Calcestruzzo RFID per la sicurezza civile

In Giappone si sta ultimando lo sviluppo di un amalgama che, dotato di RFID, donerà memoria alle strutture degli edifici. Con conseguenze immediate

Tokyo – La Sumitomo Osaka Cement e YRP Ubiquitous Networking Lab hanno sviluppato un nuovo tipo di calcestruzzo che permette l’integrazione nell’amalgama di tag RFID.

L’obiettivo è quello di dotare di “memoria” le costruzioni civili, in modo che durante le fasi di controllo – nel tempo – sia possibile risalire alla data di realizzazione, ai metodi utilizzati, alla qualità dei materiali e alla loro resistenza. Una serie di dati da archiviare nelle capienti memorie degli ucode tag della YRP, specializzata appunto in Ubiquitous Networking .

I team di sviluppo di entrambe le società giapponesi hanno dovuto confrontarsi con non poche difficoltà: un amalgama di calcestruzzo che permettesse il passaggio del segnale wireless, un rivestimento dei tag adeguato, una capacità di memoria degli ucode superiore alla norma, reader sufficientemente potenti etc. Ebbene, secondo l’ultimo comunicato ufficiale congiunto i primi test inizieranno questo mese, e a meno di sorprese dell’ultima ora la produzione su larga scala inizierà nelle primavera del 2007.

Il cyber-calcestruzzo potrebbe teoricamente spingere l’ingegneria civile verso nuove frontiere costruttive, ma almeno per ora le applicazioni più credibili riguardano la sicurezza e i controlli. Bisogna infatti considerare che negli ultimi tempi in Giappone l’attenzione nei confronti della sicurezza strutturale degli edifici è aumentata vertiginosamente a causa di una serie di scandali che hanno coinvolto alcune aziende costruttrici. 98 edifici, fra condomini e hotel, certificati come anti-sismici disponevano di una documentazione falsificata, che in verità nascondeva soluzioni strutturali di bassa qualità e pericolose.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    IBM è la prossima
    Dopo aver sconfitto MS, bisogna per forza affondare anche quel cesso di IBM.
  • Anonimo scrive:
    IBM può permettersi di aprir bocca
    se c'è una ditta che può permettersi di dire che senza le sue innovazioni nel campo dell'informatica " non sarebbe esistito " questo o quello ... direi che è proprio IBM.Facevano quello che oggi definiremmo meccanica, ma che già era computing , quando metà di quelli che oggi sono "esperti" non esistevano nemmeno nella mente dei loro genitori.Non dico affatto che abbiano inventato tutto loro o che abbiano inventato davvero qualcosa di fondamentale: dico che storicamente possono permettersi - sono tra i pochi che possono farlo - di TENTARE di fare affermazioni simili . Poi van verificate con documenti alla mano, ovviamente.Di sicuro non sono personaggi poco significativi. Ricordo a tutti che fino a qualche anno fa quando si diceva "PC" (per capirsi, per non dire Mac o per non dire roba grossa aziendale - che pure spesso era IBM) si diceva "IBM COMPATIBILE" ... qualcosa avrà pur voluto dire ;)...sembrano quasi essere la versione reale della "US robotics" di Asimov... :)
  • Alessandrox scrive:
    Che bello.....
    Che bello , come godo nel vedere le grandi aziende che si scannano a causa di regole e principi da loro stesse voluti... spero solo che questa storia dei brevetti giunga alle sue estreme conseguenze, al suo parossismo... avro' sicuramente un estasi mistica. :@ :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello.....
      - Scritto da: Alessandrox
      Che bello , come godo nel vedere le grandi
      aziende che si scannano a causa di regole e
      principi da loro stesse voluti... spero solo che
      questa storia dei brevetti giunga alle sue
      estreme conseguenze, al suo parossismo... avro'
      sicuramente un estasi mistica. :@ :@ :@
      :@A volte basta davvero poco per fare felice la gggggente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che bello.....
        - Scritto da:

        - Scritto da: Alessandrox

        Che bello , come godo nel vedere le grandi

        aziende che si scannano a causa di regole e

        principi da loro stesse voluti... spero solo che

        questa storia dei brevetti giunga alle sue

        estreme conseguenze, al suo parossismo... avro'

        sicuramente un estasi mistica. :@ :@ :@

        :@

        A volte basta davvero poco per fare felice la
        gggggente.io mi accontento di una pompa ben fattaogni giorno
  • avvelenato scrive:
    il mestiere più vecchio del mondo
    L'avvocato 8)Se mai avrò un figlio lo indirizzerò a studiare legge, GUAI se si azzarda a provare a programmare !
    • pippo75 scrive:
      Re: il mestiere più vecchio del mondo
      - Scritto da: avvelenato
      L'avvocato 8)

      Se mai avrò un figlio lo indirizzerò a studiare
      legge, GUAI se si azzarda a provare a programmare
      !Anche la cariera politica non e' male, magari unire le cose e sei a posto.So poi sposa un/a sindancalista......
      • Anonimo scrive:
        Re: il mestiere più vecchio del mondo


        Se mai avrò un figlio lo indirizzerò a studiare

        legge,
        Anche la cariera politica non e' male, magari
        unire le cose e sei a
        posto.
        So poi sposa un/a sindancalista......http://www.previti.it/ ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: il mestiere più vecchio del mondo
      - Scritto da: avvelenato
      L'avvocato 8)

      Se mai avrò un figlio lo indirizzerò a studiare
      legge, GUAI se si azzarda a provare a programmare
      !quanto mi fai sesso con quello sguardo
      • Anonimo scrive:
        Re: il mestiere più vecchio del mondo
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato

        L'avvocato 8)



        Se mai avrò un figlio lo indirizzerò a studiare

        legge, GUAI se si azzarda a provare a
        programmare

        !

        quanto mi fai sesso con quello sguardoio pensavo quasi di disabilitare le immagini o di mettere l'ad-block su quell'avatar
Chiudi i commenti