Campioni di DNA schedati. Per.. sbaglio?

Inquietudine in Gran Bretagna, dove un ufficio del ministero degli interni ha misteriosamente schedato il profilo genetico di circa 24mila minorenni incensurati


Londra – Le forze dell’ordine di Sua Maestà hanno registrato senza preavviso il profilo genetico di circa 24mila incensurati. Un episodio sconcertante, scoperto dal parlamentare conservatore Grant Shapps e pubblicato sulle prime pagine dei maggiori quotidiani del Regno Unito. Gli schedari genetici, conservati all’interno di un gigantesco database statale, sono emersi dopo che il figlio di Shapps è rimasto coinvolto in una controversia legata all’arresto di un giovane coetaneo.

Nonostante i frammenti digitalizzati di DNA siano stati ottenuti “in modo preventivo e totalmente legale”, come sostiene BBC , Shapps ha denunciato il fatto come un “grave pericolo per le libertà dei cittadini”, sintomo di una “deriva antidemocratica” che da tempo affliggerebbe il paese d’oltremanica.

“Viviamo in uno stato di polizia?”, titola il The Guardian , “Non ancora, ma quasi”. Shapps teme che dietro l’esistenza di questo database genetico esista un disegno oscuro : “Il governo forse vuole schedare il DNA di tutta la popolazione, a partire dai neonati”, ha dichiarato pubblicamente, “ma allora il Parlamento deve vigilare e discutere sugli sviluppi di questo delicato processo”. I costi dei sistemi d’archiviazione, digitali e pertanto esposti ai rischi di qualsiasi dispositivo informatico, ammontano a circa 300 milioni di sterline negli ultimi due anni.

Il ministero degli interni di Londra, unico gestore e promotore dell’iniziativa, prevede l’obbligo della registrazione e dell’identificazione genetica per qualsiasi fuorilegge catturato in flagranza dalla polizia. “Possono accedervi soltanto gli investigatori di polizia ai fini delle indagini”, ha puntualizzato il ministro degli interni britannico Andy Burnham. La registrazione è obbligatoria anche per chi finisce nel registro degli indagati senza essere arrestato – ma solo nei casi che riguardano reati penali.

Stando a dati ufficiali, il 7% della popolazione britannica si è sottoposto volontariamente od obbligatoriamente ad un prelievo di materiale genetico. Una cifra consistente, vista la media europea dell’1,13% e quella statunitense dello 0,5%. “Entro il 2008 l’archivio conterà oltre quattro milioni di individui schedati”, aggiunge Burnham: attualmente vi sono registrati poco più di tre milioni di persone. Ben 15mila tra loro sono volontari, mentre oltre 140mila sono incensurati.

Quanto svelato da Shapps fa parte della cosiddetta dottrina biometrica varata dall’amministrazione Blair: una linea preventiva contro criminalità e terrorismo che ha già preso forma nel più grande database informatico di minorenni , unito alla promozione di tecnologie per il riconoscimento facciale . Una linea non dissimile a quella del Regno Unito è seguita anche da Olanda e Stati Uniti .

