai giorni nostri lo scopo dell'esistenza umana e' il lavoro in se' e non il raggiungere livelli maggiori di felicita' o di sapienza...E non mi rispondere che la felicita' viene raggiunta con il denaro guadagnato lavorando, perche' sappiamo entrambi che ci sono persone ricche ma infelici e che il denaro e' un'aberrazione dei tempi moderni.
      Piuttosto, in che condizioni economiche
      lavorano i programmatori open source?Che gliene importa se lo fanno per piacere e godimento personale?
      in che condizioni di tempo lavorano i
      programmatori open source? è giusto
      che stiano in piedi la notte per star dietro
      a un loro progetto invece di dormire?E a te che te ne importa? Ognuno segue le proprie passioni come meglio crede, organizzandosi il tempo come preferisce.
      Quanti intrallazzatori, ammanicati,
      info-politicanti, dovranno copiare e lucrare
      sul lavoro di un programmatore open source
      volontario che lavora a titolo gratuito
      prima che a quest'ultimo venga riconosciuto
      anche un trattamento economico, se MAI gli
      sarà riconosciuto?Che tristezza dover vivere sempre guardando cosa fanno gli altri, come possono fregarti, quanto guadagnano col lavoro degli altri e del tuo.Meno male che la passione per il computer e la programmazione fanno preferire ai programmatori opensource il programmare e migliorare il loro software, che stare a guardare chi e quanto ruba.
      A quali richieste di MARKETING devono
      sottostare i presunti "liberi" programmatori
      volontari open source?
      Qual'è il loro PADRONE?
      La risposta è qui:

      snipurl.com/ahx0 E' un thread piuttosto importante e Richard Stallman avvisa del pericolo insito nell'inquinare il codice di un software importante come il gcc con bytecode proprietario e quindi possibilmente anche coperto da brevetti quale quello prodotto da una Java Virtual Machine.Esempio fuori luogo e che invece dimostra come il software debba continuamente difendersi dalle insidie tese dal mondo del closed source e le aziende truffaldine che vi fanno parte.--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti, per quanto riguarda la sicurezza,
    un'azienda che volesse usare Linux, dovrebbe
    almeno armarsi come tutti, di un antivirus
    per ogni macchina ( Sophos per esempio, e
    non te lo regalano mica ).HAHAHAHAHHAgli allegati virulenti mi fanno una pippa a 4 mani sulle macchine win un virus ti pialla mezza rete...
    Inoltre, questo stesso tipo di azienda deve
    prepararsi a dedicare molto tempo e spendere
    molti soldi, per mettere le pezze a
    software, bacato, scritto da dilettanti ignorante ho imparato la programmazione cgrazie ai sorgenti dei dilettanti come li chiami tu....
    Linux? Tanti Auguri!(troll)
  • AdessoBasta scrive:
    E i danni?

    i clienti di Microsoft sanno che noi ci prendiamo le nostre
    responsabilità, sanno che avranno upgrade e patchDato che, allo stato attuale, gli utenti linux non hanno motivo di pensare che non "avranno upgrade e patch", sulla responsabilità, vorrei che Microsoft potesse fare UN NOME un solo nome di un utente, grosso, piccolo, privato, società, ente pubblico che sia che abbia ricevuto da parte di Microsoft un risarcimento per i danni causati da una vulnerabilità (anche nel solo intervallo di tempo tra il suo sfruttamento e la pubblicazione della patch relativa). Altrimenti di che responsabilità stiamo parlando? Del senso civico di Microsoft, che non le permette di lasciare gli utenti nella cacca?
    il numero di sviluppatori Linux ... nell'ordine delle centinaia
    e il lavoro cruciale, quello sul kernel, è svolto da una
    manciata di personeAccidenti, devo pensare che Microsoft abbia già redatto un elenco delle suddette persone, tutti candidati nell'ordine: ad essere assunti con contratti miliardari, ad essere ricattati, ad essere radiati dalla vita pubblica e modana della propria nazione, a vedere la propria casa o la propria attività distrutta da un incendio doloso, essere lasciati dal/dalla partner, rimanere vittime di incidenti o suicidi improvvisi.Scherzi a parte Microsoft dovrebbe concentrarsi un po' di più sui pregi e le innovazioni al suo prodotto, invece di accanirsi contro Linux con una sequela di critiche che ormai inizia anché un po' a stancare. :
  • Anonimo scrive:
    Re: EEEEEHHH?!?!?!?!?!
    - Scritto da: jokanaan
    si chiama FUD, Fear, Uncertainty, and Doubt,
    mica a caso! :DQuello che dici mi ricorda il RECENTISSIMO slogan "Miseria Morte e Terrore", di un pò, ti chiami Silvio?Cos'è il FUD? Ah si, è quel lavaggio di cervello che fanno i fanatici di Linux per farti credere che tutti gli altri sono cattivi e che, se usi IL sistema operativo incarnazione del Male ( o i suoi linguaggi ), dovrai avere paura di finire all'inferno perché ti stanno cooptando con messaggi subliminali e con le loro API modificate dalla CIA e FBI per spiare il NEMICO taci ti ascolta?Ah si, allora ho capito cos'è il FUD!!! Paura Incertezza Dubbio! I conti tornano.
    • Anonimo scrive:
      Re: EEEEEHHH?!?!?!?!?!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: jokanaan


      si chiama FUD, Fear, Uncertainty, and
      Doubt,

      mica a caso! :D

      Quello che dici mi ricorda il RECENTISSIMO
      slogan "Miseria Morte e Terrore", di un
      pò, ti chiami Silvio?

      Cos'è il FUD? Ah si, è quel
      lavaggio di cervello che fanno i fanatici di
      Linux per farti credere che tutti gli altri
      sono cattivi e che, se usi IL sistema
      operativo incarnazione del Male ( o i suoi
      linguaggi ), dovrai avere paura di finire
      all'inferno perché ti stanno
      cooptando con messaggi subliminali e con le
      loro API modificate dalla CIA e FBI per
      spiare il NEMICO taci ti ascolta?

      Ah si, allora ho capito cos'è il
      FUD!!! Paura Incertezza Dubbio! I conti
      tornano.Si... va bene... Però la prossima volta mettici anche un po' di tabacco...
    • Anonimo scrive:
      Re: EEEEEHHH?!?!?!?!?!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: jokanaan


      si chiama FUD, Fear, Uncertainty, and
      Doubt,

      mica a caso! :D

      Quello che dici mi ricorda il RECENTISSIMO
      slogan "Miseria Morte e Terrore", di un
      pò, ti chiami Silvio?

      Cos'è il FUD? Ah si, è quel
      lavaggio di cervello che fanno i fanatici di
      Linux per farti credere che tutti gli altri
      sono cattivi e che, se usi IL sistema
      operativo incarnazione del Male ( o i suoi
      linguaggi ), dovrai avere paura di finire
      all'inferno perché ti stanno
      cooptando con messaggi subliminali e con le
      loro API modificate dalla CIA e FBI per
      spiare il NEMICO taci ti ascolta?

