Cara ho freddo, accendi il datacenter

A partire da gennaio parte della capitale finlandese sarà riscaldata dal calore prodotto da alcuni server in rack posti sotto una cattedrale

Roma – Il calore prodotto dai datacenter nella maggior parte dei casi rappresenta un problema per chi li deve gestire. Nel caso però in cui i rack si trovino sotto una cattedrale del centro di Helsinki, in Finlandia, l’alta temperatura generata negli ambienti che li ospitano sarà utilizzata per riscaldare circa cinquecento abitazioni del circondario.

L’aria calda proveniente dal datacenter di un’azienda locale entro la fine di gennaio verrà intubata e immessa nella rete di riscaldamento che va a toccare pressoché ogni edificio della capitale finlandese. “È assolutamente probabile che buona parte del riscaldamento cittadino possa essere generata dall’energia termica prodotta nei locali che ospitano i server” ha spiegato Juha Sipila, responsabile del locale fornitore d’energia.

Solitamente il problema legato ai datacenter, sempre più predominanti in ambito informatico anche grazie alla crescente popolarità dei servizi Internet basati sul cloud computing , è il quantitativo di energia richiesta per il raffreddamento delle macchine stesse, che può arrivare a superare quella necessaria al solo funzionamento . Un problema che sempre più spesso trova soluzioni originali come in questo caso.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Undertaker scrive:
    Riconoscere i pedofili
    É giusto schedare i pedofili, difatti si sta censurando tutta internet per debellare questo pericolo, ma non basta: ci vuole un corpo di polizia speciale per affrontare il fenomeno e dargli poteri speciali, limitando quelle scemenze dei diritti costituzionali.Ma come possiamo essere sicuri che le persone che passeggiano per la strada non siano crudeli pedofili e vogliano insidiare la purezza dei nostri pargoli ?In altri paesi si rendono pubblici i nomi dei pedofili, si pubblicano nomi, foto ed indirizzi, ma non basta: bisognerebbe che i pedofili portino un contrassegno quando vanno in giro, magari una stella gialla.Non vi sembra un film giá visto ?
    • italiano scrive:
      Re: Riconoscere i pedofili
      - Scritto da: Undertaker
      É giusto schedare i pedofili, difatti si sta
      censurando tutta internet per debellare questo
      pericolo, ma non basta: ci vuole un corpo di
      polizia speciale per affrontare il fenomeno e
      dargli poteri speciali, limitando quelle scemenze
      dei diritti
      costituzionali.
      Ma come possiamo essere sicuri che le persone che
      passeggiano per la strada non siano crudeli
      pedofili e vogliano insidiare la purezza dei
      nostri pargoli
      ?

      In altri paesi si rendono pubblici i nomi dei
      pedofili, si pubblicano nomi, foto ed indirizzi,
      ma non basta: bisognerebbe che i pedofili portino
      un contrassegno quando vanno in giro, magari una
      stella
      gialla.

      Non vi sembra un film giá visto ?La mia modesta opinione è che si faccia benissimo a schedare, controllare ed escludere pedofili noti dalla vita comune della società. Si tratta di un reato disgustoso e anche se certe misure possono apparire troppo dure è probabilmente l'unico modo per contrastare il problema, onde eviatare che con il nostro farmo "permessismo", si arrivi addirittura ad avere partiti pedofili come succede in altre nazioni...
      • ostrega scrive:
        Re: Riconoscere i pedofili
        Sono venuti a prendere gli ebreie mi sono ribellatoSono venuti a prendere gli omosessualie mi sono ribellatoSono venuti a prendere gli comunistae mi sono ribellatoSono venuti a prendere gli zingaroe mi sono ribellatoe visto che eravamo in tanti alla fine siamo andati noi a prendere i pedofili ;-)http://www.southparkstudios.com/episodes/103916
      • Pi314 scrive:
        Re: Riconoscere i pedofili
        - Scritto da: italiano
        Non hai afferrato il senso del mio discorso,
        quello che dicevo è che per questo tipo di reati,
        1° per eviatare che si ripetano (altamente
        frequente) 2° come prevenzione, per evitare che
        si degeneri e si arrivi come in altri paesi
        europei ad avere "partiti pedofili" sono da
        trattare con la massima durezza
        possibile.Il reato è "abuso di minore", la "pedofilia" sarebbe semplicemente l'attrazione verso i bambini.. in effetti ultimamente le due cose sono diventate sinonimo, ma non daresti dello schifoso a un "cinofilo".Mea culpa se ho preso troppo alla lettera le tue parole.
        Mi spiace, ma mi fa schifo questo perbenismo,
        questo permessimo, verso questo genere di
        persone.A me fa schifo il perbenismo in generale, se c'è un reato devono essere puniti. Chiunque e qualunque sia il reato. SE C'E' il reato reale e non solo una fantasia nella testa di qualcuno. Purtroppo si tende a usare due pesi e due misure dove e quando fa più comodo.
        Con tutto il rispetto... ma che casso centra?
        O per te i Pedofili sono come gli Ebrei, gli
        Omosessuali, gli Zingari o i
        Comunisti?sostituisci a ebrei, omosessuali, zingari e comunisti le seguenti parole: "pedofili", "downloader", "persone con i capelli rossi" e "persone che non la pensano come me" e vedrai dove voglio arrivare
        O invece lo sei tu?Non mi pare di avere offeso nel mio post, gradirei restare su toni civili. E comunque no, non lo sono.

