Canada, il banner governativo tra i pirati

Su The Pirate Bay compare un banner per la promozione del nuovo piano anti-crisi adottato dal governo di Ottawa. Il Dipartimento delle Finanze punta il dito contro il network di Yahoo!, che a sua volta accusa quello di Sympatico

Roma – Tra i 50 siti web più visitati dagli utenti canadesi, l’ex- tracker BitTorrent The Pirate Bay è finito al centro di un caso che ha messo in imbarazzo il governo di Ottawa. Tra i marosi della Baia è infatti emerso un banner pubblicitario dedicato al nuovo Economic Action Plan adottato ai vertici del Dipartimento delle Finanze.

Per combattere la crisi economica e favorire la creazione di ulteriori posti di lavoro, il piano canadese non sembra prevedere legami con le piattaforme della condivisione dei contenuti. Un banner rettangolare ha invece troneggiato al centro delle pagine sulla Baia dei pirati.

Secca la spiegazione da parte del governo locale, che non avrebbe mai autorizzato l’acquisto di spazi pubblicitari sulla piattaforma svedese . I vertici del Dipartimento delle Finanze avrebbero invece stretto accordi con network specializzati – da Microsoft a Yahoo! – e solo con l’implementazione di filtri.

Il dito accusatorio ha puntato verso i servizi di advertising di Yahoo!, che avrebbe commesso l’imperdonabile sbaglio. Lo stesso colosso statunitense ha prontamente girato le accuse contro il network Sympatico, evidentemente ignaro del piazzamento del banner su The Pirate Bay . In attesa di rimozione, gli utenti della Baia continuano a visualizzare gli sforzi anti-crisi di Ottawa.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • apolci scrive:
    Picasa non è una vittima
    Dall'annuncio che ho letto Picasa web non verrà dismesso né fuso con Google Drive, l'unico cambiamento riguarda lo storage disponibile che verrà unito fra i due sistemi.Non più due quote separate ma un'unica quota che copre entrambi i servizi.Dal punto di vista di picasa questo è anche un miglioramento visto che finora si aveva a disposizione 1 solo GB di spazio.Un po' meno buono il fatto che i 5 GB finora disponibili per Google Drive dovranno copire anche le foto di picasa.
    • Claudio Benvenuti scrive:
      Re: Picasa non è una vittima
      Neanche io ho letto da nessuna parte riguardo l'integrazione di Picasa con Google Drive... e dire che ci speravo da tanto...
    • Funz scrive:
      Re: Picasa non è una vittima
      - Scritto da: apolci
      Dall'annuncio che ho letto Picasa web non verrà
      dismesso né fuso con Google Drive, l'unico
      cambiamento riguarda lo storage disponibile che
      verrà unito fra i due
      sistemi.

      Non più due quote separate ma un'unica quota che
      copre entrambi i
      servizi.

      Dal punto di vista di picasa questo è anche un
      miglioramento visto che finora si aveva a
      disposizione 1 solo GB di
      spazio.
      Un po' meno buono il fatto che i 5 GB finora
      disponibili per Google Drive dovranno copire
      anche le foto di
      picasa.Spero che chi ha entrambi i servizi si trovi gli spazi sommati... chi li ha entrambi pieni che fa, deve buttare roba?
Chiudi i commenti