      Ah si, allora ho capito cos'è il
      FUD!!! Paura Incertezza Dubbio! I conti
      tornano.Prodiano e Winaro.Praticamente l'apoteosi dello sfigato....
  • Anonimo scrive:
    Re: HA RAGIONE
    utonto windoze? sukkia!
  • Anonimo scrive:
    Re: il Vero Mission Critical
    tutti criticano windoze .... ma continuano a usarlo e spararci sopra ... allora perche continuano a usarlo?? spiegatemelo ... e' cosi difficile usare linux o un unix-like? io non credo.siate coerenti
    • Anonimo scrive:
      Re: il Vero Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo
      tutti criticano windoze .... ma continuano a
      usarlo e spararci sopra ... allora perche
      continuano a usarlo?? spiegatemelo ... e'
      cosi difficile usare linux o un unix-like?OVVIAMENTE SI. I tuoi genitori non lavorano su un pc? prova a farli lavorare con linux..... ricordati che la maggor parte delle persone che lavorano con i pc hanno un età superiore ai 50 anni, ed il loro lavoro si trasforma in profitto, il tuo, che ti diverti a smanettare con il kernel, non rende a nessuno....nonostante, per esempio, Oracle giri 10 volte più veloce su una piattaforma linux che non su una NT, le aziende per poter guadagnare in fretta preferiscono metterlo su NT che spaccarsi la testa per metterlo su RHAS3UP3 e pagare appositamente e salatamente una persona che poi non fa altro che scaricarsi da internet la lista delle patch da installare, che poi a volte vanno in conflitto con altre applicazioni, vedi DATASTAGE (che costa un milione di euro, quello sotto linux ed è pieno di bachi, quello per pc se si tratta a dovere con 100.000 euro te lo danno e funziona subito e bene); questo è l'esempio della mia azienda, che dopo aver comprato rhas3 e averlo pagato un bel pò ha deciso di tornare a windows, dopo tutto il cliente voleva tutto subito e a poco prezzo, ovviamente non ha avuto una soluzione super performante, ma è contento è ci ha chiesto altri lavori....
      • Anonimo scrive:
        Re: il Vero Mission Critical
        - Scritto da: Anonimo
        OVVIAMENTE SI. I tuoi genitori non lavorano
        su un pc?A dire il vero non lavorano su un PC.
        prova a farli lavorare con
        linux..... ricordati che la maggor parte
        delle persone che lavorano con i pc hanno un
        età superiore ai 50 anni, ed il loro
        lavoro si trasforma in profitto, il tuo, cheConosco diverse persone di età 50 o superiore che non hanno alcun problema ad usare Linux con lavori che si trasformano in profitto... tu questi problemi dove li vedi?
        ti diverti a smanettare con il kernel, non
        rende a nessuno....Rende a tutti invece. A chi usa Linux perché le novità e nuovo software è sempre ben venuto e anche a te. Più c'è gente che si dedica a Linux più M$ sarà costretta ad ascoltare i propri utenti e sarà spinta a produrre software di qualità.
        nonostante, per esempio, Oracle giri 10
        volte più veloce su una piattaforma
        linux che non su una NT, le aziende per
        poter guadagnare in fretta preferiscono
        metterlo su NT che spaccarsi la testa per
        metterlo su RHAS3UP3Hai ragione, molte aziende sono guidate da persone estremamente stupide. Oppure hanno un reparto tecnico composto non da tecnici informatici ma da venditori di fumo e cialtroni.
        e pagare appositamente
        e salatamente una persona che poi non faE perché non possono farlo direttamente loro questo lavoro? I loro tecnici dopotutto non sono poi così bravi?
        altro che scaricarsi da internet la lista
        delle patch da installare, che poi a volteSe il lavoro è tanto semplice mi domando come mai i loro tecnici non sono all'altezza...
        vanno in conflitto con altre applicazioni,Sinceramente, in due anni che uso Linux, non mi è capitato *MAI* che un update andasse in conflitto con qualsiasi altra cosa in Linux. Cosa invece capitatami spesso in Windows.
        vedi DATASTAGE (che costa un milione di
        euro, quello sotto linux ed è pieno
        di bachi, quello per pc se si tratta a
        dovere con 100.000 euro te lo danno e
        funziona subito e bene); questo è
        l'esempio della mia azienda, che dopo aver
        comprato rhas3 e averlo pagato un bel
        pò ha deciso di tornare a windows,
        dopo tutto il cliente voleva tutto subito e
        a poco prezzo, ovviamente non ha avuto una
        soluzione super performante, ma è
        contento è ci ha chiesto altri
        lavori....Certo, è facile essere venditori di fumo. È facile raggirare un cliente facendogli credere che le proprie mancanze tecniche sono in realtà colpa di un determinato software o hardware.Saluti, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: il Vero Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo
      tutti criticano windoze .... ma continuano a
      usarlo e spararci sopra ... allora perche
      continuano a usarlo?? spiegatemelo ... e'
      cosi difficile usare linux o un unix-like?
      io non credo.
      siate coerentiIo critico Windoze, io uso Linux 24/24 (tranne quando dormo). I PC a casa mia sono 4 (di mio possesso):1) Server Linux acceso 24/24, il suo scopo è quello di scaricare file grossi da internet (ISO, etc) in background, condividere file con NFS e Samba, agire da server WEB su cui testare i siti, presto lo userò anche per connetterci le telecamere perimetrali di casa mia di modo da renderle accessibili da qualunque PC via WEB all'interno della mia LAN ed inoltre, anche questo entro breve (non appena ho un oretta libera per fare il software), potermi avvertire via GSM di eventuali tentativi di hacking, di eventuali blackout, varie ed eventuali...2) Laptop Linux con connessione wireless, è un po' vecchio, presto lo cambierò e ci reinstallerò sopra Linux in tempo zero3) PC che uso io: Linux naturalmente, usato per sviluppo, navigazione web, chat, email, news, musica, giochi (anche se devo dire di non essere un giocatore accanito), lavori d'ufficio e probabilmente altro che ora non mi viene in mente. 4) PC per il 99% del tempo spento con Windows2000 per quando mi si chiede di sviluppare qualcosa in Delphi o Access (in realtà potrei farlo su Linux con CrossoverOffice ma visto che comunque ho una licenza Windows e un PC in più non ho problemi, inoltre il supporto di Access di CXOffice non è esattamente esaltante).Come vedi su 4 PC uno solo ha Windows (e neanche l'ultima versione visto che ritengo XP una vera ciofeca), inoltre questo PC è quasi permanentemente spento (escluso il tempo strettamente necessario a svolgere i due task già elencati). Presto con OpenOffice 2.0 ci sarà anche un software Access-like, lo proverò e se risulterà essere "all'altezza" come credo cestinerò Access per sempre (finalmente, non vedo l'ora... anche ieri quello stronzo mi ha fatto perdere 1 ora di lavoro) e svilupperò solo per OpenOffice.Come puoi vedere, seppur dedichi il 99% del mio tempo a Linux ci sono ancora alcune occasioni in cui Windows mi è utile, tuttavia le ragioni per continuare a mantenerlo stanno rapidamente diminuendo.Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: il Vero Mission Critical
        - Scritto da: Segfault[CUT]
        1) Server Linux acceso 24/24, il suo scopo
        è quello di ...Dimenticavo di dire che questo server altro non è che un Intel Celeron 400, regalatomi da una persona che riteneva non fosse più utile a nulla perché "XP non gira bene".Ho raggiunto uptime di oltre 80 giorni con lui senza mai un blocco (spento per qualche ora solo per mia pietà nei suoi confronti)... con prestazioni limitate praticamente solo dalla LAN a 100MBit... niente male per un PC non più utile a nulla...Saluti, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: il Vero Mission Critical
    - Scritto da: Silenx
    devo dire che nel mission critical windoze
    non lo batte nessuno ... infatti e' proprio
    una missione critica ( traduciamo la parola
    ) usare windoze o comunque averci a che fare
    .....
    salutiInfatti non è mica da tutti saper usare un computer, tutti sono buoni a ca**eggiare con un PC.
  • Anonimo scrive:
    HA RAGIONE
    Infatti, per quanto riguarda la sicurezza, un'azienda che volesse usare Linux, dovrebbe almeno armarsi come tutti, di un antivirus per ogni macchina ( Sophos per esempio, e non te lo regalano mica ).Ma questo sarebbe niente, dovrebbe anche tutelarsi contro il rischio di violare brevetti ( vedasi per esempio http://punto-informatico.it/p.asp?i=51135 ): si tratta di una violazione che può aver luogo, da parte dell'azienda, sia tramite l'utilizzo di Linux stesso che tramite il software open source contenuto in Linux.Questa tutela si può ottenere, per esempio, pagandosi un'assicurazione presso http://www.osriskmanagement.com/ con lo scopo di sostenere future spese processuali e pagamento danni ( Ricordate che la Legge non ammette Ignoranza ).Inoltre, questo stesso tipo di azienda deve prepararsi a dedicare molto tempo e spendere molti soldi, per mettere le pezze a software, bacato, scritto da dilettanti ( per esempio, di sw in php bacato ce ne sono tonnellate ) che a parole sono capolavori e che poi nei fatti... ( vedi per esempio http://punto-informatico.it/p.asp?i=50900 )Non parliamo poi della produttività, stendiamo un velo pietoso; il signore della Microsoft è decisamente di parte, ma dice delle cose vere e sacrosante.Linux? Tanti Auguri!
    • Giambo scrive:
      Re: HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Infatti, per quanto riguarda la sicurezza,
      un'azienda che volesse usare Linux, dovrebbe
      almeno armarsi come tutti, di un antivirus
      per ogni macchina ( Sophos per esempio, e
      non te lo regalano mica ).Sophos serve per proteggere le macchine Windows.Lo fai girare, per esempio, su un mail-server Linux e lui sta' li' a difendere le povere macchine Windows.
      Ma questo sarebbe niente, dovrebbe anche
      tutelarsi contro il rischio di violare
      brevetti ( vedasi per esempio
      punto-informatico.it/p.asp?i=51135 ): si
      tratta di una violazione che può aver
      luogo, da parte dell'azienda, sia tramite
      l'utilizzo di Linux stesso che tramite il
      software open source contenuto in Linux.Queste sono illazioni: Infatti per ora _nessuno_ si e' fatto avanti per una violazione di brevetto, mentre la Microsoft (Per fare un esempio a caso) ha gia' sganciato diversi "dobloni" per la stessa ragione.
      Inoltre, questo stesso tipo di azienda deve
      prepararsi a dedicare molto tempo e spendere
      molti soldi, per mettere le pezze a
      software, bacato, scritto da dilettanti (
      per esempio, di sw in php bacato ce ne sono
      tonnellate )Pure di software scritto in VB, java o Cobol, e con questo ?
      che a parole sono capolavori e
      che poi nei fatti... ( vedi per esempio
      punto-informatico.it/p.asp?i=50900 )http://www.maxpatrol.com/ptmshorp.aspVedi, la differenza sta' nel fatto che nel caso te riportato la colpa e' dell'amministratore che non ha patchato un BUG conosciuto del quale esisteva gia' una soluzione, mentre per il caso da me riportato per ora non si e' sentito nulla da parte della Microsoft.
      Non parliamo poi della produttività,
      stendiamo un velo pietoso; il signore della
      Microsoft è decisamente di parte, ma
      dice delle cose vere e sacrosante.Qualche esempio ? Qualche studio indipendente ? Hai qualcosa di concreto da portare qui davanti a tutti ?
      Linux? Tanti Auguri!Grazie, e attento ai worm, virus, trojan, dialer, exploit remoti, ...
    • Anonimo scrive:
      Re: HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Infatti, per quanto riguarda la sicurezza,
      un'azienda che volesse usare Linux, dovrebbe
      almeno armarsi come tutti, di un antivirus
      per ogni macchina ( Sophos per esempio, e
      non te lo regalano mica ).
      ci sono antivirus gratuiti sia per win che per Linux... mai sentito parlare di f-prot ?
      Ma questo sarebbe niente, dovrebbe anche
      tutelarsi contro il rischio di violare
      brevetti ( vedasi per esempio
      punto-informatico.it/p.asp?i=51135 ): si
      tratta di una violazione che può aver
      luogo, da parte dell'azienda, sia tramite
      l'utilizzo di Linux stesso che tramite il
      software open source contenuto in Linux.è il motivo per cui M$ tiene tanto ai brevetti sw... segano le gambe alla concorrenza...

      Questa tutela si può ottenere, per
      esempio, pagandosi un'assicurazione presso
      www.osriskmanagement.com / con lo scopo di
      sostenere future spese processuali e
      pagamento danni ( Ricordate che la Legge non
      ammette Ignoranza ).

      Inoltre, questo stesso tipo di azienda deve
      prepararsi a dedicare molto tempo e spendere
      molti soldi, per mettere le pezze a
      software, bacato, scritto da dilettanti (
      per esempio, di sw in php bacato ce ne sono
      tonnellate ) che a parole sono capolavori e
      che poi nei fatti... ( vedi per esempio
      punto-informatico.it/p.asp?i=50900 )mai usato win ME? mai usato il firewall di winXP ?... va la che non sai neanche di cosa parli

      Non parliamo poi della produttività,
      stendiamo un velo pietoso; il signore della
      Microsoft è decisamente di parte, ma
      dice delle cose vere e sacrosante.vero, M$ ha dimostrato di essere molto produttiva... come quando ha piallato la be.inc e netscape...

      Linux? Tanti Auguri!tanti auguri a te e al pc palladium che ti rifileranno...
  • Silenx scrive:
    il Vero Mission Critical
    devo dire che nel mission critical windoze non lo batte nessuno ... infatti e' proprio una missione critica ( traduciamo la parola ) usare windoze o comunque averci a che fare .....saluti
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Chi è responsabile per la sicurezza...
    ... del Kernel di Linux?Bho?Però si guarda bene di dirci chi è il responsabile della sicurezza del Kernel di Windows, mica vole che viva il resto della sua vita sotto scorta ;-)
  • Anonimo scrive:
    Che comico!
    "i clienti di Microsoft sanno che noi ci prendiamo le nostre responsabilità, sanno che avranno upgrade e patch"ah! ah! ah! ROTFL"Responsabilità"? Ma sa' di cosa sta parlando?nell' EULA M$ dice che non si prende nessuna responsabilità.Chissa' se provo a chiedere i danni a M$ per un cluster Windows 2000 advanced server che ha dato i numeri per una settimana... ha bloccato laboratori, uffici, etc...... arrangiarsi... cari miei.... arrangiarsi..."i clienti hanno bisogno di una soluzione che viene fornita assieme al giusto livello di supporto e di servizi"Ma che livello supporto e servizi della cippa.Se hai problemi vai su google e sui suoi newsgroupsper trovare una soluzione.Uno che si permette di prendere in giro la gente in questo modo meschino e da prendere a pesci in faccia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che comico!
      - Scritto da: Anonimo
      "i clienti di Microsoft sanno che noi ci
      prendiamo le nostre responsabilità,
      sanno che avranno upgrade e patch"

      ah! ah! ah! ROTFL
      "Responsabilità"? Ma sa' di cosa sta
      parlando?
      nell' EULA M$ dice che non si prende nessuna
      responsabilità.Perché Linux? Linux di responsabilità se ne prende ancora di meno, anzi se ne sbatte alla stragrande, e se ne frega anche dei brevetti scaricando tutto sull'azienda sfortunata che lo adotta, vedi: http://www.osriskmanagement.com
      Chissa' se provo a chiedere i danni a M$ per
      un cluster Windows 2000 advanced server che
      ha dato i numeri per una settimana... ha
      bloccato laboratori, uffici, etc...
      ... arrangiarsi... cari miei....
      arrangiarsi...Perché, Linux ti paga i danni?
      "i clienti hanno bisogno di una soluzione
      che viene fornita assieme al giusto livello
      di supporto e di servizi"

      Ma che livello supporto e servizi della
      cippa.
      Se hai problemi vai su google e sui suoi
      newsgroups
      per trovare una soluzione.No caro, esiste un supporto con diversi tipi di offerta economica (e non vale solo per la Microsoft) per RISOLVERE i problemi e per NON perdere tempo su google come devi fare tu e i tuoi How-to Linux a far vedere che si è espertoni, esperti brontoloni.
      Uno che si permette di prendere in giro la
      gente in questo modo meschino e da prendere
      a pesci in faccia......e tu?
  • Anonimo scrive:
    Re: Please, rispondetemi seriamente
    - Scritto da: Anonimo
    Allora, non sono un esperto informatico ne
    un programmatore con le balls e nemmeno un
    troll, premesso questo:

    è possibile creare dei virus che
    girano su Linux?
    è possibile creare dei dialer che
    girino su Linux?
    è possibile creare tutte le altre
    amentià varie che affliggono Win per
    un sistema Linux?

    molti mi dicono che Linux è super
    sicuro anche per via della sua gestione dei
    permessi utenti, ma io non capisco...un
    utente limitato può mandare la posta
    e quindi un worm o si potrebbe diffondere
    uguale e penso che anche dei virus
    opportunamente creati potrebbero fare
    danni...o no?