        Iniziassero piuttosto a controllare ed escludere

        corrotti/corruttori/bancarottieri noti dalla
        vita

        comune della società, sarebbe molto

        meglio..

        Please, non andiamo OTGiusto un reminder :)
        • italiano scrive:
          Re: Riconoscere i pedofili
          - Scritto da: Pi314
          - Scritto da: italiano

          Non hai afferrato il senso del mio discorso,

          quello che dicevo è che per questo tipo di
          reati,

          1° per eviatare che si ripetano (altamente

          frequente) 2° come prevenzione, per evitare che

          si degeneri e si arrivi come in altri paesi

          europei ad avere "partiti pedofili" sono da

          trattare con la massima durezza

          possibile.

          Il reato è "abuso di minore", la "pedofilia"
          sarebbe semplicemente l'attrazione verso i
          bambini.. in effetti ultimamente le due cose sono
          diventate sinonimo, ma non daresti dello schifoso
          a un
          "cinofilo".

          Mea culpa se ho preso troppo alla lettera le tue
          parole.
          Concordo, effettivamente, i due termini stanno diventando sinomino, io ovviamente intendevo "abuso su minore"

          Mi spiace, ma mi fa schifo questo perbenismo,

          questo permessimo, verso questo genere di

          persone.

          A me fa schifo il perbenismo in generale, se c'è
          un reato devono essere puniti. Chiunque e
          qualunque sia il reato. SE C'E' il reato reale e
          non solo una fantasia nella testa di qualcuno.
          Purtroppo si tende a usare due pesi e due misure
          dove e quando fa più
          comodo.Ovviamente stiamo parlando solo di quando il reato c'è.

          Con tutto il rispetto... ma che casso centra?

          O per te i Pedofili sono come gli Ebrei, gli

          Omosessuali, gli Zingari o i

          Comunisti?

          sostituisci a ebrei, omosessuali, zingari e
          comunisti le seguenti parole: "pedofili",
          "downloader", "persone con i capelli rossi" e
          "persone che non la pensano come me" e vedrai
          dove voglio
          arrivareNon sono d'accordo! Ebrei, sono stati perseguitati per un loro statue ed un credo religioso; Comunisti (per par conditio metto anche Fasciti) sono stati perseguitati per una corrente politica, Omosessuali sono perseguitati per un loro status, Zingari non mi esprimo. Ma per i Pedofili, mi spiace, ma non ritengo sia umanamente condivisibile idea, credo o status.Inoltre, sono d'accordo con te con "downloader", "persone con i capelli rossi" e "persone che non la pensano come me", a patto che nella lista NON ci siano pedofili, proprio non riesco ad assimilarli a nessuna lista.Ecco perchè sono favorevole all'annullamento dei diritti verso questi.

          O invece lo sei tu?
          Non mi pare di avere offeso nel mio post,
          gradirei restare su toni civili. E comunque no,
          non lo
          sono.Hai ragione, non è stata una "uscita felice". Scusami.


