Canone Tv, BBC non rivela i segreti delle sue spie

No, il celebre broadcaster inglese non può essere costretto a spifferare tutta la verità sui misteriosi veicoli incaricati di verificare chi prova a fare il furbo con il pagamento del canone televisivo

Roma – Era stato chiesto alla BBC di dire chiaramente come stanno le cose sui mezzi automobilistici usati come “TV detector”, spediti in prossimità delle abitazioni dei sospetti evasori del canone televisivo. Ma quelle informazioni sono e devono rimanere segrete , ha deciso ICO, il Garante locale della privacy, e questo perché rivelarle significherebbe rendere del tutto vana l’intera opera di deterrenza della pratica di non pagare il canone necessario all’esistenza stessa della BBC.

In circolazione oramai da decenni, i mezzi per individuare le trasmissioni televisive nelle abitazioni rappresentano la fase finale delle operazioni di controllo a campione dell’ufficio di licensing della BBC, cui compete la verifica, tra i 29 milioni di indirizzi residenziali e business a cui sono riconducibili acquisti di televisori, schede PC o quant’altro, verifiche su chi usufruisca regolarmente del segnale televisivo e se questi abbia pagato l’emolumento dovuto.

Fino ad oggi se l’utenza interessata dalle verifiche si rifiuta di far entrare gli ispettori della BBC, il che è peraltro del tutto lecito, allora si espone all’arrivo sul posto di un mezzo della flotta di tv detector , un veicolo al cui interno si celerebbe tutta la tecnologia necessaria per scoprire se il cittadino sia o meno un evasore.

La BBC ha risposto a una Freedom of Information request secondo la quale l’emittente avrebbe dovuto rivelare numero di mezzi, tecnologia e dispositivi utilizzati e un gran numero di altri dettagli sulla misteriosa flotta anti-evasori a sua disposizione. Ma il risultato, vista la decisione dell’ICO, è stato piuttosto magro e nulla si sa in più rispetto a prima. Il fatto però che qualsiasi informazione sui mezzi della BBC ne potrebbe minare le capacità di deterrenza già dice molto alle malelingue, e a chi sospetta che quei mezzi non possano svolgere altro lavoro se non spaventare chi davvero li ritiene in grado di cogliere in fallo gli utenti tv.

I “TV detector” funzionano, suggerisce la BBC, perché i britons sono convinti che siano efficaci e utili al loro scopo dichiarato. Se la “flotta” perdesse quella patina di mistero che la circonda trasformandola quasi in un mito moderno , i britannici darebbero sfogo alla loro conclamata insofferenza per la gabella televisiva cominciando a non pagarla in massa o trovando accorgimenti tecnici in grado di bloccare il funzionamento dei… “rivelatori”.

Rivelatori che, stante la caparbia volontà delle autorità di non rivelare alcunché nemmeno sulla loro esistenza, per quanto se ne sa potrebbero benissimo essere aria fritta pensata apposta per far paura ai più timorosi . La decisione dell’ICO questo non lo dice, ma le ipotesi a riguardo non mancano e cominciano a ispirare toni da beffa .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Katana Joe scrive:
    Cioè, io faccio così
    Quando devo inserire il num. di carta di credito in internet io faccio così:- Riavvio col CD di Ubuntu (che è una live), vado in internet (è immediato per chi ha il PC che si collega al router via Wireless o ethernet) - Faccio la transazione di pagamento- Ritorno a windozCioè, è uno sbattone, lo so, ma non faccio poi molti acquisti con carta di credito via internet. Almeno dormo tranquo! Cioè!
    • pabloski scrive:
      Re: Cioè, io faccio così
      mmm credo sia più facile per il presidente degli usa lanciare le testate nucleari :D
      • anonimo scrive:
        Re: Cioè, io faccio così
        - Scritto da: pabloski
        mmm credo sia più facile per il presidente degli
        usa lanciare le testate nucleari
        :DAh ti sembra complicato??? Eppure quando si tratta di soldi la gente dovrebbe essere motivata. Il fatto è che non hanno l'informazione, non che non siano motivati. E perché non hanno l'informazione?
        • pabloski scrive:
          Re: Cioè, io faccio così
          e io che ne so???comunque dire all'utonto che deve fare degli snapshot, archiviarli, poi usarli, però stare attento a non fare snapshot quando ha sentore che il sistema sia stato compromesso durante la sessioneinsomma, è decisamente troppo per un babbeo qualunque che vuole accendere il pc e guardarsi un paio di pornazzi
    • AndreFred scrive:
      Re: Cioè, io faccio così
      io risparmio un passaggio: chiudere windows.l'ultima volta l'ho chiuso 1 anno e mezzo fa, e poi ho resettato l'hdd. Da lì ho smesso di avere problemi
      • pabloski scrive:
        Re: Cioè, io faccio così
        aarrggghhhh cos'hai detto!!!adesso una folta schiera di winari, come le cavallette dell'Apocalisse, ti colpirà fin quando non ti avrà di nuovo redento e riportato all'ovile del Dio Ballmer :D
        • 200 OK scrive:
          Re: Cioè, io faccio così
          SIIIIII (rotfl)Il vero problema sono la maggior parte dei giochi e diverso software che pretende Windows.Sigh...
          • pabloski scrive:
            Re: Cioè, io faccio così
            ah già Photoshop e AutoCAD, tutti fotografi e architetti nel mondo :Dscherzi a parte, per il 90% degli utenti Linux va benissimo, tanto per guardare i pornazzi Mplayer e VLC bastano e avanzanoper i giochi, ok, però parliamo sempre di un 2% del totale degli utilizzatori di PC....il grosso dei videogiochi è su consolle, tant'è che i produttori se la predono comoda e portano i giochi su PC solo quando hanno tempo liberovedi il caso GTA IV, ma non è l'unico a quanto si legge sui vari siti di informatica
          • 200 OK scrive:
            Re: Cioè, io faccio così
            Devo essere sincero, il tuo intervento mi piace un sacco :D perchè effettivamente è cosi.Solo per chi lavora, ed è legato ad Autodesk è dura.Per la musica, sotto linux rimane ancora una cosa cosi cosi, ma c'è del potenziale.Per il resto sono contento che Linux sta diventando sempre più competitivo, e Ubuntu nuova :D mi attira non poco.
    • pincopallin o qualsiasi scrive:
      Re: Cioè, io faccio così
      - Scritto da: Katana Joe
      Quando devo inserire il num. di carta di credito
      in internet io faccio
      così:
      - Riavvio col CD di Ubuntu (che è una live), vado
      in internet (è immediato per chi ha il PC che si
      collega al router via Wireless o ethernet)