    Ripeto, non sono qui per trollare ma solo
    per conoscere, grazie.http://www.google.it/search?hl=it&q=root+escalation+&spell=1
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux Mission Critical
    bhe ... ovviamente le bombe non le creano con i sistemi M$ altrimenti sai quanti laboratori e citta limitrofe sarebbero saltate in aria ?
  • Anonimo scrive:
    Please, rispondetemi seriamente
    Allora, non sono un esperto informatico ne un programmatore con le balls e nemmeno un troll, premesso questo: è possibile creare dei virus che girano su Linux? è possibile creare dei dialer che girino su Linux? è possibile creare tutte le altre amentià varie che affliggono Win per un sistema Linux? molti mi dicono che Linux è super sicuro anche per via della sua gestione dei permessi utenti, ma io non capisco...un utente limitato può mandare la posta e quindi un worm o si potrebbe diffondere uguale e penso che anche dei virus opportunamente creati potrebbero fare danni...o no? Ripeto, non sono qui per trollare ma solo per conoscere, grazie.
    • Incubus scrive:
      Re: Please, rispondetemi seriamente
      - Scritto da: Anonimo
      Allora, non sono un esperto informatico ne
      un programmatore con le balls e nemmeno un
      troll, premesso questo:

      è possibile creare dei virus che
      girano su Linux? Si, il virus e' un qualsiasi programma malevolo che si moltiplica.
      è possibile creare dei dialer che
      girino su Linux?Credo che possa affliggere solo se lo becchi mentre sei entrato come root o superutente (uno che puo' fare un po' tutto).
      è possibile creare tutte le altre
      amentià varie che affliggono Win per
      un sistema Linux? Tutte tutte no.

      molti mi dicono che Linux è super
      sicuro anche per via della sua gestione dei
      permessi utenti, ma io non capisco...un
      utente limitato può mandare la posta
      e quindi un worm o si potrebbe diffondere
      uguale e penso che anche dei virus
      opportunamente creati potrebbero fare
      danni...o no? Se l'utente non ha il diritto di modificare le impostazioni di rete come puo' un programma avviato da lui farlo?Di solito le modifiche sostanziali o pericolose devono essere fatte da root, l'utente puo' incasinarsi la sua home per consolarsi.Anche linux ha dei bug come ogni programma complesso ma in generale ha dei sistemi di sicurezza migliori. Il super sicuro non esiste, limitiamoci al "e' piu' sicuro di..."Di norma sei riesci a far eseguire qualcosa ad un utente win puo' combinare tutti i casini che vuoi mentre sotto linux devi beccare l'utente giusto o un bug particolarmente critico.Il diffondersi tramite posta elettronica non e' bloccato.
      Ripeto, non sono qui per trollare ma solo
      per conoscere, grazie.E' bello voler imparare, anzi se qualcuno la pensa in modo diverso fatemi sapere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hanno venduto WinME per anni...
    - Scritto da: Anonimo
    ....voglio che qualcuno si prenda la
    responsabilità per avermi preso per
    il c*lo.
    Se lo hai usato per anni è circunvenzione di incapacedi intendere e volere.
  • Anonimo scrive:
    qualità VS quantità
    "Ci sono - ha dichiarato - più sviluppatori in gamba che lavorano su piattaforma Microsoft che per l'open source".saranno forse di più, ma in che condizioni di libertà lavorano? in che condizioni di tempo lavorano? a che compromessi devono scendere? a che ORDINI devono rispondere? a che RICHIESTE DI MARKETING devono sottostare?su susiamo seri.
  • Anonimo scrive:
    RESPONSABILITA'? leggiamo i contratti
    ""Chi è responsabile per la sicurezza del kernel Linux? - si è chiesto - Red Hat si prende quella responsabilità? Non può, perché non produce il kernel Linux. Produce una distribuzione". Le cose invece andrebbero diversamente a suo dire nel mondo del software proprietario dove "i clienti di Microsoft sanno che noi ci prendiamo le nostre responsabilità, sanno che avranno upgrade e patch"."invito chiunque a leggere un QUALSIASI "eula" di Microsoft in proprio possesso, uno qualsiasi.oppure ad andare su hotmail e leggere tutto quello che c'è scritto e poi vediamo le responsabilità che si prendono e quelle che affibiano a te, cliente.non dico che non se le prendano, dico solo: leggete, fatevi una idea con la vostra testa. Ma forse... forse per capire vi servirà dell'assistenza legale, parecchia.
    • Anonimo scrive:
      Re: RESPONSABILITA'? leggiamo i contratti
      - Scritto da: Anonimo
      invito chiunque a leggere un QUALSIASI
      "eula" di Microsoft in proprio possesso, uno
      qualsiasi.Leggiti quelle di Linux.
      oppure ad andare su hotmail e leggere tutto
      quello che c'è scritto e poi vediamo
      le responsabilità che si prendono e
      quelle che affibiano a te, cliente.Linux non ti da neanche i 5$ che di darebbe Microsoft.
      non dico che non se le prendano, dico solo:
      leggete, fatevi una idea con la vostra
      testa. Ma forse... forse per capire vi
      servirà dell'assistenza legale,
      parecchia.Invece l'assistenza legale per sopperire alle responsabilità che NON si prende Linux, te la danno, a pagamento, quelli di http://www.osriskmanagement.com ( sto parlando seriamente ).Buona lettura.
  • Anonimo scrive:
    Re: alcune cose vere però
    - Scritto da: Anonimo
    c'è gente che non sa usare neanche le interfacce
    grafiche e si definisce programmatorespiega
  • Anonimo scrive:
    Linux Mission Critical
    Tra i 500 maggiori supercomputer del mondo ce ne sono molti gestiti dichiaratamente con Linux da centri prestigiosi.http://www.top500.org/lists/plists.php?Y=2004&M=1113 US Army Research Laboratory (ARL)United States/2004 John Von NeumannLNX Cluster, Xeon 3.4 GHz, Myrinet / 2048Linux Networx18 Los Alamos National LaboratoryUnited States/2003 LightningOpteron 2 GHz, Myrinet / 2816Linux Networx19 Lawrence Livermore National LaboratoryUnited States/2002 MCR Linux Cluster Xeon 2.4 GHz - Quadrics / 2304Linux Networx/Quadrics125 Grid Technology Research Center, AISTJapan/2004 AIST Super Cluster F-32, Xeon 3.06 GHz, GigE / 512Linux Networx334 Sandia National LaboratoriesUnited States/2003 CatalystP4 Xeon 3.06 GHz, Infiniband / 256Linux Networx341 US Army Research Laboratory (ARL)United States/2003 PowellPentium4 Xeon 3.06 GHz, Myrinet / 256Linux Networx346 Los Alamos National LaboratoryUnited States/2003 OrangeOpteron 1.6 GHz, Infiniband / 512Linux Networx394 Argonne National LaboratoryUnited States/2002 LCRC Xeon 2.4 GHz - Myrinet / 361Linux Networx396 BoeingUnited States/2004 Pentium4 Xeon 2.8 GHz, Myrinet / 256Linux Networx 1004397 BoeingUnited States/2004 Pentium4 Xeon 2.8 GHz, Myrinet / 256Linux Networx400 BoeingUnited States/2004 Pentium Xeon 2.66 GHz, Myrinet / 256Linux Networx
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Mission Critical
      - Scritto da: Anonimo
      Tra i 500 maggiori supercomputer del mondo
      ce ne sono molti gestiti dichiaratamente con
      Linux da centri prestigiosi.

      www.top500.org/lists/plists.php?Y=2004&M=11

      13 US Army Research Laboratory (ARL)
      United States/2004 John Von Neumann
      LNX Cluster, Xeon 3.4 GHz, Myrinet / 2048
      Linux Networxbellissimo utilizzo di linux, per creare bombe intelligenti
    • Anonimo scrive:
      Re: windows Mission Critical
      Questo invece è quello che succede quando si usa windows in situazioni mission critical ...Nel settembre del 1997, l'incrociatore lanciamissili USS Yorktown, comandato da un avanzatissimo sistema di gestione computerizzata basato su Windows NT, va in crisi per un buffer overflow che costringe la nave a restare paralizzata in mare per due ore. Fortunatamente non si tratta di una missione, ma di un'esercitazione...fonte:http://www.attivissimo.net/quotes_and_mistakes/errori_famosi.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: alcune cose vere però
    - Scritto da: jokanaan
    non capisco perché non potrà
    essere sviluppata in futuro su linux una
    piattaforma per la "sprogrammazione" tale e
    quale al sottovalutatissimo VB con python hai la stessa produttivita di vbasicin alternativa puoi usare mono che è il .NET di microsoftsu linux.vuoi un ide bello e con tutti i fiocchettini colorati ? anjuta kdevelop eclipse
  • Anonimo scrive:
    un lol grande quanto tutto il mondo
    è l'unica risposta degna .
  • Anonimo scrive:
    Re: alcune cose vere però
    - Scritto da: Anonimo
    molti clienti
    amano ancora le interfacce grafiche belle e
    carine di windows La gente usa Windows perché il è sinonimo di computer, non sa che esiste altro. Di sicuro NON lo ama. DI SI_CU_RO!!!e quando vedranno avalon
    all'opera si affezioneranno di più a
    mamma microsoft. MAI sentito NESSUNO parlare bene di Windows dal vivo, di persona. Sui forum sono tutti professionisti 3D e astroturfer, dal vivo tutti lì a bestemmiare contro Bilghèiz e la sua merd@.......Mah.... :|E' difficile cambiare
    mentalità alle persone, persone che
    in genere si scoraggiano dopo pochi click.E credono che il funzionamento sballato di un PC sia la norma. C'è gente, e non sai quanta, che formatta il suo PC tre o quattro volte l'anno ed è convinta che il mondo dei computer sia quello!!!!!!Datevi 'na chiodata.(apple)(apple)(apple)(apple)(apple)(apple)(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: alcune cose vere però
      ma anche 2 ma finchè linux non diventa semplice come windows questi ti rideranno sempre dietro.
      • Anonimo scrive:
        Re: alcune cose vere però
        - Scritto da: Anonimo
        ma anche 2 ma finchè linux non
        diventa semplice come windows questi ti
        rideranno sempre dietro.Secondo te, in applicazioni critiche serve un sistema "semplice"?Non prendiamoci per il culo per favore, non stiamo parlando del desktop di Giggetto... stiamo parlando di applicazioni serie.In quegli ambiti, si guarda ad altre cose.E se tu sviluppatore conosci solo il VB, allora continuerai a fare gestionali o i giochi 3D directx per Giggetto.. per carita', ci si campa dignitosamente MA non venitemi a dire che è il futuro della realizzazione di applicazioni
        • Anonimo scrive:
          Re: alcune cose vere però
          - Scritto da: NoWone
          . Capisco
          che uno
          dei pregi maggiori di Linux è che
          ognuno può scegliere la
          distro che preferisce, ma credo ci sia
          davvero bisogno di
          una base comune. Io credo si possa fare,
          senza
          rinunciare alle differenze.la base di codice è la stessa anche a livello di ABI/API cambiano soloalcune cose tipo la gestione dei pacchetti e i files di configurazione,switchare una debian con una mandrake non è tutto sto dramma.viva la scelta
          Pace.
          • NoWone scrive:
            Re: alcune cose vere però
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: NoWone

            . Capisco

            la base di codice è la stessa anche a
            livello di ABI/API cambiano solo
            alcune cose tipo la gestione dei pacchetti
            e i files di configurazione,switchare una
            debian con una mandrake non è tutto
            sto dramma.
            viva la sceltaSi viva la scelta, ma io parlo dell'aspetto utente. Switchareuna debian con una mandrake non è davvero un drammaper chi è abituato a lavorarci, ma qui si parlava di rendereil sistema di Linux semplice da usare come quello diWindows, e questo per l'utente comune. Quindi semmai ilproblema dell'utente comune sarà: perchè devo cambiarela mia debian con la mandrake? Conoscerai sicuramentegente curiosa che si vuole avvicinare a Linux e magari nonha "le basi", e converrai con me che una buonapercentuale di queste persone si spaventa a priori, proprioperchè vengono a mancare punti di riferimenti chiari.Poi a parer mio c'è anche un altro discorso da fare: Windowsvince perchè è sempre sotto gli occhi di tutti. Ci sono molteGUI ottime ed intuitive per X, ma finchè nessuno leconosce... (e sto sempre parlando dell'utente comune, eh,non dell'appassionato o del semi/professionista).Pace.