          Iniziassero piuttosto a controllare ed
          escludere


          corrotti/corruttori/bancarottieri noti dalla

          vita


          comune della società, sarebbe molto


          meglio..



          Please, non andiamo OT
          Giusto un reminder :)
          • Pi314 scrive:
            Re: Riconoscere i pedofili
            - Scritto da: italiano
            Non sono d'accordo! Ebrei, sono stati
            perseguitati per un loro statue ed un credo
            religioso; Comunisti (per par conditio metto
            anche Fasciti) sono stati perseguitati per una
            corrente politica, Omosessuali sono perseguitati
            per un loro status, Zingari non mi esprimo. Ma
            per i Pedofili, mi spiace, ma non ritengo sia
            umanamente condivisibile idea, credo o
            status.

            Inoltre, sono d'accordo con te con "downloader",
            "persone con i capelli rossi" e "persone che non
            la pensano come me", a patto che nella lista NON
            ci siano pedofili, proprio non riesco ad
            assimilarli a nessuna
            lista.
            Ecco perchè sono favorevole all'annullamento dei
            diritti verso
            questi.Eh, lo so.. purtroppo una volta che si crea il precedente la vedo dura fermarsi.. preferisco non rischiarePer il resto, tarallucci e vino :D
          • Valeren scrive:
            Re: Riconoscere i pedofili
            Chiariamo un punto: in caso di abuso su minore provato e conclamato, che si debbano tutelare altre potenziali vittime mi pare lampante.La pedofilia, in senso di deviazione, è quasi impossibile da riconoscere: fino a quando qualcuno non si dichiara tale appare del tutto "normale".
          • krane scrive:
            Re: Riconoscere i pedofili
            - Scritto da: italiano
            - Scritto da: Pi314

            - Scritto da: italiano


            Non hai afferrato il senso del mio discorso,


            quello che dicevo è che per questo tipo di


            reati, 1° per eviatare che si ripetano


            (altamente frequente) 2° come prevenzione,


            per evitare che


            si degeneri e si arrivi come in altri paesi


            europei ad avere "partiti pedofili" sono da


            trattare con la massima durezza possibile.

            Il reato è "abuso di minore", la "pedofilia"

            sarebbe semplicemente l'attrazione verso i

            bambini.. in effetti ultimamente le due cose

            sono diventate sinonimo, ma non daresti dello

            schifoso a un "cinofilo".
            Concordo, effettivamente, i due termini stanno
            diventando sinomino, io ovviamente intendevo
            "abuso su minore"Si, ma ci ricarschi 2 righe dopo dai....
          • maio scrive:
            Re: Riconoscere i pedofili
            http://www.southparkstudios.com/episodes/103916
      • pi_censura_ tutto scrive:
        Re: Riconoscere i pedofili
        - Scritto da: italiano
        La mia modesta opinione è che si faccia benissimo
        a schedare, controllare ed escludere pedofili
        noti dalla vita comune della società. Si tratta
        di un reato disgustoso e anche se certe misure
        possono apparire troppo dure è probabilmente
        l'unico modo per contrastare il problemaA parte che nell'articolo si parla genericamente di "crimine sessuale", che è ben diverso da "aver abusato di un minore".La pedofilia è un reato disgustoso, ma perchè porlo ad un livello diverso rispetto ad esempio all'omicidio?Risposta semplice: sessuofobia.Senza scordare che nella maggior parte degli stati USA l'età del consenso è 18 anni.Adesso tu non avrai presente che pezzi di figliole di 16-17 anni ci sono da quelle parti (e non solo), ma sfido qualunque uomo maggiorenne a non esserne attratto; e sfido qualsiasi ragazza di quell'età a non avere pulsioni sessuali ed eventualmente ad interessarsi a maschi con qualche anno in più.Impedire rapporti tra queste persone significa solo una cosa: andare contro natura, peggiorare la qualità della vita di tutti e distruggere la vita di poche (e sfortunate) persone... per quale motivo poi? La possessività dei vecchi, asessuati e bigotti genitori?Gli abusi si combattono con leggi GIUSTE, PESANTI (ma non discriminanti) e con la certezza che vengano APPLICATE. Non sparando una lista di nomi sul web.
        • italiano scrive:
          Re: Riconoscere i pedofili
          - Scritto da: pi_censura_ tutto

          La pedofilia è un reato disgustoso, ma perchè
          porlo ad un livello diverso rispetto ad esempio
          all'omicidio?
          Risposta semplice: sessuofobia.Posso capire l'omicidio, non giustificarlo, ma capirne quantomento i moventi, i reati su minori invece derivano da deviazioni, nulla a che vedere con fobie!
          Senza scordare che nella maggior parte degli
          stati USA l'età del consenso è 18
          anni.