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Le-ChuckITA scrive:
    Re: Questo dimostra che su Wikipedia...
    - Scritto da: Anonimo
    ...scrivono cani e porciAnche su punto informatico, a quanto pare!
  • Anonimo scrive:
    OVVIOche Wiki dafastidio ai mangiacrauti
    OVVIO che Wikipedia da fastidio ai mangiacrauti ed a tutti quelli che temono una informazione libera!
  • Anonimo scrive:
    Troll-Pedia
    Pessima qualità degli articoli scritti dagli Utonti del sapere. Difficilmente raccomandabile per ricerche, anche per scuole superiori. (rotfl) (rotfl) (rotfl)
  • grassman scrive:
    Il problema è il cognome?
    " Tron's family does not wish his full name, "Boris Floricic", to be used; many German newspapers merely refer to him as "Boris F." On December 14, 2005 the parents obtained a temporary restraining order in a Berlin court against Wikimedia Foundation Inc. because its freely editable online encyclopedia, Wikipedia, mentioned the full name in its German language version. The order prohibits the Foundation from mentioning the full name on any website under the domain "wikipedia.org". It furthermore requires the Foundation to name a representative in Germany within two weeks following the decision. "Mha, per la famiglia il problema non è il contenuto dell'articolo ma l'uso del cognome.Immaginiamoci un telegiornale dove si parla di anna maria f., di stefano r., e così via.Dove va a finire il diritto di cronaca.ps.: la famiglia dovrebbe essere onorata del fatto che c'è qualcuno che ancora ricorda il proprio figlio, in maniera tutt'altro che diffamatoria.Sti tedeschi...==================================Modificato dall'autore il 23/01/2006 15.29.58
  • Anonimo scrive:
    Voglio più privacy!
    Anche io voglio più privacy in questa rete. Non è ammissibile che scrivendo un nome e cognome esca vita morte e miracoli di una persona. Pensate a chi vi può controllare: vicini, parenti, partner, colleghi di lavoro, datori di lavoro, concorrenti economici, concorrenti politici ecc ecc ecc.Oggi il problema è poco sentito perché pochi vivono la rete in un certo modo ma quando le persone aumenteranno e vivranno la rete molto più di oggi vedrete che molti si sveglieranno.Anche chi oggi fa finta di non capire o blatera di diritto alla libertà.Ma la mia libertà di non essere tracciato e profilato dove sta?
  • Ekleptical scrive:
    Censura o difesa della privacy?
    Dov'è la linea di confine, esattamente?Se metto su Wikipedia la scheda a nome di una ex-morosa, con nome, numero di telefono, insulti di vario genere, particolari privati e piccanti e la tipa denuncia Wikipedia, siamo di fronte a censura o violazione di privacy?I genitori del ragazzo non vogliono che si scrivano fesserie sul suo conto. E' censura o rispetto della privacy?
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Censura o difesa della privacy?
      - Scritto da: Ekleptical
      Dov'è la linea di confine, esattamente?

      Se metto su Wikipedia la scheda a nome di una
      ex-morosa, con nome, numero di telefono, insulti
      di vario genere, particolari privati e piccanti e
      la tipa denuncia Wikipedia, siamo di fronte a
      censura o violazione di privacy?Violazione della privacy nel caso del numero di telefono. Censura per tutto il resto.

      I genitori del ragazzo non vogliono che si
      scrivano fesserie sul suo conto. E' censura o
      rispetto della privacy?Censura, ma non ci vuole molto a capirlo. Se io dico che se una testa di cazzo perchè questo e quello, e il mod di turno sposta il messaggio nel forum dell X sarcazzo indovina cosè?
    • Anonimo scrive:
      Re: Censura o difesa della privacy?
      - Scritto da: Ekleptical
      Dov'è la linea di confine, esattamente?

