Carburo di silicio per monitorare i vulcani

Ricercatori britannici hanno sviluppato un sensore wireless in grado di funzionare in condizioni estreme. L'ideale, dicono gli autori, per "sentire" le radiazioni e tenere sotto controllo centrali nucleari e vulcani. Dall'interno

Roma – Un team della Newcastle University sostiene di aver sviluppato un sensore termico in grado di funzionare in condizioni ambientali estreme. Il dispositivo continua a operare fino ai 900 gradi centigradi di temperatura , la capacità ideale – dicono i ricercatori – per poter funzionare da sistema di monitoraggio interno di vulcani e centrali nucleari.

Il sensore trae la sua notevole resistenza termica dal fatto di essere composto da carburo di silicio , un materiale ceramico sintetico (unione di silicio e carbonio) dotato di eccezionale durezza – tra il corindone e il diamante. Dotato di una stabilità maggiore rispetto al silicio, il sensore ha una tolleranza superiore alle radiazioni e può quindi essere utilizzato in un numero molteplice di ambiti.

La sua resistenza termica ne fa prima di tutto un candidato ideale per il controllo “molto” ravvicinato dei vulcani attivi o dormienti, e in tal senso il sensore potrebbe funzionare da “precursore” tecnologico in grado di allertare i centri di controllo nel caso di un’eruzione imminente .

“Al momento non abbiamo alcun modo di monitorare accuratamente quello che succede all’interno di un vulcano – dice il dottor Alton Horsfall della Newcastle University – e infatti la maggior parte dei dati raccolti proviene dalle fasi successive all’eruzione”. “Con circa 500 milioni di persone che vivono all’ombra di un vulcano – dice Horsfall – questa non è ovviamente la condizione ideale”.

Ma i ricercatori britannici sperano di impiegare il loro sensore in scenari molto diversi da quelli di un vulcano: il carburo di silicio si comporta altrettanto bene ad esempio quando si tratta di tenere sotto controllo il livello di radiazioni e la temperatura del nocciolo di una centrale nucleare , dicono da Newcastle, e non è da scartare la possibilità di utilizzare il sensore per il monitoraggio dei motori degli aerei, gli impianti energetici e i possibili attacchi terroristici con ordigni esplosivi installati nel sottosuolo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Michele scrive:
    Videoclip's Story
    COMUNICATO STAMPA(Con cortese richiesta di diffusione e di pubblicazione della notizia) Il Presidente della Repubblica ha dato la Medaglia Premio alla 1^ MOSTRA DELLAUDIOVISIVO E DEL CINEMA DI SUBIACO MEMORIAL TULLIO PIACENTINIIl creatore del videoclip musicale di sucXXXXX Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha destinato una Medaglia come Premio alla 1^ Mostra dellaudiovisivo e del Cinema di Subiaco e della Valle dellAniene Memorial Tullio Piacentini.La Mostra, si svolgerà dal 22 ottobre al 21 novembre 2010, presso il CHIOSTRO di SAN FRANCESCO, sito a Subiaco di Roma.La peculiarità della Mostra sarà il restauro e la proiezione in anteprima del film inedito del 1967 Passeggiando per Subiaco, ideato e realizzato da Tullio Piacentini e con interpreti alcuni big della canzone italiana: Patty Pravo, Lucio Dalla, Fred Bongusto, Nicola Di Bari, ecc.Altresì caratteristica sarà la predominanza del tema videoclip musicale nel cinema, accennando sin da ora che il regista e produttore Tullio Piacentini fu il fautore del fenomeno commerciale dei videoclip, dalle loro origini con il Cinebox (1959) ai film dallo stesso realizzati e con sucXXXXX proiettati nei cinematografi (1965).Allinterno della Mostra sarà allestita una sala con diverso materiale privato ed inedito sulla vita pubblica e privata di Tullio Piacentini: la sceneggiatura Antonio Gramsci: lettere dal carcere che creò bruschi dissapori con il P.C.I. (1959), la sceneggiatura Giustizia allitaliana nella quale era pronosticato lattuale stato sociale italiano (1960), lo scandalo della Ceat Gomme (1972), ecc.Non di minore importanza saranno le altre proiezioni e mostre personali che rievocheranno, con filmati ed immagini inedite, il valore paesaggistico e culturale della Valle dellAnienea 35mm.Tra gli ospiti si cita la presenza dellEditore Michele Piacentini, figlio del regista e produttore e promotore della Storia del Videoclip oltre che della paternità italiana di esso.Inoltre parteciperanno alla manifestazione, programmati secondo un calendario pubblicato sui sitiwww.simbruinastagna.com e www.lesartistes.it, numerosi testimonial e molti personaggi del mondo dello spettacolo e del mondo della politica, legati in qualche modo alle pellicole di Tullio Piacentini o alla sua attività politica.Sperando, quindi, nella graditissima collaborazione a dare il più ampio risalto possibile a quanto accennato nel presente comunicato, si resta in attesa di un cortese riscontro e a disposizione per fornire ulteriori notizie, documentazioni ed eventuale disponibilità ad intervistare personalmente lo stesso Michele Piacentini.Cordiali saluti.
Chiudi i commenti