          Adesso tu non avrai presente che pezzi di
          figliole di 16-17 anni ci sono da quelle parti (e
          non solo), ma sfido qualunque uomo maggiorenne a
          non esserne attratto; e sfido qualsiasi ragazza
          di quell'età a non avere pulsioni sessuali ed
          eventualmente ad interessarsi a maschi con
          qualche anno in più.
          Impedire rapporti tra queste persone significa
          solo una cosa: andare contro natura, peggiorare
          la qualità della vita di tutti e distruggere la
          vita di poche (e sfortunate)
          persone... per quale motivo poi? La possessività
          dei vecchi, asessuati e bigotti
          genitori?
          Definizione libermente presa da wikipedia:"La pedofilia è una forma di devianza sessuale che consiste nell'attrazione sessuale da parte di un soggetto sessualmente maturo nei confronti di soggetti che invece non lo sono ancora, cioè in età pre-puberale, ossia bambini o preadolescenti non ancora sviluppati fisicamente. Benché non ci sia un limite d'età ben preciso, perché esso varia da persona a persona e da cultura a cultura, nel mondo occidentale tale limite oscilla generalmente tra i 12 e 15 anni."
          Gli abusi si combattono con leggi GIUSTE, PESANTI
          (ma non discriminanti) e con la certezza che
          vengano APPLICATE. Non sparando una lista di nomi
          sul
          web.Concodo al 200%, basterebbe applicare leggi che già eististono, ritengo tuttavia che possa essere utile, soprattutto come deterrente anche la lista web.
        • Valeren scrive:
          Re: Riconoscere i pedofili
          - Scritto da: pi_censura_ tutto
          La pedofilia è un reato disgustoso, ma perchè
          porlo ad un livello diverso rispetto ad esempio
          all'omicidio?
          Risposta semplice: sessuofobia.Risposta reale ipocrisia e certezza che *nessuno* potrebbe tentare di difendere chi accusato, col rischio di essere ostracizzato.Quante volte hai pensato "come fa quell'avvocato a difendere uno che ha violentato una ragazzina?".
          Gli abusi si combattono con leggi GIUSTE, PESANTI
          (ma non discriminanti) e con la certezza che
          vengano APPLICATE. Non sparando una lista di nomi
          sul web.In parte concordo, in parte no.Per determinati reati la pubblicazione per me è sacrosanta.Ricordiamoci che la recidività è una realtà, l'alternativa è la castrazione (chimica? Chi ha detto chimica?).
    • Marsh scrive:
      Re: Riconoscere i pedofili
      - Scritto da: Akatso Dekane
      Con l'unica differenza che coloro i quali
      dovevano portare la stella gialla erano
      semplicemente di un'altra
      cultura.SEMPLICEMENTE????? Lo sai dov'erano ammassati tutti insieme i detentori di tale stella gialla? O__o
    • Akatso Dekane scrive:
      Re: Riconoscere i pedofili
      Non penso che il mio odio per i pedofili provenga da campagne diffamatorie.Per quanto mi riguarda, non prendo per oro colato neppure i risultati sportivi.
  • harvey scrive:
    Internet e non e' la realtà
    Perche' non la applicano pure alla realtà?- Chi taccheggia non può più entrare nei negozi- Chi e' violento non può più andare nelle manifestazioni- ecc ecc Secondo me e' pericolosa questa stradaPermettendo di limitare la nostra libertà più di quanto succederebbe nella vita reale e' pericolosissimo, perche' già ora possono censurare qualsiasi sito (con la scusa dei pedofili e dei terroristi, invece oscurano siti legalissimi), figuriamoci tra qualche anno
    • Clara scrive:
      Re: Internet e non e' la realtà
      - Scritto da: harvey
      Perche' non la applicano pure alla realtà?