      Se metto su Wikipedia la scheda a nome di una
      ex-morosa, con nome, numero di telefono, insulti
      di vario genere, particolari privati e piccanti e
      la tipa denuncia Wikipedia, siamo di fronte a
      censura o violazione di privacy?La tipa denuncia TE, che hai fatto sta cazzata, i log canteranno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Censura o difesa della privacy?
        ma quelle scritte su wikipedia sono fesserie o no?sono informazioni o semplici illazioni ?come fare per saperlo?
  • chemicalbit scrive:
    xRedazione: date negli articoli
    Per la Redazione:le date negli articoli, grazie ...Quando sono successi i fatti?Leggo qui -nella pagina da voi linkata "corposo articolo" , che ridireziona a http://en.wikipedia.org/wiki/Tron_(hacker) - "On December 14, 2005 the parents obtained a temporary restraining order in a Berlin court "cioè il 14 dicembre.Penso che indicare le date in cui sono avvenuti i fatti (soprauttto in casi come questo, in cui sono facilemntedisponibili e reperibili) possa solo giovare alla completezza dell'informazione.
  • Anonimo scrive:
    piccola nota su tron
    Se cercate un pò in giro troverete che questo ragazzo è stato trovato impiccato ad un ramo..ma aveva i piedi che toccavano terra quindi.....suicidio?dubito proprio.
  • AnyFile scrive:
    E i giornali?
    Invece di tutte le cretinate scritte sui giornali, nessuno dice nulla?
    • Anonimo scrive:
      Re: E i giornali?
      - Scritto da: AnyFile
      Invece di tutte le cretinate scritte sui
      giornali, nessuno dice nulla?Io lo dico sempre che *soprattutto* i giornalisti devono prendersi le responsabilità di quello che dicono.Ma la loro lobby è più potente di qualunque altra, visto che loro sono l'informazione di fatto.
  • Anonimo scrive:
    4+4=5?
    La diffusione dell'informazione non può essere regolamentata per legge. È il primo passo verso forme di dittature. Nessuna scusa potrà mai essere accettata per controllare l'informazione, non dovrebbero esistere leggi per stabilire ciò che un cittadino deve o non deve dire, né in pubblico né in privato.Tutto qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: 4+4=5?
      - Scritto da: Anonimo
      La diffusione dell'informazione non può essere
      regolamentata per legge. Giusto.Ma devono esserci leggi precise verso chi diffonde notizie false.
      • AnyFile scrive:
        Re: 4+4=5?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        La diffusione dell'informazione non può essere

        regolamentata per legge.

        Giusto.
        Ma devono esserci leggi precise verso chi
        diffonde notizie false.Allora inizia ad incarcerare chi nel XVI secolo credeva che la Terra fosse ferma, chi muovendosi a piedi o in automobole non considera che la Terra e' tonda, chi facendo i conti sulla velocita' non usa la relativita' einsteniana.cosa vuol dire vera?E soprattuto se uno e' libero di dire le cose deve essere libero di dire. Basta.Altrimenti diciamo che uno non e' libero di dire quello che vuole.Smettiamoloa con l'ipocresia. Chissa' perche' tutti i vizi sono considerati una brutta cosa, ma l'ipocrisia no.Se invece uno non e' libero di dire cio che vuole o che pensa che sia giusto, allora occorre che ci sia un sistema che dica quali siano le cose pubblicabili (spacciate per vere) e quali non siano pubblicabili.Si riapra l'uffcio dell'imprimatur, si ritorni alle veline ....Cosi' sara' molto facile far pubblicare notizie che sono false, ma sono comode a chi ha il potere e a censurare uqelle che sono scomode per il potere.E wikipedia si censura e tutte le cretinate scritte su giornali o riviste? Ma avete presente tutte le volte che der Spiegel ha scritto articoli dcendo cose completamente diverse dalla realta' circa l'Italia e dicendo ai tedeschi che andare in Italia era pericoloso e li invitava ad andare altrove in vacanza? Su questo nessuna censura?Preciso che non non so nulla del caso in particolare del suicida tedesco e le mie frasi precedenti non si rifferiscono a lui ne' all'articolo di Wikipedia.
        • Anonimo scrive:
          Re: 4+4=5?
          - Scritto da: nattu_panno_dam
          nulla Mi hai pienamente convinto.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: 4+4=5?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: nattu_panno_dam


            nulla

            Mi hai pienamente convinto.
            Impara a quotare, scholar sir del menga.
          • Anonimo scrive:
            Re: 4+4=5?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            Impara a quotare, scholar sir del menga.Ho quotato esattamente ciò che hai scritto, ovvero nulla.Al contrario tu hai riportato l'intero articolo non rispondendo a nulla e lasciando una battuta su una questione del tutto marginale.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: 4+4=5?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: nattu_panno_dam


            Impara a quotare, scholar sir del menga.