            Pace.==================================Modificato dall'autore il 31/01/2005 2.22.26
          • Anonimo scrive:
            Re: alcune cose vere però
            - Scritto da: NoWone
            Si viva la scelta, ma io parlo dell'aspetto
            utente.tu sei nato con un gene particolare che ti permettedi usare windows a prima botta ?riflettici su un attimo e dimmi se la semplicità di windows sta nella chiarezza dell'interfaccia o dalla educazione che hai ricevuto...(non ti sto dicendo che sei un cafone :) )
            qui si parlava di rendere
            il sistema di Linux semplice da usare come
            quello di
            Windows, e questo per l'utente comune.linux è semplice.inserisci il cd installi la tua distribuzionepreferita e sei a posto.nessuno ti obbliga a installarlo sei te che devi scegliere....
          • NoWone scrive:
            Re: alcune cose vere però
            - Scritto da: Anonimo
            tu sei nato con un gene particolare che ti
            permette
            di usare windows a prima botta ?
            riflettici su un attimo e dimmi se la
            semplicità di windows sta nella
            chiarezza dell'interfaccia o dalla
            educazione che hai ricevuto...
            (non ti sto dicendo che sei un cafone :) )No, ma io sono "nato" col DOS 4.0. Poi mi sono iscrittoall'università ed ho assimilato *nix. Windows l'hovissuto "en passant", provando versioni (ovviamente"di backup". :D ) dal 3.1 in poi. E non ho fattonessun corso, e non ho nessun gene. Ora lavoroanche con Windows, con tutte le mie licenzine in regolae tutto il resto. La differenza secondo me stanel fatto che se avessi imparato *nix "sul campo" esenza guida, non sarei arrivato ad un buon livellodi padronanza e probabilmente sarei finito a fare "ilcacciavitaro" come dice qualcuno (max rispetto pertutte le forme di lavoro, s'intende!). E' *qui* che stala facilità d'uso - anzi no - l'*immediatezza* di Windows eche Linux, che si porta dietro retaggi di decine e decinedi strati di unix, non ha. Ripeto: secondo me c'è bisognodi una rivoluzione nel modo di vedere Linux, che portiad un'immediatezza d'uso che faccia si che possarivaleggiare davvero con Windows sul mercato consumer.Un esempio pratico di quello che dico è GoboLinux:questi stanno cercando di rendere il filesystem diLinux più semplice e più simile a quello (ormaiparadigma per i più) di Windows.

            qui si parlava di rendere

            il sistema di Linux semplice da usare
            come

            quello di

            Windows, e questo per l'utente comune.

            linux è semplice.
            inserisci il cd installi la tua distribuzione
            preferita e sei a posto.
            nessuno ti obbliga a installarlo sei te che
            devi scegliere....Si giusto, ma io parlo di persone che non saprebberoinstallare neppure Windows. E metto le mani avantiaggiungendo che "no, non vogliono imparare qualcosadi più, vogliono che il loro pc gli permetta di scrivere unalettera o parlare in chat con gli amici. Basta". :)Questo porta il thread OT, se c'è bisogno didiscutere ancora facciamolo sul forum Informatico. :)Pace.==================================Modificato dall'autore il 31/01/2005 9.52.47
          • Anonimo scrive:
            Re: alcune cose vere però

            Si viva la scelta, ma io parlo dell'aspetto
            utente. Switchare
            una debian con una mandrake non è
            davvero un dramma
            per chi è abituato a lavorarci, ma
            qui si parlava di rendere
            il sistema di Linux semplice da usare come
            quello di
            Windows, e questo per l'utente comune.
            Quindi semmai il
            problema dell'utente comune sarà:
            perchè devo cambiare
            la mia debian con la mandrake? Conoscerai
            sicuramente
            gente curiosa che si vuole avvicinare a
            Linux e magari non
            ha "le basi", e converrai con me che una
            buona
            percentuale di queste persone si spaventa a
            priori, proprio
            finchè nessuno le
            conosce... (e sto sempre parlando
            dell'utente comune, eh,
            non dell'appassionato o del
            semi/professionista).nosi parlava di mission critical e responsabilità in caso di failure del sistema.aziendanon utentucolo
          • NoWone scrive:
            Re: alcune cose vere però
            - Scritto da: Anonimo


            finchè nessuno le

            conosce... (e sto sempre parlando

            dell'utente comune, eh,

            non dell'appassionato o del

            semi/professionista).

            no
            si parlava di mission critical e
            responsabilità in caso di failure del
            sistema.

            azienda
            non utentucoloSi è vero, io mi riferivo al mio post, non all'articolo. Ilthread è OT, se c'è bisogno di discutere ancora facciamolosul forum Informatico.Pace.
        • Anonimo scrive:
          Re: alcune cose vere però

          E se tu sviluppatore conosci solo il VB,
          allora continuerai a fare gestionali o i
          giochi 3D directx per Giggetto.. per
          carita', ci si campa dignitosamente MA non
          venitemi a dire che è il futuro della
          realizzazione di applicazioniè .NET infatti
    • Anonimo scrive:
      Re: alcune cose vere però
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      molti clienti

      amano ancora le interfacce grafiche
      belle e

      carine di windows

      La gente usa Windows perché il
      è sinonimo di computer, non sa che
      esiste altro. Di sicuro NON lo ama.
      DI   SI_CU_RO!!!ho un amico che mi sta sfiancando a furia di quanto ama XP home.ha sempre problemi ma quando tento di riconfigurarglielo togliendo i fiocchetti , semplificando, duemilizzando e mettendo le giuste utilities, mi dice "ma questo lo faceva già XP" ... si ma come mai mi hai chiamato, tdc???!!! Prechè lo faceva MALE!!!!e ti chiedevi "ma perchè" di un sacco di cosette.ora è più spartano a vedersi, più spezzettato in singoli programmi che fanno perfettamente il loro lavoro.si ma xp fa tutto quantoe allora vai in culo, perchè mi hai chiamato?te lo ricordi?
  • Anonimo scrive:
    Re: alcune cose vere però
    - Scritto da: Anonimo
    il fatto che ci siano pochi programmatori.
    Gli odiati programmatori visual basic 6 di
    cui il mondo è pieno (e cambiate,
    passate alla versione .net che è
    decisamente un'altra cosa :@ )sopperisce a
    tutte le esigenze delle aziende. anche questo sta su Linux.http://gambas.sourceforge.net/http://www.gambas.it/benvenuti nel mondo di Linux, programmatori VB
  • jokanaan scrive:
    Re: M$ = DS ?!
    con la sola differenza che i DS fanno bene a demonizzare Berlusconi.Certo, demonizzarlo e basta è controproducente e inutile, sono d'accordo.Ma perché stiamo parlando di politica in un forum di una notizia informatica? :S- Scritto da: Anonimo
    Sembra che la Microsoft (tramite i suoi vari
    portavoce di turno)
    facciano quello che fanno i DS(Democratici
    di Sinistra) in Italia
    - dico DS ma intendo tutto il Blocco di
    centro-sinistra Italiano-
    ovvero demonizzano in modo spropositato il
    lo avversario
    (Bersulsconi[nel caso M$ Linux ) ma
    ottengono Solo l'effetto
    contrario, ovvero lo rafforzano sempre piu'.
    Premetto che non sono ne Berlusconiano ne
    tanto meno pro-linux a priori, ma mi
    meraviglia il fatto che non si rendano
    conto entrabi di puntare su strategie
    pedenti in partenza.
    Non avranno mica gli stessi consulenti eh
    ??? ;D
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ = DS ?![OT]
      - Scritto da: jokanaan
      con la sola differenza che i DS fanno bene a
      demonizzare Berlusconi.Guardando verso il risultato delle ultime elezioni politichedirei proprio di no.
      Certo, demonizzarlo e basta è
      controproducente e inutile, sono d'accordo.
      Ma perché stiamo parlando di politica
      in un forum di una notizia informatica? :sSolo per una similitudine di strategie.Comunque hai ragione Te, e dunque chiudo qua' il thread.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ = DS ?![OT]
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: jokanaan

        con la sola differenza che i DS fanno
        bene a

        demonizzare Berlusconi.Complimenti!!!Cacceremo via il Nano di Arcore per avere al suo posto Mortazza e la Banda Bassotti....Come il marito geloso che per far dispetto alla moglie, si taglia i cogl10n1......:D
        • jokanaan scrive:
          Re: M$ = DS ?![OT]
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: jokanaan


          con la sola differenza che i DS
          fanno

          bene a


          demonizzare Berlusconi.

          Complimenti!!!
          Cacceremo via il Nano di Arcore per avere al
          suo posto Mortazza e la Banda Bassotti....
          Come il marito geloso che per far dispetto
          alla moglie, si taglia i cogl10n1......

          :Dcosa vuoi da me? a me prodi non piàce.ma è da masochisti dire che berlusconi sia bello e buono solo perché la controparte è quella che è. Come è da masochisti dire che prodi è buono solo perché berlusconi è quello che è.ma personalmente credevo che denigrare una persona e/o il suo operato non significasse implicitamente applaudire l'operato di una persona ad essa antitetica. :
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ = DS ?!
      - Scritto da: jokanaan
      con la sola differenza che i DS fanno bene a
      demonizzare Berlusconi.
      Certo, demonizzarlo e basta è
      controproducente e inutile, sono d'accordo.
      Ma perché stiamo parlando di politica
      in un forum di una notizia informatica? :sPerché Linux non è informatica ma è politica con forti interessi economici dietro.
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ = DS ?!
        - Scritto da: Anonimo
        Perché Linux non è informatica
        ma è politica con forti interessi
        economici dietro.Per fortuna che sono quelli di linux i paranoici :s
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ = DS ?!