      - Faccio la transazione di pagamento
      - Ritorno a windoz
      Personalmente trovo che sia altrettanto sicuro e molto più rapido lanciare una macchina virtuale non modificabile.E' pure gratuito (VMPLayer è gratis). E ti risparmi il reboot.
  • Centro Sistema scrive:
    Miglior antivirus al mondo
    "Miglior antivirus gratuito al mondo" mi sembra esagerato, AVG e Antivir sono più o meno allo stesso livello. Avast invece continua a peggiorare.Vedi pagina comparativa:http://www.centrosistema.it/index.php?option=com_content&task=view&id=23&Itemid=17
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Miglior antivirus al mondo
      No, non è niente affatto esagerato e ribadisco: Avira AntiVir free è il miglior antivirus, periodo :-)
    • 200 OK scrive:
      Re: Miglior antivirus al mondo
      Avast è superiore a livello di rilevamento, e consuma perfino meno risorse.Ma non vuol dire che gli altri due vadano male, anzi!Sono sufficentemente buoni da essere usati al posto di avira, ma certamente quest'ultimo è davvero valido.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Miglior antivirus al mondo
        Avast è molto buono, un pò lamero per via delle skin e del suono che fa quando rileva le minacce (cose inutili per un software del genere, ma vabbè). Però purtroppo ha sempre un piccolo problema riguardante i falsi positivi, anche se hanno quasi risolto.(mi ricordo quando per un errore loro, Avast mi rilevo Utorrent come un trojan!
        • 200 OK scrive:
          Re: Miglior antivirus al mondo
          La paura delle major :D haha (però in effetti quando utorrent è passata ad un azienda molti erano dubbiosi..mah...chissenefrega...ahi ahi).Si il suono è decisamente ODIOSO.(rotfl) notte!
  • bert scrive:
    Ma se sull'MBR ho un boot loader?
    Sul mio MBR c'è il boot loader GAG che mi serve per avviare diversi os. Se il mio pc fosse infetto GAG partirebbe lo stesso? O il virus è così furbo da riuscire a installarsi senza compromettere GAG o i vari LILO, GRUB e quindi rendendosi invisibile anche a pc così configurati?Un altra domanda: ma windows Vista che ha lo UAC sarebbe meno a rischio? (lasciando perdere per un momento i difetti di Vista)
    • utente29837 429 scrive:
      Re: Ma se sull'MBR ho un boot loader?
      - Scritto da: bert (lasciando perdere per un
      momento i difetti di
      Vista)per i difetti di vista comunque consiglio gli occhiali
    • Guybrush scrive:
      Re: Ma se sull'MBR ho un boot loader?
      http://it.wikipedia.org/wiki/Master_boot_record512byte contengono una serie di istruzioni che dicono al bios quali sono i settori da dove cominciare a caricare i programmi.Metti che c'e' scritto:1 NTLDR.sys2 config.sys3 sstartup.h(non e' cosi', ma giusto per darti un'idea)Quando arriva il virus ci trovi scritto0 virus.come il virus una volta caricato in memoria si occupa di lanciare gli altri comandi:1 NTLDR.sys2 config.sys3 sstartup.hmostrando poi gli stessi ogni volta che qualcuno chiede di vedere o modificare il MBR.Puoi avere quindi tutti i boot loader che vuoi, il virus si carichera' sempre per primo, tranne nel caso in cui avvii il sistema con un CD Rom creato ad hoc e rifai il MBR.Anche in quel caso, pero', il virus rimane dentro al PC: non cancelli il file col virus, ma solamente il puntatore al medesimo.Per eliminare almeno l'eseguibile devi:1) Leggere il MBR vero (e se avvii la macchina con un S.O. esterno ce la fai) 2) Vedere dove punta l'istruzione di caricamento3) Eventualmente eliminare...e non basta.Probabilmente nel S.O. colpito c'e' uno o piu' cani da guardia: programmini che all'avvio del S.O. vigilano affinche' il virus sia al suo posto ed eventualmente chiedono al S.O. di ripristinare un backup.GT
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma se sull'MBR ho un boot loader?
        Brutta storia.....praticamente ho si cerca il possibile, oppuresi pialla tutto.
      • bert scrive:
        Re: Ma se sull'MBR ho un boot loader?
        Grazie, ho capito.Ma secondo voi l'UAC di Vista può servire? L'UAC chiede la pw di amministratore quando qualcosa tenta di modificare l' MBR?
      • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
        Re: Ma se sull'MBR ho un boot loader?
        - Scritto da: Guybrush
        http://it.wikipedia.org/wiki/Master_boot_record