      - Chi taccheggia non può più entrare nei negozi
      - Chi e' violento non può più andare nelle
      manifestazioni
      - ecc ecc

      Secondo me e' pericolosa questa strada

      Permettendo di limitare la nostra libertà più di
      quanto succederebbe nella vita reale e'
      pericolosissimo, perche' già ora possono
      censurare qualsiasi sito (con la scusa dei
      pedofili e dei terroristi, invece oscurano siti
      legalissimi), figuriamoci tra qualche
      annoVogio vedere se dirai la stessa cosa il giorno che violentano tuo figlio, vergogna.
      • harvey scrive:
        Re: Internet e non e' la realtà
        L'ennesimo beota che ci cade ....Grazie alle lotte contro la pedofilia si mettono a fare censura (già sucXXXXX, non parlo di cose ipotetiche. Vedi filtri dei DNS)! Purtroppo la tecnica di abbindolare il popolo in italia viene benissimo :(
        • Excelsior scrive:
          Re: Internet e non e' la realtà
          Che poi quegli oscuramenti via DSN non servono a nulla, infatti chi vuole davvero vedere un sito oscurato può facilmente aggirare la cosa, mentre tagliando a casaccio come nel caso del server di Imageshack, creano un disservizio che danneggia i normali utenti e l'azienda che gestisce il sito. Come se dovessero chiudere Telecom perché una è stata molestata da un maniaco al telefono.
        • m c scrive:
          Re: Internet e non e' la realtà

          Purtroppo la tecnica di abbindolare il popolo in
          italia viene benissimo
          :(Verrrà benissimo in Italia, ma intanto l'articolo parla degli Stati Uniti.Sempre a parlar male del proprio paese, anche quando si parla di altri.
          • harvey scrive:
            Re: Internet e non e' la realtà
            Io mi riferivo alla risposta, se poi era di un americana e non ho notato che era scritto in inglese ...Anche perche' in america sono piuttosto paranoici con i predatori sessuali, qua invece bisogna rispettare la privacy soprattutto dei criminali, quindi le liste dei condannati non potrebbero mai essere di dominio pubblico
      • Valeren scrive:
        Re: Internet e non e' la realtà
        Applausi, tanti tanti applausi!!!
      • Valeren scrive:
        Re: Internet e non e' la realtà
        - Scritto da: Clara
        Vogio vedere se dirai la stessa cosa il giorno
        che violentano tuo figlio, vergogna.yawn, rivoglio i troll di una volta :S
    • angros scrive:
      Re: Internet e non e' la realtà
      - Scritto da: harvey
      Perche' non la applicano pure alla realtà?

      - Chi taccheggia non può più entrare nei negoziInfatti chi taccheggia finisce in carcere e non entra più nei negozi per un po'
      - Chi e' violento non può più andare nelle
      manifestazioniIdem
      - ecc ecc