        Perché Linux non è informatica
        ma è politica con forti interessi
        economici dietro.Tu il concetto di "nato in una università con la mentalità dell'università" proprio non l riesci a coprendere...Anche il caciocavallo è politica con grossi interessi economici dietro se trovi abbastanza idioti da convincere.E tra la destra e la sinistra di idioti con molto tempo libero ce ne sono a bizzeffe.
  • Anonimo scrive:
    Re: M$ = DS ?!
    - Scritto da: Anonimo
    Sembra che la Microsoft (tramite i suoi vari
    portavoce di turno)
    facciano quello che fanno i DS(Democratici
    di Sinistra) in Italia
    - dico DS ma intendo tutto il Blocco di
    centro-sinistra Italiano-
    ovvero demonizzano in modo spropositato il
    lo avversario
    (Bersulsconi[nel caso M$ Linux ) ma
    ottengono Solo l'effetto
    contrario, ovvero lo rafforzano sempre piu'.
    Premetto che non sono ne Berlusconiano ne
    tanto meno pro-linux a priori, ma mi
    meraviglia il fatto che non si rendano
    conto entrabi di puntare su strategie
    pedenti in partenza.
    Non avranno mica gli stessi consulenti eh
    ??? ;DProva a invertire le parti, Bill Gates è quello che pochi giorni fa gridava al mondo: "Comunisti, comunisti....";)
  • Anonimo scrive:
    virus windows vs virus linux
    e mettiamoci anche dialer, troiani e quant'altro,fatte il rapporto e vi ricorderete le regole sui limiti studiati a scuola (quando si deve dividere per un umero che tende a zero).ora spiegatemi perche' sui sistemi di lancio razzi civili e militari si usa spesso il kernel di linux, perche' mille altri fatti no ncorrispondono a quello che hanno detto.
  • Anonimo scrive:
    M$ = DS ?!
    Sembra che la Microsoft (tramite i suoi vari portavoce di turno)facciano quello che fanno i DS(Democratici di Sinistra) in Italia- dico DS ma intendo tutto il Blocco di centro-sinistra Italiano-ovvero demonizzano in modo spropositato il lo avversario(Bersulsconi[nel caso M$ Linux ) ma ottengono Solo l'effettocontrario, ovvero lo rafforzano sempre piu'.Premetto che non sono ne Berlusconiano ne tanto meno pro-linux a priori, ma mi meraviglia il fatto che non si rendanoconto entrabi di puntare su strategie pedenti in partenza.Non avranno mica gli stessi consulenti eh ??? ;D
  • Anonimo scrive:
    Hanno venduto WinME per anni...
    ....voglio che qualcuno si prenda la responsabilità per avermi preso per il c*lo.
  • Anonimo scrive:
    Di quale responsabilita' parla?
    Nella EULA c'è chiaramente scritto che non sono responsabili di qualsiasi danno capiti, e che al massimo ti possono rimborsare il costo del OS + 5 $.Quindi non diciamo fregnaccie.Per quanto riguarda il numero di sviluppatori... quello a cui lui si riferisce sono quelli che *supervisionano* il lavoro sul kernel linux. Gli sviluppatori dei vari moduli poi sono molteplici. C'è una bella differenza. Non credo che a Redmond ci siano migliaia di *supervisori* anche perchè diverrebbe un pollaio.Da qui mi vengono 2 considerazioni:1) Quand'è che la microsoft ricomincierà a parlare dei prodotti microsoft, anzichè tentare disperatamente di smerdare linux? Nel 2006?2) Nessuno garantisce per linux. Giusto, giustissimo. Lo usi a tuo rischio e pericolo.Allora, a quando i risarcimenti di windows per gravi perdite di dati? No?Perchè altrimenti è solo aria fritta. Non mi consola, se perdo dati importantissimi, sapere che a Redmond c'è una grande azienda anzichè sviluppatori liberi. Cosa dovrebbe fregare all'utente? Windows la sua inaffidabilita' l'ha già provata piu' volte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Di quale responsabilita' parla?
      - Scritto da: Anonimo
      Nella EULA c'è chiaramente scritto
      che non sono responsabili di qualsiasi danno
      capiti, e che al massimo ti possono
      rimborsare il costo del OS + 5 $.Linux neanche quello.
      Quindi non diciamo fregnaccie.Bravo.
      Da qui mi vengono 2 considerazioni:

      1) Quand'è che la microsoft
      ricomincierà a parlare dei prodotti
      microsoft, anzichè tentare
      disperatamente di smerdare linux? Nel 2006?1) Quand'è che Linuxcomincerà a sfornare dei prodotti funzionantianzinché tentaredisperatamente di smerdare Microsoft? Nel 2010?
      2) Nessuno garantisce per linux. Giusto,
      giustissimo. Lo usi a tuo rischio e
      pericolo.Allora sei un ipocrita: compro Linux, me lo faccio installare, è giustissimo che nessuno garantisca nulla, MA se compro Windows, me lo faccio installare, e nessuno mi garantisce tutto e di più, APRITI CIELO.Questo è un ottimo esempio di IPOCRISIA.
      Allora, a quando i risarcimenti di windows
      per gravi perdite di dati? No?Allora, a quando i risarcimenti di Linuxper gravi perdite di dati? di tempo? di vista?
      Perchè altrimenti è solo aria
      fritta. Non mi consola, se perdo dati
      importantissimi, sapere che a Redmond
      c'è una grande azienda anzichè
      sviluppatori liberi. Cosa dovrebbe fregare
      all'utente? Windows la sua inaffidabilita'
      l'ha già provata piu' volte.Non mi consola, se perdo dati importantissimi, sapere che nell'Open Source ci sono servetti con padrone anziché sviluppatori Liberi: vedi http://snipurl.com/ahx0 e correlati.Ma cos'è la Libertà... un bel marketing. Libertà è assenza di vincoli, la definizione di software libero invece inizia con una serie di vincoli.
      • Anonimo scrive:
        Re: Di quale responsabilita' parla?

        - Scritto da: Anonimo

        Nella EULA c'è chiaramente
        scritto

        che non sono responsabili di qualsiasi
        danno

        capiti, e che al massimo ti possono

        rimborsare il costo del OS + 5 $.

        Linux neanche quello.Bravo, ma nessun dirigente di RedHat è andato in giro a dire che windows non garantisce gli utenti! NESSUNO ti garantisce nulla, e questo è quanto.Hint: prova a leggere l'articolo, qualche volta

        2) Nessuno garantisce per linux. Giusto,

        giustissimo. Lo usi a tuo rischio e

        pericolo.

        Allora sei un ipocrita: compro Linux, me lo
        faccio installare, è giustissimo che
        nessuno garantisca nulla, MA se compro
        Windows, me lo faccio installare, e nessuno
        mi garantisce tutto e di più, APRITI
        CIELO.Non capisci una cippa: intendevo dire che è VERO che nessuno garantisce per linux (pensa, ti davo addirittura ragione!) così come NESSUNO ti garantisce per windows, etc. Sul software, NESSUNO ti garantisce nulla, e questo è quanto.
        Questo è un ottimo esempio di
        IPOCRISIA.E tu sei un grosso esempio di IDIOZIA. Perchè non impari a leggere, prima di accendere un pc?
        Non mi consola, se perdo dati
        importantissimi, sapere che nell'Open Source
        ci sono servetti con padrone Si si, tutto bello, ma torniamo al discorso di prima: l'ha detto il tuo amico markettaro della MS che linux non ti garantisce per i dati persi.Allora io mi chiedo: ma allora, se dice così, perchè LORO non garantiscono?Altrimenti, dov'è la differenza? Spiegamelo
        • lordream scrive:
          Re: Di quale responsabilita' parla?
          1° tu NON paghi il sistema operativo quindi non puoi far valere nessun diritto nel caso non ti funzioni qualche cosa.. se lo utilizzi è a tuo rischio e pericolo ma i rischi a cui sei sottoposto utilizzando windows sono infinitamente piu alti.2° linux FUNZIONA.. contrariamente a windows che mi da serissimi problemi di stabilità lavorando con programmi che sfruttano molto la cache di sistema.. e non sono i linuxiani che fanno la pubblicità su quanto windows è piu economico di linux.. 3° se COMPRI una distribuzione linux hai assistenza completa per l'installazione e trovi persone preparate che ti possono aiutare.. contrariamente a windows che mi fa piangere se provo a chiamare all'assistenza..4° non si è mai sentito di perdita di dati causata da linux.. al massimo di rotture di dischi rigidi ma di certo non come su windows dove devi stare attento alle partizioni ntfs.. se partono i puntatori della partizione sei fottuto..5° parli di libertà e poi di marketing.. linux ti permette di guadagnare su un prodotto LIBERO.. forse che la microsoft ti permetta la stessa libertà?..6° sono indeciso su chi tra te e il tizio dell'intervista dice piu cacchiate.. cmq male che vada vi considero alla stessa stregua.. cerebrolesi..
      • Anonimo scrive:
        Re: Di quale responsabilita' parla?


        Allora sei un ipocrita: compro Linux, me lo
        faccio installare, è giustissimo che
        nessuno garantisca nulla, MA se compro
        Windows, me lo faccio installare, e nessuno
        mi garantisce tutto e di più, APRITI
        CIELO.

        Questo è un ottimo esempio di
        IPOCRISIA.eh no, perchè linux non ci GUADAGNA niente e quindi non ha managment o PR che fan dichiarazioni stile politico "loro cattivi noi buoni" perchè comunque non han niente da guadagnarci con il FUD. Solo con la ciccia vera. loro non dicono "ms non vi da garanzie" o "vi da 5 dollari di garanzie più di noi" (costo os + 5$) ... perlomeno non hai un contratto restrittivo per l'utente.
        Allora, a quando i risarcimenti di Linux
        per gravi perdite di dati? di tempo? di
        vista?di vista? :-)battutometro! :-D
        Non mi consola, se perdo dati
        importantissimi, sapere che nell'Open Source
        ci sono servetti con padrone anziché
        sviluppatori Liberi: vedi snipurl.com/ahx0
        e correlati.quel tipo di servetti lo ha scelto. nel closed non hai scelta.
        Ma cos'è la Libertà... un bel
        marketing. Libertà è assenza
        di vincoli, la definizione di software
        libero invece inizia con una serie di
        vincoli.sono vincoli che servono ad evitare vincoli.come un brevetto che serve per evitare brevetti e che poi viene dato al mondo.non sei furbo quanto credi
      • Anonimo scrive:
        Re: Di quale responsabilita' parla?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Nella EULA c'è chiaramente
        scritto

        che non sono responsabili di qualsiasi
        danno

        capiti, e che al massimo ti possono

        rimborsare il costo del OS + 5 $.

        Linux neanche quello.GRAZIE !!!!Mi hai aperto gli occhi !!!Ovvio che conviene installare Windows... soprattutto per sistemi mission critical... crolla un server... muore un paziente... cade un aereo... esplode una centrale nucleare...NESSUN PROBLEMA !!!!Tanto possiamo contare su un lauto risarcimento d 5$ da parte di Microsoft...Ah... mi risulta che l'EULA MS sia cambiata... ora non compare più il risarcimento di 5 $... evidentemente si rivelava troppo antieconomico per Microsoft......

        Da qui mi vengono 2 considerazioni:



        1) Quand'è che la microsoft

        ricomincierà a parlare dei
        prodotti

        microsoft, anzichè tentare

        disperatamente di smerdare linux? Nel
        2006?

        1) Quand'è che Linux
        comincerà a sfornare dei prodotti
        funzionanti
        anzinché tentare
        disperatamente di smerdare Microsoft? Nel
        2010?Mi risulta che Linux funzioni già... e anche meglio di Windows...In quanto a Microsoft si smerda già abbastanza da sola senza l'aiuto altrui...

        2) Nessuno garantisce per linux. Giusto,

        giustissimo. Lo usi a tuo rischio e

        pericolo.

        Allora sei un ipocrita: compro Linux, me lo
        faccio installare, è giustissimo che
        nessuno garantisca nulla, MA se compro
        Windows, me lo faccio installare, e nessuno
        mi garantisce tutto e di più, APRITI
        CIELO.Ma ti sei letto l'articolo o parli solo per dare aria ai denti ?!?!?
        Questo è un ottimo esempio di
        IPOCRISIA.Appunto.

        Allora, a quando i risarcimenti di
        windows

        per gravi perdite di dati? No?