        512byte contengono una serie di istruzioni che
        dicono al bios quali sono i settori da dove
        cominciare a caricare i
        programmi.Non esattamente. Il BIOS carica in memoria il contenuto del MBR e lo esegue, qualunque cosa sia.Un virus potrebbe benissimo sostituirsi al boot loader spostandolo in qualche altra parte dell'hard disk, e poi caricarlo per non farsi notare; può anche sostituire le routine di lettura del disco del BIOS, cosicché qualunque OS cerchi di leggere l'MBR tramite il BIOS (come il DOS o i suddetti boot loader) in realtà leggerà qualunque cosa farlocca il virus voglia fargli vedere.Quando poi viene caricato Windows, il virus si infila dritto nel kernel nel momento in cui questo viene caricato, e quindi anche in questo caso non si riuscirà a leggere il vero MBR.L'unica soluzione (a parte smontare l'HD, ficcarlo in un cassetto USB e farlo passare da un antivirus su un altro computer) è usare un sistema operativo sconosciuto al virus e che non usi il BIOS.
  • Ricky scrive:
    L'antivirus DEFINITIVO!
    Gente, il problema dei virus e' oramai legato in prevalenza ad INERNET.Da li entra di tutto grazie a due sostanziali motivi:1)Il S.O. e il suo browser,ricolmi di BUCHI sempre presenti, ne chiudono uno e ne saltano fuori tre.2)LA gente comune, ignorante in materia oltre ogni limite e pure dissennata,se il pc rallenta per "COLPA" di una INTERNET SECURITY allora si deve levare, se vedo un sito lo clicco all'avventura e pazienza se poi c'e' un virus malware.Occorre quindi un sistema virtuoso che si difenda dall'UTENTE (o UTONTO come spesso lo si definisce) e dagli attacchi esterni su S.O. e browser. (le email danno molti meno problemi oramai).L'unica cosa che mi e' venuta in mente, oramai applicabile sulla stragran maggioranza dei pc, e' una sorta di virtualizzazione ad uso e consumo.Sul pc principale fai quello che ti pare TRANNE NAVIGARE, per quello hai una VM apposita e backup a seguito, con cui puoi girare e navigare dove ti pare, ti impesti come un dannato ma poi al riavvio della VM tutte le modifiche inserite nel sistema vengono cancellate.Riparti intonso.Il problema e' gestire le modifiche che invece vuoi siano memorizzate ma anche per quello c'e' la soluzione.Secondo me cosi' non c'e' modo di far saltare il pc della gente e tantomeno lasciare un qualsiasi oggetto maligno memorizzato o salvato su hd.Che ne dite? E' fattibile?PS:l'ho gia' fatto e funziona...la fattibilita' e' semmai se un sistema cosi' e' virtualmente inattaccabile o c'e' modo di forarlo comunque.
    • pabloski scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      il tuo sistema ha un piccolissimo punto debole e cioè che la VM sarà usata anche per cose tipo il banking onlinea meno che tu non voglia ogni volta avviare una VM nuova per accedere al sito della tua bancatuttavia un meccanismo simile implica che ci sia uno snapshot della VM realizzato subito dopo l'installazione dell'OS ( quindi si presume che sia privo di malware )tuttavia nel momento in cui hai la necessità di salvare dei dati della sessione, siano essi siti preferiti, password o che altro, devi fare un nuovo snapshot e questo snapshot finirà per inglobare anche i malware installati durante la sessione da registrareinoltre è un meccanismo estremamente macchinoso, che richiede un lavoro enorme per generare gli snapshot, oltre ad un consumo bestiale di spazio su disco la macchinosità stessa del sistema finirebbe per scoraggiare qualsiasi utonto
    • Soluzione Semplice scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      E abolire gli utonti?? :p :p ;) ;)- Scritto da: Ricky
      Gente, il problema dei virus e' oramai legato in
      prevalenza ad
      INERNET.
      Da li entra di tutto grazie a due sostanziali
      motivi:

      1)Il S.O. e il suo browser,ricolmi di BUCHI
      sempre presenti, ne chiudono uno e ne saltano
      fuori
      tre.

      2)LA gente comune, ignorante in materia oltre
      ogni limite e pure dissennata,se il pc rallenta
      per "COLPA" di una INTERNET SECURITY allora si
      deve levare, se vedo un sito lo clicco
      all'avventura e pazienza se poi c'e' un virus
      malware.

      Occorre quindi un sistema virtuoso che si difenda
      dall'UTENTE (o UTONTO come spesso lo si
      definisce) e dagli attacchi esterni su S.O. e
      browser. (le email danno molti meno problemi
      oramai).

      L'unica cosa che mi e' venuta in mente, oramai
      applicabile sulla stragran maggioranza dei pc, e'
      una sorta di virtualizzazione ad uso e
      consumo.
      Sul pc principale fai quello che ti pare TRANNE
      NAVIGARE, per quello hai una VM apposita e backup
      a seguito, con cui puoi girare e navigare dove ti
      pare, ti impesti come un dannato ma poi al
      riavvio della VM tutte le modifiche inserite nel
      sistema vengono
      cancellate.
      Riparti intonso.
      Il problema e' gestire le modifiche che invece
      vuoi siano memorizzate ma anche per quello c'e'
      la
      soluzione.

