Canada, vietata la metro videoludica

La società dei trasporti di Montreal minaccia due sviluppatori di mappe digitali, per lo sfruttamento della piantina di una stazione della metropolitana per Counterstrike
La società dei trasporti di Montreal minaccia due sviluppatori di mappe digitali, per lo sfruttamento della piantina di una stazione della metropolitana per Counterstrike

Nove mesi di lavoro per partorire una dettagliata versione digitale della stazione metro Berri-UQAM di Montreal, nuovo campo di battaglia offerto ai gamer del capitolo Global Offensive nella fortunata serie videoludica Counterstrike . Gli sviluppatori Diego Liatis e Frédérik Denis rischiano ora una multa da 50mila dollari canadesi (circa 37mila euro) per l’eventuale rilascio della loro mappa.

Nella più classica delle letteracce di tipo cease-and-desist , la società dei trasporti di Montreal (STM) ha proibito la pubblicazione di una replica digitale della singola fermata della metropolitana, che potrebbe scatenare pericolose ondate di panico per la presenza videoludica di soldati armati tra i vagoni o all’interno dei tunnel.

Un portavoce della stessa STM ha annunciato una possibile causa legale qualora il marchio dei trasporti metropolitani venisse sfruttato senza autorizzazione e soprattutto in ambito commerciale. In una intervista rilasciata al quotidiano locale Journal de Montreal , Diego Liatis ha chiesto di poter visionare quello specifico testo legislativo che vieta la riproduzione di un luogo pubblico. ( M.V. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 02 2013
Link copiato negli appunti