        Allora, a quando i risarcimenti di Linux
        per gravi perdite di dati? di tempo? di
        vista?Ripeto: hai letto l'articolo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Di quale responsabilita' parla?
      Impianto chimico per la produzione diZinco e Piombo, WinZozz NT, crash del server:- produzione ferma 3 turni e mezzo (32 ore):|- intervento on-line dal webmaster da Milano:@- travaso di bile dei vari capi reparto, responsabili, operatori, operai... - decine di migiaia di euro perseTutto questo almeno una volta all'anno, anno e mezzo.: Sto imparando ad usare Suse Linux 9.1, tra u pò formatto la partizione di Xp.;)
  • Anonimo scrive:
    Artt. 16-17-18
    16. DISCLAIMER OF WARRANTIES. The Limited Warranty that appears above is the only express warranty made to you and is provided in lieu of any other express warranties or similar obligations (if any) created by any advertising, documentation, packaging, or other communications. Except for the Limited Warranty and to the maximum extent permitted by applicable law, Microsoft and its suppliers provide the Software and support services (if any) AS IS AND WITH ALL FAULTS, and hereby disclaim all other warranties and conditions, whether express, implied or statutory, including, but not limited to, any (if any) implied warranties, duties or conditions of merchantability, of fitness for a particular purpose, of reliability or availability, of accuracy or completeness of responses, of results, of workmanlike effort, of lack of viruses, and of lack of negligence, all with regard to the Software, and the provision of or failure to provide support or other services, information, software, and related content through the Software or otherwise arising out of the use of the Software. ALSO, THERE IS NO WARRANTY OR CONDITION OF TITLE, QUIET ENJOYMENT, QUIET POSSESSION, CORRESPONDENCE TO DESCRIPTION OR NON-INFRINGEMENT WITH REGARD TO THE SOFTWARE.17. EXCLUSION OF INCIDENTAL, CONSEQUENTIAL AND CERTAIN OTHER DAMAGES. TO THE MAXIMUM EXTENT PERMITTED BY APPLICABLE LAW, IN NO EVENT SHALL MICROSOFT OR ITS SUPPLIERS BE LIABLE FOR ANY SPECIAL, INCIDENTAL, PUNITIVE, INDIRECT, OR CONSEQUENTIAL DAMAGES WHATSOEVER (INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, DAMAGES FOR LOSS OF PROFITS OR CONFIDENTIAL OR OTHER INFORMATION, FOR BUSINESS INTERRUPTION, FOR PERSONAL INJURY, FOR LOSS OF PRIVACY, FOR FAILURE TO MEET ANY DUTY INCLUDING OF GOOD FAITH OR OF REASONABLE CARE, FOR NEGLIGENCE, AND FOR ANY OTHER PECUNIARY OR OTHER LOSS WHATSOEVER) ARISING OUT OF OR IN ANY WAY RELATED TO THE USE OF OR INABILITY TO USE THE SOFTWARE, THE PROVISION OF OR FAILURE TO PROVIDE SUPPORT OR OTHER SERVICES, INFORMATON, SOFTWARE, AND RELATED CONTENT THROUGH THE SOFTWARE OR OTHERWISE ARISING OUT OF THE USE OF THE SOFTWARE, OR OTHERWISE UNDER OR IN CONNECTION WITH ANY PROVISION OF THIS EULA, EVEN IN THE EVENT OF THE FAULT, TORT (INCLUDING NEGLIGENCE), MISREPRESENTATION, STRICT LIABILITY, BREACH OF CONTRACT OR BREACH OF WARRANTY OF MICROSOFT OR ANY SUPPLIER, AND EVEN IF MICROSOFT OR ANY SUPPLIER HAS BEEN ADVISED OF THE POSSIBILITY OF SUCH DAMAGES.18. LIMITATION OF LIABILITY AND REMEDIES. Notwithstanding any damages that you might incur for any reason whatsoever (including, without limitation, all damages referenced herein and all direct or general damages in contract or anything else), the entire liability of Microsoft and any of its suppliers under any provision of this EULA and your exclusive remedy hereunder (except for any remedy of repair or replacement elected by Microsoft with respect to any breach of the Limited Warranty) shall be limited to the greater of the actual damages you incur in reasonable reliance on the Software up to the amount actually paid by you for the Software or US$5.00. The foregoing limitations, exclusions and disclaimers (including Sections 15, 16 and 17) shall apply to the maximum extent permitted by applicable law, even if any remedy fails its essential purpose.
    • pikappa scrive:
      Re: Artt. 16-17-18
      eheh sarebbe da mandare alla redazione di vnunet :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Artt. 16-17-18
      :-)pensavo alle stesse cose :-)))non che io sia linuxaro (questo depone a mio sfavore e lo so, mea culpa) ma... non è che non mi sia mai accorto che quando sei nella merda, non puoi neanche dirlo, non solo non c'è qualcuno responsabile...ti daranno anche le patch ... ma questo non significa essere pronti per il mission critical.le "patch" te le danno anche gli altri e forse più velocemente.Sapere che hai a disposizione un muro di gomma a cui è stato dato un nome creativo e che dopo 5 anni il supporto di gomma non sarà più disponibile, non mi da sicurezza. So solo che avrò un nuovo supporto di gomma versione X+1 per altri 5 anni.... e che se me ne serve di più, pago (dopo le prime 2 telefonate, soprattutto)
    • Anonimo scrive:
      Re: Artt. 16-17-18
      Se vuoi leggere qualcosa di diverso, fai un bel contratto con una softwarehouse per la stesura di un software ad hoc su specifica asseverata, soggetto a certificazione di processo e full code coverage da parte di un ente certificatore terzo (es. SSI). Il che ti garantisce civilisticamente solo ed unicamente sul fatto che il prodotto finito rispetta la specifica, nulla di più. Se si vogliono certificazioni specifiche per la sicurezza, esistono standard come ITSEC e ISO-IEC 17799 (ex bs-7799) che garantiscono verificabilità oggettiva e criteri controllabili da un certificatore. Ma anche questo non garantisce che domani un nuovo worm non comprometta il sistema.Per i gestionali fiscali, infine, il produttore italiano si assume anche l'onere di produrre aggiornamenti in linea con le vigenti leggi. Tutte qui le garanzie sul software generalista previste dagli standard di ingegneria e dalle leggi vigenti, inutile sognare e illudersi che esista altro.Qualsiasi altro accrocco software del mass market viaggia con "garanzie" stile microsoft, quando ci sono. Parlare di "garanzie" in ambito opensource invece è una barzelletta, voglio vedere chi garantisce per un software su cui hanno messo le mani millecinquecento persone diverse e del tutto scoordinate... l'unica cosa di cui si preoccupa la GPL è di demarcare la IP dell'autore originale e imporre una serie di vincoli e restrizioni d'uso, quindi altro che limited warranty: zero warranty e t'attacchi.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Artt. 16-17-18
        - Scritto da: Anonimo
        Parlare di "garanzie" in ambito opensource
        invece è una barzelletta, voglio
        vedere chi garantisce per un software su cui
        hanno messo le mani millecinquecento persone
        diverse e del tutto scoordinate... l'unica
        cosa di cui si preoccupa la GPL è di
        demarcare la IP dell'autore originale e
        imporre una serie di vincoli e restrizioni
        d'uso, quindi altro che limited warranty:
        zero warranty e t'attacchi.Come il sw BSD, paletti GPL a parteComunque parlare di progetti scoordinati in campo OpenS e FreeS puo' essere vero ma non sempre, o vogliamo dire che BIND, Apache, MySql, PostGreSQL, KDE, GNOME, Il kernel stesso di Linux....tanto per fare alcuni esempi sono progetti scoordinati; non mi pare, hai delle fonti?
        • Anonimo scrive:
          Re: Artt. 16-17-18
          Sì vabbè, ma hai qualcosa di sensato da dire in ordine alla questione principale della "garanzie" sul software, a parte la vieta advocacy dei tuoi progetti preferiti ?
          • Alessandrox scrive:
            Re: Artt. 16-17-18
            - Scritto da: Anonimo
            Sì vabbè, ma hai qualcosa di
            sensato da dire in ordine alla questione
            principale della "garanzie" sul software, a
            parte la vieta advocacy dei tuoi progetti
            preferiti ?Le Garanzie non te le da MS ma pretendi che te le dia il sw OPen.... vabbe' contatti un' azienda di sw open e stipuli un contrattino ad hoc personalizando il SW con tutte le norme ISO e cazzi vari PAGANDOLO il dovuto e sei a posto, senno' ti prendi il SW cosi' come lo distribuiscono OK?ma te lo devo spiegare IO???Quoto:
            voglio
            vedere chi garantisce per un software su cui
            hanno messo le mani millecinquecento persone
            diverse e del tutto scoordinate... l'unica
            cosa di cui si preoccupa la GPL è di
            demarcare la IP dell'autore originale e
            imporre una serie di vincoli e restrizioni
            d'uso, quindi altro che limited warranty:
            zero warranty e t'attacchi.Non e' scopo della GPL fornire garanzie sul SWCome in genere non e' scopo delle norme sul CopyRight stabilirlo.E poi chiedi a ME di dare un senso a quello che TU scrivi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Artt. 16-17-18
            I tuoi problemi cognitivi non sono una questione che riguarda il forum.
      • Anonimo scrive:
        Re: Artt. 16-17-18

        Qualsiasi altro accrocco software del mass
        market viaggia con "garanzie" stile
        microsoft, quando ci sono.

        Parlare di "garanzie" in ambito opensource
        invece è una barzelletta, voglio
        vedere chi garantisce per un software su cui
        hanno messo le mani millecinquecento persone
        diverse e del tutto scoordinate... l'unica
        cosa di cui si preoccupa la GPL è di
        demarcare la IP dell'autore originale e
        imporre una serie di vincoli e restrizioni
        d'uso, quindi altro che limited warranty:
        zero warranty e t'attacchi.sai che differenza.almeno preferisco avere più libertà come utente, niente pka, niente passport, niente dimmi-chi-sei, niente scade-il-sistema-operativo ecc ecc
        • Anonimo scrive:
          Re: Artt. 16-17-18
          - Scritto da: Anonimo

          almeno preferisco avere più
          libertà come utente, niente pka,
          niente passport, niente dimmi-chi-sei,
          niente scade-il-sistema-operativo ecc eccIn un rapporto corporate, l'unico nel quale esiste un minimo di responsabilità oggettiva e civilistica per i produttori di software, tu e le tue paranoie anarcoidi non esistete. Tu sei un "utente" solo perché qualche fesso affamato di denaro ha deciso di piazzare un PC su ogni scrivania e ci ha messo dentro il primo accrocco di SO che gli è passato per le mani, altrimenti le tue uniche opzioni sarebbero una bella consolle e un bel set-top box strablindato, non solo pieno di passport e altre cazzate ma totalmente inchiavardato A LIVELLO HARDWARE quanto a scaricamenti illegali e sollazzi a scrocco.
      • gerry scrive:
        Re: Artt. 16-17-18
        - Scritto da: Anonimo
        Qualsiasi altro accrocco software del mass
        market viaggia con "garanzie" stile
        microsoft, quando ci sono. Scusa, ma queste garanzie cosa comprendono di preciso?
        Parlare di "garanzie" in ambito opensource
        invece è una barzelletta, voglio
        vedere chi garantisce per un software su cui
        hanno messo le mani millecinquecento persone
        diverse e del tutto scoordinate... Beh, a volte e vero e a volte non significa nulla. PHPnuke è notoriamente un colabrodo, Apache non ha particolari problemi di sicurezza (considerato che ogni software soffre di qualche bug).Anche windows 98 era un colabrodo, Win2K era un colabrodo. Vengono patchati ma non mi sembra che in sostanza ci siano poi 'sta gran differenze di qualità
      • Vide scrive:
        Re: Artt. 16-17-18
        Visto che nessuno sembra saperti rispondere sui paroloni che spari, lo faccio io- Scritto da: Anonimo
        Se vuoi leggere qualcosa di diverso, fai un
        bel contratto con una softwarehouse per la
        stesura di un software ad hoc su specifica
        asseverata, soggetto a certificazione di
        processo e full code coverage da parte di un
        ente certificatore terzo (es. SSI). Il che
        ti garantisce civilisticamente solo ed
        unicamente sul fatto che il prodotto finito
        rispetta la specifica, nulla di più. E questo, per tua norma, cosa c'entrerebbe con il fatto che sil software sia o meno opensource? A parte il fatto che se il software e' OS e l'azienda che te l'ha fornito fallisce tu hai in mano il codice e puoi modifircatelo in-house o fartelo modificare su commissione.Guarda che opensource mica significa per forza mettere su un server CVS e distribuire il software. Le licenze OS mica ti obbligano a farlo.
        Se si vogliono certificazioni specifiche per
        la sicurezza, esistono standard come ITSEC e
        ISO-IEC 17799 (ex bs-7799) che garantiscono
        verificabilità oggettiva e criteri
        controllabili da un certificatore. Ma anche
        questo non garantisce che domani un nuovo
        worm non comprometta il sistema.Vedi sopra.
        Parlare di "garanzie" in ambito opensource
        invece è una barzelletta, voglio
        vedere chi garantisce per un software su cui
        hanno messo le mani millecinquecento persone
        diverse e del tutto scoordinate... l'unica
        cosa di cui si preoccupa la GPL è di
        demarcare la IP dell'autore originale e
        imporre una serie di vincoli e restrizioni
        d'uso, quindi altro che limited warranty:
        zero warranty e t'attacchi.Appunto. Perche' non e' lo scopo delle licenze OS. Tutto quello che tu citi a paroloni sta a uno strato superiore, e non c'entra una beata mazza con il fatto OS/closed
      • Anonimo scrive:
        Re: Artt. 16-17-18