      Secondo me cosi' non c'e' modo di far saltare il
      pc della gente e tantomeno lasciare un qualsiasi
      oggetto maligno memorizzato o salvato su
      hd.

      Che ne dite? E' fattibile?

      PS:l'ho gia' fatto e funziona...la fattibilita'
      e' semmai se un sistema cosi' e' virtualmente
      inattaccabile o c'e' modo di forarlo
      comunque.
    • Denis scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      La cosa piu' o meno funziona attualmente ma niente vieta che sistemi di attacco possano essere fatti ad-hoc anche per le virtual machines.- Scritto da: Ricky
      Gente, il problema dei virus e' oramai legato in
      prevalenza ad
      INERNET.
      Da li entra di tutto grazie a due sostanziali
      motivi:

      1)Il S.O. e il suo browser,ricolmi di BUCHI
      sempre presenti, ne chiudono uno e ne saltano
      fuori
      tre.

      2)LA gente comune, ignorante in materia oltre
      ogni limite e pure dissennata,se il pc rallenta
      per "COLPA" di una INTERNET SECURITY allora si
      deve levare, se vedo un sito lo clicco
      all'avventura e pazienza se poi c'e' un virus
      malware.

      Occorre quindi un sistema virtuoso che si difenda
      dall'UTENTE (o UTONTO come spesso lo si
      definisce) e dagli attacchi esterni su S.O. e
      browser. (le email danno molti meno problemi
      oramai).

      L'unica cosa che mi e' venuta in mente, oramai
      applicabile sulla stragran maggioranza dei pc, e'
      una sorta di virtualizzazione ad uso e
      consumo.
      Sul pc principale fai quello che ti pare TRANNE
      NAVIGARE, per quello hai una VM apposita e backup
      a seguito, con cui puoi girare e navigare dove ti
      pare, ti impesti come un dannato ma poi al
      riavvio della VM tutte le modifiche inserite nel
      sistema vengono
      cancellate.
      Riparti intonso.
      Il problema e' gestire le modifiche che invece
      vuoi siano memorizzate ma anche per quello c'e'
      la
      soluzione.

      Secondo me cosi' non c'e' modo di far saltare il
      pc della gente e tantomeno lasciare un qualsiasi
      oggetto maligno memorizzato o salvato su
      hd.

      Che ne dite? E' fattibile?

      PS:l'ho gia' fatto e funziona...la fattibilita'
      e' semmai se un sistema cosi' e' virtualmente
      inattaccabile o c'e' modo di forarlo
      comunque.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      Antivirus definitivo: Mozilla Firefox + AdBlock Plus + Cervello attivo, sempre :-DNon amo le virtual machine, uso le sandbox sono quando servono e tranne quando me le sono andate volutamente a cercare (tipo quando vai su un sito noto per avere degli exploit all'interno e ti scatta l'HIPS che dice che "qualcosa" sta cercando di installare qualcos'altro nella cartella System32, lol :P) da quando ho fatto lo switch da Interdent Merdexploder a Mozilla Firefox Internet non è più una fogna, per quanto mi riguarda :-D
    • asd scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      ma che sbattimento -.-
    • daysleeper scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      Usi thinapp della vmware che ti permette di virtualizzare le singole applicazioni(firefox o ie) e ti salva le modifiche su una cartella che poi puoi cancellare e così ricomincia come se fosse nuovo!Nel momento di creazione del package personalizzi il browser con plugin e impostazioni varie così non hai problemi se cancelli la cartella con le modifiche, rimarrano interne al package dell'applicazione!
      • Ricky scrive:
        Re: L'antivirus DEFINITIVO!
        Ecco, vedi che a pensarci un po su poi la soluzione esce, non per tutti ovviamente ma per un tot di MENO-UTONTI :)CErto e' che nella macchina virtuale ci puoi ANCHE ficcare una bella rella di UBUNTU (magari la 8.10) e scordarti di antivirus e soci.Oppure un bel EFIX dongle e ci metti MAC OSX!Anche li, per il momento, sei abbastanza libero e sereno.Quindi i modi ci sono, certo e' che l'utente medio gia' non capisce bene un sistema a FINESTRE come Winzoz, figuriamoci l'impalcatura delle virtuali con snapshot e magari thinapp :)Pero' sappiate che a mio padre ho messo giusto una VM linux ubuntu in autostart (usando VmPlay) e nonostante sia DI COCCIO in soli 4 giorni di prove e' arrivato a gestirsi internet (con tutto quello che ne cosegue) e posta elettronica in autonomia e senza piu' una lamentela.Funzionano bene persino i suoi vecchi hardware, scanner e stampante ad esempio ma anche ADSL USB di ALICE.Il tutto su di un portatile TURION64 e 2 gb ram di 5 anni fa!PS:Maruccia...il tuo firefox e' il mio firefox... :) ma tu hai una ragazza/moglie che quando lo usa ti STRAMALEDICE perche' gli si bloccano i siti e non riesce a prenotare le vacanze?O comperare l'ultimo pupazzo della Disney in capo al mondo!?Guarda che preferisco un rootkit che una moglie frangipalle... :)
    • utente29837 429 scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      - Scritto da: Ricky
      Gente, il problema dei virus e' oramai legato in
      prevalenza ad
      INERNET.
      Da li entra di tutto grazie a due sostanziali
      motivi:quando è che *accetti* uno di quei trojan di solito?quando sono dei crack/keygen di qualcosa che ti fa gola e *NON CI SONO CONSEGUENZE VISIBILI* per cui hai un bel senso di falsa sicurezza, il pc va a cannone, la connessione pompa come sempre, i programmi funzionano, i crack hanno dato buon risultato, il p2p e i pornazzi funzionano.poi dopo 2 mesi non hai più soldi in banca? dipende, devi essere proprio sfigato perché i ladri riescano a fotterti anche il codice di sicurezza generato a tempo per i versamenti.però con la carta di credito è un altra storia.senti sempre gente che ti dice che su internet è come nella vita... ma ditemi la corrispondenza di una cosa come un rootkit o un keylogger utilizzato a pioggia come qui, e una cosa simile nella vita reale... non esiste!!!!!
      • Ricky scrive:
        Re: L'antivirus DEFINITIVO!
        In effetti se uno usa il pc per cose normali certi problemi non li incontra, se e' unosmanettone allora sono guai.Perche' ci sono quelli che smanettano ma hanno anche le basi per difendersi seriamente (e sono pochissimi) mentre gli altri si possono affidare SOLO a programmi di sicurezza, con le loro pecche.Se un oggetto passa, sei fregato, sopratutto se e' uno di questi rootkit strafetenti.Pero' se hai un antivirus serio, magari con un po di euristica valida, e trasporti un files da una virtuale al pc fisico, al massimo ti rileva una cosa ANOMALA e se sei furbo NON TENTI LA FORTUNA.Certo e' che gli attacchi distribuiti godono di milioni di pc in rete e questo la dice lunga sul grado di protezione e sulla PERCEZIONE della sicurezza in rete.Al momento il sottoscritto usa il pc pe diletto/lavoro e il MAC per lavoro/navigazione e devo dire che SE si impesta il pc me ne frego, li di dati sensibili non ne viaggiano mai.Pero' e' anche ben blindato...per i motivi detti sopra.Quando sentiro' di rootkit su MAC osx alora iniziero' a preoccuparmi... :(
        • Sgabbio scrive:
          Re: L'antivirus DEFINITIVO!
          Bhe, Finchè non trovano un modo d'installare un software automaticamente in OSX, senza sgamo, per ora gli utenti apple possono state tranquilli per un bel pò.
    • 200 OK scrive:
      Re: L'antivirus DEFINITIVO!
      Mi viene in mente K.I.S.S...
  • AvastUser scrive:
    ma con avast?
    che ne dite di avast? lo rivela sto' trojano?
    • 200 OK scrive:
      Re: ma con avast?
      Eh no mi spiace, anche nell'articolo dicono che è impossibile fermarlo (rotfl)Probabilmente dovremo spegnere i PC finchè non trovano una soluzione.
      • dissidente scrive:
        Re: ma con avast?
        non temere, c'è sempre ARANZULLA!- Scritto da: 200 OK
        Eh no mi spiace, anche nell'articolo dicono che è
        impossibile fermarlo
        (rotfl)