            Ho quotato esattamente ciò che hai scritto,
            ovvero nulla.
            Al contrario tu hai riportato l'intero articolo
            non rispondendo a nulla e lasciando una battuta
            su una questione del tutto marginale.rotfl, questa poi-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 luglio 2006 17.54-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: 4+4=5?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            rotfl, questa poihttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1278178&tid=1277559&p=1&r=PI#1278178Continua a tenere gli occhi chiusi.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: 4+4=5?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            rotfl, questa poi

            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1278

            Continua a tenere gli occhi chiusi.(rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 luglio 2006 20.11-----------------------------------------------------------
        • AnyFile scrive:
          Re: 4+4=5?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: AnyFile

          Allora inizia ad incarcerare

          Incarcerare? Chi ha parlato di
          incarcerare?????????????Non ho detto che tu hai detto incarcerare.Pero' se una cosa e' proibita dovra' pur esserci una pena (altrimenti la cosa non e' proibita). E non mancano certo gli esempi storici (anche attuali) di persone incarcerate per quello che hanno detto.
        • AnyFile scrive:
          Re: 4+4=5?
          - Scritto da: Anonimo
          patetico idealista del villaggio dei puffi...
          rispondi all'esempio che ti ho fatto.
          Nel tuo esempio vi e' l'ipotesi che tu sei direttore della Rai. Cioe' che tu sei in una posizione in cui poi dire tutto quello che vuoi con mezzi molto potenti pagati dalla collettivita' per dire quello che tu vuoi mentre gli altri non possono usare gli stessi mezzi. Qui sta il nocciolo del problema.Qualche limite in effetti deve esserci. Ma questi limiti possono essere imposti solo quando lederebbero la liberta' degli altri.Inoltre dovrebbe essere che la gente impari a non considerare per vera (o peggio reale) una cosa semplicemente perche' l'ha detta qualcuno. Il probelema dei giornali o telegiornali e' molto grave proprio per il fatto che la gente e' abitata a credere che quello che vi e' scritto corrosponda alla realta.Pero' se fosse vero che deve essere proibito scrivere il falso, allora che siano i giornali a smettere di parlare di "emergenze" e di eventi eccezionali. Ora fa freddo. Per loro e' una cosa eccezionale e mai vista. A parte casi, questi si' anomali, in cui faceva piu' caldo, tutti gli anni a fine gennaio fa molto freddo (almeno dalle mie parti) e non siamo affatto lontani dalla media.
          • Anonimo scrive:
            Re: 4+4=5?
            - Scritto da: AnyFile

            patetico idealista del villaggio dei puffi...

            rispondi all'esempio che ti ho fatto.



            Nel tuo esempio vi e' l'ipotesi che tu sei
            direttore della Rai. E' un esempio estremo, ma basta essere l'ultimo dei redattori del gironale di quartiere: il risultato non cambia. Sei sputtanato gratis fino a prova contraria.Prova che non necessariamente avrai la possibilità di dare e comunque, sicuramente non arriverà a tutti quelli che hanno sentito la prima notizia.
            Cioe' che tu sei in una
            posizione in cui poi dire tutto quello che vuoi
            con mezzi molto potenti pagati dalla
            collettivita' per dire quello che tu vuoi mentre
            gli altri non possono usare gli stessi mezzi. Qui
            sta il nocciolo del problema.SVEGLIA!Tutti i giornalisti hanno mezzi infinitamente più potenti dei cittadini, perchè quello che loro scrivono è la realtà che viene passata al mondo.
            Qualche limite in effetti deve esserci. E qui mi cade il grande puffo e tutto il bel discorso idealista che avevi fatto.
            Ma questi
            limiti possono essere imposti solo quando
            lederebbero la liberta' degli altri.Ogni cazzo di notizia in modo diretto o indiretto, in modo accentuato o lieve lede la libertà di qualcuno.
            Inoltre dovrebbe essere che la gente impari a non
            considerare per vera (o peggio reale) una cosa
            semplicemente perche' l'ha detta qualcuno.Ah, ok passi tu a convincere le sei miliardi di persone che ancora non lo sanno?
            Il
            probelema dei giornali o telegiornali e' molto
            grave proprio per il fatto che la gente e'
            abitata a credere che quello che vi e' scritto
            corrosponda alla realta.Ah, ok passi tu a convincere le sei miliardi di persone che ancora non lo sanno?
            Pero' se fosse vero che deve essere proibito
            scrivere il falso, allora che siano i giornali a
            smettere di parlare di "emergenze" e di eventi
            eccezionali. Ora fa freddo. Per loro e' una cosa
            eccezionale e mai vista. Ma infatti *DEVONO* piantarla con 'ste cazzate.Il tempo lo deve dire il meteorologo non il giornalista.E il meteorologo ti darà dei dati oggettivi: le temperature e l'umidità.Il giornalista parlerà del tempo se e solo se, è accaduto un evento importante che è stato condizionato dal tempo stesso.Tornando a parlare dei signori giornalisti, tutte le volte che non c'è nessun Bin Laden di cui parlare si parla del caldo/freddo/pioggia/siccità.Se parlano del tempo quindi significa che non hanno un cazzo da dire.Per non parlare delle storielle inventate sui cani che vengono proposte tutti i giorni su certi TG...Ma cazz*, c'è gente che muore da tutte la parti per rivolte/guerre/altro di cui non sappiamo nulla e mi vengono a parlare del cane che ha imparato a camminare senza la quarta gamba?Ma vadano a scavare nelle miniere di merda...
        • AnyFile scrive:
          Re: 4+4=5?
          - Scritto da: nattu_panno_dam