        Parlare di "garanzie" in ambito opensource
        invece è una barzellettaMah... io uso tutti i giorni VI in produzione.... Ti diro' di piu': sui server win2k non installiamo office :-)
  • Anonimo scrive:
    Alla frutta...
    Ormai a casa Micorsoft evidentemente non dormono sonni tranquilli.A chi voglio darla a bere ? Tutto questo astio, questo attaccare Linux e Unix denota la consapevolezza di stare ormai perdendeno terreno in tutti i campi.Credo, dopo 6 anni di attività nel settore IT Operation, ti essermi fatto ragionevolmente un' idea di quello che possa essere definito, a livello di mission critical, un sistema operativo affidabile e sicuro.Per chi avesse dei dubbi, consiglio una rapida visione del sito netcraft, nella sezione che riguarda l'uptime dei siti :http://uptime.netcraft.com/up/today/top.avg.htmlPersonalmente, non consiglerei mai ad un cliente di utilizzare in esercizio un server Microsoft con IIS come web server.Avete ancora dubbi...un'occhiata al sito http://www.top500.org/Controllate nella top 100 i sistemi operativi utilizzati per i Super-Computer.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla frutta...

      sicuro.Per chi avesse dei dubbi, consiglio
      una rapida visione del sito netcraft, nella
      sezione che riguarda
      l'uptime dei siti :
      uptime.netcraft.com/up/today/top.avg.html Se non lo sai l'uptime non è sempre veritiero e con il 2.6 il massimo che un linux può mostrare a netcraft è di circa 50 giorni.Questo rende questo tipo di classifica non è adatta a misurare quello che tu volevi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla frutta...
      - Scritto da: Anonimo
      www.top500.org /
      Controllate nella top 100 i sistemi
      operativi utilizzati per i Super-Computer. Ma chi se ne frega di un supercomputer.Per far girare un gestionale non ti serve un supercomputer, un supercomputer non serve a un fico secco, deve fare solo conti scientifici, serve solo alle università, ai centri di ricerca.Lascia perdere i supercomputer, è solo fuffa e pubblicità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla frutta...
        - Scritto da: Anonimo
        Ma chi se ne frega di un supercomputer.

        Per far girare un gestionale non ti serve un
        supercomputer, un supercomputer non serve a
        un fico secco, deve fare solo conti
        scientifici, serve solo alle
        università, ai centri di ricerca.

        Lascia perdere i supercomputer, è
        solo fuffa e pubblicità.Ma si, facciamo ricerca spaziale, medica, fisica con i gestionali in VB.Mica sono importanti quelli, la vera innovazione è il gestionale di Amilcare il Macellaio sotto casa.Che tocca sentire :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla frutta...
        - Scritto da: Anonimo
        Per far girare un gestionale non ti serve un
        supercomputer, un supercomputer non serve a
        un fico secco, deve fare solo conti
        scientifici, serve solo alle
        università, ai centri di ricerca.cazzo un gestionale :Dsu linux ce ne sono una mareatorna a giocare a il prato fiorito wintroll
        Lascia perdere i supercomputer, è
        solo fuffa e pubblicità.qui l'unica fuffa è quella che stai facendo tecon certi commenti da tipico frocetto win
  • FDG scrive:
    Manco si legge l'EULA
    Sto ...Ma che ci prendono per scemi? Dove cavolo sta scritto nel contrattino Microsoft che la responsabilità dei problemi di sicurezza del loro software è loro? Anzi, ci sta scritto che loro NON HANNO alcuna responsabilità dei malfunzionamenti del loro software.Uno del genere sarebbe da schiaffeggiare pubblicamente col guanto!Ma andassero a vendere frutta marcia su nettuno!
    • jokanaan scrive:
      Re: Manco si legge l'EULA
      - Scritto da: FDG
      Sto ...

      Ma che ci prendono per scemi? Dove cavolo
      sta scritto nel contrattino Microsoft che la
      responsabilità dei problemi di
      sicurezza del loro software è loro?
      Anzi, ci sta scritto che loro NON HANNO
      alcuna responsabilità dei
      malfunzionamenti del loro software.

      Uno del genere sarebbe da schiaffeggiare
      pubblicamente col guanto!

      Ma andassero a vendere frutta marcia su
      nettuno!mi hai tolto le parole di bocca
    • Anonimo scrive:
      Re: Manco si legge l'EULA
      - Scritto da: FDG
      Sto ...

      Ma che ci prendono per scemi? Dove cavolo
      sta scritto nel contrattino Microsoft che la
      responsabilità dei problemi di
      sicurezza del loro software è loro?
      Anzi, ci sta scritto che loro NON HANNO
      alcuna responsabilità dei
      malfunzionamenti del loro software.

      Uno del genere sarebbe da schiaffeggiare
      pubblicamente col guanto!

      Ma andassero a vendere frutta marcia su
      nettuno!neanche apple
      • Anonimo scrive:
        Re: Manco si legge l'EULA

        neanche appleAnd your point is?NESSUNA software house include nei contratti risarcimenti in caso di malfunzionamento, soprattutto NON la microsoft, che nella licenza specifica che non puoi chiedere i soldi indietro nemmeno se il software non svolge la funzione per cui è pubblicizzato. (leggere l'EULA, please).Le uniche sw house che si prendono un rischio simile sono quelle obbligate. Ad esempio chi scrive software di controllo industriale, o per apparecchiature militari o aerospaziali.E si fanno pagare di conseguenza, per potersi ri-assicurare dai Lloyd di Londra a cifre astronomiche.
        • Anonimo scrive:
          Re: Manco si legge l'EULA
          - Scritto da: Anonimo

          neanche apple

          And your point is?

          NESSUNA software house include nei contratti
          risarcimenti in caso di malfunzionamento,
          soprattutto NON la microsoft, che nella
          licenza specifica che non puoi chiedere i
          soldi indietro nemmeno se il software non
          svolge la funzione per cui è
          pubblicizzato. (leggere l'EULA, please).

          Le uniche sw house che si prendono un
          rischio simile sono quelle obbligate. Ad
          esempio chi scrive software di controllo
          industriale, o per apparecchiature militari
          o aerospaziali.

          E si fanno pagare di conseguenza, per
          potersi ri-assicurare dai Lloyd di Londra a
          cifre astronomiche.Aggiungici anche le SW house che fanno roba bancaria, ( dove lavoro) , se per caso un nostro software addebita un godzilliardo di euro sul conto sbagliato, io vado a vendere gelato in alaska perche' l'azienda perde TUTTA la clientela che essendo banche si inkazzano alquanto . Quindi come vedi , esistono SW house che ti garantiscono che il software che tu paghi profumatamente fa' quello per cui tu lo paghi.Ma sto tipo di M$ ha mai pesnato di andare a zelig?
          • FDG scrive:
            Re: Manco si legge l'EULA
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi come vedi , esistono SW house che ti
            garantiscono che il software che tu paghi
            profumatamente fa' quello per cui tu lo
            paghi.In realtà non ti possono garantire in assoluto nulla. Al massimo che i loro processi di sviluppo seguono criteri precisi di valutazione della qualità del software in modo da minimizzare i rischi. L'errore umano non è eliminabile ma se ne possono minimizzare gli effetti.
        • FDG scrive:
          Re: Manco si legge l'EULA
          - Scritto da: Anonimo

          neanche apple

          And your point is?Trolleggia. Ma la ciambella non gli è venuta col buco.
      • FDG scrive:
        Re: Manco si legge l'EULA
        - Scritto da: Anonimo
        neanche appleBattuta da troll, eh? Speri che mi incazzi, vero? Beh, la verità è che col software che tocchiamo ogni giorno nessuno si prende questa responsabilità. E da sviluppatore aggiungo: ovvio.Evidentemente questo il signore di MS che s'è messo a blatereare su linux non lo sa.
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno ha avuto rimborsi da MS?
    Dopo aver beccato virus, worm e quant'altro passati da una delle falle di Win, IE, Outlook, IIS, OE?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno ha avuto rimborsi da MS?
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo aver beccato virus, worm e quant'altro
      passati da una delle falle di Win, IE,
      Outlook, IIS, OE?Qualcuno ha avuto rimborsi da Linux dopo aver beccato virus, worm e quant'altro passati da una delle falle di Linux, di uno dei suoi tanti demoni e accrocchi vari?
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno ha avuto rimborsi da MS?
        - Scritto da: Anonimo
        Qualcuno ha avuto rimborsi da Linux dopo
        aver beccato virus, worm e quant'altro
        passati da una delle falle di Linux, di uno
        dei suoi tanti demoni e accrocchi vari?No, perchè nessuno ne ha mai visti. Ma tu sai di cosa parli quando parli di linux o ti sei letto i peatnuts di Shultz?
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcuno ha avuto rimborsi da MS?
          Inoltre linux è gratuito oltre che libero.Quindi non vedo cosa dovrebbero rimborsarti.Invece noi in azienda un W2k server l'abbiamo pagato un po' più di 4 milioni di vecchie lire
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno ha avuto rimborsi da MS?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dopo aver beccato virus, worm e
        quant'altro

        passati da una delle falle di Win, IE,

        Outlook, IIS, OE?

        Qualcuno ha avuto rimborsi da Linux dopo
        aver beccato virus, worm e quant'altro
        passati da una delle falle di Linux, di uno
        dei suoi tanti demoni e accrocchi vari?Beh, allora la differenza fra i due è che Windows lo paghi, ma non ti garantisce niente lo stesso.Comunque su linux, pur essendo un cane e pur avendolo maltrattato, incasinato e pasticciato, non ho mai preso un tubo, su Win9x e WinME, pur stando attento, in 8 anni ho preso 1 virus (Form) e 1 worm (Bugbear).E siccome c'è gente che su XP ha preso molte più schifezze in meno di 3 anni, ne deduciamo giustamente che Win9x è più sicuro di WinXP. Non fa una grinza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno ha avuto rimborsi da MS?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dopo aver beccato virus, worm e
        quant'altro

        passati da una delle falle di Win, IE,

        Outlook, IIS, OE?