        Probabilmente dovremo spegnere i PC finchè non
        trovano una
        soluzione.
    • QuiQuoQua scrive:
      Re: ma con avast?
      L'antivirus lo rileva se:a) La variante che ti stai per prendere e' nella lista dei virus conosciuti dall'antivirus stessob) Non sei già infetto.Se sei già infetto... non lo rilevi con l'antivirus installato sul PC.Ci sono varie soluzioni, tra cui la migliore probabilmente è fare il boot dal cd di XP, entrare nella recovery console e dare un fixboot /mbr (ma è sufficiente ?)
      • unoduetre scrive:
        Re: ma con avast?
        la migliore rimane la Cc) non usare windows :)
        • 200 OK scrive:
          Re: ma con avast?
          per te c'è anched) non sparare cazzate (rotfl)Dopotutto col PC lo usi per qualcosa, e quel "qualcosa" magari va solo su Windows. Può essere brutto, odioso, etc, ma è la realtà.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma con avast?
            Ma invece d'insultare che consiglia non usare Windows, non è che forse il problema è anche il lascismo di microsoft verso il lato sicurezza ? Vero che non esiste un sistema sicuro al 100%, ma la microsoft non si sbattono molto nel migliorare il loro handicap.
          • 200 OK scrive:
            Re: ma con avast?
            È comodo dire "usa allora quello" o "quell'altro".Ma sono commenti privi di senso.Discorso diverso sarebbe se si facesse un analisi un pochino più dettagliata.Sulla sicurezza di Windows c'è ben poco comunque da stare allegri, ed è triste che molte falle rimangono aperte anche dopo tanto tempo.Sulla stessa linea potrei dire: non usate il PC.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma con avast?
            E verissimo purtroppo! Ci sono falle che non vengono nemmeno corrette da microsoft quasi volutamente!Io sarei propenso di fare un sistema dualbobt. in una partizione usi windows, quindi se devi lavorare ed altro, almeno hai sempre quel sistema! Ovviamente, basta non collegarlo alla rete, per essere sicuri al 100% Nella seconda partizione, si mette una distrio di linux, per fare il resto.
      • utente29837 429 scrive:
        Re: ma con avast?
        - Scritto da: QuiQuoQua
        L'antivirus lo rileva se:

        a) La variante che ti stai per prendere e' nella
        lista dei virus conosciuti dall'antivirus
        stesso

        b) Non sei già infetto.