      Secondo me e' pericolosa questa strada

      Permettendo di limitare la nostra libertà più di
      quanto succederebbe nella vita reale e'
      pericolosissimo,Il carcere è una limitazione della libertà ben più grave (e dal carcere non puoi accedere a internet, tra l' altro); il punto è che la decisione di incarcerare qualcuno viene presa dall' autorità giudiziaria, dopo un regolare proXXXXX (altrimenti si commette una grave violazione dei diritti umani)
      perche' già ora possono
      censurare qualsiasi sito (con la scusa dei
      pedofili e dei terroristi, invece oscurano siti
      legalissimi), figuriamoci tra qualche
      annoOscurare un sito, quando lo scopo di tale sito è criminoso (diffamazione, apologia di reato, truffa, divulgazione di notizie false e tendenziose, gioco d' azzardo illegale, attentato alla salute pubblica) non mi sembra sbagliato: tale provvedimento, però, deve essere preso da un giudice, non dal primo che passa; assolutamente, tale decisione non deve essere lasciata ad istituzioni private (facebook, o gli ISP), che hanno diritto di intervenire di loro iniziativa solo quando sono violati i termini di servizio (es. se il regolamento proibisce di caricare scene di nudo e tu le carichi, io ti cancello la pagina e ti sospendo l' account, anche se le tue foto erano perfettamente legali, perchè sei stato tu a rompere il contratto)
      • harvey scrive:
        Re: Internet e non e' la realtà
        - Scritto da: angros
        Infatti chi taccheggia finisce in carcere e non
        entra più nei negozi per un
        po'Mi risulta pure qualcuno che fa un reato sessuale....
        IdemIdem
        Il carcere è una limitazione della libertà ben
        più grave (e dal carcere non puoi accedere a
        internet, tra l' altro); il punto è che la
        decisione di incarcerare qualcuno viene presa
        dall' autorità giudiziaria, dopo un regolare
        proXXXXX (altrimenti si commette una grave
        violazione dei diritti
        umani)Se c'e' già il carcere per gli altri reati, perche' estendere altre limitazioni per i reati sessuali?Probabilmente perche' visto come molto piu' grave e quindi e' facile proporre limitazioni per questo reato, che poi si estenderanno per altre cose? Io suppongo di si
        Oscurare un sito, quando lo scopo di tale sito è
        criminoso (diffamazione, apologia di reato,
        truffa, divulgazione di notizie false e
        tendenziose, gioco d' azzardo illegale, attentato
        alla salute pubblica) non mi sembra sbagliato:Non sembra sbagliato, ma infatti questi siti vengono sequestratiInvece quelli censurati sono siti che non infrangono nessuna legge, ma scomodi. Quindi grazie a queste leggi vengono bloccati per l'italia
        tale provvedimento, però, deve essere preso da un
        giudice, non dal primo che passa; assolutamente,
        tale decisione non deve essere lasciata ad
        istituzioni private (facebook, o gli ISP), chePersonalmente ho notato siti bloccati dal DNS di alice che sono perfettamente legali, quindi queste iniziative mi spaventano sempre di più. Se la gente sta zitta la censura modello cinese e' alle porte
        • Akatso Dekane scrive:
          Re: Internet e non e' la realtà
          - Scritto da: harvey
          Personalmente ho notato siti bloccati dal DNS di
          alice che sono perfettamente legaliad esempio?
          • harvey scrive:
            Re: Internet e non e' la realtà
            http://quequero.org/Registrato ad un italiano, quindi se era illegale (cosa che dubito fortemente) lo avrebbero chiuso.Invece con opendns va, con il dns di alice mi da pagina non trovataSe possono bloccare cosi' un sito, la censura e' già fattibile
          • angros scrive:
            Re: Internet e non e' la realtà
            Ci sono entrato con alice, va perfettamente; piuttosto, ho visto che alice mi dirotta dailymotion su virgilio.dailymotion (mi chiedo se è per ridurre il traffico, o se ci sono accordi particolari)
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Internet e non e' la realtà
        - Scritto da: angros
        il punto è che la
        decisione di incarcerare qualcuno viene presa
        dall' autorità giudiziaria, dopo un regolare
        proXXXXX (altrimenti si commette una grave
        violazione dei diritti umani)Infatti è noto come Enzo Tortora e Marco Dimitri non siano mai andati in carcere, vero?
    • don remiglio scrive:
      Re: Internet e non e' la realtà
      - Scritto da: harvey
      Permettendo di limitare la nostra libertà più di
      quanto succederebbe nella vita reale e'
      pericolosissimo, perche' già ora possono
      censurare qualsiasi sito (con la scusa dei
      pedofili e dei terroristi, invece oscurano siti
      legalissimi), figuriamoci tra qualche
      annoeh! va a vedere che con la scusa dei pedofili ti chiudono il tuo sitino di warez. Che tanto gira e rigira, i sostenitori italiani della internet neutrality son quelli che vogliono scaricare roba gratis, i veri motivi fregano poco.
      • Valeren scrive:
        Re: Internet e non e' la realtà
        Ma un paio di bolas!Se TrueCrypt è così diffuso forse è perché vediamo sempre più ridotta la *nostra* libertà (tu fatti mettere il guinzaglio come ti pare e piace, I don't care).Prima ci si difendeva con le armi: in epoca di informatica, con la mai tanto benedetta cifratura.
Chiudi i commenti