          cosa vuol dire vera?



          lo sai benissimo.
          No, no lo so per nulla e dubito seriamente che tu conosca un metodo per decidere se una cosa e vera oppure falsa.Vi e' una bella differenza tra una cosa reale e una cosa vera. (se vuoi maggiori informazioni consulta un libro di logica formale)
        • Anonimo scrive:
          Re: 4+4=5?
          - Scritto da: AnyFile
          Il problema non e' se tu dici una cosa, bensi'
          che hai fatto diventare reale una cosa perreale
          quando non lo e'.Questa frase non tiene conto della realtà... come tutti i tuoi interventi a quanto pare.TUTTI I GIORNALISTI FANNO DIVENTARE REALI LE COSE, CHE SIANO VERE O NO.IO CHIEDO CHE PAGHINO QUANDO NON SONO VERE. PUNTO.
      • Anonimo scrive:
        Re: 4+4=5?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        La diffusione dell'informazione non può essere

        regolamentata per legge.

        Giusto.
        Ma devono esserci leggi precise verso chi
        diffonde notizie false.Non ha senso stabilire per legge il vero e il falso. La storia ha dimostrato a sufficienza cosa succede quando si tenta di farlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: 4+4=5?
          - Scritto da: Anonimo
          Non ha senso stabilire per legge il vero e il
          falso. La storia ha dimostrato a sufficienza cosa
          succede quando si tenta di farlo.Ok.Allora accettate supinamente il potere degli eletti (giornalisti) e non provate a lamentarvi di chi manipola l'informazione (giornalisti, editori, politici), visto che ognuno di loro ha la sua visione della realtà e del 'vero'.E non lamentatevi quando un giorno, il giornalista di turno userà termini spiacevoli riguardo a voi o a un vostro conoscente che voi sapete del tutto estraneo ai fatti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo dimostra che su Wikipedia...
    Veramente se ti vai a leggere quello che e' successo ti renderai facilmente conto che non stano cosi' le cose.La cosa fa scalpore perche' Wikipedia e' coinvolta: quando le stesse cose furono insinuate e scritte dai giornali nessuno ebbe nulla da ridire.
  • Anonimo scrive:
    Che problema c'e'?
    Nemmeno la versione italiana di Wikipedia si trova a wikipedia.it.L'url 'nazionalizzata' tedesca era solo un accessorio in piu'.
    • liberx scrive:
      Re: Che problema c'e'?
      - Scritto da: Anonimo
      Nemmeno la versione italiana di Wikipedia si
      trova a wikipedia.it.