        Se sei già infetto... non lo rilevi con
        l'antivirus installato sul
        PC.ma puoi inviarlo a virustotal, che non è sul tuo pc.http://punto-informatico.it/s_2457623/Download/News/virustotal-uploader.aspx
  • charly scrive:
    GMER
    Come funziona? bisogna installarlo? E' valido?
    • Lorenzo scrive:
      Re: GMER
      Si e' valido , basta che hai il sistema installato in c:windows , se hai due sistemi in multiboot sullo stesso disco se ne perde uno ( almeno fino ad un mesetto fa )
    • utente29837 429 scrive:
      Re: GMER
      - Scritto da: charly
      Come funziona? bisogna installarlo? E' valido?non solo è valido, ma anche notevole.
  • Massi cadenti scrive:
    Sempre sia lodato Avira
    Anni fa usavo McAfee, gli sfuggì un sacco di roba. Poi passai a Norton, gli sfuggiva meno roba ma rallentava in maniera incredibile il sistema. Poi fatto l'upgrade hardware il sistema non rallentava ma comunque l'occupazione di memoria comunque consistente. Da 3 anni ho Avira, l'unica rottura sono i banner che compaiono quando si aggiorna (un paio di volte al giorno) che dicono di passare alla versione a pagamento, ma basta cliccare su ok per chiuderli e non pensarci. In compenso trova tutto, è leggerissimo ed è anche gratis.L'ennesima dimostrazione che "Buono" non significa anche "A pagamento", e che si possono creare prodotti di alta qualità a costo zero per l'utente (capito Norton? Capito Microsoft? Capito McAfee? Capito Sony? Capito Nintendo? ecc. ecc.).
    • Antonio Mela scrive:
      Re: Sempre sia lodato Avira
      Sottoscrivo: nonostante utilizzassi il blasonatissimo nod32 mi ero ritrovato un trojan installato da chissà quanto, che invece avira ha scovato e rimosso subito.Visto e considerato che avere un buon antivirus è oramai un obbligo consiglio anch'io avira.
      • andwork scrive:
        Re: Sempre sia lodato Avira
        io consiglio anche AVG free, che come avira, è molto meglio di norton, mcaffee e altre marche blasonateAndrea
        • afiorillo scrive:
          Re: Sempre sia lodato Avira
          - Scritto da: andwork
          io consiglio anche AVG free, che come avira, è
          molto meglio di norton, mcaffee e altre marche
          blasonate

          AndreaConfermo, uso AVG da molti anni e non ha mai perso un colpo: gratuito, invisibile.
      • utente29837 429 scrive:
        Re: Sempre sia lodato Avira
        - Scritto da: Antonio Mela
        Sottoscrivo: nonostante utilizzassi il
        blasonatissimo nod32 mi ero ritrovato un trojan
        installato da chissà quanto, che invece avira ha
        scovato e rimosso
        subito.
        Visto e considerato che avere un buon antivirus è
        oramai un obbligo consiglio anch'io
        avira.stessa identica situazione.però Mela... sicuro che non hai installato nod craccato come un sacco di altra gente... e poi ti sei lamentato che non ha beccato i virus? ;)
    • Funz scrive:
      Re: Sempre sia lodato Avira
      Usavo AVG Free, da un po' uso Avira, ottimi entrambi. Non so valutare quale dei due sia il migliore. Qualcuno ha sotto mano un confronto?
      • 200 OK scrive:
        Re: Sempre sia lodato Avira
        Dalle mie prove (solo in "apparenza" niente dati alla mano) mi sembra che Avira sia più leggero e dovrebbe rilevare un numero maggiore di virus.Sulla velocità la sentivo perchè ho una cpu a singolo core non molto performante.Ma sinceramente non so...Nota riguardo a Norton, forse qualcosa di positivo si muove. Sembra che la versione 2009 (Internet Security almeno) è molto meno ingorda di risorse e più performante. Torneranno gli "anno d'oro"?
      • utente29837 429 scrive:
        Re: Sempre sia lodato Avira
        - Scritto da: Funz
        Usavo AVG Free, da un po' uso Avira, ottimi
        entrambi. Non so valutare quale dei due sia il
        migliore.

        Qualcuno ha sotto mano un confronto?http://punto-informatico.it/s_2457623/Download/News/virustotal-uploader.aspxfallo tu stesso, e fallo dopo 2-3 settimane, oppure ogni settimana.ogni tanto vedi quanto poco vengano aggiornati certi antivirus.
    • Gianluigi scrive:
      Re: Sempre sia lodato Avira
      Se sei così contento del funzionamento, perché di parlarne solo bene, lo acquisti anche? E' l'unico modo per assicurarti che lo sviluppo continui.
      • P2Pista dell_Illin ois scrive:
        Re: Sempre sia lodato Avira
        - Scritto da: Gianluigi
        Se sei così contento del funzionamento, perché di
        parlarne solo bene, lo acquisti anche? E' l'unico
        modo per assicurarti che lo sviluppo
        continui.Quoto, 20 spesi benissimo, di cui 5 vanno in beneficienza.Quando ne vale la pena, cacciate il grano pitocchi 8)
        • Lord Kap scrive:
          Re: Sempre sia lodato Avira
          - Scritto da: P2Pista dell_Illin ois
          - Scritto da: Gianluigi