        Qualcuno ha avuto rimborsi da Linux dopo
        aver beccato virus, worm e quant'altroattento, ché quelli causati da Windows fanno lievitare i danni fino a parificare l'importo di una "finanziaria" media di un governo occidentaleE poi, anche se potessimo davvero confrontare i numeri (che vedono stravincere Windows in quanto a nocività intrinseca verso l'utente), si potrebbe sempre dire: "a parità di nocività intrinseca, almeno per Linux non pago alcuna licenza"Come vedi, sul piano della "responsabilità Windows ci perde COMUNQUE
  • Anonimo scrive:
    EULA
    basta la parola
  • Fred scrive:
    si accettano scommese
    SI accettano scommesse sul numero di post su questa notizia, in palio per chi vince un bel /null :)io dico 450 post
    • Anonimo scrive:
      Re: si accettano scommese
      - Scritto da: Fred
      SI accettano scommesse sul numero di post su
      questa notizia, in palio per chi vince un
      bel     /null :)

      io dico   450 post500 :)(apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: si accettano scommese
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Fred

        SI accettano scommesse sul numero di
        post su

        questa notizia, in palio per chi vince
        un

        bel /null :)



        io dico 450 post

        500 :)

        (apple)Troppo facile, scommettiamo sul minimo numero di msg e thread che finiranno nel forum OT e troll: io dico almeno 5 thread e 100 messaggi.
      • Anonimo scrive:
        Re: si accettano scommese
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Fred

        SI accettano scommesse sul numero di
        post su

        questa notizia, in palio per chi vince
        un

        bel /null :)



        io dico 450 post

        500 :)

        (apple)si sfonderanno i 1000 500 solo dai macachi
    • Anonimo scrive:
      Re: si accettano scommese
      312B!
  • Anonimo scrive:
    Solo FUD
    Se non ci sono sysadmin con le palle non c'è sistema che sta in piedi.Una qualsiasi persona con un minimo di cultura informatica e della rete sa che Google ha la più grande batteria di server (wikipedia dice oltre 60.000, comunque sicuramente più di 10.000) e sa anche che l'infrastruttura sta in piedi anche se 1, 10 100 o 1000 server smettono di funzionare improvvisamente.Google usa linux, non per scelta religiosa, ma per praticità.Questo per quel che riguarda il mission critical.Per la sicurezza del kernel non c'è problema, se non arriva il pacchetto dal vendor (che di solito arriva in tempi rapidi) si può sempre ricompilare e/o disabilitare la funzionalità coinvolta.Questa flessibilità non esiste per i prodotti closed e così i cosidetti amministratore di rete possono tranquillamente aspettare le patch, che spesso non arrivano, da Microsoft.Il resto non lo commento neanche.
  • Anonimo scrive:
    per tutti i loser
    O tu che lurki voglioso O tu che trolli felice,fiero del tuo SP2...dai una occhiata all'Eula...poi scrivi una mail a questo P....A di Microsoft.poi capirai chi è più sincero....il pc sarà un privilegiom un giono...e mica si possono mettere lanterne in mano ai cecati!!!(ps:mi è arrivato PI solido!!!!!! anche alla faccia tua LURKER!!)
  • KCM scrive:
    Senso dell'umorismo
    ...."i clienti di Microsoft sanno che noi ci prendiamo le nostre responsabilità, sanno che avranno upgrade e patch".....Non c'è che dire, ai ragazzi di Redmond non è mai mancato un certo senso dell'umorismo, di questo bisogna dargliene atto! :D
    • PowerPC scrive:
      M$ non si assume responsabilità
      - Scritto da: KCM
      ...."i clienti di Microsoft sanno che noi ci
      prendiamo le nostre responsabilità,
      sanno che avranno upgrade e patch".....
      Non c'è che dire, ai ragazzi di
      Redmond non è mai mancato un certo
      senso dell'umorismo, di questo bisogna
      dargliene atto! :Danche perché su tutte le licenze M$ c'è scritto in chiaro e ben leggibile che M$ non si assume nessuna responsabilità su perdite di dati, ecc...quindi BUGIA, BUGIA, BUGIA!:DCiao(apple)(linux)
      • FDG scrive:
        Re: M$ non si assume responsabilità
        - Scritto da: PowerPC
        anche perché su tutte le licenze M$
        c'è scritto in chiaro e ben leggibile
        che M$ non si assume nessuna
        responsabilità su perdite di dati,
        ecc...

        quindi BUGIA, BUGIA, BUGIA!Hanno perso la faccia. Ci sarebbe da sputtanarli pubblicamente.
      • Mechano scrive:
        Re: M$ non si assume responsabilità
        - Scritto da: PowerPC
        anche perché su tutte le licenze M$
        c'è scritto in chiaro e ben leggibile
        che M$ non si assume nessuna
        responsabilità su perdite di dati,
        ecc...

        quindi BUGIA, BUGIA, BUGIA!Non e' vero sei tu bugiardo! O diciamo poco attento...Perche' nella licenza di XP c'e' scritto chiaramente che hai diritto ad un risarcimento...... Si ben $5.Il tuo lavoro, i tuoi dati per Micro$oft valgono $5.Ahahahahahahhaahah--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: M$ non si assume responsabilità

          Perche' nella licenza di XP c'e' scritto
          chiaramente che hai diritto ad un
          risarcimento...
          ... Si ben $5.

          Il tuo lavoro, i tuoi dati per Micro$oft
          valgono $5.

          Ahahahahahahhaahah

          --
          Mr. Mechano
          Se mi dai il nome di un SO che rimborsa piùdi $5 inizio a pensare che sai quello che dicialtrimenti...:s
        • Anonimo scrive:
          Re: M$ non si assume responsabilità
          - Scritto da: Mechano
          Non e' vero sei tu bugiardo! O diciamo poco
          attento...

          Perche' nella licenza di XP c'e' scritto
          chiaramente che hai diritto ad un
          risarcimento...
          ... Si ben $5.

          Il tuo lavoro, i tuoi dati per Micro$oft
          valgono $5.Per Linux valgono 0$, quindi ancora meno.Anzi, se perdi i dati passi pure da incompetente perché semplicemente hanno deciso che "non è possibile" che Linux possa non funzionare.
          • Mechano scrive:
            Re: M$ non si assume responsabilità
            - Scritto da: Anonimo
            Per Linux valgono 0$, quindi ancora meno.

            Anzi, se perdi i dati passi pure da
            incompetente perché semplicemente
            hanno deciso che "non è possibile"
            che Linux possa non funzionare.Si ma Linux se vuoi non lo paghi. E poi viene detto chiaramente che lo prendi cosi' com'e' e le sue potenzialita' non vengono nascoste.La porcheria Micro$oft la paghi cara e nelle brochure pubblicitarie si dice che e' il piu' moderno, innovativo, affidabile.Preferisco "non fidarmi" di Linux, che fidarmi delle parole di Micro$ozz.--Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: M$ non si assume responsabilità

            Per Linux valgono 0$, quindi ancora meno.
            Anzi, se perdi i dati passi pure da
            incompetente perché semplicemente
            hanno deciso che "non è possibile"
            che Linux possa non funzionare.Si, ma con Linux nella pratica non ho mai perso niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ non si assume responsabilità
        - Scritto da: PowerPC

        - Scritto da: KCM

        ...."i clienti di Microsoft sanno che
        noi ci

        prendiamo le nostre
        responsabilità,

        sanno che avranno upgrade e patch".....

        Non c'è che dire, ai ragazzi di

        Redmond non è mai mancato un
        certo

        senso dell'umorismo, di questo bisogna

        dargliene atto! :D

        anche perché su tutte le licenze M$
        c'è scritto in chiaro e ben leggibile
        che M$ non si assume nessuna
        responsabilità su perdite di dati,
        ecc...

        quindi BUGIA, BUGIA, BUGIA!

        :D

        Ciao
        (apple)(linux)Ah beh, perché c'è qualcuno che si assume nessuna responsabilità su perdite dati in Linux? NO. E allora? Ipocrita.
        • Anonimo scrive:
          Re: M$ non si assume responsabilità
          - Scritto da: Anonimo
          Ah beh, perché c'è qualcuno
          che si assume nessuna responsabilità
          su perdite dati in Linux? NO. E allora?
          Ipocrita.Si, ma nessun dirigente redhat va in giro a dire che windows non è affidabile perchè non ti paga in caso di perdita di dati.Tutto qui. Si parla di quello che è stato detto dal markettaro ms, e nel caso, è ridicolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Senso dell'umorismo
      - Scritto da: KCM
      ...."i clienti di Microsoft sanno che noi ci
      prendiamo le nostre responsabilità,
      sanno che avranno upgrade e patch".....
      Non c'è che dire, ai ragazzi di
      Redmond non è mai mancato un certo
      senso dell'umorismo, di questo bisogna
      dargliene atto! :Dè solo faccia di tolla.I dirigenti di microsoft sono sempre gli stessi. Mai qualcuno che si sia assunto davvero le responsabilità per le voragini dei loro prodotti e si sia dimesso."noi ci prendiamo le nostre responsabilità" è un falso storico, visto che dopo tanti pasticci in materia di sicurezza Microsoft continua a sfornare prodotti bacati e patch da patchare. Del resto, chiunque abbia letto le simpatiche EULA del monopolio sa quanto i signori monopolisti si lavino le manine di quasi tutte le conseguenze negative dei loro prodotti.
      • FDG scrive:
        Re: Senso dell'umorismo
        - Scritto da: Anonimo
        Del resto, chiunque abbia letto le
        simpatiche EULA del monopolio sa quanto i
        signori monopolisti si lavino le manine di
        quasi tutte le conseguenze negative dei loro
        prodotti.Che tral'altro è l'ordinario nel software. Mai visto licenza dove si scrive "se vi beccate un virus per colpa nostra, vi ripaghiamo"!
        • jokanaan scrive:
          Re: Senso dell'umorismo
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: Anonimo


          Del resto, chiunque abbia letto le

          simpatiche EULA del monopolio sa quanto
          i

          signori monopolisti si lavino le manine
          di

          quasi tutte le conseguenze negative dei
          loro

          prodotti.

          Che tral'altro è l'ordinario nel
          software. Mai visto licenza dove si scrive
          "se vi beccate un virus per colpa nostra, vi
          ripaghiamo"!quello sarebbe eccessivo. Ma per esempio una cosa tipo "se il SO che acquistate, entro l'anno d'acquisto per qualche motivo cadrà nell'oblio, conserverà bugs non corrette, sarà intrinsecamente insicuro, poco supportato dai produttori di drivers, vi garantiamo un upgrade gratuito ad un SO migliore"Quanta gente ha comprato un pc con su Windows ME per poi ritrovarsi solo problemi e costretta a piratare un Win 2000 (o installare linux e quindi non usare un prodotto legittimamente pagato)?I fessi come me che hanno acquistato una piattaforma Windows PocketPC2003 e fiduciosi che le poche ma fastidiose bugs che lo affliggevano sarebbero state corrette, non avrebbero diritto ad un upgrade a PocketPC2003 s.e.?Eccetera.
          • Anonimo scrive:
            Re: Senso dell'umorismo
            - Scritto da: jokanaan
            quello sarebbe eccessivo. Ma per esempio una
            cosa tipo "se il SO che acquistate, entro
            l'anno d'acquisto per qualche motivo
            cadrà nell'oblio, conserverà
            bugs non corrette, sarà
            intrinsecamente insicuro, poco supportato
            dai produttori di drivers, vi garantiamo un
            upgrade gratuito ad un SO migliore"Certo come no, anche un panettone.
            I fessi come me che hanno acquistato unaEcco, l'hai detto tu.
            piattaforma Windows PocketPC2003 e fiduciosi
            che le poche ma fastidiose bugs che lo
            affliggevano sarebbero state corrette, non
            avrebbero diritto ad un upgrade a
            PocketPC2003 s.e.?No. Potevi fare a meno di comprarla e comportarti come con qualsiasi altro prodotto dove nessuno ti regala niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Senso dell'umorismo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jokanaan


            quello sarebbe eccessivo. Ma per
            esempio una

            cosa tipo "se il SO che acquistate,
            entro

            l'anno d'acquisto per qualche motivo

            cadrà nell'oblio,
            conserverà

            bugs non corrette, sarà

            intrinsecamente insicuro, poco
            supportato

            dai produttori di drivers, vi
            garantiamo un

            upgrade gratuito ad un SO migliore"

            Certo come no, anche un panettone.


            I fessi come me che hanno acquistato una

            Ecco, l'hai detto tu.In questo forum ci devono essere degli stipendiati MS. Non c'è altra spiegazione.Tu naturalmente trovi normale che uno che acquista un software bacato sia cornuto e mazziato, cioè se lo tiene bacato e se si azzarda a criticare è pure un fesso!Io SPERO per te che tu sia uno stipendiato MS: altrimenti sei un sadomasochista!
          • Anonimo scrive:
            Re: Senso dell'umorismo

            Io SPERO per te che tu sia uno stipendiato
            MS: altrimenti sei un sadomasochista!Nah, è semplicemente ASSUEFATTO all'idea che dal monopolista ti pigli quel che arriva, e muto, perchè al mondo non c'è alternativa.Lascialo pure nel suo mondo...
  • Anonimo scrive:
    Chi è responsabile per Windows?
    Visti i disastri in materia di sicurezza, i dirigenti Microsoft avrebbero dovuto dimettersi più volte. invece sono sempre lì, a scansare le travi dai loro occhi.
Chiudi i commenti