      L'url 'nazionalizzata' tedesca era solo un
      accessorio in piu'.Si pero' c'e' una certa differenza tra il dismettere un indirizzo e qualcuno che ti ordina di farlo ;) Alla fine chissene frega ovviamente perche' anche la versione tedesca di Wikipedia rimane accessibile. Pero' e' bene sapere come girano certe cose.
  • Anonimo scrive:
    non è censurata wikipedia
    censurato un redirect tedesco, ma non wikipediawikipedia è www.wikipedia.orgla censura riguarda www.wikipedia.desono cose diverse cacchio! non scriviamo baggianate suvvia solo pe aumenta' la fiction!de.wikipedia.org è la sezione tedesca di wikipedia, che tra l'altro funziona anche piu' veloce :)
    • Anonimo scrive:
      Re: non è censurata wikipedia
      - Scritto da: Anonimo
      censurato un redirect tedesco, ma non wikipedia

      wikipedia è www.wikipedia.org

      la censura riguarda www.wikipedia.deIl dominio wikipedia.de appartiene a un club che è finanziato da wikipedia.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è censurata wikipedia


        Il dominio wikipedia.de appartiene a un club che
        è finanziato da wikipedia.Appunto, non ha nulla a che fare con wikipedia.org
        • Anonimo scrive:
          Re: non è censurata wikipedia
          - Scritto da: Anonimo




          Il dominio wikipedia.de appartiene a un club che

          è finanziato da wikipedia.

          Appunto, non ha nulla a che fare con wikipedia.orgCioe' secondo te la censura di un dominio il cui unico scopo e' portare gli utenti su Wikipedia non equivale a censurare Wikipedia? Cosi', per capire
        • Anonimo scrive:
          Re: non è censurata wikipedia
          - Scritto da: Anonimo




          Il dominio wikipedia.de appartiene a un club che

          è finanziato da wikipedia.

          Appunto, non ha nulla a che fare con wikipedia.orgNulla a che fare è una frase un po' grossa, visto che wikipedia.de alla fine è pagato da wikipedia.org.
  • Anonimo scrive:
    No! Anche in Germania?
    Anche lì censurano Wikipedia?Ma sono peggio della Cina!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: No! Anche in Germania?
      - Scritto da: Anonimo
      Anche lì censurano Wikipedia?
      Ma sono peggio della Cina!!!Mi dispiace davanti alla Germania c'è una lunga lista ! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: No! Anche in Germania?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Anche lì censurano Wikipedia?

        Ma sono peggio della Cina!!!
        Mi dispiace davanti alla Germania c'è una lunga
        lista ! ;)Germania, Cina, Russia... presto tutto il mondo sarà omologato... la libertà di informazione serviva solo finché c'era il comunismo, oggi è anacronistica.
        • Anonimo scrive:
          Re: No! Anche in Germania?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Anche lì censurano Wikipedia?


          Ma sono peggio della Cina!!!

          Mi dispiace davanti alla Germania c'è una lunga

          lista ! ;)

          Germania, Cina, Russia... presto tutto il mondo
          sarà omologato... la libertà di informazione
          serviva solo finché c'era il comunismo, oggi è
          anacronistica.puoi spiegarci perchè la libertà di informazione non serve?ovvero puoi darcene dei motivi, spiegare perchè?
          • Anonimo scrive:
            Re: No! Anche in Germania?
            - Scritto da:

            - Scritto da: Anonimo

            [...]

            Germania, Cina, Russia... presto tutto il mondo

            sarà omologato... la libertà di informazione

            serviva solo finché c'era il comunismo, oggi è

            anacronistica.

            puoi spiegarci perchè la libertà di informazione
            non
            serve?

            ovvero puoi darcene dei motivi, spiegare perchè?immagino che il significato della frase fosse:la liberta' di informazione era una cosa da salvaguardare finche' c'era il comunismo che censurava.ora che a censurare sono i non-comunisti la liberta' di informazione non e' poi un diritto cosi' fondamentale.(o almeno io ho interpretato cosi' la frase di sopra).
Chiudi i commenti