          Se sei così contento del funzionamento,

          perché di parlarne solo bene, lo acquisti

          anche? E' l'unico modo per assicurarti

          che lo sviluppo continui.
          Quoto, 20 spesi benissimo, di cui 5 vanno
          in beneficienza.Quotonazzo per entrambi. Soldi spesi bene.-- Saluti, Kap
      • utente29837 429 scrive:
        Re: Sempre sia lodato Avira
        - Scritto da: Gianluigi
        Se sei così contento del funzionamento, perché di
        parlarne solo bene, lo acquisti anche? E' l'unico
        modo per assicurarti che lo sviluppo
        continui.e qui non posso darti torto.però non basta mai un solo antivirus.
        • Ricky scrive:
          Re: Sempre sia lodato Avira
          A vedere i test online non pare che siano cosi' INCREDIBILI sti antivirus...e il fatto che non abbiate PALESI problematiche non vuol dire che funzioni ma solo che quello che avere beccato e' particolarmente furbo e se ne sta' nascosto (rootkit, appunto).Ma gia' di per se il solo antivirus non e' sufficente, solo una protezione globale fatta bene assicura un minimo di protezione seria.Poi, qualcuno ha mai controllato il McAfee 8.7 Enterprise?Perche' in effetti se compariamo solo antivirus FREE questi possono primeggiare ma il problema non e' il NON PAGARE ma l'avere una portezione seria...e li allora si dovrebbero comprarare tutti gli antivirus/total security che ci sono in commercio...
  • AdessoBasta scrive:
    Capito ma....
    E' chiaro che occorre una oculata opera di prevenzione, installando l'antivirus giusto e utilizzando le precauzioni di rito per fare la solita buona prevenzione. Quello che non ho capito è quando, alla fine, uno si piglia comunque una di queste varianti di rootkit così difficili da individuare, ci sono poi strumenti in grado di identificarli una volta sull'MBR e sui settori inutilizzati del disco oppure no? E se sì qualcuno può segnalarli? Grazie.
    • Marius Pontmercy scrive:
      Re: Capito ma....
      E' sufficiente installare il miglior antivirus gratuito in circolazione: si chiama Ubuntu.
      • 200 OK scrive:
        Re: Capito ma....
        Cavolo, mi blocca la possibilità di usare Photoshop e Premiere Pro.Oh, non funziona completamente la mia interfaccia audio professionale...Oh non posso più lavorare (rotfl)
        • pabloski scrive:
          Re: Capito ma....
          interfaccia audio professionale???in pratica colleghi la chitarra al PC? si può fare con linux non vedo perchè sia così problematico
      • JoCKerZ scrive:
        Re: Capito ma....
        - Scritto da: Marius Pontmercy
        E' sufficiente installare il miglior antivirus
        gratuito in circolazione: si chiama
        Ubuntu.- Scritto da: Marius Pontmercy
        E' sufficiente installare il miglior antivirus
        gratuito in circolazione: si chiama
        Ubuntu.Quindi tu parti dal principio che tutto il software che gira in Linux sia bug free. Non un buffer overflow, non uno stack overflow, non un heap overflow ecc ... tutto a prova di bomba. Naturalmente dai pure per scontato che il codice da cui viene compilato il software per Ubuntu sia tutto a prova di bomba (strano pero' che sia circolato per un po' di tempo qualche versione di x-server con dentro del codice malizioso e che veniva scaricata proprio dal server principale).Ovviamente siccome usi il computer da un account utente e non da root ti credi in una botta di ferro, giusto?Beato te se ci credi. La realta' e' che i pc attuali sono di fatto un colabrodo, e una parte delle falle non e' nota e viene sfruttata da questa gente perche' ora il crimine paga.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Capito ma....
          Vero, non è "bug free", ma non è come microsoft che ci mette milleni a sistemare una falla.
          • JoCKerZ scrive:
            Re: Capito ma....
            Ricordati che stai parlando di falle note. E quelle non note?
          • ullala scrive:
            Re: Capito ma....
            - Scritto da: JoCKerZ
            Ricordati che stai parlando di falle note. E
            quelle non
            note?Quale è la parte di Virus (diverso da vulnerabilità) che ti sfugge?Sai cosa è un virus ?Conosci la differenza tra exploit, vulnerabilità, root kit?Da quello che dici ho dei serissimi dubbi!
          • JoCKerZ scrive:
            Re: Capito ma....

            Quale è la parte di Virus (diverso da
            vulnerabilità) che ti
            sfugge?
            Sai cosa è un virus ?
            Conosci la differenza tra exploit, vulnerabilità,
            root
            kit?
            Da quello che dici ho dei serissimi dubbi!Qual e' la parte del thread a cui ho risposto che non hai letto piuttosto?Uno parte chiedendo se una volta che lo si e' preso c'e' qualche software in grado di individuarli. L'altro dice che basta installare Ubuntu, e chiaramente e' inteso a mo di prevenzione e non certo di risoluzione del problema posto (a meno di non considerare il piallare il pc per installare un altro SO una soluzione). Al che io segnalo che come opera di prevenzione comunque non mi pare a prova di bomba, e nessun esperto di sicurezza ti dira mai che esista un sistema sicuro. Puoi installare quello che vuoi ma sarai sempre vulnerabile.Quindi arrivi tu e mi dici che hai dei dubbi sul fatto che io capisca la differenza tra virus, exploit, rootkit e vulnebilita'.Ma la logica ti e' sconosciuta o cosa?Lascio perdere la provocazione da bambino di 13 anni, evidentemente avevi dei problemi con la playstation e sei venuto a sfogarti qua.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 novembre 2008 00.02-----------------------------------------------------------
      • utente29837 429 scrive:
        Re: Capito ma....
        - Scritto da: Marius Pontmercy
        E' sufficiente installare il miglior antivirus
        gratuito in circolazione: si chiama
        Ubuntu.commento non pertinente: si chiedeva opera di riparazione, non di prevenzione.come rilevi con ubuntu (dato che fai lo spiritosone avrai sicuramente una risposta) la presenza di un malware come quello descritto, in un sistema già infetto?
        • JoCKerZ scrive:
          Re: Capito ma....

          come rilevi con ubuntu (dato che fai lo
          spiritosone avrai sicuramente una risposta) la
          presenza di un malware come quello descritto, in
          un sistema già
          infetto?Lasciali perdere. Sostanzialmente c'e' qualcosa in giro ma purtroppo ci sono dei rootkit piu' avanzati degli antirootkit.GMER aiuta parecchio, almeno con i rootkit meno bastardi. Che li possa eliminare e' una cosa da prendere con le molle. Che li possa individuare e' gia' piu' plausibile.Non era male neanche Helios, peccato che funziona solo col service pack 2 di xp e non col 3.Infine, uno strumento che puo' essere utile contro i rootkit e' combofix, che internamente usa anche gmer nelle sue scansioni. E' da usare con cautela, ma a volte puo' salvarti il popo'. Il resto e' sostanzialmente robaccia inutile.La realta' e' che se ti becchi un rootkit, almeno che non sia una versione nota, l'unica cosa da fare per essere sicuri e' piallare il sistema, per il semplice motivo che non c'e' piu' un solo sottosistema su cui puoi fare affidamento con certezza. Ogni chiamata di sistema puo' essere filtrata e compromessa e quindi tutto il sistema e' compromesso.Non esistono ahime strumenti efficaci di analisi offline.Al momento la sicurezza informatica e' assolutamente una chimera.Ormai tutti i principali sistemi operativi hanno rootkit di una certa sofistificazione (XP, linux, BSD, MacOSX ..) e ci sono falle note e non note a volonta' per poter installare queste schifezze senza particolari problemi su quasi tutti i sistemi.Un pelo di prevenzione in piu' te lo puo' dare un sistema HIPS, ma tieni presente che quelli piu' diffusi sono ampiamente studiati dai creatori dei rootkit per sfruttarne i punti deboli.Installando comodo come firewall puoi installare anche il modulo hips che viene distribuito assieme. E' gia' qualcosa.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Capito ma....
      Si, GMER dovrebbe individuare Mebroot.
      • utente29837 429 scrive:
        Re: Capito ma....
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Si, GMER dovrebbe individuare Mebroot.GMER su un sistema già infetto???!!!!oppure gmer su sistema sicuro usato su hard disk estratto da sistema da testare?
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: Capito ma....
          - Scritto da: utente29837 429
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          Si, GMER dovrebbe individuare Mebroot.

          GMER su un sistema già infetto???!!!!


          oppure gmer su sistema sicuro usato su hard disk
          estratto da sistema da
          testare?Eh, GMER è giusto un tool da "ultima spiaggia" da usare su un sistema infetto. Eseguendolo da un sistema sano su un HD bersaglio potrebbe individuare i file camuffati nel file system o comunque nel disco fisso, ma non nel registro. Quindi sarebbe un lavoro monco.
    • andwork scrive:
      Re: Capito ma....
      salvemi è capitato un cliente che fosse infetto da questo virus.Tale cliente aveva trend micro officescan installato, ma quest'ultimo non ha rilevato nulla.neanche i tool anti-rootkit, come rootkitrevealer e f-secure backlightriescono a scovarlo.Te ne accordi con icesword, lanciando advanced scan, che c'è qualche processo che inietta del codice su advapi.dll, crypto.dll, etc... cosa che su altre macchine non succede.Te ne accorgi meglio con gmer, che ti segnala un'infezione su MBRper debellarlo, fai un boot col cd di windows, lanci la recovey console e dal prompt dei comandi lanci un bel fixmbr e poi fixboot.Attenzione: questo rootkit poi si tira dentro anche altri malware, è quindi necessario riavviare la prima volta in modalità provvisoria e fare la scansione con più antivirus (magari utilizzando quelli che non occorre installarli).---Andreaandrea (at) andwork.net
    • pabloski scrive:
      Re: Capito ma....
      gli antivirus sono dei palliativi, fatevene una ragionecodifica e compressione sono le nuove armi dei cybercrooks....gli eseguibili ormai vengono criptati al volo e ogni copia è differente dalle altre e per un antivirus basato su signature è impossibile individuarliavere un buon antivirus può darti un 20% di protezione, ma per il restante 80% sei scoperto
      • JoCKerZ scrive:
        Re: Capito ma....
        Invertirei le due percentuali perche' gran parte del malware che gira e' di livello piuttosto infimo.Comunque concordo sul fatto che non si puo' essere al sicuro oggi.Anche con un modulo HIPS attivo non sempre si e' al sicuro.Solo quando cominceranno ad uscire dei sistemi di protezione basati sulla virtualizzazione si potra' cominciare ad essere un po' piu' al sicuro.
        • pabloski scrive:
          Re: Capito ma....
          vero che molto malware è quasi amatoriale, però proprio per questo ha un reach inferiorese vai a vedere quanti siti web hanno spinto quell'antivirus fasullo di cui si parla nell'altro articolo, c'è da farsi venire i capelli bianchiil guaio è che le gang più esperte riescono ad ottenere una copertura maggiore oltre ad un numero di installazioni nettamente superiore
Chiudi i commenti